Iker Muniain

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Iker Muniain
Iker Muniain crop.jpg
Muniain con la maglia dell'Athletic Bilbao nel 2018
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 170 cm
Peso 63 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Ala, attaccante
Squadra Athletic Bilbao
Carriera
Giovanili
2005-2008Bilbao Athletic
Squadre di club1
2008-2010Bilbao Athletic19 (3)
2009-Athletic Bilbao291 (40)
Nazionale
2008Spagna Spagna U-162 (1)
2008-2009Spagna Spagna U-1720 (2)
2010Spagna Spagna U-195 (0)
2011Spagna Spagna U-201 (0)
2011-2014Spagna Spagna U-2131 (7)
2012Spagna Spagna olimpica3 (0)
2012-Spagna Spagna2 (0)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Oro Danimarca 2011
Oro Israele 2013
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 agosto 2019

Iker Muniain Goñi ([ˈiker muniˈain ˈgoɲi]; Pamplona, 19 dicembre 1992) è un calciatore spagnolo, ala o attaccante dell'Athletic Bilbao, di cui è capitano e della nazionale spagnola.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Gioca principalmente nel ruolo di ala sinistra nel 4-3-3. Dotato di un'ottima tecnica individuale e buona visione di gioco, la sua caratteristica principale è il dribbling fulminante che gli permette di lasciare sul posto gli avversari. È stato definito il Messi basco per la sua somiglianza, nei movimenti, con Lionel Messi.[1]

Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.[2] Nel 2012 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1991 stilata da Don Balón.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Athletic Bilbao[modifica | modifica wikitesto]

Muniain con la maglia dell'Athletic Bilbao nel 2014.

Prodotto della florida cantera dell'Athletic Bilbao, ha fatto il suo debutto in prima squadra il 30 luglio 2009, in una partita di qualificazione di Europa League contro lo Young Boys Berna. Entrato in campo al 59º minuto in sostituzione di Gaizka Toquero, è diventato il più giovane giocatore a indossare la maglia dell'Athletic in una partita ufficiale, a 16 anni, 7 mesi ed 11 giorni. Una settimana più tardi Muniain ha segnato il suo primo gol per il club, nella gara di ritorno della competizione europea in terra svizzera, contribuendo in modo decisivo al passaggio del turno della propria squadra. Anche in questo caso ha battuto il record come il giocatore più giovane a segnare un gol (16 anni, 7 mesi e 18 giorni).[4]

Il 30 agosto 2009, esordisce nella Liga spagnola nella partita Athletic Bilbao-Espanyol 1-0, diventando il più giovane giocatore ad aver indossato la maglia del club basco in campionato. La seconda partita in Liga la gioca il 13 settembre nella sfida esterna contro lo Xerez Club Deportivo (vinta per 1 a 0), Iker entra nel secondo tempo al 62' al posto di De Marcos giocando 29 minuti.[5] Quattro giorni dopo aver disputato 4 partite tra Preliminari e Play off arriva l'esordio nella UEFA Europa League con gol nella partita vinta 3 a 0 contro l'Austria Vienna. Il 4 ottobre 2009 diventa inoltre il più giovane marcatore sino ad allora della Liga spagnola (il record venne poi battuto da Fabrice Olinga il 18 agosto 2012[6]), realizzando una rete nel corso di Valladolid-Athletic Bilbao, conclusasi 2-2, segnando quindi all'età di 16 anni e 289 giorni.

Il 1º dicembre dello stesso anno, prolunga fino al 30 giugno 2015, il proprio contratto con la formazione basca, con una clausola rescissoria compresa tra i 36 ed i 45 milioni di euro[7]. Il secondo gol arriva nel mese di dicembre nella gara persa 2 a 1 contro il Valencia con un tiro di destro su assist di Javi Martinez.[8]. Il terzo gol arriva il 7 febbraio con un colpo di testa al secondo minuto del primo tempo nella partita vinta contro lo Xerez Club Deportivo per 3 a 2. Conclude la sua prima stagione con l'Athletic Bilbao con 35 presenze e 6 gol.

Nella stagione 2011/2012 cambia il suo numero di maglia passando dal 27 al 19. Il 15 settembre segna un gol nella sfida dei gironi di Europa League contro lo Slovan Bratislava finita 2 a 1, mentre la prima marcatura in Liga risale al 17 ottobre 2011 nella partita vinta 3 a 1 contro l'Osasuna. Si rende anche protagonista della cavalcata che porta la propria squadra fino alla finale di Europa League: sigla reti nei sedicesimi di finale sia all'andata che al ritorno contro la Lokomotiv Mosca e nei quarti contro lo Schalke 04.

Il 4 aprile 2015, nel corso del match perso contro il Siviglia (2-0), si infortuna gravemente al ginocchio sinistro, riportando la rottura del legamento crociato anteriore[9]. Dopo un lento processo di di recupero, torna in campo il successivo 20 dicembre, sostituendo Iñaki Williams per gli ultimi minuti della partita casalinga vinta per 2-0 contro il Levante UD.

Il 28 settembre 2017 subisce un altro grave infortunio (questa volta al ginocchio destro) nelle fasi finali di un incontro di Europa League contro il FC Zorya Luhansk, che ne compromette la stagione. Dopo un'assenza di poco più di sei mesi, torna in campo contro il Villarreal il 9 aprile 2018, andando immediatamente a segno.

Nel novembre del 2018 rinnova il contratto con l'Athletic Bilbao fino al giugno 2024; insolitamente, il contratto non include alcuna clausola di rescissione.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale giovanile[modifica | modifica wikitesto]

Muniain in azione, con la maglia della Nazionale olimpica di calcio della Spagna nel 2012.

Nel 2009 partecipa al Campionato europeo di calcio Under-17 dove esordisce il 6 maggio contro l'Italia Under-17 pareggiata 0 a 0. Gioca anche la seconda partita 3 giorni dopo contro la Francia Under-17. La Spagna viene eliminata alla fase a gironi. Sempre nel 2009 partecipa al Mondiale Under-17. Debutta nel torneo nella sfida contro gli Stati Uniti Under-17 il 26 ottobre 2009 vinta per 2 a 1. Passato il turno con punteggio pieno, affronta negli ottavi di Finale il Burkina Under-17 vinta 4 a 1 (5 novembre.[10] Nei quarti quattro giorni dopo sfida l'Uruguay Under-17 e battendolo 4-2 si qualifica per le semifinale dove affronta la nazionale organizzatrice del torneo la Nigeria dove la Spagna viene sconfitta 3-1. Conclude il suo Mondiale con 6 presenze (5 da titolare) e 0 gol.[11]

Nel 2010 esordisce con la Nazionale Under-19 dove partecipa nello stesso anno all'Europeo di Categoria. La prima partita la gioca il 18 luglio contro la Croazia Under-19 vinta 2-1. La Spagna si qualifica alla seconda fase battendo il 24 luglio 3-0 l'Italia Under-19.[12][13] In semifinale la Spagna sfida l'Inghilterra, vinta 3-1. In finale la Spagna viene battuta 2-1 dalla Francia Under-19.[14]

L'8 febbraio 2011, viene convocato per esordire nella nazionale under-21 nell'amichevole disputata contro la Danimarca Under-21.[15] Il 20 aprile 2011 esordisce con la Spagna Under-20 nella sfida vinta 1-0 contro l'Italia Under-20 giocata a Mantova allo stadio Danilo Martelli.

Nel mese di giugno viene convocato per giocare l'Europeo Under-21 il suo terzo europeo al livello di nazionali giovanili contando quello con l'Under-17 e 19. Debutta contro la Repubblica Ceca Under-21 il 15 giugno 2011, la partita viene vinta per 2-0 dalla Spagna.[16] Nella semifinale del 22 luglio vinta 3-1 contro la Bielorussia viene schierato da titolare come ala sinistra.[17] Il 25 giugno vince l'Europeo, sconfiggendo in finale 2-0 la Nazionale di calcio della Svizzera.[18][19]

Nazionale Maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo tante presenze con le nazionali minori, il 29 febbraio 2012 viene convocato con la nazionale maggiore spagnola, per la partita contro il Venezuela (vinta dagli iberici per 5-0), facendo il suo ingresso in campo al 74°.[20] Sette anni dopo viene nuovamente convocato dall'allenatore iberico Luis Enrique per le gare di qualificazione agli Europei 2020 contro Norvegia e Malta. Proprio in quest'ultima rientra in campo, sostituendo Juan Bernat al 56º minuto[21].

Selezione dei Paesi Baschi[modifica | modifica wikitesto]

Esordisce con la selezione dei Paesi Baschi nella sfida del 28 dicembre 2011, persa 2-0 a Bilbao contro la Tunisia.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

È stato soprannominato Bart dai compagni di squadra, per via della sua somiglianza con il noto personaggio de I Simpson[22].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 16 agosto 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2008-2009 Spagna Bilbao Athletic SDB 13 1 - - - - - - - - - 13 1
2009-2010 SDB 6 2 - - - - - - - - - 6 2
Totale Bilbao Athletic 19 3 - - - - - - 19 3
2009-2010 Spagna Athletic Bilbao PD 26 4 CR 0 0 UEL 9 2 - - - 35 6
2010-2011 PD 35 5 CR 3 0 - - - - - - 38 5
2011-2012 PD 33 2 CR 9 2 UEL 16 5 - - - 58 9
2012-2013 PD 33 1 CR 2 0 UEL 8 1 - - - 43 2
2013-2014 PD 35 7 CR 4 2 - - - - - - 39 9
2014-2015 PD 25 1 CR 7 0 UCL+UEL 7[23]+2 1[24]+0 - - - 41 2
2015-2016 PD 20 2 CR 3 0 UEL 5 0 SS 0 0 28 2
2016-2017 PD 35 7 CR 3 0 UEL 8 0 - - - 46 7
2017-2018 PD 14 4 CR 0 0 UEL 6[25] 1 - - - 20 5
2018-2019 PD 34 7 CR 3 0 - - - - - - 37 7
2019-2020 PD 1 0 CR 0 0 - - - - - - 1 0
Totale Athletic Bilbao 291 40 34 4 61 10 0 0 386 54
Totale carriera 310 43 34 4 61 10 0 0 405 57

