Elche Club de Fútbol

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elche CF
Calcio Football pictogram.svg
Elche Club de Futbol.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Bianco Con Striscia Verde.png Bianco-verde
Dati societari
Città Escut d'Elx.svg Elche
Nazione Spagna Spagna
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Spain.svg FEF
Campionato Segunda División B
Fondazione 1923
Presidente Spagna José Sepulcre
Allenatore Spagna Luis Alcaraz
Stadio Estadio Martínez Valero
(39,000 posti)
Sito web www.elchecf.es
Palmarès
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

L'Elche Club de Fútbol, noto semplicemente come Elche, (in catalano Elx Club de Futbol) è una società calcistica spagnola con sede nella città di Elche, nella Comunidad Valenciana. Milita in Segunda División B, terzo livello del calcio spagnolo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Il club fu fondato nel 1923, a seguito della fusione di tutti i club calcistici della città, con il nome Elche Football Club. La prima partita in assoluto è stata contro il Monóvar vinta per 4-0. La squadra ha giocato la sua prima stagione in Tercera División nell'annata 1929-30 e ha ottenuto la promozione in Segunda División nel 1934.

Sul finire degli anni '50 l'Elche ottiene due promozioni consecutive passando dalla terza divisione alla Primera División, assicurandosi l'ammissione al massimo campionato spagnolo con la vittoria per 3-0 contro il Club Deportivo Tenerife.

La Primera División (1959-78)[modifica | modifica wikitesto]

L'Elche inizia la sua stagione nella massima divisione con un pareggio contro il Real Oviedo, il primo gol è stato realizzato da Vicente Pahuet. Il club termina la stagione decimo; nel corso dell'annata si era assistito alla vittoria per 2-1 sul Barcelona e alla sconfitta per 2-11 contro il Real Madrid. Nella stagione seguente il club si assicura la permanenza nella massima serie vincendo il play-out contro l'Atlético Ceuta.

L'Elche consegue il miglior risultato di sempre nella stagione 1963/64 ottenendo il quinto posto. Nello stesso anno la squadra riserve ottiene la promozione in Segunda División.

Nel 1969 il club raggiunge la sua unica finale in Copa del Rey a seguito delle vittorie contro il Pontevedra FC, il Valencia e la Real Sociedad. La finale, giocata il 15 giugno allo stadio Santiago Bernabéu, venne vinta dal Athletic Bilbao 1-0.

Dopo dodici stagioni l'Elche viene retrocesso in seconda divisione. Due anni dopo il club torna in Primera División da campione. La seconda esperienza nella massima serie dura cinque anni, lottando spesso per non retrocedere. Nella stagione 1977-78, terminando diciassettesimo, il club torna nuovamente in Segunda División.

La crisi finanziaria[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene sulla carta fosse uno dei club favoriti per la promozione, l'Elche negli anni successivi non riuscì a classificarsi nelle prime posizioni. Nella stagione 1980-81, all'ultima di campionato, il club si trova al secondo posto, con due punti di vantaggio sul Rayo Vallecano e sul Racing Club de Santander. La partita con il Cádiz terminò con una sconfitta; l'Elche quindi si classificò dietro il Club Deportivo Castellón, Cádiz Racing e Rayo.

Il club ottenne la promozione nell'anno 1983-84, dal momento che il Real Madrid Castilla e l'Athletic Bilbao B non potevano essere promosse. L'anno successivo il club terminò diciassettesimo, e quindi fu nuovamente retrocesso. Nel 1988 il club salì nuovamente nel massimo campionato, terminando al secondo posto.

Dopo la retrocessione nel 1989, l'Elche venne colpito da una grave crisi finanziaria, e per questo fu relegato in Segunda División B al termine della stagione 1990-91.

Nel 1997 il club ottenne la promozione in Segunda División, venendo però retrocesso l'annata successiva e conquistando nuovamente un posto nell'annata 1998-99.

Il ritorno tra i top club e i problemi societari[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2010-11 il club si qualifica ai playoff, dove viene sconfitto dal Granada Club de Fútbol.

Il 18 maggio 2013, a seguito del pareggio tra Barcelona B e Real Valladolid l'Elche ottiene automaticamente la promozione in massima divisione, dopo 24 anni dall'ultima apparizione.

Il 5 giugno 2015 venne retrocesso, nonostante il suo 11º posto nella Liga, per problemi societari in Segunda Division, al suo posto fu ripescata la SD Eibar.

Rosa 2017-2018[modifica | modifica wikitesto]

Rosa e numerazione sono aggiornate al 5 luglio 2017.[1]

N. Ruolo Giocatore
4 Spagna C Javier Matilla
5 Spagna D Armando Lozano
6 Spagna C Mandi
7 Bosnia ed Erzegovina A Eldin Hadžić
8 Spagna C Pelayo
9 Spagna C Álex Fernández
10 Spagna C Hugo Fraile
11 Spagna A Nino
13 Spagna P Juan Carlos
14 Spagna D José Ángel
18 Spagna D Sergio Pelegrín
N. Ruolo Giocatore
19 Spagna A Guillermo
20 Spagna D Josete
21 Spagna D Edu Albacar
23 Spagna C Albert Dorca
24 Spagna A Borja Valle
25 Rep. del Congo A Dominique Malonga
26 Spagna P Germán Parreño
27 Spagna D Luis Pérez
30 Venezuela C Leomar Pinto
31 Spagna C Liberto Beltrán

Rosa 2016-2017[modifica | modifica wikitesto]

Rosa e numerazione sono aggiornate al 29 gennaio 2017.[1]

N. Ruolo Giocatore
2 Spagna D Roberto Correa
4 Spagna C Javier Matilla
5 Spagna D Armando Lozano
6 Spagna C Mandi
7 Bosnia ed Erzegovina A Eldin Hadžić
8 Spagna C Pelayo
9 Spagna C Álex Fernández
10 Spagna C Hugo Fraile
11 Spagna A Nino
13 Spagna P Juan Carlos
14 Spagna D José Ángel
15 Spagna C Pedro
17 Spagna C Pablo Hervías
N. Ruolo Giocatore
18 Spagna D Sergio Pelegrín
19 Spagna A Guillermo
20 Spagna D Josete
21 Spagna D Edu Albacar
22 Spagna D Urtzi Iriondo
23 Spagna C Albert Dorca
24 Spagna A Borja Valle
25 Rep. del Congo A Dominique Malonga
26 Spagna P Germán Parreño
27 Spagna D Luis Pérez
30 Venezuela C Leomar Pinto
31 Spagna C Liberto Beltrán

Stagioni passate[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Lo stadio Martínez Valero, fu fondato l'8 settembre del 1976, andando a sostituire il precedente stadio "Altabix" del 1926. La capacità totale è di 39.000 spettatori, le dimensioni del campo di gioco sono 105x68 metri.

La partita inaugurale fu giocata tra la squadra di casa, l'Elche C.F. e la Selección de México. In questo stadio si è svolta la finale della Coppa del Re della stagione 2002-03. Inoltre fece parte degli stadi che ospitarono la fase finale del Mondiale di Spagna '82.

La squadra dispone di altri stadi, come il Campo del Clot, il Campo del Cementerio e lo Stadio di Elche (Campo de Don Jeremías).

Statistiche del club[modifica | modifica wikitesto]

  • Stagioni in Primera división: 19
  • Stagioni in Segunda división: 27
  • Miglior piazzamento in campionato: 5º (Primera división stagione 1963-64)
  • Peggior piazzamento in campionato: 20º (Primera división stagione 1988-89)

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Elche-Barcellona nel 2003

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Finale: 1969

Calciatori famosi[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori dell'Elche C.F.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Transfermarkt - Profilo società Elche, transfermarkt.it. URL consultato il 18/08/15.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]