Joaquín Correa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Joaquín Correa
Joaquín Correa 2020.jpg
Correa con la maglia della Lazio nel 2020
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 188[1] cm
Peso 76[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Inter
Carriera
Giovanili
2000-2006River Plate
2006-2011Estudiantes
Squadre di club1
2011-2015Estudiantes53 (4)
2015-2016Sampdoria31 (3)
2016-2018Siviglia47 (5)
2018-2021Lazio92 (22)
2021-Inter3 (2)
Nazionale
2017-Argentina Argentina10 (3)
Palmarès
Transparent.png Copa América
Oro Brasile 2021
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 settembre 2021

Carlos Joaquín Correa (Juan Bautista Alberdi, 13 agosto 1994) è un calciatore argentino, attaccante dell'Inter, in prestito dalla Lazio, e della nazionale argentina, con la quale si è laureato campione del Sud America nel 2021.

Esordisce da professionista con l'Estudiantes, con cui gioca dal 2011 al 2015, prima di trasferirsi alla Sampdoria. Dopo una stagione e mezza con i blucerchiati, passa al Siviglia. Nell'estate 2018 torna in Italia per giocare con la Lazio, con cui in tre stagioni vince una Coppa Italia (2018-2019) e una Supercoppa italiana (2019).

Convocato per la prima volta in nazionale maggiore nel 2017, quattro anni dopo si laurea campione del Sud America vincendo la Copa América 2021.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Gioca prevalentemente come seconda punta e può essere schierato anche come ala sinistra e trequartista.[2] Dotato di grandi capacità coordinative e di una ottima elasticità e visione di gioco,[2] è anche in possesso di una buona tecnica individuale;[2] possiede un buon dribbling e un controllo di palla elegante.[2] Riesce a calibrare i passaggi con molta precisione ed è in grado di cambiare passo con facilità (possiede buona rapidità nel contropiede a campo aperto).[2][1]

Soprannominato El Tucu (ossia "il Tucumano"),[1] è stato paragonato ai suoi connazionali Juan Sebastián Verón e Javier Pastore.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Estudiantes[modifica | modifica wikitesto]

Correa e Verón all'Estudiantes nel 2012.

Dopo due brevi esperienze nelle giovanili del River Plate e del Renato Cesarini, Correa entra a far parte del settore giovanile dell'Estudiantes. Il 19 maggio 2012, a soli 17 anni, esordisce in prima squadra nella sfida Banfield-Estudiantes 0-3, nella quale subentra all'82º minuto a Duván Zapata.[3]

Il 15 giugno 2013, a San Juan, compie l'esordio dal primo minuto nella partita contro il San Martín, persa dai Los Pincharratas per 2-0, giocando gli interi 90 minuti del match.[4] Il primo gol in Primera Division lo realizza il 23 marzo 2014 in Vélez Sarsfield-Estudiantes 1-1.[5] L'argentino va ancora in rete il 10 maggio seguente nella sfida vinta per 3-0 in casa contro il San Lorenzo.[6]

L'esordio in Coppa Sudamericana avviene invece il 3 settembre 2014 contro il Gimnasia Jujuy, sfida conclusasi per 0-0;[7] il primo gol in questa competizione lo realizza invece il 15 ottobre nel match vinto per 2-1 contro il Peñarol.[8] Nella Primera División 2014 realizza altre due reti: la prima il 24 agosto contro il Lanús[9] e la seconda nella gara vinta 3-1 contro il Boca Juniors il 28 agosto seguente.[10]

Sampdoria[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 dicembre 2014 il sito ufficiale dell'Estudiantes comunica l'acquisto del giocatore da parte della Sampdoria per 10 milioni di dollari[11] (cifra ridotta in seguito a 8,8 milioni di dollari).[12] Il 9 gennaio 2015 la squadra blucerchiata ufficializza l'arrivo a titolo definitivo e la sottoscrizione di un contratto con il giocatore con scadenza giugno 2019. Correa sceglie di indossare la maglia numero 8.[13]

Il 15 febbraio seguente esordisce in blucerchiato, giocando dal primo minuto la gara persa con il Chievo per 2-1. La stagione seguente decide di cambiare il numero di maglia e opta per la 10. Il 17 gennaio 2016 realizza il suo primo gol per la sua nuova squadra nella sconfitta 2-1 contro il Carpi. La settimana seguente segna un'altra rete, questa volta nella sconfitta 4-2 contro il Napoli. Il 31 gennaio 2016 segna il suo terzo gol consecutivo nella sconfitta per 3-2 contro il Bologna.

Complessivamente in un anno e mezzo alla Sampdoria gioca 31 presenze segnando 3 gol.

Siviglia[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 luglio 2016 la Sampdoria comunica di aver trovato l'accordo con il Siviglia per la cessione di Correa a titolo definitivo[14] per la cifra di 13 milioni di euro più 5 legati a una futura cessione.[15] Nella prima stagione totalizza 34 presenze e 8 reti. Nella seconda stagione a Siviglia, gioca 39 partite in tutte le competizioni e realizza 7 gol.

