Club Atlético de Madrid 2013-2014

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Club Atlético de Madrid.

Club Atlético de Madrid
Atlético de Madrid - 04.jpg
I calciatori dell'Atlético scesi in campo contro l'Almería
Stagione 2013-2014
AllenatoreArgentina Diego Pablo Simeone
All. in secondaArgentina Germán Burgos
PresidenteSpagna Enrique Cerezo
Primera DivisiónVincitore (in Champions League)
Coppa del ReSemifinale
Champions LeagueFinalista
Supercoppa di SpagnaFinalista
Maggiori presenzeCampionato: Courtois (37)
Totale: Koke (58)
Miglior marcatoreCampionato: Diego Costa (27)
Totale: Diego Costa (36)
StadioVicente Calderón (54 851)
Abbonati43 281[1]
Maggior numero di spettatori54 902 vs Villarreal
(5 aprile 2014)
Minor numero di spettatori15 000 vs Sant Andreu
(18 dicembre 2013)
Media spettatori45 817[2]

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Club Atlético de Madrid nelle competizioni ufficiali della stagione 2013-2014.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2013-2014 vede la 77ª partecipazione nella massima divisione spagnola e la 12ª di fila per l'Atlético Madrid, che conferma l'allenatore argentino Diego Simeone. La squadra di Madrid, dopo il 3º posto nel campionato precedente si qualifica direttamente alla fase a gironi della Champions League e, in qualità di vincitore della Coppa del Re, disputerà la Supercoppa di Spagna.

Il primo impegno ufficiale è la trasferta a Siviglia in campionato,[3] che vede i Colchoneros guadagnare subito i tre punti, mentre solo tre giorni dopo si sarà giocata la gara di andata della Supercoppa di Spagna contro il Barcellona,[4] vincitore della scorsa Primera División.[5]

I colchoneros durante il match casalingo con l'Almería

Il pareggio a reti inviolate del Camp Nou dà la vittoria agli azulgrana in virtù della regola dei gol in trasferta.[6] Il 18 settembre ritorna a disputare un match di Champions League, dopo quattro anni di assenza dalla competizione, ospitando lo Zenit San Pietroburgo di San Pietroburgo.[7] In campionato l'équipe di Simeone vince tutte le prime otto gare, subendo il primo stop il 19 ottobre a Barcellona contro l'Espanyol.[8] Il 28 settembre, come già accaduto in finale di Coppa del Re l'anno precedente, l'Atlético vince al Bernabéu per 1-0[9] conquistando un risultato che in campionato mancava da 14 anni.[10]

Il 6 novembre grazie alla vittoria per 4-0 contro l'Austria Vienna, i Colchoneros si qualificano matematicamente agli ottavi di Champions,[11] classificandosi primi nel girone G. Il 23 novembre arriva la terza vittoria di un derby di Madrid (dopo Rayo Vallecano 5-0[12] e Real 0-1); stavolta a farne le spese è il Getafe che perde con un roboante 7-0.[13] Con questa vittoria la squadra di Simeone sale in vetta al ranking UEFA con 138 570 punti.[14] Il 7 dicembre inizia l'avventura, da campione in carica, in Coppa del Re contro i catalani del Sant Andreu, con l'Atleti che si impone in trasferta per quattro reti a zero.[15] Con la vittoria per 2-0 sul Porto in casa, l'11 dicembre, l'Atlético chiude al primo posto il gruppo G e risulta essere la miglior squadra dei gironi.[16]

Il 16 dicembre l'Atlético, nel sorteggio di Nyon, conosce l'avversario degli ottavi di Champions League, ossia il Milan.[17][18] Con la squadra rossonera ci sono stati solo quattro precedenti, di cui solo uno in partite ufficiali che ha visto la vittoria degli italiani per 4-1 in Coppa Latina nel 1951.[18] Vincendo in Coppa per 2-1 contro il Sant Andreu[19] l'Atlético raccoglie la dodicesima vittoria consecutiva al Calderón e ottiene l'accesso agli ottavi dove incontrerà il Valencia.[20] In campionato, la vittoria per 3-2 in casa con il Levante[21] fa sì che il girone di andata sia stato il migliore mai disputato dalla squadra di Madrid da quando sono stati istituiti i tre punti per la vittoria.[22]

Diego Ribas, il colpo dell'anno nel mercato invernale[23]

Con il pareggio a reti inviolate dell'11 gennaio contro il Barcellona,[24] l'Atlético conclude il girone di andata conquistando 50 dei 57 punti disponibili, disputando così un girone di andata migliore dell'anno del doblete con una media di 2,7 punti a partita, contro i 2,33 del 1996.[25] L'anno nuovo ha portato anche la qualificazione ai quarti di finale di Coppa del Re, avendo battuto il Valencia per tre reti a una tra andata e ritorno.[26]

Il 29 gennaio il club raggiunge le semifinali di Coppa del Re, dopo aver sconfitto l'Athletic Bilbao con un risultato complessivo di 3-1,[27] infliggendo la prima sconfitta stagionale tra le mura del nuovo San Mamés ai baschi.[28] Il primo posto in solitaria, dopo 18 anni, arriva il 2 febbraio:[29] la vittoria per 4-0 contro la Real Sociedad[30] e lo svarione interno del Barcellona con il Valencia[31] proiettano l'Atlético a tre punti dalle inseguitrici.[32] In Coppa del Re l'Atlético viene eliminato in semifinale con un risultato complessivo di 5-0 dal Real Madrid.[33] Nella Liga con lo stop di Almería[34] i Colchoneros perdono la vetta solitaria;[35] le tre sconfitte consecutive[36] scandiscono un momento nero per l'Atlético in cui ha inanellato la peggior serie di risultati dall'inizio della stagione.[37]

Gli ottavi di Champions cominciano bene per i Rojiblancos che espugnano lo stadio Giuseppe Meazza di Milano per 1-0[38] e vincono al Calderón 4-1,[39] guadagnando così il pass per i quarti. In Campionato alla 26ª giornata l'Atlético è terzo,[40] ma la vittoria a Vigo per due reti a zero contro il Celta Vigo[41] riporta i Colchoneros al secondo posto,[42] sempre a tre lunghezze dal Real.[43] Il 21 marzo, l'Atlético conosce l'avversario che affronterà ai quarti di Champions: i catalani del Barcellona,[44] in un derby tutto spagnolo.[45] In campionato, con la vittoria esterna a Siviglia per 2-0 contro il Betis,[46] l'Atleti ritorna in vetta[47] approfittando della contemporanea sconfitta interna del Real.[48] Tre giorni dopo, battendo il Granada per 1-0,[49] l'Atlético balza da solo al primo posto[50] staccando il Real che perde a Siviglia.[51] È Diego Costa, col 24º gol in campionato,[52] che affonda il Granada[53] e realizza il 100º gol stagionale dell'Atlético.[54]

Esultanza di Raúl García

L'andata dei quarti di finale di Champions, si conclude 1-1,[55] rimandando il verdetto alla gara del Calderón.[56] Continua la striscia di successi nella Liga,[57] uno a zero contro il Villarreal,[58] e in occasione della giornata dei bambini si registra il record stagionale di spettatori.[59] Nel ritorno dei quarti di finale l'Atlético centra la qualificazione in semifinale, battendo il Barcellona per uno a zero,[60] a quarant'anni di distanza dall'ultima semifinale disputata appunto nel 1974.[61] In attesa del sorteggio delle semifinali, l'Atlético è l'unica squadra a essere imbattuta nel corso del torneo.[62] L'11 aprile l'urna di Nyon pesca il Chelsea come avversario dei Colchoneros.[63]

L'anticipo prepasquale di campionato conferma ancora l'Atlético al primo posto,[64] che batte l'Elche 2-0 e il gol di Diego Costa al minuto 91 è il nº 109 della squadra in stagione.[65] Un altro record lo stabilisce il portiere Courtois protagonista di 26 partite su 49 senza subire reti.[66] In campionato l'Atlético torna a espugnare il Mestalla dopo undici anni,[67] inanellando la nona vittoria consecutiva[68] e la sesta partita senza subire reti.[69] Inoltre, con 88 punti, realizza il nuovo record societario di punti in Primera División.[70] Il 30 aprile, dopo 40 anni,[71] l'Atlético approda in finale di Champions League.[72] Il Chelsea viene sconfitto in casa per tre reti a una;[73] in gol anche l'ex Fernando Torres che non esulta per rispetto nei confronti dell'ex squadra.[74] Ad attendere i Colchoneros nello stadio da Luz di Lisbona[75] ci saranno i concittadini del Real Madrid.[76]

Celebrazione per la vittoria della Liga

Il 4 maggio, in campionato, l'Atlético complica la sua cavalcata verso la vittoria perdendo 2-0 a Valencia col Levante,[77] interrompendo così una striscia positiva di 10 partite (un pareggio e nove vittorie).[78] Il 17 maggio 2014 l'Atlético conquista il suo decimo scudetto[79] dopo il pareggio per 1-1 contro il Barcellona.[80] Il 24 maggio a Lisbona, l'Atlético dice addio ai propri sogni di gloria arrendendosi in finale ai concittadini del Real Madrid, perdendo 4-1 dopo i tempi supplementari.[81]

La stagione si conclude con diversi record stabiliti, tra cui il numero di gol realizzati ossia 116[82] e le nove vittorie consecutive in Liga dalla 27ª alla 35ª giornata.[83] La squadra, inoltre, ha vinto ben tredici partite in trasferta[84] ed è rimasta imbattuta al Calderón.[85] Tra i trofei individuali c'è il secondo Zamora per Courtois,[86] che subisce appena 24 gol in 37 partite,[87] e il titolo di miglior marcatore di nazionalità spagnola, con 27 reti, di Diego Costa.[88]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Thibaut Courtois, vincitore del trofeo Zamora[89]

Lo sponsor tecnico per la stagione 2013-2014 è per il 13º anno consecutivo Nike. Così come l'anno precedente, lo sponsor ufficiale è Ministero del Turismo dell'Azerbaigian. La prima maglia, rispetto alla stagione precedente, presenta le maniche completamente rosse tagliate orizzontalmente da una striscia bianca e il colletto rosso pronunciato, con triangolino blu. I pantaloncini sono sempre blu, ma con una strisciolina rossa verticale lungo tutto la coscia. I calzettoni sono sempre completamente rossi, ma come per le maniche, anch'essi tagliati orizzontalmente da una striscia bianca.

La seconda maglia, invece, varia completamente da quella della stagione 2012-2013. Essa presenta una livrea giallo ocra, con maniche blu scuro dai bordini gialli. Non ha colletto, ma solo il girocollo blu. I pantaloncini sono blu scuro e, come per la prima maglia, hanno una strisciolina gialla verticale lungo tutto la coscia. I calzettoni sono gialli, con i bordi doppi blu.

Per quanto riguarda la divisa del portiere, la prima è interamente gialla, con striature di blu lungo i fianchi e parte delle maniche; la seconda è completamente blu; la terza è tutta verde, con i gomiti bianchi.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Dal sito internet ufficiale della società.[90]

L'allenatore Diego Pablo Simeone alla terza stagione sulla panchina

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Responsabile: José María Villalón
  • Infermiere: Gorka de Abajo
  • Fisioterapisti: Esteban Arévalo, David Loras, Jesús Vázquez
  • Massaggiatore: Óscar Pitillas

Area ausiliare

  • Magazzinieri: Cristian Bautista, Dimcho Pilichev

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Rosa, numerazione e ruoli, tratti dal sito ufficiale, sono aggiornati al 31 gennaio 2014.[91]

Koke, con 58 gettoni, è stato il calciatore con più presenze in stagione
N. Ruolo Giocatore
1 Spagna P Daniel Aranzubía
2 Uruguay D Diego Godín
3 Brasile D Filipe Luis
4 Spagna C Mario Suarez
5 Portogallo C Tiago
6 Spagna C Koke
7 Spagna A Adrián
8 Spagna C Raúl García
9 Spagna A David Villa
10 Turchia C Arda Turan
11 Uruguay A Cristian Rodríguez
12 Belgio D Toby Alderweireld
13 Belgio P Thibaut Courtois
N. Ruolo Giocatore
14 Spagna C Gabi
15 Francia C Josuha Guilavogui[92]
16 Spagna C Óliver Torres[92]
17 Spagna D Javier Manquillo
18 Uruguay D José Giménez
19 Spagna A Diego Costa (Brasile)
20 Spagna D Juanfran
21 Brasile A Léo Baptistão[92]
21[93] Brasile C Diego[94]
22 Argentina D Emiliano Insúa
23 Brasile D João Miranda
24 Argentina D Martín Demichelis[95]
24 Argentina C José Ernesto Sosa[94]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Durante il mercato estivo viene ceduto al Monaco l'asso colombiano Radamel Falcao, autore di 34 reti[96] l'anno precedente, per una cifra vicina ai 60 milioni di euro.[97] Per sostituire la punta viene scelto l'attaccante spagnolo del Barcellona David Villa, acquistato a titolo definitivo per circa 5 milioni.[98]

Nella sessione di mercato invernale l'Atlético si aggiudica le prestazioni del centrocampista argentino Josè Sosa, che arriva in prestito dal Metalist.[99] Nel mercato in uscita il club cede in prestito tre calciatori: Óliver Torres al Villarreal,[100] Josuha Guilavogui al Saint-Étienne[101] e l'attaccante Léo Baptistão al Betis.[102] Il 31 gennaio c'è il ritorno a Madrid di Diego Ribas[103] dal Wolfsburg.[104]

Sessione estiva (dall'1/7 al 2/9)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Thibaut Courtois[105] Chelsea prestito
D José Giménez[106] Danubio definitivo (parametro zero)
D Martín Demichelis[107] Málaga svincolato
D Toby Alderweireld[108] Ajax definitivo (7 milioni €)
C Josuha Guilavogui[109] Saint-Étienne definitivo (10 milioni €)
A Léo Baptistão[110] Rayo Vallecano definitivo (7 milioni €)
A David Villa[111] Barcellona definitivo (5.1 milioni €)
P Daniel Aranzubía[112] Deportivo definitivo (parametro zero)
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Sergio Asenjo[113] Villarreal prestito
D Silvio[114] Benfica prestito
D Leandro Cabrera[115] Real Saragozza prestito
D Martín Demichelis[116] Manchester City definitivo (5 milioni €)
A Borja González[117] Deportivo prestito
A Radamel Falcao[118] Monaco definitivo (60 milioni €)

Sessione invernale (dal 3/1 al 31/1)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
C José Ernesto Sosa[119] Metalist prestito
C Diego Ribas da Cunha[120] Wolfsburg prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
C Óliver Torres[121] Villarreal prestito
C Josuha Guilavogui[122] Saint-Étienne prestito
A Léo Baptistão[123] Betis prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Primera División[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Primera División 2013-2014 (Spagna).

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Siviglia
18 agosto 2013, ore 23:00 CEST
1ª giornata
Siviglia1 – 3
referto
Atlético MadridRamón Sánchez Pizjuán (35 000 spett.)
Arbitro: Aragona Clos Gomez

Madrid
25 agosto 2013, ore 19:00 CEST
2ª giornata
Atlético Madrid5 – 0
referto
Rayo VallecanoVicente Calderón (41 815 spett.)
Arbitro: Galizia Iglesias Villanueva

San Sebastián
1º settembre 2013, ore 19:00 CEST
3ª giornata
Real Sociedad1 – 2
referto
Atlético MadridAnoeta (27 604 spett.)
Arbitro: Comunità Valenciana Miguel Ayza

Madrid
14 settembre 2013, ore 16:00 CEST
4ª giornata
Atlético Madrid4 – 2
referto
AlmeríaVicente Calderón (47 500 spett.)
Arbitro: Castiglia e León González González

Valladolid
21 settembre 2013, ore 22:00 CEST
5ª giornata
Real Valladolid0 – 2
referto
Atlético MadridJosé Zorrilla (16 935 spett.)
Arbitro: Catalogna Alfonso Álvarez

Madrid
24 settembre 2013, ore 22:00 CEST
6ª giornata
Atlético Madrid2 – 1
referto
OsasunaVicente Calderón (43 000 spett.)
Arbitro: Catalogna Estrada Fernández

Madrid
28 settembre 2013, ore 22:00 CEST
7ª giornata
Real Madrid0 – 1
referto
Atlético MadridSantiago Bernabéu (79 845 spett.)
Arbitro: Comunità Valenciana Mateu Lahoz

Madrid
6 ottobre 2013, ore 12:00 CEST
8ª giornata
Atlético Madrid2 – 1
referto
Celta VigoVicente Calderón (52 000 spett.)
Arbitro: Navarra Undiano Mallenco

Barcellona
19 ottobre 2013, ore 22:00 CET
9ª giornata
Espanyol1 – 0
referto
Atlético MadridCornellà-El Prat (26 711 spett.)
Arbitro: Andalusia Fernández Borbalán

Madrid
27 ottobre 2013, ore 21:00 CET
10ª giornata
Atlético Madrid5 – 0
referto
BetisVicente Calderón (42 000 spett.)
Arbitro: Comunità Valenciana Juan Martínez

Granada
31 ottobre 2013, ore 20:00 CET
11ª giornata
Granada1 – 2
referto
Atlético MadridNuevo Los Cármenes (16 125 spett.)
Arbitro: Castiglia e León González González

Madrid
3 novembre 2013, ore 17:00 CET
12ª giornata
Atlético Madrid2 – 0
referto
Athletic BilbaoVicente Calderón (53 000 spett.)
Arbitro: Cantabria F. Teixeira Vitienes

Vila-real
10 novembre 2013, ore 19:00 CET
13ª giornata
Villarreal1 – 1
referto
Atlético MadridEl Madrigal (20 832 spett.)
Arbitro: Andalusia Pérez Montero

Madrid
23 novembre 2013, ore 22:00 CET
14ª giornata
Atlético Madrid7 – 0
referto
GetafeVicente Calderón (48 000 spett.)
Arbitro: Aragona Clos Gomez

Elche
30 novembre 2013, ore 16:00 CET
15ª giornata
Elche0 – 2
referto
Atlético MadridMartínez Valero (33 001 spett.)
Arbitro: Paesi Baschi Delgado Ferreiro

Madrid
15 dicembre 2013, ore 21:00 CET
16ª giornata
Atlético Madrid3 – 0
referto
ValenciaVicente Calderón (46 200 spett.)
Arbitro: Andalusia Fernández Borbalán

