Zlatko Zahovič

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zlatko Zahovič
Nazionalità Jugoslavia Jugoslavia
Slovenia Slovenia (dal 1992)
Altezza 181 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 2005
Carriera
Giovanili
Kovinar Maribor
Squadre di club1
1989-1993 Partizan 37 (6)
1990-1991 Proleter Zrenjanin 25 (0)
1993-1996 Vitória Guimarães 73 (13)
1996-1999 Porto 74 (27)
1999-2000 Olympiakos 14 (7)
2000-2001 Valencia 20 (3)
2001-2005 Benfica 80 (14)
Nazionale
1992-2004 Slovenia Slovenia 80 (35)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 luglio 2008

Zlatko Zahovič (Maribor, 1º febbraio 1971) è un dirigente sportivo ed ex calciatore sloveno, di ruolo attaccante, attuale direttore sportivo del Maribor.

Considerato il miglior giocatore della storia del calcio sloveno,[1] anche suo figlio Luka Zahovič è un calciatore professionista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Maribor da genitori di origine serba, Zahovič cominciò la sua carriera nelle giovanili del Kovinar Maribor. Nel 1989 fu notato da un famoso calciatore jugoslavo, Milko Ǵurovski (che in quell'anno prestava servizio militare a Maribor). In seguito giocò con Partizan Belgrado (1989-1993), Zrenjanin (1990-1991, in prestito dal Partizan), Vitória Guimarães (1993-1996), Porto (1996-1999), Olympiakos (1999-2000), Valencia (2000-2001) e Benfica (2001-2005). Nel 2001, con il Valencia, arrivò alla finale di Champions League, persa ai calci di rigore contro il Bayern Monaco; in particolare, fu uno dei rigoristi che fallì il tiro dal dischetto, che si fece parare da Oliver Kahn.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nella Nazionale di calcio slovena Zahovič ha totalizzato 80 presenze e 35 reti (record assoluto); la sua prima partita con la Slovenia avvenne il 7 novembre 1992, nell'amichevole contro Cipro, mentre l'ultima si tenne il 28 aprile 2004 contro la Svizzera. Sempre con la Nazionale slovena, ha partecipato al Campionato europeo di calcio nel 2000 in Belgio e Paesi Bassi (segnando tre delle quattro reti slovene realizzate nel torneo) ed al Campionato mondiale di calcio nel 2002 in Giappone e Corea del Sud (in cui fu rispedito a casa dopo la partita contro la Spagna per via di vari contrasti con l'allora commissario tecnico Srečko Katanec).

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto 2007 è stato nominato direttore tecnico del Maribor.[2]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Partizan: 1992-1993
Porto: 1996-1997, 1997-1998, 1998-1999
Benfica: 2004-2005
Porto: 1997-1998
Benfica: 2003-2004
Porto: 1998, 1999
Olympiakos: 1999-2000

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]