N'Golo Kanté

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
N'Golo Kanté
N'Golo Kanté (cropped 2).jpg
Kanté con la nazionale francese ai Mondiali 2018
Nazionalità Francia Francia
Altezza 168[1] cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Chelsea
Carriera
Giovanili
1999-2010non conosciuta Suresnes
2010-2012Boulogne
Squadre di club1
2012-2013Boulogne38 (3)
2013-2015Caen75 (4)
2015-2016Leicester City37 (1)
2016-Chelsea160 (10)
Nazionale
2016-Francia Francia50 (2)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Russia 2018
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Francia 2016
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 28 giugno 2021

N'Golo Kanté (Parigi, 29 marzo 1991) è un calciatore francese di origini maliane, centrocampista del Chelsea e della nazionale francese, con cui si è laureato vicecampione d'Europa nel 2016 e campione del mondo nel 2018.

Considerato uno dei migliori centrocampisti della sua generazione,[2][3] ha esordito in Francia con il Boulogne, giocando due stagioni tra Ligue 2 e Championnat National, per poi passare al Caen in Ligue 2, con cui ottiene una promozione in Ligue 1. Nel 2015 si trasferisce al Leicester City, in cui contribuisce in maniera significativa all'inattesa vittoria della Premier League. L'anno successivo viene ceduto al Chelsea, con cui bissa la vittoria del titolo nel campionato seguente, vincendo inoltre la FA Cup 2017-2018, l'Europa League 2018-2019, la Champions League 2020-2021 (venendo in quest'ultima occasione nominato migliore in campo della finale) e la Supercoppa UEFA 2021. Insieme al connazionale Éric Cantona, è l'unico calciatore ad aver vinto la Premier League per due stagioni consecutive con due squadre diverse.

Ha esordito con la nazionale francese nel 2016, prendendo parte all'Europeo 2016, perso dai transalpini in finale, e al vittorioso Mondiale 2018, in cui si è confermato uno dei perni della squadra.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Kanté è nato a Parigi da genitori originari del Mali, emigrati in Francia nel 1980, e cresce a Rueil-Malmaison, sobborgo periferico della capitale.[4] Viene chiamato N'Golo in onore di Ngolo Diarra, sovrano dell'Impero Bamana tra il 1766 e il 1795. È il primogenito della sua famiglia e ha sette fratelli.[5] Suo padre è deceduto nel 2002, quando Kantè aveva 11 anni, mentre sua sorella Niama è morta per arresto cardiaco poco prima del vittorioso Mondiale 2018.

Kanté possiede un diploma in ragioneria, ottenuto mentre giocava al Boulogne.[6]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un mediano dotato di eccellente resistenza fisica.[7] Incontrista, possiede una grande visione di gioco e una grande intelligenza tattica.[7][8] Molto abile nel recuperare palloni,[8] stupisce di lui il grande senso della posizione che lo rende onnipresente sulla linea mediana.[7] Claudio Ranieri al Leicester lo schierava spesso davanti alla difesa, con i due centrali che compensano la sua debolezza nel gioco aereo, consentendogli di sfruttare a pieno tutta la sua abilità nell'impostare l'azione.[8] Al Chelsea è stato spesso proposto dal tecnico Maurizio Sarri in posizioni più avanzate, dimostrandosi uno dei centrocampisti più completi del panorama calcistico europeo, in grado di effettuare rapidamente transizioni dalla fase difensiva a quella offensiva, portando in avanti la squadra.

Per le sue caratteristiche viene spesso accostato al connazionale Claude Makélélé.[9] Tuttavia, per stessa ammissione di Kanté, il suo modello di gioco risulta essere invece Lassana Diarra.[10]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi, Boulogne e Caen[modifica | modifica wikitesto]

N'Golo Kanté con la maglia del Caen nel 2013.

Kanté inizia la sua carriera da giovanissimo al Suresnes, squadra minore di Parigi, dove rimarrà fino al 2010. Pierre Ville, membro dello staff tecnico della squadra, affermò che Kanté era poco considerato dai talent scout a causa della sua bassa statura.[11] Dopo aver fallito un provino con l'INF Clairefontaine, si aggrega alle giovanili del Boulogne. Esordisce in prima squadra il 18 maggio 2012 nella sfida casalinga persa per 2-1 contro il Monaco.[12] Nella stagione successiva, giocata dal club rossonero in terza divisione, Kanté trova spazio da titolare, segnando al Luzenac il suo primo gol da professionista.

