Fimleikafélag Hafnarfjörðar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FH Hafnarfjörður
Calcio Football pictogram.svg
Campione d'Islanda in carica
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Bianco-Nero
Dati societari
Città Hafnarfjörður
Nazione Islanda Islanda
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Iceland.svg KSÍ
Fondazione 1929
Presidente Islanda Jón Rúnar Halldórsson
Allenatore Islanda Heimir Gudjónsson
Stadio Stadio "Kaplakriki"
(6.000 posti)
Sito web www.fhingar.is
Palmarès
Titoli nazionali 7 Campionati islandesi
Trofei nazionali 2 Coppa d'Islanda
6 Supercoppe d'Islanda
6 Coppa di Lega islandese
Si invita a seguire il modello di voce

Il Fimleikafélag Hafnarfjörðar, o più comunemente FH, è una società calcistica islandese con sede nella città di Hafnarfjörður.

Sebbene storicamente non vanti grande tradizione, il club è attualmente una delle formazioni più forti del calcio islandese, avendo vinto nettamente i campionati dal 2004 al 2006.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il club fu fondato il 14 ottobre 1929 e nel 1956 riuscì ad approdare per la prima volta in Úrvalsdeild, senza però ottenere grande successo e retrocedendo appena due anni dopo.

Nel 1972 approdò in finale di Coppa d'Islanda, partendo dalla 1. Deild (la seconda divisione) e fermandosi di fronte all'ÍBV. Nel corso degli anni settanta partecipò ad alcuni campionati di prima divisione, ma fu sul finire degli anni ottanta, e precisamente nel 1989, che diede il via al suo primo "periodo d'oro", riuscendo a raggiungere, da neopromossa, la qualificazione alla Coppa UEFA.

Nel 1991 perse la sua seconda finale di Coppa d'Islanda contro il Valur e nel 1995, due anni dopo la sua seconda partecipazione alla Coppa UEFA, il FH retrocesse clamorosamente in 1. Deild: riuscì a recuperare l'Úrvalsdeild solamente nel 2000.

A partire dal 2004 la squadra esplose: in Coppa UEFA attirò su di sé l'attenzione di gran parte della Gran Bretagna per aver eliminato dalla competizione gli scozzesi del Dunfermline, mentre in patria dominò nettamente il campionato di quell'anno, aggiudicandoselo per la prima volta e riuscendo a migliorarsi ancora nel 2005, quando vinse lo scudetto con ben 16 punti di vantaggio sul Valur, secondo classificato, e conquistando 48 punti su 54 disponibili. Nel 2006 vinse il terzo titolo, nonostante alcuni problemi economici l'avessero costretta a inizio stagione a cambiare allenatore e a cedere diversi giocatori.

Nella stagione 2007 l'FH ottenne la seconda posizione alle spalle del Valur. Nell'ottobre dello stesso anno, l'allenatore Ólafur Jóhannesson lasciò il club per andare ad allenare la nazionale: Guðjónsson, assistente allenatore di Jóhannesson ed ex-capitano della squadra, venne ingaggiato come nuovo allenatore.

Il 1º agosto 2008 l'FH venne accoppiato agli inglesi dell'Aston Villa nel secondo turno di qualificazione alla Coppa Uefa (competizione oggi nota come Europa League): il risultato fu una sconfitta in casa per 4-1 e un pareggio per 1-1 al Villa Park, con conseguente eliminazione dal torneo.

Il 27 settembre 2008 il club vinse per la quarta volta in cinque anni il campionato islandese. A una sola giornata dal termine, il Keflavík aveva un vantaggio di 2 punti sull'FH e sembrava favorito per il titolo, anche grazie a una migliore differenza reti: nell'ultimo turno, l'FH sconfisse 2-0 in casa il Fylkir, mentre il Keflavík perse in casa del Fram Reykjavík per 2-1. Grazie a questi risultati, il capitano dell'FH Davíð Þór VIðarsson poté sollevare ancora una volta la coppa che spetta ai campioni d'Islanda.

Nel 2014 l'FH iniziò la stagione con la vittoria della sua sesta Coppa di lega Islandese, nel 4-1 al Breiðablik Kópavogur, l'attaccante Ingimundur Níels Óskarsson si mise in luce con una tripletta.

Rosa 2015[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Islanda P Róbert Örn Óskarsson
4 Inghilterra D Sam Tillen
5 Islanda D Pétur Viðarsson
6 Inghilterra C Sam Hewson
7 Scozia A Steven Lennon
9 Islanda C Þórarinn Ingi Valdimarsson
10 Islanda C Davíð Þór Viðarsson
11 Islanda A Atli Guðnason
12 Islanda P Kristján Finnbogason
13 Islanda C Bjarni Þór Viðarsson
14 Islanda A Indriði Áki Þorláksson
N. Ruolo Giocatore
15 Islanda D Guðmann Þórisson
16 Islanda D Jón Ragnar Jónsson
17 Islanda A Atli Viðar Björnsson
18 Islanda A Kristján Flóki Finnbogason
20 Mali D Kassim Doumbia
21 Islanda D Böðvar Böðvarsson
22 Belgio C Jeremy Serwy
23 Islanda D Brynjar Guðmundsson
26 Belgio D Jonathan Hendrickx
29 Islanda C Eggert Georg Tómasson
Fær Øer D Sonni Nattestad
Fær Øer P Gunnar Nielsen

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2004, 2005, 2006, 2008, 2009, 2012, 2015
2007, 2010
2005, 2007, 2009, 2010, 2011, 2013
2002, 2004, 2006, 2007, 2009, 2014
1956, 1960, 1974, 1984, 1988, 2000
1967

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio