Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Jurij Žirkov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jurij Žirkov
Yuri Zhirkov 2014.jpg
Žirkov con la maglia della nazionale russa
Nazionalità Russia Russia
Altezza 180 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore, centrocampista
Squadra Zenit S. Pietroburgo
Carriera
Giovanili
1997-2001 Spartak Tambov
Squadre di club1
2001-2003Spartak Tambov72 (26)
2004-2009CSKA Mosca139 (15)
2009-2011Chelsea29 (0)
2011-2013Anži46 (3)
2013-2016Dinamo Mosca54 (3)
2016-Zenit S. Pietroburgo47 (2)
Nazionale
2003-2004Russia Russia U-217 (2)
2005-2018Russia Russia87 (2)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Bronzo Austria-Svizzera 2008
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 6 agosto 2018

Jurij Valentinovič Žirkov (rus. Юрий Валентинович Жирков; Tambov, 20 agosto 1983) è un calciatore russo, terzino o centrocampista dello Zenit San Pietroburgo e della nazionale russa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il padre, Valentin Ivanovič Žirkov, era operaio nella fabbrica della "Revtrud" mentre la madre era una postina; i due ebbero quattro figli, tre maschi e una femmina. Jurij era il secondogenito, e la famiglia era abbastanza povera[1]: per mantenerlo impegnato, i genitori lo mandavano a giocare a calcio nel campo vicino a casa.

Nel 1994 venne preso nella scuola calcistica dell'azienda del padre, la "Revtrud".[senza fonte] Il suo primo allenatore fu Valerij Vasil'evič Šarapov, che lo allenò anche nel suo primo torneo calcistico, quello di Kamyšin, quando venne nominato "miglior centrocampista del torneo".[2] Il fratello più giovane, Nikolaj, milita invece nelle giovanili del CSKA Mosca.

Si è sposato il 1º febbraio 2008[senza fonte] con Inna, modella russa, vincitrice del titolo Signora Russia (in russo: Миссис Россия?) nel 2012[3], da cui ha avuto due figli[4]; l'8 settembre 2008 è nato il loro primo figlio, Dmitrij. Ha subito due incidenti d'auto nella sua vita: il primo nel gennaio 2005 a Tambov, quando rimase solo lievemente ferito dopo aver colpito un palo nel tentativo di evitare un gruppo di ciclisti; il 18 dicembre 2008 l'altro, a Kaliningrad, dal quale esce ancora illeso.[5]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Žirkov è un calciatore molto duttile: può essere schierato in ogni posizione della fascia mancina, da terzino ad ala. Dotato di corsa esplosiva anche se non velocissima, propende più per la fase offensiva anche grazie all'ottimo tiro dalla lunga distanza.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Spartak Tambov[modifica | modifica wikitesto]

Žirkov comincia la propria carriera allo Spartak Tambov, squadra della propria città natale, con il quel segna 26 gol in 74 partite giocando come ala sinistra.

CSKA Mosca[modifica | modifica wikitesto]

Žirkov con la maglia del CSKA Mosca

Si accasa al CSKA Mosca il 15 gennaio 2004. Debutta ufficialmente con i Koni il 7 marzo, nella Supercoppa di Russia contro lo Spartak Mosca. La vittoria per 3-1 dei rosso-blu dà al giovane Žirkov il suo primo trofeo. Debutta in Champions League il 27 luglio contro gli azeri del Neftçi Baku. Dopo il passaggio del turno con un agevole 2-0 complessivo, gioca anche contro i più ostici scozzesi del Rangers, contro i quali i russi riescono egualmente a passare il turno con un complessivo 3-2.

Il 18 maggio 2005, allo stadio José Alvalade di Lisbona, con il suo CSKA vince la Coppa UEFA, trionfando 3-1 sui portoghesi dello Sporting Lisbona; nell'occasione gioca da centrocampista esterno di sinistra e realizza una rete al 65'. Il suo gol contro l'Amburgo nella Champions League 2006-07 è stato scelto come gol più bello della competizione dal magazine dell'UEFA Goal.[6] Ha giocato 6 volte nella fase a gironi, segnando 1 volta.

Debutta nella Coppa dei Campioni della CSI, un torneo disputato dalle nazioni appartenenti alla Comunità degli Stati Indipendenti, contro i bielorussi del FC Gomel, venendo sostituito al 70', col risultato finale sul 2-2. Nella seconda partita, contro gli uzbeki del Paxtakor Tashkent gioca tutti i 90' del 2-1 finale, così come nella terza partita, contro i tagiki dello Tursunzoda conclusasi 2-1.

Nel settembre 2008, poi, gioca in Coppa UEFA contro i croati dello Slaven, gli spagnoli del Deportivo la Coruña, i francesi del Nancy, gli olandesi del Feyenoord e i polacchi del Lech Poznań, confezionando vari assist contro Nancy e Feyenoord e segnando contro il Poznań.

Nel 2009 gioca tre partite a livello europeo, due contro l'Aston Villa e una contro lo Shakhtar Donetsk, segnando nella seconda e facendosi squalificare dall'arbitro nella terza.

Chelsea[modifica | modifica wikitesto]

Žirkov con la maglia dei blues

Il 6 luglio 2009 si accasa al Chelsea, dopo aver firmato un contratto quadriennale, per 18 milioni di sterline,[7][8] cifra che, superando di tre milioni i 15 spesi dall'Arsenal nel gennaio 2009 per Andrej Aršavin, fanno di Žirkov il giocatore russo più costoso di sempre.[9] Segna già al proprio debutto in un'amichevole contro il Milan, e il suo si rivela il gol-vittoria.[10] Una volta superato un infortunio al ginocchio, comincia a lottare seriamente per una maglia da titolare. Debutta ufficialmente con il Chelsea il 23 settembre, in Carling Cup, contro il QPR, giocando da terzino sinistro.[11] Il 25 novembre debutta in Champions League contro il Porto giocando ancora come terzino sinistro e creando l'occasione per il gol del compagno Nicolas Anelka. Debutta in Premier League solo il 20 dicembre, subentrando a Joe Cole contro il West Ham. La prima da titolare nel massimo campionato inglese è invece il 28 dicembre, in un vittorioso 2-1 al Fulham. A causa dell'infortunio del compagno Ashley Cole contro l'Everton il 10 febbraio 2010, che tiene fuori causa il nazionale inglese per 3 mesi, diventa la prima scelta per la casella sinistra della difesa a 4 di Carlo Ancelotti. È uno dei migliori del Chelsea negli ottavi di Champions League contro l'Inter, fermando molte opportunità da rete degli avversari, ma perdendo 2-1. Nel ritorno a Stamford Bridge non è presente in campo, e il Chelsea, con un altro 1-0, che significa un totale di 3-1 per l'Inter, viene eliminato dalla competizione.[12] Il 13 aprile 2010 viene nominato "Uomo del match" contro il Bolton, anche se nel primo tempo si scontra duramente con il capitano avversario Kevin Davies,[13] rimediando un infortunio da 4 punti di sutura in testa. La sua prima stagione ai Blues è la più prolifica di sempre, col double di campionato ed FA Cup.

Ritorno in Russia[modifica | modifica wikitesto]

Žirkov con la maglia dello Zenit

Il 6 agosto 2011 si trasferisce all'Anži per 15 milioni di euro, dopo aver firmato un contratto quinquennale.[14] Segna il suo primo gol in campionato il 29 ottobre nella vittoria per 2-1 contro l'Amkar Perm'.

Il 16 agosto 2013 viene ceduto insieme ai compagni di squadra Igor' Denisov e Aleksandr Kokorin alla Dinamo Mosca per 45 milioni di euro complessivi.

Zenit[modifica | modifica wikitesto]

Nel mercato invernale di gennaio 2016 passa allo Zenit dopo 2 anni passati nella Dinamo Mosca. Il 16 febbraio 2016 trova la prima presenza con la maglia dello Zenit nella gara d'andata degli ottavi di finale di UEFA Champions League giocata e persa 1-0 in Portogallo contro il Benfica.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 febbraio 2005 ha esordito con la nazionale nell'amichevole persa per 2-0 contro l'Italia a Cagliari.

Ha fatto parte dei 23 convocati per gli Europei 2008, rientrando alla fine della competizione nel miglior 11 del torneo;[15] la sua squadra, dopo aver eliminato a sorpresa l'Olanda ai quarti per 3-1, ha poi perso la semifinale per 3-0 con la Spagna futura vincitrice del torneo.

