Alan Dzagoev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Alan Dzagoev
Dzagoev con la maglia del CSKA Mosca nel 2019
Nazionalità Bandiera della Russia Russia
Altezza 179 cm
Peso 70 kg
Calcio
Ruolo Centrocampista
Termine carriera 21 novembre 2023
Carriera
Giovanili
Bandiera non conosciuta Terek Beslan
2000-2005Bandiera non conosciuta Yunost Vladikavkaz
2005Bandiera non conosciuta Konoplev Football Akademia
Squadre di club1
2006-2007Lada Togliatti39 (7)
2008-2022CSKA Mosca282 (55)
2022-2023Rubin20 (3)
2023Lamia2 (0)
Nazionale
2007Bandiera della Russia Russia U-176 (4)
2009-2013Bandiera della Russia Russia U-213 (1)
2008-2018Bandiera della Russia Russia59 (9)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 novembre 2023

Alan Elizbarovič Dzagoev (in russo Алан Елизбарович Дзагоев?; Beslan, 17 giugno 1990) è un ex calciatore russo, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

La sua posizione naturale è quella di trequartista ma può essere anche schierato come esterno. Abile nel calciare le punizioni sia di potenza che di precisione e nel fornire gli assist ai compagni, ricorda per caratteristiche il suo connazionale Arshavin.[1]

Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Kryl'ja Sovetov[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 16 anni comincia la carriera professionistica, fra le file del Kryl'ja Sovetov Samara, esordendo in prima squadra il 29 aprile 2006, durante la partita persa in casa 1-2 contro il Tjumen' per poi disputare 37 partite e segnare 6 goal nella Pervyj divizion, la seconda divisione russa.

CSKA Mosca[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2007, appena diciassettenne, viene acquistato dal CSKA Mosca. Nella prima stagione con la divisa del CSKA colleziona 5 presenze, di cui tre da titolare. Nella stagione 2008 trova maggior spazio, riuscendo a realizzare 8 gol e 8 assist in 16 partite di campionato, 3 gol e 2 assist in Coppa di Russia e due reti in Coppa UEFA.

Dzagoev segnò da un angolo molto stretto durante una partita di Champions League contro il Manchester United il 4 novembre 2009, che finì 3-3.[3] Nella stagione 2009 giocò 40 partite e segnò 10 gol.

Il 2 dicembre 2010, Dzagoev fornì un assist per Sekou Oliseh e successivamente aggiunse una conclusione precisa mentre il CSKA sconfisse il Lausanne-Sports 5-1 nella loro penultima partita del girone, assicurandosi il primo posto nel Gruppo F della Europa League.[4] Nella partita finale del girone contro lo Sparta Praga il 15 dicembre, Dzagoev segnò il gol iniziale mentre il CSKA lasciò i primi punti della loro campagna europea, pareggiando 1-1.[5]

Il 24 settembre 2011, Dzagoev segnò il gol decisivo in una vittoria per 3-1 nella Premier League contro il Volga Nizhny Novgorod.[6] Tre giorni dopo, Dzagoev segnò un gol al 45º minuto contro l'Internazionale e un successivo gol di Vágner Love portò gli ospiti al pareggio, fino a che un gol tardivo di Mauro Zárate diede agli italiani una vittoria per 3-2.[7] Dzagoev fornì l'assist dal quale Pontus Wernbloom, debuttante del CSKA, segnò il gol del pareggio nel loro primo incontro del Round of 16 contro il Real Madrid il 21 febbraio 2012.[8] Nella stagione 2012-13 il CSKA vinse il titolo della Premier League russa e Dzagoev venne considerato da alcuni il miglior centrocampista sinistro.[9] Nella stagione 2013-2014 il CSKA vinse nuovamente il campionato di Premier League russa e Dzagoev giocò 23 partite e segnò 3 gol in tutte le competizioni.

La stagione 2015-16 divenne una delle migliori della sua carriera. Il 21 maggio 2016 nell'ultima partita di Premier League contro il Rubin, Dzagoev segnò il gol vincente e il CSKA vinse un altro titolo della Premier League russa.[10] In questa stagione giocò 43 partite, segnando 8 gol e fornendo 11 assist in tutte le competizioni per club.[11]

Dzagoev segnò due volte nella fase a gironi della UEFA Champions League 2016-17, contro il Bayer Leverkusen[12] e il Tottenham Hotspur anche se il club di Mosca fu eliminato da questa fase.[13]

Dopo essere stato fuori causa per gran parte della stagione 2017-18, Dzagoev tornò in campo con il CSKA come sostituto in una partita di Champions League contro il FC Basilea, segnando il gol allo St. Jakob-Park.[14][15]

Il 21 giugno 2019, Dzagoev firmò un nuovo contratto di due anni con il CSKA Mosca, che lo avrebbe tenuto nel club fino all'estate del 2021.[16]

Il 1 luglio 2021, il contratto di Dzagoev con il CSKA scadde. Alla fine dello stesso mese, fu annunciata la possibilità di prolungare il contratto fino alla fine della stagione 2022-23.

Nella stagione 2021-22, Dzagoev apparve in 20 partite e registrò 3 assist, ma il CSKA stesso non riuscì a conquistare nuovamente medaglie.

Nel maggio 2022, circolarono informazioni secondo cui, nonostante il contratto in corso, Dzagoev avrebbe lasciato il club alla fine della stagione. Poco dopo, Dzagoev smentì queste voci.[17]

Il 20 maggio 2022, il sito ufficiale del CSKA confermò la partenza del centrocampista alla fine della stagione.[18]

Rubin Kazan

Lascia Mosca dopo ben 14 anni di storia, accasandosi al Rubin Kazan con un contratto annuale, firmato il 3 settembre 2022.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Dzagoev con la maglia della nazionale Russa

Vanta sei presenze e quattro reti con l'Under-17 russa.

Con la selezione Under-21 russa ha collezionato tre presenze, mettendo a segno una rete.

Il 28 settembre 2008 viene convocato per la prima volta in nazionale maggiore.[19] Debutta l'11 ottobre nel secondo tempo di Germania-Russia, gara valida per le qualificazioni al Mondiale 2010 e chiusasi 2-1 per i tedeschi.[20] Il 7 ottobre 2011 è impegnato con la sua nazionale nel match che può mettere una seria ipoteca sulla qualificazione ad Euro 2012. Realizza la rete che avvicina i russi agli Europei. La qualificazione matematica avviene l'11 ottobre 2011 durante l'ultima partita del girone dove i russi sconfiggono Andorra per 6-0: Dzagoev realizza una doppietta ed un assist. L'8 giugno 2012 esordisce da titolare agli Europei nella partita contro la Repubblica Ceca (4-1) segnando una doppietta: diviene così il primo calciatore della Nazionale russa a siglare una doppietta in una partita di un Europeo. Viene sostituito all'85º minuto da Aleksandr Kokorin.[21] Il 12 giugno 2012 segna il goal del momentaneo 1-0 al 38' del primo tempo ai danni della Polonia.[22]

Viene convocato per gli Europei 2016 in Francia,[23] ma non può parteciparvi per infortunio e viene sostituito da Dmitrij Torbinskij.[24]

Viene convocato da Cherchesov per i Mondiali da giocare in casa. Esordisce nella partita inaugurale contro l'Arabia Saudita, venendo però sostituito al minuto 24 per infortunio.[25][26]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 15 gennaio 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006 Bandiera della Russia Kryl'ja Sovetov VD 12 1 KR 1 0 - - - - - - 13 1
2007 VD 25 5 KR 1 0 - - - - - - 26 5
Totale Kryl'ja Sovetov 37 6 2 0 - - - - 39 6
2008 Bandiera della Russia CSKA Mosca PL 20 8 KR 3 2 CU 10 3 - - - 33 13
2009 PL 27 7 KR 2 0 UCL 8 3 SR 1 0 38 10
2010 PL 24 6 KR 1 0 UEL 11[N 1] 2 SR 1 0 37 8
2011-2012 PL 31 5 KR 5 0 UCL 8 1 SR 1 0 45 6
2012-2013 PL 24 7 KR 4 0 UEL 2[N 2] 0 - - - 30 7
2013-2014 PL 18 3 KR 3 0 UCL 1 0 SR 1 0 23 3
2014-2015 PL 21 5 KR 4 2 UCL 3 0 SR 0 0 28 7
2015-2016 PL 29 6 KR 3 1 UCL 10[N 3] 2[N 4] - - - 32 4
2016-2017 PL 15 3 KR 0 0 UCL 3 2 SR 0 0 18 5
2017-2018 PL 21 3 KR 0 0 UCL+UEL 9[N 3]+6 3[N 5]+1 - - - 31 8
2018-2019 PL 7 0 KR 0 0 UCL 3 0 SR 1 0 11 0
2019-2020 PL 10 0 KR 1 0 UEL 1 0 - - - 12 0
2020-2021 PL 15 2 KR 3 0 UEL 3 0 - - - 21 2
2021-2022 PL 20 0 KR 2 0 - - - - - - 22 0
Totale CSKA Mosca 282 55 31 5 78 17 5 0 396 77
2022-2023 Bandiera della Russia Rubin PFNL 14 2 KR 0 0 - - - - - - 14 2
Totale carriera 333 63 33 5 78 17 5 0 449 85

