Pristina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pristina
comune
Priština
Pristina – Veduta
Dati amministrativi
Stato Nazioni Unite/Kosovo/Serbia Kosovo[1]
Distretto Pristina
Sindaco Isa Mustafa
Territorio
Coordinate 42°40′37.2″N 21°10′04.8″E / 42.677°N 21.168°E42.677; 21.168 (Pristina)Coordinate: 42°40′37.2″N 21°10′04.8″E / 42.677°N 21.168°E42.677; 21.168 (Pristina)
Altitudine 652 m s.l.m.
Superficie 854 km²
Abitanti 198 890 (2011)
Densità 232,89 ab./km²
Frazioni 47
Altre informazioni
Lingue albanese, serbo
Cod. postale 10000
Prefisso +381 38
Fuso orario UTC+1
Targa 01
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Kosovo
Pristina
Pristina – Mappa
Sito istituzionale

Pristina (in albanese Prishtinë o Prishtina; in serbo Приштина, Priština) è la maggiore città del territorio sotto amministrazione ONU del Kosovo (capitale per gli indipendentisti, semplice capoluogo secondo la Serbia). Ha circa 200.000 abitanti a maggioranza albanese. Dal 1941 al 1944 fu capoluogo della provincia omonima unita all'Albania (occupata dal Regno d'Italia dal 1939 al 1944).

Società[modifica | modifica sorgente]

La città ha una maggioranza di popolazione albanese, più altre più piccole comunità di serbi, bosniaci e rom. Il governo provvisorio del territorio e la Missione Provvisoria in Kosovo delle Organizzazione delle Nazioni Unite (UNMIK) ha la sede centrale nella città. È il centro amministrativo, politico e culturale del Kosovo. La città è sede universitaria ed ha un aeroporto internazionale, certificato IATA di PRN ed ICAO LYPR (in effetti temporaneamente BKPR ed UNMIK).

Da oltre trent'anni annualmente si svolge a Pristina un Seminario Internazionale di lingua e letteratura albanese, a cui prendono parte studiosi, intellettuali e professori da ogni parte del mondo.

Gli abitanti di questa città sono chiamati Prishtinali o Prishtinas in albanese e Prištinci (Приштинци) o Prištinjani (Приштињани) in serbo.

Persone legate alla città[modifica | modifica sorgente]

Divisione amministrativa[modifica | modifica sorgente]

La municipalità si divide nelle seguenti frazioni e villaggi: Prugovc, Barilevë, Keqekollë, Koliq dhe Hajvali.

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sotto protettorato ONU (UNMIK), dichiaratosi unilateralmente Repubblica indipendente (riconosciuta da alcuni stati), secessionista dalla Serbia secondo cui è una Provincia autonoma

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]