UEFA Champions League 2015-2016

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
UEFA Champions League 2015-2016
Competizione UEFA Champions League
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 61ª
Organizzatore UEFA
Date 30 giugno 2015 - 28 maggio 2016
Partecipanti 32 (79 alle qualificazioni)
Sede finale Stadio Giuseppe Meazza (Milano)
Risultati
Vincitore Real Madrid
(11º titolo)
Secondo Atlético Madrid
Semi-finalisti Bayern Monaco
Manchester City
Statistiche
Miglior marcatore Portogallo Cristiano Ronaldo (16)
Incontri disputati 205
Gol segnati 542 (2,64 per incontro)
Sergio Ramos desde el balcón de la Presidencia de la Comunidad de Madrid con la Úndecima Copa de Europa.jpg
Sergio Ramos, capitano del Real Madrid e autore del gol d'apertura nella finale di Milano, in posa con il trofeo conquistato.
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2014-2015 2016-2017 Right arrow.svg

L'UEFA Champions League 2015-2016 è stata la 61ª edizione (la 24ª con la formula attuale) della Champions League, organizzata dalla UEFA. La finale, giocata per la quarta volta nella storia allo stadio Giuseppe Meazza di Milano,[1] è stata arbitrata dall'inglese Clattenburg.

Per la sesta volta la finale è stata disputata da due squadre della stessa nazione, la terza che vede come protagoniste squadre spagnole e per la seconda volta della medesima città; la partita finale è stata infatti la riedizione dell'ultimo atto dell'edizione 2013-2014: il titolo di "campione d'Europa" è andato per l'undicesima volta al Real Madrid che ha sconfitto ai tiri di rigore, in un derbi madrileño, i concittadini dell'Atlético Madrid (1-1 dopo 120').

La squadra vincitrice ha ottenuto il diritto a prender parte alla Supercoppa UEFA 2016 e alla Coppa del mondo per club FIFA 2016.

Nuova formula[modifica | modifica wikitesto]

Il Comitato Esecutivo UEFA ha approvato, nel maggio del 2013, le seguenti modifiche inerenti alla Champions League, che entrano in vigore proprio a partire dalla stagione 2015-2016 (fino alla stagione 2017-2018):

Compagini ammesse[modifica | modifica wikitesto]

A questa edizione prendono parte 78 squadre di 53 delle 54 federazioni affiliate alla UEFA,[2] secondo la seguente tabella:

Posizione della federazione in base al coefficiente UEFA per nazioni del 2014 Numero di squadre partecipanti
1-3 4
4-6 3
7-15 2
16-54 1

Ranking delle federazioni[modifica | modifica wikitesto]

Per l'edizione 2015-2016 della Champions League le federazioni sono allocate in base al coefficiente UEFA per nazioni del 2015, che prende in considerazione le prestazioni delle squadre nelle competizioni europee dalla stagione 2009-2010 a quella 2013-2014.

Rank Federazione Coeff. Squadre
1 Spagna Spagna 97,713 4+1[3]
2 Inghilterra Inghilterra 84,748 4
3 Germania Germania 81,641
4 Italia Italia 66,938 3
5 Portogallo Portogallo 62,299
6 Francia Francia 56,500
7 Russia Russia 46,998 2
8 Paesi Bassi Paesi Bassi 44,312
9 Ucraina Ucraina 40,966
10 Belgio Belgio 36,300
11 Turchia Turchia 34,200
12 Grecia Grecia 33,600
13 Svizzera Svizzera 33,225
14 Austria Austria 30,925
15 Rep. Ceca Repubblica Ceca 29,350
16 Romania Romania 27,257 1
17 Israele Israele 26,875
18 Cipro Cipro 23,250
Rank Federazione Coeff. Squadre
19 Danimarca Danimarca 21,300 1
20 Croazia Croazia 19,625
21 Polonia Polonia 18,875
22 Bielorussia Bielorussia 18,625
23 Scozia Scozia 16,566
24 Svezia Svezia 16,325
25 Bulgaria Bulgaria 15,625
26 Norvegia Norvegia 14,275
27 Serbia Serbia 14,125
28 Ungheria Ungheria 11,625
29 Slovenia Slovenia 11,000
30 Slovacchia Slovacchia 11,000
31 Moldavia Moldavia 10,375
32 Azerbaigian Azerbaigian 10,375
33 Georgia Georgia 9,875
34 Kazakistan Kazakistan 8,250
35 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 7,500
36 Finlandia Finlandia 7,175
Rank Federazione Coeff. Squadre
37 Islanda Islanda 6,750 1
38 Lettonia Lettonia 6,250
39 Montenegro Montenegro 6,000
40 Albania Albania 5,500
41 Lituania Lituania 5,250
42 Macedonia Macedonia 5,250
43 Irlanda Irlanda 5,125
44 Lussemburgo Lussemburgo 4,875
45 Malta Malta 4,833
46 Liechtenstein Liechtenstein 4,500 0[2]
47 Irlanda del Nord Irlanda del Nord 3,625 1
48 Galles Galles 3,000
49 Armenia Armenia 2,875
50 Estonia Estonia 2,875
51 Fær Øer Fær Øer 2,125
52 San Marino San Marino 0,999
53 Andorra Andorra 0,833
54 Gibilterra Gibilterra 0,000

Schema dei preliminari[modifica | modifica wikitesto]

Campioni[modifica | modifica wikitesto]
  • Primo turno (8 squadre):
    • partecipano le 8 squadre campioni nazionali dei Paesi con posizione 47-54.
  • Secondo turno (34 squadre):
    • partecipano le 4 squadre vincitrici del primo turno;
    • partecipano le 30 squadre campioni nazionali dei Paesi con posizione 16-46 (escluso il Liechtenstein)[2].
  • Terzo turno (20 squadre):
    • partecipano le 17 squadre vincitrici del secondo turno;
    • partecipano le 3 squadre campioni nazionali dei Paesi con posizione 13-15.
  • Play-off (10 squadre):
    • partecipano le 10 squadre vincitrici del terzo turno Campioni (le 10 squadre sconfitte nel turno precedente accedono allo spareggio dell'Europa League 2015-2016).
Piazzati[modifica | modifica wikitesto]
  • Terzo turno (10 squadre):
    • partecipano le 9 squadre giunte al 2º posto nei campionati nazionali dei Paesi con posizione 7-15;
    • partecipa la squadra giunta al 3º posto nel campionato nazionale del Paese con posizione 6.
  • Play-off (10 squadre):
    • partecipano 2 squadre giunte al 3º posto nei campionati nazionali dei Paesi con posizione 4-5;
    • partecipano 3 squadre giunte al 4º posto nei campionati nazionali dei Paesi con posizione 1-3;
    • partecipano 5 squadre vincitrici del primo turno Piazzati (le 5 squadre sconfitte nel turno precedente accedono allo spareggio dell'Europa League 2015-2016).

Schema delle squadre qualificate[modifica | modifica wikitesto]

  • 5 squadre vincitrici del play-off Campioni (le 5 squadre sconfitte nel turno precedente accedono alla fase a gironi dell'Europa League 2015-2016);
  • 5 squadre vincitrici del play-off Piazzati (le 5 squadre sconfitte nel turno precedente accedono alla fase a gironi dell'Europa League 2015-2016);
  • 3 squadre giunte al 3º posto nei campionati nazionali dei Paesi con posizione 1-3;
  • 6 squadre giunte al 2º posto nei campionati nazionali dei Paesi con posizione 1-6;
  • 12 squadre campioni nazionali dei Paesi con posizione 1-12;
  • la squadra detentrice della Champions League 2014-2015;
  • la squadra detentrice dell'Europa League 2014-2015.

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Se due o più squadre di uno stesso gruppo si trovano a pari punti alla fine degli incontri della fase a gironi, sono applicati i seguenti criteri per stabilire la classifica del gruppo stesso:

  1. Maggior numero di punti ottenuti negli scontri diretti della fase a gironi (classifica avulsa);
  2. Migliore differenza reti ottenuta negli scontri diretti della fase a gironi (classifica avulsa);
  3. Maggior numero di reti segnate complessivamente durante gli scontri diretti della fase a gironi (classifica avulsa);
  4. Maggior numero di reti segnate in trasferta durante gli scontri diretti della fase a gironi (classifica avulsa);
  5. In caso di più squadre a pari punti, se utilizzando i criteri 1-4 un numero inferiore di squadre rispetto a quello iniziale è ancora pari, questi criteri vengono riutilizzati considerando i soli incontri fra queste squadre;
  6. Miglior differenza reti complessiva, considerando tutte le partite giocate nella fase a gironi;
  7. Maggior numero di reti segnate complessivamente, considerando tutte le partite della fase a gironi;
  8. Miglior coefficiente UEFA (aggiornato al maggio del 2015).

Accedono agli ottavi di finale le 16 squadre che concludono questa fase prime o seconde nel rispettivo gruppo. Le squadre classificatesi terze accedono ai sedicesimi di finale dell'Europa League 2015-2016.

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Gli ottavi di finale, i quarti di finale e le semifinali si disputano con gare di andata e ritorno, mentre la finale si disputa in partita unica. Tutti gli accoppiamenti del tabellone sono sorteggiati.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

I club sono stati ordinati in base al loro coefficiente UEFA (aggiornato al maggio del 2015). Accanto ad ogni club è riportata la posizione in classifica nei loro rispettivi campionati.
(*) Squadra campione in carica.

Fase a gironi
Spagna Barcellona* () Germania Bayern Monaco () Portogallo Porto () Turchia Galatasaray ()
Spagna Real Madrid () Germania Wolfsburg () Francia PSG () Grecia Olympiakos ()
Spagna Atlético Madrid () Germania Borussia Mönchengladbach () Francia Lione () Paesi Bassi PSV ()
Inghilterra Chelsea () Italia Juventus () Russia Zenit () Spagna Siviglia (EL)
Inghilterra Manchester City () Italia Roma () Ucraina Dinamo Kiev ()
Inghilterra Arsenal () Portogallo Benfica () Belgio Gent ()
Play-off
Spagna Valencia () Germania Bayer Leverkusen () Portogallo Sporting Lisbona ()
Inghilterra Manchester Utd () Italia Lazio ()
Terzo turno
Campioni Piazzati
Svizzera Basilea () Francia Monaco () Belgio Club Bruges () Rep. Ceca Sparta Praga ()
Austria Salisburgo () Russia CSKA Mosca () Turchia Fenerbahçe () Svizzera Young Boys ()
Rep. Ceca Viktoria Plzeň () Paesi Bassi Ajax () Grecia Panathinaïkos ()
Ucraina Shakhtar Donetsk () Austria Rapid Vienna ()
Secondo turno
Romania Steaua Bucarest () Svezia Malmö () Azerbaigian Qarabag () Albania Skënderbeu ()
Israele Maccabi Tel Aviv () Bulgaria Ludogorets () Georgia Dila Gori () Lituania Žalgiris ()
Cipro APOEL Nicosia () Norvegia Molde () Macedonia Vardar () Kazakistan Astana ()
Danimarca Midtjylland () Serbia Partizan () Bosnia ed Erzegovina Sarajevo () Irlanda Dundalk ()
Croazia Dinamo Zagabria () Ungheria Videoton () Finlandia HJK () Lussemburgo Fola Esch ()
Polonia Lech Poznań () Slovenia Maribor () Islanda Stjarnan () Malta Hibernians ()
Bielorussia BATE Borisov () Slovacchia AS Trenčín () Lettonia Ventspils () Scozia Celtic ()
Moldavia Milsami Orhei () Montenegro Rudar Pljevlja ()
Primo turno
Estonia Levadia Tallinn () Fær Øer B36 () Andorra Santa Coloma () Galles The New Saints ()
Armenia Pyunik () San Marino Folgore () Irlanda del Nord Crusaders () Gibilterra Lincoln Red Imps ()

Date[modifica | modifica wikitesto]

[4]

Fase Turno Sorteggio Andata Ritorno
Qualificazioni Primo turno 22 giugno 2015
(Nyon)
30 giugno-1 luglio 2015 7-8 luglio 2015
Secondo turno 14-15 luglio 2015 21-22 luglio 2015
Terzo turno 17 luglio 2015
(Nyon)
28-29 luglio 2015 4-5 agosto 2015
Spareggi 7 agosto 2015
(Nyon)
18-19 agosto 2015 25-26 agosto 2015
Fase a gironi Prima giornata 27 agosto 2015
(Monaco)
15-16 settembre 2015
Seconda giornata 29-30 settembre 2015
Terza giornata 20-21 ottobre 2015
Quarta giornata 3-4 novembre 2015
Quinta giornata 24-25 novembre 2015
Sesta giornata 8-9 dicembre 2015
Fase a eliminazione diretta Ottavi di finale 14 dicembre 2015
(Nyon)
16-17 e 23-24 febbraio 2016 8-9 e 15-16 marzo 2016
Quarti di finale 18 marzo 2016
(Nyon)
5-6 aprile 2016 12-13 aprile 2016
Semifinali 15 aprile 2016
(Nyon)
26-27 aprile 2016 3-4 maggio 2016
Finale 28 maggio 2016

Preliminari[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2015-2016 (qualificazioni).

Al sorteggio dei turni preliminari le squadre sono state divise in Teste di serie e Non teste di serie in base al loro coefficiente UEFA (aggiornato al maggio del 2015).

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

8 squadre (squadre campioni dei paesi dal 47º al 54º posto):

Teste di serie
Non teste di serie

Partite[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Lincoln Red Imps Gibilterra 2 - 1 Andorra Santa Coloma 0 - 0 2 - 1
Crusaders Irlanda del Nord 1 - 1 (gfc) Estonia Levadia Tallinn 0 - 0 1 - 1
Pyunik Armenia 4 - 2 San Marino Folgore/Falciano 2 - 1 2 - 1
B36 Torshavn Fær Øer 2 - 6 Galles The New Saints 1 - 2 1 - 4

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

34 squadre (30 squadre campioni dei paesi dal 16º al 45º posto, 4 squadre qualificate dal primo turno preliminare):

Teste di serie
Non teste di serie

Partite[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Hibernians Malta 3 - 6 Israele Maccabi Tel Aviv 2 - 1 1 - 5
APOEL Cipro 1 - 1 (gfc) Macedonia Vardar 0 - 0 1 - 1
Qarabağ Azerbaigian 1 - 0 Montenegro Rudar Pljevlja 0 - 0 1 - 0
Sarajevo Bosnia ed Erzegovina 0 - 3 Polonia Lech Poznań 0 - 2 0 - 1
Maribor Slovenia 2 - 3 Kazakistan Astana 1 - 0 1 - 3
BATE Borisov Bielorussia 2 - 1 Irlanda Dundalk 2 - 1 0 - 0
Ventspils Lettonia 1 - 4 Finlandia HJK 1 - 3 0 - 1
Midtylland Danimarca 3 - 0 Gibilterra Lincoln Red Imps 1 - 0 2 - 0
Molde Norvegia 5 - 1 Armenia Pyunik 5 - 0 0 - 1
Malmö Svezia 1 - 0 Lituania Žalgiris 0 - 0 1 - 0
Celtic Scozia 6 - 1 Islanda Stjarnan 2 - 0 4 - 1
AS Trenčín Slovacchia 3 - 4 Romania Steaua București 0 - 2 3 - 2
Partizan Serbia 3 - 0 Georgia Dila Gori 1 - 0 2 - 0
Ludogorets Bulgaria 1 - 3 Moldavia Milsami Orhei 0 - 1 1 - 2
Dinamo Zagabria Croazia 4 - 1 Lussemburgo Fola Esch 1 - 1 3 - 0
Skënderbeu Albania 6 - 4 Irlanda del Nord Crusaders 4 - 1 2 - 3
The New Saints Galles 1 - 2 Ungheria Videoton 0 - 1 1 - 1 (dts)

Terzo turno[modifica | modifica wikitesto]

Il terzo turno preliminare è diviso in due differenti percorsi: uno per le squadre campioni del proprio campionato nazionale (Campioni), uno per le altre squadre (Piazzate). Le perdenti in questo turno sono qualificate allo spareggio dell'Europa League 2015-2016.

Campioni[modifica | modifica wikitesto]

20 squadre (3 squadre campioni dei paesi dal 13º al 15º posto, 17 squadre qualificate dal secondo turno preliminare):

Gruppo 1

Teste di serie
Non teste di serie

Gruppo 2

Teste di serie
Non teste di serie

Piazzate

10 squadre (9 squadre seconde classificate nei paesi dal 7º al 15º posto, una terza classificata nel paese al 6º posto):

Teste di serie
Non teste di serie

Partite[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Campioni
Lech Poznań Polonia 1 - 4 Svizzera Basilea 1 - 3 0 - 1
Milsami Orhei Moldavia 0 - 4 Albania Skënderbeu 0 - 2 0 - 2
HJK Finlandia 3 - 4 Kazakistan Astana 0 - 0 3 - 4
Celtic Scozia 1 - 0 Azerbaigian Qarabağ 1 - 0 0 - 0
Steaua București Romania 3 - 5 Serbia Partizan 1 - 1 2 - 4
Midtylland Danimarca 2 - 2 (gfc) Cipro APOEL 1 - 2 1 - 0
Maccabi Tel Aviv Israele 3 - 2 Rep. Ceca Viktoria Plzeň 1 - 2 2 - 0
Dinamo Zagabria Croazia 4 - 4 (gfc) Norvegia Molde 1 - 1 3 - 3
Videoton Ungheria 1 - 2 Bielorussia BATE Borisov 1 - 1 0 - 1
RB Salisburgo Austria 2 - 3 Svezia Malmö 2 - 0 0 - 3
Piazzate
Panathinaïkos Grecia 2 - 4 Belgio Club Brugge 2 - 1 0 - 3
Young Boys Svizzera 1 - 7 Francia Monaco 1 - 3 0 - 4
CSKA Mosca Russia 5 - 4 Rep. Ceca Sparta Praga 2 - 2 3 - 2
Rapid Vienna Austria 5 - 4 Paesi Bassi Ajax 2 - 2 3 - 2
Fenerbahçe Turchia 0 - 3 Ucraina Shakhtar Donetsk 0 - 0 0 - 3

Spareggi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2015-2016 (spareggi).

Il turno di spareggi è anch'esso diviso in due percorsi: uno per le squadre campioni del proprio campionato nazionale (Campioni), uno per le altre squadre (Piazzate). Le squadre perdenti in questo turno sono ammesse alla fase a gironi dell'Europa League 2015-2016.

Campioni[modifica | modifica wikitesto]

10 squadre (qualificate dal terzo turno preliminare):

Teste di serie
Non teste di serie

Piazzate[modifica | modifica wikitesto]

10 squadre (2 squadre terze classificate dei paesi dal 4º al 5º posto, 3 squadre quarte classificate dei paesi dal 1º al 3º posto, 5 squadre qualificate dal terzo turno preliminare del percorso Piazzate):

Partite[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Campioni
Astana Kazakistan 2 - 1 Cipro APOEL 1 - 0 1 - 1
Skënderbeu Albania 2 - 6 Croazia Dinamo Zagabria 1 - 2 1 - 4
Celtic Scozia 3 - 4 Svezia Malmö 3 - 2 0 - 2
Basilea Svizzera 3 - 3 (gfc) Israele Maccabi Tel Aviv 2 - 2 1 - 1
BATE Bielorussia 2 - 2 (gfc) Serbia Partizan 1 - 0 1 - 2
Piazzate
Lazio Italia 1 - 3 Germania Bayer Leverkusen 1 - 0 0 - 3
Manchester Utd Inghilterra 7 - 1 Belgio Club Brugge 3 - 1 4 - 0
Sporting CP Portogallo 3 - 4 Russia CSKA Mosca 2 - 1 1 - 3
Rapid Vienna Austria 2 - 3 Ucraina Shakhtar Donetsk 0 - 1 2 - 2
Valencia Spagna 4 - 3 Francia Monaco 3 - 1 1 - 2

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2015-2016 (fase a gironi).

Sorteggio[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione: Europa
Madrid
Madrid
Londra
Londra
Manchester
Manchester
PSG
PSV

1x1px|
Squadre di Madrid

[[File:Orange pog.svg|8px|class=noviewer|]] [[Club Atlético de Madrid|Atlético Madrid]]
[[File:Brown pog.svg|8px|class=noviewer|]] [[Real Madrid Club de Fútbol|Real Madrid]]

Squadre di Londra

[[File:Blue pog.svg|8px|class=noviewer|]] [[Arsenal Football Club|Arsenal]]
[[File:Purple pog.svg|8px|class=noviewer|]] [[Chelsea Football Club|Chelsea]]

Squadre di Manchester

[[File:Yellow pog.svg|8px|class=noviewer|]] [[Manchester City Football Club|Manchester City]]
[[File:Red pog.svg|8px|class=noviewer|]] [[Manchester United Football Club|Manchester Utd]]

|link=
Squadre di Madrid

Orange pog.svg Atlético Madrid
Brown pog.svg Real Madrid

Squadre di Londra

Blue pog.svg Arsenal
Purple pog.svg Chelsea

Squadre di Manchester

Yellow pog.svg Manchester City
Red pog.svg Manchester Utd

Ubicazione delle squadre partecipanti alla fase a gironi della UEFA Champions League 2015-2016.
Brown pog.svg Marrone: Gruppo A; Red pog.svg Rosso: Gruppo B; Orange pog.svg Arancione: Gruppo C; Yellow pog.svg Giallo: Gruppo D;
Green pog.svg Verde: Gruppo E; Blue pog.svg Blu: Gruppo F; Purple pog.svg Viola: Gruppo G; Pink pog.svg Rosa: Gruppo H.