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Russia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-10-2008 Dortmund Germania Bandiera della Germania 2 – 1 Bandiera della Russia Russia Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 46’ 46’
15-10-2008 Mosca Russia Bandiera della Russia 3 – 0 Bandiera della Finlandia Finlandia Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 90+2’ 90+2’
28-3-2009 Mosca Russia Bandiera della Russia 2 – 0 Bandiera dell'Azerbaigian Azerbaigian Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 56’ 56’
12-8-2009 Mosca Russia Bandiera della Russia 2 – 3 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 58’ 58’
14-10-2009 Baku Azerbaigian Bandiera dell'Azerbaigian 1 – 1 Bandiera della Russia Russia Qual. Mondiali 2010 -
11-8-2010 San Pietroburgo Russia Bandiera della Russia 1 – 0 Bandiera della Bulgaria Bulgaria Amichevole - Ingresso al 70’ 70’
3-9-2010 Andorra la Vella Andorra Bandiera di Andorra 0 – 2 Bandiera della Russia Russia Qual. Euro 2012 - Ingresso al 61’ 61’
7-9-2010 Mosca Russia Bandiera della Russia 0 – 1 Bandiera della Slovacchia Slovacchia Qual. Euro 2012 -
8-10-2010 Dublino Irlanda Bandiera dell'Irlanda 2 – 3 Bandiera della Russia Russia Qual. Euro 2012 1 Uscita al 84’ 84’
12-10-2010 Skopje Macedonia Bandiera della Macedonia 0 – 1 Bandiera della Russia Russia Qual. Euro 2012 - Uscita al 61’ 61’
17-11-2010 Voronež Russia Bandiera della Russia 0 – 2 Bandiera del Belgio Belgio Amichevole -
26-3-2011 Erevan Armenia Bandiera dell'Armenia 0 – 0 Bandiera della Russia Russia Qual. Euro 2012 -
4-6-2011 San Pietroburgo Russia Bandiera della Russia 3 – 1 Bandiera dell'Armenia Armenia Qual. Euro 2012 - Ingresso al 82’ 82’
7-6-2011 Salisburgo Russia Bandiera della Russia 0 – 0 Bandiera del Camerun Camerun Amichevole -
7-10-2011 Žilina Slovacchia Bandiera della Slovacchia 0 – 1 Bandiera della Russia Russia Qual. Euro 2012 1 Uscita al 90+2’ 90+2’
11-10-2011 Mosca Russia Bandiera della Russia 6 – 0 Bandiera di Andorra Andorra Qual. Euro 2012 2
11-11-2011 Il Pireo Grecia Bandiera della Grecia 1 – 1 Bandiera della Russia Russia Amichevole -
29-2-2012 Copenaghen Danimarca Bandiera della Danimarca 0 – 2 Bandiera della Russia Russia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
29-5-2012 Nyon Lituania Bandiera della Lituania 0 – 0 Bandiera della Russia Russia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
1-6-2012 Zurigo Italia Bandiera dell'Italia 0 – 3 Bandiera della Russia Russia Amichevole - Uscita al 85’ 85’
8-6-2012 Breslavia Russia Bandiera della Russia 4 – 1 Bandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca Euro 2012 - 1º turno 2 Uscita al 84’ 84’
12-6-2012 Varsavia Polonia Bandiera della Polonia 1 – 1 Bandiera della Russia Russia Euro 2012 - 1º turno 1 Ammonizione al 75’ 75’ Uscita al 79’ 79’
16-6-2012 Varsavia Grecia Bandiera della Grecia 1 – 0 Bandiera della Russia Russia Euro 2012 - 1º turno - Ammonizione al 70’ 70’
15-8-2012 Mosca Russia Bandiera della Russia 1 – 1 Bandiera della Costa d'Avorio Costa d'Avorio Amichevole 1 Uscita al 58’ 58’
7-9-2012 Mosca Russia Bandiera della Russia 2 – 0 Bandiera dell'Irlanda del Nord Irlanda del Nord Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 58’ 58’
16-10-2012 Mosca Russia Bandiera della Russia 1 – 0 Bandiera dell'Azerbaigian Azerbaigian Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 79’ 79’
14-11-2012 Krasnodar Russia Bandiera della Russia 2 – 2 Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
14-8-2013 Belfast Irlanda del Nord Bandiera dell'Irlanda del Nord 1 – 0 Bandiera della Russia Russia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 46’ 46’
10-9-2013 Mosca Russia Bandiera della Russia 3 – 1 Bandiera d'Israele Israele Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 46’ 46’
5-3-2014 Krasnodar Russia Bandiera della Russia 2 – 0 Bandiera dell'Armenia Armenia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
26-5-2014 San Pietroburgo Russia Bandiera della Russia 1 – 0 Bandiera della Slovacchia Slovacchia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
31-5-2014 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 1 – 1 Bandiera della Russia Russia Amichevole - Ingresso al 66’ 66’
6-6-2014 Mosca Russia Bandiera della Russia 2 – 0 Bandiera del Marocco Marocco Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
17-6-2014 Cuiabá Russia Bandiera della Russia 1 – 1 Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud Mondiali 2014 - 1º turno - Ingresso al 59’ 59’
22-6-2014 Rio de Janeiro Belgio Bandiera del Belgio 1 – 0 Bandiera della Russia Russia Mondiali 2014 - 1º turno - Ingresso al 83’ 83’
26-6-2014 Curitiba Algeria Bandiera dell'Algeria 1 – 1 Bandiera della Russia Russia Mondiali 2014 - 1º turno - Ingresso al 67’ 67’
3-9-2014 Chimki Russia Bandiera della Russia 4 – 0 Bandiera dell'Azerbaigian Azerbaigian Amichevole -
8-9-2014 Chimki Russia Bandiera della Russia 4 – 0 Bandiera del Liechtenstein Liechtenstein Qual. Euro 2016 - Uscita al 64’ 64’
9-10-2014 Solna Svezia Bandiera della Svezia 1 – 1 Bandiera della Russia Russia Qual. Euro 2016 - Ingresso al 87’ 87’
12-10-2014 Mosca Russia Bandiera della Russia 1 – 1 Bandiera della Moldavia Moldavia Qual. Euro 2016 -
15-11-2014 Vienna Austria Bandiera dell'Austria 1 – 0 Bandiera della Russia Russia Qual. Euro 2016 - Ingresso al 81’ 81’
18-11-2014 Budapest Ungheria Bandiera dell'Ungheria 1 – 2 Bandiera della Russia Russia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
27-3-2015 Podgorica Montenegro Bandiera del Montenegro 0 – 3 tav Bandiera della Russia Russia Qual. Euro 2016 - Uscita al 46’ 46’
7-6-2015 Chimki Russia Bandiera della Russia 4 – 2 Bandiera della Bielorussia Bielorussia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
5-9-2015 Mosca Russia Bandiera della Russia 1 – 0 Bandiera della Svezia Svezia Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 34’ 34’
8-9-2015 Vaduz Liechtenstein Bandiera del Liechtenstein 0 – 7 Bandiera della Russia Russia Qual. Euro 2016 1
12-10-2015 Mosca Russia Bandiera della Russia 2 – 0 Bandiera del Montenegro Montenegro Qual. Euro 2016 - Uscita al 86’ 86’
14-11-2015 Krasnodar Russia Bandiera della Russia 1 – 0 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole -
29-3-2016 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 4 – 2 Bandiera della Russia Russia Amichevole -
6-9-2016 Mosca Russia Bandiera della Russia 1 – 0 Bandiera del Ghana Ghana Amichevole -
28-3-2017 Soči Russia Bandiera della Russia 3 – 3 Bandiera del Belgio Belgio Amichevole - Uscita al 17’ 17’
11-11-2017 Mosca Russia Bandiera della Russia 0 – 1 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
14-11-2017 San Pietroburgo Russia Bandiera della Russia 3 – 3 Bandiera della Spagna Spagna Amichevole - Uscita al 62’ 62’
23-3-2018 Mosca Russia Bandiera della Russia 0 – 3 Bandiera del Brasile Brasile Amichevole - Ingresso al 55’ 55’
27-3-2018 San Pietroburgo Russia Bandiera della Russia 1 – 3 Bandiera della Francia Francia Amichevole - Uscita al 54’ 54’
30-5-2018 Innsbruck Austria Bandiera dell'Austria 1 – 0 Bandiera della Russia Russia Amichevole - Ingresso al 56’ 56’
5-6-2018 Mosca Russia Bandiera della Russia 1 – 1 Bandiera della Turchia Turchia Amichevole - Ammonizione al 54’ 54’ Uscita al 61’ 61’
14-6-2018 Mosca Russia Bandiera della Russia 5 – 0 Bandiera dell'Arabia Saudita Arabia Saudita Mondiali 2018 - 1º turno - Uscita al 24’ 24’
7-7-2018 Soči Russia Bandiera della Russia 2 – 2 dts
(3 – 4 dtr)
Bandiera della Croazia Croazia Mondiali 2018 - Quarti di finale - Ingresso al 102’ 102’
Totale Presenze 59 Reti 9

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2008
Polonia-Ucraina 2012 (3 gol, a pari merito con Mario Mandžukić, Mario Gómez, Cristiano Ronaldo, Mario Balotelli e Fernando Torres)
Israele 2013

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Diploma onorario del Presidente della Federazione Russa - nastrino per uniforme ordinaria
«Per il suo grande contributo allo sviluppo del calcio nazionale e per gli alti risultati sportivi.»
— 27 luglio 2018[27]
Maestro benemerito dello sport - nastrino per uniforme ordinaria
Medaglia "Per la gloria dell'Ossezia" - nastrino per uniforme ordinaria

Note[modifica | modifica wikitesto]

Annotazioni
  1. ^ 2 presenze nei play-off.
  2. ^ Nei play-off.
  3. ^ a b 4 presenze nei turni preliminari.
  4. ^ Nei turni preliminari.
  5. ^ 2 reti nei turni preliminari.
Fonti
  1. ^ Next Generation: Dzagoev, su gazzetta.it, 4 settembre 2009. URL consultato il 1º agosto 2010.
  2. ^ (EN) Don Balon’s list of the 100 best young players in the world, su thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 22 novembre 2011.
  3. ^ Man Utd 3–3 CSKA Moscow
  4. ^ Report: CSKA Moscow v Lausanne Sports – UEFA Europa League – ESPN Soccernet, su soccernet.espn.go.com, 2 dicembre 2010. URL consultato il 13 giugno 2012.[collegamento interrotto]
  5. ^ Sparta Prague 1–1 CSKA Moscow: Vaclav Kadlec Rescues Point For Czechs, su goal.com, 15 dicembre 2010. URL consultato il 13 giugno 2012.
  6. ^ Match: CSKA Moscow v Volga Nizhny Novgorod – Russian Premier League – ESPN Soccernet, su soccernet.espn.go.com, 24 settembre 2011. URL consultato il 13 giugno 2012.[collegamento interrotto]
  7. ^ UEFA Champions League 2011/12 – History – CSKA Moskva-Internazionale –, su uefa.com, 27 settembre 2011. URL consultato il 13 giugno 2012.
  8. ^ UEFA Champions League 2011/12 – History – CSKA Moskva-Real Madrid –, su uefa.com, 21 febbraio 2012. URL consultato il 13 giugno 2012.
  9. ^ 10 важнейших событий сезона для московского ЦСКА, in Sports.ru, 11 luglio 2013. URL consultato il 18 novembre 2016.
  10. ^ Футбол. Золотой гол Дзагоева – лучший в 30-м туре!. URL consultato il 18 novembre 2016.
  11. ^ Алан Дзагоев - 2015-2016 - Сезоны - Футбол - СПОРТ-ЭКСПРЕСС, su football.sport-express.ru. URL consultato il 18 novembre 2016.
  12. ^ CSKA bounce back to draw at Leverkusen, in uefa.com, Unione delle Associazioni Calcistiche Europee, 14 settembre 2016. URL consultato il 14 dicembre 2017.
  13. ^ Slutsky unsurprised by apparent Premier League interest in Dzagoev, in FourFourTwo, 7 dicembre 2016. URL consultato il 14 dicembre 2017.
  14. ^ Goncharenko thrilled by CSKA's resilience in comeback win, in FourFourTwo, 31 ottobre 2017. URL consultato il 14 dicembre 2017.
  15. ^ Ames, Nick, PG slot, su National Football Teams. URL consultato il 29 dicembre 2018.
  16. ^ (RU) Алан Дзагоев подписал новый контракт с ПФК ЦСКА, su pfc-cska.com, 21 giugno 2019.
  17. ^ (RU) Дзагоев и Марио Фернандес уйдут из ЦСКА по окончании сезона, su osnmedia.ru, 17 maggio 2022.
  18. ^ (EN) Alan Dzagoev left CSKA, su westobserver.com, 20 maggio 2022.
  19. ^ (RU) Прудников, Денисов и Дзагоев вызваны в сборную России, 29 settembre 2008. URL consultato il 13 dicembre 2008.
  20. ^ (RU) Квалификация ЧМ-2010. Европа. Группа 4. Россия проиграла Германии, Финляндия победила Азербайджан, Уэльс – Лихтенштейн, 12 ottobre 2008. URL consultato il 13 dicembre 2008.
  21. ^ Russia-Rep.Ceca 4-1 - Photostory Europei, su ansa.it. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  22. ^ Polonia 1-1 Russia, su it.soccerway.com, soccerway.com. URL consultato il 12 giugno 2012.
  23. ^ (RU) Состав сборной России на ЕВРО-2016, su rfs.ru, 21 maggio 2016. URL consultato il 26 maggio 2016.
  24. ^ Russia: Torbinski sostituisce l'infortunato Dzagoev, su it.uefa.com, 22 maggio 2016. URL consultato il 2 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 28 maggio 2016).
  25. ^ Russia's Dzagoev could miss rest of WC - docs, in ESPN.com. URL consultato il 14 giugno 2018.
  26. ^ Russia - Arabia Saudita, 14/giu/2018 - Coppa del Mondo 2018 - Cronaca della partita. URL consultato il 14 giugno 2018.
  27. ^ (RU) Распоряжение Президента Российской Федерации от 27.07.2018 № 200-рп "О награждении Почетной грамотой Президента Российской Федерации спортсменов и специалистов спортивной сборной команды Российской Федерации по футболу" - Ordine del Presidente della Federazione Russa del 27 luglio 2018 n. 200-rp "Sulla premiazione di atleti e specialisti della squadra sportiva della Federazione Russa sul calcio con il Certificato d'Onore del Presidente della Federazione Russa", su publication.pravo.gov.ru, 27 luglio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]