Luis Muriel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luis Muriel
FWC 2018 - Round of 16 - COL v ENG - Luis Muriel.jpg
Muriel con la nazionale colombiana al campionato del mondo 2018
Nazionalità Colombia Colombia
Altezza 179 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Atalanta
Carriera
Giovanili
2001-2008Atlético Junior
2008-2009Deportivo Cali
Squadre di club1
2009-2010Deportivo Cali11 (9)
2010-2011Granada7 (0)
2011-2012Lecce29 (7)
2012-2015Udinese57 (15)
2015-2017Sampdoria79 (21)
2017-2019Siviglia35 (8)
2019Fiorentina19 (6)
2019-Atalanta69 (40)
Nazionale
2009-2011Colombia Colombia U-208 (4)
2012-Colombia Colombia40 (8)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 maggio 2021

Luis Fernando Muriel Fruto (Santo Tomás, 16 aprile 1991) è un calciatore colombiano, attaccante dell'Atalanta e della nazionale colombiana.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un centravanti ambidestro, dotato di notevole tecnica e velocità.[1][2] Nella stagione 2012-2013, agli ordini di Francesco Guidolin, ha dimostrato di poter agire con ottimi risultati anche come trequartista o seconda punta.[1][2]

Dal 2012 alcuni problemi di peso ne hanno limitato il potenziale atletico.[3][4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi e Deportivo Cali[modifica | modifica wikitesto]

Incomincia la carriera nel 2001 nelle giovanili dell'Atlético Junior. Nel gennaio del 2008 passa al Deportivo Cali, in cui debutta in prima squadra nella massima serie colombiana il 12 luglio 2009 nella partita vinta 1-0 contro l'Envigado.

Nel mese di marzo del 2010, durante il Torneo di Apertura, si mette in evidenza segnando 5 gol in una striscia di 3 partite consecutive. In tutto con il Deportivo Cali segna 9 reti in 11 presenze. Il 7 marzo 2010 contro l'Once Caldas realizza una tripletta la partita viene vinta 3 a 0 grazie ai suoi gol. Il 18 aprile 2010 segna 2 gol nella partita vinta 5 a 2 contro il Cortuluá; nella stessa partita realizza inoltre anche 2 assist.

Udinese e prestito al Granada[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 giugno 2010 viene ceduto alla società italiana dell'Udinese, ma il 12 luglio dello stesso anno viene ceduto in prestito al Granada con cui totalizzerà 7 presenze nella Segunda División spagnola, in una stagione che si conclude con la promozione della squadra nella Liga.

Lecce[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 2011 è ceduto in prestito al Lecce,[5] con cui debutta in Serie A il 26 ottobre 2011 nella partita persa 2-0 contro il Palermo.[6] Segna il suo primo gol il 4 dicembre nell'incontro perso 4-2 in casa del Napoli[7]. Il 30 gennaio 2012 l'Udinese ne riacquisisce la proprietà del cartellino lasciando però il giocatore in prestito ai salentini fino a fine stagione.[8][9] Dal 19 febbraio al 4 marzo 2012 va segno con il Lecce in tre giornate consecutive in massima serie (contro il Siena in casa, il Cagliari in trasferta e il Genoa in casa), evento senza precedenti, poi eguagliato dal giallorosso Marco Mancosu nel 2019-2020[10]. Il 7 aprile 2012 segna la sua prima doppietta con la maglia del Lecce e in Serie A nella vittoria per 4-2 contro la Roma.[11] Nonostante i suoi 7 gol segnati in 29 partite di campionato, il Lecce retrocede all'ultima giornata.

Ritorno all'Udinese[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2012-2013 torna all'Udinese dopo il prestito, partecipando al ritiro estivo con la squadra friulana.[12] Il 12 settembre 2012 rinnova il suo contratto con l'Udinese per altri cinque anni, fino al 30 giugno 2017.[13] Riesce a mettere a segno il suo primo gol in maglia bianconera il 22 dicembre nell'incontro esterno pareggiato 1-1 con l'Atalanta. Il 14 aprile 2013 realizza la sua prima doppietta con la squadra bianconera, nella vittoria ottenuta per 3-0 a Parma. Alla fine dell'annata risulta il secondo cannoniere della formazione dietro Antonio Di Natale, con 11 gol siglati in 22 partite.

Il 1º agosto, nella prima gara della nuova stagione, segna una doppietta nel terzo turno preliminare di Europa League in casa del Široki Brijeg, battuto per 3-1; queste sono anche le sue prime due reti in competizioni UEFA per club della sua carriera. In campionato, il primo gol arriva il 25 agosto nella sconfitta per 2-1 sul campo della Lazio; conclude la sua seconda stagione in Friuli con 31 presenze totali e 8 gol.

Nell'estate del 2014 il club friulano rifiuta un'offerta di 18 milioni di euro più bonus per Muriel presentata dall'Atlético Madrid[14].

Sampdoria[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 gennaio 2015 Luis, dopo aver giocato altre 11 partite con la maglia bianconera, viene ceduto a titolo temporaneo con obbligo di riscatto alla Sampdoria[15]; le cifre dell'affare sono 10.5 milioni di € per l'obbligo di riscatto (più 1.5 milioni di € di bonus nel caso in cui il giocatore raggiunga almeno 30 presenze in maglia blucerchiata entro il 30 giugno 2016)[16]. Il calciatore sottoscrive un contratto fino a giugno 2019 scegliendo la maglia numero 24. Il 15 febbraio seguente esordisce in blucerchiato subentrando nell'intervallo a Joaquín Correa durante la gara Chievo-Samp 2-1 nella quale al 91' segna il suo primo gol con la maglia blucerchiata.[17] Il 1º marzo realizza uno splendido gol di sinistro contro l'Atalanta, partita vinta dalla Samp per 1-2;[18] il terzo sigillo con il Doria lo sigla invece il 16 marzo seguente, dopo 3 minuti dall'ingresso in campo, nella gara vinta per 2 a 0 contro la Roma. Segna la sua ultima rete dell'anno nella partita persa 4-2 contro il Napoli chiudendo la gara con un bel tiro al volo da fuori area.

La stagione successiva gioca i preliminari di Europa League contro i serbi del Vojvodina; dopo la sconfitta casalinga per 4-0, al ritorno mette a segno la rete del 2-0 finale, risultato che però non basta per superare il turno.[19] Gioca titolare nel 4-3-1-2 di Zenga dalla prima partita di Serie A contro il Carpi, in cui segna una doppietta e si procura il rigore realizzato dal compagno Éder sull'1-0 ; la partita finirà 5-2 per i doriani. Tuttavia la stagione

Nell'estate del 2016, dopo anni trascorsi con la maglia numero 24, decide di optare per il classico numero 9.[20] Il 21 agosto, alla prima giornata di campionato, sigla il gol-vittoria in trasferta contro l'Empoli (0-1)[21]. L'11 settembre, pur perdendo la Sampdoria 3 a 2 contro la Roma allo stadio Olimpico, segna un gol meraviglioso al volo su lancio di Vasco Regini.[22] Il 22 ottobre, nel derby col Genoa, segna il momentaneo 1-0 (partita finita poi 2-1) su assist di Quagliarella, segnando per la prima volta in una stracittadina[23]. Sigla poi un gol in casa della Fiorentina su assist di Regini nel pareggio per 1-1 del 6 novembre[24], ed il 20 dello stesso mese trova una doppietta nella vittoria casalinga in rimonta per 3-2 contro il Sassuolo.[25] L'11 marzo 2017 decide il derby di ritorno, vinto per 1-0 (era dal 1960 che i blucerchiati non vincevano entrambi i derby di Serie A).[26][27]

Realizza l'ultimo gol della sua avventura in blucerchiato il 21 maggio contro la sua ex squadra Udinese su rigore; al contempo viene espulso subito dopo la marcatura a causa di un'esultanza ritenuta dal direttore di gara irrispettosa verso i tifosi della Dacia Arena.[28]

Siviglia e prestito alla Fiorentina[modifica | modifica wikitesto]

L'11 luglio 2017 viene acquistato a titolo definitivo per 20 milioni di euro più bonus[29] dal Siviglia, con cui firma un contratto di cinque anni.[30][31] L'esordio in Liga avviene il 19 agosto successivo, alla prima giornata contro l'Espanyol e il primo gol arriva il 17 settembre contro il Girona.[32] Il 13 settembre esordisce in Champions League nella partita della fase a gironi contro il Liverpool e il 24 ottobre in Copa del Rey segna il gol dello 0-3 contro il Cartagena nella partita di andata dei sedicesimi di finale.

