Coppa dei Campioni 1991-1992

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coppa dei Campioni 1991-1992
Competizione UEFA Champions League
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 37ª
Organizzatore UEFA
Date 18 settembre 1991 - 20 maggio 1992
Partecipanti 32
Risultati
Vincitore Barcellona
(1º titolo)
Secondo Sampdoria
Statistiche
Miglior marcatore URSS Sergej Juran (7)
Francia Jean-Pierre Papin (7)
Incontri disputati 73
Gol segnati 173 (2,37 per incontro)
Wembley Twin Towers.jpg
Lo Stadio di Wembley di Londra teatro della finale
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1990-1991 1992-1993 Right arrow.svg

La Coppa dei Campioni 1991-1992 fu la trentasettesima edizione della massima manifestazione continentale di calcio, e fu vinta dal Barcellona, che sconfisse in finale la Sampdoria per 1-0. Per il Barcellona fu il primo trionfo in questa competizione.

Formato[modifica | modifica wikitesto]

Il torneo vide per la prima volta dopo oltre trent'anni un cambio a livello di formula che farà da apripista al rinnovamento della manifestazione avvenuto nella stagione successiva: i quarti di finale e le semifinali furono rimpiazzati da due gironi all'italiana in cui le prime classificate si sarebbero qualificate in finale.

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Barcellona Spagna 3 - 1 Germania Hansa Rostock[1] 3 - 0 0 - 1
Kaiserslautern Germania 3 - 1 Bulgaria Etar 2 - 0 1 - 1
Luxembourg Lussemburgo 0 - 10 Francia Olympique Marsiglia 0 - 5 0 - 5
Sparta Praga Cecoslovacchia 2 - 2 g. f. c. Scozia Rangers Glasgow 1 - 0 1 - 2
Ħamrun Spartans Malta 0 - 10 Portogallo Benfica 0 - 6 0 - 4
Arsenal Inghilterra 6 - 2 Austria Austria Vienna 6 - 1 0 - 1
HJK Helsinki Finlandia 0 - 4 Ucraina Dinamo Kiev[2] 0 - 1 0 - 3
Brøndby Danimarca 4 - 2 Polonia Zagłębie Lubin 3 - 0 1 - 2
Fram Reykjavík Islanda 2 - 2 g. f. c. Grecia Panathinaikos 2 - 2 0 - 0
IFK Göteborg Svezia 1 - 1 g. f. c. Albania Flamurtari 0 - 0 1 - 1
Beşiktaş Turchia 2 - 3 Paesi Bassi PSV Eindhoven 1 - 1 1 - 2
Anderlecht Belgio 4 - 1 Svizzera Grasshopper 1 - 1 3 - 0
Stella Rossa Jugoslavia 8 - 0 Irlanda del Nord Portadown 4 - 0 4 - 0
Universitatea Craiova Romania 2 - 3 Cipro Apollon Limassol 2 - 0 0 - 3
Honvéd Ungheria 3 - 2 Irlanda Dundalk 1 - 1 2 - 0
Sampdoria Italia 7 - 1 Norvegia Rosenborg 5 - 0 2 - 1

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Barcellona Spagna 3 - 3 g. f. c. Germania Ovest Kaiserslautern 2 - 0 1 - 3
Olympique Marsiglia Francia 4 - 4 g. f. c. Cecoslovacchia Sparta Praga 3 - 2 1 - 2
Benfica Portogallo 4 - 2 Inghilterra Arsenal 1 - 1 3 - 1 (dts)
Dinamo Kiev[2] Ucraina 2 - 1 Danimarca Brøndby 1 - 1 1 - 0
Panathinaikos Grecia 4 - 2 Svezia IFK Göteborg 2 - 0 2 - 2
PSV Eindhoven Paesi Bassi 0 - 2 Belgio Anderlecht 0 - 0 0 - 2
Stella Rossa Jugoslavia 5 - 1 Cipro Apollon Limassol 3 - 1 2 - 0
Honvéd Ungheria 3 - 4 Italia Sampdoria 2 - 1 1 - 3