Partecipano alla fase a gironi:

  • 12 squadre campioni dei paesi dal 1º al 12º posto;
  • 6 squadre seconde classificate nei paesi dal 1º al 6º posto;
  • 3 squadre terze classificate nei paesi dal 1º al 3º posto;
  • la squadra detentrice dell'Europa League 2014-2015;
  • 10 squadre qualificate dai play-off.

Il sorteggio per la fase a gironi si è tenuto a Monaco il 27 agosto 2015.[5]

Le 32 squadre sono state suddivise in otto gruppi di quattro squadre ciascuno, con la restrizione che in uno stesso gruppo non potessero essere sorteggiate due squadre provenienti da una stessa federazione. Per ragioni di sicurezza e per l'attuale situazione politica, le squadre russe ed ucraine non possono essere inserite nello stesso girone. L'unico vincolo riguarda il calendario dei kazaki dell'Astana: per via del clima rigido, la squadra giocherà l'ultima partita del girone in trasferta. Per il sorteggio le squadre sono state inserite in quattro urne secondo i seguenti princìpi (introdotti a partire dalla stagione 2015-2016):[6][7]

In ogni gruppo le squadre giocano l'una contro l'altra, sia in casa che in trasferta, usando il formato del girone all'italiana. Le prime due classificate di ogni gruppo avanzano agli ottavi di finale, mentre le squadre terze classificate nei vari gironi accedono ai sedicesimi di finale dell'Europa League 2015-2016.

Le partite della fase a gironi si terranno nelle seguenti date: 15-16 settembre, 29-30 settembre, 20-21 ottobre, 3-4 novembre, 24-25 novembre e 8-9 dicembre 2015.

Gruppo 1ª fascia 2ª fascia 3ª fascia 4ª fascia
A Francia PSG Spagna Real Madrid Ucraina Šachtar Svezia Malmö FF
B Paesi Bassi PSV Inghilterra Manchester Utd Russia CSKA Mosca Germania Wolfsburg
C Portogallo Benfica Spagna Atlético Madrid Turchia Galatasaray Kazakistan Astana
D Italia Juventus Inghilterra Manchester City Spagna Siviglia Germania Borussia M'gladbach
E Spagna Barcellona Germania Bayer Leverkusen Italia Roma Bielorussia BATĖ Borisov
F Germania Bayern Monaco Inghilterra Arsenal Grecia Olympiakos Croazia Dinamo Zagabria
G Inghilterra Chelsea Portogallo Porto Ucraina Dinamo Kiev Israele Maccabi Tel Aviv
H Russia Zenit S. Pietroburgo Spagna Valencia Francia O. Lione Belgio Gent

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V P S GF GS DG
Spagna Real Madrid 16 6 5 1 0 19 3 +16
Francia PSG 13 6 4 1 1 12 1 +11
Ucraina Šachtar 3 6 1 0 5 7 14 -7
Svezia Malmö FF 3 6 1 0 5 1 21 -20
1ª giornata
PSG 2–0 Malmö FF
Real Madrid 4–0 Šachtar
2ª giornata
Malmö FF 0–2 Real Madrid
Šachtar 0–3 PSG
3ª giornata
Malmö FF 1–0 Šachtar
PSG 0–0 Real Madrid
4ª giornata
Real Madrid 1–0 PSG
Šachtar 4–0 Malmö FF
5ª giornata
Malmö FF 0–5 PSG
Šachtar 3–4 Real Madrid
6ª giornata
PSG 2-0 Šachtar
Real Madrid 8-0 Malmö FF

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V P S GF GS DG
Germania Wolfsburg 12 6 4 0 2 9 6 +3
Paesi Bassi PSV 10 6 3 1 2 8 7 +1
Inghilterra Manchester Utd 8 6 2 2 2 7 7 0
Russia CSKA Mosca 4 6 1 1 4 5 9 -4
1ª giornata
PSV 2–1 Manchester Utd
Wolfsburg 1–0 CSKA Mosca
2ª giornata
CSKA Mosca 3–2 PSV
Manchester Utd 2–1 Wolfsburg
3ª giornata
CSKA Mosca 1–1 Manchester Utd
Wolfsburg 2–0 PSV
4ª giornata
Manchester Utd 1–0 CSKA Mosca
PSV 2–0 Wolfsburg
5ª giornata
CSKA Mosca 0-2 Wolfsburg
Manchester Utd 0–0 PSV
6ª giornata
PSV 2–1 CSKA Mosca
Wolfsburg 3–2 Manchester Utd

Gruppo C[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V P S GF GS DG
Spagna Atlético Madrid 13 6 4 1 1 11 3 +8
Portogallo Benfica 10 6 3 1 2 10 8 +2
Turchia Galatasaray 5 6 1 2 3 6 10 -4
Kazakistan Astana 4 6 0 4 2 5 11 -6
1ª giornata
Benfica 2–0 Astana
Galatasaray 0–2 Atlético Madrid
2ª giornata
Astana 2–2 Galatasaray
Atlético Madrid 1–2 Benfica
3ª giornata
Atlético Madrid 4–0 Astana
Galatasaray 2–1 Benfica
4ª giornata
Astana 0–0 Atlético Madrid
Benfica 2–1 Galatasaray
5ª giornata
Astana 2-2 Benfica
Atlético Madrid 2–0 Galatasaray
6ª giornata
Benfica 1–2 Atlético Madrid
Galatasaray 1–1 Astana