Il 1º gennaio 2019 viene acquistato dalla Fiorentina in prestito con diritto di riscatto a 14 milioni di euro.[33] Esordisce con i viola il 13 dello stesso mese, giocando da titolare la partita degli ottavi di finale di Coppa Italia sul campo del Torino, battuto dai toscani per 0-2. Il successivo 20 gennaio segna le prime due reti in maglia viola contro la Sampdoria, (sua ex squadra) nella gara valida per la 20ª giornata di campionato.[34] Si sblocca in Coppa Italia nei quarti di finale contro la Roma, segnando il gol del momentaneo 3-1: la partita terminerà 7-1 per i gigliati.[35]

Atalanta[modifica | modifica wikitesto]

Muriel in goal contro la sua ex-squadra del Lecce, allo Stadio Via del mare il 1º marzo 2020.

Il 21 giugno 2019, dopo non essere stato riscattato dalla Fiorentina, viene annunciato il suo passaggio a titolo definitivo all'Atalanta per 15 milioni più bonus ed un contratto quinquennale.[36] Il 25 agosto, nel debutto con gli orobici subentrando dalla panchina, è subito decisivo segnando una doppietta che permette alla squadra bergamasca di ribaltare lo svantaggio in casa della SPAL, vincendo per 3-2;[37] replica l'exploit il 19 ottobre, in occasione del pareggio in casa della Lazio (3-3).[38] Nella successiva giornata di campionato ha realizzato una tripletta (la prima per lui in Serie A) nel successo per 7-1 contro l'Udinese.[39] Il 26 novembre 2019 realizza la sua prima rete in Champions League nel successo per 2-0 contro la Dinamo Zagabria, che è al contempo il primo successo dei bergamaschi in Champions League.[40] Il 6 gennaio 2020 raggiunge quota 200 presenze in massima serie.[6] Con la doppietta segnata il 28 giugno 2020 contro l’Udinese, sua ex squadra, il colombiano diventa il giocatore che ha segnato più gol (9) da subentrato nella storia della Serie A in una singola stagione.[41] L'8 luglio segna nel successo contro la Sampdoria (2-0) il suo decimo gol da subentrato, diventando il secondo giocatore a riuscirci dal 2000 in poi dopo Paco Alcácer (che ne ha realizzato 12 nel 2018-2019 con la maglia del Borussia Dortmund).[42][43] Tredici giorni dopo raggiunge quota 11 reti da subentrato decidendo la sfida contro il Bologna.[43]

L'anno successivo continua a essere decisivo dalla panchina,[2][44] trovando comunque più spazio dal 1º minuto. Nel mentre è stato decisivo in Champions League nel successo per 0-1 contro l'Ajax che ha consentito agli orobici di raggiungere gli ottavi di finale.[45] Agli ottavi l'Atalanta pesca il Real Madrid, venendo eliminata nonostante un gol di Muriel si punizione al ritorno in virtù della doppia sconfitta degli orobici sia all'andata che al ritorno.[46] In campionato va a segno nei successi contro Roma (4-1) e Napoli (4-2), oltre a realizzare tre doppiette contro Crotone (1-2 per i bergamaschi),[47] Bologna (2-2)[48] e Udinese (3-2 per i bergamaschi).[49]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Viene convocato con la sua Colombia per il campionato del mondo under-20 2011, che si disputa proprio in Colombia e nel quale sigla 4 gol complessivamente: una doppietta nella prima gara, contro la Francia[50], un gol nella terza partita, contro la Corea del Sud, e un gol nell'ottavo di finale contro la Costa Rica.

Debutta nella nazionale maggiore il 28 maggio 2012 nell'amichevole non ufficiale contro la Guyana vinta per 7-1 dove mette a segno una doppietta.[51] Fa il suo debutto in una partita ufficiale il 10 giugno seguente contro l'Ecuador, nella partita persa per 1-0.

Viene convocato per la Copa América 2015[52] e fa il suo debutto nella partita di quarti di finale facendosi parare un rigore nella fase finale dell'incontro (ovvero i calci di rigore) da l'allora compagno di squadra all Samp Sergio Romero, causando l'uscita della Colombia dalla competizione.[53][54]

Il 9 maggio 2016 viene selezionato dal commissario tecnico José Pekerman per la Copa América Centenario che si gioca negli Stati Uniti dal 3 al 26 giugno.[55]

Successivamente partecipa anche ai Mondiali 2018 e alla Copa América 2019; in quest'ultima competizione ha dovuto abbandonare la squadra dopo la prima partita vinta per 2-0 contro l'Argentina, per infortunio a seguito di un contrasto con Leandro Paredes.[56]

Il 7 settembre 2019 realizza una doppietta nell'amichevole pareggiata per 2-2 contro il Brasile.[57]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 16 maggio 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2009 Colombia Deportivo Cali PD 1 0 - - - - - - - - - 1 0
2010 PD 10 9 - - - - - - - - - 10 9
Totale Deportivo Cali 11 9 - - - - - - 11 9
2010-2011 Spagna Granada SD 7 0 CR 2 0 - - - - - - 9 0
2011-2012 Italia Lecce A 29 7 CI 0 0 - - - - - - 29 7
2012-2013 Italia Udinese A 22 11 CI 1 0 UCL+UEL 0 0 - - - 23 11
2013-2014 A 24 4 CI 3 2 UEL 4[58] 2[58] - - - 31 8
2014-gen. 2015 A 11 0 CI 0 0 - - - - - - 11 0
Totale Udinese 57 15 4 2 4 2 - - 65 19
gen.-giu. 2015 Italia Sampdoria A 16 4 - - - - - - - - - 16 4
2015-2016 A 32 6 CI 1 0 UEL 2[59] 1[59] - - - 35 7
2016-2017 A 31 11 CI 2 2 - - - - - - 33 13
Totale Sampdoria 79 21 3 2 2 1 - - 84 24
2017-2018 Spagna Siviglia PD 29 7 CR 9 2 UCL 8 0 - - - 46 9
2018-gen. 2019 PD 6 1 CR 2 0 UEL 10[60] 3 SS 1 0 19 4
Totale Siviglia 35 8 11 2 18 3 1 0 65 13
gen.-giu. 2019 Italia Fiorentina A 19 6 CI 4 3 - - - - - - 23 9
2019-2020 Italia Atalanta A 34 18 CI 1 0 UCL 6 1 - - - 41 19
2020-2021 A 35 22 CI 4 1 UCL 7 3 - - - 46 26
Totale Atalanta 69 40 5 1 13 4 - - 87 45
Totale carriera 306 106 29 10 37 10 1 0 373 126