Nell'ottobre 2008 viene inserito nella lista dei 30 candidati al Pallone d'oro.[16]

Il 18 novembre 2009 riceve il suo primo cartellino rosso con la maglia della nazionale, ricevendo una doppia ammonizione nei minuti finali della sconfitta esterna (1-0) contro la Slovenia.

L'8 giugno 2012 esordisce da titolare agli Europei nella partita contro la Repubblica Ceca (4-1). Viene convocato per i Mondiali 2018,[17] dov'è protagonista con la squadra fino agli ottavi di finale in cui esce nell'intervallo per infortunio;[18] l'infortunio gli fa terminare la competizione in anticipo,[18] ma non impedisce ai russi di eliminare a sorpresa la Spagna agli ottavi (dopo i calci di rigore),[18] anche se gli fa saltare il quarto di finale in cui gli Orsi perdono ai rigori contro la Croazia futura seconda del torneo.

Al termine del torneo annuncia il proprio ritiro dalla Nazionale.[19]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 16 febbraio 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2001 Russia Spartak Tambov VD 2 0 KR 0 0 - - - - - - 2 0
2002 VD 37 10 KR 0 0 - - - - - - 37 10
2003 VD 33 16 KR 3 0 - - - - - - 36 16
Totale Spartak Tambov 72 26 3 0 - - - - 75 26
2004 Russia CSKA Mosca PL 25 6 KR 2 0 UCL 10 0 SR 1 0 38 6
2005 PL 20 2 KR 6 1 UCL+CU 10+8 0+1 - - - 44 4
2006 PL 27 1 KR 6 1 CU 4 0 SR+SU 1+1 1+0 39 3
2007 PL 29 2 KR 5 1 UCL+CU 8+2 1+0 SR 1 0 45 4
2008 PL 28 3 KR 2 0 UCL 6 0 - - - 36 3
2009 PL 10 1 KR 0 0 CU 9 2 SR 1 0 20 3
Totale CSKA Mosca 139 15 21 3 57 4 5 1 222 23
2009-2010 Inghilterra Chelsea PL 17 0 FACup+CdL 4+2 0+0 UCL 4 0 CS 0 0 27 0
2010-2011 PL 12 0 FACup+CdL 1+1 0+0 UCL 7 1 CS 1 0 22 1
Totale Chelsea 29 0 8 0 11 1 1 0 49 1
2011-2012 Russia Anži PL 23 1 KR - - - - - - - - 23 1
2012-2013 PL 23 2 KR 4 0 UEL 12 0 - - - 39 2
ago. 2013 PL 0 0 KR - - UEL - - - - - 0 0
Totale Anzi 46 3 5 0 12 0 - - 63 3
ago. 2013-2014 Russia Dinamo Mosca PL 14 3 KR 0 0 - - - - - - 14 3
2014-2015 PL 24 0 KR 1 0 UEL 10 2 - - - 35 2
2015-gen. 2016 PL 16 0 KR 2 0 - - - - - - 18 0
Totale Dinamo Mosca 54 3 3 0 10 2 - - 67 5
gen.-giu. 2016 Russia Zenit S. Pietroburgo PL 9 0 KR 2 0 UCL 2 0 SR - - 13 0
2016-2017 PL 21 1 KR 1 0 UEL 6 0 SR 1 0 29 1
2017-2018 PL 17 1 KR 1 0 UEL 7 0 - - - 25 1
Totale Zenit 47 2 4 0 15 0 1 0 67 2
Totale carriera 340 47 40 3 91 7 6 1 477 58

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Russia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
9-2-2005 Cagliari Italia Italia 2 – 0 Russia Russia Amichevole -
30-3-2005 Tallinn Estonia Estonia 1 – 1 Russia Russia Qual. Mondiali 2006 - Uscita al 72’ 72’
17-8-2005 Riga Lettonia Lettonia 1 – 1 Russia Russia Qual. Mondiali 2006 -
8-6-2005 Mönchengladbach Germania Germania 2 – 2 Russia Russia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
1-3-2006 Rio de Janeiro Brasile Brasile 1 – 0 Russia Russia Amichevole -
7-10-2006 Mosca Russia Russia 1 – 1 Israele Israele Qual. Euro 2008 - Uscita al 77’ 77’
15-11-2006 Skopje Macedonia Macedonia 0 – 2 Russia Russia Qual. Euro 2008 -
7-2-2007 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 4 – 1 Russia Russia Amichevole -
24-3-2007 Tallinn Estonia Estonia 0 – 2 Russia Russia Qual. Euro 2008 -
2-6-2007 San Pietroburgo Russia Russia 4 – 0 Andorra Andorra Qual. Euro 2008 - Uscita al 57’ 57’
6-6-2007 Zagabria Croazia Croazia 0 – 0 Russia Russia Qual. Euro 2008 -
22-8-2007 Mosca Russia Russia 2 – 2 Polonia Polonia Qual. Euro 2008 - Uscita al 46’ 46’
12-9-2007 Londra Inghilterra Inghilterra 3 – 0 Russia Russia Qual. Euro 2008 -
17-10-2007 Mosca Russia Russia 2 – 1 Inghilterra Inghilterra Qual. Euro 2008 -
17-11-2007 Tel Aviv Israele Israele 2 – 1 Russia Russia Qual. Euro 2008 -
21-11-2007 Andorra la Vella Andorra Andorra 0 – 1 Russia Russia Qual. Euro 2008 -
26-3-2008 Bucarest Romania Romania 3 – 0 Russia Russia Amichevole -
23-5-2008 Mosca Russia Russia 6 – 0 Kazakistan Kazakistan Amichevole -
28-5-2008 Burghausen Serbia Serbia 1 – 2 Russia Russia Amichevole - Ammonizione al 79’ 79’ Uscita al 81’ 81’
10-6-2008 Innsbruck Spagna Spagna 4 – 1 Russia Russia Euro 2008 - 1º turno -
14-6-2008 Salisburgo Grecia Grecia 0 – 1 Russia Russia Euro 2008 - 1º turno - Uscita al 87’ 87’
18-6-2008 Innsbruck Russia Russia 2 – 0 Svezia Svezia Euro 2008 - 1º turno -
21-6-2008 Basilea Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 3 dts Russia Russia Euro 2008 - Quarti di finale - Ammonizione al 103’ 103’
26-6-2008 Vienna Russia Russia 0 – 3 Spagna Spagna Euro 2008 - Semifinale - Ammonizione al 57’ 57’
20-8-2008 Mosca Russia Russia 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
10-9-2008 Mosca Russia Russia 2 – 1 Galles Galles Qual. Mondiali 2010 -
11-10-2008 Dortmund Germania Germania 2 – 1 Russia Russia Qual. Mondiali 2010 -
15-10-2008 Mosca Russia Russia 3 – 0 Finlandia Finlandia Qual. Mondiali 2010 -
28-3-2009 Mosca Russia Russia 2 – 0 Azerbaigian Azerbaigian Qual. Mondiali 2010 -
1-4-2009 Vaduz Liechtenstein Liechtenstein 0 – 1 Russia Russia Qual. Mondiali 2010 -
10-6-2009 Helsinki Finlandia Finlandia 0 – 3 Russia Russia Qual. Mondiali 2010 -
10-10-2009 Mosca Russia Russia 0 – 1 Germania Germania Qual. Mondiali 2010 - Ammonizione al 58’ 58’
14-11-2009 Mosca Russia Russia 2 – 1 Slovenia Slovenia Qual. Mondiali 2010 -
18-11-2009 Maribor Slovenia Slovenia 1 – 0 Russia Russia Qual. Mondiali 2010 - Yellow card.svgYellow card.svgRed card.svg 7’, 90+2’
11-8-2010 San Pietroburgo Russia Russia 1 – 0 Bulgaria Bulgaria Amichevole - Uscita al 46’ 46’
7-9-2010 Mosca Russia Russia 0 – 1 Slovenia Slovenia Qual. Euro 2012 - Ammonizione al 33’ 33’
8-10-2010 Dublino Irlanda Irlanda 2 – 3 Russia Russia Qual. Euro 2012 -
12-10-2010 Skopje Macedonia Macedonia 0 – 1 Russia Russia Qual. Euro 2012 -
17-11-2010 Bruxelles Belgio Belgio 2 – 0 Russia Russia Amichevole -
26-3-2011 Erevan Armenia Armenia 0 – 0 Russia Russia Qual. Euro 2012 -
29-3-2011 Doha Qatar Qatar 1 – 1 Russia Russia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
4-6-2011 San Pietroburgo Russia Russia 3 – 1 Armenia Armenia Qual. Euro 2012 -
7-6-2011 Salisburgo Russia Russia 0 – 0 Camerun Camerun Amichevole - Ingresso al 55’ 55’
10-8-2011 Mosca Russia Russia 1 – 0 Serbia Serbia Amichevole - Uscita al 68’ 68’
2-9-2011 Mosca Russia Russia 1 – 0 Macedonia Macedonia Qual. Euro 2012 -
6-9-2011 Mosca Russia Russia 0 – 0 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2012 - Uscita al 76’ 76’
