Football Club Levadia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FC Levadia Tallinn
Calcio Football pictogram.svg
Terasetootjaid (Acciaieri)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Verde e Bianco (Strisce diverse).png Verde e Bianco
Dati societari
Città Tallinn
Nazione Estonia Estonia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Estonia.svg EJL
Campionato Meistriliiga
Fondazione 1998
Presidente Estonia Viktor Levada
Allenatore Serbia Aleksandar Rogić
Stadio Kadrioru
(5.000 posti)
Sito web www.fclevadia.ee
Palmarès
Titoli nazionali 9 Meistriliiga
Trofei nazionali 8 Coppe d'Estonia
6 Supercoppe d'Estonia
Si invita a seguire il modello di voce

Il Football Club Levadia Tallinn, comunemente noto come Levadia Tallinn, è una società calcistica estone di Tallinn. Milita nella Meistriliiga, la massima serie del campionato nazionale.

È uno dei club più titolati d'Estonia, secondo soltanto al Flora Tallinn per numero di trofei nazionali (23 a 27 al termine della stagione 2017).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi: Levadia Maardu[modifica | modifica wikitesto]

Il club fu fondato il 22 ottobre 1998 da Viktor Levada, proprietario di un'azienda locale produttrice di metalli, la cui compagnia rilevò la squadra Olümpia Maardu, di base nella città di Maardu, che aveva preso parte in precedenza a diversi campionati di Esiliiga.

Col nuovo nome di FC Levadia Maardu, la squadra vince l'Esiliiga e viene promossa in Meistriliiga, prendendo il posto dello scomparso Sadam Tallinn. Nel 1999, al primo anno di massima divisione, vince tutto ciò che c'è da vincere in Estonia: campionato, coppa nazionale e supercoppa, ripetendosi anche nella stagione seguente che vede inoltre l'esordio in Champions League: il Levadia supera il primo turno battendo i gallesi del Total Network Solutions, poi esce di scena al turno successivo contro lo Šachtar Doneck.

Levadia Tallinn[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 si sposta di sede a Tallinn, assumendo l'attuale denominazione di FC Levadia Tallinn; in contemporanea l'omonima squadra diventa la sua formazione riserve, dovendo obbligatoriamente retrocedere e vendendo il titolo al Merkuur Tartu. In quello stesso anno conquista per la terza volta la Meistriliiga; in seguito, dal 2006 al 2009, vince quattro campionati consecutivamente.

Nella Coppa UEFA 2006-2007 mette a segno due piccoli record: diventa la prima squadra estone a superare due turni di qualificazione e a raggiungere la fase finale di una coppa europea, sebbene non ai gironi. Un altro risultato di rilievo a livello europeo in Champions League 2009-2010, in cui il Levadia passa il 2º turno di qualificazione eliminando il Wisla Cracovia.[1]

Torna al successo in Meistriliiga nel 2013 e 2014[2], anno in cui raggiunge il Flora Tallinn per numero di campionati vinti (9). Sempre nel 2014 vince per l'ottava volta la Eesti Karikas, confermandosi la squadra più titolata in coppa.

Conclude la stagione 2015 al 2º posto, dietro al Flora che, con la decima vittoria del campionato, si porta nuovamente davanti alla squadra rivale.

Nel 2016 giunge a fine campionato ancora in corsa per il titolo, a due punti dall'Infonet capolista e alla pari col Kalju Nõmme. L'ultima giornata vede proprio Infonet e Kalju sfidarsi in uno scontro diretto, mentre il Levadia deve affrontare il Flora Tallinn. Il primo tempo termina sullo 0-1 per il Flora, ma nella ripresa il Levadia ribalta la situazione e vince il derby per 2-1. Tuttavia anche l'Infonet vince 2-1, anche in questo caso rimontando dallo svantaggio, e conclude il campionato davanti al Levadia, che conserva il secondo posto.[3]

Nel 2017 è l'unica squadra a tenere il passo del Flora Tallinn fino alla penultima giornata, quando pareggia 0-0 contro il Trans Narva e viene definitivamente distanziata dai rivali, vincitori per 2-0 sul Tammeka Tartu. Questi risultati hanno di fatto reso ininfluente lo scontro diretto tra Levadia e Flora all'ultima giornata, terminato 0-0[4].

Subito dopo la fine del campionato, viene avviata la fusione per incorporazione del FCI Tallinn nel Levadia[5], che da parte sua mantiene la sede, lo stadio e la presidenza. Il primo apporto dal FCI Tallinn è l'arrivo dell'allenatore Aleksandar Rogić[6].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

MeistriliigaEsiliiga
Stagione Campionato Pos Partite V P S GF GS GD Punti Miglior marcatore Coppa SC
1998 II 1 14 9 5 0 29 7 22 32
1999 I 1 28 23 4 1 77 12 65 73 Estonia Toomas Krõm (19) W W
2000 I 1 28 23 5 0 88 20 68 74 Estonia Toomas Krõm (24) W W
2001 I 3 28 15 7 5 72 35 37 55 Estonia Toomas Krõm (20) SF W
2002 I 2 28 20 8 2 79 25 54 62 Estonia Vitali Leitan (14) F F
2003 I 3 28 15 4 9 54 30 24 49 Estonia Argo Arbeiter (14) SF
2004 I 1 28 21 6 1 82 14 68 69 Estonia Konstantin Nahk (12) W F
2005 I 2 36 28 5 3 97 25 72 89 Estonia Indrek Zelinski (18) W F
2006 I 1 36 30 4 2 114 29 85 94 Estonia Indrek Zelinski (21) OF
2007 I 1 36 29 4 3 126 20 106 91 Estonia Indrek Zelinski (24) W F
2008 I 1 36 29 6 1 105 22 83 93 Russia Nikita Andreev (22) SF F
2009 I 1 36 31 4 1 121 23 98 97 Estonia Vitali Gussev (26) QF
2010 I 2 36 26 8 2 100 16 84 86 Estonia Tarmo Neemelo (20) W W
2011 I 4 36 21 10 5 76 25 51 73 Estonia Vitali Leitan (20) 2R F
2012 I 2 36 25 8 3 85 22 63 83 Estonia Igor Morozov (12) W
2013 I 1 36 30 1 5 69 24 45 91 Estonia Rimo Hunt (22) OF W
2014 I 1 36 26 6 4 112 19 93 84 Estonia Igor Subbotin (32) W F
2015 I 2 36 22 10 4 78 32 46 76 Estonia Ingemar Teever (24) 3R W
2016 I 2 36 24 6 6 77 30 47 78 Russia Anton Miranchuk (14) OF
2017 I 2 36 25 9 2 106 20 86 84 Estonia Rimo Hunt (20) OF

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Il Levadia gioca le partite casalinghe al Kadrioru Staadion di Tallinn, nel distretto di Kesklinn (sub-distretto di Kadriorg). L'impianto, inaugurato nel 1926 e più volte ammodernato fino al 2000, è uno primi costruiti in Estonia e, con i suoi 5000 posti, il terzo più capiente del paese dopo il Kalevi Keskstaadion e la A. Le Coq Arena.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1999, 2000, 2004, 2006, 2007, 2008, 2009, 2013, 2014
1998-1999, 1999-2000, 2003-2004, 2004-2005, 2006-2007, 2009-2010, 2011-2012, 2013-2014
1999, 2000, 2001, 2010, 2013, 2015
1998

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 2002, 2005, 2010, 2012, 2015, 2016, 2017
Terzo posto: 2001, 2003
Finalista: 2001-2002
Semifinalista: 2000-2001, 2002-2003, 2007-2008
Finalista: 2002, 2004, 2005, 2007, 2008, 2009, 2011, 2014

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Meistriliiga 19 1999 2017 19
Esiliiga 1 1998 1998 1

Risultati competizioni europee[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Competizione Turno Avversario Casa Trasferta Somma
1999–2000 UEFA Cup 1Q Romania Steaua Bucarest 1–4 0–3 1–7
2000–01 UEFA Champions League 1Q Galles Total Network Solutions 4–0 2–2 6–2
2Q Ucraina Šachtar 1–5 1–4 2–9
2001–02 UEFA Champions League 1Q Irlanda Bohemians 0–0 0–3 0–3
2002 Coppa Intertoto 1R Portogallo União de Leiria 1–2 3–0[7] 4–2
2R Svizzera Zurigo 0–0 0–1 0–1
2003–04 UEFA Cup 1Q Croazia NK Varteks 1–3 2–3 3–6
2004–05 UEFA Cup 1Q Irlanda Bohemians 0–0 3–1 3–1
2Q Norvegia Bodø/Glimt 2–1(dts) 1–2 3–3(7–8 dcr)
2005–06 UEFA Champions League 1Q Georgia Dinamo Tbilisi 1–0 0–2 1–2
2006–07 UEFA Cup 1Q Finlandia Haka 2–0 0–1 2–1
2Q Paesi Bassi Twente 1–0 1–1 2–1
1R Inghilterra Newcastle United 0–1 1–2 1–3
2007–08 UEFA Champions League 1Q Macedonia Pobeda 0–0 1–0 1–0
2Q Serbia Stella Rossa 2–1 0–1 2–2(gfc)
2008–09 UEFA Champions League 1Q Irlanda Drogheda United 0–1 1–2 1–3
2009–10 UEFA Champions League 2Q Polonia Wisła Kraków 1–0 1–1 2–1
3Q Ungheria Debrecen 0-1 0-1 0–2
2009–10 UEFA Europa League PO Turchia Galatasaray 1-1 0-5 1–6
2010–11 UEFA Champions League 2Q Ungheria Debrecen 1-1 2-3 3–4
2011–12 UEFA Europa League 2Q Lussemburgo Differdange 03 0-1 0-0 0–1
2012–13 UEFA Europa League 1Q Lituania Šiauliai 1-0 1-2 2–2(gfc)
2Q Cipro Anorthosis 1-3 0-3 1–6
2013–14 UEFA Europa League 1Q Galles Bala Town 3-1 0-1 3–2
2Q Romania Pandurii Târgu Jiu 0-0 0-4 0–4
2014–15 UEFA Champions League 1Q San Marino La Fiorita 7-0 1-0 8–0
2Q Rep. Ceca Sparta Praga 1-1 0-7 1–8
2015–16 UEFA Champions League 1Q Irlanda del Nord Crusaders 1-1 0-0 1–1(gfc)
2016–17 UEFA Europa League 1Q Fær Øer HB Tórshavn 1-1 2-0 3–1
2Q Rep. Ceca Slavia Praga 3-1 0-2 3–3 (gfc)
2017–18 UEFA Europa League 1Q Irlanda Cork City 0-2 2-4 2–6

Statistiche individuali[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata a fine stagione 2017.[8]

Record di presenze
Record di reti

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori del Levadia Tallinn

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2017[modifica | modifica wikitesto]

Rosa aggiornata a luglio 2017.[9]

N. Ruolo Giocatore
3 Estonia D Artjom Artjunin
4 Camerun D Luc Tabi Manga
6 Ghana C William Opoku
7 Estonia C Pavel Marin
9 Camerun C Marcellin Gando
11 Brasile A João Neto Morelli
12 Estonia P Sergei Lepmets
14 Estonia P Kristjan Tamme
15 Estonia C Cristofer Kuusma
16 Estonia A Tarmo Kink
17 Estonia C Alex Roosalu
18 Estonia A Ingemar Teever
N. Ruolo Giocatore
19 Croazia C Josip Krznarić
21 Estonia C Kaspar Mutso
22 Estonia D Martin Käos
23 Russia D Igor Dudarev
24 Russia C Nikita Andreev
25 Estonia D Maksim Podholjuzin
26 Estonia D Igor Morozov
27 Estonia C Andreas Raudsepp
28 Estonia A Rimo Hunt
30 Estonia P Priit Pikker
33 Estonia C Mark Oliver Roosnupp
99 Russia A Yevgeni Kobzar

Levadia Tallinn Under-21[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Football Club Levadia Under-21.

Il Levadia Tallinn Under-21 (fino al 2015 Levadia Tallinn 2) è la formazione riserve della prima squadra. Milita in Esiliiga dal 2004 e ha vinto per sei volte tale serie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ET) Levadia alistas Wisla ja paases meistrite liiga kolmandasse ringi, su sport.postimees.ee.
  2. ^ (ET) Kristali ja Levadia järjekordne triumf, su sport.postimees.ee.
  3. ^ (ET) Eesti meistriks tuli Tallinna FC Infonet, su jalgpall.ee.
  4. ^ (ET) Levadia ja Flora tegid lõpetuseks 0:0 viigi, su jalgpall.ee.
  5. ^ (ET) Flora juubeldab, Levadia jätkab, Infonet kaob, su sport.postimees.ee.
  6. ^ (ET) Ühendklubil ei ole veel nime, kuid treeneriks Rogic ja kehaks Levadia, su soccernet.ee.
  7. ^ A tavolino, poiché l'União de Leiria scese in campo con un giocatore squalificato.
  8. ^ (ET) Võistkond: Tallinna FC Levadia.
  9. ^ (ET) Esindusmeeskond, su fclevadia.ee.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]