Nižnij Novgorod

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nižnij Novgorod
città, capoluogo di distretto
(RU) Нижний Новгород
Nižnij Novgorod – Stemma Nižnij Novgorod – Bandiera
Il Cremlino, la chiesa della Natività degli Stroganov, la fiera, il teatro Drammatico, la scala di Chkalov, la piazza di Minin e Požarskij
Il Cremlino, la chiesa della Natività degli Stroganov, la fiera, il teatro Drammatico, la scala di Chkalov, la piazza di Minin e Požarskij
Localizzazione
Stato Russia Russia
Distretto federale Volga
Soggetto federale Oblast' di Nižnij Novgorod
Amministrazione
Presidente Ivan Karnilin
Data di istituzione 1221
Territorio
Coordinate 56°19′37″N 44°00′27″E / 56.326944°N 44.0075°E56.326944; 44.0075 (Nižnij Novgorod)Coordinate: 56°19′37″N 44°00′27″E / 56.326944°N 44.0075°E56.326944; 44.0075 (Nižnij Novgorod)
Altitudine 200 m s.l.m.
Superficie 466,5 km²
Abitanti 1 267 760 (2015)
Densità 2 717,6 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 603000–603998
Prefisso (+7) 831
Fuso orario UTC+3
Targa 52, 152
Cartografia
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Nižnij Novgorod
Nižnij Novgorod
Mappa di Nižnij Novgorod
Mappa di Nižnij Novgorod
Sito istituzionale

Nižnij Novgorod (in russo: Нижний Новгород?, pronuncia: /ˈnʲiʐnʲɪj ˈnovɡərət/, ascolta[?·info]) è una città della Russia europea centrale, capoluogo dell'omonimo oblast' è di Distretto Federale del Volga.

Dal 1932 al 1991 ha avuto il nome di Gor'kij in omaggio al celebre scrittore Maksim Gor'kij, che vi nacque nel 1868. Dal 1959 fino al 1991 fu una città chiusa, nella quale venne esiliato, tra gli altri, il fisico Andrej Sacharov.

La città è stata fondata nel 1221 dal principe Jurij II di Vladimir. Nel 1612 Kuz'ma Minin e il principe Dmitrij Požarskij ha organizzato un grande esercito per la liberazione di Mosca dai polacchi. Nel 1817 Nižnij Novgorod è diventato un grande centro commerciale dell'Impero russo. Durante il periodo sovietico, la città divenne un importante centro industriale. Nella città fu costruita la Fabbrica Automobili di Gor'kij. Durante la seconda guerra mondiale Gorkij è diventato il più grande fornitore di materiale militare al fronte. A causa di questo, la Luftwaffe ha costantemente bombardato la città dall'aria. La maggior parte delle bombe dei tedeschi sono scese sulla fabbrica di automobili di Gorkij. La maggior parte degli edifici sono stati completamente distrutti. I residenti della città hanno ricostruito la fabbrica dopo 100 giorni.

Dopo la guerra, Gorkij è diventata una "città chiusa". Nel 1985 ha aperto metropolitana. Dopo il dissoluzione dell'Unione Sovietica, nel 1991, la città è stata rinominata Nižnij Novgorod. Nel 2016 Vladimir Putin ha aperto una nuova fabbrica di difesa in onore del 70 ° anniversario della vittoria.

La città è un centro politico, economico, scientifico e culturale della Russia. È il più grande centro di trasporto e il centro amministrativo del Distretto Federale del Volga. Uno del corso principale del turismo fluviale in Russia. Nel centro della città, ci sono università, chiese, musei e teatri. Il Cremlino è il centro principale della città. Il suo territorio si concentrano le principali autorità comunali e il Distretto Federale del Volga.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sul luogo del futuro Cremlino in pietra, una piccola fortezza russa in legno venne fondata nel 1221 dal Granduca Juri II di Vladimir. Situato alla confluenza dei due principali fiumi del suo principato, il Volga e l'Oka, venne denominata Nižnij Novgorod. Il nome letteralmente significa "Nuova città inferiore", per distinguerla dalla più antica Velikij Novgorod. La sua esistenza autonoma era continuamente minacciata dagli attacchi dei Mordvini. Il tentativo più pericoloso fatto da Inäzor Purgaz da Arzamas nel gennaio 1229 venne respinto, ma dopo la morte di Jurij II, nella battaglia del fiume Sit' il 4 marzo 1238, i Mongoli occuparono la fortezza ed i resti del piccolo insediamento di Nižnij Novgorod si arresero senza resistenza, per conservare quanto costruito dopo l'attacco di Purgaz di otto anni prima. Divenuta una delle principali roccaforti per il controllo dei confini, la fortezza di Nižnij Novgorod sfruttava l'avvallamento naturale formato dai due fiumi.

Insieme a Mosca e Tver', Nižnij Novgorod fu tra le città di nuova fondazione che sfuggirono alle devastazioni dell'invasione dei Mongoli, a causa della loro scarsa importanza, ma che poi si svilupparono in grandi centri della vita politica dello stato russo vassallo, nel periodo del "giogo Tataro". Con l'approvazione del Khan mongolo, Nižnij Novgorod venne assorbita dal principato di Vladimir-Suzdal nel 1264. Dopo 86 anni la sua importanza crebbe ulteriormente quando la sede del potente principato di Suzdal venne qui spostata da Gorodec, nel 1350. Il granduca Dmitrij Konstantinovič (1323-1383) aveva intenzione di fare della sua capitale una degna rivale di Mosca: costruì una cittadella in pietra e diverse chiese, e fu inoltre protettore degli storici. Il più antico manoscritto ancora esistente della Cronaca dei tempi passati, il Codice Laurenziano, venne scritto per lui dal monaco Laurenzio nel 1377.

Nel 1392 fu incorporata nel Granducato di Mosca; durante il periodo dell'Impero russo fu capoluogo del Governatorato di Nižnij Novgorod.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Situata alla confluenza del fiume Oka nel Volga, è la quinta città più popolosa della Russia, con 1.255.159 abitanti. Sorge lungo il tracciato[1] della ferrovia transiberiana, a metà strada fra le città di Mosca e Kazan'. Il territorio dell'Oblast' si estende per 74.800 km², e conta 3.687.300 abitanti (secondo una stima del 1999).

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Nižnij Novgorod è sede della fabbrica automobilistica G.A.Z. ((IT) Fabbrica Automobili di Gor'kij, Gor'kovskij Avtomobilnyj Zavod)[2], fondata nel 1929 con l'aiuto della Ford e nota anche per la produzione dei primi fuoristrada russi. Nel porto fluviale cittadino sono presenti anche dei cantieri navali, produttori, tra l'altro, dei sommergibili di Classe Priz (DSRV). Dal 1993 l'organizzazione no-profit statunitense avventista 3ABN Three Angels Broadcasting Network ha anche un grande centro di produzione di televisione satellitare 24 ore al giorno, e la relativa radio annessa, a Nižnij Novgorod.[3]

Cultura e turismo[modifica | modifica wikitesto]

La città è un importante centro culturale, dotato di numerosi edifici storici e monumenti. Tra i maggiori luoghi d'interesse architettonico c'è il Cremlino di Nižnij Novgorod con le sue 13 torri, cuore storico della città, al cui interno si trovano i seguenti monumenti:

Fiera di Nižnij Novgorod
Cattedrale di Aleksandr Nevskij

La città è ricca di edifici religiosi di rilevanza storica ed architettonica:

Altri luoghi d'interesse storico sono:

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi celebri[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La squadra principale della città è il Volga Nižnij Novgorod.

Hockey su ghiaccio[modifica | modifica wikitesto]

La squadra del Torpedo Nižnij Novgorod milita nel massimo campionato russo, la Kontinental Hockey League.

Basket[modifica | modifica wikitesto]

La squadra principale della città è il Basketbol'nyj klub Nižnij Novgorod. Milita in VTB United League.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ordine di Lenin - nastrino per uniforme ordinaria Ordine di Lenin
— 1970

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mosca-Ekaterinburg via Novgorod-Kazan, alternato a quello via Jaroslavl'-Kirov-Perm'
  2. ^ (ENDERU) Info sul sito della GAZ
  3. ^ 3ABN Russia Three Angels Broadcasting Network Russia http://english.3angels.ru/
  4. ^ città gemellate dal sito ufficiale di Linz (PDF), linz.at. URL consultato il 24-07-2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Stemma dell'Oblast' di Nižnij Novgorod Città dell'Oblast' di Nižnij Novgorod Bandiera della Russia
Capoluogo: Nižnij Novgorod

Arzamas | Balachna | Bogorodsk | Bor | Čkalovsk | Diveevo | Dzeržinsk | Gorbatov | Gorodec | Knjaginino | Kstovo | Kulebaki | Lukojanov | Lyskovo | Navašino | Pavlovo | Perevoz | Pervomajsk | Šachun'ja | Sarov | Semënov | Sergač | Uren' | Vetluga | Volodarsk | Vorsma | Vyksa | Zavolž'e

Controllo di autorità VIAF: (EN130267941 · GND: (DE4021633-0 · BNF: (FRcb121337377 (data)
Russia Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Russia