Statistiche della UEFA Champions League

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: UEFA Champions League.

Cartina dei paesi membri dell'UEFA:

__ Stato membro dell'UEFA rappresentato almeno una volta nella fase a gironi

__ Stato membro dell'UEFA non rappresentato mai nella fase a gironi

__ Stato non membro dell'UEFA

DK-Porto15 (9).jpg Shahter-Reak M 2015 (11).jpg
Iker Casillas (a sinistra) e Cristiano Ronaldo (a destra) sono rispettivamente il giocatore il giocatore con più presenze (158) e realizzazioni (89) nella storia della competizione.

Questa pagina riporta le statistiche dettagliate sulla Coppa dei Campioni (1955-1992) e sulla Champions League (1992-1993 ad oggi).

Vittorie per squadra[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadre Coppe Anni
1 Real Madrid 10 1955-1956, 1956-1957, 1957-1958, 1958-1959, 1959-1960, 1965-1966, 1997-1998, 1999-2000, 2001-2002, 2013-2014
2 Milan 7 1962-1963, 1968-1969, 1988-1989, 1989-1990, 1993-1994, 2002-2003, 2006-2007
3 Liverpool 5 1976-1977, 1977-1978, 1980-1981, 1983-1984, 2004-2005
3 Bayern Monaco 5 1973-1974, 1974-1975, 1975-1976, 2000-2001, 2012-2013
3 Barcellona 5 1991-1992, 2005-2006, 2008-2009, 2010-2011, 2014-2015
6 Ajax 4 1970-1971, 1971-1972, 1972-1973, 1994-1995
7 Manchester Utd 3 1967-1968, 1998-1999, 2007-2008
7 Inter 3 1963-1964, 1964-1965, 2009-2010
9 Benfica 2 1960-1961, 1961-1962
9 Nottingham Forest 2 1978-1979, 1979-1980
9 Juventus 2 1984-1985, 1995-1996
9 Porto 2 1986-1987, 2003-2004
13 Celtic 1 1966-1967
13 Feyenoord 1 1969-1970
13 Aston Villa 1 1981-1982
13 Amburgo 1 1982-1983
13 Steaua Bucarest 1 1985-1986
13 PSV 1 1987-1988
13 Stella Rossa 1 1990-1991
13 O. Marsiglia 1 1992-1993
13 Borussia Dortmund 1 1996-1997
13 Chelsea 1 2011-2012

Vittorie per nazione[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Nazione Vincitrici Finaliste perdenti Club vincitori
1 Spagna Spagna 15 10 Real Madrid (10), Barcellona (5)
2 Italia Italia 12 15 Milan (7), Inter (3), Juventus (2)
3 Inghilterra Inghilterra 12 7 Liverpool (5), Manchester United (3), Nottingham Forest (2), Aston Villa, Chelsea (1)
4 Germania Germania 7 10 Bayern Monaco (5), Amburgo, Borussia Dortmund (1)
5 Paesi Bassi Paesi Bassi 6 2 Ajax (4), Feyenoord, PSV Eindhoven (1)
6 Portogallo Portogallo 4 5 Benfica, Porto (2)
7 Francia Francia 1 5 Olympique Marsiglia (1)
7 Romania Romania 1 1 Steaua Bucarest (1)
7 Scozia Scozia 1 1 Celtic (1)
7 Jugoslavia Jugoslavia 1 1 Stella Rossa (1)
- Belgio Belgio 1 -
- Grecia Grecia 1 -
- Svezia Svezia 1 -

Percentuale vittorie rispetto alle partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Dati aggiornati alla edizione 2014-2015

Pos. Squadre Vittorie Partecipazioni % vittorie rispetto a partecipazioni
1 Nottingham Forest 2 3 66,7%
2 Aston Villa 1 2 50%
3 Milan 7 28 25%
4 Liverpool 5 21 23,8%
5 Real Madrid 10 45 22,2%
6 Barcellona 5 25 20%
7 Amburgo 1 6 16,7%
8 Bayern Monaco 5 31 16,1%
9 Inter 3 19 15,8%
10 Ajax 4 31 12,9%
11 Manchester Utd 3 26 11,5%
12 Chelsea 1 13 7,7%
13 Borussia Dortmund 1 14 7,1%
13 O. Marsiglia 1 14 7,1%
15 Juventus 2 29 6,9%
15 Porto 2 29 6,9%
17 Feyenoord 1 15 6,7%
18 Benfica 2 34 5,9 %
19 Stella Rossa 1 22 4,5%
20 Steaua Bucarest 1 24 4,2%
20 PSV 1 24 4,2%
21 Celtic 1 29 3,4%

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate all'edizione 2014-2015 (turni preliminari compresi).

Part. Squadra
45 Real Madrid
34 Benfica
32 Dinamo Kiev, Anderlecht
31 Ajax, Bayern Monaco
30 Rangers
29 Celtic, Juventus, Olympiakos, Porto
28 Milan
27 Linfield Linfield
26 Panathinaïkos, Manchester Utd
25 CSKA Sofia, Barcellona
24 Sparta Praga, PSV, Steaua Bucarest
23 Fenerbahçe, Galatasaray
22 Jeunesse Esch Jeunesse Esch, Stella Rossa
21 Rosenborg, Liverpool
19 Arsenal, Inter, Omonia, Austria Vienna Austria Vienna
18 Dinamo Bucarest, Partizan Partizan, Spartak Mosca
17 Sporting CP
16 Besiktas Beşiktaş, Levski Sofia Levski Sofia, Dinamo Zagabria,
15 Club Bruges, Feyenoord, HJK HJK, IFK Göteborg, Rapid Vienna, Basilea, O. Lione
14 AEK Atene, Borussia Dortmund, Malmö FF, KF Tirana KF Tirana, Valletta Valletta, Grasshoppers, O. Marsiglia, Šachtar
13 Chelsea, APOEL Nicosia
12 Glentoran Glentoran, Górnik Zabrze, Monaco, Skonto Skonto, Standard Liegi Standard Liegi
11 Brøndby, Copenaghen Copenaghen, F91 Dudelange F91 Dudelange, Ferencváros, Sheriff Tiraspol Sheriff Tiraspol, Ujpest Újpest, Zurigo
10 Atlético Madrid, Dukla Praga, Hajduk Spalato Hajduk Spalato, Maribor Maribor, Pribram Příbram, P'yownik P'yownik, Saint-Étienne, Sliema Wanderers Sliema Wanderers, Valencia
9 Admira/Wacker Admira/Wacker, CSKA Mosca, Honved Honvéd, IA Akranes ÍA Akranes, Legia Varsavia Legia Varsavia, Shamrock Rovers, Roma, Trabzonspor, Werder Brema, BATĖ Borisov, Dinamo Tbilisi Dinamo Tbilisi, Slovan Bratislava Slovan Bratislava, Schalke 04
8 Anorthosis Anorthōsī, Bayer Leverkusen, Dinamo Berlino Dinamo Berlino, FBK Kaunas FBK Kaunas, Haka Haka, Hibernians Hibernians, KR Reykjavik KR Reykjavík, , Maccabi Haifa Maccabi Haifa, Nantes, Partizani Tirana, Salisburgo Salisburgo, Slavia Praga Slavia Praga, Valur Valur, Wisla Cracovia Wisla Cracovia,
7 , Bordeaux, Dinamo Dresda, Dinamo Tirana Dinamo Tirana, Dundalk Dundalk, Flora Tallinn Flora Tallinn, Floriana Floriana, HB Torshavn HB Tórshavn, MTK Budapest, Servette Servette, Vasas, Viking Viking, Young Boys Young Boys, Paris SG, The New Saints The New Saints
6 Amburgo, Avenir Beggen Avenir Beggen, Barry Town Barry Town, Bohemians Bohemians, Borussia M'gladbach, Debrecen Debrecen, Djurgården, Ekranas Ekranas, Shelbourne Shelbourne, Valerenga Vålerenga, Vorwarts Berlino Vorwärts Berlino, Waterford Waterford, Zilina Žilina, Zenit S. Pietroburgo
5 Aarhus Aarhus, Beitar Gerusalemme Beitar Gerusalemme, Deportivo, FH Hafnarfjordur FH Hafnarfjörður, Fiorentina, Lahti Lahti, Lazio, Lech Poznań, Levadiakos Levadiakos, Lilla, Lillestrom Lillestrøm, Lokomotiv Mosca, Maccabi Tel Aviv, Manchester City, Napoli, Neftçi Baku Neftçi Baku, Ruch Chorzow Ruch Chorzów, Spartak Trnava Spartak Trnava, Stoccarda, Sturm Graz, Widzew Łódź, Zeljezničar Željezničar,
4 Aqtobe Aqtöbe, Athletic Bilbao, B36 Torshavn B36 Tórshavn, Banik Ostrava Baník Ostrava, Derry City Derry City, Dinamo Minsk, Ekranas Ekranas, Esbjerg Esbjerg, Fram Reykjavik Fram Reykjavík, Genk Genk, Halmstad, Hamrun Spartans Ħamrun Spartans, Keflavik Keflavík, KuPS KuPS, Kuusysi Kuusysi, Leeds Utd, Liteks Loveč Liteks Loveč, Lyn Oslo Lyn Oslo, IFK Norrköping, Odense Odense, Oster Öster, PAOK Salonicco PAOK Salonicco, Siviglia, Stade Reims Stade Reims, Tampere Utd Tampere Utd, TPS TPS, Twente, Univ. Craiova Univ. Craiova, Vardar Vardar, VB Vagur VB Vágur, Ventspils Ventspils, Wacker Innsbruck Wacker Innsbruck, Zimbru Chisinau Zimbru Chișinău, Real Sociedad
3 Aalborg Aalborg, Aberdeen, AIK AIK, Aris Salonicco, Aris Bonnevoie Aris Bonnevoie, Auxerre, B 1903 B 1903, B 1909 B 1909, Birkirkara Birkirkara, Boavista Boavista, Carl Zeiss Jena Carl Zeiss Jena, CFR Cluj, Colonia, Crusaders Crusaders, Dublin City Dublin City, Erzgebirge Aue Erzgebirge Aue, Everton, FC Santa Coloma FC Santa Coloma, Fredrikstad Fredrikstad, Gorica Gorica, Grazer AK Grazer AK, Gyori ETO Győri ETO, Hearts Hearts, Hvidovre Hvidovre, IBV Vestmannaeyja ÍBV Vestmannæyja, Newcastle, Nottingham Forest, Olympiakos, Parma, Petrolul Ploiesti Petrolul Ploiești, Portadown Portadown, Rabotnički Rabotnički, Rapid Bucarest Rapid Bucarest, Reipas Lahti Reipas Lahti, Rubin Kazan', Sarajevo Sarajevo, Senica Senica, Sloga Jugomagnat Sloga Jugomagnat, Slovan Liberec Slovan Liberec, Spora Luxembourg Spora Luxembourg, St Patrick's St Patrick's, Torpedo Kutaisi Torpedo Kutaisi, Tre Fiori Tre Fiori, Udinese, Union Luxembourg Union Luxembourg, Vikingur Víkingur, Villarreal, Vllaznia Vllaznia, Wiener Sport-Club Wiener Sport-Club
2 Oulu Oulu, AEL Limassol AEL Limassol, Apollon Kalamaria, Arges Pitesti Argeș Pitești, Aston Villa, Athlone Town Athlone Town, AZ Alkmaar AZ Alkmaar, Baku Baku, Braga Braga, Brann Brann, Budućnost Budućnost, Dnipro Dnipro, Domzale Domžale, Glenavon Glenavon, Gwardia Varsavia Gwardia Varsavia, Hapoel Tel Aviv Hapoel Tel Aviv, Helsingborg Helsingborg, Inter Baku İnter Baku, Kaiserslautern Kaiserslautern, KI Klaksvik KÍ Klaksvík, Kepez Kəpəz, Liepāja Liepāja, Lierse Lierse, Lokomotiv Sofia Lokomotiv Sofia, Lyngby Lyngby, Maardu Maardu, Magdeburgo, Maiorca Maiorca, Met'alurgi Rustavi Met'alurgi Rustavi, Mogren Mogren, Molde Molde, Murata Murata, Neuchatel Xamax Serrières Neuchâtel Xamax, Nizza, Norimberga Norimberga, Olimpia Lubiana Olimpia Lubiana, Olympiakos Nicosia Olympiakos Nicosia, Progres Niedercorn Progrès Niedercorn, Rabat Ajax Rabat Ajax, Semkir Şəmkir, Sampdoria, Sileks Kratovo Sileks Kratovo, Sion, Siroki Brijeg Široki Brijeg, Skenderbeu Skënderbeu, Slask Wroclaw Sląsk Wrocław, Slavia Praga Slavia Praga, Stal Mielec Stal Mielec, Tottenham, Unirea Urziceni Unirea Urziceni, UTA Arad UTA Arad, Vaslui Vaslui, Vojvodina, WIT Georgia WIT Georgia, Wolverhampton Wolverhampton, Zest'aponi Zest'aponi, Zrinjski Mostar Zrinjski Mostar, Saxter Şaxter Qarağandı, Tre Penne Tre Penne
1 AB AB, Alanija Vladikavkaz Alanija Vladikavkaz, Ararat Ararat, Ards Ards, Atvidaberg Åtvidaberg, B68 Toftir B68 Toftir, Bangor Bangor, Belšyna Belšyna, Beroe Beroe, Beveren, Blackburn, Bohemians 1905 Bohemians 1905, Bologna, Borac Banja Luka Borac Banja Luka, Botev Plovdiv Botev Plovdiv, Breidablik Breiðablik, Brno Brno, Burnley, Bursaspor Bursaspor, Cagliari, Celta Vigo, Chievo, Cliftonville Cliftonville, Coleraine Coleraine, Cork Celtic Cork Celtic, Cork Hibernians Cork Hibernians, Csepel Csepel, Cwmbran Town Cwmbran Town, Dacia Chisinau Dacia Chișinău, Differdange 03 Differdange 03, Dinamo Mosca Dinamo Mosca, Distillery Distillery, Dnepr Dnepr, Drumcondra Drumcondra, Dunakanyar-Vac Dunakanyar-Vác, Dundee Utd Dundee Utd, EB/Streymur EB/Streymur, E. Braunschweig, E. Francoforte, Elbasani Elbasani, Elfsborg Elfsborg, EPA Larnaca EPA Larnaca, Ertis, Etar Etar, Flamurtari Valona Flamurtari Valona, Gent Gent, Grevenmacher Grevenmacher, Hansa Rostock Hansa Rostock, Hapoel Haifa Hapoel Haifa, Heerenveen Heerenveen, Herfolge Herfølge, Hertha Berlino Hertha Berlino, Hibernian Hibernian, HIFK HIFK, Homel' Homel', Hradec Kralove Hradec Králové, IFK Malmo IFK Malmö, Inter Bratislava Inter Bratislava, Inter Turku Inter Turku, Ipswich Town Ipswich Town, Ironi K. Shmona Ironi K. Shmona , Jazz Jazz, KA Akureyri KA Akureyri, Kalmar Kalmar, KB KB, Kilmarnock Kilmarnock, Koge BK Køge BK, KPV KPV, Koper Koper, La Chaux-de-Fonds La Chaux-de-Fonds, Lantana Tallinn Lantana Tallinn, Larissa Larissa, LASK Linz LASK Linz, Lech Poznań, Leotar Leotar, Linz Linz, Llanelli Llanelli, ŁKS Łódź, Lokomotiv Plovdiv Lokomotiv Plovdiv, Losanna Losanna, Lucerna, Ludogorec Ludogorec, Lusitans Lusitans, Makedonija G.P. Makedonija G.P., Málaga, Marsaxlokk Marsaxlokk, Mechelen, Mlada Boleslav Mladá Boleslav, Monaco 1860, Montpellier, Moss Moss, Motherwell Motherwell, MyPa MyPa, NK Zagabria NK Zagabria, Nordsjælland, NSI Runavik NSÍ Runavík, Orgryte Örgryte, Osasuna, Otelul Galati Oțelul Galați, Plzen Plzeň, Polonia Bytom Polonia Bytom, Polonia Varsavia Polonia Varsavia, Qaýrat Qaýrat, Ranger's Rànger's, Betis, Red Boys Differdange Red Boys Differdange, Renova Renova, Rijeka, Roda JC Roda JC, Rot-Weiss Essen Rot-Weiss Essen, Rudar Pljevlja Rudar Pljevlja, Ruzomberok Ružomberok, RWD Molenbeek RWD Molenbeek, Saarbrucken Saarbrücken, Sachcer Salihorsk Šachcër Salihorsk, Sachsen Lipsia Sachsen Lipsia, San Gallo San Gallo, Shkendija Tirana Shkëndija Tirana, Silkeborg Silkeborg, Sioni Bolnisi Sioni Bolnisi, Sirak Širak, Sivasspor Sivasspor, Skeid Skeid, Sligo Rovers Sligo Rovers, Spartak Plovdiv Spartak Plovdiv, Stabaek Stabæk, Stade Dudelange Stade Dudelange, Strasburgo Strasburgo, Stromsgodset Strømsgodset, Suduroy Suðuroy, Swarovski Tirol Swarovski Tirol, Szombierki Bytom Szombierki Bytom, Tavrija Sinferopoli Tavrija Sinferopoli, Teplice Teplice, Thun Thun, Timisoara Timișoara, Tiraspol Tiraspol, Tobıl Tobıl, Tolosa, Torino, Torpedo Mosca Torpedo Mosca, Trakia Plovdiv Trakia Plovdiv, Ulisses Ulisses, Vejle Vejle, Verona, Videoton, Vikingur Víkingur, Vitoria Guimaraes Vitória Guimarães, Vitkovice Vítkovice, VOEST Linz VÖEST Linz, Willem II Willem II, Wolfsburg, Xezer-Lenkeran Xəzər-Lənkəran, Zaglebie Lubin Zagłębie Lubin, Zalaegerszeg Zalaegerszeg, Zbrojovka Brno Zbrojovka Brno, Zeta Golubovci Zeta Golubovci, Zorja Zorja

Classifica di presenze[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Classifica di presenze in UEFA Champions League.

Dati aggiornati al 9 dicembre 2015. In grassetto sono indicati i giocatori ancora in attività in squadre europee.[1]

Pos. Naz. Giocatore Presenze totali Presenze senza preliminari Debutto in Champions Squadre
1 Spagna Casillas, Iker Iker Casillas 158 156 1999 Real Madrid, Porto
2 Spagna Xavi 157 151 1999 Barcellona
3 Galles Giggs, Ryan Ryan Giggs 151 141 1993 Manchester United
4 Spagna Raul Raúl 144 142 1995 Real Madrid, Schalke 04
5 Italia Maldini, Paolo Paolo Maldini[2] 139[3] 135[4] 1988 Milan
6 Paesi Bassi Seedorf, Clarence Clarence Seedorf 131 125 1994 Ajax, Real Madrid, Inter, Milan
7 Inghilterra Scholes, Paul Paul Scholes 130 124 1994 Manchester United
8 Brasile Roberto Carlos 128 120 1997 Real Madrid, Fenerbahçe
9 Portogallo Ronaldo, Cristiano Cristiano Ronaldo 125 121 2002 Sporting Lisbona, Manchester United, Real Madrid
10 Spagna Puyol, Carles Carles Puyol 120 115 1999 Barcellona

Migliori marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Classifica dei marcatori della UEFA Champions League.

Dati aggiornati al 9 dicembre 2015. In grassetto sono indicati i giocatori ancora in attività in squadre europee. La classifica è in ordine in base a tutti i gol segnati in carriera inclusi i gol nei turni preliminari.[1]

Pos. Naz. Giocatore Gol Presenze Media Gol senza preliminari Debutto in Champions Squadre
1 Portogallo Ronaldo, Cristiano Cristiano Ronaldo 89 125 0,71 88 2002 Sporting Lisbona, Manchester United, Real Madrid
2 Argentina Messi, Lionel Lionel Messi 80 102 0,78 80 2004 Barcellona
3 Spagna Raul Raúl 71 144 0,49 71 1995 Real Madrid, Schalke 04
4 Paesi Bassi Nistelrooij, Ruud van Ruud van Nistelrooij 60 81 0,74 56 1999 PSV Eindhoven, Manchester United, Real Madrid
5 Ucraina Sevcenko, Andrij Andrij Ševčenko 59 116 0,51 48 1994 Dinamo Kiev, Milan, Chelsea
6 Francia Henry, Thierry Thierry Henry 51 115 0,44 50 1997 Monaco, Arsenal, Barcellona
7 Italia Inzaghi, Filippo Filippo Inzaghi 50 85 0,59 46 1998 Juventus, Milan
8 ArgentinaSpagna Di Stefano, Alfredo Alfredo Di Stéfano 49 58 0,84 49 1955 Real Madrid
9 Portogallo Eusébio 47 64 0,73 46 1961 Benfica
10 Francia Karim Benzema 46 77 0,60 46 2005 Lione, Real Madrid
10 Svezia Ibrahimović, Zlatan Zlatan Ibrahimović 46 119 0,39 45 2001 Ajax, Juventus, Inter, Barcellona, Milan, Paris Saint-Germain

Altri record[modifica | modifica wikitesto]

Di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Primi vincitori[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Real Madrid è stata la prima squadra a vincere la Coppa dei Campioni (contro lo Stade Reims) e ha vinto tutte le prime 5 edizioni della manifestazione.
  • Il Celtic è stata la prima squadra a vincere il nuovo trofeo (in gergo "la coppa dalle grandi orecchie") dopo aver sconfitto l'Inter nella finale del 1966-1967. L'ultima squadra ad aver vinto il vecchio trofeo è stata il Real Madrid l'anno precedente.
  • Soltanto Milan, Real Madrid e Inter hanno vinto entrambe le versioni del trofeo materiale (la coppa è stata modificata nella stagione 1966-1967[5]).
  • L'Olympique Marsiglia è stata la prima squadra a vincere la UEFA Champions League (fino ad allora era la Coppa dei Campioni) nel 1992-1993, sconfiggendo il Milan in finale.
  • Milan, Ajax, Juventus, Real Madrid, Manchester United, Bayern Monaco, Porto, Liverpool, Barcellona e Inter hanno vinto il torneo sia quando era denominato "Coppa dei Campioni" sia "UEFA Champions League".
  • Il Real Madrid è stata la prima squadra a vincere la Coppa dei Campioni/Champions League per 10 volte.

Imbattibilità[modifica | modifica wikitesto]

Maggior numero di partite consecutive[modifica | modifica wikitesto]

  • La Juventus ha giocato in Champions League 43 partite in turni consecutivi del torneo (esclusi i preliminari). Dal 13 settembre 1995 al 21 aprile 1999, infatti, la squadra torinese ha disputato tutte le 11 partite (6 nella fase a gironi e 5 in quella ad eliminazione diretta) delle edizioni 1995-1996, 1996-1997 e 1997-1998 e 10 dell'edizione 1998-1999 (6 nella fase a gironi e 4 in quella ad eliminazione diretta).

Minor numero di reti subite da una squadra vincitrice in tutto il torneo[modifica | modifica wikitesto]

  • L'Aston Villa nell'edizione 1981-82 ed il Milan nell'edizione 1993-94 sono le squadre vincitrici con il minor numero di reti subite in tutto il torneo (2). Tuttavia mentre l'Aston Villa ha subito le due reti in 9 partite complessive con una media gol al passivo di 0,22, il Milan ha subito le stesse due reti in 12 partite totali con una media gol al passivo pari a 0,17.

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Real Madrid è il club che detiene il record di partecipazioni alla competizione, 45. Il Real Madrid detiene inoltre il record di finali disputate (13) di finali consecutive (5), di vittorie consecutive (5) e di vittorie complessive (10).
  • Sempre il Real Madrid ha registrato il maggior numero di partecipazioni consecutive nella Coppa dei Campioni: 15, dal 1955-1956 al 1969-1970.
  • Il Manchester United ed il Real Madrid detengono il record di partecipazioni consecutive alla fase a gironi della Champions League: 18, rispettivamente dalla stagione 1996-1997 alla stagione 2013-2014 per lo United e dalla stagione 1997-1998 alla stagione 2014-2015 per il Real Madrid. Segue l'Arsenal con 17 (dal 1998-1999 al 2014-2015).

Vittoria di altri trofei[modifica | modifica wikitesto]

Mancata vittoria del titolo nazionale[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Nottingham Forest è l'unica squadra ad aver vinto più Coppe Campioni che campionati nazionali: dopo aver vinto la First Division del 1977-1978, la squadra ha vinto il titolo europeo nel 1978-1979 e ha partecipato alla competizione successiva come detentrice del titolo, vincendo anche quella edizione (1979-1980).
  • Il treble registrato dal Manchester United nella stagione 1998-1999 fu il primo caso in cui la squadra vincente non aveva vinto né il proprio campionato né la Coppa dei Campioni/Champions League dell'anno precedente.

Migliori vittorie e peggiori sconfitte[modifica | modifica wikitesto]

  • La vittoria con maggior scarto in Coppa dei Campioni/Champions League si è registrata in Dinamo Bucarest-Crusaders (11-0) del 3 ottobre 1973, incontro valido per i sedicesimi di finale dell'edizione 1973-1974.[10]
  • La vittoria con maggior scarto nella sola Champions League è il risultato di 10-0 verificatosi il 18 luglio 2011 in occasione dell'andata del primo turno preliminare dell'edizione 2011-2012 tra HJK (vincitore della gara) e Bangor City.[10]
  • La vittoria con maggior scarto nella sola fase finale della Champions League (esclusi quindi i turni preliminari) si è registrata in Liverpool-Beşiktaş 8-0 del 6 novembre 2007, partita valevole per la quarta giornata della fase a gironi dell'edizione 2007-2008, e in Real Madrid-Malmö 8-0 dell'8 dicembre 2015, partita valevole per la sesta giornata della fase a gironi dell'edizione 2015-2016.[11][12]
  • La vittoria con maggior scarto nella sola fase ad eliminazione diretta della Champions League è il risultato di 7-0, verificatosi in una sola occasione: Bayern Monaco-Basilea (13 marzo 2012), partita di ritorno degli ottavi di finale dell'edizione 2011-2012.[13]
  • La vittoria esterna con maggior scarto nella sola Champions League è il risultato di 0-7, verificatosi in occasione di Žilina-Olympique Marsiglia (3 novembre 2010), quarta giornata della fase a gironi dell'edizione 2010-2011[14], e di BATE-Shakhtar (21 ottobre 2014), terza giornata della fase a gironi dell'edizione 2014-2015.
  • Il Benfica detiene il record per la vittoria con maggior scarto nel punteggio complessivo delle partite di andata e ritorno, avendo battuto lo Stade Dudelange 18-0 nella Coppa dei Campioni 1965-1966[15] con il risultato di 0-8 nella gara di andata e 10-0 in quella di ritorno.
  • Il Bayern Monaco detiene il record per la vittoria con maggior scarto nel punteggio complessivo delle partite di andata e ritorno per quanto riguarda la sola Champions League, avendo battuto lo Sporting Lisbona negli ottavi di finale dell'edizione 2008-2009 con il risultato di 0-5 nella gara di andata e 7-1 in quella di ritorno.

Partite con il maggior numero di gol[modifica | modifica wikitesto]

Lokomotiv Sofia-Malmö 8-3 (16 settembre 1964)
Haka-Anderlecht 1-10 (14 settembre 1966)
Dinamo Bucarest-Crusaders 11-0 (3 ottobre 1973)
Liverpool-Oulun Palloseura 10-1 (1º ottobre 1980)
Monaco-Deportivo La Coruña 8-3 (5 novembre 2003)

False partenze e rimonte[modifica | modifica wikitesto]

Paesi e città[modifica | modifica wikitesto]

Una fase della finale di Champions League 2002-03 disputata da due squadre italiane, la Juventus e il Milan.
  • In cinque occasioni la finale della Coppa dei Campioni/Champions League è stata disputata da due squadre della stessa nazione:[16]
Stagione Nazione Partita
1999-2000 Spagna Spagna Real Madrid-Valencia (3-0)
2002-2003 Italia Italia Juventus-Milan (0-0, 2-3 dcr)
2007-2008 Inghilterra Inghilterra Manchester United-Chelsea (1-1, 6-5 dcr)
2012-2013 Germania Germania Borussia Dortmund-Bayern Monaco (1-2)
2013-2014 Spagna Spagna Real Madrid-Atlético Madrid (4-1 dts)
  • In Coppa dei Campioni/Champions League si sono disputati 6 derby, uno dei quali, nell'edizione 2013-2014, in finale:
Stagione Città Turno Partita
1958-1959 Spagna Madrid Semifinale Real Madrid-Atlético Madrid (2-1, 0-1, tot: 2-2, spareggio: 2-1)
2002-2003 Italia Milano Semifinale Milan-Inter (0-0, 1-1, tot: 1-1 gfc)
2003-2004 Inghilterra Londra Quarti di finale Chelsea-Arsenal (1-1, 2-1, tot: 3-2)
2004-2005 Italia Milano Quarti di finale Milan-Inter (2-0, 3-0 a tavolino, tot: 5-0)
2013-2014 Spagna Madrid Finale Real Madrid-Atlético Madrid (4-1 dts)
2014-2015 Spagna Madrid Quarti di finale Atlético Madrid-Real Madrid (0-0, 0-1, tot: 0-1)
  • Oltre che nelle 10 occasioni sopra citate, squadre della stessa nazione si sono incontrate in altre 20 occasioni:
Stagione Nazione Turno Partita
1957-1958 Spagna Spagna Quarti di finale Real Madrid-Siviglia (8-0, 2-2, tot: 10-2)
1959-1960 Spagna Spagna Semifinale Real Madrid-Barcellona (3-1, 3-1, tot: 6-2)
1960-1961 Spagna Spagna Ottavi di finale Real Madrid-Barcellona (2-2, 1-2, tot: 3-4)
1978-1979 Inghilterra Inghilterra Sedicesimi di finale Nottingham Forest-Liverpool (2-0, 0-0, tot: 2-0)
1985-1986 Italia Italia Ottavi di finale Verona-Juventus (0-0, 0-2, tot: 0-2)
1997-1998 Germania Germania Quarti di finale Bayern Monaco-Borussia Dortmund (0-0, 0-1 dts, tot: 0-1)
1998-1999 Germania Germania Quarti di finale Bayern Monaco-Kaiserslautern (2-0, 4-0, tot: 6-0)
1999-2000 Spagna Spagna Semifinale Valencia-Barcellona (4-1, 1-2, tot: 5-3)
2001-2002 Spagna Spagna Semifinale Barcellona-Real Madrid (0-2, 1-1, tot: 1-3)
2004-2005 Inghilterra Inghilterra Semifinale Chelsea-Liverpool (0-0, 0-1, tot: 0-1)
2005-2006 Inghilterra Inghilterra Fase a gironi[17] Liverpool-Chelsea (andata: 0-0, ritorno: 0-0)
2006-2007 Inghilterra Inghilterra Semifinale Chelsea-Liverpool (1-0, 0-1, tot: 1-1 1-4 dcr)
2007-2008 Inghilterra Inghilterra Quarti di finale Arsenal-Liverpool (1-1, 2-4, tot: 3-5)
Semifinale Liverpool-Chelsea (1-1, 2-3 dts, tot: 3-4)
2008-2009 Inghilterra Inghilterra Quarti di finale Liverpool-Chelsea (1-3, 4-4, tot: 5-7)
Semifinale Manchester United-Arsenal (1-0, 3-1, tot: 4-1)
2009-2010 Francia Francia Quarti di finale O. Lione-Bordeaux (3-1, 0-1, tot: 3-2)
2010-2011 Inghilterra Inghilterra Quarti di finale Chelsea-Manchester United (0-1, 1-2, tot: 1-3)
Spagna Spagna Semifinale Real Madrid-Barcellona (0-2, 1-1, tot: 1-3)
2013-2014 Spagna Spagna Quarti di finale Barcellona-Atlético Madrid (1-1, 0-1, tot: 1-2)

Turni preliminari[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Liverpool, nell'edizione 2005-2006, dove era detentore del trofeo, è l'unica squadra ad aver iniziato la competizione europea sin dal primo turno preliminare e a riuscire a superare i gironi eliminatori. È uscito nella fase a eliminazione diretta, agli ottavi di finale, contro il Benfica.
  • Nell'edizione 2011-2012 anche l'APOEL è riuscito ad accedere alla fase a gironi superando tre turni preliminari[19] (tanti quanti il Liverpool nel 2005-2006), riuscendo a superare i gironi eliminatori come vincitrice del proprio girone, raggiungendo i quarti di finale dopo aver battuto il Lione ai calci di rigore.[20]
  • Il Manchester United, il Milan (due volte), il Liverpool e il Barcellona sono le uniche squadre che sono riuscite a vincere la Champions League partendo dai preliminari (tutte e quattro hanno disputato solamente l'ultimo turno preliminare).

Retrocessione[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Nottingham Forest è l'unica squadra ad aver vinto la maggiore competizione europea per club (negli anni settanta) che è successivamente retrocessa fino al terzo livello calcistico del campionato di appartenenza (nella stagione 2004-2005).

Gruppi[modifica | modifica wikitesto]

6 vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Cinque squadre hanno vinto tutte le loro partite della fase a gironi:[20][21]

Nessuna di queste squadre ha poi vinto il trofeo.

6 sconfitte[modifica | modifica wikitesto]

Diciassette squadre hanno perso tutte le loro partite della fase a gironi:[20][22]

6 pareggi[modifica | modifica wikitesto]

Solo una squadra ha pareggiato tutte le sue partite della fase a gironi:[23]

Nessun gol segnato[modifica | modifica wikitesto]

Solo due squadre hanno concluso la fase a gironi senza segnare almeno un gol:[24]

Finali[modifica | modifica wikitesto]

  • 16 finali sono andate oltre i tempi regolamentari. Le finali del 1957-1958, 1967-1968, 1969-1970 e 1991-1992, 2013-2014 furono decise nei tempi supplementari. Quella del 1973-1974 tra il Bayern Monaco e l'Atlético Madrid, finita 1-1 dopo 120' fu vinta dai bavaresi dopo la ripetizione. Le altre dieci (1983-1984, 1985-1986, 1987-1988, 1990-1991, 1995-1996, 2000-2001, 2002-2003, 2004-2005, 2007-2008, 2011-2012) sono state decise dai tiri di rigore.
  • La vittoria con il maggior scarto in una finale di Champions League è stata quella ottenuta dal Milan per 4-0 sul Barcellona nel 1994.[25]
  • Le vittorie con il maggior scarto in una finale di Coppa dei Campioni sono state ottenute dal Real Madrid per 7-3 sull'Eintracht Francoforte nel 1959-1960, dal Bayern Monaco per 4-0 sull'Atlético Madrid nel rematch del 1973-1974 e dal Milan sempre per 4-0 sulla Steaua Bucarest nel 1988-1989.
  • La finale di Champions League con il maggior numero di reti segnate è stata Milan-Liverpool del 25 maggio 2005, terminata 3-3 dopo i tempi regolamentari e supplementari.[16]
  • La finale di Coppa dei Campioni con il maggior numero di reti segnate è stata Real Madrid-Eintracht Francoforte del 18 maggio 1960, terminata 7-3.
  • Il Real Madrid è la squadra che ha disputato il maggior numero di finali consecutive della competizione, avendo giocato le prime 5 finali della manifestazione, vincendole tutte. Relativamente alla sola Champions League il numero massimo di finali consecutive disputate dalla stessa squadra è 3: prima vi è riuscito il Milan (1993, 1994 e 1995) e poi la Juventus (1996, 1997 e 1998). Sia il Milan che la Juventus hanno ottenuto una vittoria e due sconfitte: il Milan ha vinto la seconda delle tre finali e perso le altre due; la Juventus ha vinto la prima finale ai rigori e perso le altre due. Le altre squadre che hanno disputato almeno due finali consecutive nell'attuale Champions League sono Ajax (una vittoria ed una sconfitta ai rigori), Valencia (sconfitto in entrambe le circostanze, la seconda ai rigori), Manchester United e Bayern Monaco (entrambe con una vittoria ed una sconfitta (ai rigori per la squadra tedesca), anche se in ordine alternato). Nessuna squadra ha vinto il trofeo per due volte consecutive da quando la competizione è denominata Champions League (dal 1992-1993 ad oggi). Milan, Ajax, Juventus, Manchester United sono le squadre che hanno perso la finale di Champions League da detentrici del trofeo. La Juventus ed il Valencia sono le squadre che hanno perso due finali consecutive di Champions League.
  • In quattro occasioni una squadra ha disputato la finale della Coppa dei Campioni/Champions League nel proprio stadio di casa:
Stagione Stadio (città) Partita
1956-1957 Santiago Bernabéu (Madrid) Real Madrid-Fiorentina (2-0)
1964-1965 San Siro (Milano) Inter-Benfica (1-0)
1983-1984 Stadio Olimpico (Roma) Liverpool-Roma (1-1, 4-2 dcr)
2011-2012 Allianz Arena (Monaco di Baviera) Bayern Monaco-Chelsea (1-1, 3-4 dcr)
  • Soltanto 2 squadre sono riuscite a vincere la Coppa dei Campioni giocando la finale nel proprio stadio: il Real Madrid nel 1957 e l'Inter nel 1965. Roma e Bayern Monaco, invece, hanno perso il trofeo ai rigori.
Vincitrici alla prima partecipazione[modifica | modifica wikitesto]
  • Il Real Madrid - che però è la prima vincitrice in assoluto - nel 1955-56, l'Inter nel 1963-64, il Celtic Glasgow nel 1966-67, il Nottingham Forest nel 1978-79 e l'Aston Villa nel 1981-82 sono le uniche cinque squadre ad avere vinto il trofeo come squadre esordienti nella manifestazione.
Vincitrici senza sconfitte in finale[modifica | modifica wikitesto]
  • Il Nottingham Forest e il Porto sono le due uniche squadre ad avere vinto il trofeo nelle due finali disputate. Il Nottingham Forest, inoltre, è una delle poche (insieme a Real Madrid, Ajax, Bayern, Inter, Milan, Liverpool, Benfica) ad avere vinto il trofeo per almeno due stagioni consecutive.
  • Aston Villa, Feyenoord, PSV Eindhoven e Stella Rossa hanno vinto il trofeo nell'unica finale che hanno disputato.
Finaliste che non hanno mai vinto la coppa[modifica | modifica wikitesto]
Vincitrici della coppa perdenti alla prima finale[modifica | modifica wikitesto]
Sconfitte complessive in finale[modifica | modifica wikitesto]
  • La Juventus ha perso il maggior numero di finali nella competizione (6, di cui una ai rigori; le ultime quattro consecutive). Tra le squadre che hanno disputato più di due finali, l'altra con un bilancio negativo è il Benfica (due vittorie e cinque sconfitte consecutive, di cui una ai rigori).
Vittorie consecutive[modifica | modifica wikitesto]

Il Real Madrid è la squadra che ha vinto per più volte consecutive il trofeo (cinque, vincendo consecutivamente dal 1956 al 1960), seguito da Ajax (tre, dal 1971 al 1973), Bayern Monaco (tre dal 1974 al 1976), Benfica (due, nel 1961 e nel 1962), Inter (due, nel 1964 e nel 1965), Liverpool (due, nel 1977 e nel 1978), Nottingham Forest (nel 1979 e nel 1980), Milan (due, nel 1989 e nel 1990). Nessuna squadra, però, ha vinto la competizione per due volte consecutive da quando è stata ridenominata Champions League: quelle che sono andate più vicine a questo risultato sono state Ajax (vincitore nel 1995 e sconfitto ai rigori nella finale del 1996) e Bayern Monaco (sconfitto ai rigori nella finale del 2012 e vincitore nel 2013).

Con le vittorie del Real Madrid nel 2014 (nella finale derby contro l'Atletico Madrid) e del Barcellona nel 2015, la Spagna diventa la prima nazione a vincere il trofeo per due volte consecutive da quando la competizione è stata ridenominata Champions League. Queste sono le uniche squadre della stessa nazione a poter esibire il "multiple winner badge" durante le gare in competizioni internazionali (le altre sono Milan, Bayern Monaco, Liverpool, Ajax).

Finali giocate almeno due volte[modifica | modifica wikitesto]

Queste sono le partite giocate in finale almeno due volte tra le stesse squadre (tra parentesi gli anni in cui si sono disputate): Real Madrid-Stade Reims (1956 e 1959), Milan-Benfica (1963 e 1990), Milan-Ajax (1969 e 1995), Ajax-Juventus (1973 e 1996), Milan-Liverpool (2005 e 2007), Barcellona-Manchester United (2009 e 2011).

Finalista mai campione nazionale[modifica | modifica wikitesto]
  • Il Bayer Leverkusen (2001-2002) è l'unica società a non aver mai vinto il proprio titolo nazionale che sia riuscita ad arrivare alla finale di Champions League.

Giocatori plurivincitori[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Calciatori plurivincitori della UEFA Champions League.

Vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie per nazione[modifica | modifica wikitesto]

La Spagna è la nazione ad avere vinto più volte il trofeo, quindici, con due squadre (dieci con il Real Madrid e cinque con il Barcellona). A seguire ci sono Italia ed Inghilterra, entrambe a quota dodici rispettivamente con tre (Milan 7, Inter 3, Juventus 2) e cinque squadre (Liverpool 5, Manchester United 3, Nottingham Forest 2, Aston Villa e Chelsea una ciascuno). La vittoria del trofeo con cinque squadre diverse da parte dell'Inghilterra è un record assoluto. Le altre nazioni sono riuscite a vincerlo al massimo con tre squadre diverse. Oltre all'Italia, hanno ottenuto questo risultato la Germania (con Bayern Monaco a quota cinque trofei, Amburgo e Borussia Dortmund uno ciascuno) e l'Olanda (con Ajax a quota quattro trofei, Feyenoord e Psv Eindhoven uno ciascuno). L'altra nazione che ha vinto il trofeo con almeno due squadre è stata il Portogallo (con Benfica e Porto, due trofei ciascuno).

Vittoria di altri trofei[modifica | modifica wikitesto]

Il più giovane e il più anziano[modifica | modifica wikitesto]

Marcature[modifica | modifica wikitesto]

Più veloci[modifica | modifica wikitesto]

Gol[36]

  1. 10,12 secondi:[37] Roy Makaay (Bayern Monaco, Bayern Monaco-Real Madrid 2-1, 7 marzo 2007).
  2. 10,84 secondi:[37] Jonas, (Valencia, Valencia-Bayer Leverkusen 3-1, 1º novembre 2011).[20]
  3. 20,07 secondi:[37] Gilberto Silva (Arsenal, PSV Eindhoven-Arsenal 0-4, 25 settembre 2002).
  4. 20,12 secondi:[37] Alessandro Del Piero (Juventus, Manchester United-Juventus 3-2, 1º ottobre 1997).
  5. 21,20 secondi:[37] Clarence Seedorf (Milan, Schalke 04-Milan 2-2, 28 settembre 2005).
  6. 24,97 secondi:[38] Alexandre Pato (Milan, Barcellona-Milan 2-2, 13 settembre 2011).
  7. 25,02 secondi:[39] David Alaba (Bayern Monaco, Bayern Monaco-Juventus 2-0, 2 aprile 2013).[40]
  8. 25,20 secondi: Marek Kincl (Rapid Vienna, Club Bruges-Rapid Vienna 3-2, 2 novembre 2005).
  9. 25,54 secondi:[39] Dejan Stanković (Inter, Inter-Schalke 04 2-5, 5 aprile 2011).
  10. 28,21 secondi: Mariano Bombarda (Willem II, Willem II-Sparta Praga 3-4, 20 ottobre 1999).

Triplette[41]

  1. 7 minuti:[42] Bafétimbi Gomis (Olympique Lione, Dinamo Zagabria-Olympique Lione 1-7, 7 dicembre 2011, Gomis realizzò una quaterna).[43]
  2. 8 minuti: Luiz Adriano (Shakhtar Donetsk, BATE Borisov-Shakhtar Donetsk 0-7, 21 ottobre 2014, Luiz Adriano realizzò una cinquina).[44]
  3. 9 minuti: Mike Newell (Blackburn Rovers, Blackburn Rovers-Rosenborg 4-1, 6 dicembre 1995).
  4. 11 minuti: Cristiano Ronaldo (Real Madrid, Real Madrid-Malmö 8-0, 8 dicembre 2015, Ronaldo realizzò una quaterna).
  5. 14 minuti: Neymar (Barcellona, Barcellona-Celtic 6-1, 11 dicembre 2013).[45]
  6. 16 minuti: Lionel Messi (Barcellona, Barcellona-Bayer Leverkusen 7-1, 7 marzo 2012, Messi realizzò una cinquina).[46]
  7. 17 minuti: Joseba Llorente (Villarreal, Villarreal-Aalborg 6-3, 21 ottobre 2008).
  8. 17 minuti: Mario Gómez (Bayern Monaco, Bayern Monaco-Basilea 7-0, 13 marzo 2012, Gómez realizzò una quaterna).[13]
  9. 19 minuti: Marco Simone (Milan, Rosenborg-Milan 1-4, 25 settembre 1996).
  10. 19 minuti: Dado Pršo (Monaco, Monaco-Deportivo La Coruña 8-3, 5 novembre 2003, Pršo realizzò una quaterna).

Finale[36]

Nel 2005 Paolo Maldini (capitano del Milan) segnò il più veloce gol in una finale di Champions League/Coppa Campioni (51,20 secondi dal fischio d'inizio), nello scontro perso ai rigori con il Liverpool.

Più giovani[modifica | modifica wikitesto]

I giocatori più giovani a segnare in Coppa del Campioni/Champions League furono:[47]

  1. 17 anni, 195 giorni: Peter Ofori-Quaye (Olympiakos, Rosenborg-Olympiakos 5-1, 1º ottobre 1997).
  2. 17 anni, 215 giorni: Mateo Kovačić (Dinamo Zagabria, Dinamo Zagabria-Lione 1-7, 7 dicembre 2011).
  3. 17 anni, 218 giorni: Cesc Fàbregas (Arsenal, Arsenal-Rosenborg 5-1, 7 dicembre 2004).
  4. 17 anni, 218 giorni: Bojan Krkić (Barcellona, Schalke 04-Barcellona 0-1, 1º aprile 2008).
  5. 17 anni, 241 giorni: Martin Klein (Sparta Praga, Panathinaikos-Sparta Praga 2-1, 27 febbraio 2002).
  6. 17 anni, 263 giorni: Breel-Donald Embolo (Basilea, Basilea-Ludogorets 4-0, 4 novembre 2014).
  7. 17 anni, 300 giorni: Aaron Ramsey (Arsenal, Fenerbahçe-Arsenal 2-5, 21 ottobre 2008).
  8. 17 anni, 353 giorni: Karim Benzema (Lione, Lione-Rosenborg 2-1, 6 dicembre 2005).
  9. 18 anni, 60 giorni: Marijan Ognjanov (Levski Sofia, Levski Sofia-Chelsea 1-3, 27 settembre 2006).
  10. 18 anni, 61 giorni: Samuel Kuffour (Bayern Monaco, Bayern Monaco-Spartak Mosca 2-2, 2 novembre 1994).
Più anziani[modifica | modifica wikitesto]
  • Il giocatore più anziano a segnare una rete in Coppa dei Campioni/Champions League è stato Manfred Burgsmüller del Werder Brema, all'età di 38 anni e 293 giorni, avendo segnato una rete contro la Dinamo Berlino l'11 ottobre 1988. Se prendiamo in considerazione la sola Champions League il marcatore più anziano risulta essere Francesco Totti della Roma, all'età di 38 anni e 59 giorni, avendo realizzato un gol contro il CSKA Mosca il 25 novembre 2014.
  • Il giocatore più anziano a segnare una rete in finale di Champions League è stato Paolo Maldini, quando segnò, dopo 51 secondi, il primo gol del Milan contro il Liverpool nell'atto conclusivo dell'edizione 2004-2005, all'età di 36 anni e 334 giorni.[35]
Multiple[modifica | modifica wikitesto]
Miglior marcatore stagionale[modifica | modifica wikitesto]

Imbattibilità[modifica | modifica wikitesto]

Il portiere che ha mantenuto per più tempo inviolata la propria porta è il tedesco Jens Lehmann, che con l'Arsenal tra l'edizione 2004-2005 e l'edizione 2006-2007 non ha subito gol per 853 minuti.[7] Lehmann, dopo aver incassato il gol di Hasan Salihamidžić al 65º minuto della gara di andata degli ottavi di finale del 2004-2005 contro il Bayern Monaco, non ha subito altre reti per 8 partite (la gara di ritorno contro la squadra tedesca, che ha decretatto l'eliminazione dell'Arsenal, nell'edizione 2005-2006 contro lo Sparta Praga nella fase a gironi[56] e in tutte le 6 partite della fase ad eliminazione diretta prima della finale), i primi 18 minuti della finale contro il Barcellona (fino a quando è stato espulso) e poi per 90 minuti nella prima partita della fase a gironi del 2006-2007 contro l'Amburgo, quando il gol di Boubacar Sanogo ha posto fine all'imbattibilità del portiere tedesco.[7]

In questa classifica seguono l'olandese Edwin van der Sar, che nell'edizione 1995-1996 con l'Ajax non ha subito reti per 658 minuti,[57] e il brasiliano Dida con 623 minuti di imbattibilità con il Milan nell'edizione 2004-2005.[7]

Finali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Fonte: Cartelle stampa dal sito UEFA e (EN) Players' Records of Goals and Matches in European Cups su RSSSF.
  2. ^ Nel conteggio è esclusa la presenza in Stella Rossa-Milan del 9 novembre 1988, sospesa per nebbia al 57º minuto di gioco, che viene invece conteggiata dall'UEFA.
  3. ^ Di cui 120 in Champions League e 19 in Coppa dei Campioni.
  4. ^ Di cui 116 in Champions League e 19 in Coppa dei Campioni.
  5. ^ Champions League: Il trofeo, digilander.libero.it.
  6. ^ Bayern da 10 e lode, uefa.com, 27 novembre 2013. URL consultato il 28 novembre 2013.
  7. ^ a b c d UEFA, p. 144
  8. ^ a b UEFA, p. 196.
  9. ^ Justin Schroll, Bayern, Coppa di Germania e tripletta, uefa.com, 1º giugno 2013. URL consultato il 6 giugno 2013.
  10. ^ a b Salttu Forsström, Helsinki da record, uefa.com, 20 luglio 2011. URL consultato l'8 aprile 2013.
  11. ^ UEFA, p. 152.
  12. ^ John Mathews, Liverpool a valanga sul Beşiktaş, uefa.com, 7 novembre 2007. URL consultato l'8 aprile 2013.
  13. ^ a b c Andy James, Troppo Bayern per il Basilea, uefa.com, 13 marzo 2012. URL consultato il 14 marzo 2012.
  14. ^ Peter Murphy, Marsiglia forza sette, Žilina schiantato, uefa.com, 3 novembre 2010. URL consultato l'8 aprile 2013.
  15. ^ a b UEFA, p. 200.
  16. ^ a b UEFA, p. 65.
  17. ^ Il regolamento della Champions League prevede che squadre della stessa federazione durante il sorteggio vengano messe in gruppi diversi. In questo caso, però, il Liverpool non fu iscritto dalla Federcalcio inglese ma direttamente dall'UEFA in quanto detentore del trofeo ma non qualificata alla Champions League per il posizionamento in campionato, e non figurava così tra le squadre inglesi.
  18. ^ Il Chelsea porta Londra alla gloria, uefa.com, 18 maggio 2012. URL consultato il 23 maggio 2012.
  19. ^ Su quattro totali, il primo turno preliminare è stato disputato solo da 4 squadre provenientri da Andorra, Lussemburgo, Malta e San Marino.
  20. ^ a b c d I numeri della UEFA Champions League, uefa.com, 21 maggio 2012. URL consultato il 23 maggio 2012.
  21. ^ UEFA, p. 98.
  22. ^ UEFA, p. 100.
  23. ^ UEFA, p. 99.
  24. ^ UEFA, p. 103.
  25. ^ UEFA, p. 64.
  26. ^ a b UEFA, p. 198.
  27. ^ a b UEFA, p. 195.
  28. ^ Mike Hammond, I numeri della finale di UEFA Champions League, uefa.com, 25 maggio 2014. URL consultato il 5 giugno 2014.
  29. ^ (EN) Antonio M. Leal, Fourth Champions League final for Ancelotti, realmadrid.com, 30 aprile 2014. URL consultato il 5 giugno 2014.
  30. ^ UEFA, p. 199.
  31. ^ a b UEFA, p. 197.
  32. ^ UEFA, p. 225.
  33. ^ Heynckes nel club delle doppiette, uefa.com, 23 maggio 2013 (aggiornato il 26 maggio 2013). URL consultato il 29 maggio 2013.
  34. ^ UEFA, p. 142.
  35. ^ a b UEFA, p. 143.
  36. ^ a b UEFA, p. 137.
  37. ^ a b c d e UEFA Champions League stagione 2012/13 - Statistiche giornata - Giornata 9 (02/04/2013 - 04/04/2013) (PDF), uefa.com, 27 marzo 2013, pp. 5-6. URL consultato il 5 aprile 2013.
  38. ^ UEFA Champions League stagione 2011/12 - Statistiche giornata - Giornata 2 (27/09/2011 - 28/09/2011) (PDF), uefa.com, 23 settembre 2011, p. 5. URL consultato il 17 ottobre 2011.
  39. ^ a b (DE) Alaba & Co.: Die zehn schnellsten CL-Tore, tz-online.de, 3 aprile 2013. URL consultato il 4 aprile 2013.
  40. ^ La Juventus tenta l'impresa contro il Bayern, uefa.com, 3 aprile 2013. URL consultato il 4 aprile 2013.
  41. ^ UEFA, p. 135, non vengono conteggiati gli eventuali minuti di recupero.
  42. ^ I numeri della fase a gironi della UEFA Champions League, it.uefa.com, 9 dicembre 2011. URL consultato il 10 marzo 2012.
  43. ^ a b Peter Murphy, Vittoria-record e qualificazione per il Lione, it.uefa.com, 7 dicembre 2011. URL consultato il 9 dicembre 2011.
  44. ^ a b Champions League, Luiz Adriano nella storia: 5 goal in 90' come Messi, Goal.com, 21 ottobre 2014. URL consultato il 22 ottobre 2014.
  45. ^ Barcelona-Celtic 6-1, it.uefa.com, 11 dicembre 2013. URL consultato il 12 dicembre 2013.
  46. ^ Barcelona-Leverkusen 7-1, it.uefa.com, 7 marzo 2012. URL consultato il 14 marzo 2012.
  47. ^ UEFA, p. 141.
  48. ^ a b UEFA, p. 201.
  49. ^ UEFA, p. 132.
  50. ^ (EN) Andy James, Four-goal Lewandowski leaves Madrid reeling, uefa.com, 24 aprile 2013. URL consultato il 26 aprile 2013.
  51. ^ David Crossan, Ibrahimović cala il poker, Anderlecht al tappeto, uefa.com, 23 ottobre 2013. URL consultato il 24 ottobre 2013.
  52. ^ Champions, Cristiano Ronaldo nella storia. Quattro gol e nuovi record, staccato Lionel Messi, si24.it, 8 dicembre 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  53. ^ (EN) Goalscorers grab the headlines, fifa.com, 16 settembre 2009. URL consultato il 10 marzo 2012.
  54. ^ Ronaldo re dei bomber da record, uefa.com, 24 maggio 2014. URL consultato il 5 giugno 2014.
  55. ^ Real Madrid: Cristiano Ronaldo, il poker fa la storia: ecco tutti i record battuti, gazzetta.it, 8 dicembre 2015. URL consultato l'8 dicembre 2015.
  56. ^ Le altre partite della Fase a gironi sono state giocate da Manuel Almunia.
  57. ^ Dida da record, uefa.com, 12 aprile 2005. URL consultato il 7 marzo 2013.
  58. ^ UEFA, p. 67.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio