Mateo Kovačić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mateo Kovačić
Mateo Kovačić (cropped).JPG
Kovačić con la maglia del Real Madrid
Nazionalità Croazia Croazia
Altezza 181[1] cm
Peso 75[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Real Madrid
Carriera
Giovanili
2000-2007 LASK Linz
2007-2010 Dinamo Zagabria
Squadre di club1
2010-2013 Dinamo Zagabria 43 (7)
2013-2015 Inter 80 (5)
2015- Real Madrid 52 (1)
Nazionale
2008-2009 Croazia Croazia U-14 2 (1)
2008-2009 Croazia Croazia U-15 2 (0)
2009-2010 Croazia Croazia U-17 15 (0)
2009-2010 Croazia Croazia U-19 4 (0)
2010-2014 Croazia Croazia U-21 7 (0)
2013- Croazia Croazia 32 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 maggio 2017

Mateo Kovačić (Linz, 6 maggio 1994) è un calciatore croato, centrocampista del Real Madrid e della Nazionale croata.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi e Dinamo Zagabria[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a giocare all'età di 6 anni nella squadra locale del LASK Linz.[2][3] Nel 2007, quando Kovačić aveva 13 anni, si trasferisce a Zagabria con la famiglia andando a giocare nel settore giovanile della Dinamo Zagabria.[3]

Ha subìto un infortunio nel 2009 in cui si è rotto una gamba; tornato in campo il 31 maggio 2010, gioca l'ultima partita del campionato croato Under-17 vincendo 5–0 contro lo RNK Spalato.[4]

Ha iniziato ad allenarsi con la prima squadra sotto la guida di Vahid Halilhodžić quattro mesi più tardi, il 6 ottobre,[5] continuando a giocare anche nel settore giovanile del club fino alla fine del mese.

Ha fatto il suo debutto tra i professionisti nel campionato 2010-2011 nella partita contro il Hrvatski Dragovoljac disputata il 20 novembre 2010; in quell'occasione ha segnato il quarto gol dell'incontro nella vittoria ottenuta per 6-0 dalla Dinamo Zagabria.[6] Questa gara fa di lui il più giovane debuttante e marcatore nella storia della massima serie croata, 16 anni e 198 giorni, e gli permette di battere il record fissato solo una settimana prima da Dino Špehar (16 anni e 278 giorni).[7][8]

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 gennaio 2013 viene acquistato dall'Inter[9] firmando un contratto da un milione di euro l'anno, comprensivo di bonus.[10] La Dinamo Zagabria incassa € 11 milioni più 4 di bonus.[11] In nerazzurro indossa la maglia numero 10,[12] mentre in Europa League veste il 29 (l'altra maglia era già stata portata da Sneijder durante i turni preliminari e la fase a gironi).[13] Esordisce in Serie A il 3 febbraio, nella sconfitta per 3-1 in casa del Siena.[14] In tutto gioca 18 partite (13 di campionato, 1 di Coppa Italia e 4 di Europa League).

Nella stagione 2013-2014 gioca in tutto 35 partite (32 di campionato più 3 di Coppa Italia) mettendosi in mostra soprattutto nelle ultime partite quando il tecnico Walter Mazzarri decide di concedergli più spazio. In Inter-Lazio del 10 maggio 2014, si rende appunto protagonista con tre assist utili per la vittoria.[15][16]

Il 28 agosto seguente segna le prime reti, con una tripletta allo Stjarnan (6-0) nei play-off di Europa League.[17] Il 14 settembre si sblocca anche nel campionato italiano, in occasione del 7-0 contro il Sassuolo.[18] Termina la stagione con 44 presenze e 8 gol tra campionato, Coppa Italia ed Europa League.

Complessivamente con l'Inter in due anni e mezzo ha messo insieme 97 presenze e 8 gol.

Real Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 agosto 2015 si trasferisce al Real Madrid in cambio di 29 milioni di euro più bonus,[19] firmando un contratto di sei anni.[20] Il 28 maggio 2016, pur non essendo tra i convocati per la finale,[21] vince la sua prima Champions League (2015-2016) a San Siro con la vittoria ai rigori dopo l'1-1 contro l'Atlético Madrid.[22] Conclude quindi la stagione con 34 presenze. Nella stagione successiva esordisce vincendo la Supercoppa UEFA contro il Siviglia, per poi aggiudicarsi sia il campionato,[23] che la Champions League.[24]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Kovačić e Neymar durante la partita inaugurale dei Mondiali 2014.

Il 22 marzo 2013 esordisce con la maglia della Nazionale croata, nella vittoria per 2-0 contro la Serbia.[25] Viene convocato per il Mondiale 2014 scendendo in campo nelle tre gare della fase a gironi.[26] Segna la prima rete in Nazionale il 7 giugno 2015, con un colpo di tacco contro Gibilterra.[27] Convocato per gli Europei 2016 in Francia,[28] scende in campo in due occasioni durante la manifestazione.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 3 giugno 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2010-2011 Croazia Dinamo Zagabria 1. HNL 7 1 CC 2 0 UCL 0 0 SC 0 0 9 1
2011-2012 1. HNL 25 5 CC 7 1 UCL 12[29] 1 - - - 44 7
2012-gen. 2013 1. HNL 11 1 CC 1 0 UCL 8[30] 0 - - - 20 1
Totale Dinamo Zagabria 43 7 10 1 20 1 0 0 73 9
gen.-giu. 2013 Italia Inter A 13 0 CI 1 0 UEL 4 0 - - - 18 0
2013-2014 A 32 0 CI 3 0 - - - - - - 35 0
2014-2015 A 35 5 CI 1 0 UEL 8[31] 3[32] - - - 44 8
Totale Inter 80 5 5 0 12 3 - - 97 8
2015-2016 Spagna Real Madrid PD 25 0 CR 1 0 UCL 8 1 - - - 34 1
2016-2017 PD 27 1 CR 4 0 UCL 7 1 SU+Cmc 1+1 0+0 40 2
Totale Real Madrid 52 1 5 0 15 2 2 0 60 3
Totale carriera 164 13 20 1 44 6 2 0 230 20

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Croazia Croazia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
22-3-2013 Zagabria Croazia Croazia 2 – 0 Serbia Serbia Qual. Mondiali 2014 -
26-3-2013 Swansea Galles Galles 1 – 2 Croazia Croazia Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 61’ 61’ - Ammonizione al 61’ 61’
7-6-2013 Zagabria Croazia Croazia 0 – 1 Scozia Scozia Qual. Mondiali 2014 -
10-6-2013 Lancy Croazia Croazia 0 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 66’ 66’
6-9-2013 Belgrado Serbia Serbia 1 – 1 Croazia Croazia Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 63’ 63’
11-10-2013 Zagabria Croazia Croazia 1 – 2 Belgio Belgio Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 65’ 65’
19-11-2013 Zagabria Croazia Croazia 2 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 75’ 75’
5-3-2014 San Gallo Svizzera Svizzera 2 – 2 Croazia Croazia Amichevole - Uscita al 56’ 56’
31-5-2014 Osijek Croazia Croazia 2 – 1 Mali Mali Amichevole - Ingresso al 60’ 60’
7-6-2014 Salvador Croazia Croazia 1 – 0 Australia Australia Amichevole - Uscita al 59’ 59’
12-6-2014 San Paolo Brasile Brasile 3 – 1 Croazia Croazia Mondiali 2014 - 1º turno - Uscita al 61’ 61’
18-6-2014 Manaus Camerun Camerun 0 – 4 Croazia Croazia Mondiali 2014 - 1º turno - Ingresso al 72’ 72’
23-6-2014 Recife Croazia Croazia 1 – 3 Messico Messico Mondiali 2014 - 1º turno - Ingresso al 58’ 58’
4-9-2014 Pola Croazia Croazia 2 – 0 Cipro Cipro Amichevole - Uscita al 78’ 78’
9-9-2014 Zagabria Croazia Croazia 2 – 0 Malta Malta Qual. Euro 2016 - Uscita al 46’ 46’
10-10-2014 Sofia Bulgaria Bulgaria 0 – 1 Croazia Croazia Qual. Euro 2016 - Ingresso al 80’ 80’
13-10-2014 Osijek Croazia Croazia 6 – 0 Azerbaigian Azerbaigian Qual. Euro 2016 - Uscita al 24’ 24’
12-11-2014 Londra Argentina Argentina 2 – 1 Croazia Croazia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
16-11-2014 Milano Italia Italia 1 – 1 Croazia Croazia Qual. Euro 2016 - Ingresso al 28’ 28’
7-6-2015 Zagabria Croazia Croazia 4 – 0 Gibilterra Gibilterra Amichevole 1 Uscita al 46’ 46’
12-6-2015 Spalato Croazia Croazia 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 87’ 87’ - Uscita al 90+2’ 90+2’
3-9-2015 Baku Azerbaigian Azerbaigian 0 – 0 Croazia Croazia Qual. Euro 2016 - Ingresso al 59’ 59’ - Ammonizione al 90+2’ 90+2’
10-10-2015 Zagabria Croazia Croazia 3 – 0 Bulgaria Bulgaria Qual. Euro 2016 -
13-10-2015 Ta' Qali Malta Malta 0 – 1 Croazia Croazia Qual. Euro 2016 -
23-3-2016 Osijek Croazia Croazia 2 – 0 Israele Israele Amichevole - Ingresso al 57’ 57’
26-3-2016 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 1 Croazia Croazia Amichevole - Uscita al 75’ 75’
4-6-2016 Fiume Croazia Croazia 10 – 0 San Marino San Marino Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
17-6-2016 Saint-Étienne Rep. Ceca Rep. Ceca 2 – 2 Croazia Croazia Euro 2016 - 1º turno - Ingresso al 62’ 62’
21-6-2016 Bordeaux Croazia Croazia 2 – 1 Spagna Spagna Euro 2016 - 1º turno - Ingresso al 82’ 82’
6-10-2016 Scutari Kosovo Kosovo 0 – 6 Croazia Croazia Qual. Mondiali 2018 -
9-10-2016 Tampere Finlandia Finlandia 0 – 1 Croazia Croazia Qual. Mondiali 2018 -
12-11-2016 Zagabria Croazia Croazia 2 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 46’ 46’
Totale Presenze 32 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Dinamo Zagabria: 2010-2011, 2011-2012
Dinamo Zagabria: 2010-2011, 2011-2012
Dinamo Zagabria: 2010-2011
Real Madrid: 2016-2017

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid: 2015-2016, 2016-2017
Real Madrid: 2016
Real Madrid: 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b F.C. Internazionale - Sito Ufficiale
  2. ^ Mateo Kovačić - Player changes, player transfers, Transfermarkt. URL consultato il 20 novembre 2010.
  3. ^ a b (HR) Tomislav Židak, Meteor Kovačić: Svi su ludi za dječakom koji je već sa 13 igrao zrelo kao nekad Maradona, in Jutarnji list. URL consultato il 22 novembre 2010.
  4. ^ (HR) Borna Rupnik, Kadeti Dinama za naslov prestigli Hajduk, in Sportnet.hr, 31 maggio 2010. URL consultato il 22 novembre 2010.
  5. ^ (HR) Mateo Kovačić od danas trenira sa seniorima Dinama: Plaši me nadimak Hrvatski Messi, in Sportske novosti, 6 ottobre 2010. URL consultato il 20 novembre 2010.
  6. ^ (HR) Borna Rupnik, I Kovačić strijelac u Dinamovoj šestici, in Sportnet.hr, 20 novembre 2010. URL consultato il 20 novembre 2010.
  7. ^ (HR) Mateo Kovačić najmlađi je strijelac Prve HNL, TPortal, 20 novembre 2010. URL consultato il 20 novembre 2010.
  8. ^ (HR) Mario Plavčić, Špehar spasio bijelo-plave, in Sportnet.hr, 13 novembre 2010. URL consultato il 22 novembre 2010.
  9. ^ Mercato: entrata e uscita, tutte le operazioni. URL consultato il 1º febbraio 2013.
  10. ^ CdS - Kovacic: tutte le cifre dell'ingaggio. Per i bonus... Fcinternews.it
  11. ^ Inter, tutti i dettagli sull'affare Kovacic Tuttomercatoweb.com, 1º febbraio 2013
  12. ^ Squadra Inter.it
  13. ^ Kovacic cambia ancora: in Europa sarà 29 perché..., fcinternews.it, 13 febbraio 2013. URL consultato il 25 maggio 2014.
  14. ^ Valerio Clari, Siena-Inter 3-1, Stramaccioni affonda sotto i gol di Sestu e Emeghara, La Gazzetta dello Sport, 3 febbraio 2013. URL consultato il 18 giugno 2015.
  15. ^ Valerio Clari, Inter-Lazio 4-1. Gol di Biava, Palacio (2), Icardi e Hernanes. E Zanetti fa festa, La Gazzetta dello Sport, 10 maggio 2014. URL consultato il 7 luglio 2015.
  16. ^ La Buona Inter: Mateo Kovacic, Canale Inter, 1º aprile 2015. URL consultato il 1º aprile 2015.
  17. ^ Inter, Mazzarri: "Kovacic sta crescendo nel modo giusto", La Gazzetta dello Sport, 28 agosto 2014. URL consultato il 29 agosto 2014.
  18. ^ Luca Taidelli, Inter-Sassuolo 7-0, Icardi-Osvaldo coppia regina, La Gazzetta dello Sport, 14 settembre 2014. URL consultato il 14 settembre 2014.
  19. ^ Inter, Thohir studia 4 acquisti per lo scudetto: piacciono Pjaca e Kaya, gazzetta.it, 21 ottobre 2015.
  20. ^ (ES) Comunicado oficial: Mateo Kovačić, realmadrid.com, 18 agosto 2015.
  21. ^ Dario Di Noi, Kovacic, ma che flop: la finale di Milano se la guarda in tribuna! Real: "Si vedrà...", fcinter1908.it, 28 maggio 2016. URL consultato il 18 gennaio 2017.
  22. ^ Champions League, Real Madrid-Atletico 6-4 (1-1 dts): è l'undicesima volta delle merengues, corrieredellosport.it, 28 maggio 2016.
  23. ^ Real Madrid campione di Spagna: è la Liga numero 33, gazzetta.it, 21 maggio 2017. URL consultato il 3 giugno 2017.
  24. ^ Champions: Juve, svanisce il sogno. Il Real di Ronaldo campione d'Europa: 4-1, gazzetta.it, 3 giugno 2017. URL consultato il 3 giugno 2017.
  25. ^ Croazia-Serbia 2-0: cori nazionalisti e fischi, ma nessun incidente, La Gazzetta dello Sport, 23 marzo 2013. URL consultato il 14 ottobre 2013.
  26. ^ Luca Calamai, Mondiale 2014, lite interista tra Hernanes e Kovacic, La Gazzetta dello Sport, 13 giugno 2014. URL consultato il 18 agosto 2015.
  27. ^ Croazia, poker anti-Italia: 4-0 a Gibilterra. In Francia è Belgio show: 3-4, La Gazzetta dello Sport, 7 giugno 2015. URL consultato il 18 agosto 2015.
  28. ^ (HR) IZBORNIK ČAČIĆ OBJAVIO KONAČAN POPIS PUTNIKA ZA EP, hns-cff.hr, 31 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2016.
  29. ^ 6 presenze nei turni preliminari.
  30. ^ 2 presenze nei turni preliminari.
  31. ^ 2 presenze nei play-off.
  32. ^ Nei play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]