Liga I 2015-2016

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Liga I 2015-2016
Competizione Liga I
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 98ª
Organizzatore FRF
Date dal 10 luglio 2015
al 29 maggio 2016
Luogo Romania Romania
Partecipanti 14
Risultati
Vincitore Astra Giurgiu
(1º titolo)
Retrocessioni Petrolul Ploiești
Statistiche
Miglior marcatore Romania Ioan Hora (19)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2014-2015 2016-2017 Right arrow.svg

La Liga I 2015-2016 è stata la 98ª edizione della massima serie del campionato di calcio rumeno. L'Astra Giurgiu ha vinto il campionato per la prima volta.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Il numero di squadre partecipanti al campionato è stato ridotto da 18 a 14. Dalla Liga I 2014-2015 sono state retrocesse sei squadre: Gaz Metan Mediaș, Brașov, Universitatea Cluj, Rapid Bucarest, Oțelul Galați e Ceahlăul Piatra Neamț. Dalla Liga II 2014-2015 sono stati promossi il Poli Timișoara, vincitore della Seria I, e il Voluntari, vincitore della Seria II.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato si svolge in due fasi: nella prima le quattordici squadre si affrontano in un girone di andata e ritorno, per un totale di 26 giornate. Successivamente le squadre vengono divise in due gruppi in base alla classifica: le prime sei formano un nuovo girone e competono per il titolo e la qualificazione alle competizioni europee; le ultime otto invece lottano per non retrocedere in Liga II. Le ultime due squadre retrocederanno direttamente in Liga II, mentre la terz'ultima giocherà uno spareggio promozione-retrocessione.

Al termine della competizione, le squadre classificate ai primi due posti si qualificherà per il terzo turno della UEFA Champions League 2016-2017. Le squadre classificate al terzo ed al quarto posto si qualificheranno, rispettivamente, per il terzo e per il secondo turno della UEFA Europa League 2016-2017.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Città Stadio Stagione 2014-2015
Astra Giurgiu Giurgiu Stadio Marin Anastasovici 3º posto in Liga I
Botoșani Botoșani Stadio Municipal 8º posto in Liga I
CFR Cluj Cluj-Napoca Stadio Dr. Constantin Rădulescu 4º posto in Liga I
Concordia Chiajna Chiajna Stadio Concordia 12º posto in Liga I
CSM Politehnica Iași Iași Stadio Emil Alexandrescu 10º posto in Liga I
CSU Craiova Craiova Stadionul Ion Oblemenco 5º posto in Liga I
Dinamo Bucarest Bucarest Stadio Dinamo 7º posto in Liga I
Pandurii Târgu Jiu Stadio Tudor Vladimirescu 9º posto in Liga I
Petrolul Ploiești Ploiești Stadio Ilie Oană 6º posto in Liga I
ACS Poli Timișoara Timișoara Stadionul Dan Păltinișanu 2º posto in Liga II
Steaua Bucarest Bucarest Stadio Steaua Campione di Romania
Târgu Mureș Târgu Mureș Stadionul Trans-Sil 2º posto in Liga I
Viitorul Costanza Costanza Stadio Farul 11º posto in Liga I
Voluntari Voluntari Stadionul Dinamo 1º posto in Liga II

Prima fase[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Astra Giurgiu 47 24 13 8 3 40 28 +12
2. Dinamo Bucarest 44 24 12 8 4 31 23 +8
3. Viitorul Costanza 43 24 12 7 5 46 26 +20
4. Steaua Bucarest 43 24 12 7 5 33 21 +12
5. Pandurii 43 24 12 7 5 31 24 +7
6. Târgu Mureș 35 24 8 11 5 26 20 +6
7. CSM Politehnica Iași 35 24 9 8 7 20 23 -3
8. CSU Craiova 30 24 8 6 10 25 25 0
9. Botoșani 26 24 6 8 10 30 33 -3
10. CFR Cluj[1] 25 24 7 10 7 29 25 +4
11. ACS Poli Timișoara 21 24 4 9 11 22 34 -12
12. Voluntari 18 24 3 9 12 23 40 -17
13. Concordia Chiajna 17 24 3 8 13 21 40 -19
14. Petrolul Ploiești[2] 8 24 2 8 14 16 31 -15

Legenda:

      Ammesse alla poule scudetto
      Ammesse alla poule retrocessione

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
CFR Cluji e Petrolul, 6 punti di Penalizzazione
Fonte: http://www.lpf.ro/clasament-liga-1

Poule scudetto[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Romania Coppacampioni.png 1. Astra Giurgiu 48 9 7 1 1 20 7 +13
Coppacampioni.png 2. Steaua Bucarest 40 9 5 3 1 14 7 +7
Coppauefa.png 3. Pandurii 36 9 2 6 1 10 7 +3
4. Dinamo Bucarest[3] 35 9 2 5 2 9 12 -3
Coppauefa.png 5. Viitorul Costanza 28 9 1 2 6 11 18 -7
6. Târgu Mureș[4] 22 9 0 3 6 7 20 -13

Legenda:

      Campione di Romania e ammessa alla UEFA Champions League 2016-2017
      Ammessa alla UEFA Champions League 2016-2017
      Ammessa alla UEFA Europa League 2016-2017

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Poule retrocessione[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Coppauefa.png 1. CSU Craiova 32 9 5 1 3 11 7 +4
2. CSM Politehnica Iași 32 9 3 4 2 7 5 +2
3. CFR Cluj[5][6] 30 9 4 4 1 18 5 +13
4. Botoșani 27 9 4 2 3 17 15 +2
5. Concordia Chiajna 24 9 4 3 2 11 8 +3
Noatunloopsong.png 6. Voluntari 22 9 3 1 5 9 15 -6
1downarrow red.svg 7. ACS Poli Timișoara[7] 19 9 1 3 5 7 19 -12
1downarrow red.svg 8. Petrolul Ploiești 12 9 2 2 5 5 11 -6

Legenda:

Noatunloopsong.png Ammessa allo spareggio promozione-retrocessione
      Retrocesse in Liga II

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 2 maggio 2016.

Gol Giocatore Squadra
18 Romania Ioan Hora Pandurii
16 Romania Denis Alibec Astra Giurgiu
14 Romania Florin Tănase Viitorul Costanza
13 Spagna Cristian López CFR Cluj
12 Romania Nicolae Stanciu Steaua Bucarest
10 Francia Harlem Gnohéré Dinamo Bucarest
9 Bosnia ed Erzegovina Bojan Golubović CSM Politehnica Iași
8 Romania Constantin Budescu Astra Giurgiu

Verdetti finali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 6 punti di penalità al CFR Cluj.
  2. ^ 6 punti di penalità al Petrolul.
  3. ^ (RO) Alla Dinamo Bucarest non è stata assegnata la licenza UEFA, su digisport.ro, 29 aprile 2016. URL consultato il 30 giugno 2016.
  4. ^ (EN) La CFCB, organo di controllo finanziario della UEFA, non ha assegnato la licenza UEFA al Târgu Mureș, su uefa.org, 31 marzo 2016. URL consultato il 30 giugno 2016.
  5. ^ Vincitore della Coppa nazionale.
  6. ^ (RO) Al CFR Cluj non è stata assegnata la licenza UEFA, su digisport.ro, 23 aprile 2016. URL consultato il 30 giugno 2016.
  7. ^ Riammesso in Liga I 2016-2017 a seguito dell'esclusione del Rapid Bucarest, promosso in massima divisione al termine della stagione 2015-2016 ed escluso per inadempienze finanziarie

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]