Qualificazioni al campionato mondiale di calcio 1974

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

99 squadre partecipano alle qualificazioni per il Campionato mondiale di calcio 1974 per un totale di 16 posti disponibili per la fase finale. La Germania Ovest (come paese ospitante) e il Brasile (come campione in carica) sono qualificate automaticamente, lasciando così solo 14 posti per la fase finale.

I 16 posti disponibili per la Coppa del Mondo 1974 sono suddivisi tra le confederazioni nei seguenti modi:

  • Europa (UEFA): 9,5 posti, di cui uno già occupato dalla Germania Ovest; gli altri 8,5 posti sono contesi da 32 squadre. La peggiore prima classificata accede allo spareggio intercontinentale (contro una squadra del CONMEBOL).
  • Sud America (CONMEBOL): 3,5 posti, di cui uno già occupato dal Brasile; gli altri 2,5 sono contesi da 9 squadre. La terza peggio classificata accede allo spareggio (contro una squadra della UEFA).
  • Nord America, Centro America e Caraibi (CONCACAF): 1 posto, conteso da 14 squadre.
  • Africa (CAF): 1 posto, conteso da 24 squadre.
  • Asia (AFC) e Oceania (OFC): 1 posto, conteso da 18 squadre.

Ben 90 squadre giocano almeno una partita di qualificazione. Sono giocati 226 incontri, e sono segnati 620 goal (con una media di 2,74 per partita).

Zone continentali[modifica | modifica wikitesto]

UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo 1 - Svezia Svezia qualificata.
Gruppo 2 - Italia Italia qualificata.
Gruppo 3 - Paesi Bassi Paesi Bassi qualificata.
Gruppo 4 - Germania Est Germania Est qualificata.
Gruppo 5 - Polonia Polonia qualificata.
Gruppo 6 - Bulgaria Bulgaria qualificata.
Gruppo 7 - Jugoslavia Jugoslavia qualificata.
Gruppo 8 - Scozia Scozia qualificata.
Gruppo 9 - URSS URSS qualificata allo spareggio CONMEBOL-UEFA.

CONMEBOL[modifica | modifica wikitesto]

Uruguay Uruguay e Argentina Argentina qualificate.
Cile Cile qualificato allo spareggio CONMEBOL-UEFA.

CONCACAF[modifica | modifica wikitesto]

Haiti Haiti qualificato.

CAF[modifica | modifica wikitesto]

Zaire Zaire qualificato.

AFC e OFC[modifica | modifica wikitesto]

Australia Australia qualificata.

Spareggi intercontinentali[modifica | modifica wikitesto]

Incontri di andata e ritorno, il vincitore si qualifica.

Spareggio CONMEBOL-UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Lo spareggio si svolse pochi giorni dopo il colpo di Stato anticomunista in Cile (avvenuto l'11 settembre 1973).

Data Luogo Squadra 1 Risultato Squadra 2
26 settembre 1973 Mosca URSS URSS 0 - 0 Cile Cile
21 novembre 1973 Santiago del Cile Cile Cile 2 - 0
(a tavolino)
URSS URSS

Cile Cile qualificato alla fase finale. L'URSS rifiutò di giocare l'incontro di ritorno, previsto per il 21 novembre 1973 all'Estadio Nacional de Chile di Santiago, perché la struttura era utilizzata dal regime militare cileno come campo di concentramento e di tortura dei dissidenti dopo il golpe dell'11 settembre. La richiesta sovietica di disputare l'incontro in campo neutro fu respinta dalla FIFA e la squadra non si presentò. I cileni erano regolarmente in campo e la partita ebbe inizio con una sola squadra; dopo la rete siglata nei primi secondi dai cileni, l'arbitro interruppe l'incontro che fu dato vinto a tavolino per 2-0 al Cile, qualificandolo per la fase finale del mondiale.[1]

Squadre qualificate[modifica | modifica wikitesto]

Le nazionali qualificate
Squadra Numero di presenze Numero di presenze consecutive Ultima apparizione
Argentina Argentina 6 1 1966
Australia Australia 1 1 esordiente
Brasile Brasile [2] 10 10 1970
Bulgaria Bulgaria 4 4 1970
Cile Cile 5 1 1966
Germania Est Germania Est 1 1 esordiente
bandiera Germania Ovest [3] 8 6 1970
Haiti Haiti 1 1 esordiente
Italia Italia 8 4 1970
Jugoslavia Jugoslavia 6 1 1962
Paesi Bassi Paesi Bassi 3 1 1938
Polonia Polonia 2 1 1938
Scozia Scozia 3 1 1958
Svezia Svezia 6 2 1970
Uruguay Uruguay 7 4 1970
Zaire Zaire 1 1 esordiente

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Chile – URSS (1973) : el partido fantasma, Curiosidades del fútbol, 7 maggio 2012. URL consultato l'11 ottobre 2017.
  2. ^ Qualificato automaticamente quale campione del mondo in carica
  3. ^ Qualificata automaticamente quale paese organizzatore

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio