Patto di non belligeranza di Gijón

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il patto di non belligeranza di Gijón (in tedesco Nichtangriffspakt von Gijón oppure Schande von Gijón) è la denominazione dell'incontro calcistico tra le Nazionali di Germania Ovest ed Austria, tenutosi a Gijón il 25 giugno 1982 nell'ambito dei Mondiali di Spagna.

La situazione prima della gara[modifica | modifica wikitesto]

Dopo due turni, la classifica del gruppo 2 (valido per la prima fase a gironi del torneo) recitava:

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Austria Austria 4 2 2 0 0 3 0 +3
Germania Ovest Germania Ovest 2 2 1 0 1 5 3 +2
Algeria Algeria 2 2 1 0 1 2 3 −1
Cile Cile 0 2 0 0 2 1 5 −4

Giovedì 24 giugno, l'Algeria sconfisse il Cile ad Oviedo per 3-2 (dopo aver chiuso il primo tempo sul 3-0) e la classifica mutò come segue:

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Austria Austria 4 2 2 0 0 3 0 +3
Algeria Algeria 4 3 2 0 1 5 5 0
Germania Ovest Germania Ovest 2 2 1 0 1 5 3 +2
Cile Cile 0 3 0 0 3 3 8 −5

Mentre i sudamericani erano eliminati, ai nordafricani rimanevano buone speranze di qualificarsi per la seconda fase a gruppi.

L'incontro[modifica | modifica wikitesto]

Austria e Germania Ovest scesero in campo venerdì 25: i primi erano già aritmeticamente qualificati e forti di una differenza reti di 3 (senza gol al passivo), mentre i secondi necessitavano di una vittoria per scongiurare il rischio di un'eliminazione al primo turno.

Il gol che decise l'incontro fu marcato da Hrubesch (l'attaccante che era risultato decisivo per la conquista dell'Europeo 1980) dopo 11'. Per il resto della gara, le due squadre si produssero in una "melina" che non modificò il punteggio.

La classifica finale fu:

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Germania Ovest Germania Ovest 4 3 2 0 1 6 3 +3
Austria Austria 4 3 2 0 1 3 1 +2
Algeria Algeria 4 3 2 0 1 5 5 0
Cile Cile 0 3 0 0 3 3 8 −5

Le due squadre europee superarono il turno in virtù della miglior differenza reti, eliminando l'Algeria (alla sua prima partecipazione). I tifosi presenti sugli spalti del Molinón rivolsero vari cori ai giocatori in campo tra cui «Argelia, Argelia», «Fuera, fuera» e l'ironico «¡Que se besen! ¡Que se besen!» («Che si bacino» in italiano). Al ritorno in hotel, la Nazionale tedesca fu accolta da un lancio di uova contro l'autobus.

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

Il controverso episodio fu salutato con disprezzo dalla stampa mondiale, compresa quella tedesca: i telecronisti della ARD decisero addirittura di interrompere la cronaca, mentre un cronista austriaco invitò gli spettatori a spegnere il televisore.[1]

Nel tentativo di evitare futuri casi simili, la FIFA deliberò che le ultime partite dei gironi si sarebbero svolte in contemporanea.[2] La disposizione, che fu presente già agli Europei 1984 in Francia[3][4], venne seguita nel Mondiale successivo.

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Gijón
25 giugno 1982, ore 17:15 UTC+1
Germania Ovest Germania Ovest 1 – 0
referto
Austria Austria Stadio El Molinón (41 000 spett.)
Arbitro Scozia Valentine

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ulrich Hesse-Lichtenberger, Tor!: The Story of German Football, WSC Books Limited, 2003, pagine 248-249.
  2. ^ La storia dei Mondiali - 1982, in Spagna nel segno di Rossi, it.eurosport.yahoo.com, 31 maggio 2010. URL consultato il 13 luglio 2014.
  3. ^ The Game that Changed the World Cup - Algeria, algeria.com. URL consultato il 13 luglio 2014.
  4. ^ Andrei S. Markovits, Lars Rensmann, Gaming the World: How Sports Are Reshaping Global Politics and Culture, Princeton University Press, 2010, pagina 73.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]