Madrid
21 dicembre 2013, ore 20:00 CET
17ª giornata
Atlético Madrid3 – 2
referto
LevanteVicente Calderón (49 000 spett.)
Arbitro: Castiglia e León González González

Málaga
4 gennaio 2014, ore 16:00 CET
18ª giornata
Málaga0 – 1
referto
Atlético MadridLa Rosaleda (26 911 spett.)
Arbitro: Cantabria J. A. Teixeira Vitienes

Madrid
11 gennaio 2014, ore 20:00 CET
19ª giornata
Atlético Madrid0 – 0
referto
BarcellonaVicente Calderón (54 800 spett.)
Arbitro: Comunità Valenciana Mateu Lahoz

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Madrid
19 gennaio 2014, ore 21:00 CET
20ª giornata
Atlético Madrid1 – 1
referto
SivigliaVicente Calderón (45 000 spett.)
Arbitro: Isole Canarie Hernández Hernández

Madrid
26 gennaio 2014, ore 19:00 CET
21ª giornata
Rayo Vallecano2 – 4
referto
Atlético MadridVallecas (14 100 spett.)
Arbitro: Navarra Undiano Mallenco

Madrid
2 febbraio 2014, ore 19:00 CET
22ª giornata
Atlético Madrid4 – 0
referto
Real SociedadVicente Calderón (51 800 spett.)
Arbitro: Catalogna Estrada Fernández

Almería
8 febbraio 2014, ore 22:00 CET
23ª giornata
Almería2 – 0
referto
Atlético MadridJuegos Mediterráneos (16 000 spett.)
Arbitro: Cantabria F. Teixeira Vitienes

Madrid
15 febbraio 2014, ore 16:00 CET
24ª giornata
Atlético Madrid3 – 0
referto
Real ValladolidVicente Calderón (47 000 spett.)
Arbitro: Navarra Prieto Iglesias

Pamplona
23 febbraio 2014, ore 21:00 CET
25ª giornata
Osasuna3 – 0
referto
Atlético MadridReyno de Navarra (15 361 spett.)
Arbitro: Comunità Valenciana Martínez Munuera

Madrid
2 marzo 2014, ore 17:00 CET
26ª giornata
Atlético Madrid2 – 2
referto
Real MadridVicente Calderón (54 600 spett.)
Arbitro: Paesi Baschi Delgado Ferreiro

Vigo
8 marzo 2014, ore 20:00 CET
27ª giornata
Celta Vigo0 – 2
referto
Atlético MadridBalaídos (24 539 spett.)
Arbitro: Comunità Valenciana Mateu Lahoz

Madrid
15 marzo 2014, ore 22:00 CET
28ª giornata
Atlético Madrid1 – 0
referto
EspanyolVicente Calderón (46 000 spett.)
Arbitro: Andalusia Pérez Montero

Siviglia
23 marzo 2014, ore 17:00 CET
29ª giornata
Betis0 – 2
referto
Atlético MadridBenito Villamarín (31 313 spett.)
Arbitro: Catalogna Estrada Fernández

Madrid
26 marzo 2014, ore 22:00 CET
30ª giornata
Atlético Madrid1 – 0
referto
GranadaVicente Calderón (41 200 spett.)
Arbitro: Comunità Valenciana Martínez Munuera

Bilbao
29 marzo 2014, ore 20:00 CET
31ª giornata
Athletic Bilbao1 – 2
referto
Atlético MadridSan Mamés (35 650 spett.)
Arbitro: Cantabria J. A. Teixeira Vitienes

Madrid
5 aprile 2014, ore 16:00 CEST
32ª giornata
Atlético Madrid1 – 0
referto
VillarrealVicente Calderón (54 902 spett.)
Arbitro: Estremadura Gil Manzano

Getafe
13 aprile 2014, ore 19:00 CEST
33ª giornata
Getafe0 – 2
referto
Atlético MadridColiseum Alfonso Pérez (12 100 spett.)
Arbitro: Andalusia Fernández Borbalán

Madrid
18 aprile 2014, ore 20:30 CEST
34ª giornata
Atlético Madrid2 – 0
referto
ElcheVicente Calderón (48 782 spett.)
Arbitro: Aragona Clos Gómez

Valencia
27 aprile 2014, ore 17:00 CEST
35ª giornata
Valencia0 – 1
referto
Atlético MadridMestalla (27 000 spett.)
Arbitro: Navarra Undiano Mallenco

Valencia
4 maggio 2014, ore 17:00 CEST
36ª giornata
Levante2 – 0
referto
Atlético MadridCiutat de Valencia (22 156 spett.)
Arbitro: Castiglia e León González González

Madrid
11 maggio 2014, ore 19:00 CEST
37ª giornata
Atlético Madrid1 – 1
referto
MálagaVicente Calderón (54 000 spett.)
Arbitro: Cantabria J. A. Teixeira Vitienes

Barcellona
18 maggio 2014, ore 18:00 CEST
38ª giornata
Barcellona1 – 1
referto
Atlético MadridCamp Nou (96 973 spett.)
Arbitro: Comunità Valenciana Mateu Lahoz

Coppa del Re[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa del Re 2013-2014.
Barcellona
7 dicembre 2013, ore 16:00 CET
Sedicesimi di finale – Andata
Sant Andreu0 – 4
referto
Atlético MadridNarcís Sala (6 563 spett.)
Arbitro: Navarra Undiano Mallenco

Madrid
18 dicembre 2013, ore 19:30 CET
Sedicesimi di finale – Ritorno
Atlético Madrid2 – 1
referto
Sant AndreuVicente Calderón (15 000 spett.)
Arbitro: Comunità Valenciana Martínez Munuera

Valencia
7 gennaio 2014, ore 22:00 CET
Ottavi di finale – Andata
Valencia1 – 1
referto
Atlético MadridMestalla (35 000 spett.)
Arbitro: Aragona Clos Gomez

Madrid
14 gennaio 2014, ore 21:30 CET
Ottavi di finale – Ritorno
Atlético Madrid2 – 0
referto
ValenciaVicente Calderón (30 000 spett.)
Arbitro: Catalogna Estrada Fernández

Madrid
23 gennaio 2014, ore 21:00 CET
Quarti di finale – Andata
Atlético Madrid1 – 0
referto
Athletic BilbaoVicente Calderón (40 000 spett.)
Arbitro: Andalusia Fernández Borbalán

Bilbao
29 gennaio 2014, ore 20:00 CET
Quarti di finale – Ritorno
Athletic Bilbao1 – 2
referto
Atlético MadridSan Mamés (34 000 spett.)
Arbitro: Comunità Valenciana Mateu Lahoz

Madrid
5 febbraio 2014, ore 20:00 CET
Semifinale – Andata
Real Madrid3 – 0
referto
Atlético MadridSantiago Bernabéu (74 278 spett.)
Arbitro: Aragona Clos Gómez

Madrid
11 febbraio 2014, ore 21:00 CET
Semifinale – Ritorno
Atlético Madrid0 – 2
referto
Real MadridVicente Calderón (40 000 spett.)
Arbitro: Navarra Undiano Mallenco

UEFA Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2013-2014.

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Madrid
18 settembre 2013, ore 20:45 CEST
1ª giornata – Gruppo G
Atlético Madrid3 – 1
referto
Zenit San PietroburgoVicente Calderón (33 855 spett.)
Arbitro: Scozia Collum

Oporto
1º ottobre 2013, ore 20:45 CEST
2ª giornata – Gruppo G
Porto1 – 2
referto
Atlético MadridEstádio do Dragão (33 989 spett.)
Arbitro: Inghilterra Webb

Vienna
22 ottobre 2013, ore 20:45 CEST
3ª giornata – Gruppo G
Austria Vienna0 – 3
referto
Atlético MadridErnst Happel Stadion (45 675 spett.)
Arbitro: Italia Orsato

Madrid
6 novembre 2013, ore 20:45 CET
4ª giornata – Gruppo G
Atlético Madrid4 – 0
referto
Austria ViennaVicente Calderón (29 841 spett.)
Arbitro: Ungheria Vad

San Pietroburgo
26 novembre 2013, ore 18:00 CET
5ª giornata – Gruppo G
Zenit San Pietroburgo1 – 1
referto
Atlético MadridStadio Petrovskij (17 885 spett.)
Arbitro: Inghilterra Atkinson

Madrid
11 dicembre 2013, ore 20:45 CET
6ª giornata – Gruppo G
Atlético Madrid2 – 0
referto
PortoVicente Calderón (24 629 spett.)
Arbitro: Germania Aytekin

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Milano
19 febbraio 2014, ore 20:45 CET
Ottavi di finale – Andata
Milan0 – 1
referto
Atlético MadridGiuseppe Meazza (65 890 spett.)
Arbitro: Portogallo Pedro Proença

Madrid
11 marzo 2014, ore 20:45 CET
Ottavi di finale – Ritorno
Atlético Madrid4 – 1
referto
MilanVicente Calderón (49 186 spett.)
Arbitro: Inghilterra Clattenburg

Barcellona
1º aprile 2014, ore 20:45 CEST
Quarti di finale – Andata
Barcellona1 – 1
referto
Atlético MadridCamp Nou (79 941 spett.)
Arbitro: Germania Brych

Madrid
9 aprile 2014, ore 20:45 CEST
Quarti di finale – Ritorno
Atlético Madrid1 – 0
referto
BarcellonaVicente Calderón (53 592 spett.)
Arbitro: Inghilterra Webb

Madrid
23 aprile 2014, ore 20:45 CEST
Semifinale – Andata
Atlético Madrid0 – 0
referto
ChelseaVicente Calderón (52 560 spett.)
Arbitro: Svezia Eriksson

Londra
29 aprile 2014, ore 20:45 CEST
Semifinale – Ritorno
Chelsea1 – 3
referto
Atlético MadridStamford Bridge (37 918 spett.)
Arbitro: Italia Rizzoli

Lisbona
24 maggio 2014, ore 20:45
Finale
Real Madrid4 – 1
(d.t.s.)
referto
Atlético MadridEstádio da Luz (60 976[124] spett.)
Arbitro: Paesi Bassi Kuipers

Supercoppa di Spagna[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Supercopa de España 2013.
Madrid
21 agosto 2013, ore 23:00 CEST
Andata
Atlético Madrid1 – 1
referto
BarcellonaVicente Calderón (54 851 spett.)
Arbitro: Navarra Undiano Mallenco

Barcellona
28 agosto 2013, ore 23:00 CEST
Ritorno
Barcellona0 – 0
referto
Atlético MadridCamp Nou (74 536 spett.)
Arbitro: Andalusia Fernández Borbalán

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Liga.png Liga BBVA 90 19 15 4 0 48 9 19 13 2 4 28 16 38 28 6 4 77 26 +51
RFEF - Copa del Rey.svg Coppa del Re - 4 3 0 1 5 3 4 2 1 1 7 5 8 5 1 2 12 8 +4
Coppacampioni.png UEFA Champions League 16[125] 6 5 1 0 14 2 6 4 2 0 11 4 13 9 3 1[126] 26 10 +16
RFEF - Supercopa de España.svg Supercopa de España - 1 0 1 0 1 1 1 0 1 0 0 0 2 0 2 0 1 1 0
Totale 106 30 23 6 1 69 16 30 19 6 5 46 25 61 42 12 7 116 45 +71

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo T C T C T C T C T C T C T C T C C T C C T C T C T C T C T C T C T C T T C T
Risultato V V V V V V V V P V V V N V V V V V N N V V P V P N V V V V V V V V V P N N
Posizione 1 1 1 1 1 1 1 1 2 2 2 2 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 2 3 2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Fonte: Liga – Classifiche, sport.sky.it (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2014).
Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Sono in corsivo i calciatori che hanno lasciato la società a stagione in corso.

Giocatore Primera División Coppa di Spagna Champions League Supercoppa di Spagna Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Adrián, Adrián 2210070009220100039320
Alderweireld, T. T. Alderweireld 1210061004010000022210
Arda Turan, Arda Turan 30380521093102001468101
Aranzubía, D. D. Aranzubía 1-1013-300101000005-411
Courtois, T. T. Courtois 37-24105-50012-10002-10056-4010
Diego Costa, Diego Costa 3527706130982020105236130
Diego Ribas, Diego Ribas 1312020104110000019240
Filipe Luis, Filipe Luis 32061500010100201149172
Gabi, Gabi 363; -11107010120402010573; -1170
Giménez, J. J. Giménez 10001000000000002000
Godín, D. D. Godín 3341105210102202010508150
Guilavogui, J. J. Guilavogui 10004000200000007000
Héctor, Héctor[127] 00001100000000001100
Insúa, E. E. Insúa 600040004020000014020
Juanfran, Juanfran 350616020120502010550141
Koke, Koke 365607020131302010586120
Léo Baptistão, Léo Baptistão 500010002100200010100
Manquillo, J. J. Manquillo 20103000100000006010
Mario, Mario 1606010005010201024080
Miranda, J. J. Miranda 32250602012220200052490
C. Ramos[127] 00001000000000001000
Raúl García, Raúl García 34910074101243000005317140
Rodríguez, C. C. Rodríguez 20120701010000200039130
Sosa, J. J. Sosa 1500040005010000024010
Tiago, Tiago 2327030007010000033280
Torres, O. O. Torres 711020004000100014110
Villa, D. D. Villa 361320210070102100471530

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) La plantilla agradece el apoyo de la afición costeando 25.000 banderas ante el Milan, clubatleticodemadrid.com, 7 marzo 2014.
  2. ^ Classifiche - Primera Division, su it.soccerway.com. URL consultato il 20 maggio 2104.
  3. ^ (ES) Primer triunfo a toda Costa, su atleticodemadrid.com, 19 agosto 2013.
  4. ^ (ES) Los campeones firman tablas, su atleticodemadrid.com, 22 agosto 2013.
  5. ^ Real si arrende, Barcellona vince 22/o titolo, su ansa.it, 12 maggio 2013.
  6. ^ (ES) Empate agridulce en el Camp Nou, su atleticodemadrid.com, 29 agosto 2013.
  7. ^ (ES) ADN rojiblanco en el regreso a la Champions, su atleticodemadrid.com, 18 settembre 2013.
  8. ^ (ES) El Atlético terminó la racha de invicto en Cornellà, su atleticodemadrid.com, 20 ottobre 2013.
  9. ^ (ES) Diego Costa firmó la séptima consecutiva de un gran Atlético, su atleticodemadrid.com, 28 settembre 2013.
  10. ^ Real Madrid-Atletico Madrid 0-1: Diego Costa non perdona, i Colchoneros vincono al Bernabeu dopo 14 anni, su goal.com.
  11. ^ (ES) A octavos por la puerta grande, su atleticodemadrid.com, 6 novembre.
  12. ^ (ES) Tormenta perfecta, su atleticodemadrid.com, 25 agosto 2013.
  13. ^ (ES) Imparables, su atleticodemadrid.com, 24 novembre 2013.
  14. ^ Sorpresa Atletico Madrid: squadra numero 1 in Europa, su tgcom24.mediaset.it, 26 novembre 2013. URL consultato il 26 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 28 novembre 2013).
  15. ^ (CA) UE Sant Andreu 0 – Club Atlético de Madrid 4, http://uesantandreu.cat. URL consultato il 27 marzo 2014.
  16. ^ Ultima di Champions senza sorprese Atletico Madrid miglior squadra dei gironi, su si24.it, 12 dicembre 2013.
  17. ^ (ES) Nuestro rival en octavos será el AC Milan, su atleticodemadrid.com, 16 dicembre 2013.
  18. ^ a b MILAN-ATLETICO MADRID, su acmilan.com, 16 dicembre 2013.
  19. ^ (ES) Garra de campeón, su atleticodemadrid.com, 18 dicembre 2013.
  20. ^ (ES) Contra el Valencia, en el Calderón el martes 14 (21:30H), su atleticodemadrid.com, 20 dicembre 2013.
  21. ^ (ES) Premio al asedio, su atleticodemadrid.com, 21 dicembre 2013.
  22. ^ (ES) Mejor primera vuelta de nuestra historia, su atleticodemadrid.com, 21 dicembre 2013.
  23. ^ Atletico Madrid, As incorona Diego come colpo di gennaio, su tuttomercatoweb.com, 1º febbraio 2014.
  24. ^ Atl. Madrid 0-0 Barcellona, su diretta.it, 11 gennaio 2014.
  25. ^ (ES) Los registros rojiblancos en esta temporada 2013/14 no pueden ser mejores. Acabados los primeros 19 partidos de Liga, el conjunto de Simeone es el mejor Atlético de la historia en la primera vuelta con formato de tres puntos., su atleticodemadrid.com, 11 gennaio 2014.
  26. ^ (EN) Atletico Madrid 2(3)-0(1) Valencia - as it happened, su sportsmole.co.uk, 14 gennaio 2014.
  27. ^ (EN) Atlético Madrid beat Athletic Bilbao to set up Copa del Rey semi with Real, su theguardian.com, 29 gennaio 2014.
  28. ^ (EU) Kopako ametsa amaitu da, su athletic-club.net, 29 gennaio 2014. URL consultato il 5 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2013).
  29. ^ L’ATLETICO MADRID PRIMO DA IN LIGA, su canalemilan.it, 3 febbraio 2014. URL consultato il 5 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 12 febbraio 2014).
  30. ^ (ES) El Atlético supera a la Real Sociedad con un contundente 4-0 que le aúpa a la primera posición de la Liga. Villa, Diego Costa, Miranda y Diego Ribas, que volvía a casa, fueron los goleadores de una noche que sirvió a la familia rojiblanca para dar el último adiós a Luis Aragonés., su clubatleticodemadrid.com, 2 febbraio 2014.
  31. ^ (EN) FC Barcelona v Valencia: Winning streak over (2-3), su fcbarcelona.com, 1º febbraio 2014.
  32. ^ Liga, Atletico Madrid primo da solo. Il Real pareggia a Bilbao, su corrieredellosport.it, 2 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2014).
  33. ^ (EN) Atletico Madrid 0-2 Real Madrid (0-5 agg): Ronaldo double seals Blancos' final berth, su goal.com. URL consultato il 12 febbraio 2014.
  34. ^ (ES) El Atlético perdió ante la efectividad del Almería, su clubatleticodemadrid.com, 8 febbraio 2014.
  35. ^ Liga - Notte da incubo per l'Atlético, 2-0 per l'Almeria, su it.eurosport.yahoo.com, 8 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2014).
  36. ^ Atletico Madrid-Real Madrid 0-2. Doppietta di Ronaldo, Ancelotti in finale, su gazzetta.it, 11 febbraio 2014.
  37. ^ Ancelotti torna al successo e balza in vetta grazie al k.o. dei colchoneros. Per i blancos gol di Bale e Jesé (a segno per la quarta volta di fila), doppietta di Benzema, su gazzetta.it, 8 febbraio 2014.
  38. ^ Champions: Milan-Atletico Madrid 0-1 Rossoneri sfortunati, decide Diego Costa all'83', su ansa.it, 19 febbraio 2014.
  39. ^ Champions League: Atletico Madrid-Milan 4-1, rossoneri eliminati, sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 12 marzo 2014.
  40. ^ Classifica Liga spagnola 2013/2014, http://sport.sky.it. URL consultato il 12 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2014).
  41. ^ CALCIO, LIGA: CELTA VIGO-ATLETICO MADRID 0-2, DOPPIETTA VILLA, sport.repubblica.it. URL consultato il 12 marzo 2014.
  42. ^ Celta-Atletico Madrid 0-2: Doppietta di Villa, è sorpasso al Barcellona, goal.com, 8 marzo 2014.
  43. ^ Real Madrid-Levante 3-0: il timbro di Ronaldo, La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 12 marzo 2014.
  44. ^ Sorteggi Champions League 2014: PSG - Chelsea, Barcellona - Atletico Madrid, Real - Borussia, Manchester - Bayern, su calcioblog.it, 21 marzo 2014.
  45. ^ Champions League - Quarti: Ibra vs Mou, rivincita Real-Dortmund, yahoo.com. URL consultato il 25 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2014).
  46. ^ (ES) Betis 0-2 Atlético: Braian Rodríguez le da la victoria a los rojiblancos, goal.com. URL consultato il 25 marzo 2014.
  47. ^ Liga - l'Atlético fa il suo a Siviglia: vittoria e vetta, yahoo.com, 23 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2014).
  48. ^ (ES) Real Madrid 3-4 Barcelona: Festival de goles para reiniciar la Liga, goal.com. URL consultato il 25 marzo 2014.
  49. ^ (ES) Atlético de Madrid 1 - 0 Granada: El líder se queda solo, goal.com. URL consultato il 27 marzo 2014.
  50. ^ Barcellona-Celta Vigo 3-0, Valdes crac. Atletico-Granada 1-0, Siviglia-Real 2-1, La Gazzetta dello Sport, 26 marzo 2014.
  51. ^ (ES) Sevilla 2-1 Real Madrid: Bacca y Beto capan las opciones merengues al título, goal.com, 26 marzo 2014.
  52. ^ Liga, l'Atlético solo in vetta: crolla il Real sorpassato dal Barcellona, sportmediaset.it. URL consultato il 27 marzo 2014.
  53. ^ Liga: Diego Costa affonda il Granada, sportcafe24.com. URL consultato il 27 marzo 2014.
  54. ^ (ES) 100 GOLES (Y SUBIENDO). Los nuestros ya han anotado un centenar de tantos esta temporada (67 en Liga, 12 en Copa, 1 en la Supercopa y 20 en UEFA Champions League)., su facebook.com. URL consultato il 28 marzo 2014.
  55. ^ Champions, Barcellona-Atletico Madrid 1-1. Magia di Diego, pari di Neymar, Gazzetta dello sport. URL consultato il 5 aprile 2014.
  56. ^ Atlético y Barça empatan y se citan para la vuelta, su 20minutos.es. URL consultato il 5 aprile 2014.
  57. ^ Liga, l'Atlético Madrid non molla: batte il Villarreal e resta ancora in vetta, su tuttomercatoweb.com. URL consultato il 6 aprile 2014.
  58. ^ Liga, l'Atlético Madrid batte il Villareal 1-0 e vola a +4 sul Barcellona, L'unità, 5 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2014).
  59. ^ (ES) DISFRUTANDO COMO NIÑOS. El Calderón se llenó para celebrar El Día del Niño. La gran familia colchonera abarrotó el templo una vez más. ¡¡¡¡La mejor afición del mundo NUNCA falla!!!!, su facebook.com. URL consultato il 6 aprile 2014.
  60. ^ Champions, Atletico Madrid-Barcellona 1-0: gol di Koke, Gazzetta dello sport. URL consultato il 10 aprile 2014.
  61. ^ L'impresa del Cholo Simeone: l'Atlético Madrid elimina il Barcellona, su ilsole24ore.com. URL consultato il 10 aprile 2014.
  62. ^ L’Atletico cerca il colpaccio contro il Barça. Lo United a Monaco va a caccia dell’impresa, su italiapost.info. URL consultato il 10 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2014).
  63. ^ LIVE Sorteggi Champions League, su tuttosport.com, 11 aprile 2014 (archiviato dall'url originale l'11 aprile 2014).
  64. ^ Atletico Madrid-Elche 2-0: Fuga Colchoneros, +6 sul Real, su goal.com. URL consultato il 19 aprile 2014.
  65. ^ (ES) El Atlético más goleador de la historia, atleticodemadrid.com. URL consultato il 19 aprile 2014.
  66. ^ (ES) Un cerrojo llamado Courtois, atleticodemadrid.com. URL consultato il 19 aprile 2014.
  67. ^ Liga, Valencia-Atletico Madrid 0-1, il Real a -6. Villarreal-Barcellona 2-3, Gazzetta dello Sport, 27 aprile.
  68. ^ (PT) Atlético de Madrid vence a nona seguida e fica perto do título espanhol, su diariocatarinense.clicrbs.com.br, 27 aprile 2014.
  69. ^ (ES) IMBATIDOS DESDE EL 1 DE ABRIL, Facebook, 28 aprile 2014.
  70. ^ Calcio: l'Atlético Madrid vince a Valencia, su unionesarda.it, 27 aprile 2014.
  71. ^ (ES) Chelsea 1-3 Atlético: Los colchoneros acaban con José Mourinho, su goal.com, 30 aprile 2014.
  72. ^ L'Atlético stacca il biglietto per Lisbona, Uefa.com, 30 aprile 2014.
  73. ^ Champions League: Atletico Madrid in finale, Chelsea battuto 3-1, su tgcom24.mediaset.it, 30 aprile 2014.
  74. ^ Real Madrid-Atletico! Derby storico in finale, Corriere dello Sport, 30 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
  75. ^ Finale 2014: Lisbona, Uefa.com. URL consultato il 30 aprile 2014.
  76. ^ Madrid va in finale: Atletico e Real si contenderanno la Champions, su ilsecoloxix.it, 30 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 2 maggio 2014).
  77. ^ l'Atlético Madrid crolla contro il Levante: 2-0 e Liga ancora aperta, su bundesligapremier.it, 4 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 6 maggio 2014).
  78. ^ Liga, 36ª giornata: l'Atlético cade, ma Barça e Real non ne approfittano, su vavel.com, 5 maggio 2014.
  79. ^ Liga, Barcellona-Atletico Madrid 1-1. Simeone campione di Spagna, su gazzetta.it. URL consultato il 17 maggio 2014.
  80. ^ Barcelona vs. Atlético Madrid 1 - 1, su it.soccerway.com. URL consultato il 20 maggio 2014.
  81. ^ Champions, vince il Real Madrid: 4-1 all'Atlético Madrid dopo i supplementari!, corrieredellosport.it, 24 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 27 maggio 2014).
  82. ^ 13/14, UNA TEMPORADA DE RÉCORD., su facebook.com. URL consultato il 29 maggio 2014.
  83. ^ 13/14, UNA TEMPORADA DE RÉCORD, su facebook.com. URL consultato il 29 maggio 2014.
  84. ^ 13/14, UNA TEMPORADA DE RÉCORD., su facebook.com. URL consultato il 2 giugno 2014.
  85. ^ 13-14, UNA TEMPORADA DE RÉCORD., su facebook.com. URL consultato il 2 giugno 2014.
  86. ^ (ES) Segundo Zamora para el muro belga, Marca.com, 17 maggio 2014.
  87. ^ (ES) Courtois logra su segundo trofeo Zamora de manera consecutiva, su europapress.es. URL consultato il 29 maggio 2014.
  88. ^ (ES) Un curso histórico, atleticodemadrid.com, 26 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 29 maggio 2014).
  89. ^ Secondo "Zamora" consecutivo per Courtois, su bundesligapremier.it, 18 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 22 maggio 2014).
  90. ^ Primer equipo, clubatleticodemadrid.com. URL consultato il 6 dicembre 2013.
  91. ^ (ES) clubatleticodemadrid.com, Primer Equipo, su atleticodemadrid.com. URL consultato il 26 novembre 2013.
  92. ^ a b c Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  93. ^ 26 nella fase a eliminazione diretta di Champions League. Il calciatore, in questa competizione, non può utilizzare il numero 21 in quanto è già stato indossato da Léo Baptistão nella fase a gruppi.
    Cfr. (EN) Diego's stunning away goal allowed Atletico Madrid to take a slender advantage into the second leg of their Champions League quarter-final as they drew with Barcelona., bbc.com. URL consultato il 5 aprile 2014.
  94. ^ a b Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato.
  95. ^ Ceduto durante la sessione estiva di calciomercato.
  96. ^ Monaco, Falcao: "Farò più gol di Cavani", su sportmediaset.mediaset.it, 9 luglio 2013.
  97. ^ Falcao, ufficiale contratto di cinque anni, qn.quotidiano.net.
  98. ^ David Villa all'Atlético Madrid, su sport.panorama.it, 8 luglio 2013. URL consultato il 2 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 2 gennaio 2014).
  99. ^ (ES) Sosa pasa el reconocimiento médico con el Atlético, su mundodeportivo.com, 2 gennaio 2014.
  100. ^ Atletico Madrid, il baby Oliver Torres ceduto in prestito al Villareal, su europacalcio.it, 31 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2014).
  101. ^ UFFICIALE: Atletico Madrid, Guilavogui in prestito al Saint-Etienne, su tuttomercatoweb.com, 31 gennaio 2014.
  102. ^ UFFICIALE: Betis, dall'Atlético Madrid arriva Leo Baptistao, su tuttomercatoweb.com, 11 gennaio 2014.
  103. ^ (ES) Diego: “El Atlético de Madrid nunca dejó mi corazón”, su clubatleticodemadrid.com, 3 febbraio 2014.
  104. ^ (EN) Diego joins Club Atletico de Madrid, su bundesliga.com, 31 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2014).
  105. ^ Nuovo prestito di Courtois all'Atlético Madrid, tuttomercatoweb.com.
  106. ^ (ES) El Atlético de Madrid ficha a José Maria Gimenez
  107. ^ (EN) Atletico Madrid-Demichelis
  108. ^ (EN) Atletico sign Alderweireld and Guilavogui
  109. ^ (EN) Atletico sign Alderweireld and Guilavogui
  110. ^ (ES) Baptistao nuevo jugador rojiblanco
  111. ^ (EN) Club reach deal in principal to sell David Villa to Atletico Madrid
  112. ^ Atletico Madrid fatta per Aranzubia, calciomercato.it.
  113. ^ (EN) Villarreal sign Sergio Asenjo
  114. ^ (EN) Atletico agree to loan portugals Silvio to Benfica
  115. ^ (ES) El Zaragoza aun intenta convencer a Leandro Cabrera para que venga
  116. ^ (EN) Atletico-Demichelis
  117. ^ (ES) Borja Gonzalez Deportivo
  118. ^ (EN) Agreement with Atletico Madrid for Radamel Falcao Archiviato il 15 giugno 2013 in Archive.is.
  119. ^ (ES) Atlético y Metalist acuerdan la cesión de Sosa
  120. ^ (ES) Diego jugará en el Atlético hasta final de temporada
  121. ^ (ES) Atlético y Villarreal acuerdan la cesión de Óliver Torres, clubatleticodemadrid.com.
  122. ^ Atletico Madrid, UFFICIALE: Guilavogui al Saint Etienne, calciomercato.com.
  123. ^ (EN) Baptistão joins Betis on loan from Atlético
  124. ^ Cronaca fine gara (PDF), su uefa.com, 24 maggio 2014. URL consultato il 24 maggio 2014.
  125. ^ Per le competizioni europee vengono presi in considerazione solamente i punti riguardanti la fase a gironi
  126. ^ In campo neutro e dopo tempi supplementari
  127. ^ a b Aggregato dall'Atlético Madrid B

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio