Carlos Marchena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlos Marchena
Carlos Marchena.jpg
Carlos Marchena con la Nazionale spagnola nel 2009
Nome Carlos Marchena López
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 183 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 19 gennaio 2016
Carriera
Giovanili
1995-1997 Siviglia
Squadre di club1
1997-2000 Siviglia 68 (1)
2000-2001 Benfica 20 (2)
2001-2010 Valencia 230 (8)
2010-2012 Villarreal 45 (1)
2012-2014 Deportivo 44 (5)
2015 Kerala Blasters 1 (0)
2015-2016 Gerena ? (?)
Nazionale
Spagna Spagna U-20 7 (0)
Spagna Spagna U-21 17 (0)
2002-2011 Spagna Spagna 69 (2)
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Sydney 2000
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Sudafrica 2010
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Austria-Svizzera 2008
Transparent.png Confederations Cup
Bronzo Sudafrica 2009
Transparent.png Mondiali di Calcio Under-20
Oro Nigeria 1999
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 gennaio 2016

Carlos Marchena López (Siviglia, 31 luglio 1979) è un ex calciatore spagnolo di ruolo difensore.

Nella sua carriera ha militato principalmente nel Valencia, club nel quale è ricordato come uno dei migliori giocatori di sempre[1]. Con la maglia dei rojiblancos è stato capitano dal 2008 al 2010 ed ha vinto due campionati spagnoli, una Coppa del Re, una Coppa UEFA ed una Supercoppa UEFA.

Con la Nazionale spagnola è stato campione d'Europa a Austria-Svizzera 2008, campione del mondo nel Sudafrica 2010 e terzo classificato alla Confederations Cup di Sudafrica 2009; ha inoltre preso parte agli Europei di Portogallo 2004 e ai Mondiali di Germania 2006. A livello giovanile, con l'Under-20 si è laureato campione del mondo a Nigeria 1999, mentre con la selezione olimpica è stato medaglia d'argento ai Giochi di Sydney 2000.

Considerato tra i migliori difensori spagnoli della sua generazione,[1][2] a livello individuale è stato inserito nella formazione ideale di Euro 2008[3].

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Era un difensore centrale molto aggressivo e forte fisicamente che poteva ricoprire all'occorrenza anche i ruoli di terzino destro e di centrocampista dietro la difesa[1][4].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Marchena in azione con la maglia del Valencia nel 2007.

Marchena iniziò a giocare da professionista all'età di 18 anni con il Siviglia, club con il quale ottenne la promozione in Liga nel campionato 1998-1999. L'anno successivo, tuttavia, non riuscì ad evitare la retrocessione del club[5].

Al termine del campionato 1999-2000 fu ceduto al Benfica, venendo acquistato poi dal Valencia. Il difensore spagnolo firmò un quadriennale e fu coinvolto in uno scambio che mandò in Portogallo Zlatko Zahovič[5]. Rimase al club per nove stagioni collezionando 230 apparizioni nella Liga e vincendo cinque trofei (la Liga nel 2002, la tripletta Liga-Coppa UEFA-Supercoppa UEFA nel 2004 e la Coppa del Re nel 2008)[5][6]. Le sue prestazioni con la maglia dei rojiblancos gli valsero la prima convocazione in Nazionale maggiore[5]. Il 6 marzo 2007, al termine della gara di Champions League contro l'Inter (conclusasi con la vittoria del Valencia), si rese protagonista di una rissa con alcuni avversari; l'episodio gli costò una squalifica di 4 giornate nella competizione[7]. Dopo Euro 2008, Marchena divenne il nuovo capitano del Valencia al posto di David Albelda[8][9].

Il 1º agosto 2010 firmò un contratto triennale con il Villarreal[10], realizzando il primo gol con il sottomarino giallo in occasione del play-off di Europa League contro il FC Dnepr Mogilev[5]. Con la retrocessione del Villareal nel 2012 passò al Deportivo La Coruña[11].

Nel 2015 si trasferì al Kerala Blasters nella Indian Super League[12] ma il 4 novembre rescisse il contratto per motivi personali[13].

Il 19 gennaio 2016 annunciò l'addio al calcio giocato all'età di 36 anni[14].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Con la Nazionale spagnola Under-20 si impose al mondiale di categoria del 1999. Nel 2000, con la selezione olimpica, si aggiudicò la medaglia d'argento ai Giochi di Sydney, perdendo contro il Camerun nella finale del torneo.

Maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Marchena in ritiro con la Nazionale maggiore nel 2010.

Nel 2002, Marchena debuttò in Nazionale maggiore, grazie alle sue prestazioni con la maglia del Valencia. Sotto la gestione di Iñaki Sáez esordì nell'amichevole contro l'Ungheria il 22 agosto 2002[14][15]. Sáez ne fece uno dei punti fermi della sua squadra e lo convocò per la fase finale del campionato d'Europa 2004[16]. Marchena giocò titolare contro Russia e Grecia[17], mentre saltò per squalifica la terza gara del girone contro il Portogallo che sancì l'eliminazione delle furie rosse dal torneo[18].

L'8 giugno 2005 realizzò il suo primo gol in nazionale in occasione della partita di qualificazione ai mondiali 2006 pareggiata 1-1 contro la Bosnia ed Erzegovina[19].

Nel primo biennio della nuova gestione di Luis Aragonés, Marchena non fu considerato titolare ma fu ugualmente tra convocati per il campionato del mondo 2006. Nel corso del torneo venne impiegato in una sola occasione, con le furie rosse già qualificate agli ottavi, nella terza gara della fase a gironi contro l'Arabia Saudita[20]. La Spagna uscì agli ottavi di finale contro la Francia futura finalista[21]. Nel secondo biennio di Aragonés, invece, Marchena ritrovò il posto da titolare e fu convocato per il campionato d'Europa 2008, vinto proprio dalla Spagna. Nel corso del torneo disputò 5 delle 6 partite giocate dalle furie rosse, compresa la finale vinta contro la Germania[22]. A fine torneo, Marchena venne inserito nella rosa ideale della competizione[3].

Non fu più titolare sotto la gestione di Vicente del Bosque (anche a causa dell'esplosione calcistica di Gerard Piqué) ma fu comunque convocato dal nuovo C.T. per la FIFA Confederations Cup 2009. Nel corso del torneo fu schierato solo nella seconda partita della fase a gironi contro l'Iraq[23]. Il 29 maggio 2010, grazie alla vittoria della selezione spagnola sull'Arabia Saudita, superò il record del brasiliano Garrincha (fermo a 49) e divenne il giocatore con il record di partite consecutive - in campo internazionale - senza sconfitta (50)[24]. Convocato da Del Bosque per il campionato del mondo 2010, Marchena giocò solo tre partite, tutte da subentrante nei minuti finali, laureandosi campione del mondo al termine della finale contro i Paesi Bassi[25].

Disputò il suo ultimo incontro con la maglia della nazionale il 7 giugno 2011, nell'amichevole contro il Venezuela vinta 0-3 dagli spagnoli.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Spagna Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
21-08-2002 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 1 Spagna Spagna Amichevole - Uscita al 46’ 46’
07-09-2002 Atene Grecia Grecia 0 – 2 Spagna Spagna Amichevole -
20-11-2002 Granada Spagna Spagna 1 – 0 Bulgaria Bulgaria Amichevole -
29-03-2003 Kiev Ucraina Ucraina 2 – 2 Spagna Spagna Qual. Euro 2004 -
02-04-2003 León Spagna Spagna 3 – 0 Armenia Armenia Qual. Euro 2004 -
30-04-2003 Madrid Spagna Spagna 4 – 0 Ecuador Ecuador Amichevole -
07-06-2003 Saragozza Spagna Spagna 0 – 1 Grecia Grecia Qual. Euro 2004 - Uscita al 76’ 76’
11-06-2003 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 0 – 0 Spagna Spagna Qual. Euro 2004 -
06-09-2003 Guimarães Portogallo Portogallo 0 – 3 Spagna Spagna Amichevole -
10-09-2003 Elche Spagna Spagna 2 – 1 Ucraina Ucraina Qual. Euro 2004 -
11-10-2003 Yerevan Armenia Armenia 0 – 4 Spagna Spagna Qual. Euro 2004 -
15-11-2003 Valencia Spagna Spagna 2 – 1 Norvegia Norvegia Qual. Euro 2004 - Ammonizione
18-02-2004 Barcellona Spagna Spagna 2 – 1 Perù Perù Amichevole -
31-03-2004 Gijón Spagna Spagna 2 – 0 Danimarca Danimarca Amichevole -
05-06-2004 Getafe Spagna Spagna 4 – 0 Andorra Andorra Amichevole - Uscita al 46’ 46’
12-06-2004 Faro Spagna Spagna 1 – 0 Russia Russia Euro 2004 - 1º turno - Ammonizione al 66’ 66’
16-06-2004 Porto Grecia Grecia 1 – 1 Spagna Spagna Euro 2004 - 1º turno - Ammonizione al 16’ 16’
03-09-2004 Valencia Spagna Spagna 1 – 1 Scozia Scozia Amichevole - Uscita al 57’ 57’
09-10-2004 Santander Spagna Spagna 2 – 0 Belgio Belgio Qual. Mondiali 2006 -
13-10-2004 Vilnius Lituania Lituania 0 – 0 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2006 -
17-11-2004 Madrid Spagna Spagna 1 – 0 Inghilterra Inghilterra Amichevole - Uscita al 46’ 46’
09-02-2005 Almería Spagna Spagna 5 – 0 San Marino San Marino Qual. Mondiali 2006 -
04-06-2005 Valencia Spagna Spagna 1 – 0 Lituania Lituania Qual. Mondiali 2006 -
08-06-2005 Valencia Spagna Spagna 1 – 1 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Qual. Mondiali 2006 1
17-08-2005 Gijón Spagna Spagna 2 – 0 Uruguay Uruguay Amichevole -
07-09-2005 Madrid Spagna Spagna 1 – 1 Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro Qual. Mondiali 2006 - Ammonizione al 77’ 77’
08-10-2005 Bruxelles Belgio Belgio 0 – 2 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2006 -
23-06-2006 Kaiserslautern Arabia Saudita Arabia Saudita 0 – 1 Spagna Spagna Mondiali 2006 - 1º turno - Ammonizione al 74’ 74’
24-03-2007 Madrid Spagna Spagna 2 – 1 Danimarca Danimarca Qual. Euro 2008 -
28-03-2007 Palma di Maiorca Spagna Spagna 1 – 0 Islanda Islanda Qual. Euro 2008 -
02-06-2007 Riga Lettonia Lettonia 0 – 2 Spagna Spagna Qual. Euro 2008 - Ammonizione al 73’ 73’
06-06-2007 Vaduz Liechtenstein Liechtenstein 0 – 2 Spagna Spagna Qual. Euro 2008 -
22-08-2007 Salonicco Grecia Grecia 2 – 3 Spagna Spagna Amichevole 1
08-09-2007 Reykjavík Islanda Islanda 1 – 1 Spagna Spagna Qual. Euro 2008 -
12-09-2007 Valencia Spagna Spagna 2 – 0 Lettonia Lettonia Qual. Euro 2008 -
