Play-off

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Playout" rimanda qui. Se stai cercando il termine televisivo "Playout", vedi Emissione (televisione).

I play-off sono, negli sport di squadra, gare con il formato dell'eliminazione diretta disputate al termine della stagione regolare per assegnare il titolo oppure determinare le promozioni.[1]

Funzionamento[modifica | modifica wikitesto]

La griglia di partenza dei play-off è generalmente composta da un numero pari di squadre, ammesse in base alla classifica della stagione regolare.[2]

Tale fase si articola su una serie di incontri — in gara secca oppure con sfide di andata e ritorno —[1] per stabilire la vincitrice del campionato o le formazioni promosse nella categoria superiore.[1] Il regolamento può contemplare criteri favorevoli alla squadra meglio piazzata nella stagione regolare, riconoscendole per esempio il vantaggio del fattore campo nell'incontro decisivo oppure la qualificazione in caso di parità.[1]

A differenza della stagione regolare, strutturata con la formula del girone all'italiana, i play-off sono interamente ad eliminazione diretta[3] Di analoga concezione sono i play-out, volti però ad individuare le retrocessioni nella divisione inferiore.[1]

Play-out[modifica | modifica wikitesto]

I play-out hanno una concezione analoga ai play-off, con la differenza che invece di assegnare il titolo, stabiliscono la salvezza e la retrocessione.[4] Nello specifico, la squadra perdente dopo l'incontro (o gli incontri) retrocede, mentre la squadra vincente si salva.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Lo sport italiano introdusse i play-out negli anni 1980 per la pallacanestro e la pallavolo; sono tuttora presenti anche nel campionato di baseball e nel campionato di calcio a 5.

Nel campionato italiano di calcio, dove nacquero contestualmente ai play-off, sono inizialmente in vigore, dalla stagione 1993-1994, in Serie C1 e in Serie C2. I play out verranno poi inclusi nella riunificata terza serie calcistica tra questi due livelli, dal 2014 in Lega Pro, poi rinominata "Serie C" nel 2017; sono presenti anche in Serie D dall'annata 2002-2003, erano già esistenti nelle categorie dilettantistiche inferiori dal 1999-2000 ed hanno inoltre fatto il loro esordio nel corso della stagione di Serie B 2003-2004, in un’inedita Serie B a 24 squadre, quando la FIGC modificò il regolamento, per poi essere confermati a partire dall'anno dopo, fino ai giorni nostri.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Garzanti.
  2. ^ (EN) Regular season and playoffs schedule in standard leagues, su support.espn.com. URL consultato il 15 novembre 2019.
  3. ^ Daniele V. Morrone, Come li vediamo i playoff in Serie A?, su ultimouomo.com, 29 giugno 2019.
  4. ^ Termine di origine italiana, non traducibile in lingua inglese.
  5. ^ In Serie B, i play-out interessano da sempre le squadre classificatesi al quintultimo e al quartultimo posto in classifica: se tra le due vi è un margine inferiore a cinque punti, si disputa un doppio confronto nel quale non vale la regola dei gol fuori casa.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport