Mateo Kovačić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mateo Kovačić
Mateo Kovacic vs. Portugal, 10th June 2013-2.jpg
Kovačić con la maglia della Croazia
Nazionalità Croazia Croazia
Altezza 181[1] cm
Peso 75[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Real Madrid
Carriera
Giovanili
2000-2007
2007-2010
LASK Linz LASK Linz
Dinamo Zagabria Dinamo Zagabria
Squadre di club1
2010-2013 Dinamo Zagabria Dinamo Zagabria 43 (7)
2013-2015 Inter 80 (5)
2015- Real Madrid 2 (0)
Nazionale
2008-2009
2008-2009
2009-2010
2009-2010
2010-
2013-
Croazia Croazia U-14
Croazia Croazia U-15
Croazia Croazia U-17
Croazia Croazia U-19
Croazia Croazia U-21
Croazia Croazia
2 (1)
2 (0)
15 (0)
4 (0)
6 (0)
21 (1)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 agosto 2015

Mateo Kovačić (Linz, 6 maggio 1994) è un calciatore croato, centrocampista del Real Madrid e della Nazionale croata.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Destro naturale, è considerato uno dei giovani più forti e promettenti del calcio mondiale. Si distingue nel ruolo di mezzala e regista, ruolo in cui dimostra di essere un abile distributore di gioco, riuscendo a impostare molte delle azioni rifinite poi dalle prime punte. Dotato di una eccellente tecnica, i suoi punti di forza sono il dribbling e il passaggio filtrante. È in grado di attaccare per via centrale, riuscendo alle volte a penetrare in area di rigore con una serpentina molto efficace.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi e Dinamo Zagabria[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a giocare all'età di 6 anni nella squadra locale del LASK Linz.[2][3] Nel 2007, quando Kovačić aveva 13 anni, si trasferisce a Zagabria con la famiglia andando a giocare nel settore giovanile della Dinamo Zagabria.[3]

Ha subìto un infortunio nel 2009 in cui si è rotto una gamba; tornato in campo il 31 maggio 2010, gioca l'ultima partita del campionato croato Under-17 vincendo 5–0 contro lo Split.[4]

Ha iniziato ad allenarsi con la prima squadra sotto la guida di Vahid Halilhodžić quattro mesi più tardi, il 6 ottobre,[5] continuando a giocare anche nel settore giovanile del club fino alla fine del mese.

Ha fatto il suo debutto tra i professionisti nel campionato 2010-2011 nella partita contro il Hrvatski Dragovoljac disputata il 20 novembre 2010; in quell'occasione ha segnato il quarto gol dell'incontro nella vittoria ottenuta per 6-0 dalla Dinamo Zagabria.[6] Questa gara fa di lui il più giovane debuttante e marcatore nella storia della massima serie croata, 16 anni e 198 giorni, e gli permette di battere il record fissato solo una settimana prima da Dino Špehar (16 anni e 278 giorni).[7][8]

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 gennaio 2013, tramite la mediazione dell'avvocato Bozzo, viene acquistato dall'Inter [9] firmando un contratto da un milione di euro l'anno, comprensivo di bonus legati alle eventuali qualificazioni europee ed ai successi nazionali.[10] La Dinamo Zagabria incassa 11 milioni di euro più 4 di bonus (2 se nei prossimi quattro anni l'Inter si qualificherà almeno due volte in Champions League, 2 se l'Inter vincerà due scudetti nei prossimi quattro anni e mezzo).[11] In nerazzurro indossa la maglia numero 10 [12] mentre in Europa League veste il 29 (l'altra maglia era già stata portata da Sneijder durante i turni preliminari e la fase a gironi).[13] Esordisce in Serie A il 3 febbraio, nella sconfitta per 3-1 in casa del Siena.[14] In tutto gioca 18 partite (13 di campionato, 1 di Coppa Italia e 4 di Europa League).

Nella stagione 2013-2014 gioca in tutto 35 partite (32 di campionato più 3 di Coppa Italia) mettendosi in mostra soprattutto nelle ultime partite quando mister Mazzarri decide di concedergli più spazio. In Inter-Lazio del 10 maggio 2014, si rende appunto protagonista con tre assist utili per la vittoria.[15][16]

Il 28 agosto seguente segna le prime reti, con una tripletta allo Stjarnan nei play-off di Europa League.[17][18][19] Il 14 settembre si sblocca anche nel campionato italiano, in occasione del 7-0 contro il Sassuolo.[20] Il 6 gennaio 2015 subisce la sua prima espulsione, dopo aver commesso un fallo da tergo su Lichtsteiner.[21][22] Tre giorni dopo prolunga il proprio contratto con la società milanese fino al 2019.[23] Termina la stagione con 44 presenze e 8 gol tra campionato, Coppa Italia ed Europa League.

Complessivamente con l'Inter in due anni e mezzo ha messo insieme 97 presenze e 8 gol.

Real Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 agosto 2015 viene venduto al Real Madrid per 35 milioni di euro più 5 di bonus firmando un contratto di sei anni con un ingaggio da 4 milioni di euro più bonus a stagione e venendo presentato il giorno seguente allo Stadio Santiago Bernabéu.[24][25][26]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Kovačić e Neymar durante la partita inaugurale dei Mondiali 2014.

Il 22 marzo 2013 esordisce con la maglia della Nazionale croata, nella vittoria per 2-0 contro la Serbia.[27] Viene convocato per il Mondiale 2014 scendendo in campo nelle tre gare della fase a gironi.[28]

Segna la prima rete in Nazionale il 7 giugno 2015, con un colpo di tacco contro Gibilterra.[29][30]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 23 agosto 2015.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2010-2011 Croazia Dinamo Zagabria 1. HNL 7 1 CC 2 0 UCL 0 0 SC 0 0 9 1
2011-2012 1. HNL 25 5 CC 7 1 UCL 12[31] 1 - - - 44 7
2012-gen. 2013 1. HNL 11 1 CC 1 0 UCL 8[32] 0 - - - 20 1
Totale Dinamo Zagabria 43 7 10 1 20 1 0 0 73 9
gen.-giu. 2013 Italia Inter A 13 0 CI 1 0 UEL 4 0 - - - 18 0
2013-2014 A 32 0 CI 3 0 - - - - - - 35 0
2014-2015 A 35 5 CI 1 0 UEL 8[33] 3[34] - - - 44 8
Totale Inter 80 5 5 0 12 3 - - 97 8
2015-2016 Spagna Real Madrid PD 2 0 CR 0 0 UCL 0 0 - - - 2 0
Totale carriera 125 12 15 1 32 4 0 0 172 17

