Aron Gunnarsson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aron Gunnarsson
Aron Einar Malmquist Gunnarsson.jpg
Nazionalità Islanda Islanda
Altezza 178[1] cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Al-Arabi
Carriera
Giovanili
2004-2005Þór
Squadre di club1
2005-2006Þór11 (3)
2006-2008AZ Alkmaar1 (0)
2008-2011Coventry City122 (6)
2011-2019Cardiff City279 (25)[2]
2019-Al-Arabi0 (0)
Nazionale
2005Islanda Islanda U-177 (2)
2006-2008Islanda Islanda U-1916 (1)
2007-2011Islanda Islanda U-2111 (1)
2008-Islanda Islanda85 (2)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'11 giugno 2019

Aron Einar Gunnarsson (Akureyri, 22 aprile 1989) è un calciatore islandese, centrocampista dell'Al-Arabi e della nazionale islandese, della quale è capitano.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Centrocampista mediano, fa della grinta e della carica agonistica le sue doti migliori.[3][4] Abbina alla notevole resistenza fisica l'abilità nella corsa. È inoltre divenuto celebre per le sue lunghissime e potenti rimesse laterali,[4] che gli sono valse diversi paragoni con l'irlandese Rory Delap.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Nato ad Akureyri, Aron ha iniziato a giocare a calcio in Islanda, su campi di ghiaia. Durante i mesi invernali, la neve e il ghiaccio hanno reso impraticabili i campi di calcio e in quel periodo Aron giocava a pallamano, facendo tre apparizioni nella lega islandese all'età di quindici anni. Ha iniziato la sua carriera calcistica con la squadra locale del Íþróttafélagið Þór nel 2005 e, dopo che il governo islandese investì in campi al coperto, iniziò ad allenarsi tutto l'anno.

All'età di diciassette anni, Aron si trasferi in Olanda, entrando nelle giovanilil dell'AZ. Dopo aver inizialmente lottato con la nostalgia di casa, si stabilì nel paese e fece il suo debutto per il club durante la stagione 2007-08.

Coventry City[modifica | modifica wikitesto]

Aron firma per la squadra inglese del Coventry City il 17 giugno 2008, un contratto di tre anni per una cifra non rivelata. Ha fatto il suo debutto nella prima giornata di campionato contro Norwich City, dove Coventry vinse per 2-0.

Ha segnato il suo primo gol in carriera il 14 febbraio 2009 in una partita di FA Cup contro il Blackburn Rovers militante in Premier League.Durante il periodo trascorso a Coventry, Aron attira l'interesse di alcune squadre di Premier League che hanno portato il Coventry City a offrirgli un adeguamento di contratto il 12 marzo. Il suo primo gol in campionato è arrivato contro il Crystal Palace. Alla fine della sua prima stagione in Inghilterra, Aron è stato votato Giocatore dell'Anno del Coventry City Supporter e dalla Community Award del club.

La stagione successiva, Aron ha cambiato il numero di maglia da 12 a 17, per rispecchiare il numero di squadra di suo fratello, giocatore professionista di pallamano.In questa stagione, ha contribuito come parte vitale del centrocampo del Coventry, facendo registrare 42 presenze condite con un gol contro il Middlesbrough.

Il Coventry inizia la stagione 2010-11 con l’intenzione di entrare nei play-off. Aron segna il primo gol stagionale contro il neopromosso Millwall, nonostante la sconfitta per 3-1. Dopo tre anni, segnò il suo primo gol in casa, alla Ricoh Arena, contro il Preston North End. Tre giorni dopo, Aron segna il suo secondo gol in due partite contro il Doncaster Rovers.

Aron, in scadenza di contratto, il 10 dicembre dichiara il suo desiderio di rimanere a Coventry.La settimana seguente, ricevette il suo primo cartellino rosso della carriera contro il Norwich City.

Tuttavia non è stato possibile raggiungere un accordo per un nuovo contratto tra il suo agente e la società, accasandosi così tra le fila del Cardiff City.

Cardiff City[modifica | modifica wikitesto]

L'8 luglio 2011, Aron concorda un triennale con la squadra del Cardiff City con trasferimento gratuito.

Ha fatto il suo debutto il 7 agosto nella prima partita della nuova stagione, giocando tutti i 90 minuti della vittoria per 1-0 sul West Ham United. Nella sua seconda partita, Aron rimedia un infortunio alla caviglia dopo soli dieci minuti di gioco contro il Bristol City, infortunio che lo ha tiene lontano dal campo per una sola settimana. Torna dopo la pausa internazionale di settembre. Il 22 ottobre, Aron segna due gol nella vittoria 5-3 contro Barnsley, ricevendo il premio come uomo partita. Aron gioca l'intera partita della finale di Football League Cup del 2012, persa per 3-2 ai calci di rigore contro il Liverpool militante in Premier League, allo stadio di Wembley.

Segna il primo gol del Cardiff in Premier League il 25 agosto 2013, contro il Manchester City vincendo per 3-2.

Nel giugno 2015 rinnova il suo contratto con il club, fino all'estate del 2018.

Dopo il suo ritorno da Euro 2016, ha dei contatti con delle squadre, quali Derby County e Norwich City. Tuttavia, l’allenatore del Cardiff, Paul Trollope, lo definì come "un giocatore molto importante" per il club, e lo convinse a restare. Le sue prestazioni sotto la gestione di Trollope e del il suo eventuale sostituto Neil Warnock lo hanno visto premiato come il miglior giocatore della stagione.

Nella stagione successiva, Aron non riesce a trovare un posto consistente negli undici di partenza, a causa di una serie di infortuni durante la prima metà della stagione. Nonostante i suoi problemi di infortunio, il Cardiff gli offre un nuovo contratto, che viene successivamente respinto dal giocatore. Aron torna per la parte conclusiva della stagione, dove segna il gol della vittoria contro il Nottingham Forest e alla fine aiuta la squadra ad ottenere la promozione in Premier League.

Nel luglio 2018, Aron prolunga il suo contratto con la squadra per un altro anno.

Nel marzo 2019 è stato annunciato che Aron lascerà la società a fine stagione e si unirà al club qatariota dell’Al-Arabi dove ritroverà l’allenatore Heimir Hallgrímsson.[5]

Al-Arabi[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Gunnarson in azione nell'amichevole disputata contro l'Austria nel 2014.

Esordisce in nazionale, da titolare, il 2 febbraio 2008 in un'amichevole disputata a Ta' Qali contro la Bielorussia (persa 2-0). Lascia il terreno di gioco all'82' sostituito da Viðarsson.[6] Prende parte all'Europeo Under-21 2011 in Danimarca. Scenderà in campo in due dei tre incontri disputati dalla selezione islandese (eliminata alla fase a gironi), complice un'espulsione rimediata alla partita d'esordio contro la Bielorussia.[7]

Nel 2012, all'età di 23 anni, viene nominato capitano della nazionale.[8] Mette a segno la sua prima rete con la selezione islandese il 10 ottobre 2014 contro la Lettonia (0-3 il finale), partita di qualificazione agli Europei 2016.[9] Il 6 settembre 2015, grazie al pareggio ottenuto contro il Kazakistan, l'Islanda ottiene una storica qualificazione alla fase finale di un Europeo.[10]

Il 9 maggio 2016 viene incluso dai CT Lars Lagerbäck e Heimir Hallgrímsson nella lista dei 23 convocati che prenderanno parte agli Europei 2016 in Francia[11] nelle vesti di capitano. Esordisce nella competizione da titolare il 14 giugno contro il Portogallo, partita valida per la prima giornata della fase a gironi.[12] Con la sua nazionale passa il girone come secondi a 5 punti (1 vittoria e 2 pareggi) dietro l'Ungheria e davanti il Portogallo terzo. Inoltre giunge fino ai quarti di finale perdendo poi 5-2 contro la Francia, padrone di casa, dopo aver vinto 2-1 negli ottavi contro l'Inghilterra.[13][14]

Nel maggio 2018 è stato convocato nella selezione che prenderà parte ai mondiali di Russia 2018.[15]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Ha un rapporto speciale con i tifosi islandesi; infatti il capitano seguito dai suoi compagni a fine partita, soprattutto dopo buone prestazioni o vittorie, si avvicina alla curva islandese e guida una danza ritmata con applausi dei tifosi.[16]

Gunnarsson è molto patriottico e lo dimostra il tatuaggio che ha dietro la schiena raffigurante lo stemma islandese.[17][18]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 28 aprile 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2005 Islanda Þór 1D 5 0 BK+CdL 1+5 0 - - - - - - 11 0
2006 1D 6 0 BK+CdL 3+3 0 - - - - - - 12 0
Totale Þór 11 0 12 0 - - - - 23 0
2006-2007 Paesi Bassi AZ Alkmaar ED 0 0 CO 0 0 CU 0 0 - - - 0 0
2007-2008 ED 1 0 CO 0 0 CU 0 0 - - - 1 0
Totale AZ Alkmaar 1 0 0 0 0 0 - - 1 0
2008-2009 Inghilterra Coventry City FLC 40 1 FACup+CdL 5+2 1+0 - - - - - - 47 2
2009-2010 FLC 40 1 FACup+CdL 2+0 0 - - - - - - 42 1
2010-2011 FLC 42 4 FACup+CdL 2+0 0 - - - - - - 44 4
Totale Coventry City 122 6 11 1 - - - - 133 7
2011-2012 Galles Cardiff City FLC 42+2[19] 5 FACup+CdL 0+6 0 - - - - - - 50 5
2012-2013 FLC 45 8 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 45 8
2013-2014 PL 23 1 FACup+CdL 2+0 0 - - - - - - 25 1
2014-2015 FLC 45 4 FACup+CdL 1+2 0 - - - - - - 48 4
2015-2016 FLC 28 2 FACup+CdL 0+1 0 - - - - - - 29 2
2016-2017 FLC 40 3 FACup+CdL 0+1 0 - - - - - - 41 3
2017-2018 FLC 20 1 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 20 1
2018-2019 PL 28 1 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 28 1
Totale Cardiff City 271+2 25 13 0 - - - - 286 25
2019-2020 Qatar Al-Arabi QSL 0 0 QPC 0 0 - - - - - - 0 0
Totale Al-Arabi 0 0 0 0 - - - - 0 0
Totale carriera 404+2 31 36 1 - - - - 442 32

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Islanda
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
2-2-2008 Ta' Qali Bielorussia Bielorussia 2 – 0 Islanda Islanda Amichevole - Uscita al 82’ 82’
16-3-2008 Kópavogur Islanda Islanda 3 – 0 Fær Øer Fær Øer Amichevole - Ammonizione al 85’ 85’
26-3-2008 Zlaté Moravce Slovacchia Slovacchia 1 – 2 Islanda Islanda Amichevole -
28-5-2008 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 1 Galles Galles Amichevole - Uscita al 77’ 77’
6-9-2008 Oslo Norvegia Norvegia 2 – 2 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 68’ 68’
10-9-2008 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 2 Scozia Scozia Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 63’ 63’
11-10-2008 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 73’ 73’
15-10-2008 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 0 Macedonia Macedonia Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 26’ 26’ Ammonizione al 85’ 85’
19-11-2008 Ta' Qali Malta Malta 0 – 1 Islanda Islanda Amichevole - Uscita al 68’ 68’
11-2-2009 Murcia Islanda Islanda 2 – 0 Liechtenstein Liechtenstein Amichevole - Uscita al 70’ 70’
1-4-2009 Glasgow Scozia Scozia 2 – 1 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 70’ 70’
6-6-2009 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 61’ 61’
12-8-2009 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 1 Slovacchia Slovacchia Amichevole - Ingresso al 49’ 49’
5-9-2009 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 1 Norvegia Norvegia Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 81’ 81’
13-10-2009 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 0 Sudafrica Sudafrica Amichevole -
14-11-2009 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 1 – 1 Islanda Islanda Amichevole - Uscita al 70’ 70’
3-3-2010 Larnaca Cipro Cipro 0 – 0 Islanda Islanda Amichevole -
11-8-2010 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 1 Liechtenstein Liechtenstein Amichevole - Uscita al 65’ 65’
3-9-2010 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 2 Norvegia Norvegia Qual. Euro 2012 -
7-9-2010 Copenaghen Danimarca Danimarca 1 – 0 Islanda Islanda Qual. Euro 2012 -
17-11-2010 Tel Aviv Israele Israele 3 – 2 Islanda Islanda Amichevole -
26-3-2011 Nicosia Cipro Cipro 0 – 0 Islanda Islanda Qual. Euro 2012 -
4-6-2011 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 2 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2012 -
10-8-2011 Budapest Ungheria Ungheria 4 – 0 Islanda Islanda Amichevole - Uscita al 67’ 67’
7-10-2011 Oporto Portogallo Portogallo 5 – 3 Islanda Islanda Qual. Euro 2012 -
29-2-2012 Podgorica Montenegro Montenegro 2 – 0 Islanda Islanda Amichevole - Ingresso al 66’ 66’
27-5-2012 Valenciennes Francia Francia 3 – 2 Islanda Islanda Amichevole - Cap.
30-5-2012 Göteborg Svezia Svezia 3 – 2 Islanda Islanda Amichevole - Cap. Ammonizione al 53’ 53’
15-8-2012 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 0 Fær Øer Fær Øer Amichevole - Cap. Uscita al 46’ 46’
7-9-2012 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 0 Norvegia Norvegia Qual. Mondiali 2014 - Cap. Ammonizione al 29’ 29’
11-9-2012 Larnaca Cipro Cipro 1 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2014 - Cap.
12-10-2012 Tirana Albania Albania 1 – 2 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2014 - Cap. Ammonizione al 56’ 56’
14-11-2012 Andorra la Vella Andorra Andorra 0 – 2 Islanda Islanda Amichevole - Cap. Uscita al 46’ 46’
22-3-2013 Lubiana Slovenia Slovenia 1 – 2 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2014 - Cap.
7-6-2013 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 4 Slovenia Slovenia Qual. Mondiali 2014 - Cap. Uscita al 52’ 52’
6-9-2013 Berna Svizzera Svizzera 4 – 4 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2014 - Cap. Ammonizione al 26’ 26’
10-9-2013 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 1 Albania Albania Qual. Mondiali 2014 - Cap.
11-10-2013 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 0 Cipro Cipro Qual. Mondiali 2014 - Cap. Uscita al 78’ 78’
15-10-2013 Oslo Norvegia Norvegia 1 – 1 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2014 - Cap.
15-11-2013 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 0 Croazia Croazia Qual. Mondiali 2014 - Cap.
19-11-2013 Zagabria Croazia Croazia 2 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2014 - Cap. Uscita al 73’ 73’
5-3-2014 Cardiff Galles Galles 3 – 1 Islanda Islanda Amichevole - Cap.
30-5-2014 Innsbruck Austria Austria 1 – 1 Islanda Islanda Amichevole - Cap.
4-6-2014 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 0 Estonia Estonia Amichevole - Cap. Uscita al 46’ 46’
9-9-2014 Reykjavík Islanda Islanda 3 – 0 Turchia Turchia Qual. Euro 2016 - Cap.
10-10-2014 Riga Lettonia Lettonia 0 – 3 Islanda Islanda Qual. Euro 2016 1 Cap.
13-10-2014 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2016 - Cap.
12-11-2014 Bruxelles Belgio Belgio 3 – 1 Islanda Islanda Amichevole - Cap. Uscita al 46’ 46’
16-11-2014 Plzeň Rep. Ceca Rep. Ceca 2 – 1 Islanda Islanda Qual. Euro 2016 - Cap.
28-3-2015 Astana Kazakistan Kazakistan 0 – 3 Islanda Islanda Qual. Euro 2016 - Cap. Uscita al 72’ 72’
12-6-2015 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Euro 2016 1 Cap.
3-9-2015 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 1 Islanda Islanda Qual. Euro 2016 - Cap. Uscita al 86’ 86’
6-9-2015 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 0 Kazakistan Kazakistan Qual. Euro 2016 - Cap. Yellow card.svgYellow card.svgRed card.svg 80’, 89’
13-10-2015 Konya Turchia Turchia 1 – 0 Islanda Islanda Qual. Euro 2016 - Cap.
13-11-2015 Varsavia Polonia Polonia 4 – 2 Islanda Islanda Amichevole - Cap. Uscita al 46’ 46’
24-3-2016 Herning Danimarca Danimarca 2 – 1 Islanda Islanda Amichevole - Cap.
29-3-2016 Atene Grecia Grecia 2 – 3 Islanda Islanda Amichevole - Cap. Uscita al 46’ 46’
1-6-2016 Oslo Norvegia Norvegia 3 – 2 Islanda Islanda Amichevole - Cap. Uscita al 82’ 82’
6-6-2016 Reykjavík Islanda Islanda 4 – 0 Liechtenstein Liechtenstein Amichevole - Cap.
14-6-2016 Saint-Étienne Portogallo Portogallo 1 – 1 Islanda Islanda Euro 2016 - 1º turno - Cap.
18-6-2016 Marsiglia Islanda Islanda 1 – 1 Ungheria Ungheria Euro 2016 - 1º turno - Cap. Uscita al 66’ 66’
22-6-2016 Saint-Denis Islanda Islanda 2 – 1 Austria Austria Euro 2016 - 1º turno - Cap.
27-6-2016 Nizza Inghilterra Inghilterra 1 – 2 Islanda Islanda Euro 2016 - Ottavi - Cap. Ammonizione al 65’ 65’
3-7-2016 Saint-Denis Francia Francia 5 – 2 Islanda Islanda Euro 2016 - Quarti - Cap.
5-9-2016 Kiev Ucraina Ucraina 1 – 1 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2018 - Cap.Ammonizione al 22’ 22’
6-10-2016 Reykjavík Islanda Islanda 3 – 2 Finlandia Finlandia Qual. Mondiali 2018 - Cap. Ammonizione al 90’ 90’
12-11-2016 Zagabria Croazia Croazia 2 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2018 - Cap.
15-11-2016 Ta' Qali Malta Malta 0 – 2 Islanda Islanda Amichevole - Ingresso al 69’ 69’
24-3-2017 Mitrovica Kosovo Kosovo 1 – 2 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2018 - Cap.
28-3-2017 Dublino Irlanda Irlanda 0 – 1 Islanda Islanda Amichevole - Cap.
11-6-2017 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 0 Croazia Croazia Qual. Mondiali 2018 - Cap.
2-9-2017 Helsinki Finlandia Finlandia 1 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2018 - Cap. Ammonizione al 45’ 45’
5-9-2017 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 0 Ucraina Ucraina Qual. Mondiali 2018 - Cap.
6-10-2017 Konya Turchia Turchia 0 – 3 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2018 - Cap. Uscita al 66’ 66’
9-10-2017 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 0 Kosovo Kosovo Qual. Mondiali 2018 - Cap. Uscita al 78’ 78’
14-11-2017 Doha Qatar Qatar 1 – 1 Islanda Islanda Amichevole - Ingresso al 79’ 79’
24-3-2018 Santa Clara Messico Messico 3 – 0 Islanda Islanda Amichevole - Cap. Uscita al 46’ 46’
16-6-2018 Mosca Argentina Argentina 1 – 1 Islanda Islanda Mondiali 2018 - 1º turno - Cap. Uscita al 76’ 76’
22-6-2018 Volgograd Nigeria Nigeria 2 – 0 Islanda Islanda Mondiali 2018 - 1º turno - Cap. Uscita al 87’ 87’
26-6-2018 Rostov Islanda Islanda 1 – 2 Croazia Croazia Mondiali 2018 - 1º turno - Cap.
15-11-2018 Bruxelles Belgio Belgio 2 – 0 Islanda Islanda UEFA Nations League 2018-2019 - Cap.
22-3-2019 Andorra la Vella Andorra Andorra 0 – 2 Islanda Islanda Qual. Euro 2020 - Cap. Uscita al 63’ 63’
25-3-2019 Saint-Denis Francia Francia 4 – 0 Islanda Islanda Qual. Euro 2020 - Cap.
8-6-2019 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 0 Albania Albania Qual. Euro 2020 - Cap.
11-6-2019 Reykjavík Islanda Islanda 2 – 1 Turchia Turchia Qual. Euro 2020 - Cap.
Totale Presenze (6º posto) 85 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Cardiff City: 2012-2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ cardiffcityfc.co.uk, https://www.cardiffcityfc.co.uk/teams/first-team/. URL consultato il 12 ottobre 2018.
  2. ^ 281 (25) se si comprendono le presenze nei play-off.
  3. ^ a b Aron Gunnarsson: il vichingo dai mille polmoni e le braccia d’acciaio, in Contra-Ataque, Contra-Ataque, 28 giugno 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.
  4. ^ a b La danza, la barba, le rimesse. Gunnarsson idolo dell'Islanda, La Repubblica, 28 giugno 2016. URL consultato il 28 giugno 2016.
  5. ^ Aron Gunnarsson: Cardiff City midfielder set to leave at end of season, su bbc.co.uk, 19 March 2019. Ospitato su www.bbc.co.uk.
  6. ^ Bielorussia - Islanda 2-0, su transfermarkt.it.
  7. ^ Bielorussia U21 - Islanda U21 2-0, su transfermarkt.it.
  8. ^ (IS) Aron Einar skipaður fyrirliði, su www.mbl.is. URL consultato il 15 giugno 2016.
  9. ^ (EN) Iceland down Latvia to maintain winning run, su uefa.com.
  10. ^ La piccola Islanda tra le grandi d'Europa, su it.uefa.com.
  11. ^ (IS) A karla – Lokahópur fyrir EM 2016 Íslenska liðið hefur leik þann 14. júní gegn Portúgal, ksi.is. URL consultato il 9 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 12 maggio 2016).
  12. ^ Portogallo - Islanda 1-1, su transfermarkt.it.
  13. ^ Euro 2016, Inghilterra-Islanda 1-2: è la Brexit del calcio, Hodgson: "Mi dimetto", su gazzetta.it. URL consultato il 4 luglio 2016.
  14. ^ Euro 2016, Francia-Islanda 5-2: Bleus travolgenti, Deschamps in semifinale, su corrieredellosport.it. URL consultato il 4 luglio 2016.
  15. ^ Eurosport, Convocati Islanda: la lista dei 23 per i Mondiali di Russia 2018, su Eurosport, 15 maggio 2018. URL consultato l'8 aprile 2019.
  16. ^ Islanda, addio all'Europeo: ma la sua favola è da copertina, su gazzetta.it. URL consultato il 4 luglio 2016.
  17. ^ L'opera d'arte sulla schiena di Aron Gunnarsson: è il tatuaggio più spettacolare del Mondiale, in Eurosport, 13 giugno 2018. URL consultato il 16 giugno 2018.
  18. ^ Il Mondiale dei tatuaggi? Lo ha già vinto l'Islanda - VanityFair.it, in VanityFair.it, 1529123436. URL consultato il 16 giugno 2018.
  19. ^ Play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]