Stadio San Pietroburgo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stadio San Pietroburgo
Spb 06-2017 img40 Krestovsky Stadium.jpg
Informazioni
StatoRussia Russia
UbicazioneSan Pietroburgo
Inizio lavori2007
Inaugurazione2017
Costo1,1 miliardi $[1]
Mat. del terrenoMixto Hybrid Grass Technology
ProprietarioSan Pietroburgo e Saint Petersburg City Administration
GestoreFutbol'nyj Klub Zenit Sankt-Peterburg
ProgettoKisho Kurokawa Architect and Associates
Uso e beneficiari
CalcioZenit S. Pietroburgo
Capienza
Posti a sedere64 468
Mappa di localizzazione

Coordinate: 59°58′22.63″N 30°13′13.92″E / 59.972953°N 30.220533°E59.972953; 30.220533

Lo stadio San Pietroburgo (in russo: Стадион Санкт-Петербург?) è uno stadio di calcio situato nella parte occidentale dell'Isola Krestovskij a San Pietroburgo, Russia. Con una capienza di 66.881 posti a sedere, ospita le partite casalinghe dello Zenit S. Pietroburgo. Lo stadio verrà anche utilizzato per ospitare alcune partite del campionato mondiale di calcio 2018 e di Euro 2020.[2][3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lo stadio è stato progettato per sostituire il vecchio stadio Petrovskij come casa dello Zenit S. Pietroburgo. Tale necessità è diventata ancora più impellente dopo l'assegnazione alla Russia campionato mondiale di calcio 2018.

Il progetto è stato curato dall'architetto giapponese Kishō Kurokawa, già progettista del Toyota Stadium di Toyota, Giappone. Lo stadio sorgerà sulle ceneri del Kirov Stadium demolito nel 2005.

L'inaugurazione dell'impianto è stata il 27 ottobre del 2016.[4] Però in novembre una commissione tecnica della FIFA scoprì che il campo retrattile non era stabile, causando vibrazioni non accettabili. Il Primo Ministro Russo Vitaly Mutko dichiarò che sarebbero state trovate delle soluzioni.

Il nome dello stadio non è stato deciso ufficialmente. Nel luglio del 2009, il presidente dello Zenit S. Pietroburgo ha annunciato che lo stadio si sarebbe chiamato Zenit Arena.[5] Nel settembre 2009, presidente del consiglio d'amministrazione della società petrolifera Gazprom, ha detto ai giornalisti che lo stadio si sarebbe chiamato Gazprom Arena.[5]

FIFA Confederations Cup 2017[modifica | modifica wikitesto]

Data Ora (CET) Squadra #1 Ris. Squadra #2 Fase del torneo Spettatori
17 giugno 2017 18:00 Russia Russia 2 - 0 Nuova Zelanda Nuova Zelanda Girone A (gara inaugurale) 50 251[6]
22 giugno 2017 18:00 Camerun Camerun 1 - 1 Australia Australia Girone B 35 021[7]
24 giugno 2017 18:00 Nuova Zelanda Nuova Zelanda 0 - 4 Portogallo Portogallo Girone A 56 290[8]
2 luglio 2017 21:00 Cile Cile 0 - 1 Germania Germania Finale 57 268[9]

Coppa del Mondo FIFA 2018[modifica | modifica wikitesto]

Data Ora Squadra #1 Ris. Squadra #2 Fase del torneo Spettatori
15 giugno 2018 18:00 Marocco Marocco 0 - 1 Iran Iran Girone B 62 548[10]
19 giugno 2018 21:00 Russia Russia 3 - 1 Egitto Egitto Girone A 64 468[11]
22 giugno 2018 15:00 Brasile Brasile 2 - 0 Costa Rica Costa Rica Girone E 64 468[12]
26 giugno 2018 21:00 Nigeria Nigeria 1 - 2 Argentina Argentina Girone D 64 468[13]
3 luglio 2018 17:00 Svezia Svezia 1 - 0 Svizzera Svizzera Ottavi di finale 64 042[14]
10 luglio 2018 21:00 Francia Francia 1 - 0 Belgio Belgio Semifinali 64 286[15]
14 luglio 2018 17:00 Belgio Belgio 2 - 0 Inghilterra Inghilterra Finale per il terzo posto 64 406[16]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ rg.ru
  2. ^ fifa.com
  3. ^ L'Uefa comunica le tredici città prescelte per ospitare Euro 2020: al Wembley di Londra si terrà la finale, selezionata anche Roma, Uefa.com, 19 settembre 2014.
  4. ^ fifa.com
  5. ^ a b fontanka.ru
  6. ^ Russia-Nuova Zelanda (PDF), Fédération Internationale de Football Association, 17 giugno 2017.
  7. ^ Camerun-Australia (PDF), Fédération Internationale de Football Association, 22 giugno 2017.
  8. ^ Nuova Zelanda-Portogallo (PDF), Fédération Internationale de Football Association, 24 giugno 2017.
  9. ^ Cile-Germania (PDF), Fédération Internationale de Football Association, 2 luglio 2017.
  10. ^ Marocco-Iran (PDF), Fédération Internationale de Football Association, 15 giugno 2018.
  11. ^ Russia-Egitto (PDF), Fédération Internationale de Football Association, 19 giugno 2018.
  12. ^ Brasile-Costa Rica (PDF), Fédération Internationale de Football Association, 22 giugno 2018.
  13. ^ Nigeria-Argentina (PDF), Fédération Internationale de Football Association, 26 giugno 2018.
  14. ^ Svezia-Svizzera (PDF), Fédération Internationale de Football Association, 3 luglio 2018.
  15. ^ Francia-Belgio (PDF), Fédération Internationale de Football Association, 10 luglio 2018.
  16. ^ Belgio-Inghilterra (PDF), Fédération Internationale de Football Association, 14 luglio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]