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29-2-2012 Málaga Spagna Spagna 5 – 0 Venezuela Venezuela Amichevole - Ingresso al 74’ 74’
26-3-2019 Ta' Qali Malta Malta 0 – 2 Spagna Spagna Qual. Euro 2020 - Ingresso al 56’ 56’
Totale Presenze 2 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Paesi Baschi
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
28-12-2011 Bilbao Paesi Baschi Paesi Baschi 0 – 2 Tunisia Tunisia Amichevole -
Totale Presenze 1 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Athletic Bilbao: 2015

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

2011, 2013

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2010-2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ GdS - De Marcos, Iturraspe e Susaeta piacciono, Tuttomercatoweb.com, 31 marzo 2012.
  2. ^ (EN) Don Balon’s list of the 100 best young players in the world, thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 22 novembre 2011.
  3. ^ 101 prospetti per il futuro. Ecco la lista di Don Balon, Tuttomercatoweb.com, 13 novembre 2012. URL consultato il 13 novembre 2012.
  4. ^ Spirit shows through on exciting night; UEFA.com, 6 agosto 2009
  5. ^ Xerez-Bilbao 0-1, transfermarkt.it, 13-9-09. URL consultato il 28-05-12.
  6. ^ Olinga speranza Málaga, su it.uefa.com, 19 agosto 2012. URL consultato il 13 dicembre 2013.
  7. ^ Rinnovo per Iker Muniain, su athletic-club.net. URL consultato il 12 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 22 marzo 2012).
  8. ^ Bilbao-Valencia 1-2, transfermarkt.it, 06-12-09. URL consultato il 28-05-12.
  9. ^ Athletic Bilbao, rottura del legamento per Muniain: out 6-7 mesi - TuttoMercatoWeb.com
  10. ^ Mondiali Under 17: Spagna e Nigeria fanno paura, ai quarti anche Corea ed Uruguay, ilpallonaro.com, 05-11-09. URL consultato l'11-05-12.
  11. ^ Mondiale under 17, semifinali: Svizzera-Colombia 4-0, Nigeria-Spagna 3-1. Finale tra elvetici e africani, calcioblog.it, 13-11-09. URL consultato l'11-05-12.
  12. ^ Europei Under 19 - Italia imbarazzante, la Spagna ci surclassa, eurosport.com, 24-07-10. URL consultato l'11-05-12.
  13. ^ Europei Under 19: show della Spagna, Italia quasi eliminata, calciomercato.com, 24-07-11. URL consultato l'11-05-12.
  14. ^ Europei Under 19 - Francia show, cade l'imbattibile Spagna, eurosport.com, 30-07-10. URL consultato l'11-05-12.
  15. ^ Victor Ruiz delude con la Spagna Under 21: espulso per un pugno!, ilsussidiario.net, 09-02-11. URL consultato l'11-05-12.
  16. ^ Europeo Under 21, Repubblica Ceca -Spagna 0-2, calciomercato.it, 15-06-11. URL consultato l'11-05-12.
  17. ^ Europeo Under 21: semifinali Spagna-Bielorussia e Svizzera-Repubblica Ceca[collegamento interrotto], sportlive.it, 21-06-11. URL consultato l'11-05-12.
  18. ^ 25-06-11, sky.it. URL consultato l'11-05-12.
  19. ^ Under 21: Spagna-Svizzera 2-0 in finale, iberici campioni europei, sportlive.it, 25-06-11. URL consultato l'11-05-12 (archiviato dall'url originale il 19 marzo 2017).
  20. ^ Cavani altra perla, goleada Spagna, gazzetta.it, 29-02-12. URL consultato l'11-05-12.
  21. ^ El león Muniain 'redebuta' con España, su eldesmarque.com. URL consultato il 26 marzo 2019.
  22. ^ Iker Muniain, il Messi basco Archiviato il 3 giugno 2012 in Internet Archive.; canaleinter.it, 4 aprile 2012
  23. ^ 2 presenze nei preliminari e 5 nella fase finale
  24. ^ 1 rete nel turno preliminare
  25. ^ 4 presenze nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]