Ángel Di María

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Ángel Di María
Di María con la nazionale argentina al Mondiale 2018
Nazionalità Bandiera dell'Argentina Argentina
Altezza 178 cm
Peso 68 kg
Calcio
Ruolo Centrocampista, attaccante
Squadra Benfica
Carriera
Giovanili
1992-2005Rosario Central
Squadre di club1
2005-2007Rosario Central35 (6)
2007-2010Benfica76 (7)
2010-2014Real Madrid124 (22)
2014-2015Manchester Utd27 (3)
2015-2022Paris Saint-Germain197 (56)
2022-2023Juventus26 (4)
2023-Benfica20 (8)
Nazionale
2007-2008Bandiera dell'Argentina Argentina U-2013 (3)
2008Bandiera dell'Argentina Argentina olimpica6 (2)
2008-Bandiera dell'Argentina Argentina136 (29)[1]
Palmarès
 Mondiali di calcio
Argento Brasile 2014
Oro Qatar 2022
 Copa América
Argento Cile 2015
Argento USA 2016
Bronzo Brasile 2019
Oro Brasile 2021
 Olimpiadi
Oro Pechino 2008
 Mondiali di calcio Under-20
Oro Canada 2007
 Coppa dei Campioni CONMEBOL-UEFA
Oro Finalissima 2022
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 febbraio 2024

Ángel Fabián Di María (Rosario, 14 febbraio 1988) è un calciatore argentino, centrocampista o attaccante del Benfica e della nazionale argentina, con cui è diventato campione del mondo nel 2022 e campione del Sud America nel 2021.

Di origini italiane, in Argentina è stato soprannominato el Fideo (che deriva da “fidè“, nome dato dagli emigrati genovesi ad un tipo di spaghetto molto sottile, il “fidelino” per l'appunto) a causa del suo fisico longilineo. Nonostante una carriera talvolta discontinua,[2][3][4][5] è considerato uno dei calciatori più forti della sua generazione[6][7][8] e figura tra i migliori rifinitori della storia del calcio con almeno 290 assist all'attivo.[9]

Cresciuto nel Rosario Central, prima di trasferirsi in Europa e giocare con le maglie di Benfica, Real Madrid, Manchester Utd, Paris Saint-Germain e Juventus, vanta nel suo palmares a livello di club ventotto titoli, comprese una UEFA Champions League (2013-2014) e una Supercoppa UEFA (2014) con il Real Madrid.

Convocato in nazionale per la prima volta nel 2008, ha collezionato 136 presenze e 29 gol, vincendo una Copa América nel 2021, una Coppa dei Campioni CONMEBOL-UEFA nel 2022 ed una Coppa del Mondo sempre nel 2022. Con la nazionale Under-20 ha vinto un campionato mondiale di categoria nel 2007, mentre con la selezione olimpica ha vinto un oro olimpico nel 2008.

Di Maria è definito "l'uomo delle finali": è infatti l'unico giocatore della storia ad aver segnato e vinto nella finale di tutti e quattro i grandi tornei riconosciuti dalla FIFA: Campionato mondiale di calcio, Campionato continentale (Copa América), Olimpiadi, Coppa dei Campioni Conmebol-Uefa.[10][11][12][13]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Mancino di piede, vista la sua velocità gioca principalmente come esterno destro, sebbene possa agire anche come mezzala in un centrocampo a tre (come con Carlo Ancelotti al Real Madrid o con la nazionale argentina nel 2014) o come trequartista dietro le punte.[14][15]

Oltre ad un ottimo dribbling e alla vastità del suo repertorio di passaggi, tra i quali figura anche la cosiddetta rabona,[16] le corse in verticale con e senza palla sono i suoi punti di forza. È molto abile nella gestione del pallone grazie alla sua ottima tecnica ed aiuta la squadra anche nel consolidamento del possesso palla. Spesso si sacrifica nei recuperi difensivi e una volta ripresa palla sa ripartire in transizione con eleganza. Proprio grazie a queste caratteristiche è ritenuto un grandissimo rifinitore e assist-man.[9]

Gestisce molto bene la pressione e ha un ottimo fiuto per il gol, tanto da andare a segno in numerose finali importanti. Ha infatti segnato in ogni finale in cui ha poi vinto con l'Argentina: mondiali under-20 2007, olimpiadi 2008, coppa America 2021, Finalissima 2022 e Mondiali 2022, tutti gol decisivi per la vittoria della coppa.[10][11]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Rosario Central e Benfica[modifica | modifica wikitesto]

Di María al Benfica nel 2007

Di María inizia la carriera professionistica nel 2005, debuttando con il Rosario Central. Dopo ottime prestazioni nel campionato argentino e nel mondiale Under-20 2007, viene acquistato per 6 milioni di euro dal Benfica per sostituire l'ala portoghese Simão Sabrosa, passato all'Atletico Madrid.[17]

Real Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Di María al Real Madrid nel 2011

Il 28 giugno 2010 il Real Madrid annuncia, con una nota ufficiale sul proprio sito, l'acquisto del giocatore argentino che sarà legato al club spagnolo per quattro anni.[18] Il costo dell'operazione è di circa 25 milioni di euro più 11 milioni di bonus legati alle prestazioni del giocatore con la nuova squadra. Segna il suo primo gol nel Real Madrid alla terza giornata di campionato sul campo della Real Sociedad.[19] Qualche giorno dopo esordisce nel tabellino dei marcatori della Champions League, annotando all'81º la rete decisiva della vittoria per 1-0 dei blancos sul campo dell'Auxerre.[20] Il 16 marzo segna nella sfida di ritorno degli ottavi di UEFA Champions League contro il Lione, partita vinta 3 a 0 dal Real Madrid.[21] Al rientro da un infortunio subentra nella gara di ritorno dei quarti di finale di Champions League contro l'APOEL Nicosia il 4 aprile 2012 e con un pallonetto realizza la rete del 5-2 finale. Nella partita del 2 maggio contro l'Athletic Bilbao vince il suo primo campionato spagnolo.[22][23][24]

Inizia la stagione successiva vincendo la Supercoppa di Spagna 2012 nella doppia sfida contro il Barcellona (3-2 per i catalani all'andata a Barcellona, 2-1 per le merengues nel ritorno a Madrid),[25][26] ma il resto della stagione sarà privo di altri trofei, con il Real che giunge secondo in campionato, finalista in Copa del Rey e semifinalista in Champions League.