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Colombia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-6-2012 Quito Ecuador Ecuador 1 – 0 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 73’ 73’
6-2-2013 Miami Gardens Guatemala Guatemala 1 – 4 Colombia Colombia Amichevole 1 Ingresso al 70’ 70’
11-6-2013 Barranquilla Colombia Colombia 2 – 0 Perù Perù Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 80’ 80’
14-8-2013 Barcellona Colombia Colombia 1 – 0 Serbia Serbia Amichevole - Uscita al 59’ 59’
14-11-2013 Bruxelles Belgio Belgio 0 – 2 Colombia Colombia Amichevole - Uscita al 60’ 60’
26-6-2015 Viña del Mar Argentina Argentina 0 – 0
(5 – 4 dcr)
Colombia Colombia Coppa America 2015 - Quarti di finale - Ingresso al 86’ 86’
12-11-2015 Santiago del Cile Cile Cile 1 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 72’ 72’
17-11-2015 Barranquilla Colombia Colombia 0 – 1 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 46’ 46’
24-3-2016 La Paz Bolivia Bolivia 2 – 3 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 69’ 69’
1-9-2016 Barranquilla Colombia Colombia 2 – 0 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 70’ 70’
6-9-2016 Manaus Brasile Brasile 2 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 82’ 82’
6-10-2016 Asunción Paraguay Paraguay 0 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 77’ 77’
11-10-2016 Barranquilla Colombia Colombia 2 – 2 Uruguay Uruguay Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 46’ 46’
10-11-2016 Barranquilla Colombia Colombia 0 – 0 Cile Cile Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 63’ 63’
23-3-2017 Barranquilla Colombia Colombia 1 – 0 Bolivia Bolivia Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 34’ 34’
7-6-2017 Murcia Spagna Spagna 2 – 2 Colombia Colombia Amichevole - Ingresso al 80’ 80’
31-8-2017 San Cristóbal Venezuela Venezuela 0 – 0 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 80’ 80’
23-3-2018 Saint-Denis Francia Francia 2 – 3 Colombia Colombia Amichevole 1 Uscita al 77’ 77’
28-6-2018 Samara Senegal Senegal 0 – 1 Colombia Colombia Mondiali 2018 - 1º turno - Ingresso al 31’ 31’
3-7-2018 Mosca Colombia Colombia 1 – 1 dts
(3 – 4 dcr)
Inghilterra Inghilterra Mondiali 2018 - Ottavi di finale - Ingresso al 88’ 88’
7-9-2018 Miami Gardens Venezuela Venezuela 1 – 2 Colombia Colombia Amichevole - Ingresso al 68’ 68’
11-9-2018 East Rutherford Argentina Argentina 0 – 0 Colombia Colombia Amichevole - Uscita al 63’ 63’
22-3-2019 Yokohama Giappone Giappone 0 – 1 Colombia Colombia Amichevole - Uscita al 79’ 79’
26-3-2019 Seul Corea del Sud Corea del Sud 2 – 1 Colombia Colombia Amichevole - Ingresso al 65’ 65’
4-6-2019 Bogotà Colombia Colombia 3 – 0 Panama Panama Amichevole 1 Uscita al 46’ 46’
9-6-2019 Lima Perù Perù 0 – 3 Colombia Colombia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
15-6-2019 Salvador Argentina Argentina 0 – 2 Colombia Colombia Coppa America 2019 - 1º turno - Uscita al 14’ 14’
7-9-2019 Miami Gardens Brasile Brasile 2 – 2 Colombia Colombia Amichevole 2 Uscita al 68’ 68’
10-9-2019 Tampa Colombia Colombia 0 – 0 Venezuela Venezuela Amichevole - Ingresso al 71’ 71’ Ammonizione al 90+3’ 90+3’
12-10-2019 Alicante Colombia Colombia 0 – 0 Cile Cile Amichevole - Uscita al 75’ 75’
15-10-2019 Lilla Algeria Algeria 3 – 0 Colombia Colombia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
16-11-2019 Miami Gardens Colombia Colombia 1 – 0 Perù Perù Amichevole - Uscita al 59’ 59’
9-10-2020 Barranquilla Colombia Colombia 3 – 0 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2022 2 Uscita al 54’ 54’
13-10-2020 Santiago del Cile Cile Cile 2 – 2 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2022 -
13-11-2020 Barranquilla Colombia Colombia 0 – 3 Uruguay Uruguay Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 60’ 60’
17-11-2020 Quito Ecuador Ecuador 6 – 1 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 41’ 41’
3-6-2021 Lima Perù Perù 0 – 3 Colombia Colombia Qual. Mondiali 2022 -
8-6-2021 Barranquilla Colombia Colombia 2 – 2 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2022 1 Ingresso al 46’ 46’
17-6-2021 Goiânia Colombia Colombia 0 – 0 Venezuela Venezuela Coppa America 2021 - 1º turno - Uscita al 63’ 63’
20-6-2021 Goiânia Colombia Colombia 1 – 2 Perù Perù Coppa America 2021 - 1º turno - Ingresso al 61’ 61’
Totale Presenze 40 Reti 8
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale (partite non ufficiali) ― Colombia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
28-5-2012 Bogotà Colombia Colombia 7 – 1 Guyana Guyana Amichevole 2
Totale Presenze 1 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Giovane rivelazione della Serie A: 2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Muriel è un fenomeno: ora con Di Natale, poi c?è Radamel, su calcionews24.com, 9 gennaio 2013.
  2. ^ a b c Calciomercato Inter: Conte vuole Muriel. I pro e i contro di un'operazione da 25-30 milioni, su eurosport.it, 28 marzo 2021. URL consultato il 5 aprile 2021.
  3. ^ Mercato Udinese, Muriel: "Da piccolo tifavo Milan, ma...", su calciomercato.it. URL consultato il 23 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2014).
  4. ^ Udinese, Guidolin: "Muriel deve perdere peso", su calcionews24.com, 20 luglio 2012.
  5. ^ Ufficiale Muriel, su uslecce.it, 31 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2012).
  6. ^ a b Muriel: contro il Parma 200ª partita in A, su atalanta.it, 7 gennaio 2020. URL consultato il 5 aprile 2021.
  7. ^ Napoli affonda il Lecce Pensando Champions: 4-2, su gazzetta.it, 3 dicembre 2011.
  8. ^ Tutti i trasferimenti - Lecce Legaseriea.it
  9. ^ Tutti i trasferimenti - Udinese Legaseriea.it
  10. ^ Serie A: il Lecce espugna Ferrara, Spal battuta 3-1, in Sport Mediaset, 25 settembre 2019.
  11. ^ Volano Lecce, Siena, Udinese e Chievo, su gazzetta.it, 7 aprile 2012.
  12. ^ Claudio Taverna, Grinta colombiana: maturato a Lecce, Muriel è pronto a far innamorare Udine, su trentinolibero.it. URL consultato il 5 aprile 2021.
  13. ^ Udinese, Muriel rinnova fino al 2017, su alfredopedulla.com, 12 settembre 2012. URL consultato il 5 aprile 2021.
  14. ^ Dichiarazione di Cristiano Giaretta, all'epoca direttore sportivo dell'Udinese, a Sportitalia Mercato, 2 gennaio 2018.
  15. ^ Finalmente blucerchiati: Muriel e Coda, benvenuti al Doria Archiviato il 24 gennaio 2015 in Internet Archive.
  16. ^ Ufficiale: Muriel alla Sampdoria[collegamento interrotto]
  17. ^ Chi sbaglia paga: il Doria si perde a Verona, il Chievo lo punisce, su sampdoria.it, 15 febbraio 2015. URL consultato il 5 aprile 2021.
  18. ^ Le pagelle di Atalanta-Sampdoria 1-2, su eurosport.it, 1º marzo 2015. URL consultato il 5 aprile 2021.
  19. ^ Impresa incompiuta: la Sampdoria batte il Vojvodina ma saluta l'Europa, su sampdoria.it, 6 agosto 2015. URL consultato il 5 aprile 2021.
  20. ^ Sampdoria, ecco i numeri di maglia: Muriel si prende il 9, Budimir il 47, su calciomercato.com, 5 maggio 2016. URL consultato il 12 marzo 2017.
  21. ^ Giacomo Luchini, Empoli-Sampdoria 0-1: un lampo di Muriel rovina l'esordio a Martusciello, su la Repubblica, 21 agosto 2016. URL consultato il 12 marzo 2017.
  22. ^ Roma-Sampdoria, Muriel fa un gol pazzesco e lo applaude perfino Totti., su gazzetta.it. URL consultato il 13 settembre 2016.
  23. ^ Mirko Spadaro, Muriel trascina la Sampdoria, Genoa al tappeto: il ‘Derby della Lanterna’ è blucerchiato! [FOTO e VIDEO], su sportfair.it, 22 ottobre 2016. URL consultato il 12 marzo 2017.
  24. ^ Serie A: Muriel replica a Bernardeschi, Fiorentina-Samp è 1-1, su sportmediaset.mediaset.it, 6 novembre 2016. URL consultato il 12 marzo 2017.
  25. ^ Sampdoria-Sassuolo 3-2, Quagliarella e Muriel ribaltano il risultato in 7 minuti, su tuttosport.com, 20 novembre 2016. URL consultato il 12 marzo 2017.
  26. ^ Damiano Basso e Andrea Schiappapietra, Genoa-Sampdoria 0-1, decide (di nuovo) Luis Muriel, su Il Secolo XIX, 11 marzo 2017. URL consultato l'11 marzo 2017.
  27. ^ Carlos Passerini, Serie A, Genoa-Sampdoria 0-1: due derby ai blucerchiati dopo 57 anni, su Corriere della Sera, 11 marzo 2017. URL consultato il 12 marzo 2017.
  28. ^ Calcio: Udinese-Samp; Giampaolo, forzatura espulsione Muriel - Liguria, in ANSA, 21 maggio 2017. URL consultato il 7 giugno 2018.
  29. ^ (ES) Oficial: Muriel, el fichaje más caro en la historia del Sevilla, su as.com, 8 luglio 2017. URL consultato il 1º aprile 2018.
  30. ^ Muriel si trasferisce al Sevilla a titolo definitivo, su sampdoria.it, 11 luglio 2017. URL consultato il 5 aprile 2021.
  31. ^ (ES) El fichaje de Muriel ya es oficial, su sevillafc.es, 11 luglio 2017. URL consultato il 1º aprile 2018.
  32. ^ Paolo Priolo, Muriel, primo gol con il Siviglia. Giampaolo in visibilio: «È da Champions» - VIDEO - Samp News 24, in Samp News 24, 19 settembre 2017. URL consultato il 7 giugno 2018.
  33. ^ Muriel è un calciatore della Fiorentina, su it.violachannel.tv, 1º gennaio 2019. URL consultato il 1º gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 2 gennaio 2019).
  34. ^ Muriel, magie e doppietta con la Fiorentina: "Sono vicino al top", su gazzetta.it, 20 gennaio 2019.
  35. ^ Coppa Italia, Fiorentina-Roma 7-1: Chiesa show, giallorossi travolti, su gazzetta.it. URL consultato il 5 aprile 2021.
  36. ^ Luis Muriel è dell'Atalanta, su atalanta.it, 21 giugno 2019. URL consultato il 21 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2019).
  37. ^ Spal-Atalanta 2-3: Muriel entra e ribalta i ferraresi, su repubblica.it, 25 agosto 2019. URL consultato il 5 aprile 2021.
  38. ^ Atalanta-show per un tempo con Muriel e Gomez, poi sale in cattedra Ciro Immobile, su calcio.fanpage.it, 19 ottobre 2019. URL consultato il 19 ottobre 2019.
  39. ^ Atalanta-Udinese 7-1, su atalanta.it, 27 ottobre 2019. URL consultato il 5 aprile 2021.
  40. ^ Atalanta-Dinamo Zagabria UCL 19/20, su atalanta.it, 26 novembre 2019. URL consultato il 5 aprile 2021.
  41. ^ Serie A, Udinese-Atalanta 2-3: Zapata-Muriel ex spietati, la Dea continua a correre, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 5 aprile 2021.
  42. ^ Serie A. Toloi e Muriel portano l'Atalanta al terzo posto: 2-0 con la Sampdoria, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 5 aprile 2021.
  43. ^ a b Serie A, Atalanta-Bologna 1-0: Muriel punisce Mihajlovic, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 5 aprile 2021.
  44. ^ Atalanta, Muriel gran riserva: perché è il dodicesimo uomo più forte d’Italia, su gazzetta.it. URL consultato il 5 aprile 2021.
  45. ^ Ajax-Atalanta 0-1: decide Muriel, bergamaschi di nuovo agli ottavi, su repubblica.it, 9 dicembre 2020. URL consultato il 5 aprile 2021.
  46. ^ Real Madrid-Atalanta 3-1: Benzema, Ramos e Asensio spengono il sogno nerazzurro, su repubblica.it, 16 marzo 2021. URL consultato il 5 aprile 2021.
  47. ^ Crotone-Atalanta 1-2: doppietta di Muriel e gol di Simy, su gazzetta.it. URL consultato il 5 aprile 2021.
  48. ^ Bologna-Atalanta 2-2: doppio Muriel non basta, Tomiyasu e Paz firmano la rimonta rossoblù, su repubblica.it, 23 dicembre 2020. URL consultato il 5 aprile 2021.
  49. ^ Serie A, le pagelle di Atalanta-Udinese 3-2: Muriel show, Malinovskyi bene, su eurosport.it, 3 aprile 2021. URL consultato il 5 aprile 2021.
  50. ^ U-20, Colombia e Udinese sognano con Muriel, su gazzetta.it, 31 luglio 2011.
  51. ^ Lecce - Muriel piede caldo, doppietta alla Guyana, su tuttomercatoweb.com, 29 maggio 2012. URL consultato l'8 giugno 2012.
  52. ^ Blucerchiati al lavoro: De Silvestri, Soriano e compagni impegnati con le nazionali, su sampdoria.it, 3 giugno 2015. URL consultato il 5 aprile 2021.
  53. ^ Argentina-Colombia finisce ai rigori, Muriel sbaglia dal dischetto, su sampdorianews.net. URL consultato l'8 settembre 2019.
  54. ^ Copa América: il derby tra blucerchiati va all'Argentina, battuta la Colombia, su sampdoria.it, 27 giugno 2015. URL consultato il 5 aprile 2021.
  55. ^ Copa América Centenario: Muriel pre-convocato dalla Colombia di Pekerman, su sampdoria.it, 9 maggio 2016. URL consultato il 5 aprile 2021.
  56. ^ Colombia, Muriel ko: lesione del collaterale, su sport.sky.it. URL consultato il 5 aprile 2021.
  57. ^ Brasile, è subito Neymar. Ma che Muriel! 2-2 show con la Colombia, su gazzetta.it. URL consultato l'8 settembre 2019.
  58. ^ a b Nei turni preliminari.
  59. ^ a b nei turni preliminari.
  60. ^ 5 presenze nei play-off

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]