Marcelo Brozović

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marcelo Brozović
Marcelo Brozović 2015.jpg
Brozović con la Croazia nel 2015.
Nazionalità Croazia Croazia
Altezza 181[1] cm
Peso 68[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Inter
Carriera
Giovanili
2002-2010Hrvatski Dragovoljac
Squadre di club1
2009-2011Hrvatski Dragovoljac30 (1)
2011-2012Lok. Zagabria33 (5)
2012-2015Dinamo Zagabria64 (9)[1]
2015-Inter101 (13)
Nazionale
2009-2010Croazia Croazia U-184 (0)
2010-2011Croazia Croazia U-191 (0)
2011-2012Croazia Croazia U-205 (3)
2011-2013Croazia Croazia U-2113 (7)
2014-Croazia Croazia41 (6)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Argento Russia 2018
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 luglio 2018

Marcelo Brozović (Zagabria, 16 novembre 1992) è un calciatore croato, centrocampista dell'Inter e della nazionale croata, con cui si è laureato vicecampione del mondo nel 2018.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primogenito di John e Sanja, ha iniziato a giocare ai tempi dell'asilo.

È noto per il caratteristico modo di esultare dopo aver segnato un gol, che consiste nell'apporre il pollice e l'indice della mano sinistra sotto il mento:[2] l'esultanza è stata ribattezzata Epic Brozo.[3][4]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un centrocampista duttile, in grado di svolgere sia compiti difensivi che offensivi.[5] I ruoli tipici in cui viene impiegato sono quelli di trequartista, esterno destro offensivo oppure interno destro nella mediana a tre[5], ma più recentemente è stato schierato con buoni risultati anche come regista davanti alla difesa.[6][7] Seppur discontinuo nel rendimento,[8] quando si trova nella migliore condizione esibisce un repertorio completo, rivelandosi un efficace incontrista e un buon costruttore di gioco, peraltro avvezzo a trovare la via del gol.[9]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la carriera nella massima serie croata con Hrvatski Dragovoljac

Dinamo Zagabria[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine dell'agosto 2012 si trasferisce alla Dinamo Zagabria per 2,4 milioni di euro. Segna il suo primo gol in campionato il 14 aprile 2013, nell'incontro casalingo con l'Inter Zaprešić. Nella stagione successiva mette a segno la sua prima doppietta in carriera, in occasione della vittoria esterna della sua squadra contro lo Slaven Belupo.[5]

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2015 viene ufficializzato il suo passaggio all'Internazionale[10], dove veste il numero 77.[11] Esordisce in Serie A il 1º febbraio, nella sconfitta (3-1) in casa del Sassuolo.[12] Pur non essendo schierabile in Europa League è utilizzato con frequenza in campionato[13], trovando contro l'Empoli (nel turno conclusivo) il suo primo gol interista.[14] Il 15 dicembre debutta invece in Coppa Italia, segnando contro il Cagliari nella sfida vinta per 3-0 dai nerazzurri.[15]

Nel derby d'Italia del 2 marzo 2016, è autore di una doppietta contro la Juventus: l'incontro - valido per le semifinali della coppa nazionale - si conclude ai rigori, dove il croato trasforma il proprio tiro senza però riuscire ad evitare l'eliminazione dei milanesi.[16] L'11 dicembre, nella partita con il Genoa, mette a segno la prima doppietta nel campionato italiano.[17] Impiegato con costanza dal tecnico Pioli[18][19], viene confermato titolare anche con l'arrivo in panchina di Spalletti.[20] Sotto la guida del tecnico toscano, il croato alterna buone prestazioni[21][22][23] a partite mediocri, incrementando tuttavia il proprio rendimento sul finire della stagione quando viene spostato nei 2 davanti alla difesa nel 4-2-3-1 dell'ex-allenatore della Roma.[9]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Brozović contrasta Hernanes, a terra, nella gara inaugurale dei Mondiali 2014.