13-10-2007 Aarhus Danimarca Danimarca 1 – 3 Spagna Spagna Qual. Euro 2008 -
17-10-2007 Helsinki Finlandia Finlandia 0 – 0 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
17-11-2007 Madrid Spagna Spagna 3 – 0 Svezia Svezia Qual. Euro 2008 -
06-02-2008 Málaga Spagna Spagna 1 – 0 Francia Francia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
26-03-2008 Elche Spagna Spagna 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
31-05-2008 Huelva Spagna Spagna 2 – 1 Perù Perù Amichevole -
04-06-2008 Santander Spagna Spagna 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -
10-06-2008 Innsbruck Spagna Spagna 4 – 1 Russia Russia Euro 2008 - 1º turno -
14-06-2008 Innsbruck Svezia Svezia 1 – 2 Spagna Spagna Euro 2008 - 1º turno - Ammonizione al 53’ 53’
22-06-2008 Vienna Spagna Spagna 0 – 0 dts
(4 – 2 dcr)
Italia Italia Euro 2008 - Quarti di finale -
26-06-2008 Vienna Russia Russia 0 – 3 Spagna Spagna Euro 2008 - Semifinale -
29-06-2008 Vienna Germania Germania 0 – 1 Spagna Spagna Euro 2008 - Finale -
19-11-2008 Villarreal Spagna Spagna 3 – 0 Cile Cile Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
11-02-2009 Siviglia Spagna Spagna 2 – 0 Inghilterra Inghilterra Amichevole - Ingresso al 75’ 75’
01-04-2009 Istanbul Turchia Turchia 1 – 2 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2010 -
09-06-2009 Baku Azerbaigian Azerbaigian 0 – 6 Spagna Spagna Amichevole -
17-06-2009 Bloemfontein Spagna Spagna 1 – 0 Iraq Iraq Conf. Cup 2009 - 1º Turno - Ammonizione al 53’ 53’
12-08-2009 Skopje Macedonia Macedonia 2 – 3 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 71’ 71’
09-09-2009 Mérida Spagna Spagna 3 – 0 Estonia Estonia Qual. Mondiali 2010 -
10-10-2009 Yerevan Armenia Armenia 1 – 2 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2010 - Ammonizione al 18’ 18’ Uscita al 45’ 45’
18-11-2009 Vienna Austria Austria 1 – 5 Spagna Spagna Amichevole -
29-05-2010 Innsbruck Spagna Spagna 3 – 2 Arabia Saudita Arabia Saudita Amichevole - Ingresso al 60’ 60’
03-06-2010 Innsbruck Spagna Spagna 1 – 0 Corea del Sud Corea del Sud Amichevole -
08-06-2010 Murcia Spagna Spagna 6 – 0 Polonia Polonia Amichevole - Ingresso al 72’ 72’
29-06-2010 Città del Capo Spagna Spagna 1 – 0 Portogallo Portogallo Mondiali 2010 - Ottavi - Ingresso al 90’ 90’
03-07-2010 Johannesburg Paraguay Paraguay 0 – 1 Spagna Spagna Mondiali 2010 - Quarti - Ingresso al 84’ 84’
07-07-2010 Durban Germania Germania 0 – 1 Spagna Spagna Mondiali 2010 - Semifinale - Ingresso al 90’ 90’
11-08-2010 Città del Messico Messico Messico 1 – 1 Spagna Spagna Amichevole - Uscita al 65’ 65’
03-09-2010 Vaduz Liechtenstein Liechtenstein 0 – 4 Spagna Spagna Qual. Euro 2012 -
07-09-2010 Buenos Aires Argentina Argentina 4 – 1 Spagna Spagna Amichevole - Ammonizione al 86’ 86’
12-10-2010 Glasgow Scozia Scozia 2 – 3 Spagna Spagna Qual. Euro 2012 - Ingresso al 89’ 89’
17-11-2010 Lisbona Portogallo Portogallo 4 – 0 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
25-03-2011 Granada Spagna Spagna 2 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Euro 2012 - Ingresso al 86’ 86’
07-06-2011 Puerto La Cruz Venezuela Venezuela 0 – 3 Spagna Spagna Amichevole - Ammonizione al 68’ 68’
Totale Presenze 69 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Valencia: 2001-2002, 2003-2004
Valencia: 2007-2008

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Valencia: 2003-2004
Valencia: 2004

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nigeria 1999
Sydney 2000
Austria-Svizzera 2008
Sudafrica 2010

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Austria-Svizzera 2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Top 15 Greatest Spanish Defenders of All Time, salutesoccer.com. URL consultato il 3 luglio 2016.
  2. ^ (EN) Spain legend Carlos Marchena announces retirement from football, sefutbol.com, 19 gennaio 2016. URL consultato il 3 luglio 2016.
  3. ^ a b c (EN) 2008 team of the tournament, in uefa.com, 1 febbraio 2011. URL consultato il 2 luglio 2016.
  4. ^ (EN) 11 really good free agents your club could sign now the transfer window is shut, including Ronaldinho and Victor Valdes, in metro.co.uk, 4 settembre 2014. URL consultato il 3 luglio 2016.
  5. ^ a b c d e (EN) Carlos Marchena, uefa.it, 2 agosto 2010. URL consultato il 2 luglio 2016.
  6. ^ Marchena sceglie il Villarreal, uefa.it, 2 agosto 2010. URL consultato il 2 luglio 2016.
  7. ^ Dario Oliviero, Valencia-Inter, stangata Uefa Sei turni a Burdisso e Maicon, in La Repubblica, 14 marzo 2007. URL consultato il 3 luglio 2016.
  8. ^ (ES) Marchena, nuevo capitán del Valencia, 20minutos.es, 23 agosto 2008. URL consultato il 3 luglio 2007.
  9. ^ (ES) Marchena se convierte en capitán seguido por Albiol, Vicente y Villa como sustitutos, lasprovincias.es. URL consultato il 3 luglio 2007.
  10. ^ Ufficiale: Marchena al Villareal, itasportpress.it, 2 agosto 2010. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  11. ^ Ufficiale: Deportivo La Coruna, colpo Marchena dal Villareal, calcionews24.com, 7 agosto 2012. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  12. ^ (ES) Marchena jugará en el Kerala de la SúperLiga India, marca.com, 24 luglio 2015.
  13. ^ (EN) ISL: Kerala Blasters marquee player Carlos Marchena leaves the club, zeenews.india.com, 4 novembre 2015.
  14. ^ a b (EN) Spain World Cup winner Marchena announces retirement, goal.com, 19 gennaio 2016. URL consultato il 2 luglio 2016.
  15. ^ (ES) Poca luz para tanto estreno, elpais.com, 22 agosto 2002. URL consultato il 2 luglio 2016.
  16. ^ (EN) Sáez selects Spain squad, uefa.it, 20 maggio 2004. URL consultato il 2 luglio 2016.
  17. ^ La Grecia sorprende ancora Spagna costretta al pareggio, in La Repubblica, 16 giugno 2004. URL consultato il 2 luglio 2016.
  18. ^ Dario Oliviero, Portogallo, avanti con il coraggio La Spagna torna subito a casa, in La Repubblica, 20 giugno 2004. URL consultato il 2 luglio 2016.
  19. ^ (EN) Marchena salvages last-gasp point, uefa.it, 8 giugno 2005. URL consultato il 2 luglio 2016.
  20. ^ Dario Oliviero, La Spagna-2 non delude 1-0 all'Arabia Saudita, in La Repubblica, 23 giugno 2006. URL consultato il 2 luglio 2016.
  21. ^ E' il trionfo della "vecchia" Francia Spagna, finiti i sogni di gloria e il Mondiale, La Repubblica, 27 giugno 2006. URL consultato il 2 luglio 2016.
  22. ^ La Spagna campione d'Europa Un gol di Torres: Germania ko, La Repubblica, 29 giugno 2006. URL consultato il 2 luglio 2016.
  23. ^ Villa risolve il rebus Iraq, La Repubblica, 17 giugno 2009. URL consultato il 2 luglio 2016.
  24. ^ (ES) Marchena supera el récord invicto de Garrincha, marca.com, 29 maggio 2010. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  25. ^ Il mondo è della Spagna, La Repubblica, 11 luglio 2010. URL consultato il 2 luglio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN309573768