Karim Benzema

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Karim Benzema
Benzema con il Real Madrid nel 2021
Nazionalità Bandiera della Francia Francia
Altezza 185[1] cm
Peso 81[1] kg
Calcio
Ruolo Attaccante
Squadra Al-Ittihād
Carriera
Giovanili
1993-1996Bandiera non conosciuta Buers Villeurbanne
1996-1997SC Bron
1997-2005Olympique Lione
Squadre di club1
2004-2006Olympique Lione 220 (15)
2004-2009Olympique Lione112 (43)
2009-2023Real Madrid439 (238)
2023-Al-Ittihād20 (9)
Nazionale
2004Bandiera della Francia Francia U-174 (1)
2004-2005Bandiera della Francia Francia U-1817 (14)
2005-2006Bandiera della Francia Francia U-199 (5)
2006-2007Bandiera della Francia Francia U-215 (0)
2007-2022Bandiera della Francia Francia97 (37)
Palmarès
 Mondiali di calcio
Argento Qatar 2022
 UEFA Nations League
Oro Italia 2021
 Europeo Under-17
Oro Francia 2004
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 aprile 2024

Karim Mostafa Benzema (Lione, 19 dicembre 1987) è un calciatore francese, attaccante dell'Al-Ittihād. Con la nazionale francese è diventato vicecampione del mondo nel 2022 e ha vinto la UEFA Nations League 2020-2021.

Considerato uno dei migliori giocatori della sua generazione,[2][3][4] è cresciuto nelle giovanili dell'Olympique Lione, con cui ha esordito in prima squadra nel 2004 e si è affermato, vincendo quattro campionati francesi consecutivi (dal 2005 al 2008), due Supercoppe francesi e una Coppa di Francia. Trasferitosi al Real Madrid nel 2009, si è consacrato come uno dei migliori attaccanti del panorama internazionale. Con il club madrileno, in cui ha militato sino al 2023, ha arricchito il proprio palmarès, vincendo quattro campionati, tre Coppe del Re, quattro Supercoppe spagnole, cinque UEFA Champions League, quattro Supercoppe UEFA e cinque Coppa del mondo per club FIFA.

Nel 2004 ha vinto il campionato europeo di categoria con la nazionale francese Under-17. Con la nazionale maggiore, nella quale ha debuttato nel 2007, ha giocato tre campionati europei (2008, 2012 e 2020) e un campionato del mondo (2014). Nel 2015, in seguito ad una vicenda giudiziaria che l'ha visto coinvolto, è stato escluso dalla nazionale,[5] prima di farvi ritorno nel 2021, anno in cui si è aggiudicato la UEFA Nations League. Nel 2022 è stato convocato per il campionato mondiale, ma non ha collezionato alcuna presenza per infortunio. Nello stesso anno ha lasciato la selezione francese.

A livello individuale, ha vinto il Pallone d'oro nel 2022, diventando il quinto francese ad aggiudicarsi il riconoscimento. Inoltre, è stato nominato una volta Giocatore dell'anno UEFA (2021-2022) e per quattro volte Calciatore francese dell'anno, oltre a vincere il Trofeo Bravo e il Trofeo Alfredo Di Stéfano. È stato capocannoniere della Ligue 1 (2007-2008), della Liga (2021-2022) e della UEFA Champions League (2021-2022). Con 32 trofei ufficiali vinti tra club e nazionale, è il calciatore francese più titolato, nonché il migliore marcatore francese nelle competizioni UEFA per club e nel campionato spagnolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nato a Lione, nella regione meridionale dell'Alvernia-Rodano-Alpi, da Hafid Benzema, cabilo originario di Tigzirt,[6] emigrato in Francia da ragazzo nel corso degli anni cinquanta, e da Wahida Djebbara, francese figlia di immigrati algerini originari di Orano.[7][8] È cresciuto tra Lione e Bron, nel quartiere di Terraillon.[9][10]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Destro naturale, ricopre il ruolo di centravanti, ma all'occorrenza anche quello di seconda punta o di esterno in un tridente,[11] grazie alle sue doti di sacrificio, la visione di gioco e per le sue capacità di fornire assist.[11][12][13] Attaccante di movimento, agile, rapido, potente, possiede una pregevole tecnica di base, grandi doti nel controllo della sfera, nel tiro (potente e preciso) e nella coordinazione.[11][12] Eccelle anche nell'uso del piede debole e nel colpo di testa.

Ottime le sue statistiche realizzative.[11] Dotato di grande intelligenza tattica,[14] si fa notare per i suoi movimenti senza palla e per l‘abilità nel creare spazi per gli inserimenti dei compagni.[13][15][16][17] Ha anche dimostrato di essere un giocatore molto corretto, tanto da non venire mai espulso durante tutta la sua carriera da professionista.[18]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi e Olympique Lione[modifica | modifica wikitesto]

Benzema durante una sessione di allenamento con l'Olympique Lione

Dopo avere mosso i primi passi calcistici nel Bron Terraillon,[10] viene notato dagli osservatori lionesi in una partita contro i pulcini dell'Olympique Lione, in cui segna una doppietta, che lo fanno tesserare dalla società.[19] Nel 2002 si trasferisce presso il centro di formazione del Lione e due anni più tardi firma il suo primo contratto.[19]

Segue un periodo di militanza nelle giovanili dell'Olympique Lione, durante il quale realizza 38 gol in una stagione con la compagine Under-16 e 12 gol in 14 presenze totali con la compagine Under-18 all'inizio della stagione 2004-2005,[20] fino a che, il 15 gennaio 2005, debutta ufficialmente in prima squadra nell'incontro di Ligue 1 contro il Metz (2-0), nel corso del quale fornisce l'assist per il gol di Bryan Bergougnoux.[21] Cinque giorni dopo firma il suo primo contratto da professionista. Chiude la stagione 2004-2005 con 6 presenze in campionato.

Il 6 dicembre 2005 apre le marcature nella partita di UEFA Champions League vinta per 2-1 in casa contro il Rosenborg: è il suo primo gol con il Lione e il suo esordio nella massima competizione europea per club. Il 4 marzo 2006 segna il suo primo gol in Ligue 1, in casa dell'Ajaccio, nella gara vinta per 1-3.

Nella stagione 2006-2007 trova il suo primo gol nella partita inaugurale di Ligue 1 contro il Nantes, finita 3-1 per il Lione. Il 26 agosto mette a segno la sua prima doppietta, nella partita vinta contro il Nizza, nella quale fornisce anche un assist. Il 26 settembre 2006 va nuovamente a segno in UEFA Champions League contro la Steaua Bucarest, battuta per 3-0. In questa annata ottiene sempre più spazio in squadra, fino ad affermarsi come attaccante titolare.

Il 15 settembre 2007, in una partita contro il Metz, realizza la sua prima tripletta con la maglia del Lione, mentre il 23 ottobre segna il suo primo gol stagionale in Champions nella sfida esterna con lo Stoccarda (2-0). Il 12 dicembre, nell'ultima partita dei gironi, realizza la sua prima doppietta in carriera in tale competizione, nella partita vinta 3-0 ai danni dei Rangers. Il 26 aprile 2008 segna 2 gol nella sfida contro il Caen, finita 2-2. La stagione 2007-2008 si rivelerà molto positiva: Benzema realizza 20 reti in 37 presenze, laureandosi capocannoniere del torneo e venendo nominato giocatore dell'anno.[22]

Nel luglio 2008 riceve il Trofeo Bravo dal settimanale italiano Guerin Sportivo, che assegna tale riconoscimento per premiare il miglior giovane Under-21 dell'anno. La nuova stagione inizia con vari gol in campionato per Benzema, che il 21 ottobre, contro la Steaua Bucarest, realizza 2 gol che contribuiscono alla vittoria del Lione per 5-3. Nella Ligue 1 2008-2009 è autore di 17 reti in 36 presenze,[23] e si piazza secondo nella classifica marcatori dietro ad André-Pierre Gignac.[24]

Real Madrid[modifica | modifica wikitesto]

2009-2013[modifica | modifica wikitesto]
Benzema con la maglia del Real Madrid nella stagione 2011-2012

Il 1º luglio 2009 viene acquistato dal Real Madrid per 35 milioni di euro e sceglie di vestire la maglia numero 11.[25] Diventa così il quarto acquisto del club di Florentino Pérez durante la sessione estiva del calciomercato del 2009.[26] Il primo gol di Benzema con la maglia del Real Madrid arriva il 20 settembre contro lo Xerez (5-0). Il 26 settembre 2009 realizza la sua prima doppietta con i madrileni, contro il Tenerife (3-0). La prima rete in UEFA Champions League con la nuova maglia è quella nella partita persa in casa contro il Milan. Termina la sua prima stagione con 9 gol in 33 partite.

Per la stagione 2010-2011 cambia maglia passando dall'11 al 9, lasciato libero da Cristiano Ronaldo, passato al 7. Nel corso dell'annata segna la prima tripletta con i madrileni, il 9 dicembre 2010, nell'ultimo incontro della fase a gironi di UEFA Champions League, disputato a Madrid e vinto per 4-0 contro l'Auxerre. Chiuderà la stagione con 49 presenze e 26 gol.

Nel ritorno della partita di Supercoppa realizza il gol del provvisorio 2-2 contro il Barcellona al Camp Nou; la sfida verrà vinta per 3-2 dai blaugrana.[27] Al termine del 2011 viene eletto Calciatore francese dell'anno dalla rivista France Football.[28][29] Nella gara di ritorno dei quarti di Coppa del Re contro il Barcellona, si rende protagonista della rimonta da 2-0 con il gol del 2-2 dopo il primo di Ronaldo, ma il 2-2 non permette al Real Madrid di qualificarsi alle semifinali. Il 2 maggio seguente vince per la prima volta il campionato spagnolo con la maglia del Real Madrid.[30] Finisce la sua miglior stagione in termini realizzativi con 34 presenze e 21 gol in campionato, 52 presenze e 32 gol in totale.

Nella stagione successiva vince la Supercoppa di Spagna al termine della doppia sfida di inizio annata contro il Barcellona.[31]

2013-2018[modifica | modifica wikitesto]
Benzema in una partita di Champions League contro lo Schalke 04 nel 2015

Nella stagione 2013-2014 un suo gol decide la semifinale di andata di UEFA Champions League contro il Bayern Monaco.[32] Il 24 maggio 2014 si aggiudica anche la finale del torneo, battendo con i compagni l'Atlético Madrid per 4-1 dopo i tempi supplementari.[33] A fine anno si aggiudica anche la Coppa del Re, con 24 gol segnati in tutte le competizioni.

La stagione 2014-2015 si apre con la vittoria della Supercoppa UEFA ai danni del Siviglia[34]. Il 20 dicembre il Real Madrid mette in bacheca anche la Coppa del mondo per club, battendo in finale il San Lorenzo.[35] Il 28 maggio 2016 Benzema e compagni vincono la UEFA Champions League, battendo in finale ai rigori nuovamente i rivali cittadini dell'Atletico Madrid.[36]

L'anno successivo il francese vince il campionato,[37] e ancora la UEFA Champions League.[38]

Nella stagione 2017-2018 si aggiudica per la quarta volta la UEFA Champions League, segnando una doppietta in semifinale contro il Bayern Monaco e siglando il primo gol nella finale di Kiev, vinta dal Real contro il Liverpool per 3-1.[39]

2018-2023[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima stagione senza Cristiano Ronaldo, nel 2018-2019, segna 30 gol, perde la Supercoppa UEFA contro l'Atlético Madrid (che vince per 4-2 nonostante Benzema abbia siglato il provvisorio gol dell'1-1) e vince la Coppa del mondo per club. Nell'annata 2019-2020 guida la squadra alla vittoria del campionato con 21 reti (4 in meno del capocannoniere Messi) e della Supercoppa di Spagna, pur non giocando la finale per infortunio; in totale durante la stagione segna 27 gol e serve 11 assist in 48 presenze. La stagione 2020-2021 si chiude senza trofei, ma con un importante contributo di 6 reti in 10 presenze in UEFA Champions League. Nel corso dell'annata, il 12 dicembre 2020, nel derby contro l'Atletico Madrid, il giocatore raggiunge quota 528 presenze con il Real Madrid, divenendo lo straniero più presente nella storia del club.[40]

Benzema, Marcelo (a sinistra) e il cardinale arcivescovo di Madrid Carlos Osoro Sierra (a destra) con il trofeo della Champions League vinto nel 2022

Nella stagione 2021-2022, in seguito alla partenza di Sergio Ramos, diventa il vice-capitano del club madrileno alle spalle di Marcelo (indossando spesso la fascia, vista la mancata titolarità del brasiliano). Il 22 settembre 2021, grazie alla doppietta contro il Maiorca, sale a quota 200 reti nella massima divisione spagnola, mentre il 3 novembre, andando in rete nella partita casalinga vinta per 2-1 sullo Šachtar, segna il millesimo gol del Real Madrid nella UEFA Champions League/Coppa dei Campioni.[41] Il 16 gennaio 2022 realizza su calcio di rigore il gol del definitivo 2-0 nella finale di Supercoppa di Spagna contro l'Athletic Bilbao, aggiudicandosi il 28º trofeo della sua carriera e diventando il giocatore più vincente nella storia del calcio francese.[42] Il 9 marzo seguente, segnando tre gol nella partita di ritorno degli ottavi di finale di UEFA Champions League giocata contro il PSG al Bernabéu, diviene il calciatore più anziano a segnare una tripletta nella competizione, all'età di 34 anni e 80 giorni;[43][44] realizza una tripletta anche il 6 aprile a Stamford Bridge ai danni del Chelsea, battuto per 3-1, diventando il primo giocatore a segnare tre gol in una singola partita contro i Blues in una competizione europea.[45] Si ripete anche nella partita di ritorno, in cui segna nei tempi supplementari il gol del definitivo 2-3 che qualifica i suoi; tale marcatura lo rende il miglior marcatore francese in una singola stagione di UEFA Champions League (12).[46] Nelle semifinali contro il Manchester City realizza una doppietta nella sfida persa in trasferta per 4-3 e un gol nella sfida vinta in casa per 3-1, raggiungendo quota 10 gol nella fase ad eliminazione diretta di una singola stagione di UEFA Champions League ed eguagliando in tal modo il record stabilito da Cristiano Ronaldo nel 2016-2017; con 86 realizzazioni, raggiunge inoltre Robert Lewandowski al terzo posto della classifica dei marcatori di tutti i tempi della massima competizione europea.[47] Il 12 maggio, grazie alla rete segnata nella vittoria casalinga per 6-0 contro il Levante, aggancia Raúl al secondo posto della classifica storica dei marcatori del Real Madrid.[48] Il 28 maggio si aggiudica per la quinta volta la UEFA Champions League, battendo in finale il Liverpool per 1-0 e vincendo per la prima volta il titolo di miglior marcatore del torneo con 15 gol in 12 presenze.[49]

Apre la stagione 2022-2023 segnando il gol del definitivo 2-0 nella partita di Supercoppa UEFA 2022 vinta contro l'Eintracht Francoforte. Il gol gli consente di scavalcare Raúl e raggiungere il secondo posto nella classifica dei marcatori del Real Madrid di tutti i tempi, dietro al solo Cristiano Ronaldo.[50] Il 25 agosto 2022 viene nominato Giocatore dell'anno UEFA.[51] Il 17 ottobre 2022 si aggiudica il Pallone d'oro, diventando il quinto francese ad aggiudicarsi il premio.[52]

Il 5 aprile 2023 segna tre gol nella semifinale di ritorno di Coppa del Re vinta contro il Barcellona (0-4), successo che permette ai blancos di accedere alla finale, dopo aver ribaltato il risultato dell'andata (0-1). Nell'occasione Benzema diventa il secondo giocatore del Real Madrid a segnare una tripletta al Camp Nou contro il Barcellona dopo Ferenc Puskás, che ci era riuscito nel 1963.[53] Il 4 giugno seguente si congeda dal club madrileno andando in rete su calcio di rigore nell'ultima partita di campionato, pareggiata in casa per 1-1 contro l'Athletic Bilbao.[54]

Al-Ittihad[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 giugno 2023 si trasferisce all'Al-Ittihād, con cui esordisce il 27 luglio seguente, segnando un gol e fornendo un assist nella vittoria per 2-1 contro l'Espérance in una partita di Coppa dei Campioni araba.[55]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Benzema con la maglia della nazionale francese al campionato d'Europa 2012

Esordisce in nazionale maggiore sotto la gestione del CT Raymond Domenech il 28 marzo 2007, all'età di 19 anni, realizzando il gol decisivo della vittoria per 1-0 contro l'Austria. Partecipa al campionato europeo 2008. Malgrado altri gol segnati nelle qualificazioni al campionato mondiale del 2010, viene escluso dalla lista dei convocati per il mondiale sudafricano.

Con l'arrivo del CT Laurent Blanc diventa uomo di riferimento dell'attacco francese, indossando la maglia numero 10. Viene convocato per il campionato europeo 2012, che si gioca in Polonia e in Ucraina e da cui la Francia viene eliminata ai quarti di finale.

Convocato dal CT Didier Deschamps per disputare il campionato mondiale del 2014 in Brasile, sceglie ancora una volta di indossare la maglia numero 10. Nel corso della manifestazione segna 3 gol nella fase a gironi: una doppietta all'Honduras[56] e un gol alla Svizzera.[57] La Francia viene sconfitta ai quarti di finale dalla Germania, vittoriosa per 1-0.[58]

Dal 2016 viene escluso dalla nazionale francese a causa della vicenda giudiziaria che l'ha visto coinvolto assieme a Mathieu Valbuena. Salta, quindi, il campionato europeo del 2016[59] e il campionato mondiale 2018, vinto dalla Francia.[5]

Il 18 maggio 2021, a più di sei anni dall'ultima presenza coi Bleus, riceve la convocazione in nazionale dal CT Deschamps in vista della fase finale del campionato d'Europa 2020.[60] Torna a vestire la maglia della selezione transalpina il 2 giugno seguente, nella vittoria casalinga contro il Galles (3-0), partita in cui fallisce un calcio di rigore.[61] Non andato a segno nelle prime due partite del girone contro Germania (1-0) e Ungheria (1-1), nella gara pareggiata per 2-2 con il Portogallo realizza una doppietta, tornando al gol con la nazionale dopo più di sei anni;[62] con a queste reti supera i 28 gol in nazionale di Youri Djorkaeff.[63] Agli ottavi di finale contro la Svizzera (3-3) mette a segno altri due gol che, malgrado gli consentano di superare le marcature di Just Fontaine e Jean-Pierre Papin (fermi a quota 30),[64] ed eguagliare i 31 di Zinédine Zidane,[64] non permettono ai francesi di superare il turno, in quanto la squadra francese viene eliminata ai tiri di rigore.[65]

Convocato anche per la final four della UEFA Nations League 2020-2021, in semifinale va in gol contro il Belgio (la Francia vincerà in rimonta per 3-2) e in finale segna il gol del pareggio contro la Spagna, per poi vincere il trofeo con i compagni, impostisi per 2-1.

Il 13 novembre 2021 realizza una doppietta nel successo per 8-0 contro il Kazakistan, diventando il quinto miglior marcatore dei transalpini.[66][67] Il 13 giugno 2022, in occasione della sfida di UEFA Nations League persa contro la Croazia (0-1), raggiunge quota 97 presenze con la Francia, agganciando Laurent Blanc e Bixente Lizarazu al decimo posto della graduatoria di presenze con la nazionale.[68]

Convocato per disputare il campionato mondiale del 2022 in Qatar, il giorno prima dell'inizio del torneo è vittima di un infortunio muscolare[69] ed è costretto a rinunciare alla partecipazione al torneo. L'allenatore Deschamps decide di non sostituirlo.[70]

Il 19 dicembre 2022, giorno del suo trentacinquesimo compleanno, annuncia ufficialmente il ritiro dalla nazionale.[71]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 è finito sotto inchiesta, assieme a Franck Ribéry, per aver avuto rapporti sessuali con una escort minorenne, Zahia Dehar.[72] Quattro anni dopo i due calciatori sono stati assolti dal tribunale di Parigi per assenza di prove sufficienti a dimostrare che fossero a conoscenza della minore età della ragazza all'epoca dei rapporti.[73]

Nel novembre 2015 viene indagato nell'ambito di un'inchiesta giudiziaria nata dalla denuncia di Mathieu Valbuena, che nel giugno 2015 aveva dichiarato di aver ricevuto una telefonata anonima in cui gli veniva richiesto di pagare la somma di 150.000 euro, affinché non venisse diffuso un filmato nel quale intratteneva rapporti sessuali.[74] Il 5 novembre del 2015, dopo un fermo di 24 ore nei locali della polizia giudiziaria di Versailles, Benzema avrebbe confessato di aver ricattato il suo compagno di squadra Valbuena.[75] La notizia tuttavia viene smentita dal legale del calciatore.[75] Il 10 novembre 2015 l'emittente radiofonica Europe 1 ha reso noto il contenuto di un'intercettazione telefonica del 6 ottobre in cui Benzema, parlando con un suo amico di infanzia, avrebbe dichiarato di aver avuto un ruolo attivo nella vicenda.[76][77]

Il 10 dicembre seguente, in seguito a questa vicenda, viene escluso a tempo indeterminato dalla nazionale francese,[78] e il 13 aprile 2016 lui stesso dichiara alla stampa che non sarebbe stato convocato per gli Europei.[59] Nel 2017 la Corte di Cassazione francese invalida l'inchiesta nei suoi confronti, facendolo uscire dal caso.[5] Il 24 novembre 2021 gli viene comminata una multa di 75.000 euro, oltre a venire condannato a un anno di carcere con la condizionale.[79]

Nell'ottobre 2023, Benzema ha espresso solidarietà alle vittime degli attacchi aerei israeliani a Gaza. In risposta, il ministro degli Interni francese Gérald Darmanin ha accusato Karim Benzema di “avere rapporti” con il gruppo noto come Fratelli Musulmani. E la senatrice del Partito repubblicano delle Bocche del Rodano, Valérie Boyer, ha chiesto che il giocatore venga privato della cittadinanza francese e del Pallone d'Oro se le accuse saranno confermate.[80].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate all'11 aprile 2024.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2004-2005 Bandiera della Francia Olympique Lione 2 CFA 11 10 - - - - - - - - - 11 10
2005-2006 CFA 9 5 - - - - - - - - - 9 5
Totale Olympique Lione 2 20 15 - - - - - - 20 15
2004-2005 Bandiera della Francia Olympique Lione L1 6 0 CF+CdL 0 0 UCL 0 0 SF 0 0 6 0
2005-2006 L1 13 1 CF+CdL 2+0 2 UCL 1 1 SF 0 0 16 4
2006-2007 L1 21 5 CF+CdL 1+1 0 UCL 3 2 SF 1 1 27 8
2007-2008 L1 36 20 CF+CdL 6+2 6+1 UCL 7 4 SF 1 0 52 31
2008-2009 L1 36 17 CF+CdL 2+0 1 UCL 8 5 SF 1 0 47 23
Totale Olympique Lione 112 43 14 10 19 12 3 1 148 66
2009-2010 Bandiera della Spagna Real Madrid PD 27 8 CR 1 0 UCL 5 1 - - - 33 9
2010-2011 PD 33 15 CR 7 5 UCL 8 6 - - - 48 26
2011-2012 PD 34 21 CR 5 3 UCL 11 7 SS 2 1 52 32
2012-2013 PD 30 11 CR 8 4 UCL 10 5 SS 2 0 50 20
2013-2014 PD 35 17 CR 6 2 UCL 11 5 - - - 52 24
2014-2015 PD 29 15 CR 3 0 UCL 9 6 SU+SS+Cmc 1+2+2 0+0+1 46 22
2015-2016 PD 27 24 CR 0 0 UCL 9 4 - - - 36 28
2016-2017 PD 29 11 CR 3 1 UCL 13 5 SU+Cmc 1+2 0+2 48 19
2017-2018 PD 32 5 CR 1 1 UCL 9 5 SU+SS+Cmc 1+2+2 0+1+0 47 12
2018-2019 PD 36 21 CR 6 4 UCL 8 4 SU+Cmc 1+2 1+0 53 30
2019-2020 PD 37 21 CR 3 1 UCL 8 5 SS 0 0 48 27
2020-2021 PD 34 23 CR 1 0 UCL 10 6 SS 1 1 46 30
2021-2022 PD 32 27 CR 0 0 UCL 12 15 SS 2 2 46 44
2022-2023 PD 24 19 CR 5 4 UCL 10 4 SS+SU+Cmc 2+1+1 2+1+1 43 31
Totale Real Madrid 439 238 49 25 133 78 27 13 648 354
2023-2024 Bandiera dell'Arabia Saudita Al-Ittihād SPL 20 9 KC 1 1 ACL 3 0 SS+CdC+Cmc 2+4+2 1+3+2 32 16
Totale carriera 591 305 64 36 155 90 38 20 848 451

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Francia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
28-3-2007 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 1 – 0 Bandiera dell'Austria Austria Amichevole 1 Ingresso al 46’ 46’
6-6-2007 Auxerre Francia Bandiera della Francia 1 – 0 Bandiera della Georgia Georgia Qual. Euro 2008 - Ingresso al 90+3’ 90+3’
22-8-2007 Trnava Slovacchia Bandiera della Slovacchia 0 – 1 Bandiera della Francia Francia Amichevole - Ingresso al 85’ 85’
12-9-2007 Parigi Francia Bandiera della Francia 0 – 1 Bandiera della Scozia Scozia Qual. Euro 2008 - Ingresso al 77’ 77’
13-10-2007 Tórshavn Fær Øer Bandiera delle Fær Øer 0 – 6 Bandiera della Francia Francia Qual. Euro 2008 2 Ingresso al 46’ 46’
17-10-2007 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 2 – 0 Bandiera della Lituania Lituania Qual. Euro 2008 -
16-11-2007 Parigi Francia Bandiera della Francia 2 – 2 Bandiera del Marocco Marocco Amichevole - Uscita al 63’ 63’
21-11-2007 Kiev Ucraina Bandiera dell'Ucraina 2 – 2 Bandiera della Francia Francia Qual. Euro 2008 - Uscita al 46’ 46’
6-2-2008 Malaga Spagna Bandiera della Spagna 1 – 0 Bandiera della Francia Francia Amichevole - Ingresso al 60’ 60’
31-5-2008 Tolosa Francia Bandiera della Francia 0 – 0 Bandiera del Paraguay Paraguay Amichevole - Uscita al 63’ 63’
3-6-2008 Parigi Francia Bandiera della Francia 1 – 0 Bandiera della Colombia Colombia Amichevole - Uscita al 65’ 65’
9-6-2008 Zurigo Romania Bandiera della Romania 0 – 0 Bandiera della Francia Francia Euro 2008 - 1º turno - Uscita al 78’ 78’
17-6-2008 Zurigo Francia Bandiera della Francia 0 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Euro 2008 - 1º turno -
20-8-2008 Göteborg Svezia Bandiera della Svezia 2 – 3 Bandiera della Francia Francia Amichevole 1
6-9-2008 Vienna Austria Bandiera dell'Austria 3 – 1 Bandiera della Francia Francia Qual. Mondiali 2010 -
10-9-2008 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 2 – 1 Bandiera della Serbia Serbia Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 46’ 46’
11-10-2008 Costanza Romania Bandiera della Romania 2 – 2 Bandiera della Francia Francia Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 38’ 38’
14-8-2008 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 3 – 1 Bandiera della Tunisia Tunisia Amichevole 1 Uscita al 69’ 69’
19-11-2008 Parigi Francia Bandiera della Francia 0 – 0 Bandiera dell'Uruguay Uruguay Amichevole - Ingresso al 58’ 58’
11-2-2009 Marsiglia Francia Bandiera della Francia 0 – 2 Bandiera dell'Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 65’ 65’
28-3-2009 Kaunas Lituania Bandiera della Lituania 0 – 1 Bandiera della Francia Francia Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 64’ 64’
1-4-2009 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 1 – 0 Bandiera della Lituania Lituania Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 57’ 57’
2-6-2009 Saint-Étienne Francia Bandiera della Francia 0 – 1 Bandiera della Nigeria Nigeria Amichevole - Uscita al 46’ 46’
5-6-2009 Lione Francia Bandiera della Francia 1 – 0 Bandiera della Turchia Turchia Amichevole 1 Uscita al 46’ 46’
5-9-2009 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 1 – 1 Bandiera della Romania Romania Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 73’ 73’
10-10-2009 Guingamp Francia Bandiera della Francia 5 – 0 Bandiera delle Fær Øer Fær Øer Qual. Mondiali 2010 1 Ingresso al 73’ 73’
14-10-2009 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 3 – 1 Bandiera dell'Austria Austria Qual. Mondiali 2010 1 Uscita al 79’ 79’
11-8-2010 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 2 – 1 Bandiera della Francia Francia Amichevole - Ingresso al 61’ 61’
7-9-2010 Sarajevo Bosnia ed Erzegovina Bandiera della Bosnia ed Erzegovina 0 – 2 Bandiera della Francia Francia Qual. Euro 2012 1
9-10-2010 Parigi Francia Bandiera della Francia 2 – 0 Bandiera della Romania Romania Qual. Euro 2012 - Uscita al 87’ 87’
12-10-2010 Metz Francia Bandiera della Francia 2 – 0 Bandiera del Lussemburgo Lussemburgo Qual. Euro 2012 1 Uscita al 63’ 63’
17-11-2010 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 1 – 2 Bandiera della Francia Francia Amichevole 1 Uscita al 67’ 67’
9-2-2011 Parigi Francia Bandiera della Francia 1 – 0 Bandiera del Brasile Brasile Amichevole 1 Uscita al 86’ 86’
25-3-2011 Lussemburgo Lussemburgo Bandiera del Lussemburgo 0 – 2 Bandiera della Francia Francia Qual. Euro 2012 -
29-3-2011 Parigi Francia Bandiera della Francia 0 – 0 Bandiera della Croazia Croazia Amichevole - Uscita al 75’ 75’
3-6-2011 Minsk Bielorussia Bandiera della Bielorussia 1 – 1 Bandiera della Francia Francia Qual. Euro 2012 -
6-6-2011 Donec'k Ucraina Bandiera dell'Ucraina 1 – 4 Bandiera della Francia Francia Amichevole - Ingresso al 65’ 65’
10-8-2011 Montpellier Francia Bandiera della Francia 1 – 1 Bandiera del Cile Cile Amichevole - Uscita al 65’ 65’
2-9-2011 Tirana Albania Bandiera dell'Albania 1 – 2 Bandiera della Francia Francia Qual. Euro 2012 1
6-9-2011 Bucarest Romania Bandiera della Romania 0 – 0 Bandiera della Francia Francia Qual. Euro 2012 -
11-11-2011 Montpellier Francia Bandiera della Francia 1 – 0 Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Uscita al 64’ 64’
15-11-2011 Parigi Francia Bandiera della Francia 0 – 0 Bandiera del Belgio Belgio Amichevole - Uscita al 72’ 72’
27-5-2012 Valenciennes Francia Bandiera della Francia 3 – 2 Bandiera dell'Islanda Islanda Amichevole - Uscita al 60’ 60’
31-5-2012 Reims Francia Bandiera della Francia 2 – 0 Bandiera della Serbia Serbia Amichevole - Uscita al 61’ 61’
5-6-2012 Le Mans Francia Bandiera della Francia 4 – 0 Bandiera dell'Estonia Estonia Amichevole 2 Uscita al 73’ 73’
11-6-2012 Donec'k Francia Bandiera della Francia 1 – 1 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Euro 2012 - 1º turno -
15-6-2012 Donec'k Ucraina Bandiera dell'Ucraina 0 – 2 Bandiera della Francia Francia Euro 2012 - 1º turno - Uscita al 76’ 76’
19-6-2012 Kiev Svezia Bandiera della Svezia 2 – 0 Bandiera della Francia Francia Euro 2012 - 1º turno -
23-6-2012 Donec'k Spagna Bandiera della Spagna 2 – 0 Bandiera della Francia Francia Euro 2012 - Quarti di finale -
15-8-2012 Le Havre Francia Bandiera della Francia 0 – 0 Bandiera dell'Uruguay Uruguay Amichevole - Uscita al 63’ 63’
7-9-2012 Helsinki Finlandia Bandiera della Finlandia 0 – 1 Bandiera della Francia Francia Qual. Mondiali 2014 -
11-9-2012 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 3 – 1 Bandiera della Bielorussia Bielorussia Qual. Mondiali 2014 -
12-10-2012 Parigi Francia Bandiera della Francia 0 – 1 Bandiera del Giappone Giappone Amichevole - Uscita al 46’ 46’
16-10-2012 Madrid Spagna Bandiera della Spagna 1 – 1 Bandiera della Francia Francia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 88’ 88’
6-2-2013 Parigi Francia Bandiera della Francia 1 – 2 Bandiera della Germania Germania Amichevole -
22-3-2013 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 3 – 1 Bandiera della Georgia Georgia Qual. Mondiali 2014 -
26-3-2013 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 0 – 1 Bandiera della Spagna Spagna Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 82’ 82’
9-6-2013 Porto Alegre Brasile Bandiera del Brasile 3 – 0 Bandiera della Francia Francia Amichevole - Uscita al 70’ 70’
14-8-2013 Bruxelles Belgio Bandiera del Belgio 0 – 0 Bandiera della Francia Francia Amichevole - Uscita al 74’ 74’
6-9-2013 Tbilisi Georgia Bandiera della Georgia 0 – 0 Bandiera della Francia Francia Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 62’ 62’
11-10-2013 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 6 – 0 Bandiera dell'Australia Australia Amichevole 1 Ingresso al 46’ 46’
15-10-2013 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 3 – 0 Bandiera della Finlandia Finlandia Qual. Mondiali 2014 1 Ingresso al 81’ 81’
15-11-2013 Kiev Ucraina Bandiera dell'Ucraina 2 – 0 Bandiera della Francia Francia Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 70’ 70’
19-11-2013 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 3 – 0 Bandiera dell'Ucraina Ucraina Qual. Mondiali 2014 1 Uscita al 82’ 82’
5-3-2014 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 2 – 0 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole 1 Uscita al 81’ 81’
8-6-2014 Lilla Francia Bandiera della Francia 8 – 0 Bandiera della Giamaica Giamaica Amichevole 2 Uscita al 87’ 87’
15-6-2014 Porto Alegre Francia Bandiera della Francia 3 – 0 Bandiera dell'Honduras Honduras Mondiali 2014 - 1º turno 2
20-6-2014 Salvador Svizzera Bandiera della Svizzera 2 – 5 Bandiera della Francia Francia Mondiali 2014 - 1º turno 1
25-6-2014 Rio de Janeiro Ecuador Bandiera dell'Ecuador 0 – 0 Bandiera della Francia Francia Mondiali 2014 - 1º turno -
30-6-2014 Brasilia Francia Bandiera della Francia 2 – 0 Bandiera della Nigeria Nigeria Mondiali 2014 - Ottavi di finale -
4-7-2014 Rio de Janeiro Francia Bandiera della Francia 0 – 1 Bandiera della Germania Germania Mondiali 2014 - Quarti di finale -
4-9-2014 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 1 – 0 Bandiera della Spagna Spagna Amichevole -
7-9-2014 Belgrado Serbia Bandiera della Serbia 1 – 1 Bandiera della Francia Francia Amichevole - Ingresso al 61’ 61’
11-10-2014 Parigi Francia Bandiera della Francia 2 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole 1 Uscita al 90’ 90’
14-10-2014 Erevan Armenia Bandiera dell'Armenia 0 – 3 Bandiera della Francia Francia Amichevole - Ingresso al 87’ 87’
14-11-2014 Rennes Francia Bandiera della Francia 1 – 1 Bandiera dell'Albania Albania Amichevole -
18-11-2014 Marsiglia Francia Bandiera della Francia 1 – 0 Bandiera della Svezia Svezia Amichevole - Ingresso al 68’ 68’
26-3-2015 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 1 – 3 Bandiera del Brasile Brasile Amichevole -
4-9-2015 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 0 – 1 Bandiera della Francia Francia Amichevole - Uscita al 74’ 74’
7-9-2015 Bordeaux Francia Bandiera della Francia 2 – 1 Bandiera della Serbia Serbia Amichevole - Ingresso al 62’ 62’
8-10-2015 Nizza Francia Bandiera della Francia 4 – 0 Bandiera dell'Armenia Armenia Amichevole 2 Uscita al 81’ 81’
2-6-2021 Nizza Francia Bandiera della Francia 3 – 0 Bandiera del Galles Galles Amichevole -
8-6-2021 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 3 – 0 Bandiera della Bulgaria Bulgaria Amichevole - Uscita al 41’ 41’
15-6-2021 Monaco di Baviera Francia Bandiera della Francia 1 – 0 Bandiera della Germania Germania Euro 2020 - 1º turno - Uscita al 89’ 89’
19-6-2021 Budapest Ungheria Bandiera dell'Ungheria 1 – 1 Bandiera della Francia Francia Euro 2020 - 1º turno - Uscita al 76’ 76’
23-6-2021 Budapest Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 2 Bandiera della Francia Francia Euro 2020 - 1º turno 2
28-6-2021 Bucarest Francia Bandiera della Francia 3 – 3 dts
(4 – 5 dtr)
Bandiera della Svizzera Svizzera Euro 2020 - Ottavi di finale 2 Uscita al 94’ 94’
1-9-2021 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 1 – 1 Bandiera della Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 76’ 76’
4-9-2021 Kiev Ucraina Bandiera dell'Ucraina 1 – 1 Bandiera della Francia Francia Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 64’ 64’
7-9-2021 Décines-Charpieu Francia Bandiera della Francia 2 – 0 Bandiera della Finlandia Finlandia Qual. Mondiali 2022 -
7-10-2021 Torino Belgio Bandiera del Belgio 2 – 3 Bandiera della Francia Francia UEFA Nations League 2020-2021 - Semifinale 1 Uscita al 90+6’ 90+6’
10-10-2021 Milano Spagna Bandiera della Spagna 1 – 2 Bandiera della Francia Francia UEFA Nations League 2020-2021 - Finale 1
13-11-2021 Parigi Francia Bandiera della Francia 8 – 0 Bandiera del Kazakistan Kazakistan Qual. Mondiali 2022 2 Ammonizione al 52’ 52’ Uscita al 71’ 71’
16-11-2021 Helsinki Finlandia Bandiera della Finlandia 0 – 2 Bandiera della Francia Francia Qual. Mondiali 2022 1 Ingresso al 57’ 57’
3-6-2022 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 1 – 2 Bandiera della Danimarca Danimarca UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno 1
10-6-2022 Vienna Austria Bandiera dell'Austria 1 – 1 Bandiera della Francia Francia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno -
13-6-2022 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 0 – 1 Bandiera della Croazia Croazia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno -
Totale Presenze (10º posto) 97 Reti (5º posto) 37

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Olympique Lione: 2004-2005, 2005-2006, 2006-2007, 2007-2008
Olympique Lione: 2006, 2007
Olympique Lione: 2007-2008
Real Madrid: 2010-2011, 2013-2014, 2022-2023
Real Madrid: 2011-2012, 2016-2017, 2019-2020, 2021-2022
Real Madrid: 2012, 2017, 2020, 2022

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid: 2013-2014, 2015-2016, 2016-2017, 2017-2018, 2021-2022
Real Madrid: 2014, 2016, 2017, 2022
Real Madrid: 2014, 2016, 2017, 2018, 2022

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

2004

Competizioni maggiori[modifica | modifica wikitesto]

2020-2021

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2008
2007-2008 (20 gol)
2007-2008 (6 gol)
Miglior giocatore della Ligue 1: 2007-2008
Squadra ideale della Ligue 1: 2007-2008
Miglior giocatore francese all'estero: 2018-2019, 2020-2021, 2021-2022
2011, 2012, 2014, 2021
  • Squadra dell'anno della Liga: 3
2018-2019, 2019-2020, 2020-2021
  • Calciatore dell'anno della Liga: 1
2019-2020
2019-2020
  • Squadra dell'anno de L'Équipe: 2
2020, 2021
2020-2021
2020-2021, 2021-2022
2021, 2022
2021
2022 (2 gol), 2023 (2 gol)
2021-2022 (27 gol)
2021-2022 (15 gol)
2021-2022
2021-2022
2022
Miglior giocatore dell'anno: 2022
2022
2022
2023 (2 gol, a pari merito con Álvarez e Maâloul)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Karim Benzema, su realmadrid.com. URL consultato il 1º luglio 2023.
  2. ^ (EN) Manas Pratim Sharma, Where does Karim Benzema rank among the best French strikers of all time?, su The Real Champs, 26 marzo 2022. URL consultato il 14 maggio 2023.
  3. ^ (EN) Ronaldo, Batistuta & the all-time best 'Number 9' strikers in football | Goal.com, su www.goal.com. URL consultato il 14 maggio 2023.
  4. ^ (EN) The 30 greatest strikers of all time, su 90min.com, 25 maggio 2021. URL consultato il 14 maggio 2023.
  5. ^ a b c La Francia contro Karim Benzema, in Il Post, 31 agosto 2018.
  6. ^ (FR) Sur les traces de Karim Benzema, in DjaZairess, 13 maggio 2008. URL consultato il 6 maggio 2012.
  7. ^ (FR) Benzema, le phénomène qui réveille le foot, in Le Point, 7 febbraio 2008. URL consultato il 14 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  8. ^ (FR) Benzema, l'arme fatale de l'OL, in Maxifoot, 19 settembre 2007. URL consultato il 19 giugno 2009.
  9. ^ (ES) «Aquí, en Bron, el humilde barrio donde nació y creció (...)» - Cit. El príncipe de Bron, articolo a pag.8 di Marca del 28 maggio 2011. (Reperibile su scribd.com)
  10. ^ a b (FR) Le Buteur chéz Benzema: «Sa devise, joue et tais-toi» Archiviato il 5 novembre 2010 in Internet Archive. Le Buteur
  11. ^ a b c d Karim Benzema, l'erede di Trezeguet, in tuttomercatoweb.com, 18 novembre 2007. URL consultato il 14 giugno 2009.
  12. ^ a b Alessandro Menghi, Benzema, in Liga media gol da urlo, ma contro il Barça..., su foxsports.it, Fox Sports, 25 marzo 2016. URL consultato il 7 maggio 2016 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2016).
  13. ^ a b Mattia Fontana, Champions League - Benzema da sogno, Real Madrid-Bayern Monaco 1-0 [collegamento interrotto], su it.sports.yahoo.com, Eurosport, 23 aprile 2014. URL consultato il 7 maggio 2016.
  14. ^ CALCIO, REAL: TUTTI CON BENZEMA, BENITEZ LO VUOLE SUBITO IN CAMPO, su repubblica.it, La Repubblica. URL consultato il 7 maggio 2016.
  15. ^ Real, Benzema come Ronaldo, su foxsports.it, Fox Sports, 11 febbraio 2014. URL consultato il 7 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 3 giugno 2016).
  16. ^ Luca Stamerra, Mondiali 2014 - Francia super, 8-0 e ritorno al gol per Benzema [collegamento interrotto], su it.sports.yahoo.com, Eurosport, 8 giugno 2014. URL consultato il 7 maggio 2016.
  17. ^ Vassiliki Papantonopoulou, Fantasy: Vassiliki punta su Benzema, su it.uefa.com, UEFA, 27 ottobre 2014. URL consultato il 7 maggio 2016.
  18. ^ I giocatori mai espulsi in carriera: a Natale sono tutti più buoni, loro lo sono sempre, su sport.sky.it.
  19. ^ a b (FR) Biographie de Karim Benzema Archiviato il 4 settembre 2011 in Internet Archive.
  20. ^ (FR) Benzema, 20 ans et déjà tout d'un grand, in fr.fifa.com, 24 settembre 2007. URL consultato il 27 agosto 2009 (archiviato dall'url originale l'8 ottobre 2013).
  21. ^ (FR) LFP - Le temps de jeu de Karim BENZEMA, su lfp.fr, www.lfp.fr. URL consultato il 27 agosto 2009 (archiviato dall'url originale il 29 dicembre 2008).
  22. ^ (FR) Saison 2007/2008 Ligue 1, Coupe de France, Coupe de la Ligue, Classement, Résultats, su pari-et-gagne.com, www.pari-et-gagne.com. URL consultato il 2 luglio 2009.
  23. ^ (FR) LFP - La fiche de Karim BENZEMA, su lfp.fr, www.lfp.fr. URL consultato il 27 agosto 2009.
  24. ^ (FR) Saison 2008/2009 Ligue 1, Coupe de France, Coupe de la Ligue, Classement, Résultats, su pari-et-gagne.com, www.pari-et-gagne.com. URL consultato il 27 agosto 2009.
  25. ^ (FR) Transfert de Karim Benzema au Real Madrid, in www.olweb.fr, 1º luglio 2009. URL consultato il 2 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 2 luglio 2009).
  26. ^ Il Real mette le mani anche su Benzema, in Il Corriere della Sera, 2 luglio 2009. URL consultato il 1º luglio 2009.
  27. ^ Tanto Real, ma il Barça c'è, il primo Clasico finisce 2-2, su gazzetta.it, 14 agosto 2011. URL consultato il 9 giugno 2014.
  28. ^ Récompenses 2011- Benzema «Quand je vois les anciens numéros 1, ça me rend fier» francefootball.fr
  29. ^ Francia, Benzema eletto miglior giocatore dell'anno, su corrieredellosport.it, 13 dicembre 2011. URL consultato il 3 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 13 ottobre 2013).
  30. ^ Real campione di Spagna, Mourinho nella storia, su corriere.it, 2 maggio 2012. URL consultato il 4 maggio 2012.
  31. ^ Supershow: il Real piega il Barça. Mou si prende il primo trofeo, su gazzetta.it, 29 agosto 2012. URL consultato il 30 agosto 2012.
  32. ^ Karim Benzema pounces to give hosts semi-final advantage in Champions League, su dailymail.co.uk, 23 aprile 2014. URL consultato il 10 agosto 2014.
  33. ^ Jacopo Manfredi, Champions, Real-Atletico 4-1: Ancelotti fa vincere la Decima ai blancos, 25 maggio 2014.
  34. ^ Supercoppa Europea, Real Madrid-Siviglia 2-0: doppietta di Ronaldo, su gazzetta.it, 12 agosto 2014. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  35. ^ Real Madrid-San Lorenzo 2-0: Ramos e Bale portano i Blancos sul tetto del Mondo, su goal.com, 20 dicembre 2014. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  36. ^ Champions League, Real Madrid-Atletico 6-4 (1-1 dts): è l'undicesima volta delle merengues, su corrieredellosport.it. URL consultato il 30 maggio 2016.
  37. ^ Real Madrid campione di Spagna: è la Liga numero 33, su gazzetta.it, 21 maggio 2017. URL consultato il 3 giugno 2017.
  38. ^ Champions: Juve, svanisce il sogno. Il Real di Ronaldo campione d'Europa: 4-1, su gazzetta.it, 3 giugno 2017. URL consultato il 3 giugno 2017.
  39. ^ Champions, Real Madrid campione: Bale doppietta, Karius da incubo, 3-1 al Liverpool, su gazzetta.it, 26 maggio 2018. URL consultato il 1º luglio 2018.
  40. ^ Benzema, el jugador extranjero con más partidos en la historia del Real Madrid, su realmadrid.com, Real Madrid C.F.. URL consultato il 13 dicembre 2020.
  41. ^ Benzema, mille gol Real, in la Repubblica, 4 novembre 2021, p. 34.
  42. ^ Il Real Madrid vince la Supercoppa spagnola: 20° trofeo per Ancelotti, su tg24.sky.it.
  43. ^ Segna Mbappé poi Gigio flop e Benzema da urlo: tripletta. Real ai quarti, Psg fuori, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 10 marzo 2022.
  44. ^ UEFA.com, Real Madrid-Paris 3-1 (tot. 3-2): il tris di Benzema vale i quarti, su UEFA.com, 9 marzo 2022. URL consultato il 10 marzo 2022.
  45. ^ Jacopo Gerna, Benzema signore della Champions: altra tripletta da fenomeno e il Real travolge il Chelsea, su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport, 6 aprile 2022.
  46. ^ https://www.corriere.it/sport/calcio/champions-league/22_aprile_13/benzema-modric-ronaldo-messi-pallone-d-oro-cb467d98-bb15-11ec-818b-cbb6b2b517fa.shtml
  47. ^ Benzema, notte da record: raggiunti Ronaldo e Lewandowski: Ci vediamo in finale, La Repubblica, 5 maggio 2022.
  48. ^ Benzema raggiunge Raul a quota 323 gol nel Real Madrid: davanti a lui c'è solo Cristiano Ronaldo, su la Repubblica, 12 maggio 2022. URL consultato il 13 maggio 2022.
  49. ^ Benzema, Champions da Pallone d'Oro: nessuno come lui, su corrieredellosport.it. URL consultato il 1º luglio 2022.
  50. ^ La Supercoppa è del Real: Ancelotti fa festa con Alaba e Benzema, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 10 agosto 2022.
  51. ^ (EN) Karim Benzema wins UEFA Men's Player of the Year award, su uefa.com, 25 agosto 2022.
  52. ^ (FR) Karim Benzema sacré Ballon d'Or France Football 2022, su lequipe.fr, 17 ottobre 2022.
  53. ^ Redazione Undici, La tripletta di Benzema al Barcellona è già nella storia, su Rivista Undici, 6 aprile 2023. URL consultato il 7 aprile 2023.
  54. ^ L'addio perfetto di Benzema: gol su rigore, l'abbraccio di Ancelotti e standing ovation del Bernabeu, 4 giugno 2023.
  55. ^ Benzema, super gol all'esordio con l'Al-Ittihad: il telecronista arabo impazzisce, 28 luglio 2023.
  56. ^ Francesco Oddi, Mondiali 2014, Benzema e autogol tecnologico: Francia-Honduras 3-0, in La Gazzetta dello Sport, 15 giugno 2014. URL consultato il 10 agosto 2014.
  57. ^ Francesco Oddi, Mondiali 2014: Giroud e Benzema trascinano la Francia, 5-2 alla Svizzera, in La Gazzetta dello Sport, 20 giugno 2014. URL consultato il 10 agosto 2014.
  58. ^ Mondiali, Francia-Germania 0-1: gol di Hummels, tedeschi in semifinale, in La Gazzetta dello Sport, 4 luglio 2014. URL consultato il 10 agosto 2014.
  59. ^ a b Benzema: "Agli Europei in Francia non ci sarò", 13 aprile 2016.
  60. ^ Euro 2020, i convocati della Francia: torna a sorpresa Benzema, su goal.com, 18 maggio 2021. URL consultato il 19 maggio 2021.
  61. ^ (FR) Euro 2021: Pour son retour, Karim Benzema ne marque pas mais inspire les Bleus, in Le Monde, 3 giugno 2021. URL consultato il 3 giugno 2021.
  62. ^ Euro 2020: Portogallo-Francia 2-2, doppiette per Ronaldo e Benzema, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 24 giugno 2021.
  63. ^ Europei 2020, Portogallo-Francia - Riecco Benzema! In gol con la Francia 2560 dopo l'ultima volta (in partite ufficiali), su eurosport.it, 23 giugno 2021. URL consultato il 17 luglio 2021.
  64. ^ a b (FR) EURO 2020 - Avec 31 buts, Karim Benzema égale Zinédine Zidane sous le maillot bleu, su eurosport.fr, 28 giugno 2021. URL consultato il 17 luglio 2021.
  65. ^ Francia - Svizzera 3-3 (4-5 dcr): Sommer manda gli elvetici ai quarti, su it.uefa.com, 29 giugno 2021. URL consultato il 17 luglio 2021.
  66. ^ Mbappé ne fa 4 e porta la Francia in Qatar. Anche il Belgio al Mondiale. L'Olanda si butta via, su gazzetta.it. URL consultato il 13 novembre 2021.
  67. ^ (FR) Karim Benzema dépasse David Trezeguet au classement des meilleurs buteurs des Bleus, su lequipe.fr. URL consultato il 13 novembre 2021.
  68. ^ (FR) La Croatie enfonce le clou (0-1), su fff.fr. URL consultato il 14 giugno 2022.
  69. ^ (FR) Karim Benzema forfait post la coupe du monde, su fff.fr, 19 novembre 2022.
  70. ^ Francia, Deschamps: "Benzema non sarà sostituito". I perché della scelta, su repubblica.it, 20 novembre 2022.
  71. ^ Ora è ufficiale: Benzema, dopo le polemiche, dice addio alla nazionale francese, su sportmediaset.mediaset.it, 19 dicembre 2022.
  72. ^ Scandalo squillo minorenni Ribery sotto inchiesta, su repubblica.it, 20 luglio 2010.
  73. ^ Ribery e Benzema assolti per il caso della baby escort Zahia, su sport.sky.it, 30 gennaio 2014. URL consultato il 5 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2019).
  74. ^ Francia: estorsione a Valbuena per un video hard, notte in carcere per Benzema, 4 novembre 2015.
  75. ^ a b Francia, ricatto a Valbuena: Benzema indagato. Niente nazionale per entrambi, 10 novembre 2015.
  76. ^ Ricatto a Valbuena, telefonata inchioda Benzema: "Io ti ho avvisato...", 10 novembre 2015.
  77. ^ Benzema è ancora nei guai: nuova registrazione contro di lui, 10 novembre 2015.
  78. ^ Caso Valbuena, Benzema escluso dalla Nazionale francese, in Corriere dello Sport, 10 dicembre 2015.
  79. ^ Caso sextape, Benzema condannato, su sport.sky.it, sky.it, 24 novembre 2021. URL consultato l'11 dicembre 2022.
  80. ^ (FR) Gérald Darmanin lie Karim Benzema aux Frères musulmans, le Ballon d'or envisage de porter plainte, 19 ottobre 2023.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316737497 · ISNI (EN0000 0004 0744 0930 · GND (DE1236263022 · BNE (ESXX5353713 (data) · BNF (FRcb16211087p (data) · WorldCat Identities (ENviaf-316737497