Fase a gruppi[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Italia Sampdoria 8 6 3 2 1 10 5 +5
Jugoslavia Stella Rossa 6 6 3 0 3 9 10 -1
Belgio Anderlecht 6 6 2 2 2 8 9 -1
Grecia Panathīnaïkos 4 6 0 4 2 1 4 -3
Prima giornata
Sampdoria 2–0 Stella Rossa
Anderlecht 0–0 Panathīnaïkos
Seconda giornata
Panathīnaïkos 0–0 Sampdoria
Stella Rossa 3–2 Anderlecht
Terza giornata
Panathīnaïkos 0–2 Stella Rossa
Anderlecht 3–2 Sampdoria
Quarta giornata
Stella Rossa 1–0 Panathīnaïkos
Sampdoria 2–0 Anderlecht
Quinta giornata
Panathīnaïkos 0–0 Anderlecht
Stella Rossa 1–3 Sampdoria
Sesta giornata
Anderlecht 3–2 Stella Rossa
Sampdoria 1–1 Panathīnaïkos

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Spagna Barcellona 9 6 4 1 1 10 4 +6
Cecoslovacchia Sparta Praga 6 6 2 2 2 7 7 0
Portogallo Benfica 5 6 1 3 2 8 5 +3
Ucraina Dinamo Kiev[2] 4 6 2 0 4 3 12 -9
Prima giornata
Barcellona 3–2 Sparta Praga
Dinamo Kiev 1–0 Benfica
Seconda giornata
Sparta Praga 2–1 Dinamo Kiev
Benfica 0–0 Barcellona
Terza giornata
Dinamo Kiev 0–2 Barcellona
Benfica 1–1 Sparta Praga
Quarta giornata
Barcellona 3–0 Dinamo Kiev
Sparta Praga 1–1 Benfica
Quinta giornata
Sparta Praga 1–0 Barcellona
Benfica 5–0 Dinamo Kiev
Sesta giornata
Dinamo Kiev 1–0 Sparta Praga
Barcellona 2–1 Benfica

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Finale della Coppa dei Campioni 1991-1992.
Londra
20 maggio 1992, ore 19:15 UTC
Barcellona Flag of Spain.svg 1 – 0
(d.t.s.)
referto
Flag of Italy.svg Sampdoria Wembley Stadium (70,827 spett.)
Arbitro Germania Ovest Aron Schmidhuber

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Barcellona
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Sampdoria
Barcellona
P 1 Spagna Andoni Zubizarreta (C)
TD 2 Spagna Nando
DC 3 Spagna Albert Ferrer
DC 4 Paesi Bassi Ronald Koeman
TS 5 Spagna Juan Carlos
C 6 Spagna José Mari Bakero Yellow card.svg
AD 7 Spagna Julio Salinas Sub off.svg64'
AS 8 Bulgaria Hristo Stoičkov
A 9 Danimarca Michael Laudrup
C 10 Spagna Josep Guardiola Sub off.svg113'
C 11 Spagna Eusebio Sacristán
Sostituzioni:
C 16 Spagna Jon Andoni Goikoetxea Sub on.svg64'
D 12 Spagna José Ramón Alexanko Sub on.svg113'
Allenatore:
Paesi Bassi Johan Cruijff
FC Barcelona-Sampdoria 1992-05-20.svg
P 1 Italia Gianluca Pagliuca
TD 2 Italia Moreno Mannini Yellow card.svg
TS 3 Jugoslavia Srečko Katanec
CC 4 Italia Fausto Pari
DC 5 Italia Pietro Vierchowod Yellow card.svg
LIB 6 Italia Marco Lanna
CLD 7 Italia Attilio Lombardo
CC 8 Brasile Toninho Cerezo
A 9 Italia Gianluca Vialli Sub off.svg100'
A 10 Italia Roberto Mancini (C) Yellow card.svg
CLS 11 Italia Ivano Bonetti Sub off.svg72'
Sostituzioni:
C 14 Italia Giovanni Invernizzi Sub on.svg72'
A 16 Italia Renato Buso Sub on.svg100'
Allenatore:
Jugoslavia Vujadin Boškov

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
7 Russia Sergej Juran Ucraina Dinamo Kiev
7 Francia Jean-Pierre Papin Francia O. Marsiglia
6 Italia Gianluca Vialli Italia Sampdoria
6 Jugoslavia Darko Pančev Jugoslavia Stella Rossa
6 Belgio Luc Nilis Belgio Anderlecht

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Qualificata come campione dell'Oberliga 1990-'91, ma dal 3 ottobre 1990 la Germania era stata riunificata
  2. ^ a b c Qualificata come campione sovietico 1990, ma l'Ucraina dichiarò l'indipendenza il 24 agosto 1991

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio