Ottavio Bianchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ottavio Bianchi
Ottavio Bianchi - SSC Napoli.jpg
Bianchi al Napoli tra gli anni 1960 e 1970
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1977 - giocatore
2002 - allenatore
Carriera
Giovanili
1956-1962 Brescia
Squadre di club1
1960-1966 Brescia 97 (18)
1966-1971 Napoli 109 (14)
1971-1973 Atalanta 55 (6)
1973-1974 Milan 14 (2)
1974-1975 Cagliari 20 (1)
1975-1977 SPAL 35 (0)
Nazionale
1966 Italia Italia B 1 (0)
1966 Italia Italia 2 (0)
Carriera da allenatore
1977 SPAL
1978-1979 Siena
1979-1980 Mantova
1980-1981 Triestina
1981-1983 Atalanta
1983-1984 Avellino
1984-1985 Como
1985-1989 Napoli
1990-1992 Roma
1992-1993 Napoli
1994-1995 Inter
2002 Fiorentina
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ottavio Bianchi (Brescia, 6 ottobre 1943) è un ex allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Crebbe calcisticamente nelle giovanili del Brescia, con cui esordì in Serie A nel 1965; l'anno dopo fu ingaggiato dal Napoli, club con il quale disputò cinque campionati consecutivi, per poi vestire le maglie di Atalanta, Milan e Cagliari.

Bianchi all'Atalanta nei primi anni 1970

Chiuse la carriera da giocatore alla SPAL, in Serie B, nel 1977: in quella stagione ricoprì il doppio ruolo di allenatore-giocatore, affiancato da Ottavio Bugatti, dopo gli esoneri di Guido Capello e Giovanni Ballico, venendo a sua volta sostituito da Luis Suárez[1].

Vanta anche due presenze in Nazionale, con la cui maglia ha debuttato il 1º novembre 1966, nell'amichevole vinta per 1-0 contro l'URSS a Milano. Ha inoltre collezionato una presenza in Nazionale B, nel marzo del 1966[2].

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Intrapresa la carriera di allenatore, sedette sulle panchine di Siena, Mantova, Triestina e Atalanta, con cui vinse il campionato di Serie C1 1981-1982.

Nel corso del campionato 1983-1984 approda in Serie A all'Avellino, quindi allena il Como e, nel 1985 giunge al Napoli, dove vince il primo scudetto della storia partenopea nel campionato 1986-1987, conquistando nella stessa stagione anche la Coppa Italia, e successivamente nel 1989 la Coppa UEFA. Nel 1990 passò alla Roma, con la quale vinse nel 1991 la Coppa Italia, raggiungendo nello stesso anno anche la doppia finale di Coppa UEFA persa contro l'Inter.

Il Napoli di Ottavio Bianchi, artefice nella stagione 1986-1987 del double scudetto-Coppa Italia.

Terminata l'avventura capitolina alla fine del campionato 1991-1992, nel novembre dello stesso anno torna sulla panchina del Napoli, dopo l'esonero di Claudio Ranieri, riuscendo a sfiorare la qualificazione UEFA con una squadra presa in zona retrocessione. Nella stagione 1993-1994 torna nuovamente al club azzurro, stavolta dietro la scrivania come direttore tecnico, lasciando la panchina a Marcello Lippi: l'esperienza dura un anno, poiché l'Inter gli offre la propria panchina e lui accetta.

All'ombra della "madonnina" disputa il primo campionato dell'era-Moratti, vincendo il derby contro il Milan per 3-1. L'anno successivo la sconfitta contro il Napoli per 2-1 convince Moratti a sollevarlo dall'incarico.

Tornerà in panchina sette anni dopo, chiamato dalla Fiorentina che non riuscirà a salvare né come tecnico né nel ruolo che dal 5 aprile 2002 è chiamato a ricoprire con la carica di presidente, succedendo al dimissionario Ugo Poggi fino al termine del campionato: nell'agosto del 2002 il club viola va incontro al fallimento.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
01-11-1966 Milano Italia Italia 1 – 0 URSS URSS Amichevole - Uscita al 76’ 76’
26-11-1966 Napoli Italia Italia 3 – 1 Romania Romania Qual. Euro 1968 -
Totale Presenze 2 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Napoli: 1986-1987
Napoli: 1986-1987
Roma: 1990-1991
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Napoli: 1988-1989

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1986-1987

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ C. Fontanelli, P. Negri, Il calcio a Ferrara, GEO Edizioni, p. 247
  2. ^ Almanacco Illustrato del Calcio 2007, Modena, Panini, p. 591

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente della Fiorentina Successore Stemma Ufficiale ACF Fiorentina.png
Ugo Poggi 6 aprile 2002 - 1º agosto 2002 Gino Salica