Nella stagione 2013-2014, sotto la guida tecnica di Carlo Ancelotti, viene adattato a fare la mezzala sinistra, con ottimi risultati, e conquistando anche la Champions League.[27][28]

Manchester Utd[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 agosto 2014 si trasferisce agli inglesi del Manchester Utd per la cifra di 59,7 milioni di sterline (pari a circa 78 milioni e mezzo di euro),[29] diventando così protagonista del quinto trasferimento più costoso della storia del calcio, il più oneroso per un club britannico.[30][31][32] Il 30 agosto esordisce nel match esterno contro il Burnley, conclusosi sullo 0-0.[33]

Il 14 settembre seguente, in occasione del match casalingo vinto per 4-0 ai danni del Queens Park Rangers, realizza la sua prima rete con la maglia dei Red Devils; fornendo anche un assist. Trova la via del gol anche la giornata successiva, nella sconfitta per 5-3 sul campo del Leicester City. Il 4 gennaio 2015 torna al gol con la maglia mancuniana, nella trasferta di FA Cup contro lo Yeovil Town, firmando lo 0-2 finale per i suoi. È anche il primo gol nella competizione con la nuova maglia.

In totale sono 4 i gol messi a segno nelle 32 partite disputate con il Manchester Utd tra campionato e coppe inglesi.

Paris Saint-Germain[modifica | modifica wikitesto]

Di María con il Paris Saint-Germain nel 2015

Dopo che nel luglio 2015 non aveva partecipato al tour prestagionale negli Stati Uniti d'America con il Manchester Utd,[34] il 6 agosto seguente viene ceduto per 63 milioni di euro al Paris Saint-Germain:[35][36] diventa il giocatore — all'epoca — più pagato nella storia del calciomercato, sommando i costi dei suoi trasferimenti; record poi battuto da Neymar nel 2017.[37]

Quattro settimane dopo, debutta con i parigini in campionato entrando a partita in corso nella trasferta contro il Monaco (0-3) dove serve il suo primo assist per il compagno di nazionale Ezequiel Lavezzi.[38] Segna il suo primo gol contro il Malmö FF[39] nella prima giornata di Champions e si ripete contro Guingamp,[40] Nantes, Rennes e Tolosa. Il 23 aprile 2016 vince da protagonista il primo trofeo in Francia, segnando un gol nella finale di coppa di lega contro il Nizza.[41] Conclude la prima stagione con les parisien ottenendo un nuovo record di assist in una stagione, 18.[42]

Il 1º settembre 2018 realizza la rete del momentaneo 2-0 contro il Nîmes direttamente dalla bandierina di calcio d'angolo, sorprendendo Paul Bernardoni, leggermente fuori dai pali. Dopo sette anni tra le file dei parigini, nel giugno del 2022 si svincola dal club.[43]

Juventus[modifica | modifica wikitesto]

L'8 luglio 2022 viene ufficializzato il suo approdo, a parametro zero, alla Juventus.[44] Il 15 agosto seguente, alla partita d'esordio in Serie A, bagna il suo debutto contro il Sassuolo (3-0) con una rete (quella del vantaggio) e un assist per il compagno Dušan Vlahović.[45] Il 14 settembre, esordisce in UEFA Champions League con i bianconeri nella partita contro il Benfica, persa per 1-2, subentrando nella ripresa a Fabio Miretti.[46] Il 5 ottobre, nella partita interna col Maccabi Haifa vinta per 3-1, è autore di tutti e tre gli assist dei gol bianconeri.[47]

Il 23 febbraio 2023, segna la sua prima tripletta con la maglia bianconera, decidendo la gara di ritorno (0-3) degli spareggi di UEFA Europa League contro il Nantes.[48]. Il 9 marzo segna di testa la rete decisiva nell'andata casalinga degli ottavi di finale di Europa League contro il Friburgo, portando così a quota 4 reti segnate il suo bottino di reti realizzate in Europa League con la Juventus[49]. Il 6 giugno 2023 annuncia, via social, l'addio alla Juventus dopo un solo anno e 40 presenze, tornando svincolato.[50][51]

Ritorno al Benfica[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 luglio 2023, dopo tredici stagioni, fa ritorno al Benfica.[52] Va a subito a segno nella vittoria in Supercoppa portoghese contro il Porto. Nella prima di campionato si ripete nella sconfitta esterna per 3-2 contro il Boavista. Il 12 dicembre segna direttamente su calcio d'angolo la sua prima rete in UEFA Champions League, nella vittoria per 3-1 in casa del Salisburgo che vale l'accesso al playoff di UEFA Europa League. [53]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Di María con la nazionale argentina nel 2011

Vincitore dell'oro a Pechino 2008 con la nazionale olimpica (è autore, tra l'altro, della rete decisiva nella finale contro la Nigeria), debutta con la selezione maggiore nel settembre dello stesso anno. Convocato per la Copa América 2011,[54] segna una rete nel 3-0 con cui l'Argentina sconfigge la Costa Rica qualificandosi per i quarti di finale.[55][56]

Presente al campionato del mondo 2014, negli ottavi di finale contro la Svizzera segna al 118º la rete che vale la vittoria argentina.[57] Nei quarti di finale subisce un infortunio che lo costringe a saltare la semifinale. Benché fosse riuscito a recuperare per la finale contro la Germania, non viene schierato per motivi precauzionali, assistendo dalla panchina alla sconfitta per 1-0 della nazionale albiceleste contro la Germania.[58][59]

Convocato per la Copa América 2015, la squadra verrà sconfitta anche in quest'occasione in finale, perdendo contro il Cile ai tiri di rigore.[60] Viene convocato anche per la Copa América Centenario negli Stati Uniti,[61] manifestazioni in cui gli argentini vengono sconfitti ancora una volta in finale dal Cile, nuovamente vittorioso ai rigori.

Convocato per la Copa América 2019,[62] nei quarti contro il Venezuela ha raggiunto la 100ª presenza in nazionale.[63]

Nel 2021 vince la finale di Copa America in finale contro il Brasile, segnando il gol decisivo.[64]

Il primo giugno 2022 nella Finalissima contro l'Italia di Roberto Mancini a Wembley segna il secondo dei tre gol che hanno contribuito alla vittoria finale dell'Argentina allenata da Lionel Scaloni per 0-3.[65]

Convocato per disputare la fase finale del campionato mondiale del 2022,[66] risulta decisivo fornendo a Messi l'assist per il gol che apre le marcature della vittoria per 2-0 contro il Messico.[67] Il 18 dicembre, nell'atto finale del torneo disputato a Lusail contro la Francia, si guadagna prima il rigore del vantaggio albiceleste e poi segna la rete del momentaneo raddoppio; in seguito al 3-3 dei Bleus la sfida si protrae ai tiri dal dischetto, vinti per 4-2 dall'Argentina grazie a cui si laurea per la prima volta campione del mondo.[68][69]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 15 febbraio 2024.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2005-2006 Bandiera dell'Argentina Rosario Central PD 10 0 - - - CL 4 0 - - - 14 0
2006-2007 PD 25 6 - - - - - - - - - 25 6
Totale Rosario 35 6 - - 4 0 - - 39 6
2007-2008 Bandiera del Portogallo Benfica PL 26 0 CP+CdL 5+3 0 UCL+CU 6[70]+4 0+1 - - - 44 1
2008-2009 PL 24 2 CP+CdL 1+5 0+1 CU 5 1 - - - 35 4
2009-2010 PL 26 5 CP+CdL 1+4 0+1 UEL 14[71] 4[72] - - - 45 10
2010-2011 Bandiera della Spagna Real Madrid PD 35 6 CR 8 0 UCL 10 3 - - - 53 9
2011-2012 PD 23 5 CR 0 0 UCL 7 2 SS 2 0 32 7
2012-2013 PD 32 7 CR 7 1 UCL 11 0 SS 2 1 52 9
2013-2014 PD 34 4 CR 7 4 UCL 11 3 - - - 52 11
ago. 2014 PD 0 0 CR 0 0 UCL 0 0 SU+SS+Cmc 0+1+0 0 1 0
Totale Real Madrid 124 22 22 5 39 8 5 1 190 36
2014-2015 Bandiera dell'Inghilterra Manchester Utd PL 27 3 FACup+CdL 5+0 1 - - - - - - 32 4
2015-2016 Bandiera della Francia Paris Saint-Germain L1 29 10 CF+CdL 4+4 0+2 UCL 10 3 SF 0 0 47 15
2016-2017 L1 29 6 CF+CdL 3+3 1+3 UCL 7 4 SF 1 0 43 14
2017-2018 L1 30 11 CF+CdL 6+4 7+2 UCL 5 1 SF 0 0 45 21
2018-2019 L1 30 12 CF+CdL 4+2 3+0 UCL 8 2 SF 1 2 45 19
2019-2020 L1 26 8 CF+CdL 2+3 0+1 UCL 9 3 SF 1 1 41 13
2020-2021 L1 27 4 CF 5 0 UCL 10 1 SF 1 0 43 5
2021-2022 L1 26 5 CF 0 0 UCL 5 0 SF 0 0 31 5
Totale Paris Saint-Germain 197 56 40 19 54 14 4 3 295 92
2022-2023 Bandiera dell'Italia Juventus A 26 4 CI 4 0 UCL+UEL 3+7 0+4 - - - 40 8
2023-2024 Bandiera del Portogallo Benfica PL 18 7 CP+CdL 3+3 0+2 UCL+UEL 5+1 1+2 SP 1 1 31 13
Totale Benfica 94 14 25 4 35 9 1 1 155 28
Totale carriera 503 105 96 29 143 35 10 5 751 174