Nel 2013 passa al Caen in Ligue 2, dove segna 2 gol in 38 partite, contribuendo così alla promozione della squadra in Ligue 1. Nella stagione 2014-2015 esordisce quindi in Ligue 1, segnando il primo gol nella massima serie francese alla seconda giornata, contro il Laval.[13] In due anni con il club rossoblù disputa complessivamente 82 presenze, segnando 6 reti.

Leicester City[modifica | modifica wikitesto]

Kanté in azione nel 2016, con la maglia del Leicester, in una partita contro il Southampton.

«Ehi, N'Golo: rallenta. Rallenta. Non correre dietro alla palla ogni volta, ok?» «Ok, mister.» Dieci secondi dopo ho alzato lo sguardo e stava già correndo. Gli ho detto: «Un giorno ti vedrò crossare la palla e andare a colpire quella stessa palla di testa.»

(Claudio Ranieri[14])

Il 3 agosto 2015 viene ceduto a titolo definitivo per circa 9 milioni di euro agli inglesi del Leicester City, in Premier League, su suggerimento del talent scout Steve Walsh, lo stesso che aveva scoperto i compagni di squadra Jamie Vardy e Riyad Mahrez. Esordisce nella prima giornata di campionato, subentrando negli ultimi minuti nella vittoriosa gara contro il Sunderland. Segna il primo gol il 7 novembre 2015 al King Power Stadium contro il Watford, aprendo le marcature nel successo per 2-1 contro gli Hornets.

Il 2 maggio 2016 vince la Premier League, grazie al pareggio per 2-2 del Tottenham secondo in classifica contro il Chelsea, che seguiva il pareggio del giorno prima delle Foxes contro il Manchester United per 1-1. Le sue prestazioni sono state considerate determinanti dagli addetti ai lavori per la conquista del titolo da parte del Leicester City.[15] Kanté si è rivelato un giocatore decisivo soprattutto per il numero di tackle e palloni recuperati, risultando primo tra i giocatori della Premier in entrambe le statistiche.

Chelsea[modifica | modifica wikitesto]

Kanté in campo con la maglia del Chelsea nel 2018.

Il 16 luglio 2016 viene ceduto al Chelsea per 32 milioni di sterline (circa 36 milioni di euro),[16] firmando un contratto quinquennale con il club londinese.[17]

Esordisce con la maglia dei Blues nella prima giornata di campionato contro il West Ham Utd. Segna il suo primo gol in campionato il 23 ottobre, nella vittoria per 4-0 contro il Manchester Utd. In seguito alle ottime prestazioni fornite con la maglia dei Blues, il 25 aprile 2017 vince il premio come calciatore dell'anno della PFA.

Il 12 maggio, grazie alla vittoria per 1-0 sul campo del West Bromwich, vince la sua seconda Premier League con due giornate di anticipo. Grazie a questo successo, eguaglia Éric Cantona, fino ad allora l'unico calciatore capace di vincere la Premier League per due stagioni consecutive con due squadre diverse. Nell'annata successiva viene confermato dal tecnico Antonio Conte come titolare e conquista la prima FA Cup della sua carriera, superando in finale il Manchester Utd per 1-0 e vincendo anche il premio come Man of the Match. Nella stagione 2018-2019 arriva anche il primo trofeo internazionale con la maglia dei Blues: il 29 maggio 2019, infatti, vince l'Europa League, battendo in finale l'Arsenal per 4-1 a Baku.

Il 29 maggio 2021 vince con il Chelsea la Champions League, venendo nominato Man of the match della finale dopo aver vinto il riconoscimento in altri tre incontri della competizione: l'ottavo di finale di ritorno contro l'Atletico Madrid, e sia nell'andata che nel ritorno della semifinale contro il Real Madrid.[18][19]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Kanté con la nazionale francese durante l'ottavo di finale dei Mondiali 2018 contro l'Argentina.

Dopo avere rifiutato una chiamata del Mali,[20][21] il 17 marzo 2016 viene convocato per la prima volta dal commissario tecnico Didier Deschamps per le partite amichevoli di fine marzo della nazionale francese, rispettivamente contro Paesi Bassi e Russia.[21] Fa il suo esordio ufficiale con i Bleus il 25 marzo ad Amsterdam, contro gli Orange, subentrando nel secondo tempo al posto di Lassana Diarra. Il 29 marzo, nel giorno del suo venticinquesimo compleanno, gioca l'intera partita, segnando anche una rete, nell'amichevole di Saint-Denis vinta 4-2 contro la Russia.[22] Viene convocato per gli Europei 2016 in Francia,[22][23] dove la nazionale ospitante viene battuta per 1-0 dal Portogallo ai tempi supplementari nella finale di Saint-Denis.

