David Villa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
David Villa
David Villa - 01.jpg
Dati biografici
Nome David Villa Sánchez
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 175[1] cm
Peso 69[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Atletico Madrid Atlético Madrid
Carriera
Giovanili
1991-1999 Langreo Langreo
Squadre di club1
1999-2001 Sporting Gijon B Sporting Gijón B 65 (25)
2000-2003 Sporting Gijon Sporting Gijón 80 (38)
2003-2005 Real Saragozza Real Saragozza 73 (32)
2005-2010 Valencia Valencia 166 (108)
2010-2013 Barcellona Barcellona 77 (33)
2013- Atletico Madrid Atlético Madrid 32 (13)
Nazionale
2000-2003
2005-
2001-2002
Spagna Spagna U-21
Spagna Spagna
Asturie Asturie
17 (11)
95 (56)
2 (1)
Palmarès
W.Cup.svg  Mondiali di calcio
Oro Sudafrica 2010
UEFA European Cup.svg  Europei di calcio
Oro Austria-Svizzera 2008
FIFA Confederations Cup.svg  Confederations Cup
Bronzo Sudafrica 2009
Argento Brasile 2013
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 aprile 2014

David Villa Sánchez (Langreo, 3 dicembre 1981) è un calciatore spagnolo, attaccante dell'Atlético Madrid e della Nazionale spagnola.

Soprannominato El Guaje (in asturiano "il bambino"),[2] con la maglia della Nazionale spagnola si è laureato prima Campione d'Europa nel 2008 e poi Campione del mondo nel 2010. È stato il capocannoniere dell'Europeo 2008 con 4 gol e ai Mondiali del 2010 ha vinto la Scarpa d'argento (5 gol) e il Pallone di bronzo. È inoltre il miglior marcatore di sempre della nazionale[3] con 56 reti.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Ricopre spesso il ruolo di prima punta o seconda punta ma può essere utilizzato anche come ala.

Emilio Butragueño, attaccante del Real Madrid negli anni ottanta, ha detto di lui: «Villa è un giocatore completissimo: può giocare sia da prima che da seconda punta, è in possesso di visione di gioco, di tecnica, e in area è distruttivo. È veloce, ma fisicamente non è un portento».[4] Secondo Santillana, altro ex attaccante del Real, Villa non è un centravanti in senso classico, ma un attaccante «straordinario tecnicamente, molto veloce e mobile».[4]

Villa realizza molto poco di testa, mentre il suo modo preferito per segnare è il tiro.[4]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Inizi[modifica | modifica sorgente]

Comincia la carriera professionistica nella sua terra, nelle file dello Sporting Gijon, squadra della seconda divisione spagnola. Nella stagione 2000-2001 scende in campo una sola volta, mentre l'anno successivo totalizza 40 presenze e realizza 18 reti. Nel 2003 segna 20 gol in 39 partite e successivamente passa al Saragozza in Primera División.

Nelle due successive stagioni conquista una Coppa del Re, con 38 partite e 17 gol nel 2004 e 35 partite e 15 gol nel 2005.

Valencia[modifica | modifica sorgente]

Villa batte un rigore

Il 22 giugno 2005 il Valencia lo mette sotto contratto per la stagione 2005-2006 pagando al Zaragoza i 12 milioni di euro più IVA della clausola rescissoria.[5] Alla prima stagione realizza 25 reti in 35 partite[6] (6 su calcio di rigore) e arriva ad un passo dal titolo di Pichichi, vinto da Samuel Eto'o. Segna la sua prima tripletta con il Valencia il 23 aprile 2006 contro l'Athletic Bilbao dall'80' all'85'). Nella stagione successiva realizza 15 gol in 36 presenze di campionato,[7] mettendo a segno al contempo 5 reti in Champions League (turni preliminari compresi), compresa quella da calcio di punizione nell'andata degli ottavi di finale contro l'Inter.

Alla sua centesima presenza con il Valencia, l'11 maggio 2008, realizza una tripletta contro il Levante (rispettivamente 54º, 55º e 56º gol per il club).[8] Chiuderà la stagione 2007-2008 con 18 reti all'attivo in 28 gare giocate.[9]

Nella Liga 2008-2009 stabilisce il proprio record personale realizzando 28 reti in 33 gare piazzandosi solo terzo nella classifica marcatori, superato da Diego Forlán, autore di 32 reti, e da Samuel Eto'o, a quota 30.[4] Con le 28 reti eguaglia anche il record fatto registrare da Mario Kempes nel 1977-1978 quale miglior realizzatore in una stagione della Liga con la maglia del Valencia.

Barcellona[modifica | modifica sorgente]

Villa alla presentazione con la maglia del Barcellona
Stagione 2010-2011[modifica | modifica sorgente]

Il 19 maggio 2010 viene ufficializzato il passaggio di Villa dal Valencia al Barcellona per circa 40 milioni di euro. Il trasferimento è stato confermato dallo stesso attaccante sul proprio sito internet, ringraziando la società valenciana per i precedenti trascorsi.[10] Il giocatore firma un contratto che lo lega alla società catalana per 4 anni nei quali percepirà la somma di 7 milioni di euro a stagione.[11] Il 21 maggio viene presentato al Camp Nou davanti un pubblico di quasi 40.000 spettatori.[12] Fa la sua prima apparizione ufficiale stagionale con i blaugrana nella partita di ritorno della finale della Supercoppa di Spagna al Camp Nou contro il Siviglia dove la squadra catalana ribalta la situazione di svantaggio di 3-1 con un 4-0.[13]

Il 29 agosto 2010 gioca la sua prima partita nella Liga col Barcellona contro il Racing Santander, mettendo a segno il gol del definitivo 3-0.[14] Il 14 settembre debutta in Champions League segnando un gol contro il Panathinaikos[15] Segna una doppietta il 31 ottobre contro il Siviglia contribuendo alla vittoria finale per 5-0. Il 27 dicembre viene eletto "Atleta maschile dell'anno" dalla United States Sports Academy superando Rafael Nadal e il precedente vincitore Manny Pacquiao.[16] Il 28 maggio segna il terzo gol nella finale di UEFA Champions League contro il Manchester United finita 3-1 per i catalani.[17] A fine partita Villa dedica la vittoria alla sua famiglia, a sua figlia e a Pepe Reina.[18] Finisce la stagione con 24 gol segnati in 52 partite (secondo marcatore del Barcellona dopo Lionel Messi), vincendo la sua prima Liga, la sua prima UEFA Champions League Europea e la seconda Supercoppa di Spagna.

Stagione 2011-2012[modifica | modifica sorgente]

Il 14 agosto segna la sua prima rete della stagione al Bernabéu nella finale d'andata della Supercoppa di Spagna, finita 3-3. Vincendo 3-2 la partita di ritorno, la Supercoppa va al Barcellona.[19] Il 26 agosto vince la Supercoppa UEFA contro il Porto (2-0).[20] Il 17 settembre realizza una doppietta in campionato nell'8-0 casalingo contro l'Osasuna;[21] con questi due gol subiti la squadra di Pamplona diventa il bersaglio preferito di Villa nel campionato spagnolo, avendo incassato da lui 13 gol.[22] Il 15 dicembre, durante il primo tempo della semifinale del Mondiale per Club contro l'Al-Sadd, riporta la frattura della tibia della gamba sinistra[23] che lo costringerà a saltare la restante parte della stagione e gli impedirà di prendere parte ai Campionato europeo di calcio 2012 in Polonia e Ucraina.[24]

Stagione 2012-2013[modifica | modifica sorgente]

Il 19 agosto 2012, dopo un'inattività di circa sette mesi, torna in campo nella prima giornata della Liga 2012-2013 subentrando al 74' a Pedro nel match d'esordio del Barcellona contro la Real Sociedad e andando subito in rete al 84' con un preciso tiro di sinistro su assist di Iniesta, realizzando la rete del definitivo 5-1.[25] Il 26 agosto, durante la trasferta contro l'Osasuna, entra in campo al 75' minuto di gioco al posto di Cristian Tello e contribuisce alla rimonta della sua squadra realizzando l'assist per il gol di Messi che fissa l'incontro sul definitivo 2 a 1 per i catalani.[senza fonte]

Atletico Madrid[modifica | modifica sorgente]

L'8 luglio del 2013 viene ufficializzato il suo passaggio all'Atlético de Madrid per una somma vicina ai 5 milioni di euro, oltre al versamento nelle casse del Barcellona del 50% del ricavo ottenuto dall'eventuale vendita del giocatore. Firma un contratto triennale da 5 milioni a stagione.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Debutta in Nazionale il 9 febbraio 2005 in una partita vinta per 5-0 contro San Marino ad Almería. Convocato per il campionato del mondo 2006, nel torneo segna 3 reti, con doppietta all'Ucraina e un gol su calcio di rigore contro la Francia risultato inutile poiché la Spagna perde 3-1 e si ferma agli ottavi di finale. Anche il suo compagno di squadra Fernando Torres segna ben 3 gol.

Villa con la maglia della Spagna segna al Portogallo ai Mondiali del 2010

Nelle qualificazioni al campionato d'Europa 2008 realizza sette reti, incluse due doppiette al Liechtenstein, sia nella gara d'andata che al ritorno. Nel giugno 2008 la squadra prende parte alla fase finale del torneo in Austria e Svizzera; all'esordio Villa mette subito a referto una tripletta per il 4-1 finale con cui gli iberici superano la Russia.[26] Nel secondo match, contro la Svezia, Villa segna il gol del definitivo 2-1 al 93' minuto, rete che consente alla squadra di accedere ai quarti di finale;[27] non scende in campo nella terza ininfluente gara del girone.[28] Nel successivo quarto di finale contro l'Italia viene ammonito per una simulazione; si presenta inoltre come primo tiratore dal dischetto dei tiri di rigore, segnando.[29] Nella semifinale contro la Russia, infortunatosi, viene sostituito da Cesc Fàbregas[30] ed è costretto, poi, a saltare la finale del torneo, Spagna-Germania 1-0; si laurea ugualmente capocannoniere dell'Europeo con 4 reti.[31]

Il 17 giugno 2009, dopo il gol nella gara di esordio in Confederations Cup vinta 5-0 sulla Nuova Zelanda, nella seconda partita contro l'Iraq realizza il suo 30º gol in Nazionale, salendo al secondo posto, dietro al solo Raúl, nella classifica dei migliori marcatori nella storia delle "furie rosse".[32]

Viene inserito nella lista dei 23 per i Mondiali in Sudafrica. Nella seconda partita del girone segna una doppietta contro l'Honduras; nella gara seguente contro il Cile, il 25 giugno, realizza un altro gol. Anche negli ottavi e nei quarti di finale del torneo è decisivo: è infatti autore delle reti spagnole nei match giocati rispettivamente contro Portogallo e Paraguay e conclusisi entrambi sull'1-0. L'11 luglio si laurea campione del mondo con la sua Nazionale. Con cinque reti realizzate si è classificato primo tra i marcatori ex aequo con Thomas Müller, Diego Forlán e Wesley Sneijder, ma la FIFA ha decretato il solo Müller capocanonniere in quanto autore del maggior numero di assist (3).

Il 12 ottobre 2010, grazie al gol su rigore contro la Scozia, raggiunge Raúl come miglior marcatore della Nazionale spagnola a quota 44 reti.[33][34] Il 26 marzo 2011 lo supera segnando una doppietta alla Repubblica Ceca. Il 6 settembre 2011 mette a segno una doppietta nel 6 a 0 della Spagna contro il Liechtenstein che vale alle furie rosse la qualificazione matematica per Euro 2012, competizione al quale Villa non prenderà parte a causa di un infortunio.[35]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 18 aprile 2014.

Globalmente David Villa, tra club, Nazionale maggiore e Nazionali giovanili, ha segnato 371 gol in 741 partite.[36]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1999-2000 Spagna Sporting Gijón B SDB 30 12 - - - - - - - - - 30 12
2000-2001 SDB 35 13 - - - - - - - - - 35 13
Totale Sporting Gijón B 65 25 - - - - - - 65 25
2000-2001 Spagna Sporting Gijón SD 1 0 - - - - - - - - - 1 0
2001-2002 SD 40 18 CR 4 2 - - - - - - 44 20
2002-2003 SD 39 20 CR 1 1 - - - - - - 40 21
Totale Sporting Gijón 80 38 5 3 - - - - 85 41
2003-2004 Spagna Real Zaragoza PD 38 17 CR 8 4 - - - - - - 46 21
2004-2005 PD 35 15 CR 1 0 CU 10 3 SS 2 0 48 18
Totale Real Saragozza 73 32 9 4 10 3 2 0 94 39
2005-2006 Spagna Valencia PD 37 25 CR 4 2 Int 6 1 - - - 47 28
2006-2007 PD 36 16 CR 2 0 UCL 11 5 - - - 49 21
2007-2008 PD 28 18 CR 6 1 UCL 7 3 - - - 41 22
2008-2009 PD 33 28 CR 3 1 CU 5 1 SS 2 1 43 31
2009-2010 PD 32 21 CR 2 0 UEL 11 7 - - - 45 28
Totale Valencia 166 108 17 4 40 17 2 1 225 130
2010-2011 Spagna Barcellona PD 34 18 CR 5 1 UCL 12 4 SS 1 0 52 23
2011-2012 PD 15 5 CR 1 0 UCL 4 3 SS+SU+Cmc 2+1+1 1+0+0 24 9
2012-2013 PD 28 10 CR 5 5 UCL 10 1 SS 0 0 43 16
Totale Barcellona 77 33 11 6 26 8 5 1 119 48
2013-2014 Spagna Atlético Madrid PD 32 13 CR 2 1 UCL 5 0 SS 2 1 41 15
Totale carriera 493 249 44 18 81 28 11 3 629 298

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Barcellona: 2010-2011, 2012-2013
Real Saragozza: 2003-2004
Valencia: 2007-2008
Barcellona: 2011-2012
Real Saragozza: 2004
Barcellona: 2010, 2011

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Barcellona: 2010-2011
Barcellona: 2011
Barcellona: 2011

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b David Villa Sanchez | FCBarcelona.cat
  2. ^ (EN) David Villa Official Website - Biography, davidvilla7.com. URL consultato il 20 giugno 2009.
  3. ^ Il record - Spagna, David Villa diventa il miglior marcatore della storia della Nazionale | Sport.it
  4. ^ a b c d (ES) Cayetano Ros, Goleadores y... mucho más in elpais.com, 3 giugno 2009. URL consultato il 16 giugno 2009.
  5. ^ (ES) El Valencia ficha a Villa, del Zaragoza, y a Regueiro, del Racing in elpais.com, 22 giugno 2005. URL consultato il 16 giugno 2009.
  6. ^ (EN) David Villa Official Website - Season 2005/2006, davidvilla7.com. URL consultato il 20 giugno 2009.
  7. ^ (EN) David Villa Official Website - Season 2006/2007, davidvilla7.com. URL consultato il 20 giugno 2009.
  8. ^ Levante 1 - 5 Valencia
  9. ^ (EN) David Villa Official Website - Season 2007/2008, davidvilla7.com. URL consultato il 20 giugno 2009.
  10. ^ Ufficiale: Barcellona, colpo Villa, tuttomercatoweb.com.
  11. ^ Barcelona sign Valencia's David Villa for £34.2m.
  12. ^ Más de 35.000 personas vibran con la presentación de Villa en el Camp Nou, MundoDeportivo.com, 22 maggio 2010.
  13. ^ Las apuestas colocan la 3ª Supercopa consecutiva en las vitrinas del Barça.
  14. ^ Racing 0-3 Barcelona: The Catalan Train Rolls On, goal.com, 29 agosto 2010.
  15. ^ Barcelona 5-1 Panathinaikos: Unstoppable Lionel Messi Fires Blaugrana To Comfortable Home Win, goal.com, 14 settembre 2010.
  16. ^ Spain Reigns as Villa Edges Nadal on the Male Side; Korean Ices Female Side in Athlete of the Year, 27 dicembre 2010.
  17. ^ Barcelona 3-1 Man Utd, BBC Sport, 28 maggio 2011.
  18. ^ Barcelona striker David Villa dedicates Champions League win over Man Utd to family of Liverpool FC goalkeeper Pepe Reina, Liverpool Daily Post, 30 maggio 2011.
  19. ^ El Barça supo ganar la Supercopa de España, MundoDeportivo.com.
  20. ^ 2-0: El Barça, bajo la batuta de un genial Messi, gana ante el Porto la Supercopa de Europa, MundoDeportivo.com, 26 agosto 2011.
  21. ^ Barcellona senza limiti: travolto 8 a 0 l'Osasuna, Corriere dello Sport.it, 18 settembre 2011.
  22. ^ Ottovolante Barça, Valencia primo, 17 settembre 2011. URL consultato il 21 settembre 2011.
  23. ^ Tegola Villa per Barcellona e Spagna, UEFA.com. URL consultato il 15 dicembre 2011.
  24. ^ Gazzetta dello sport, Ufficiale: Villa si arrende, Niente Europeo con la Spagna, 22 maggio 2012. URL consultato il 23 maggio 2012.
  25. ^ Yahoo, Che spettacolo al Camp Nou! 5-1 del Barcellona, torna al gol Villa., 19 agosto 2012. URL consultato il 19 agosto 2012.
  26. ^ Graham Hunter, Troppo Villa per la Russia in www1.it.uefa.com, 10 giugno 2008. URL consultato il 16 giugno 2009.
  27. ^ Ian Holyman, Ancora Villa, Svezia al tappeto in www1.it.uefa.com, 14 giugno 2008. URL consultato il 16 giugno 2009.
  28. ^ John Atkin, La Spagna fa l'en plein in www1.it.uefa.com, 18 giugno 2008. URL consultato il 16 giugno 2009.
  29. ^ Marco Calabresi, Rigori amari, Italia eliminata in www1.it.uefa.com, 22 giugno 2008. URL consultato il 16 giugno 2009.
  30. ^ John Atkin, Spagna perfetta, la Russia si inchina in www1.it.uefa.com, 26 giugno 2008. URL consultato il 16 giugno 2009.
  31. ^ Paolo Menicucci, Decide El Niño, Spagna campione d'Europa in www1.it.uefa.com, 30 giugno 2008. URL consultato il 16 giugno 2009.
  32. ^ (EN) Paul Legothetis, Spain beats Iraq 1-0 to reach semifinals, chron.com, 17 giugno 2009.
  33. ^ (ES) Natalia Vidal Blanch, David Villa, 44 goles para la historia, rfef.es, 13 ottobre 2010. URL consultato il 13 ottobre 2010.
  34. ^ Alex O'Henley, La Spagna risolve con Llorente, uefa.com, 12 ottobre 2010. URL consultato il 13 ottobre 2010.
  35. ^ Spagna, goleada e qualificazione Inghilterra ok, Trap resta in corsa, La Stampa.it, 7 settembre 2011.
  36. ^ (ES) Estadisticas, davidvilla7.com.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 166730191