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
6-9-2008 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 1 Bandiera del Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 46’ 46’
28-3-2009 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 4 – 0 Bandiera del Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 73’ 73’
1-4-2009 La Paz Bolivia Bandiera della Bolivia 6 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 57’ 57’  64’
10-10-2009 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 1 Bandiera del Perù Perù Qual. Mondiali 2010 -
14-10-2009 Montevideo Uruguay Bandiera dell'Uruguay 0 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 75’ 75’
14-11-2009 Madrid Spagna Bandiera della Spagna 2 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole -
3-3-2010 Monaco di Baviera Germania Bandiera della Germania 0 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole -
24-5-2010 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 5 – 0 Bandiera del Canada Canada Amichevole 1
12-6-2010 Johannesburg Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 Bandiera della Nigeria Nigeria Mondiali 2010 - 1º turno - Uscita al 86’ 86’
17-6-2010 Johannesburg Argentina Bandiera dell'Argentina 4 – 1 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Mondiali 2010 - 1º turno -
22-6-2010 Polokwane Grecia Bandiera della Grecia 0 – 2 Bandiera dell'Argentina Argentina Mondiali 2010 - 1º turno - Ingresso al 63’ 63’
27-6-2010 Johannesburg Argentina Bandiera dell'Argentina 3 – 1 Bandiera del Messico Messico Mondiali 2010 - Ottavi di finale - Uscita al 79’ 79’
3-7-2010 Città del Capo Argentina Bandiera dell'Argentina 0 – 4 Bandiera della Germania Germania Mondiali 2010 - Quarti di finale - Uscita al 75’ 75’
11-8-2010 Dublino Irlanda Bandiera dell'Irlanda 0 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole 1 Uscita al 75’ 75’
7-9-2010 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 4 – 1 Bandiera della Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 59’ 59’ Ammonizione al 75’ 75’
8-10-2010 Saitama Giappone Bandiera del Giappone 1 – 0 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 84’ 84’
17-11-2010 Doha Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 Bandiera del Brasile Brasile Amichevole -
9-2-2011 Ginevra Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole 1 Uscita al 65’ 65’
26-3-2011 East Rutherford Stati Uniti Bandiera degli Stati Uniti 1 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole -
20-6-2011 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 4 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Amichevole - Uscita al 46’ 46’
1-7-2011 La Plata Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 1 Bandiera della Bolivia Bolivia Coppa America 2011 - 1º turno - Ingresso al 46’ 46’
11-7-2011 Córdoba Argentina Bandiera dell'Argentina 3 – 0 Bandiera della Costa Rica Costa Rica Coppa America 2011 - 1º turno 1 Uscita al 80’ 80’
16-7-2011 Santa Fe Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 1 dts
(4 - 5 dtr)
Bandiera dell'Uruguay Uruguay Coppa America 2011 - Quarti di finale - Uscita al 72’ 72’
2-9-2011 Calcutta Venezuela Bandiera del Venezuela 0 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole -
6-09-2011 Dacca Argentina Bandiera dell'Argentina 3 – 1 Bandiera della Nigeria Nigeria Amichevole 1 Uscita al 76’ 76’
7-10-2011 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 4 – 1 Bandiera del Cile Cile Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 85’ 85’
11-10-2011 Puerto La Cruz Venezuela Bandiera del Venezuela 1 – 0 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 84’ 84’
2-6-2012 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 4 – 0 Bandiera dell'Ecuador Ecuador Qual. Mondiali 2014 1 Uscita al 83’ 83’
9-6-2012 New York Argentina Bandiera dell'Argentina 4 – 3 Bandiera del Brasile Brasile Amichevole - Uscita al 74’ 74’
15-8-2012 Francoforte Germania Bandiera della Germania 1 – 3 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole 1 Uscita al 73’ 73’
7-9-2012 Córdoba Argentina Bandiera dell'Argentina 3 – 1 Bandiera del Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2014 1 Uscita al 79’ 79’
11-9-2012 Lima Perù Bandiera del Perù 1 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2014 - Ammonizione al 89’ 89’ Uscita al 89’ 89’
12-10-2012 Mendoza Argentina Bandiera dell'Argentina 3 – 0 Bandiera dell'Uruguay Uruguay Qual. Mondiali 2014 -
16-10-2012 Santiago del Cile Cile Bandiera del Cile 1 – 2 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2014 - Ammonizione al 51’ 51’ Uscita al 77’ 77’
14-11-2012 Riyad Arabia Saudita Bandiera dell'Arabia Saudita 0 – 0 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole -
6-2-2013 Solna Svezia Bandiera della Svezia 2 – 3 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 46’ 46’
26-3-2013 La Paz Bolivia Bandiera della Bolivia 1 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 90’ 90’
7-6-2013 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 0 – 0 Bandiera della Colombia Colombia Qual. Mondiali 2014 -
11-6-2013 Quito Ecuador Bandiera dell'Ecuador 1 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2014 - Ammonizione al 57’ 57’
14-8-2013 Roma Italia Bandiera dell'Italia 1 – 2 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 82’ 82’
10-9-2013 Asunción Paraguay Bandiera del Paraguay 2 – 5 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2014 1
11-10-2013 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 3 – 1 Bandiera del Perù Perù Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 90+1’ 90+1’
15-11-2013 East Rutherford Ecuador Bandiera dell'Ecuador 0 – 0 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole -
18-11-2013 Saint Louis Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 0 Bandiera della Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Amichevole - Uscita al 86’ 86’
5-3-2014 Bucarest Romania Bandiera della Romania 0 – 0 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 90’ 90’
4-6-2014 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 3 – 0 Bandiera di Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago Amichevole - Uscita al 63’ 63’
7-6-2014 La Plata Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 0 Bandiera della Slovenia Slovenia Amichevole - Ingresso al 57’ 57’
15-6-2014 Rio de Janeiro Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 1 Bandiera della Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Mondiali 2014 - 1º turno -
21-6-2014 Belo Horizonte Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 Bandiera dell'Iran Iran Mondiali 2014 - 1º turno - Uscita al 90+4’ 90+4’
25-6-2014 Porto Alegre Nigeria Bandiera della Nigeria 2 – 3 Bandiera dell'Argentina Argentina Mondiali 2014 - 1º turno -
1-7-2014 San Paolo Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 dts Bandiera della Svizzera Svizzera Mondiali 2014 - Ottavi di finale 1 Ammonizione al 120’ 120’
5-7-2014 Brasilia Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 Bandiera del Belgio Belgio Mondiali 2014 - Quarti di finale - Uscita al 33’ 33’
3-9-2014 Düsseldorf Germania Bandiera della Germania 2 – 4 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole 1 Uscita al 86’ 86’
11-10-2014 Pechino Brasile Bandiera del Brasile 2 – 0 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole -
14-10-2014 Hong Kong Hong Kong Bandiera di Hong Kong 0 – 7 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 73’ 73’
12-11-2014 Londra Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 1 Bandiera della Croazia Croazia Amichevole - Uscita al 77’ 77’
18-11-2014 Manchester Argentina Bandiera dell'Argentina 0 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 61’ 61’
28-3-2015 Landover El Salvador Bandiera di El Salvador 0 – 2 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 73’ 73’
31-3-2015 East Rutherford Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 1 Bandiera dell'Ecuador Ecuador Amichevole - Uscita al 79’ 79’
6-6-2015 San Juan Argentina Bandiera dell'Argentina 5 – 0 Bandiera della Bolivia Bolivia Amichevole 2 cap.
13-6-2015 La Serena Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 2 Bandiera del Paraguay Paraguay Coppa America 2015 - 1º turno -
16-6-2015 La Serena Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 Bandiera dell'Uruguay Uruguay Coppa America 2015 - 1º turno - Uscita al 88’ 88’
20-6-2015 Viña del Mar Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 Bandiera della Giamaica Giamaica Coppa America 2015 - 1º turno - Uscita al 84’ 84’
26-6-2015 Viña del Mar Argentina Bandiera dell'Argentina 0 – 0 dts
(5 – 4 dtr)
Bandiera della Colombia Colombia Coppa America 2015 - Quarti di finale - Uscita al 87’ 87’
30-6-2015 Concepción Argentina Bandiera dell'Argentina 6 – 1 Bandiera del Paraguay Paraguay Coppa America 2015 - Semifinale 2
4-7-2015 Santiago del Cile Cile Bandiera del Cile 0 – 0 dts
(4 - 1 dtr)
Bandiera dell'Argentina Argentina Coppa America 2015 - Finale - Uscita al 29’ 29’
8-10-2015 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 0 – 2 Bandiera dell'Ecuador Ecuador Qual. Mondiali 2018 -
13-10-2015 Asunción Paraguay Bandiera del Paraguay 0 – 0 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 -
13-11-2015 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 1 Bandiera del Brasile Brasile Qual. Mondiali 2018 -
17-11-2015 Barranquilla Colombia Bandiera della Colombia 0 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 -
24-3-2016 Santiago del Cile Cile Bandiera del Cile 1 – 2 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 1 Uscita al 80’ 80’
29-3-2016 Córdoba Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 0 Bandiera della Bolivia Bolivia Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 31’ 31’
27-5-2016 San Juan Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 Bandiera dell'Honduras Honduras Amichevole -
6-6-2016 Santa Clara Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 1 Bandiera del Cile Cile Coppa America Centenario - 1º turno 1 Ammonizione al 65’ 65’ Uscita al 80’ 80’
10-6-2016 Chicago Argentina Bandiera dell'Argentina 5 – 0 Bandiera di Panama Panama Coppa America Centenario - 1º turno - Uscita al 43’ 43’
26-6-2016 East Rutherford Argentina Bandiera dell'Argentina 0 – 0 dts
(2 – 4 dtr)
Bandiera del Cile Cile Coppa America Centenario - Finale - Uscita al 57’ 57’
1-9-2016 Mendoza Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 Bandiera dell'Uruguay Uruguay Qual. Mondiali 2018 - Ammonizione al 48’ 48’ Uscita al 85’ 85’
7-9-2016 Mérida Venezuela Bandiera del Venezuela 2 – 2 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 -
7-10-2016 Lima Perù Bandiera del Perù 2 – 2 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 -
11-10-2016 Córdoba Argentina Bandiera dell'Argentina 0 – 1 Bandiera del Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2018 -
10-11-2016 Belo Horizonte Brasile Bandiera del Brasile 3 – 0 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 71’ 71’
15-11-2016 San Juan Argentina Bandiera dell'Argentina 3 – 0 Bandiera della Colombia Colombia Qual. Mondiali 2018 1 Uscita al 85’ 85’
23-3-2017 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 Bandiera del Cile Cile Qual. Mondiali 2018 -
28-3-2017 La Paz Bolivia Bandiera della Bolivia 2 – 0 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 -
9-6-2017 Melbourne Brasile Bandiera del Brasile 0 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole -
13-6-2017 Singapore Singapore Bandiera di Singapore 0 – 6 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole 1
31-8-2017 Montevideo Uruguay Bandiera dell'Uruguay 0 – 0 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 90+2’ 90+2’
5-9-2017 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 1 Bandiera del Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 25’ 25’
5-10-2017 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 0 – 0 Bandiera del Perù Perù Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 46’ 46’
10-10-2017 Quito Ecuador Bandiera dell'Ecuador 1 – 3 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 84’ 84’
11-11-2017 Mosca Russia Bandiera della Russia 0 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 75’ 75’
14-11-2017 Krasnodar Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 4 Bandiera della Nigeria Nigeria Amichevole - Uscita al 76’ 76’
23-3-2018 Manchester Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 0 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole - cap. Uscita al 64’ 64’
29-5-2018 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 4 – 0 Bandiera di Haiti Haiti Amichevole - Uscita al 59’ 59’
16-6-2018 Mosca Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 1 Bandiera dell'Islanda Islanda Mondiali 2018 - 1º turno - Uscita al 75’ 75’
26-6-2018 San Pietroburgo Nigeria Bandiera della Nigeria 1 – 2 Bandiera dell'Argentina Argentina Mondiali 2018 - 1º turno - Uscita al 72’ 72’
30-6-2018 Kazan' Francia Bandiera della Francia 4 – 3 Bandiera dell'Argentina Argentina Mondiali 2018 - Ottavi di finale 1
15-6-2019 Salvador Argentina Bandiera dell'Argentina 0 – 2 Bandiera della Colombia Colombia Coppa America 2019 - 1º turno - Uscita al 46’ 46’
19-6-2019 Belo Horizonte Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 1 Bandiera del Paraguay Paraguay Coppa America 2019 - 1º turno - Ingresso al 67’ 67’
28-6-2019 Rio de Janeiro Venezuela Bandiera del Venezuela 0 – 2 Bandiera dell'Argentina Argentina Coppa America 2019 - Quarti di finale - Ingresso al 64’ 64’
2-7-2019 Belo Horizonte Brasile Bandiera del Brasile 2 – 0 Bandiera dell'Argentina Argentina Coppa America 2019 - Semifinale - Ingresso al 59’ 59’
6-7-2019 San Paolo Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 1 Bandiera del Cile Cile Coppa America 2019 - Finale 3º posto - Ingresso al 67’ 67’
12-11-2020 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 1 Bandiera del Paraguay Paraguay Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 60’ 60’
17-11-2020 Lima Perù Bandiera del Perù 0 – 2 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 72’ 72’
3-6-2021 Santiago del Estero Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 1 Bandiera del Cile Cile Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 62’ 62’
14-6-2021 Rio de Janeiro Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 1 Bandiera del Cile Cile Coppa America 2021 - 1º turno - Ingresso al 67’ 67’
18-6-2021 Brasilia Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 Bandiera dell'Uruguay Uruguay Coppa America 2021 - 1º turno - Ingresso al 70’ 70’
21-6-2021 Brasilia Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 Bandiera del Paraguay Paraguay Coppa America 2021 - 1º turno - Uscita al 81’ 81’
3-7-2021 Goiânia Argentina Bandiera dell'Argentina 3 – 0 Bandiera dell'Ecuador Ecuador Coppa America 2021 - Quarti di finale - Ingresso al 71’ 71’
6-7-2021 Brasilia Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 1 dts
(3 – 2 dtr)
Bandiera della Colombia Colombia Coppa America 2021 - Semifinale - Ingresso al 67’ 67’
10-7-2021 Rio de Janeiro Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 Bandiera del Brasile Brasile Coppa America 2021 - Finale 1 Uscita al 79’ 79’[73]
2-9-2021 Caracas Venezuela Bandiera del Venezuela 1 – 3 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 63’ 63’
9-9-2021 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 3 – 0 Bandiera della Bolivia Bolivia Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 71’ 71’
7-10-2021 Asunción Paraguay Bandiera del Paraguay 0 – 0 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 46’ 46’
10-10-2021 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 3 – 0 Bandiera dell'Uruguay Uruguay Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 75’ 75’
14-10-2021 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 Bandiera del Perù Perù Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 73’ 73’
12-11-2021 Montevideo Uruguay Bandiera dell'Uruguay 0 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2022 1 Uscita al 64’ 64’
16-11-2021 San Juan Argentina Bandiera dell'Argentina 0 – 0 Bandiera del Brasile Brasile Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 75’ 75’
27-1-2022 Calama Cile Bandiera del Cile 1 – 2 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2022 1 cap. Uscita al 85’ 85’
1-2-2022 Córdoba Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 Bandiera della Colombia Colombia Qual. Mondiali 2022 - cap. Uscita al 69’ 69’
24-3-2022 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 3 – 0 Bandiera del Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2022 1 Ingresso al 64’ 64’
1-6-2022 Londra Italia Bandiera dell'Italia 0 – 3 Bandiera dell'Argentina Argentina Coppa dei Campioni CONMEBOL-UEFA 2022 1 Uscita al 90+1’ 90+1’
27-9-2022 Harrison Argentina Bandiera dell'Argentina 3 – 0 Bandiera della Giamaica Giamaica Amichevole - cap. Uscita al 78’ 78’
16-11-2022 Abu Dhabi Emirati Arabi Uniti Bandiera degli Emirati Arabi Uniti 0 – 5 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole 2 Uscita al 46’ 46’
22-11-2022 Lusail Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 2 Bandiera dell'Arabia Saudita Arabia Saudita Mondiali 2022 - 1º turno -
26-11-2022 Lusail Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 0 Bandiera del Messico Messico Mondiali 2022 - 1º turno - Uscita al 69’ 69’
30-11-2022 Doha Polonia Bandiera della Polonia 0 – 2 Bandiera dell'Argentina Argentina Mondiali 2022 - 1º turno - Uscita al 59’ 59’
9-12-2022 Lusail Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 2 – 2 dts
(3 – 4 dtr)
Bandiera dell'Argentina Argentina Mondiali 2022 - Quarti di finale - Ingresso al 112’ 112’
18-12-2022 Lusail Argentina Bandiera dell'Argentina 3 – 3 dts
(4 – 2 dtr)
Bandiera della Francia Francia Mondiali 2022 - Finale 1 Uscita al 64’ 64’
23-3-2023 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 0 Bandiera di Panama Panama Amichevole - Uscita al 60’ 60’
28-3-2023 Santiago del Estero Argentina Bandiera dell'Argentina 7 – 0 Bandiera di Curaçao Curaçao Amichevole 1 Ingresso al 67’ 67’
15-6-2023 Pechino Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 0 Bandiera dell'Australia Australia Amichevole - Uscita al 59’ 59’
7-9-2023 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 1 – 0 Bandiera dell'Ecuador Ecuador Qual. Mondiali 2026 - Ingresso al 62’ 62’
12-9-2023 La Paz Bolivia Bandiera della Bolivia 0 – 3 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2026 -
16-11-2023 Buenos Aires Argentina Bandiera dell'Argentina 0 – 2 Bandiera dell'Uruguay Uruguay Qual. Mondiali 2026 - Ingresso al 53’ 53’
21-11-2023 Rio de Janeiro Brasile Bandiera del Brasile 0 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Qual. Mondiali 2026 - Ingresso al 78’ 78’
Totale Presenze (4º posto) 136 Reti (7º posto) 29

