Jesús María Pereda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jesús María Pereda
Nome Jesús María Pereda Ruiz de Temiño
Nazionalità Spagna Spagna
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Carriera
Squadre di club1
1956-1958 Indautxu Indautxu  ? (?)
1958 Real Madrid 2 (1)
1958-1959 Real Valladolid Real Valladolid  ? (?)
1959-1961 Siviglia Siviglia 56 (13)
1961-1969 Barcellona 134 (41)
1969-1970 Sabadell Sabadell 5 (0)
1970-1972 Maiorca Maiorca 53 (7)
Nazionale
1960
1960
1960-1968
1966-1968
Spagna Spagna U-21
Spagna Spagna B
Spagna Spagna
Catalogna Catalogna
2 (0)
1 (0)
15 (6)
2 (1)
Carriera da allenatore
1975-1993 Spagna Spagna Giovanili
1995-1996 Xerez Xerez
1998 Flag of Castilla y León.svg Castiglia e León
Palmarès
Transparent.png Mondiali di Calcio Under-20
Argento URSS 1985
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Spagna 1964
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Jesús María Pereda Ruiz de Temiño, comunemente noto come Chus Pereda (Burgos, 23 giugno 1938Barcellona, 27 settembre 2011), è stato un allenatore di calcio e calciatore spagnolo, di ruolo centrocampista, Campione d'Europa con la Nazionale spagnola nel 1964.

È scomparso nel 2011 all'età di 73 anni a seguito di un tumore.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò la carriera da professionista nell'SD Indautxu, un club minore dell'Atlétic Bilbao, ma, a causa dell'origine non basca, venne rifiutato dall'Atlétic e firmò per il Real Madrid.

A Madrid fu membro della squadra che vinse la Liga 1957-1958. Dopo solo due presenze in campionato ed una nella finale della Copa del Generalísimo lasciò la squadra per il Real Valladolid. Contrinbuì alla vittoria del Gruppo I della Segunda División spagnola, per poi passare due stagioni al Sevilla FC prima di essere acquistato dall'FC Barcelona. In otto stagioni nel club giocò 312 gare e realizzò 107 reti tra tutte le competizioni. Durante la permanenza in blaugrana vinse la Copa del Generalísimo due volte, nel 1963 e nel 1968. Dopo aver lasciato il Barcellona giocò nel CE Sabadell e nell'RCD Mallorca prima di ritirarsi.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Conta 15 presenze nella Nazionale spagnola, con 6 reti realizzate. Esordì il 15 maggio 1960 in Spagna-Inghilterra 3-0 e, durante la sua permanenza tra le Furie rosse vinse il Campionato Europeo del 1964. Giocò l'ultima gara il 27 ottobre 1968, Jugoslavia-Spagna terminata 0-0.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid: 1957-1958
Barcellona: 1962-1963, 1967-1968

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

1964

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Notizia della morte da marca.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]