Viene convocato per i Mondiali 2014 senza aver mai vestito la maglia della nazionale maggiore: debutta infatti il 7 giugno, nell'amichevole contro l'Australia.[24] Alcuni giorni più tardi, scende in campo nella gara inaugurale del torneo (persa 3-1 contro il Brasile) subentrando a Kovačić.[25]

Contribuisce alla qualificazione per l'Europeo 2016, segnando 2 reti nelle larghe vittorie contro l'Azerbaigian (6-0)[26] e la Norvegia (5-1).[27] Il 17 novembre 2015 realizza il terzo gol in nazionale, nella vittoriosa amichevole contro la Russia.[28][29]

Viene convocato per gli Europei 2016 in Francia[30] e per i Mondiali 2018 in Russia;[31] in quest'ultimo raggiunge la finale contro la Francia.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 20 maggio 2018.[1]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe internazionali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2009-2010 Croazia Hrvatski Dragovoljac 2. HNL 8 0 CC 0 0 - - - - - - 8 0
2010-2011 1. HNL 22 1 CC 1 0 - - - - - - 23 1
Totale Hrvatski Dragovoljac 30 1 1 0 - - - - 31 1
2011-2012 Croazia Lok. Zagabria 1. HNL 27 4 CC 0 0 - - - - - - 27 4
lug.-ago. 2012 1. HNL 6 1 CC 1 1 - - - - - - 7 2
Totale Lokomotiva Zagabria 33 5 1 1 - - - - 34 6
ago. 2012-2013 Croazia Dinamo Zagabria 1. HNL 23 2 CC 1 0 UCL 6 0 - - - 30 2
2013-2014 1. HNL 27 6 CC 6 1 UCL+UEL 2[32]+6 1[32]+0 SC 1 0 42 8
2014-gen. 2015 1. HNL 14 1 CC 0 0 UCL+UEL 4[32]+8[33] 1[32]+1 SC 1 0 27 3
Totale Dinamo Zagabria 64 9 7 1 26 3 2 0 99 13
gen.-giu. 2015 Italia Inter A 15 1 CI 1 0 UEL[34] - - - - - 16 1
2015-2016 A 32 4 CI 3 3 - - - - - - 35 7
2016-2017 A 23 4 CI 2 1 UEL 3 1 - - - 28 6
2017-2018 A 31 4 CI 2 0 - - - - - - 33 4
Totale Inter 101 13 8 4 3 1 - - 112 18
Totale carriera 228 28 17 6 29 4 2 0 276 38

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Croazia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
7-6-2014 Salvador Croazia Croazia 1 – 0 Australia Australia Amichevole -
12-6-2014 San Paolo Brasile Brasile 3 – 1 Croazia Croazia Mondiali 2014 - 1º turno - Ingresso al 61’ 61’
4-9-2014 Pola Croazia Croazia 2 – 0 Cipro Cipro Amichevole -
9-9-2014 Zagabria Croazia Croazia 2 – 0 Malta Malta Qual. Euro 2016 -
10-10-2014 Sofia Bulgaria Bulgaria 0 – 1 Croazia Croazia Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 23’ 23’
13-10-2014 Osijek Croazia Croazia 6 – 0 Azerbaigian Azerbaigian Qual. Euro 2016 1
16-11-2014 Milano Italia Italia 1 – 1 Croazia Croazia Qual. Euro 2016 - Uscita al 83’ 83’
28-3-2015 Zagabria Croazia Croazia 5 – 1 Norvegia Norvegia Qual. Euro 2016 1
7-6-2015 Varaždin Croazia Croazia 4 – 0 Gibilterra Gibilterra Amichevole - Uscita al 67’ 67’
12-6-2015 Spalato Croazia Croazia 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2016 -
3-9-2015 Baku Azerbaigian Azerbaigian 0 – 0 Croazia Croazia Qual. Euro 2016 - Ingresso al 71’ 71’
6-9-2015 Oslo Norvegia Norvegia 2 – 0 Croazia Croazia Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 50’ 50’
13-10-2015 Ta' Qali Malta Malta 0 – 1 Croazia Croazia Qual. Euro 2016 - Ingresso al 78’ 78’
17-11-2015 Rostov Russia Russia 1 – 3 Croazia Croazia Amichevole 1
23-3-2016 Osijek Croazia Croazia 2 – 0 Israele Israele Amichevole 1
26-3-2016 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 1 Croazia Croazia Amichevole -
27-5-2016 Koprivnica Croazia Croazia 1 – 0 Moldavia Moldavia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
12-6-2016 Parigi Turchia Turchia 0 – 1 Croazia Croazia Euro 2016 - 1º turno -
17-6-2016 Saint-Étienne Rep. Ceca Rep. Ceca 2 – 2 Croazia Croazia Euro 2016 - 1º turno - Ammonizione al 74’ 74’
25-6-2016 Lens Croazia Croazia 0 – 1 Portogallo Portogallo Euro 2016 - Ottavi di finale -
5-9-2016 Zagabria Croazia Croazia 1 – 1 Turchia Turchia Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 64’ 64’
6-10-2016 Scutari Kosovo Kosovo 0 – 6 Croazia Croazia Qual. Mondiali 2018 -
9-10-2016 Tampere Finlandia Finlandia 0 – 1 Croazia Croazia Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 71’ 71’
12-11-2016 Zagabria Croazia Croazia 2 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2018 2
15-11-2016 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 0 – 3 Croazia Croazia Amichevole - Ingresso al 51’ 51’
24-3-2017 Zagabria Croazia Croazia 1 – 0 Ucraina Ucraina Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 90+1’ 90+1’
11-6-2017 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 0 Croazia Croazia Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 63’ 63’
2-9-2017 Zagabria Croazia Croazia 1 – 0 Kosovo Kosovo Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 73’ 73’
5-9-2017 Eskişehir Turchia Turchia 1 – 0 Croazia Croazia Qual. Mondiali 2018 - Ammonizione al 90+4’ 90+4’
6-10-2017 Fiume Croazia Croazia 1 – 1 Finlandia Finlandia Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 54’ 54’
9-11-2017 Zagabria Croazia Croazia 4 – 1 Grecia Grecia Qual. Mondiali 2018 -
12-11-2017 Atene Grecia Grecia 0 – 0 Croazia Croazia Qual. Mondiali 2018 -
24-3-2018 Miami Perù Perù 2 – 0 Croazia Croazia Amichevole - Ammonizione al 30’ 30’ Uscita al 56’ 56’
3-6-2018 Liverpool Brasile Brasile 2 – 0 Croazia Croazia Amichevole - Uscita al 61’ 61’
8-6-2018 Osijek Croazia Croazia 2 – 1 Senegal Senegal Amichevole - Ingresso al 61’ 61’
16-6-2018 Kaliningrad Croazia Croazia 2 – 0 Nigeria Nigeria Mondiali 2018 - 1º turno - Ingresso al 60’ 60’ Ammonizione al 89’ 89’
21-6-2018 Nižnij Novgorod Argentina Argentina 0 – 3 Croazia Croazia Mondiali 2018 - 1º turno - Ammonizione al 90+4’ 90+4’
1-7-2018 Nižnij Novgorod Croazia Croazia 1 – 1 dts
(3-2 dcr)
Danimarca Danimarca Mondiali 2018 - Ottavi di finale - Uscita al 71’ 71’
7-7-2018 Soči Russia Russia 2 – 2 dts
(3-4 dcr)
Croazia Croazia Mondiali 2018 - Quarti di finale - Ingresso al 63’ 63’
11-7-2018 Mosca Croazia Croazia 2 – 1 dts Inghilterra Inghilterra Mondiali 2018 - Semifinale -
15-7-2018 Mosca Francia Francia 4 – 2 Croazia Croazia Mondiali 2018 - Finale -
Totale Presenze 41 Reti 6

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Dinamo Zagabria: 2012-2013, 2013-2014
Dinamo Zagabria: 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Almanacco illustrato del calcio 2016, Modena, Panini, 2015, pp. 180-181.
  2. ^ Matteo Dalla Vite, Tutti pazzi per #EpicBrozo. E l'Inter se lo tiene stretto, su gazzetta.it, 4 dicembre 2015.
  3. ^ Inter, da EpicBrozo all'applauso a Montoya. Ma ora riecco i problemi, su gazzetta.it, 21 dicembre 2015.
  4. ^ Matteo Brega e Matteo Dalla Vite, Brozovic: "Inter, per essere 'Epic' come me c'è solo un modo: vinciamole tutte", su gazzetta.it, 18 marzo 2016.
  5. ^ a b c Matteo Brega, Inter: Brozovic gioca in 4 ruoli, segna gol alla Del Piero e fa felice Mancini, su gazzetta.it, 16 dicembre 2015.
  6. ^ Brozovic si reinventa: mediano per la Croazia e Spalletti, su calciomercato.com, 13 novembre 2017. URL consultato il 22 maggio 2018.
  7. ^ Guido Marino, Inter, Brozovic rigenerato nel nuovo ruolo davanti alla difesa, su goal.com, 1º aprile 2018. URL consultato il 22 maggio 2018.
  8. ^ Matteo Brega, Inter, Brozovic e Perisic, geni a intermittenza, su gazzetta.it, 5 ottobre 2017. URL consultato il 18 aprile 2018.
  9. ^ a b Pierfrancesco Catucci, Inter, goditi l'EpicBrozo 2.0: regista, letale, insostituibile, su gazzetta.it, 18 aprile 2018. URL consultato il 18 aprile 2018.
  10. ^ Brozovic plana sull'Inter. Primo giorno a Milano: "Sono molto felice", su gazzetta.it, 24 gennaio 2015.
  11. ^ Matteo Brega, Inter, Brozovic: "Mi ispiro a Lampard, mi aiuterà Kovacic", su gazzetta.it, 29 gennaio 2015.
  12. ^ Inter, Mancini amaro: "Va tutto storto". Icardi litiga con i tifosi, su repubblica.it, 1º febbraio 2015.
  13. ^ Luca Taidelli, Inter rinata con Shaqiri, Brozovic e Guarin: il super rombo, su gazzetta.it, 17 febbraio 2015.
  14. ^ Stefano Scacchi, Inter, vittoria con sofferenza ma Icardi raggiunge Toni, in la Repubblica, 1º giugno 2015, p. 39.
  15. ^ Marco Gaetani, Inter-Cagliari 3-0, Brozovic porta i nerazzurri ai quarti, su repubblica.it, 15 dicembre 2015.
  16. ^ Andrea Sorrentino, Inter, bellissima e amarissima la rimonta impossibile riesce ma ai rigori la Juve è perfetta, in la Repubblica, 3 marzo 2016, p. 46.
  17. ^ Andrea Sorrentino, Nuovo Brozovic e la difesa a tre così Pioli prova a sollevare l'Inter, in la Repubblica, 12 dicembre 2016, p. 47.
  18. ^ Marco Fallisi, Inter, Brozovic rinato con Pioli: 4 gol in 5 gare, meglio di Icardi, su gazzetta.it, 11 dicembre 2016.
  19. ^ Tiziana Cairati, Inter, Brozovic si ferma: ma Pioli lo riavrà subito, su repubblica.it, 26 marzo 2017.
  20. ^ Andrea Sorrentino, Vietato incantare, l'Inter va al risparmio, in la Repubblica, 2 ottobre 2017, p. 36.
  21. ^ Matteo Brega, Benevento-Inter 1-2: doppietta di Brozovic, per i campani D'Alessandro, su gazzetta.it, 1º ottobre 2017.
  22. ^ Guido De Carolis, Inter-Napoli 0-0, pagelle nerazzurre: Skriniar possente, Brozovic trasformato, su corriere.it, 11 marzo 2018.
  23. ^ Giancarlo Padovan, L'Inter è tornata ed è più forte: Cancelo e Brozovic le armi in più di Spalletti, su calciomercato.com, 18 marzo 2018.
  24. ^ Mondiali: Croazia-Australia 1-0, su raisport.rai.it, 7 giugno 2014.
  25. ^ Jacopo Gerna, Brasile-Croazia 3-1: autorete di Marcelo, doppietta di Neymar e gol di Oscar, su gazzetta.it, 12 giugno 2014.
  26. ^ Euro 2016, la Croazia umilia gli azeri, Norvegia-Bulgaria 2-1, su gazzetta.it, 13 ottobre 2014.
  27. ^ Brozovic gol, Croazia show: 5-1 alla Norvegia. Sneijder salva Hiddink, su gazzetta.it, 28 marzo 2015.
  28. ^ Luca Feole, Amichevole, Croazia con 3 gol "italiani". Ok Portogallo, Svizzera e Polonia, su gazzetta.it, 17 novembre 2015.
  29. ^ Brozovic, gol capolavoro alla Russia, su video.gazzetta.it, 18 novembre 2015.
  30. ^ (HR) IZBORNIK ČAČIĆ OBJAVIO KONAČAN POPIS PUTNIKA ZA EP, su hns-cff.hr, 31 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2016.
  31. ^ Dalić objavio konačan popis putnika za Svjetsko prvenstvo - nogometplus.net, su www.nogometplus.net. URL consultato il 12 luglio 2018.
  32. ^ a b c d Nei turni preliminari.
  33. ^ 2 Presenze nei turni preliminari.
  34. ^ Non inseribile nella lista UEFA, essendo già sceso in campo con un altro club nella medesima stagione.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]