Julen Lopetegui

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Julen Lopetegui
Julen Lopetegui2014.jpg
Nome Julen Lopetegui Argote
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 185 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Squadra Spagna Spagna
Ritirato 2002 - giocatore
Carriera
Giovanili
Real Sociedad
Squadre di club1
1983-1985 Real Sociedad B ? (-?)
1985-1988 Castilla ? (-?)
1988-1989 Las Palmas 31 (-?)
1989-1991 Real Madrid 1 (-3)
1991-1994 CD Logroñés 107 (-?)
1994-1997 Barcellona 5 (-?)
1997-2002 Rayo Vallecano 112 (-?)
Nazionale
1985 Spagna Spagna U-21 1 (0)
1994 Spagna Spagna 1 (0)
???? Paesi Baschi Paesi Baschi[1] 3 (0)
Carriera da allenatore
2003-2004 Rayo Vallecano
2008-2009 Real M. Castilla
2010-2013 Spagna Spagna U-19
2010-2013 Spagna Spagna U-20
2013-2014 Spagna Spagna U-21
2014-2016 Porto
2016- Spagna Spagna
Palmarès
Transparent.png Mondiali di Calcio Under-20
Argento URSS 1985
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Oro Israele 2013
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 luglio 2016

Julen Lopetegui Argote (Asteasu, 28 agosto 1966) è un allenatore di calcio ed ex calciatore spagnolo, di ruolo portiere, ct della Nazionale spagnola.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Calciatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili del Real Sociedad, ha giocato nella squadra B, in Segunda División B, senza riuscire a debuttare in prima squadra, dove era chiuso da portieri come Luis Arconada, José Luis González Vázquez e Agustín Elduayen.

Real Madrid Castilla[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1985 ha firmato per il Real Madrid per essere integrato nella sua seconda squadra, il Castilla CF. Ha giocato al Castilla fino al 1988, anno in cui venne ceduto in prestito al Las Palmas. Tornato dal prestito, nel 1989 venne integrato prima squadra. In due stagioni con il Real Madrid, di cui è stato terzo portiere, ha collezionato una presenza in campionato nel derby contro l'Atletico al Vicente Calderon (terminata 3-3) nella penultima giornata della stagione 1989-1990.

Logrones[modifica | modifica wikitesto]

Relegato ai margini del Real Madrid, Lopetegui nel 1991 passò al Logroñés. Al Logroñés, Lopetegui ha trascorso i suoi anni migliori come giocatore, in cui è riuscito ad esprimere al meglio il suo potenziale. Lopetegui ha giocato 108 partite in Prima Divisione col Logrones. Il 23 marzo del 1994 ha debuttato in una partita amichevole della nazionale spagnola, contro la Croazia, diventando il primo giocatore del Logrones ad essere convocato in nazionale. È stato convocato per i Mondiali del 1994, senza scendere in campo.

Barcellona[modifica | modifica wikitesto]

Le sue grandi prestazioni con il Logrones hanno attirato l'interesse del Barcellona che, nel 1994, lo ingaggia a titolo definitivo. Dopo una serie di prestazioni negative, Carles Busquets, secondo di Andoni Zubizarreta nelle stagioni precedenti, lo scavalcò nelle gerarchie. Quel primo anno ha alternato pessime e buone prestazioni. Nella stagione 1996-1997, con l'arrivo di Vítor Baía diventa terzo portiere della squadra.

Rayo Vallecano[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997 lascia il Barcellona e firma per il Rayo Vallecano in Segunda División. Con il Rayo Vallecano ottiene nel 1999 la promozione in Primera División. Inizialmente titolare, Lopetegui perderà il posto, facendosi scavalcare nelle gerarchie da Kasey Keller e Imanol Etxeberria. Alla fine della stagione 2001-2002 si ritira da calciatore.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha debuttato in nazionale il 23 marzo del 1994, in una partita amichevole contro la Croazia (0-2), giocata all'Estadio Luis Casanova di Valencia, dove gioca la sua prima e unica apparizione internazionale. Lopetegui è entrato al 26º, subentrando ad Andoni Zubizarreta. Nello stesso anno venne chiamato come terzo portiere dal ct Javier Clemente per i Mondiali del 1994, senza mai scendere in campo.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver lasciato il calcio giocato, per la stagione 2003-2004 è diventato allenatore del Rayo Vallecano. Viene esonerato poco dopo l'inizio della stagione, che si conclude con la retrocessione del Rayo in Segunda División.

Lopetegui firmò quindi un contratto dal canale televisivo La Sexta come opinionista per i Mondiali del 2006. Al suo debutto come opinionista, Lopetegui sviene in diretta. Questo episodio ha destato scalpore nell'opinione pubblica spagnola. Nello stesso anno è diventato il capo degli scout internazionali del Real Madrid.

Nel giugno del 2008 diventa allenatore del Real Madrid Castilla, con cui firma un biennale. Nel giugno 2009, al termine della stagione, rescinde il contratto che lo legava ai madrileni. L'anno successivo lavora in TVE, in sostituzione di Victor Fernandez come opinionista di Estudio Estadio.

Ha fatto parte dello staff tecnico della nazionale spagnola, tra l'agosto 2010 e il maggio 2014.

Ha ricoperto la carica di ct dell'Under-19 e dell'Under-20.

Nel settembre 2012, dopo le Olimpiadi, è chiamato dall'Under-21, in sostituzione di Luis Milla.

Nel 2013, ha condotto le squadre della Under-20 e Under-21, alle fasi finali degli Europei Under 21 (Israele, dal 5 al 18 giugno) e ai Mondiali Under-20 (Turchia, 21 giugno al 13 luglio). Con l'Under 21 vince il titolo Europeo e con l'Under-20, porta la squadra fino ai quarti di finale dove viene eliminata dall'Uruguay, in un match che si è concluso 0-1 alla fine dei tempi supplementari.

Nel 2013 ha condotto l'Under-21 alla vittoria degli Europei Under-21 2013.

Nel 2013 ha condotto l'Under-20 ai quarti di finale del Mondiale Under-20, dove gli spagnoli perdono 0-1 ai tempi supplementari contro l'Uruguay.

Nel maggio 2014, diventa allenatore del Porto. Dopo una stagione e mezzo in cui non riesce a vincere alcun titolo, viene esonerato nel gennaio 2016, con la squadra al 3º posto in Primeira Liga.

Il 21 luglio 2016 viene nominato commisario tecnico della nazionale spagnola, in sostituzione di Vicente del Bosque.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 2 ottobre 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale Vittorie %
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2003-2004 Spagna Rayo Vallecano SD 10 2 2 6 CR 1 0 0 1 11 2 2 7 18,18
2008-2009 Spagna Real Madrid Castilla SDB 38 18 9 11 38 18 9 11 47,37
2014-2015 Portogallo Porto PL 34 25 7 2 CP +CdL 1+5 0+3 0+1 1+1 UCL 12 8 3 1 52 36 11 5 69,23
2015-2016 PL 16 11 4 1 CP +CdL 3+1 3+0 0+0 0+1 UCL 6 3 1 2 26 17 5 4 65,38
Totale Porto 50 36 11 3 10 6 1 3 18 11 4 3 78 53 16 9 67,95
Totale Carriera 98 56 22 20 11 6 1 4 18 11 4 3 127 73 27 27 57,48

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Naz da a Record
G V N P GF GS DR Vittorie %
Spagna Spagna 21 luglio 2016 in carica 5 4 1 0 17 1 +16 80,00

Nazionale nel dettaglio[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Piazzamento Andamento Reti
Giocate Vittorie Pareggi Sconfitte % vittorie GF GS DR
2016 Spagna Spagna Qual. Mondiale in corso 4 3 1 0 75,00 15 1 +14
2017 0 0 0 0 ! 0 0 0
Dal 2016 in corso Amichevoli 1 1 0 0 100,00& 2 0 0
Totale Spagna 5 4 1 0 80,00 17 1 +16

Spagna U21[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Piazzamento Andamento Reti
Giocate Vittorie Pareggi Sconfitte % vittorie GF GS DR
2012 Spagna Spagna Qual. Europeo U21 4 3 1 0 75,00 14 1 +13
2013 Europeo U21 Vincitore 5 5 0 0 100,00& 12 2 +10
2013 Qual. Europeo U21 6 6 0 0 100,00& 22 5 +17
2014 0 0 0 0 ! 0 0 0
Dal 2012 al 2014 Amichevoli 5 4 1 0 80,00 14 5 9
Totale Spagna U 21 20 18 2 0 90,00 13 1 +12

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Real Madrid: 1989-1990
Barcellona: 1996-1997
Real Madrid: 1990
Barcellona: 1994, 1996
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Barcellona: 1996-1997

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Spagna: 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'Euskal Selekzioa non è una Nazionale di calcio e non disputa partite ufficiali.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]