Juan Bernat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Juan Bernat
Juan Bernat Training FC Bayern München-2.jpg
Bernat in allenamento con il Bayern Monaco nel 2015
Nome Juan Bernat Velasco
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 170[1] cm
Peso 67[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore, Centrocampista
Squadra Bayern Monaco
Carriera
Giovanili
2000-2011Valencia
Squadre di club1
2011-2012Valencia Mestalla24 (7)
2011-2014Valencia51 (1)
2014-Bayern Monaco67 (3)
Nazionale
2009 Spagna Spagna U-163 (0)
2009-2010 Spagna Spagna U-1711 (4)
2012 Spagna Spagna U-196 (0)
2013 Spagna Spagna U-207 (1)
2013-2014 Spagna Spagna U-217 (0)
2014- Spagna Spagna7 (1)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-17
Argento Liechtenstein 2010
Transparent.png Europei di calcio Under-19
Oro Estonia 2012
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 dicembre 2017

Juan Bernat Velasco (Cullera, 1º marzo 1993) è un calciatore spagnolo, difensore del Bayern Monaco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Rispondendo a voci di mercato che dichiaravano l'interesse di alcuni club al suo cartellino, ha dichiarato di essere un tifoso del Valencia, prima ancora che un suo giocatore.[2]

Il suo idolo d'infanzia, che lo ha portato a scegliere il numero di maglia 14 nell'estate 2013, è l'ex centrocampista del Valencia Vicente.[3][4]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Mancino naturale, nasce come esterno sinistro di centrocampo con caratteristiche prevalentemente offensive, ma viene adattato come terzino sulla stessa fascia nella nazionale spagnola al mondiale Under-20 sotto la guida di Julen Lopetegui. Successivamente anche il Valencia inizia a impiegarlo come laterale di difesa.[5]

Per le caratteristiche e l'arretramento del suo ruolo in campo, è stato paragonato a un altro prodotto delle giovanili Ché, Jordi Alba.[5][6][7] In seguito al cambio di posizione ha dichiarato di essere un giocatore prevalentemente offensivo, ma dopo il mondiale Under-20 ha cominciato ad apprezzare anche il ruolo di terzino.[6]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi[modifica | modifica wikitesto]

Viene selezionato dal Valencia all'età di sette anni[8] e percorre tutta la sua carriera nelle varie categorie della cantera dei blanquinegros.[9] L'ultima stagione trascorsa nelle giovanili è quella 2010-2011, nel corso della quale, con la sua squadra, conquista il secondo posto nel gruppo VII della División de Honor,[10] alle spalle del Villarreal.[9] In questo periodo riceve le prime convocazioni con il Valencia Mestalla a 17 anni, contribuendo anche alla promozione ottenuta in Segunda División B.[11]

Valencia Mestalla[modifica | modifica wikitesto]

L'annata seguente, a seguito di un buon pre-campionato disputato con la prima squadra, rinnova il contratto fino al 30 giugno 2015,[12] inserendo una clausola rescissoria di 20 milioni di euro.[13] Il 27 agosto 2011, anche a causa dell'addio di Mata nel mercato estivo che lascia un posto libero in prima squadra,[14] Bernat, senza passare dal Valencia B, compare ufficialmente nel calcio professionistico, giocando i 46 minuti del primo tempo (recupero compreso) della partita vinta dal Valencia contro il Racing Santander per 4–3.[9][15] Dopo aver incontrato difficoltà nel trovare un posto nella squadra maggiore, diviene un giocatore della rosa del team riserve.[15] Con questo milita nella Segunda División B, collezionando 24 presenze e mettendo a segno 7 reti, la prima delle quali coincide con la prima tra i campionati gestiti dalla RFEF[15] ed è quella di apertura del match Valencia–Ontinyent, poi vinta 3–1 dai padroni di casa.[16]

Con l'inizio del nuovo anno, grazie alle buone prestazioni ottenute nel Valencia Mestalla, ottiene altre convocazioni con la prima squadra apparendo altre sei volte in Liga, una in Coppa del Re, ed esordisce anche in competizioni europee:[15] la prima comparsa in ambito internazionale è nella partita degli ottavi di Europa League contro lo Stoke City,[9] mentre la seconda è contro il PSV, in cui subentra al posto del compagno di squadra Jonas al 71º minuto sul punteggio di 4–0.[17]

Valencia[modifica | modifica wikitesto]

Juan Bernat contro l'Espanyol durante la 12ª giornata di Liga nel novembre 2012.

Nel 2012-2013, pur essendo ancora formalmente un giocatore della squadra B,[18] viene aggregato definitivamente in prima squadra. L'esordio stagionale avviene contro il Deportivo La Coruña, e dopo vari match giocati non da titolare, è proprio con il team galiziano, al ritorno, che il canterano disputa un ottimo incontro entrando nel secondo tempo, servendo anche l'assist del pareggio provvisorio.[15] Successivamente viene impiegato sporadicamente, raggiungendo così dodici presenze in campionato. È però in Coppa del Re che il canterano ottiene risultati importanti, siglando la prima rete tra i professionisti[19] su un preciso assist di Banega.[20]

Bernat nell'attesa della battuta di un calcio di punizione.

In estate il Valencia si trova con un vuoto nel ruolo di terzino sinistro a causa della cessione di Aly Cissokho al Liverpool e lo spostamento al centro della difesa di Mathieu, per cui, grazie all'esperienza acquistata in quel ruolo ai mondiali Under-20, è Bernat che va a occupare la posizione di esterno in difesa.[15][21][22] Frutto del cambio di ruolo e dell'impegno, conquista un posto da titolare nel club di appartenenza[8] diventando anche una delle rivelazioni della prima parte di stagione.[23]

Il 24 novembre 2013 arriva il primo gol in Liga per il momentaneo 1–1 contro l'Elche, risultato poi inutile per la sua squadra che ha subito un'altra rete nei minuti finali.[24] Le buone prestazioni continuano in ogni caso a maturare, su tutte quella disputata nel match casalingo perso con il Real Madrid, in cui ha tenuto sotto pressione la difesa avversaria rendendosi molto utile sulla fascia.[21][25] Il 2 febbraio 2014 il Valencia ottiene una vittoria contro il Barcellona, permettendo al proprio terzino di battere per la prima volta in carriera i blaugrana, così come hanno potuto anche i suoi tredici compagni scesi in campo durante la partita.[26]

Al 118º minuto del ritorno del quarto di finale di Europa League contro il Basilea segna di sinistro il definitivo 5–0 degli spagnoli, che diventano così la prima squadra a rimontare una sconfitta di tre reti all'andata in tale competizione.[27] L'esperienza europea si conclude il turno successivo contro il Siviglia: dopo una prestazione opaca nell'andata culminata col cambio all'intervallo, si riscatta nella vittoria casalinga con l'assist per il momentaneo 2–0[28], ma i gol in trasferta condannano il Valencia. Alla fine della stagione 2013-2014 il prodotto del vivaio risulta il calciatore della rosa più utilizzato con 49 presenze, nelle quali ha realizzato due gol e ricevuto cinque cartellini gialli, di cui uno a partita conclusa.[29]

Bayern Monaco[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 luglio 2014 si trasferisce a titolo definitivo ai tedeschi del Bayern Monaco[30] con cui firma un quinquennale, per una cifra che si aggira intorno ai 10 milioni di euro.[31] Il 22 agosto 2014 debutta in Bundesliga con la maglia del club bavarese, nella vittoria casalinga 2-1 sul Wolfsburg.[32] Il 26 aprile 2015 vince il suo primo campionato tedesco con il Bayern.[33]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

L'esordio in nazionale avviene nelle categorie minori con le maglie dell'Under-16 e dell'Under-17, con la quale mette a segno la prima marcatura con la formazione dell'Under-17 al terzo minuto della partita valida per le qualificazioni all'europeo del 2010 contro i pari età della Polonia.[34] Successivamente partecipa agli europei di categoria nel 2010, segnando nella partita d'esordio al 24' la prima rete spagnola nella competizione, prima di essere sostituito nel secondo tempo.[35] La Spagna arriva in finale, perdendo contro l'Inghilterra, nonostante un buon avvio di partita e il vantaggio di aver realizzato l'1–0.[36] Bernat entra poco dopo il 70', sul punteggio già fissato sul poi finale 2–1 per gli inglesi.[37]