7-10-2011 Žilina Slovacchia Slovacchia 0 – 1 Russia Russia Qual. Euro 2012 - Uscita al 90+4’ 90+4’
11-11-2011 Il Pireo Grecia Grecia 1 – 1 Russia Russia Amichevole - Uscita al 67’ 67’
29-2-2012 Copenaghen Danimarca Danimarca 0 – 2 Russia Russia Amichevole - Uscita al 63’ 63’
25-5-2012 Mosca Russia Russia 1 – 1 Uruguay Uruguay Amichevole - Uscita al 68’ 68’
29-5-2012 Nyon Lituania Lituania 0 – 0 Russia Russia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
1-6-2012 Zurigo Russia Russia 3 – 0 Italia Italia Amichevole - Uscita al 87’ 87’
8-6-2012 Cracovia Russia Russia 4 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Euro 2012 - 1º turno -
12-6-2012 Varsavia Polonia Polonia 1 – 1 Russia Russia Euro 2012 - 1º turno -
16-6-2012 Varsavia Grecia Grecia 1 – 0 Russia Russia Euro 2012 - 1º turno - Ammonizione al 69’ 69’
6-2-2013 Marbella Russia Russia 2 – 0 Islanda Islanda Amichevole - Uscita al 46’ 46’
25-3-2013 Londra Brasile Brasile 1 – 1 Russia Russia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’ Uscita al 86’ 86’
7-6-2013 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 0 Russia Russia Qual. Mondiali 2014 -
11-10-2013 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 0 – 4 Russia Russia Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 70’ 70’
5-3-2014 Krasnodar Russia Russia 2 – 0 Armenia Armenia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
6-6-2014 Mosca Russia Russia 2 – 0 Marocco Marocco Amichevole 1
17-6-2014 Cuiabá Corea del Sud Corea del Sud 1 – 1 Russia Russia Mondiali 2014 - 1º turno - Uscita al 71’ 71’
27-3-2015 Podgorica Montenegro Montenegro 0 – 1 Russia Russia Qual. Euro 2016 - Uscita al 46’ 46’
7-6-2015 Mosca Russia Russia 4 – 2 Bielorussia Bielorussia Amichevole - Uscita al 71’ 71’
14-6-2015 Mosca Russia Russia 0 – 1 Austria Austria Qual. Euro 2016 -
5-9-2015 Mosca Russia Russia 1 – 0 Svezia Svezia Qual. Euro 2016 - Uscita al 71’ 71’
14-11-2015 Krasnodar Russia Russia 1 – 0 Portogallo Portogallo Amichevole -
29-3-2016 Saint-Denis Francia Francia 4 – 2 Russia Russia Amichevole 1 Uscita al 69’ 69’
31-8-2016 Adalia Turchia Turchia 0 – 0 Russia Russia Amichevole - Ammonizione al 45+1’ 45+1’
6-9-2016 Mosca Russia Russia 1 – 0 Ghana Ghana Amichevole - Uscita al 82’ 82’
9-10-2016 Krasnodar Russia Russia 3 – 4 Costa Rica Costa Rica Amichevole - Ingresso al 82’ 82’
15-11-2016 Groznyj Russia Russia 1 – 0 Romania Romania Amichevole - Uscita al 46’ 46’
24-3-2017 Krasnodar Russia Russia 0 – 2 Costa d'Avorio Costa d'Avorio Amichevole - Uscita al 71’ 71’
5-6-2017 Budapest Ungheria Ungheria 0 – 3 Russia Russia Amichevole - Uscita al 88’ 88’
9-6-2017 Mosca Russia Russia 1 – 1 Cile Cile Amichevole - Ingresso al 73’ 73’
17-6-2017 San Pietroburgo Russia Russia 2 – 0 Nuova Zelanda Nuova Zelanda Conf. Cup 2017 - 1º turno -
21-6-2017 Mosca Russia Russia 0 – 1 Portogallo Portogallo Conf. Cup 2017 - 1º turno -
24-6-2017 Kazan' Russia Russia 1 – 2 Messico Messico Conf. Cup 2017 - 1º turno - Yellow card.svgYellow card.svgRed card.svg 9’, 68’
7-10-2017 Mosca Russia Russia 4 – 2 Corea del Sud Corea del Sud Amichevole - Uscita al 64’ 64’
14-11-2017 San Pietroburgo Russia Russia 3 – 3 Spagna Spagna Amichevole - Uscita al 82’ 82’
23-3-2018 Mosca Russia Russia 0 – 3 Brasile Brasile Amichevole - Ingresso al 76’ 76’
27-3-2018 San Pietroburgo Russia Russia 1 – 3 Francia Francia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
30-5-2018 Innsbruck Austria Austria 1 – 0 Russia Russia Amichevole - Uscita al 64’ 64’
5-6-2018 Mosca Russia Russia 1 – 1 Turchia Turchia Amichevole - Ammonizione al 56’ 56’
14-6-2018 Mosca Russia Russia 5 – 0 Arabia Saudita Arabia Saudita Mondiali 2018 - 1º turno -
19-6-2018 San Pietroburgo Russia Russia 3 – 1 Egitto Egitto Mondiali 2018 - 1º turno - Uscita al 86’ 86’
1-7-2018 Mosca Spagna Spagna 1 – 1 dts
(3-4 dcr)
Russia Russia Mondiali 2018 - Ottavi di finale - Uscita al 46’ 46’
Totale Presenze (9º posto) 87 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

CSKA Mosca: 2005, 2006
CSKA Mosca: 2004-2005, 2005-2006, 2007-2008
Zenit San Pietroburgo: 2015-2016
CSKA Mosca: 2004, 2006, 2007, 2009
Zenit San Pietroburgo: 2016
Chelsea: 2009
Chelsea: 2009-2010
Chelsea: 2009-2010

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

CSKA Mosca: 2004-2005

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Zhirkov's family was so poor he skipped training to grow food for the winter
  2. ^ Публикации :: Юрий Жирков - воплощение мечты
  3. ^ (RU) Жена Юрия Жиркова - «Миссис Россия-2012»,
  4. ^ «La Terra gira intorno al Sole? Non lo so». E Miss Russia rinuncia alla corona, Corriere della Sera, 25 aprile 2013
  5. ^ Yuri the electrician to spark Chelsea after coming from Russia with love, in Mail Online. URL consultato il 6 agosto 2018.
  6. ^ Yuri Zhirkov, su chelseafc.com (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2010).
  7. ^ Zhirkov deal complete, su chelseafc.com (archiviato dall'url originale il 21 dicembre 2010).
  8. ^ City snub: Greedy Samuel Eto'o demands a £13 million sign-on fee to leave Barcelona
  9. ^ United cult hero Kanchelskis tips Chelsea new boy Zhirkov to shine as brightly as Arshavin, su dailymail.co.uk.
  10. ^ Zhirkov's Debut Goal Enough As Chelsea Sneak Past A.C. Milan
  11. ^ Chelsea FC vs QPR Lineups and Statistics - Goal.com
  12. ^ BBC Sport - Football - Chelsea 0-1 Inter Milan (agg 1-3)
  13. ^ Express.co.uk - Home of the Daily and Sunday Express | Sport | Football
  14. ^ UFFICIALE: Anzhi Makhachkala, preso Zhirkov
  15. ^ (DE) FC Chelsea verpflichtet Zhirkov von ZSKA Moskau Archiviato il 1º ottobre 2009 in Internet Archive.
  16. ^ England trio on Euro award list, BBC, 19 ottobre 2008. URL consultato il 19 ottobre 2008.
  17. ^ Russia ai Mondiali 2018: rosa, giocatori da seguire, storia e prospettive, in Eurosport, 6 giugno 2018. URL consultato il 6 agosto 2018.
  18. ^ a b c Russia, Cherchesov: "Poco tempo per festeggiare, penso già alla prossima sfida", in Repubblica.it, 1º luglio 2018. URL consultato il 6 agosto 2018.
  19. ^ Russia 2018, Yuri Zhirkov dice addio alla Nazionale: "le forze non mi supportano", in SPORTFAIR, 11 luglio 2018. URL consultato il 6 agosto 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]