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Croazia Croazia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
22-03-2013 Zagabria Croazia Croazia 2 – 0 Serbia Serbia Qual. Mondiali 2014 -
26-03-2013 Swansea Galles Galles 1 – 2 Croazia Croazia Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 61’ 61’ - Ammonizione al 61’ 61’
07-06-2013 Zagabria Croazia Croazia 0 – 1 Scozia Scozia Qual. Mondiali 2014 -
10-06-2013 Lancy Croazia Croazia 0 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 66’ 66’
06-09-2013 Belgrado Serbia Serbia 1 – 1 Croazia Croazia Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 63’ 63’
11-10-2013 Zagabria Croazia Croazia 1 – 2 Belgio Belgio Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 65’ 65’
19-11-2013 Zagabria Croazia Croazia 2 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 75’ 75’
05-03-2014 San Gallo Svizzera Svizzera 2 – 2 Croazia Croazia Amichevole - Uscita al 56’ 56’
31-05-2014 Osijek Croazia Croazia 2 – 1 Mali Mali Amichevole - Ingresso al 60’ 60’
07-06-2014 Salvador de Bahia Croazia Croazia 1 – 0 Australia Australia Amichevole - Uscita al 59’ 59’
12-06-2014 San Paolo Brasile Brasile 3 – 1 Croazia Croazia Mondiali 2014 - 1º turno - Uscita al 61’ 61’
18-06-2014 Manaus Camerun Camerun 0 – 4 Croazia Croazia Mondiali 2014 - 1º turno - Ingresso al 72’ 72’
23-06-2014 Recife Croazia Croazia 1 – 3 Messico Messico Mondiali 2014 - 1º turno - Ingresso al 58’ 58’
04-09-2014 Pola Croazia Croazia 2 – 0 Cipro Cipro Amichevole - Uscita al 78’ 78’
09-09-2014 Zagabria Croazia Croazia 2 – 0 Malta Malta Qual. Euro 2016 - Uscita al 46’ 46’
10-10-2014 Sofia Bulgaria Bulgaria 0 – 1 Croazia Croazia Qual. Euro 2016 - Ingresso al 80’ 80’
13-10-2014 Osijek Croazia Croazia 6 – 0 Azerbaigian Azerbaigian Qual. Euro 2016 - Uscita al 24’ 24’
12-11-2014 Londra Argentina Argentina 2 – 1 Croazia Croazia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
16-11-2014 Milano Italia Italia 1 – 1 Croazia Croazia Qual. Euro 2016 - Ingresso al 28’ 28’
07-06-2015 Zagabria Croazia Croazia 4 – 0 Gibilterra Gibilterra Amichevole 1 Uscita al 46’ 46’
12-06-2015 Spalato Croazia Croazia 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 87’ 87’ - Uscita al 90+2’ 90+2’
Totale Presenze 21 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Dinamo Zagabria: 2010-2011, 2011-2012
Dinamo Zagabria: 2010-2011, 2011-2012
Dinamo Zagabria: 2010-2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b F.C. Internazionale - Sito Ufficiale
  2. ^ Mateo Kovačić - Player changes, player transfers, Transfermarkt. URL consultato il 20 novembre 2010.
  3. ^ a b (HR) Tomislav Židak, Meteor Kovačić: Svi su ludi za dječakom koji je već sa 13 igrao zrelo kao nekad Maradona in Jutarnji list. URL consultato il 22 novembre 2010.
  4. ^ (HR) Borna Rupnik, Kadeti Dinama za naslov prestigli Hajduk in Sportnet.hr, 31 maggio 2010. URL consultato il 22 novembre 2010.
  5. ^ (HR) Mateo Kovačić od danas trenira sa seniorima Dinama: Plaši me nadimak Hrvatski Messi in Sportske novosti, 6 ottobre 2010. URL consultato il 20 novembre 2010.
  6. ^ (HR) Borna Rupnik, I Kovačić strijelac u Dinamovoj šestici in Sportnet.hr, 20 novembre 2010. URL consultato il 20 novembre 2010.
  7. ^ (HR) Mateo Kovačić najmlađi je strijelac Prve HNL, TPortal, 20 novembre 2010. URL consultato il 20 novembre 2010.
  8. ^ (HR) Mario Plavčić, Špehar spasio bijelo-plave in Sportnet.hr, 13 novembre 2010. URL consultato il 22 novembre 2010.
  9. ^ Mercato: entrata e uscita, tutte le operazioni. URL consultato il 1 febbraio 2013.
  10. ^ CdS - Kovacic: tutte le cifre dell'ingaggio. Per i bonus... Fcinternews.it
  11. ^ Inter, tutti i dettagli sull'affare Kovacic Tuttomercatoweb.com, 1º febbraio 2013
  12. ^ Squadra Inter.it
  13. ^ Kovacic cambia ancora: in Europa sarà 29 perché..., fcinternews.it, 13 febbraio 2013. URL consultato il 25 maggio 2014.
  14. ^ Valerio Clari, Siena-Inter 3-1, Stramaccioni affonda sotto i gol di Sestu e Emeghara, La Gazzetta dello Sport, 3 febbraio 2013. URL consultato il 18 giugno 2015.
  15. ^ Valerio Clari, Inter-Lazio 4-1. Gol di Biava, Palacio (2), Icardi e Hernanes. E Zanetti fa festa, La Gazzetta dello Sport, 10 maggio 2014. URL consultato il 7 luglio 2015.
  16. ^ La Buona Inter: Mateo Kovacic, Canale Inter, 1º aprile 2015. URL consultato il 1º aprile 2015.
  17. ^ Inter, Mazzarri: "Kovacic sta crescendo nel modo giusto", La Gazzetta dello Sport, 28 agosto 2014. URL consultato il 29 agosto 2014.
  18. ^ Federico Sala, Inter-Sjarnan 6-0, tutto facile per i nerazzurri che tornano in Europa in La Repubblica, 28 agosto 2014. URL consultato il 14 maggio 2015.
  19. ^ Luca Taidelli, Inter, tutto facile: Stjarnan battuto 6-0 in La Gazzetta dello Sport, 28 agosto 2014. URL consultato il 14 maggio 2015.
  20. ^ Luca Taidelli, Inter-Sassuolo 7-0, Icardi-Osvaldo coppia regina, La Gazzetta dello Sport, 14 settembre 2014. URL consultato il 14 settembre 2014.
  21. ^ Jacopo Gerna, Serie A, Juve-Inter 1-1: a Tevez risponde Icardi, La Gazzetta dello Sport, 6 gennaio 2015. URL consultato il 30 gennaio 2015.
  22. ^ Serie A, Juve-Inter 1-1: espulso Kovacic, sette ammoniti in La Gazzetta dello Sport, 6 gennaio 2015. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  23. ^ KOVACIC NEL SEGNO DELL'INTER, INSIEME FINO AL 2019, Inter.it, 9 gennaio 2015. URL consultato il 9 gennaio 2015.
  24. ^ (ES) Comunicado oficial: Mateo Kovačić, realmadrid.com, 18 agosto 2015.
  25. ^ Inter, Kovacic potrebbe fruttare 40 milioni. Al croato 4 milioni all'anno, tuttomercatoweb.com, 17 agosto 2015.
  26. ^ Madrid è già pazza di Kovacic: presentazione al Bernabeu, gazzetta.it, 18 agosto 2015.
  27. ^ Croazia-Serbia 2-0: cori nazionalisti e fischi, ma nessun incidente, La Gazzetta dello Sport, 23 marzo 2013. URL consultato il 14 ottobre 2013.
  28. ^ Luca Calamai, Mondiale 2014, lite interista tra Hernanes e Kovacic, La Gazzetta dello Sport, 13 giugno 2014. URL consultato il 18 agosto 2015.
  29. ^ Croazia, poker anti-Italia: 4-0 a Gibilterra. In Francia è Belgio show: 3-4, La Gazzetta dello Sport, 7 giugno 2015. URL consultato il 18 agosto 2015.
  30. ^ Kovacic si esalta: gol di tacco!, Gazzetta TV, 8 giugno 2015. URL consultato il 13 giugno 2015.
  31. ^ 6 presenze nei turni preliminari.
  32. ^ 2 presenze nei turni preliminari.
  33. ^ 2 presenze nei play-off.
  34. ^ Nei play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]