Prizren

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Prizren
comune
Prizren/Prizreni
Призрен/Prizren
Prizren – Veduta
Localizzazione
StatoNazioni Unite/Kosovo/Serbia Kosovo[1]
DistrettoPrizren
Territorio
Coordinate42°13′N 20°44′E / 42.216667°N 20.733333°E42.216667; 20.733333 (Prizren)Coordinate: 42°13′N 20°44′E / 42.216667°N 20.733333°E42.216667; 20.733333 (Prizren)
Altitudine652 m s.l.m.
Superficie854 km²
Abitanti178 112 (2012)
Densità208,56 ab./km²
Altre informazioni
Linguealbanese, serbo-bosniaco, turco
Cod. postale20000
Prefisso+381 29
Fuso orarioUTC+1
Targa04
Cartografia
Mappa di localizzazione: Kosovo
Prizren
Prizren
Prizren – Mappa
Sito istituzionale

Prizren (in albanese Prizren o Prizreni; in serbo: Призрен / Prizren) è una città del Kosovo. Conta circa 165.000 abitanti, principalmente albanesi. È la capitale amministrativa del distretto omonimo, che ha una popolazione stimata di 240.000 persone[2], suddivise tra la città e i 76 villaggi della municipalità.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Prizren sorge nell'estremità meridionale della pianura della Metochia, alle pendici dei Monti Sharr, nel Kosovo sud-orientale, vicino ai confini con Albania e Macedonia. È attraversata dal torrente Bistrica, affluente di sinistra del Drin Bianco. A pochi chilometri di distanza da Prizren è situato il Monastero degli Arcangeli.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Prizren sorge probabilmente sulla città romana di Theranda che Procopio di Cesarea chiama Petrizen nel V secolo. Il nome moderno deriva dall'antico serbo Призрѣнь (Prizren), da при-зрѣти (pri-zreti), ovvero sia fortezza visibile da lontano. Nel IX secolo l'area fu sottoposta al dominio dei Bulgari. Tra il 1180 ed il 1190 l'area di Prizren venne conquistata dal re serbo Stefano Nemanja. Nel 1220 tutte le personalità e le istituzioni ecclesiastiche bizantine vennero espulse dalla città e rimpiazzate da quelle serbo-ortodosse. Il re serbo Stefan Dusan fece di Prizren la capitale del suo impero.

Prizren venne conquistata dagli Ottomani il 21 giugno 1455 che la fecero capoluogo dell'omonimo sangiaccato. La città divenne così il principale centro economico e culturale della provincia ottomana del Kosovo. Nel 1878 sorse in città un movimento politico, noto come Lega di Prizren, di stampo irredentista e volto ad unificare e liberare tutti i territori abitati dagli Albanesi.

Nel corso della prima guerra balcanica Prizren venne assediata dall'esercito serbo e successivamente annessa al Regno di Serbia nonostante la maggioranza della popolazione fosse di etnia albanese.

Con lo scoppio della prima guerra mondiale Prizren venne occupata il 29 novembre 1915 dalle truppe austroungariche e da quelle bulgare. Nell'ottobre 1916 l'amministrazione della città venne assegnata alla Bulgaria.

Durante la seconda guerra mondiale Prizren venne occupata dall'esercito italiano il 14 aprile 1941 e successivamente annessa allo stato fantoccio d'Albania. Nel 1944, su pressione dell'offensiva sovietico-bulgara, la Wehrmacht abbandonò la città e le forze partigiane jugoslave ripresero il controllo di Prizren.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Ogni anno in luglio si tiene il Dokufest, un festival internazionale di cortometraggi e film documentari che attrae registi, giornalisti e ospiti da tutto il mondo. Trovarsi a Prizren nel periodo del festival è un'occasione unica per guardare centinaia di film, poter conoscere i produttori e visitare una città ricca di storia dove convivono culture diverse.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Suddivisioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

La municipalità si divide nei seguenti villaggi:

Atmagja, Belobrod, Bilusha, Blaç, Brezne, Brodosan, Brrut, Buzes, Buçe, Velezha, Vlashnja, Vrbiçane, Vrmica, Gornja, Gornje Ljubinje, Gornje fshati, Gorozhup, Grazhdanik, Grnçar, Dedaj, Dobrusht, Dojnice, Donja, Donje Ljubinje, Drajçiç, Dushanovo, Gjonaj, Zhivinjan, zhur, Zaplugje, Zgatar, Zym Opojes, Zym Has, Zojiç,xerxe, Jablanica, Jeshkovo, Kabash, Kabash Has, Kapra, Karashinđerđ, Kobanja, Krushe, Korisha, Kosava, Krajk, Kuklibeg, Kuki, Kushnin, Kushtendil, Landovica, Lez, Leskovec, Lokvica, Lubizhda, Lubizhda Has, Lubičevo, Ljukinaj, Ljutoglav, Mazrek, Krusha vogel, Mamusha, Manastirica, Medvece, Miljaj, Muradem, Mushnikov, Nashec, Nebregosht, Nova shumadija, Novake, Fshati Ri, Petrova Fshati, Pirane, Plava, Plajnik, Planeja, Planjane, Poslishti, Pousko, Prizren, Randubrava, Renci, Reçan, Romaja, Skorobishte, Smaç, Sredska, Strugje, Trepetinca, Tupec, Hoça qytetit, Caparce, shajnia, Shkoza e Shpinadija.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Composizione etnica[3]
Anno/Etnia Albanesi  % Serbi  % Turchi  % Bosniaci  % Roma  % Ashkali  % Egiziani  % Gorani  % Totale
2011 145 718 237 9 091 16 896 2 899 1 350 168 655 177 781[4]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Prizren è gemellata con:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sotto protettorato ONU (UNMIK), dichiaratosi unilateralmente Repubblica indipendente (riconosciuta da alcuni stati), secessionista dalla Serbia secondo cui è una Provincia autonoma
  2. ^ (EN) Prizren, osce.org, settembre 2009. URL consultato l'11-9-2010.
  3. ^ Documents Library | OSCE
  4. ^ Ethnic composition of Kosovo 2011

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]