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Benfica: 2008-2009, 2009-2010
Benfica: 2009-2010
Real Madrid: 2010-2011, 2013-2014
Real Madrid: 2011-2012
Real Madrid: 2012
Paris Saint-Germain: 2015-2016, 2017-2018, 2018-2019, 2019-2020, 2021-2022
Paris Saint-Germain: 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2019-2020
Paris Saint-Germain: 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2019-2020, 2020-2021
Paris Saint-Germain: 2016, 2017, 2018, 2019, 2020
Benfica: 2023

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid: 2013-2014
Real Madrid: 2014

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili e olimpiche[modifica | modifica wikitesto]

Canada 2007
Pechino 2008

Competizioni maggiori[modifica | modifica wikitesto]

Brasile 2021
Finalissima 2022
Qatar 2022

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2013-2014
Brasile 2014
2014
2014
2014
2015-2016
2017-2018 (7 gol, a pari merito con Said Idazza)
2020

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 137 (30) se si considera l'amichevole non ufficiale contro la Catalogna del 22 dicembre 2009.
  2. ^ Di Maria, quattro mesi flop alla Juve e poi una finale da Dio. Ora il futuro è un'incognita, su gazzetta.it.
  3. ^ Does Angel Di Maria Rank Among the Biggest Flops in Premier League History?, su bleacherreport.com.
  4. ^ La Flop 11 del Manchester United? Con Di Maria e Lukaku, su tuttosport.com.
  5. ^ Has Angel Di Maria Done Enough at PSG to Justify His £44M Price Tag?, su bleacherreport.com.
  6. ^ «Tutti vogliono Di Maria. A giugno lascia il Real» [collegamento interrotto], su corrieredellosport.it, 24 dicembre 2013. URL consultato il 25 maggio 2014.
  7. ^ Vogliamo parlare di Di Maria?, in L'Ultimo Uomo, 10 marzo 2016. URL consultato il 3 gennaio 2017.
  8. ^ Angel Di Maria Named in World's Top 5 by Gerardo Martino, Taunted by Joachim Low, su bleacherreport.com.
  9. ^ a b (EN) Tom Malley, Top five assist makers in football history including Messi and Ronaldo, su mirror, 29 marzo 2022. URL consultato il 17 agosto 2022.
  10. ^ a b Salvatore Riggio, Le profezie di Di Maria e De Paul: «Argentina campione». Lo juventino: «Segno io», su Corriere della Sera, 21 dicembre 2022. URL consultato il 22 febbraio 2023.
  11. ^ a b Sky Sport, Di Maria è sempre più 'l'uomo delle finali'!, su sport.sky.it. URL consultato il 22 febbraio 2023.
  12. ^ Di Maria, l'uomo delle finali ora è pronto a trascinare anche la Juve, su la Repubblica, 19 dicembre 2022. URL consultato il 22 febbraio 2023.
  13. ^ Angel Di Maria, l'uomo delle finali: la Juventus gongola, su Sportitalia. URL consultato il 22 febbraio 2023.
  14. ^ (EN) VIDEO: Di Maria's full-speed nutmeg in Argentina's win over Uruguay, in Goal.com, 17 giugno 2015. URL consultato il 20 febbraio 2016.
  15. ^ (EN) Martin Blackburn, LVG: Angel has dribble trouble, in The Sun, 10 novembre 2014. URL consultato il 20 febbraio 2016.
  16. ^ La rabona di Di Maria e quel gesto diretto a Izzo: interviene la Juve, su corrieredellosport.it.
  17. ^ Fabian Di Maria, stella del Benfica, su corrieredellosport.it, 4 gennaio 2008. URL consultato il 12 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2014).
  18. ^ (ES) Comunicado oficial: Di María, nuevo jugador del Real Madrid, su realmadrid.com, 28 giugno 2010. URL consultato il 28 giugno 2010 (archiviato dall'url originale il 30 giugno 2010).
  19. ^ Mou, colpo in terra basca. Il Real passa a San Sebastian, su gazzetta.it, 18 settembre 2010. URL consultato il 25 maggio 2014.
  20. ^ Entra Di Maria e segna. Real Madrid davanti a tutti, su gazzetta.it, 28 settembre 2010. URL consultato il 30 settembre 2010.
  21. ^ Real travolgente col Lione: 3-0 - Mou: "Ora in finale con l'Inter", su gazzetta.it, 16 marzo 2011. URL consultato il 25 maggio 2014.
  22. ^ Real Madrid campione, il capolavoro di Mourinho, su sport.it, 3 maggio 2012. URL consultato il 25 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 13 ottobre 2013).
  23. ^ Real campione di Spagna, Mourinho nella storia, su corriere.it, 2 febbraio 2012. URL consultato il 25 maggio 2014.
  24. ^ Real Madrid campione di Spagna, su ansa.it, 2 maggio 2012. URL consultato il 25 maggio 2014.
  25. ^ Barça-Real, è subito show - Vilanova batte Mou 3-2, su gazzetta.it, 23 agosto 2012. URL consultato il 25 maggio 2014.
  26. ^ Supershow: il Real piega il Barça. Mou si prende il primo trofeo, su gazzetta.it, 29 agosto 2012. URL consultato il 25 maggio 2014.
  27. ^ Real Madrid 4-1 Atletico Madrid, su it.soccerway.com, soccerway.com, 24 maggio 2014. URL consultato il 10 agosto 2014.
  28. ^ Il Real vince la Decima. Atletico sconfitto 4-1, su tuttosport.com, 24 maggio 2014. URL consultato il 10 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2014).
  29. ^ (EN) United sign Angel Di Maria for record fee, su manutd.com, 26 agosto 2014. URL consultato il 26 agosto 2014.
  30. ^ (EN) Ángel di María completes record £59.7m move to Manchester United, su theguardian.com, 26 agosto 2014. URL consultato il 29 agosto 2014.
  31. ^ (EN) Angel di Maria to Manchester United: Premier League club sign Argentine winger in record £59.7m deal, su independent.co.uk, 26 agosto 2014. URL consultato il 29 agosto 2014.
  32. ^ (EN) Ángel di María signs for Manchester United in £59.7 million deal, su telegraph.co.uk, 26 agosto 2014. URL consultato il 29 agosto 2014.
  33. ^ Premier, Burnley-Manchester United 0-0, esordio opaco per Di Maria, su gazzetta.it, 30 agosto 2014. URL consultato il 2 settembre 2014.
  34. ^ (EN) Angel Di Maria not on flight to join up with Man United on tour, su espnfc.com, 25 luglio 2015. URL consultato il 9 luglio 2022.
  35. ^ (EN) Adam Marshall, Manchester United completes sale of Angel Di Maria to Paris-Saint Germain, su manutd.com, 6 agosto 2015. URL consultato il 9 luglio 2022.
  36. ^ (EN) Angel Di Maria signs for Paris Saint-Germain until 2019, su psg.fr, 6 agosto 2015. URL consultato il 9 luglio 2022 (archiviato dall'url originale il 25 giugno 2017).
  37. ^ Di Maria da record: con il passaggio al PSG sarà il più pagato di sempre, su goal.com, 29 luglio 2015.
  38. ^ (EN) Monaco 0–1 Paris St G, su bbc.co.uk, 30 agosto 2015. URL consultato il 9 luglio 2022.
  39. ^ (EN) Angel Di Maria scores first PSG goal in Champions League win against Malmo, su espnfc.us, 15 settembre 2015. URL consultato il 9 luglio 2022.
  40. ^ (EN) Ángel Di María on target as Paris Saint-Germain beat Guingamp, su theguardian.com, 22 settembre 2015. URL consultato il 9 luglio 2022.
  41. ^ (EN) Paris St-Germain beat Lille 2-1 in the Coupe de la Ligue final, su bbc.com, 23 aprile 2016. URL consultato il 9 luglio 2022.
  42. ^ (EN) Di Maria sets new Ligue 1 record with 18 assists, su goal.com, 14 maggio 2016. URL consultato il 9 luglio 2022.
  43. ^ (FR) Le Paris Saint-Germain remercie Angel Di Maria, su news.psg.fr, 20 maggio 2022. URL consultato il 9 luglio 2022.
  44. ^ Ufficiale | Angel Di Maria è bianconero, su juventus.com, 8 luglio 2022. URL consultato l'8 luglio 2022.
  45. ^ CHE JUVE, 3-0 AL SASSUOLO ALL’ESORDIO!, su juventus.com, 15 agosto 2022. URL consultato il 15 agosto 2022.
  46. ^ FINALE Juve-Benfica 1-2: crollo Allegri, battuto in rimonta da Joao Mario e Neres, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 24 febbraio 2023.
  47. ^ FINALE Juve-Maccabi Haifa 3-1: doppietta di Rabiot e tre assist di Di Maria, prima vittoria in Champions, su La Gazzetta dello Sport, 5 ottobre 2022. URL consultato l'8 gennaio 2023.
  48. ^ Romeo Agresti, Nantes-Juventus 0-3: Di Maria è uno spettacolo, bianconeri agli ottavi, su Goal.com, 23 febbraio 2023. URL consultato il 23 febbraio 2023.
  49. ^ Marco Guidi, Il primo round va alla Juve: col Friburgo ci pensa il solito Di Maria, su gazzetta.it, 9 marzo 2023.
  50. ^ Di Maria, addio ufficiale alla Juve: "Me ne vado con il sapore amaro", su corrieredellosport.it, 6 giugno 2023. URL consultato il 6 giugno 2023..
  51. ^ Grazie, Fideo!, su juventus.com, 22 giugno 2023. URL consultato il 22 giugno 2023.
  52. ^ (PT) Di María é reforço do Benfica!, su slbenfica.pt, 5 luglio 2023. URL consultato il 5 luglio 2023.
  53. ^ Gianluca Di Marzio, Benfica, gol olimpico di Angel Di María | VIDEO, su Gianluca Di Marzio. URL consultato il 13 dicembre 2023.
  54. ^ Argentina: c'è anche Diego Milito tra i 26 pre-convocati, su tuttomercatoweb.com, 1º giugno 2011. URL consultato il 7 settembre 2014.
  55. ^ Super Aguero qualifica l'Argentina, su it.notizie.yahoo.com, yahoo.com, 12 luglio 2011. URL consultato il 25 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2014).
  56. ^ Aguero inKuntenibile, l'Argentina fa tris e vola ai quarti, su sport.sky.it, sky.it, 12 luglio 2011. URL consultato il 25 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 15 dicembre 2013).
  57. ^ Mondiali, Argentina-Svizzera 1-0 ai supplementari, Di Maria gol, su gazzetta.it, 1º luglio 2014. URL consultato il 1º luglio 2014.
  58. ^ Mondiali, Germania campione! Argentina battuta 1-0: Götze al 113', su gazzetta.it, 14 luglio 2014. URL consultato il 14 luglio 2014.
  59. ^ Germania campione del mondo, su ilpost.it, 13 luglio 2014. URL consultato il 14 luglio 2014.
  60. ^ Copa America al Cile: Argentina battuta 4-1 ai rigori, Messi piange ancora, su gazzetta.it, gazzetta.it, 5 luglio 2015. URL consultato il 5 luglio 2015.
  61. ^ Los 23 para la Copa América, afa.org.ar, 21 maggio 2016. URL consultato il 21 maggio 2016.
  62. ^ Sky Sport, Argentina, la lista dei convocati per la Copa America, su sport.sky.it. URL consultato il 29 giugno 2019.
  63. ^ (ES) Di María, el sexto jugador en llegar a 100 partidos en la Selección Argentina [collegamento interrotto], su FOX Sports. URL consultato il 29 giugno 2019.
  64. ^ Argentina-Brasile 1-0, gol e highlights: Messi vince la Copa America, su sport.sky.it. URL consultato il 16 luglio 2021.
  65. ^ (EN) Italy 0–3 Argentina: Lionel Messi's side win the Finalissima at Wembley after goals from Lautaro Martinez, Angel Di Maria and Paulo Dybala, su skysports.com, 1º giugno 2022. URL consultato il 9 luglio 2022.
  66. ^ Sky Sport, Argentina, i convocati per i Mondiali: c'è Dybala, su sport.sky.it. URL consultato il 18 dicembre 2022.
  67. ^ Redazione di Rainews, Argentina-Messico 2-0, la vittoria porta la firma di Messi e Fernandez, su RaiNews, 26 novembre 2022. URL consultato il 18 dicembre 2022.
  68. ^ Sky Sport, Di Maria è sempre più 'l'uomo delle finali'!, su sport.sky.it. URL consultato il 18 dicembre 2022.
  69. ^ Argentina campione del mondo. Messi come Maradona. Francia ko ai rigori, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 18 dicembre 2022.
  70. ^ Una presenza nei preliminari.
  71. ^ 2 presenze nei turni preliminari.
  72. ^ Una rete nei turni preliminari.
  73. ^ 15º titolo del Sud America

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN7624167202614367930000 · GND (DE1275938108