Finale della Coppa dei Campioni 1975-1976

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Coppa dei Campioni 1975-1976.

Finale della Coppa dei Campioni 1975-1976
Bayern hattrick champions league trophies.jpg
La terza Coppa dei Campioni vinta dal Bayern
Dettagli evento
Competizione Coppa dei Campioni 1975-1976
Data 12 maggio 1976
Città Glasgow
Impianto di gioco Hampden Park
Spettatori 54 670
Risultato
Bayern Monaco
1
Saint-Étienne
0
Arbitro Ungheria Károly Palotai
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale della 21ª edizione di Coppa dei Campioni è stata disputata il 12 maggio 1976 all'Hampden Park di Glasgow tra Bayern Monaco e Saint-Étienne. All'incontro hanno assistito circa 55 000 spettatori. La partita, arbitrata dal'ungherese Károly Palotai, ha visto la vittoria per 1-0 del club bavarese.

Il cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

Il Bayern Monaco di Dettmar Cramer, campione in carica, iniziò il cammino europeo contro i lussemburghesi del Jeunesse Esch, superando il turno agilmente con un risultato aggregato di 8-1. Agli ottavi di finale gli svedesi del Malmö FF riuscirono a battere il Bayern in casa per 1-0, ma il risultato fu ribaltato grazie al 2-0 dell'Olympiastadion. Ai quarti il Benfica riuscì ad arginare il gioco dei tedeschi al da Luz di Lisbona, ma nella gara di ritorno capitolò con un pesante 5-1. In semifinale l'ostico Real Madrid fu eliminato con un risultato complessivo di 3-1. Per il Bayern si trattò della terza finale consecutiva.

Il Saint-Étienne di Robert Herbin, esordì al primo turno contro i danesi del KB, superandoli con un risultato aggregato di 5-1. Agli ottavi di finale affrontarono e sconfissero gli scozzesi dei Rangers, con un 4-1 tra andata e ritorno, impedendo ai protestanti di Glasgow di poter giocare la finale in casa. Ai quarti i sovietici della Dinamo Kiev, campioni in carica di Coppa delle Coppe e Supercoppa UEFA, batterono per 2-0 les Verts, che però al ritorno vinsero con il medesimo risultato nei novanta minuti e con un gol di Dominique Rocheteau nei supplementari riuscirono a qualificarsi alle semifinali. In questo turno ad arrendersi ai francesi fu il PSV, che perse 1-0 al Geoffroy Guichard e non riuscì ad andare oltre lo 0-0 casalingo.

La partita[modifica | modifica wikitesto]

A Glasgow va in scena una finale inedita tra i tedeschi occidentali del Bayern Monaco, campioni in carica e vincitori di due Coppe dei Campioni, e i francesi del Saint-Étienne che raggiungono la finale del maggior trofeo continentale 17 anni dopo lo Stade Reims, ultima squadra transalpina a riuscirvi.[1] Gli uomini di Herbin, con 50 000 supporters al seguito, si giocano la partita a viso aperto col Bayern che però si rende pericoloso due volte con Gerd Müller e Karl-Heinz Rummenigge. Al primo viene annullato un gol regolare, mentre il tiro del secondo viene respinto da Ivan Ćurković quando la palla aveva già oltrepassato la linea di porta. I verdi si svegliano dal torpore e cominciano ad attaccare colpendo anche due traverse, ma complice l'assenza di Rocheteau, i forcing offensivi risultano piuttosto sterili. Nella seconda frazione di gioco è Franz Roth ad aprire le marcature, come aveva già fatto l'anno precedente, con una rete da calcio piazzato. Nel finale entra anche la stella Rocheteau per un esausto Christian Sarramagna, ma il filone non cambia e il Bayern si laurea campione d'Europa per la terza volta consecutiva.[2]

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Glasgow
12 maggio 1976, ore 21:15
Bayern Monaco 1 – 0
referto
Saint-Étienne Hampden Park (54 670 spett.)
Arbitro Ungheria Károly Palotai

Formazioni:

Bayern Monaco
P 1 Germania Sepp Maier
D 2 Danimarca Johnny Hansen
D 3 Germania Hans-Georg Schwarzenbeck
D 4 Germania Franz Beckenbauer Captain
D 5 Germania Udo Horsmann
C 6 Germania Bernd Dürnberger
C 7 Germania Franz Roth
C 8 Germania Jupp Kapellmann
A 9 Germania Karl-Heinz Rummenigge
A 10 Germania Gerd Müller
A 11 Germania Uli Hoeneß
Allenatore:
Germania Dettmar Cramer
Bayern Munich vs Saint-Étienne 1976-05-12.svg
Saint-Étienne
P 1 Jugoslavia Ivan Ćurković
D 2 Francia Pierre Repellini
D 3 Argentina Oswaldo Piazza
D 4 Francia Christian Lopez
D 5 Francia Gérard Janvion
C 6 Francia Dominique Bathenay
C 7 Francia Jacques Santini
C 8 Francia Jean-Michel Larqué Captain
C 9 Francia Patrick Revelli
A 10 Francia Hervé Revelli
A 11 Francia Christian Sarramagna Uscita al 83’ 83’
Sostituzioni:
A 12 Francia Dominique Rocheteau Ingresso al 83’ 83’
Allenatore:
Francia Robert Herbin

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 1975/76: Roth regala il tris al Bayern, it.uefa.com, 12 maggio 1976.
  2. ^ Terno secco dei bavaresi: in finale battuto il volonteroso Saint Etienne, su storiedicalcio.altervista.org. URL consultato il 6 agosto 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio