D.C. United

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
D.C. United
Calcio Football pictogram.svg
United, Black-and-Red, The Men in Black
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px HEX-FF870F star background Black HEX-FF0000 borders.svg Nero e rosso
Simboli Aquila
Dati societari
Città Washington
Nazione Stati Uniti Stati Uniti
Confederazione CONCACAF
Federazione Flag of the United States.svg USSF
Campionato Major League Soccer
Fondazione 1995
Proprietario Indonesia Erick Thohir[1]
Stati Uniti Jason Levien[1]
Stati Uniti William Chang[1]
Allenatore Stati Uniti Ben Olsen
Stadio RFK Stadium
(45596 posti)
Sito web www.dcunited.com
Palmarès
MLS Cup.svgMLS Cup.svgMLS Cup.svgMLS Cup.svg
Titoli MLS 4
U.S. Open Cup 3
Trofei nazionali 4 Supporters' Shield
Trofei internazionali 1 CONCACAF Champions' Cup
1 Coppa Interamericana
Si invita a seguire il modello di voce

Il D.C. United è un club calcistico statunitense di Washington. Istituito nel 1995 milita in Major League Soccer, il campionato calcistico di vertice del Nordamerica.

Con quattro MLS Cup, quattro MLS Supporters' Shield e tre U.S. Open Cup è una delle squadre più vincenti del calcio nordamericano. In ambito internazionale ha conquistato una CONCACAF Champions' Cup nel 1998 e una Copa Interamericana (competizione riservata ai vincitori della CONCACAF Champions' Cup e della Copa Libertadores) nello stesso anno.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Bruce Arena, l'allenatore più vincente della storia del club

Il D.C. United è uno dei dieci club fondatori della MLS. Già nel primo anno di competizione, il 1996, lo United vince sia la MLS Cup (battendo in finale i Los Angeles Galaxy) sia la U.S. Open Cup (battendo in finale i Rochester Raging Rhinos). Nel 1998, la squadra di Washington si aggiudica anche due trofei internazionali: la Champions' Cup e la Interamerican Cup.

Visti gli ottimi risultati, il coach dello United Bruce Arena viene chiamato ad allenare la nazionale maggiore. Arena viene rimpiazzato da Thomas Rongen, che riuscirà a portare a Washington un'altra MLS cup nel 1999. Dopo le stagioni del 2000 e del 2001, Rongen viene sostituito da Ray Hudson nel 2002. Anche Hudson non ottiene grandi risultati, così per la stagione 2004 viene ingaggiato un nuovo tecnico, Piotr Nowak. I metodi di Nowak non sono molto apprezzati dai giocatori, tuttavia sotto la sua guida (e anche grazie alle prestazioni del centrocampista argentino Christian Gómez) la squadra torna a vincere la MLS Cup. Nel 2005 e nel 2006 lo United non ottiene alcun successo e la guida tecnica passa da Nowak (ora secondo allenatore della nazionale statunitense) a Tom Soehn.

Nel gennaio 2007, lo United cambia di proprietà, passando dall'Anschutz Entertainment Group alla D.C. United Holdings. I risultati però sono davvero pessimi, infatti la squadra non riesce ad aggiudicarsi nessuna delle cinque competizioni a cui partecipa. Due di queste competizioni sono la CONCACAF Champions Cup (in cui sono stati sconfitti in semifinale dal CD Guadalajara) e la SuperLiga, un torneo appena creato in cui si affrontano quattro squadre della MLS e quattro squadre della Primera División messicana.

Nel 2012 l'imprenditore indonesiano Erick Thohir acquista il club insieme all'avvocato Jason Levien. Al primo anno vince la U.S. Open Cup battendo in finale il Real Salt Lake con conseguente partecipazione alla CONCACAF Champions League 2014-2015 e si piazza 4º in campionato. Seguono un 19° e un 4º posto in campionato nel 2013 e nel 2014.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

I trofei vinti dal D.C. United al 2007[2]

Competizioni minori[modifica | modifica wikitesto]

  • Atlantic Cup: 8
2002, 2004, 2005, 2006, 2007, 2008, 2009, 2012
2010, 2011, 2012

Organico 2016[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
2 Stati Uniti D Taylor Kemp
5 Stati Uniti D Sean Franklin
6 Ghana D Kofi Opare
7 Brasile C Marcelo Sarvas
8 Ghana C Lloyd Sam
9 Costa Rica A Álvaro Saborío
11 Argentina C Luciano Acosta
12 Ghana C Patrick Nyarko
13 Stati Uniti A Lamar Neagle
14 Stati Uniti C Nick DeLeon
15 Stati Uniti D Steve Birnbaum
16 Stati Uniti A Patrick Mullins
17 Messico A Miguel Aguilar
18 Stati Uniti A Chris Rolfe
N. Ruolo Giocatore
20 Stati Uniti D Jalen Robinson
22 Stati Uniti D Chris Korb
25 Stati Uniti C Jared Jeffrey
26 Inghilterra C Rob Vincent
27 Stati Uniti C Collin Martin
28 Stati Uniti P Bill Hamid
32 Stati Uniti D Bobby Boswell
33 Germania C Julian Büscher
34 Stati Uniti D Luke Mishu
45 Sierra Leone A Alhaji Kamara
48 Stati Uniti P Travis Worra
50 Stati Uniti P Andrew Dykstra
77 Nigeria A Kennedy Igboananike

Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le voci sui singoli soggetti sono elencate nella Categoria:Calciatori del D.C. United

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Jaime Moreno, il calciatore con più presenze (260) e reti (111) nella storia del club

Rivalità[modifica | modifica wikitesto]

I tifosi del D.C. United mostrano il loro sostegno all'allenatore Ben Olsen durante una gara della stagione regolare contro il F.C. Dallas

I principali rivali del D.C. United sono i New York Red Bulls, in passato conosciuti con il nome di MetroStars. I due club concorrono annualmente per l'Atlantic Cup, una competizione istituita dai dirigenti delle due squadre (il trofeo va al team che ottiene più punti nei quattro scontri diretti della regular season). Il D.C. United ha anche una fortissima rivalità con il Charleston Battery, un club che milita nella United Soccer Leagues.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Ownership, Dcunited.com. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  2. ^ Da sinistra a destra: La CONCACAF Champions' Cup, le 2 MLS Cup (la prima versione in primo piano e la seconda versione dietro), la Supporters' Shield (davanti), la Coppa Interamericana (dietro), le altre 2 MLS Cup (entrambe denominate "Alan I. Rothenberg trophy") e la Lamar Hunt U.S. Open Cup.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio