Orlando City Soccer Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Orlando City Soccer Club
Calcio Football pictogram.svg
Lions
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Viola e Bianco2.png Viola e bianco
Simboli Leone
Dati societari
Città Orlando (Florida)
Paese Stati Uniti Stati Uniti
Confederazione CONCACAF
Federazione Flag of the United States.svg USSF
Campionato Major League Soccer
Fondazione 2010
Proprietario Brasile Flavio Augusto da Silva
Presidente Inghilterra Phil Rawlins
Allenatore Inghilterra Adrian Heath
Stadio Citrus Bowl
(65 438 posti)
Sito web www.orlandocitysc.com
Palmarès
Titoli nazionali 2 USL Pro
Trofei nazionali 3 Commissioner's Cup
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

L'Orlando City Soccer Club è una società calcistica statunitense con sede a Orlando (Florida). Fondata nel 2010, ha preso parte alla USL Pro Division fino alla stagione 2014. Dal 2015 prende parte alla MLS nella Eastern Conference[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 2010 i diritti della franchigia degli Orlando Pro Soccer vennero acquistati da Phil Rawlins, un uomo d'affari inglese facente parte del consiglio di amministrazione del club di Premier League dello Stoke City. Rawlins, già proprietario degli Austin Aztex FC, spostò quest'ultima squadra ad Orlando a fine 2010, annunciando la volontà di portare la squadra nella Major League Soccer nel giro di 3-5 anni. La società scelse come nuovo nome quello di Orlando City Soccer Club.

Rawlins decise di non sfasciare completamente quello che era stato costruito con gli Aztex, infatti ha mantenuto come allenatore Adrian Heath e non ha apportato grosse modifiche alla rosa.

Major League Soccer (2015)[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato dell'Orlando City inizia con l'incontro casalingo contro l'altra nuova franchigia della Mls, NYCFC. La partita termina 1-1, dopo essere passati in svantaggio, nei minuti di recupero del secondo tempo, Kaká, calciando una punizione, pareggia i conti, grazie anche a una deviazione della barriera. La prima vittoria dell'Orlando City avviene nel secondo incontro, il 13 marzo 2015, grazie allo 0-1 rifilato ai Texani del Houston Dynamo

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Orlando City Soccer Club
  • 2011: Campione dello United Soccer Leagues Professional Division (1º Titolo)
    Vincitrice della Commissioner's Cup 2011
  • 2012: ? in USLPD
    Vincitrice della Commissioner's Cup 2012
  • 2013: Campione dello United Soccer Leagues Professional Division (2º Titolo)
  • 2014: ? in USLPD
    Vincitrice della Commissioner's Cup 2014
  • 2015: In Major League Soccer (East Conference).

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Simboli ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma presenta uno scudo di colore viola con una testa di leone di colore giallo scuro è la scritta di colore bianco Orlando City, il vecchio logo aveva tre teste di leoni ruggenti al centro di uno scudo dallo sfondo viola.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Il club gioca le partite casalinghe al Citrus Bowl. La città di Orlando sta costruendo uno stadio specifico per il calcio denominato Orlando City Stadium e situato nel centro della città, il quale dovrebbe essere pronto per aprile 2016 per un costo di circa 84 milioni di dollari.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2011; 2013
2011; 2012; 2014

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni ai campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Livello Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione



MLS 1 2015 2015



USL Pro Division* 4 2011 2014

*Opera dal 2011 come campionato di terzo livello del Nordamerica alle spalle della MSL e della NASL.

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Nella rosa dell' Orlando City ci sono due Designated Players, Kakà (capitano) e Bryan Rochez. In porta c'è un veterano della MLS come Donovan Ricketts, la difesa invece è formata da calciatori professionisti come Sean St Ledger e Seb Hines, al primo è stato offerto un contratto dopo essersi svincolato dal club londinese di Championship del Millwall, il secondo in prestito da un altro club di Championship, il Middlesbrough. Altri rinforzi essenziali per la rosa sono stati Brek Shea, ala della nazionale americana rientrato negli Stati Uniti dopo due anni passati allo Stoke City, militante in Premier League e il centrocampista difensivo Amobi Okugo, prelevato dal Philadelphia Union. Il resto della rosa viene prevalentemente dalla squadra che giocava nella United Soccer League, prevalente formata da giovani.

Rosa Attuale[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Giamaica P Donovan Ricketts
2 Stati Uniti D Tyler Turner
3 Inghilterra D Seb Hines
4 Irlanda D Sean St Ledger
5 Stati Uniti C Servando Carrasco
6 Stati Uniti C Tony Cascio
7 Colombia C Christian Higuita
8 Inghilterra C Harrison Heath
9 Irlanda del Nord A Martin Paterson
10 Brasile C Kaká (capitano)
11 Colombia A Carlos Rivas
12 Stati Uniti C Eric Avila (in prestito dal Santos Laguna)
14 Inghilterra C Luke Boden
15 Brasile C Pedro Ribeiro
17 El Salvador C Darwin Ceren
18 Trinidad e Tobago C Kevin Molino
N. Ruolo Giocatore
19 RD del Congo A Daniel Mwanga
20 Stati Uniti C Brek Shea
21 Canada A Cyle Larin
22 Stati Uniti P Tally Hall
23 Stati Uniti D Conor Donovan
24 Inghilterra C Lewis Neal
26 Stati Uniti A Sidney Rivera
27 Portogallo D Rafael Ramos
29 Stati Uniti D Tommy Redding
35 Honduras A Bryan Róchez
36 Stati Uniti P Earl Edwards Jr.
42 Stati Uniti P Josh Ford
55 Angola C Estrela
78 Francia C Aurélien Collin
Spagna D David Mateos
Svizzera C Adrian Winter

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Major League Soccer names Orlando City SC as 21st franchise, set for 2015 debut, mlssoccer.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]