Nell'estate 2012 contribuisce alla vittoria degli europei Under-19, nei quali gioca però solo tre partite, peraltro tutte da subentrato,[11] e compare solo nei minuti di recupero[38] di una finale dominata dalla Rojita.[39][40] L'anno successivo gioca quattro partite, tutte da titolare,[11] nei mondiali Under-20 in Turchia. Dopo aver affrontato USA e Ghana con due vittorie che hanno consentito alla Spagna la qualificazione agli ottavi,[41] viene lasciato in panchina nell'ultima partita del girone contro la Francia a seguito della scelta di Julen Lopetegui di fare turnover[42] causa il lungo impegno del mondiale che comporta anche incontri abbastanza ravvicinati.[43] L'eliminazione dal torneo avviene nei quarti per mano dell'Uruguay: al 103', dopo lo 0–0 dei tempi regolamentari, l'attaccante Felipe Avenatti in un duello aereo con Bernat, sfrutta i 16 cm di differenza con lo spagnolo incornando di testa un angolo, che si rivela essere la rete decisiva.[44] L'esperienza ha permesso al giocatore del Valencia di sviluppare il suo percorso di atleta con l'arretramento che il CT spagnolo ha apportato sul campo, confermando il nuovo ruolo di terzino.[6][15]

Alcuni mesi più tardi ha fatto il suo esordio in Under-21, con cui ha giocato quattro partite delle qualificazioni agli Europei di categoria, tutte vinte, oltre a due amichevoli.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 2 dicembre 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2011-2012 Spagna Valencia Mestalla SDB 24 7 CR -[45] - - - - - 24 7
2011-2012 Spagna Valencia PD 7 0 CR 1 0 UEL 2 0 - - 10 0
2012-2013 PD 12 0 CR 3 1 UCL 0 0 - - 15 1
2013-2014 PD 32 1 CR 4 0 UEL 13 1 - - 49 2
Totale Valencia 51 1 8 1 15 1 - - 74 3
2014-2015 Germania Bayern Monaco BL 31 1 CG 5 0 UCL 12 0 SG 1 0 49 1
2015-2016 BL 16 0 CG 3 0 UCL 8 0 SG 0 0 27 0
2016-2017 BL 18 2 CG 3 0 UCL 4 2 SG 0 0 25 4
2017-2018 BL 2 0 CG 0 0 UCL 0 0 SG 0 0 2 0
Totale Bayern Monaco 67 3 11 0 24 2 1 0 103 5
Totale carriera 142 11 19 1 39 3 1 0 201 15

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
12-10-2014 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 0 – 4 Spagna Spagna Qual. Euro 2016 1 Ingresso al 70’ 70’
18-11-2014 Vigo Spagna Spagna 0 – 1 Germania Germania Amichevole -
27-3-2015 Siviglia Spagna Spagna 1 – 0 Ucraina Ucraina Qual. Euro 2016 - Ingresso al 78’ 78’
31-3-2015 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Spagna Spagna Amichevole -
11-6-2015 León Spagna Spagna 2 – 1 Costa Rica Costa Rica Amichevole -
14-6-2015 Barysaŭ Bielorussia Bielorussia 0 – 1 Spagna Spagna Qual. Euro 2016 - Ingresso al 85’ 85’
8-9-2015 Skopje Macedonia Macedonia 0 – 1 Spagna Spagna Qual. Euro 2016 -
Totale Presenze 7 Reti 1
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Spagna Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
5-2-2013 Malines Belgio Under-21 Belgio 1 – 1 Spagna Spagna Under-21 Amichevole - Ingresso al 68’ 68’
10-10-2013 Murcia Spagna Under-21 Spagna 3 – 2 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Under-21 Qual. Europeo Under-21 2015 -
14-10-2013 Cartagena Spagna Under-21 Spagna 1 – 0 Ungheria Ungheria Under-21 Qual. Europeo Under-21 2015 -
14-11-2013 Zenica Bosnia ed Erzegovina Under-21 Bosnia ed Erzegovina 1 – 6 Spagna Spagna Under-21 Qual. Europeo Under-21 2015 - Ammonizione al 43’ 43’
18-11-2013 Elbasan Albania Under-21 Albania 0 – 2 Spagna Spagna Under-21 Qual. Europeo Under-21 2015 -
4-3-2014 Palencia Spagna Under-21 Spagna 2 – 0 Germania Germania Under-21 Amichevole - Ingresso al 24’ 24’
Totale Presenze 6 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Spagna Under-20
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
14-5-2013 Benidorm Spagna Under-20 Spagna 3 – 1 Paraguay Paraguay Under-20 Amichevole 1
12-6-2013 Murcia Spagna Under-20 Spagna 3 – 2 Uzbekistan Uzbekistan Under-20 Trofeo Pinatar Arena - Ingresso al 46’ 46’
14-6-2013 Murcia Spagna Under-20 Spagna 4 – 4 Cile Cile Under-20 Trofeo Pinatar Arena - Uscita al 69’ 69’
21-6-2013 Istanbul Stati Uniti Under-20 Stati Uniti 1 – 4 Spagna Spagna Under-20 Mondiali Under-20 2013 - 1º turno -
24-6-2013 Istanbul Spagna Under-20 Spagna 1 – 0 Ghana Ghana Under-20 Mondiali Under-20 2013 - 1º turno -
2-7-2013 Istanbul Spagna Under-20 Spagna 2 – 1 Messico Messico Under-20 Mondiali Under-20 2013 - Ottavi di finale -
6-7-2013 Bursa Uruguay Under-20 Uruguay 1 – 0 dts Spagna Spagna Under-20 Mondiali Under-20 2013 - Quarti di finale -
Totale Presenze 7 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Bayern Monaco: 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017
Bayern Monaco: 2015-2016
Bayern Monaco: 2016, 2017

