Santiago Solari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Santiago Solari
Football against poverty 2014 - Santiago Solari.jpg
Solari nel 2014
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 182 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 4 dicembre 2010 - giocatore
Carriera
Giovanili
19??-19?? non conosciuta Richard Stockton College
Squadre di club1
1994-1995 Newell's Old Boys 0 (0)
1995-1996 Renato Cesarini 9 (1)
1996-1999 River Plate 67 (13)
1999-2000 Atlético Madrid 46 (7)
2000-2005 Real Madrid 131 (13)
2005-2008 Inter 39 (4)
2008-2009 San Lorenzo 26 (4)
2009-2010 Atlante 33 (5)
2010 Peñarol 9 (0)
Nazionale
1999-2004 Argentina Argentina 11 (1)
Carriera da allenatore
2013-2016Real Madridgiovanili
2016-2018Real M. Castilla
2018-2019Real Madrid
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al marzo 2019

Santiago Hernán Solari Poggio (Rosario, 7 ottobre 1976) è un allenatore di calcio ed ex calciatore argentino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È fratello della modella e attrice Liz, nonché dei calciatori Esteban e David.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi e River Plate[modifica | modifica wikitesto]

Di origini italiane ma in possesso di passaporto spagnolo, esordì nella massima categoria del suo paese con il Newell's Old Boys, passando poi al Renato Cesarini Football Club e successivamente al River Plate. Come lo zio, il calciatore Jorge Solari, Santiago viene soprannominato “El Indiecito” (“l’Indianino”), mentre in Spagna utilizzano anche il soprannome di “El Principito” (“Il Principino”).

Atlético e Real[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1999 fu ingaggiato dall'Atlético Madrid, dove restò per due anni. Passò poi al Real Madrid per 3,5 milioni di euro, su raccomandazione del cugino, Fernando Redondo. La prima stagione non fu affatto semplice, a causa di problemi respiratori, ma nel 2002 vinse la Coppa dei Campioni e la Coppa Intercontinentale. Con la camiseta blanca realizza 20 reti in 184 partite, ritagliandosi un discreto spazio nel Real dei “Galacticos”.

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 approda all'Inter, firmando un contratto triennale.[1] Realizza il primo gol con la maglia nerazzurra nella semifinale di andata di Coppa Italia contro l'Udinese.[2] Il 2 aprile 2006 segna la sua prima ed unica doppietta in carriera nella partita di Serie A Inter-Messina (3-0 per la squadra milanese). Con i nerazzurri ha vinto due Supercoppa italiana 2005, 2006, una Coppa Italia e tre scudetti (2005-2006, 2006-2007, 2007-2008).

San Lorenzo, Atlante e Peñarol[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 agosto 2008 firma un contratto annuale con gli argentini del San Lorenzo: disputa 26 partite segnando 4 gol, compresi i playoff per il titolo (perso) con Boca e Tigre.

Il 15 luglio 2009 si trasferisce in Messico all'Atlante, firmando un contratto biennale: segna 5 reti in 33 gare, con 3 presenze al Mondiale per Club.

Il 2 settembre 2010 passa a titolo definitivo al Peñarol,[3] squadra uruguaiana con cui il 4 dicembre chiude la carriera dopo il campionato di Apertura.

Complessivamente, ha disputato 461 partite con squadre di club, segnando 57 gol.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Conta 11 presenze nella Nazionale maggiore argentina, con la quale ha segnato 1 gol. L'esordio con la nazionale del suo Paese avviene nel novembre del 1999 nella partita contro la Spagna, nella quale entra all'80º minuto. L'unica rete siglata in nazionale arriva alla seconda partita, l'unica giocata per intero, valida per la Reebok Cup contro il Messico. L'ultima apparizione con l'albiceleste è in una delle gare valevoli la Qualificazione ai Mondiali 2006, esattamente contro il Venezuela; gara vinta dagli argentini col risultato di 3-2.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Esordi e Real Madrid Castilla[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 giugno 2013 entra nello staff del Real Madrid come allenatore della selezione “Cadete B”.[4] Il 6 luglio 2014 passa ad allenare la selezione “Cadete A”.[5] Il 24 luglio 2015 passa ad allenare la selezione “Juvenil B”.[6] Il 5 gennaio 2016 passa ad allenare la selezione “Juvenil A”.[7]

Il 23 giugno 2016 sostituisce Luis Miguel Ramis alla guida del Real M. Castilla, in terza divisione.[8] Al primo anno arriva 11º e al secondo 8º.

Real Madrid[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 ottobre 2018 è promosso allenatore "ad interim" della prima squadra, a seguito dell’esonero di Julen Lopetegui.[9] Esordisce vincendo in Coppa del Re contro il Melilla (4-0);[10] seguono le vittorie in campionato contro il Real Valladolid (2-0)[11] e in Champions League contro il Viktoria Plzeň (5-0).[12] I buoni risultati conseguiti convincono la dirigenza madrilena a rinnovargli il contratto fino al 2021.[13] La prima sconfitta arriva in campionato contro l'Eibar (0-3).[14] Il 22 dicembre, guidando il Real Madrid alla vittoria contro l'Al Ain per 4-1, Solari conquista la Coppa del mondo per club FIFA e festeggia il primo trofeo da allenatore.[15]

I primi mesi del 2019 si rivelano però difficili: nel giro di sei giorni a cavallo tra febbraio e marzo, la squadra esce anzitempo dalla Coppa del Re (0-3 con il Barcellona),[16] dalla lotta per il campionato (0-1 sempre con il Barcellona),[17] e dalla Champions League (1-4 con l’Ajax).[18] L'11 marzo viene quindi sollevato dall’incarico e sostituto da Zinédine Zidane.[19]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1994-1995 Argentina Newell's Old Boys PD 0 0 - - - - - - - - - 0 0
1995-1996 Argentina Renato Cesarini PBN 9 1 - - - - - - - - - 9 1
1996-1997 Argentina River Plate PD 24 2 - - - - - - - - - 24 2
1997-1998 PD 27 6 - - - - - - - - - 27 6
1998-gen. 1999 PD 16 5 - - - - - - - - - 16 5
Totale River Plate 67 13 - - - - - - 67 13
gen.-giu. 1999 Spagna Atlético Madrid PD 12 1 - - - CU 1 0 - - - 13 1
1999-2000 PD 34 6 - - - CU 7 0 - - - 41 6
Totale Atletico Madrid 46 7 - - 8 0 - - 54 7
2000-2001 Spagna Real Madrid PD 14 4 - - - UCL 10 1 - - - 24 1
2001-2002 PD 28 1 - - - UCL 14 4 SS 2 0 42 5
2002-2003 PD 28 0 - - - UCL 11 0 SU+CInt 1+1 0 41 0
2003-2004 PD 34 5 - - - UCL 9 2 SS 0 0 43 7
2004-2005 PD 27 3 - - - UCL 5 0 - - - 32 3
Totale Real Madrid 131 13 - - 49 7 4 0 184 20
2005-2006 Italia Inter A 13 3 CI 7 2 UCL 6 0 SI 0 0 26 5
2006-2007 A 21 1 CI 5 0 UCL 4 0 SI 0 0 30 1
2007-2008 A 5 0 CI 5 1 UCL 5 0 SI 0 0 15 1
Totale Inter 39 4 17 3 15 0 - - 71 7
2008-2009 Argentina San Lorenzo PD 26 4 - - - CL 3 0 - - - 29 4
2009-2010 Messico Atlante PD 29 4 - - - - - - Cmc 3 0 32 4
2010-2011 PD 4 1 - - - - - - - - - 4 1
Totale Atlante 33 5 - - - - 3 0 36 5
2010-2011 Uruguay Peñarol PD 9 0 - - - CS 2 0 - - - 11 0
Totale carriera 360 47 17 3 77 7 7 0 461 57

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
17-11-1999 Siviglia Spagna Spagna 0 – 2 Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 80’ 80’
20-12-2000 Los Angeles Argentina Argentina 2 – 0 Messico Messico Amichevole (Reebok Cup) 1
27-3-2002 Ginevra Argentina Argentina 2 – 2 Camerun Camerun Amichevole - Ingresso al 89’ 89’
17-4-2002 Stoccarda Germania Germania 0 – 1 Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 62’ 62’
20-11-2002 Saitama Giappone Giappone 0 – 2 Argentina Argentina Kirin Cup - Ingresso al 83’ 83’
12-2-2003 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 0 Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 81’ 81’
30-4-2003 Tripoli Libia Libia 1 – 3 Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 46’ 46’
8-6-2003 Osaka Giappone Giappone 1 – 4 Argentina Argentina Kirin Cup - Uscita al 75’ 75’
11-6-2003 Seul Corea del Sud Corea del Sud 0 – 1 Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 82’ 82’
28-4-2004 Casablanca Marocco Marocco 0 – 1 Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
17-11-2004 Buenos Aires Argentina Argentina 3 – 2 Venezuela Venezuela Qual. Mondiali 2006 - Ingresso al 65’ 65’
Totale Presenze 11 Reti 1

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 10 marzo 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie Piazz.
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2016-2017 Spagna Real M. Castilla SBD 38 13 12 13 - - - - - - - - - - - - - - - 38 13 12 13 34,21 11º
2017-2018 SBD 38 14 13 11 - - - - - - - - - - - - - - - 38 14 13 11 36,84
set.-ott. 2018 SBD 10 5 4 1 - - - - - - - - - - - - - - - 10 5 4 1 50,00 Prom. in prima squadra
Totale Real M. Castilla 86 32 29 25 - - - - - - - - - - - - 86 32 29 25 37,21
ott. 2018-mar. 2019 Spagna Real Madrid PD 17 12 1 4 CR 8 5 1 2 UCL 5 3 0 2 Cmc 2 2 0 0 32 22 2 8 68,75 Suben., in corso
Totale Real Madrid 17 12 1 4 8 5 1 2 5 3 0 2 2 2 0 0 32 22 2 8 68,75
Totale carriera 103 44 30 29 8 5 1 2 5 3 0 2 2 2 0 0 118 54 31 33 45,76

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Solari all'Inter: ora è ufficiale Moggi: "Cassano mai alla Juve" (Repubblica.it.com), 7 luglio 2005. URL consultato il 22 luglio 2012.
  2. ^ Solari, rivincita anche nello spot (tgcom24), 24 marzo 2006. URL consultato il 22 luglio 2012.
  3. ^ Penarol, preso Solari (TuttoMercatoWeb.com), 2 settembre 2010. URL consultato il 19 settembre 2010.
  4. ^ Solari será el nuevo entrenador del Cadete B, defensacentral, 25 de junior de 2013.
  5. ^ Los entrenadores de la cantera, realmadrid.com, 6 de julio de 2014.
  6. ^ Oficial: Real Madrid, Solari nuevo entrenador del Juvenil"B", todomercadoweb.es, 24 de julio de 2015.
  7. ^ Ramis, al Castilla; Solari, al juvenil A; Guti, al juvenil B y Álvaro Benito, al Cadete A, sportyou.es, 5 de enero de 2016.
  8. ^ Santiago Solari será el nuevo DT de Real Madrid Castilla, espn.com, 23 se junio de 2016.
  9. ^ (ES) Comunicado Oficial, su realmadrid.com, 29 ottobre 2018.
  10. ^ Real Madrid, buona la prima di Solari: 4-0 al Melilla in coppa, gazzetta.it.
  11. ^ Liga, Real Madrid-Valladolid 2-0: un autogol e Ramos ridanno ossigeno ai Blancos, gazzetta.it.
  12. ^ Champions, V. Plzen-Real Madrid 0-5: Benzema show, Solari esulta, gazzetta.it.
  13. ^ Ora è ufficiale: Solari al Real Madrid fino al 2021, corrieredellosport.it, 13 novembre 2018.
  14. ^ Eibar-Real Madrid 3-0: Roma, martedì in Champions puoi vincere, gazzetta.it.
  15. ^ Mondiale per Club, Real Madrid-Al Ain 4-1: terzo trionfo di fila e record per i Blancos, gazzetta.it.
  16. ^ Real Madrid-Barcellona 0-3: Suarez doppietta, Varane autogol, gazzetta.it.
  17. ^ Real Madrid-Barcellona 0-1, Rakitic gela il Bernabeu, sprofondo Blanco, gazzetta.it.
  18. ^ Champions League, Real Madrid-Ajax 1-4: impresa degli olandesi, spagnoli fuori, gazzetta.it.
  19. ^ Comunicado Oficial, realmadrid.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]