Gruppo D[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V P S GF GS DG
Inghilterra Manchester City 12 6 4 0 2 12 8 +4
Italia Juventus 11 6 3 2 1 6 3 +3
Spagna Siviglia 6 6 2 0 4 8 11 -3
Germania Borussia M'gladbach 5 6 1 2 3 8 12 -4
1ª giornata
Manchester City 1–2 Juventus
Siviglia 3–0 Borussia M'gladbach
2ª giornata
Borussia M'gladbach 1–2 Manchester City
Juventus 2–0 Siviglia
3ª giornata
Juventus 0–0 Borussia M'gladbach
Manchester City 2–1 Siviglia
4ª giornata
Borussia M'gladbach 1–1 Juventus
Siviglia 1–3 Manchester City
5ª giornata
Borussia M'gladbach 4–2 Siviglia
Juventus 1–0 Manchester City
6ª giornata
Manchester City 4–2 Borussia M'gladbach
Siviglia 1–0 Juventus

Gruppo E[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V P S GF GS DG
Spagna Barcellona 14 6 4 2 0 15 4 +11
Italia Roma 6 6 1 3 2 11 16 -5
Germania Bayer Leverkusen 6 6 1 3 2 13 12 +1
Bielorussia BATĖ Borisov 5 6 1 2 3 5 12 -7
1ª giornata
Bayer Leverkusen 4–1 BATĖ Borisov
Roma 1–1 Barcellona
2ª giornata
Barcellona 2–1 Bayer Leverkusen
BATĖ Borisov 3–2 Roma
3ª giornata
BATĖ Borisov 0–2 Barcellona
Bayer Leverkusen 4–4 Roma
4ª giornata
Barcellona 3–0 BATĖ Borisov
Roma 3–2 Bayer Leverkusen
5ª giornata
BATĖ Borisov 1–1 Bayer Leverkusen
Barcellona 6–1 Roma
6ª giornata
Bayer Leverkusen 11 Barcellona
Roma 00 BATĖ Borisov

Gruppo F[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V P S GF GS DG
Germania Bayern Monaco 15 6 5 0 1 19 3 +16
Inghilterra Arsenal 9 6 3 0 3 12 10 +2
Grecia Olympiakos 9 6 3 0 3 6 13 -7
Croazia Dinamo Zagabria 3 6 1 0 5 3 14 -11
1ª giornata
Dinamo Zagabria 2–1 Arsenal
Olympiakos 0–3 Bayern Monaco
2ª giornata
Arsenal 2–3 Olympiakos
Bayern Monaco 5–0 Dinamo Zagabria
3ª giornata
Arsenal 20 Bayern Monaco
Dinamo Zagabria 0–1 Olympiakos
4ª giornata
Bayern Monaco 5–1 Arsenal
Olympiakos 2–1 Dinamo Zagabria
5ª giornata
Arsenal 3–0 Dinamo Zagabria
Bayern Monaco 4–0 Olympiakos
6ª giornata
Dinamo Zagabria 0-2 Bayern Monaco
Olympiakos 0-3 Arsenal

Gruppo G[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V P S GF GS DG
Inghilterra Chelsea 13 6 4 1 1 13 3 +10
Ucraina Dinamo Kiev 11 6 3 2 1 8 4 +4
Portogallo Porto 10 6 3 1 2 9 8 +1
Israele Maccabi Tel Aviv 0 6 0 0 6 1 16 -15
1ª giornata
Chelsea 4–0 Maccabi Tel Aviv
Dinamo Kiev 2–2 Porto
2ª giornata
Maccabi Tel Aviv 0–2 Dinamo Kiev
Porto 2–1 Chelsea
3ª giornata
Dinamo Kiev 0–0 Chelsea
Porto 2–0 Maccabi Tel Aviv
4ª giornata
Chelsea 2–1 Dinamo Kiev
Maccabi Tel Aviv 1–3 Porto
5ª giornata
Maccabi Tel Aviv 0–4 Chelsea
Porto 0–2 Dinamo Kiev
6ª giornata
Chelsea 2-0 Porto
Dinamo Kiev 1-0 Maccabi Tel Aviv

Gruppo H[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V P S GF GS DG
Russia Zenit S. Pietroburgo 15 6 5 0 1 13 6 +7
Belgio Gent 10 6 3 1 2 8 7 +1
Spagna Valencia 6 6 2 0 4 5 9 -4
Francia O. Lione 4 6 1 1 4 5 9 -4
1ª giornata
Gent 1–1 O. Lione
Valencia 2–3 Zenit S. Pietroburgo
2ª giornata
O. Lione 0–1 Valencia
Zenit S. Pietroburgo 2–1 Gent
3ª giornata
Valencia 2–1 Gent
Zenit S. Pietroburgo 3–1 O. Lione
4ª giornata
Gent 1–0 Valencia
O. Lione 0–2 Zenit S. Pietroburgo
5ª giornata
Zenit S. Pietroburgo 2-0 Valencia
O. Lione 1–2 Gent
6ª giornata
Gent 2–1 Zenit S. Pietroburgo
Valencia 0–2 O. Lione

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2015-2016 (fase a eliminazione diretta).

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

  Ottavi di finale Quarti di finale Semifinali Finale
                                         
 Francia PSG 2 2 4  
 Inghilterra Chelsea 1 1 2  
   Francia PSG 2 0 2  
   Inghilterra Manchester City 2 1 3  
 Ucraina Dinamo Kiev 1 0 1
 Inghilterra Manchester City 3 0 3  
   Inghilterra Manchester City 0 0 0  
   Spagna Real Madrid 0 1 1  
 Belgio Gent 2 0 2  
 Germania Wolfsburg 3 1 4  
   Germania Wolfsburg 2 0 2
   Spagna Real Madrid 0 3 3  
 Italia Roma 0 0 0
 Spagna Real Madrid 2 2 4  
   Spagna Real Madrid (dcr)  1 (5) 
   Spagna Atlético Madrid 1 (3)
 Inghilterra Arsenal 0 1 1  
 Spagna Barcellona 2 3 5  
   Spagna Barcellona 2 0 2
   Spagna Atlético Madrid 1 2 3  
 Paesi Bassi PSV 0 0  0 (7) 
 Spagna Atlético Madrid Atl. Madrid (dcr) 0 0 0 (8)  
   Spagna Atlético Madrid Atl. Madrid (gfc) 1 1 2
   Germania Bayern Monaco 0 2 2  
 Italia Juventus 2 2 4  
 Germania Bayern Monaco Bayern Mon. (dts) 2 4 6  
   Germania Bayern Monaco 1 2 3
   Portogallo Benfica 0 2 2  
 Portogallo Benfica 1 2 3
 Russia Zenit S. Pietroburgo 0 1 1  

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Sorteggio[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio degli ottavi di finale si è tenuto alle ore 12:00 del 14 dicembre a Nyon.[14]

Le squadre sono state suddivise in due urne, una contenente le vincitrici dei gironi e l'altra contenente le seconde classificate.

Le squadre provenienti dallo stesso girone o dallo stesso paese non possono affrontarsi, così come, a seguito di una decisione del Comitato Esecutivo UEFA, le squadre di Russia e Ucraina.

Le vincitrici dei gironi disputeranno in trasferta la partita di andata il 16-17 e 23-24 febbraio, per poi giocare in casa il ritorno l'8-9 e 15-16 marzo.

Gruppo Testa di serie Non testa di serie
A Spagna Real Madrid Francia PSG
B Germania Wolfsburg Paesi Bassi PSV
C Spagna Atlético Madrid Portogallo Benfica
D Inghilterra Manchester City Italia Juventus
E Spagna Barcellona Italia Roma
F Germania Bayern Monaco Inghilterra Arsenal
G Inghilterra Chelsea Ucraina Dinamo Kiev
H Russia Zenit S. Pietroburgo Belgio Gent

Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Gent Belgio 2 - 4 Germania Wolfsburg 2 - 3 0 - 1
Roma Italia 0 - 4 Spagna Real Madrid 0 - 2 0 - 2
PSG Francia 4 - 2 Inghilterra Chelsea 2 - 1 2 - 1
Arsenal Inghilterra 1 - 5 Spagna Barcellona 0 - 2 1 - 3
Juventus Italia 4 - 6 Germania Bayern Monaco 2 - 2 2 - 4 (dts)
PSV Paesi Bassi 0 - 0 (7-8 dcr) Spagna Atlético Madrid 0 - 0 0 - 0 (dts)
Benfica Portogallo 3 - 1 Russia Zenit S. Pietroburgo 1 - 0 2 - 1
Dinamo Kiev Ucraina 1 - 3 Inghilterra Manchester City 1 - 3 0 - 0

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Sorteggio[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio si è tenuto il 18 marzo a Nyon alle 12:00 (CET).

Squadre
Spagna Atlético Madrid
Spagna Barcellona
Germania Bayern Monaco
Portogallo Benfica
Inghilterra Manchester City
Francia PSG
Spagna Real Madrid
Germania Wolfsburg

Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Wolfsburg Germania 2 - 3 Spagna Real Madrid 2 - 0 0 - 3
Bayern Monaco Germania 3 - 2 Portogallo Benfica 1 - 0 2 - 2
Barcellona Spagna 2 - 3 Spagna Atlético Madrid 2 - 1 0 - 2
PSG Francia 2 - 3 Inghilterra Manchester City 2 - 2 0 - 1

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Sorteggio[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio si è tenuto il 15 aprile a Nyon alle 11:45 (CEST). Per ragioni amministrative, dopo aver stabilito gli accoppiamenti delle squadre, un ulteriore sorteggio ha stabilito quale vincitrice delle due semifinali giocherà in casa la finale di Milano.

Squadre
Spagna Atlético Madrid
Germania Bayern Monaco
Inghilterra Manchester City
Spagna Real Madrid

Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Manchester City Inghilterra 0 - 1 Spagna Real Madrid 0 - 0 0 - 1
Atlético Madrid Spagna 2 - 2 (gfc) Germania Bayern Monaco 1 - 0 1 - 2

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Finale della UEFA Champions League 2015-2016.
Milano
28 maggio 2016, ore 20:45 CEST
Real Madrid 1 – 1
(d.t.s.)
referto
Atlético Madrid Stadio Giuseppe Meazza (71 942 spett.)
Arbitro Inghilterra Mark Clattenburg

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Real Madrid
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Atlético Madrid
P 1 Costa Rica Keylor Navas Ammonizione al 47’ 47’
D 15 Spagna Daniel Carvajal Ammonizione al 11’ 11’ Uscita al 52’ 52’
D 4 Spagna Sergio Ramos (c) Ammonizione al 90+3’ 90+3’
D 3 Portogallo Pepe Ammonizione al 112’ 112’
D 12 Brasile Marcelo
C 14 Brasile Casemiro Ammonizione al 79’ 79’
C 19 Croazia Luka Modrić
C 8 Germania Toni Kroos Uscita al 72’ 72’
A 11 Galles Gareth Bale
A 9 Francia Karim Benzema Uscita al 77’ 77’
A 7 Portogallo Cristiano Ronaldo
Sostituti:
P 13 Spagna Kiko Casilla
D 6 Spagna Nacho
D 23 Brasile Danilo Ammonizione al 93’ 93’ Ingresso al 52’ 52’
C 10 Colombia James Rodríguez
C 18 Spagna Lucas Vázquez Ingresso al 77’ 77’
C 22 Spagna Isco Ingresso al 72’ 72’
A 20 Spagna Jesé
Allenatore:
Francia Zinedine Zidane
Real Madrid vs Atlético Madrid 2016-05-28.svg
P 13 Slovenia Jan Oblak
D 20 Spagna Juanfran
D 15 Montenegro Stefan Savić
D 2 Uruguay Diego Godín
D 3 Brasile Filipe Luís Uscita al 109’ 109’
C 17 Spagna Saúl Ñíguez
C 14 Spagna Gabi (c) Ammonizione al 90+3’ 90+3’
C 12 Argentina Augusto Fernández Uscita al 46’ 46’
A 6 Spagna Koke Uscita al 116’ 116’
A 7 Francia Antoine Griezmann
A 9 Spagna Fernando Torres Ammonizione al 61’ 61’
Sostituti:
P 1 Spagna Miguel Ángel Moyà
D 19 Francia Lucas Hernández Ingresso al 109’ 109’
D 24 Uruguay José Giménez
C 5 Portogallo Tiago
C 21 Belgio Yannick Ferreira Carrasco Ingresso al 46’ 46’
C 22 Ghana Thomas Ingresso al 116’ 116’
A 16 Argentina Ángel Correa
Allenatore:
Argentina Diego Simeone

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Giocatore Squadra
16 2 Portogallo Cristiano Ronaldo Real Madrid
9 0 Polonia Robert Lewandowski Bayern Monaco
8 1 Uruguay Luis Suárez Barcellona
8 1 Germania Thomas Müller Bayern Monaco
7 1 Francia Antoine Griezmann Atlético Madrid
6 1 Argentina Lionel Messi Barcellona
6 0 Russia Artëm Dzjuba Zenit S. Pietroburgo
5 1 Francia Olivier Giroud Arsenal
5 1 Messico Javier Hernández Bayer Leverkusen
5 0 Svezia Zlatan Ibrahimović PSG
5 0 Brasile Willian Chelsea
4 0 Francia Karim Benzema Real Madrid
4 0 Argentina Nicolás Gaitán Benfica
4 0 Brasile Hulk Zenit S. Pietroburgo
4 0 Svizzera Admir Mehmedi Bayer Leverkusen

Squadra della stagione[15][modifica | modifica wikitesto]

Ruolo Naz. Giocatore Squadra
P
Slovenia
Jan Oblak
Spagna Atlético Madrid
P
Germania
Manuel Neuer
Germania Bayern Monaco
D
Uruguay
Diego Godín
Spagna Atlético Madrid
D
Spagna
Juanfran
Spagna Atlético Madrid
D
Brasile
Thiago Silva
Francia PSG
D
Spagna
Sergio Ramos
Spagna Real Madrid
D
Brasile
Marcelo
Spagna Real Madrid
C
Spagna
Gabi
Spagna Atlético Madrid
C
Spagna
Koke
Spagna Atlético Madrid
C
Spagna
Andrés Iniesta
Spagna Barcellona
C
Germania
Toni Kroos
Spagna Real Madrid
C
Croazia
Luka Modrić
Spagna Real Madrid
A
Francia
Antoine Griezmann
Spagna Atlético Madrid
A
Uruguay
Luis Suárez
Spagna Barcellona
A
Argentina
Lionel Messi
Spagna Barcellona
A
Polonia
Robert Lewandowski
Germania Bayern Monaco
A
Portogallo
Cristiano Ronaldo
Spagna Real Madrid
A
Galles
Gareth Bale
Spagna Real Madrid

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A Milano la finale del 2016, su uefa.com.
  2. ^ a b c È esclusa la federazione del Liechtenstein poiché non possiede un campionato ufficiale, ma solo la Coppa nazionale.
  3. ^ Il Siviglia, giunto al 5º posto nella Primera División 2014-2015, è comunque qualificato alla Champions League 2015-2016 poiché vincitore dell'Europa League 2014-2015.
  4. ^ Calendario partite e sorteggi 2015/16, uefa.com.
  5. ^ Sorteggi — Fase a gironi, UEFA.com, 10 July 2015.
  6. ^ Champions League: I vincitori dei rispettivi campionati sono inseriti in prima fascia, BBC Sport, 9 ottobre 2014.
  7. ^ Bonus ai Campioni in carica per il sorteggio della fase a gironi, UEFA.com, 24 aprile 2015.
  8. ^ Coefficienti nazionali 2013/2014, UEFA.com.
  9. ^ Coefficiente UEFA per nazioni 2014, Bert Kassies.
  10. ^ Regolamento della UEFA Champions League per la Stagione 2015/2016 (PDF), UEFA.com, 1 maggio 2015.
  11. ^ Coefficienti UEFA per Club 2014/15, UEFA.com.
  12. ^ Coefficienti UEFA per Club 2015, Bert Kassies.
  13. ^ Suddivisione nelle urne per la Champions League 2015/2016, Bert Kassies.
  14. ^ Sorteggio ottavi di UEFA Champions League, UEFA.com, 10 dicembre 2015.
  15. ^ (EN) UEFA Champions League Squad of the Season, su uefa.com, 30 maggio 2016. URL consultato il 30 maggio 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]