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (DE) JUAN BERNAT, fcbayern.de. URL consultato l'8 luglio 2014.
  2. ^ Calciomercato Inter, Bernat: «Resto a Valencia», calcionews24.com, 31 dicembre 2013. URL consultato il 2 febbraio 2014.
  3. ^ (ES) Bernat vestirá la camiseta de su ídolo en el Valencia, elgoldigital.com, 9 agosto 2013. URL consultato il 5 febbraio 2014.
  4. ^ (ES) Juan Bernat escoge el número 14 en homenaje a su ídolo Vicente Rodríguez., twitter.com, 8 agosto 2013. URL consultato il 5 febbraio 2014.
  5. ^ a b Le ambizioni del giovane Bernat, it.uefa.com, 23 dicembre 2013. URL consultato il 31 gennaio 2014.
  6. ^ a b c (ES) Bernat: ´Me encuentro muy cómodo de lateral´, superdeporte.es, 26 luglio 2013. URL consultato il 31 gennaio 2014.
  7. ^ Dalla Spagna: "Valencia su Vargas, Benitez vuole Bernat: è l'erede di Jordi Alba", tuttonapoli.net, 7 gennaio 2014. URL consultato il 31 gennaio 2014.
  8. ^ a b (ES) Juan Bernat, valenciacf.com. URL consultato il 1º febbraio 2014.
  9. ^ a b c d (ES) Borja Nemesio, Juan Bernat, de la División de Honor a la Champions, npfutbol.es, 12 febbraio 2013. URL consultato il 2 febbraio 2014.
  10. ^ Campionato riservato alla categoria dei Juvenil
  11. ^ a b c JUAN BERNAT VELASCO, worldsoccerscouting.com. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  12. ^ (ES) El Valencia amplía el contrato de Juan Bernat hasta 2015, elmundo.es, 15 agosto 2011. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  13. ^ (ES) Bernat renueva hasta 2015: "Es un gran premio para mí", futbol.as.co, 16 agosto 2011. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  14. ^ (ES) Juan Bernat por Juan Mata, elmundo.es, 20 agosto 2011. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  15. ^ a b c d e f g (EN) Gary Linton, PROSPECTS: JUAN BERNAT, thefootballproject.net, 7 agosto 2013. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  16. ^ Valencia II 3-1 Ontinyent, it.soccerway.com. URL consultato il 2 febbraio 2014.
  17. ^ Valencia 4-2 PSV, it.soccerway.com. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  18. ^ Infatti il dorsale del giocatore era il 28, e le squadre spagnole consentono ai giocatori della prima squadra solamente i numeri fino dall'1 al 25; quando è superiore al 25 si tratta di un giocatore della squadra riserve
  19. ^ (ES) JUAN BERNAT. BIOGRAFÍA, footballtop.es. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  20. ^ (ES) 3-1: Un gol de Rami desde su propio campo y poco más, mundodeportivo.com, 28 novembre 2012. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  21. ^ a b (EN) Jen Evelyn, Juan Bernat – Valencia’s new sensation, insidespanishfootball.com, 16 gennaio 2014. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  22. ^ (ES) Bernat será el lateral que sustituya a Cissokho, levante-emv.com, 24 luglio 2013. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  23. ^ (ES) Los futbolistas revelación de la Liga BBVA: de Jesé a Laporte pasando por Juan Bernat, zoomnews.es, 31 gennaio 2014. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  24. ^ Elche 2-1 Valencia, it.soccerway.com. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  25. ^ (ES) Juan Bernat saca Matrícula de Honor en Valencia, elgoldigital.com, 23 dicembre 2013. URL consultato il 7 febbraio 2014.
  26. ^ Filippo Maria Ricci, Barça, che botta Atletico e Real pronti al sorpasso, in La Gazzetta dello Sport, 2 febbraio 2014, p. 19.
  27. ^ Delfín Ramírez, Rimonta storica del Valencia, it.uefa.com, 10 aprile 2014. URL consultato l'11 aprile 2014.
  28. ^ Mbia, il Siviglia fa festa in extremis, it.uefa.com, 2 maggio 2014. URL consultato l'8 luglio 2014.
  29. ^ (ES) Acta del Partido celebrado el 14 de enero de 2014, en Madrid, rfef.es, 14 gennaio 2014. URL consultato l'8 luglio 2014.
  30. ^ (ES) Comunicado Oficial, valenciacf.com, 7 luglio 2014. URL consultato il 7 luglio 2014.
  31. ^ Il Bayern scommette su Bernat, it.uefa.com, 7 luglio 2014. URL consultato l'8 luglio 2014.
  32. ^ (EN) Bayern Munich 2-1 Wolfsburg: Robben and Muller seal narrow win, goal.com, 22 agosto 2014. URL consultato il 13 settembre 2014.
  33. ^ Bundesliga, Wolfsburg battuto 1-0: il Bayern è campione di Germania, gazzetta.it, 26 aprile 2015. URL consultato il 10 maggio 2015.
  34. ^ Polonia U17 - Spagna U17 0:2, transfermarkt.it, 22 marzo 2010. URL consultato il 18 febbraio 2014.
  35. ^ Il tabellino della partita su calciozz.it
  36. ^ Paul Saffer, L'Inghilterra rompe il ghiaccio, it.uefa.com. URL consultato il 18 febbraio 2014.
  37. ^ Il tabellino della partita su calciozz.it
  38. ^ Spagna U19 - Grecia U19 1:0, transfermarkt.it, 15 luglio 2012. URL consultato il 18 febbraio 2014.
  39. ^ (ES) Ramón Pizarro, España consigue el Europeo sub-19 al ganar a Grecia (1-0), rtve.es, 15 luglio 2012. URL consultato il 18 febbraio 2014.
  40. ^ (ES) Ramiro Aldunate, Otra generación de campeones, marca.com, 15 luglio 2012. URL consultato il 18 febbraio 2014.
  41. ^ (ES) España se clasifica para octavos con una victoria frente a Ghana (1-0), sefutbol.com, 24 giugno 2013. URL consultato il 20 febbraio 2014.
  42. ^ (ES) Volamos como primeros hacia octavos derrotando a Francia (2-1), sefutbol.com, 27 giugno 2013. URL consultato il 20 febbraio 2014.
  43. ^ (ES) Lopetegui: "Todos los jugadores tendrán su momento", sefutbol.com, 27 giugno 2013. URL consultato il 20 febbraio 2014.
  44. ^ (ES) Aritz Gabilondo, Uruguay termina con el sueño de España en el Mundial Sub-20, futbol.as.com, 6 luglio 2013. URL consultato il 20 febbraio 2014.
  45. ^ Essendo il Valencia Mestalla una squadra riserve, secondo le regole della RFEF non è autorizzato a partecipare alla Coppa del Re.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]