Due anni dopo viene convocato per i Mondiali 2018 in Russia,[24] disputando tutte le partite della competizione da titolare e risultando uno dei migliori della squadra.[25] Il 15 luglio 2018 si laurea campione del mondo grazie alla vittoria per 4-2 sulla Croazia in finale.[26]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate all'11 agosto 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2011-2012 Francia Boulogne L2 1 0 CF+CdL 0+0 0 - - - - - - 1 0
2012-2013 CN 37 3 CF+CdL 2+0 1+0 - - - - - - 39 4
Totale Boulogne 38 3 2 1 - - - - 40 4
2013-2014 Francia Caen L2 38 2 CF+CdL 4+1 1+0 - - - - - - 43 3
2014-2015 L1 37 2 CF+CdL 1+1 1+0 - - - - - - 39 3
Totale Caen 75 4 7 2 - - - - 82 6
2015-2016 Inghilterra Leicester City PL 37 1 FACup+CdL 1+2 0 - - - - - - 40 1
2016-2017 Inghilterra Chelsea PL 35 1 FACup+CdL 5+1 1+0 - - - - - - 41 2
2017-2018 PL 34 1 FACup+CdL 5+2 0 UCL 6 0 CS 1 0 48 1
2018-2019 PL 36 4 FACup+CdL 2+5 0+1 UEL 10 0 CS 0 0 53 5
2019-2020 PL 22 3 FACup+CdL 1+0 0 UCL 4 0 SU 1 0 28 3
2020-2021 PL 30 0 FACup+CdL 4+1 0 UCL 13 0 - - - 48 0
2021-2022 PL 4 1 FACup+CdL 1 0 UCL 0 0 SU 1 0 6 1
Totale Chelsea 161 10 27 2 33 0 3 0 224 12
Totale carriera 311 18 39 5 33 0 3 0 386 23

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Francia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
25-3-2016 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 3 Francia Francia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
29-3-2016 Saint-Denis Francia Francia 4 – 2 Russia Russia Amichevole 1
30-5-2016 Nantes Francia Francia 3 – 2 Camerun Camerun Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
4-6-2016 Longeville-lès-Metz Francia Francia 3 – 0 Scozia Scozia Amichevole - Uscita al 88’ 88’
10-6-2016 Saint-Denis Francia Francia 2 – 1 Romania Romania Euro 2016 - 1º turno -
15-6-2016 Marsiglia Francia Francia 2 – 0 Albania Albania Euro 2016 - 1º turno - Ammonizione al 88’ 88’
26-6-2016 Lione Francia Francia 2 – 1 Irlanda Irlanda Euro 2016 - Ottavi di finale - Ammonizione al 27’ 27’ Uscita al 46’ 46’
7-7-2016 Marsiglia Germania Germania 0 – 2 Francia Francia Euro 2016 - Semifinale - Ingresso al 71’ 71’ Ammonizione al 75’ 75’
1-9-2016 Bari Italia Italia 1 – 3 Francia Francia Amichevole -
6-9-2016 Barysaŭ Bielorussia Bielorussia 0 – 0 Francia Francia Qual. Mondiali 2018 -
10-10-2016 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 1 Francia Francia Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 90+3’ 90+3’
11-11-2016 Saint-Denis Francia Francia 2 – 1 Svezia Svezia Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 88’ 88’
15-11-2016 Lens Francia Francia 0 – 0 Costa d'Avorio Costa d'Avorio Amichevole -
25-3-2017 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 1 – 3 Francia Francia Qual. Mondiali 2018 -
28-3-2017 Saint-Denis Francia Francia 0 – 2 Spagna Spagna Amichevole -
2-6-2017 Rennes Francia Francia 5 – 0 Paraguay Paraguay Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
13-6-2017 Saint-Denis Francia Francia 3 – 2 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
31-8-2017 Saint-Denis Francia Francia 4 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2018 -
3-9-2017 Tolosa Francia Francia 0 – 0 Lussemburgo Lussemburgo Qual. Mondiali 2018 -
7-10-2017 Sofia Bulgaria Bulgaria 0 – 1 Francia Francia Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 34’ 34’
23-3-2018 Saint Denis Francia Francia 2 – 3 Colombia Colombia Amichevole -
27-3-2018 San Pietroburgo Russia Russia 1 – 3 Francia Francia Amichevole - Uscita al 66’ 66’
1-6-2018 Nizza Francia Francia 3 – 1 Italia Italia Amichevole -
9-6-2018 Lione Francia Francia 1 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -
16-6-2018 Kazan' Francia Francia 2 – 1 Australia Australia Mondiali 2018 - 1º turno -
21-6-2018 Ekaterinburg Francia Francia 1 – 0 Perù Perù Mondiali 2018 - 1º turno -
26-6-2018 Mosca Danimarca Danimarca 0 – 0 Francia Francia Mondiali 2018 - 1º turno -
30-6-2018 Kazan' Francia Francia 4 – 3 Argentina Argentina Mondiali 2018 - Ottavi di finale -
6-7-2018 Nižnij Novgorod Uruguay Uruguay 0 – 2 Francia Francia Mondiali 2018 - Quarti di finale -
10-7-2018 San Pietroburgo Francia Francia 1 – 0 Belgio Belgio Mondiali 2018 - Semifinale - Ammonizione al 87’ 87’
15-7-2018 Mosca Francia Francia 4 – 2 Croazia Croazia Mondiali 2018 - Finale - Ammonizione al 27’ 27’ Uscita al 55’ 55’
6-9-2018 Monaco di Baviera Germania Germania 0 – 0 Francia Francia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
9-9-2018 Parigi Francia Francia 2 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
16-10-2018 Saint-Denis Francia Francia 2 – 1 Germania Germania UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Uscita al 90+4’ 90+4’
16-11-2018 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Francia Francia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Ammonizione al 50’ 50’
20-11-2018 Saint-Denis Francia Francia 1 – 0 Uruguay Uruguay Amichevole -
22-3-2019 Chișinău Moldavia Moldavia 1 – 4 Francia Francia Qual. Euro 2020 -
25-3-2019 Saint-Denis Francia Francia 4 – 0 Islanda Islanda Qual. Euro 2020 -
14-11-2019 Saint-Denis Francia Francia 2 – 1 Moldavia Moldavia Qual. Euro 2020 -
5-9-2020 Solna Svezia Svezia 0 – 1 Francia Francia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
8-9-2020 Saint-Denis Francia Francia 4 – 2 Croazia Croazia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - Ammonizione al 59’ 59’ Uscita al 63’ 63’
11-10-2020 Saint-Denis Francia Francia 0 – 0 Portogallo Portogallo UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
11-11-2020 Saint-Denis Francia Francia 0 – 2 Finlandia Finlandia Amichevole - Ingresso al 57’ 57’
14-11-2020 Lisbona Portogallo Portogallo 0 – 1 Francia Francia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno 1 Ammonizione al 79’ 79’
24-3-2021 Saint-Denis Francia Francia 1 – 1 Ucraina Ucraina Qual. Mondiali 2022 -
8-6-2021 Saint-Denis Francia Francia 3 – 0 Bulgaria Bulgaria Amichevole - Uscita al 65’ 65’
15-6-2021 Monaco di Baviera Francia Francia 1 – 0 Germania Germania Euro 2020 - 1º turno -
19-6-2021 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 1 Francia Francia Euro 2020 - 1º turno -
23-6-2021 Budapest Portogallo Portogallo 2 – 2 Francia Francia Euro 2020 - 1º turno -
28-6-2021 Bucarest Francia Francia 3 – 3 dts
(4 – 5 dtr)
Svizzera Svizzera Euro 2020 - Ottavi di finale -
Totale Presenze 50 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Leicester City: 2015-2016
Chelsea: 2016-2017
Chelsea: 2017-2018

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Chelsea: 2018-2019
Chelsea: 2020-2021
Chelsea: 2021

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Kanté (il secondo in basso a destra) è stato uno dei perni della nazionale francese campione del mondo nel 2018, qui ritratta prima della vittoriosa finale contro la Croazia.
Russia 2018

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2015-2016, 2016-2017
2016-2017
Russia 2018
2018
2018
2018-2019
  • Man of the match della finale di Champions League: 1
2020-2021
2020-2021
Miglior centrocampista: 2020-2021[27]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore
— Parigi, 31 dicembre 2018. Di iniziativa del Presidente della Repubblica francese.[28]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) N'Golo Kante, su chelseafc.com. URL consultato il 3 dicembre 2019.
  2. ^ Matt Law, Forget notions of slowing down, N'Golo Kante remains one of the world's best midfielders, in The Telegraph, 18 marzo 2021. URL consultato l'8 maggio 2021.
  3. ^ Why Kante deserves the Ballon d'Or in 2021, su espn.com, ESPN, 3 giugno 2021. URL consultato il 4 giugno 2021.
  4. ^ Peter Edwards, N'Golo Kante Uncovered: This is what drives the Chelsea star on, in Daily Express, 30 marzo 2017.
  5. ^ N'Golo Kanté, ogni contrasto una questione personale, su ultimouomo.com, 8 agosto 2018. URL consultato il 23 settembre 2018.
  6. ^ (EN) Seven things you didn't know about Chelsea star N'Golo Kante, including riding a push scooter to training and being a trained accountant, in The Sun, 11 ottobre 2017. URL consultato il 16 luglio 2018.
  7. ^ a b c N’Golo Kanté: Il maratoneta, su passionedelcalcio.it.
  8. ^ a b c La più grande impresa del calcio moderno, su ilpost.it.
  9. ^ N’Golo Kantè, sulle orme di Makelele, su sportreview.it.
  10. ^ (FR) Ngolo Kanté fait souffler un vent de fraîcheur sur Boulogne, su lavoixdunord.fr (archiviato dall'url originale il 9 giugno 2013).
  11. ^ Paul Fletcher, N'Golo Kante: How can Premier League clubs create next star?, su BBC Sport, 29 marzo 2017. URL consultato il 1º aprile 2017.
  12. ^ US Boulogne vs. Monaco – 18 May 2012, su Soccerway, Perform Group. URL consultato il 4 giugno 2014.
  13. ^ (FR) Stade Lavallois : À Caen la victoire ! [Stade Lavallois: Victory to Caen!], La Mayenne, on adore !, 9 agosto 2013. URL consultato il 21 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2016).
  14. ^ A Ranieri il premio Bearzot: "Mi avevano chiesto la salvezza. E Kanté...", su sportmediaset.mediaset.it.
  15. ^ Ranieri nella storia: la Premier è sua! Leicester campione per la prima volta, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita, 2 maggio 2016. URL consultato il 3 maggio 2016.
  16. ^ (EN) N'Golo Kante seals £32m transfer from Leicester to Chelsea, su skysports.com, 16 luglio 2016.
  17. ^ (EN) Kante signs, su chelseafc.com, 16 luglio 2016.
  18. ^ Tutti i Player of the Match di UEFA Champions League, su it.uefa.com.
  19. ^ Kanté dominante anche in finale di Champions: ora può puntare al Pallone d'Oro, su goal.com.
  20. ^ (EN) Oluwashina Okeleji, N'Golo Kante: Mali make second approach to midfielder, in BBC Sport, 18 gennaio 2016. URL consultato il 13 settembre 2019.
  21. ^ a b (FR) Romain Lantheaume, N’Golo Kanté dit non au Mali, su afrik-foot.com. URL consultato il 13 settembre 2019.
  22. ^ a b N'Golo Kantè, dal blue al...bleu: il gregario del centrocampo del Leicester sarà protagonista ad Euro2016, su gianlucadimarzio.com. URL consultato il 10 luglio 2018.
  23. ^ La liste pour l'Euro 2016 dévoilée !, su fff.fr, 12 maggio 2016. URL consultato il 12 maggio 2016.
  24. ^ Mondiali 2018, tutti pazzi per Kanté, in Fox Sports, 22 giugno 2018. URL consultato l'11 luglio 2018.
  25. ^ L'invisibile Kanté, su rivistaundici.com, 19 luglio 2018.
  26. ^ (FR) Les Bleus dans les cieux, su fff.fr. URL consultato il 15 luglio 2018.
  27. ^ Centrocampista della Stagione di Champions League: N'Golo Kanté, su it.uefa.com, 26 agosto 2021.
  28. ^ (FR) Emmanuel Macron, Décret du 31 décembre 2018 portant promotion et nomination, su legifrance.gouv.fr, 31 dicembre 2018. URL consultato il 19 giugno 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN9106147665846260670004 · WorldCat Identities (ENviaf-9106147665846260670004