Lazio[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º agosto 2018 passa a titolo definitivo, per circa 16 milioni di euro più bonus, alla Lazio,[16] facendo così ritorno in Italia dopo due stagioni. L'esordio arriva il 18 agosto successivo in occasione della sconfitta interna, per 1-2, contro il Napoli. Il 26 settembre segna il suo primo gol in maglia biancoceleste nella partita vinta per 2-1 contro l’Udinese.[17] Il 24 aprile 2019 nella semifinale di Coppa Italia segna il gol che condanna il Milan all'eliminazione e vale l'approdo dei biancocelesti in finale. Il 15 maggio successivo, nella finale contro l'Atalanta, l'argentino realizza il gol del definitivo 2-0: per Correa si tratta del primo titolo vinto con la maglia della Lazio. Conclude la prima stagione con 44 presenze e 9 reti totali.

La seconda stagione in maglia biancoceleste inizia con la vittoria sulla Sampdoria per 3-0 il 25 agosto 2019, in cui l'argentino realizza la rete del momentaneo raddoppio. Il 10 ottobre successivo prolunga il suo contratto con la Lazio fino al 2024.[18] Il 22 dicembre 2019 scende in campo da titolare nella finale di Supercoppa italiana giocata a Riad e vinta per 3-1 contro la Juventus,[19] che gli permette di mettere in bacheca il secondo trofeo in biancoceleste. In totale gioca 35 partite e segna 10 reti.

Nella terza stagione con la Lazio, disputa 38 partite in tutte le competizioni e realizza 11 reti.

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 agosto 2021 viene ufficializzato il suo passaggio all'Inter in prestito oneroso per 5 milioni di euro più un milione di bonus, con obbligo di riscatto per 25 milioni di euro al verificarsi di determinate condizioni.[20][21][22] Esordisce con la maglia nerazzurra il giorno seguente nel successo esterno per 3-1 contro il Verona in campionato, in cui realizza due reti da subentrato, regalando la vittoria all'Inter.[23]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 dicembre 2015 viene inserito dal commissario tecnico Gerardo Martino nella lista dei pre-convocati della nazionale olimpica per i Giochi olimpici 2016.[24] Il 25 maggio 2016 la lista viene ridotta a 35 elementi, tra i quali figura ancora Correa.[25] Il 7 luglio seguente viene inserito nella lista dei 18 giocatori per i Giochi olimpici,[26] ma nella lista definitiva del 14 luglio 2016 viene sostituito da Joaquín Arzura.

Il 19 maggio 2017 viene convocato per la prima volta dalla nazionale maggiore in occasione delle due amichevoli di giugno contro Brasile e Singapore.[27] Debutta contro il Brasile il 9 giugno seguente, entrando al posto di Higuaín al 46º minuto. Pochi giorni più tardi gioca da titolare contro Singapore, realizzando la sua prima rete con la maglia dell'Albiceleste.

Convocato per la Copa América 2021, gioca tre partite nella fase dei gironi, subentrando a partita in corso in tutte e tre le occasioni. Nella finale l'Argentina batte il Brasile per 1-0 e Correa può festeggiare il primo trofeo con la sua nazionale.[28]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 18 settembre 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2011-2012 Argentina Estudiantes PD 3 0 - - - - - - - - - 3 0
2012-2013 PD 8 0 CA 2 0 - - - - - - 10 0
2013-2014 PD 26 1 CA 3 1 - - - - - - 29 2
2014 PD 16 2 - - - CS 6 1 - - - 22 3
Totale Estudiantes 53 3 5 1 6 1 - - 64 5
2014-2015 Italia Sampdoria A 6 0 CI 0 0 - - - - - - 6 0
2015-2016 A 25 3 CI 0 0 UEL 0 0 - - - 25 3
Totale Sampdoria 31 3 0 0 0 0 - - 31 3
2016-2017 Spagna Siviglia PD 26 4 CR 4 3 UCL 3 1 SU+SS 0+1 0 34 8
2017-2018 PD 21 1 CR 8 5 UCL 10[29] 1 - - - 39 7
Totale Siviglia 47 5 12 8 13 2 1 0 73 15
2018-2019 Italia Lazio A 34 5 CI 4 2 UEL 6 2 - - - 44 9
2019-2020 A 30 9 CI 1 0 UEL 3 1 SI 1 0 35 10
2020-2021 A 28 8 CI 2 0 UCL 8 3 - - - 38 11
Totale Lazio 92 22 7 2 17 6 1 0 117 30
2021-2022 Italia Inter A 3 2 CI 0 0 UCL 1 0 SI 0 0 4 2
Totale carriera 226 34 24 11 37 9 2 0 289 54

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
9-6-2017 Melbourne Brasile Brasile 0 – 1 Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
13-6-2017 Singapore Singapore Singapore 0 – 6 Argentina Argentina Amichevole 1 Uscita al 46’ 46’
31-8-2017 Montevideo Uruguay Uruguay 0 – 0 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 90+2’ 90+2’
5-9-2019 Los Angeles Cile Cile 0 – 0 Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 57’ 57’
13-10-2020 La Paz Bolivia Bolivia 1 – 2 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2022 1 Ingresso al 69’ 69’
14-6-2021 Rio de Janeiro Argentina Argentina 1 – 1 Cile Cile Coppa America 2021 - 1º turno - Ingresso al 80’ 80’
18-6-2021 Brasilia Argentina Argentina 1 – 0 Uruguay Uruguay Coppa America 2021 - 1º turno - Ingresso al 52’ 52’ Ammonizione al 91’ 91’
21-6-2021 Brasilia Argentina Argentina 1 – 0 Paraguay Paraguay Coppa America 2021 - 1º turno - Ingresso al 59’ 59’
2-9-2021 San Cristobal Venezuela Venezuela 1 – 3 Argentina Argentina Qual. Mondiali 2022 1 Ingresso al 62’ 62’
9-9-2021 Buenos Aires Argentina Argentina 3 – 0 Bolivia Bolivia Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 62’ 62’
Totale Presenze 10 Reti 3

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Lazio: 2018-2019
Lazio: 2019

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Brasile 2021

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Profilo - Joaquin Correa, un '10' per la Sampdoria: che rimpianto per l'Inter..., su goal.com, 16 dicembre 2014.
  2. ^ a b c d e Il rapporto complicato tra Correa e il gol, su ultimouomo.com, 17 ottobre 2019. URL consultato il 18 ottobre 2019.
  3. ^ Banfield-Estudiantes 0-3, su it.soccerway.com. URL consultato il 26 agosto 2021.
  4. ^ San Martin-Estudiantes 2-0, su transfermarkt.it. URL consultato il 26 agosto 2021.
  5. ^ Velez-Estudiantes 1-1, su transfermarkt.it. URL consultato il 26 agosto 2021.
  6. ^ Estudiantes-San Lorenzo 3-0, su transfermarkt.it. URL consultato il 26 agosto 2021.
  7. ^ Gimnasia Jujuy-Estudiantes 0-0, su transfermarkt.it. URL consultato il 26 agosto 2021.
  8. ^ Estudiantes-Penarol 2-1, su transfermarkt.it. URL consultato il 26 agosto 2021.
  9. ^ Lanus-Estudiantes 2-1, su transfermarkt.it. URL consultato il 26 agosto 2021.
  10. ^ Estudiantes-Boca Juniors 3-1, su transfermarkt.it. URL consultato il 26 agosto 2021.
  11. ^ (ES) 16/12/14 - Estudiantes transfiere a Correa en 10 millones de dólares, su edelpoficial.com.ar, 16 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2014).
  12. ^ Nessun debito per Correa: il conto è già saldato, su ilsecoloxix.it, 25 maggio 2016.
  13. ^ Benvenuto Joaquín: Correa alla Sampdoria fino al 2019, su sampdoria.it, 9 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2015).
  14. ^ Raggiunto con il Sevilla un accordo per la cessione di Correa, su sampdoria.it, 10 luglio 2016.
  15. ^ Samp, cessione lampo: Correa va al Siviglia, su genova.repubblica.it, 10 luglio 2016.
  16. ^ Comunicato 01.08.2018, su sslazio.it, 1º agosto 2018. URL consultato il 15 agosto 2020.
  17. ^ Marco Gaetani, Udinese Lazio 1-2, quarto successo di fila per i biancocelesti, su repubblica.it, 26 settembre 2018. URL consultato il 27 settembre 2018.
  18. ^ Correa rinnova con la Lazio: i dettagli dell’accordo, su calcioefinanza.it, 10 ottobre 2019. URL consultato il 15 agosto 2020.
  19. ^ Alla Lazio la Coca-Cola Supercup, su legaseriea.it, 22 dicembre 2019.
  20. ^ Comunicato 26.08.2021, su sslazio.it, 26 agosto 2021. URL consultato il 26 agosto 2021.
  21. ^ Joaquín Correa è un nuovo giocatore dell'Inter, su inter.it, 26 agosto 2021. URL consultato il 26 agosto 2021.
  22. ^ Inter, Correa ha firmato fino al 2025. Corsa per averlo a Verona. Il grazie alla Lazio, su gazzetta.it, 26 agosto 2021. URL consultato il 26 agosto 2021.
  23. ^ Correa da sballo, entra al 74' e segna due gol da favola: l'Inter vince 3-1 a Verona, su gazzetta.it, 27 agosto 2021.
  24. ^ Olimpiadi di Rio 2016, Correa inserito nella pre-lista dell'Argentina, su sampnews24.com, 10 dicembre 2015.
  25. ^ Correa sogna Rio 2016: il blucerchiato pre-convocato dall’Argentina, su sampdoria.it, 25 maggio 2016.
  26. ^ Correa tra gli olimpionici: il doriano a Rio con la selezione Under 23 dell’Argentina, su sampdoria.it, 7 luglio 2016.
  27. ^ (ES) Lista de convocados, su afa.com.ar, 20 maggio 2017 (archiviato dall'url originale il 13 dicembre 2017).
  28. ^ Di Maria gol, Messi urla di gioia: Brasile k.o., Argentina sul trono del Sudamerica, su gazzetta.it, 11 luglio 2021.
  29. ^ 2 presenze nei play-off

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]