Finale della Coppa UEFA 1991-1992

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Coppa UEFA 1991-1992.

Finale della Coppa UEFA 1991-1992
Annoni e Bergkamp.jpg
L'ajacide Bergkamp contrastato dal granata Annoni nel corso della finale di andata.
Dettagli evento
Competizione Coppa UEFA
Risultato
Torino
2
Ajax
2
L'Ajax vince per la regola dei gol fuori casa.
Andata
Torino
2
Ajax
2
Data 29 aprile 1992
Città Torino
Impianto di gioco Stadio delle Alpi
Spettatori 65 377
Arbitro Inghilterra Joe Worrall
Ritorno
Ajax
0
Torino
0
Data 13 maggio 1992
Città Amsterdam
Impianto di gioco Stadio Olimpico
Spettatori 40 000[1]
Arbitro Jugoslavia Zoran Petrović
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale della 21ª edizione della Coppa UEFA fu disputata in gara d'andata e ritorno tra Torino e Ajax. Il 29 aprile 1992 allo stadio delle Alpi di Torino la partita, arbitrata dall'inglese Joe Worrall, finì 2-2.

La gara di ritorno si disputò dopo due settimane allo stadio Olimpico di Amsterdam e fu arbitrata dallo jugoslavo Zoran Petrović. Il match terminò 0-0 e ad aggiudicarsi il trofeo fu la squadra olandese per via delle reti segnate in trasferta.

Il cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

L'Ajax di Louis van Gaal esordì contro gli svedesi dell'Örebro superandoli con un risultato complessivo di 4-0. Nel secondo turno gli olandesi affrontarono i tedeschi orientali del Rot-Weiß Erfurt, sconfitti col risultato aggregato di 5-1. Agli ottavi di finale gli spagnoli dell'Osasuna furono battuti sia all'andata che al ritorno col risultato di 1-0. Ai quarti i Lancieri affrontarono i belgi del Gent e, dopo il pareggio a reti inviolate nelle Fiandre, superarono il turno con un secco 3-0. In semifinale i sorprendenti italiani del Genoa, che erano stati capaci di eliminare il Liverpool, furono sconfitti 3-2 a Genova e l'1-1 di Amsterdam fu una formalità.

Il Torino di Emiliano Mondonico iniziò il cammino europeo contro i modesti islandesi del KR Reykjavík sconfiggendoli 8-1 tra andata e ritorno. Nel secondo turno gli italiani affrontarono i portoghesi del Boavista, battendoli 2-0 a Torino e pareggiando 0-0 a Porto. Agli ottavi i greci dell'AEK Atene furono sconfitti in casa 1-0 dopo il 2-2 ottenuto in Attica. Ai quarti di finale i Granata affrontarono i danesi del B 1903 eliminandoli con un risultato complessivo di 3-0. In semifinale i temibili spagnoli del Real Madrid andarono in svantaggio al Bernabéu, ma riuscirono a rimontare e terminare la gara sul 2-1. Il ritorno al delle Alpi vide la netta supremazia dei padroni di casa che chiusero la partita sul 2-0 ed eliminarono le Merengues.

Le partite[modifica | modifica wikitesto]

A Torino va in scena la finale d'andata tra i padroni di casa, alla prima finale europea della loro storia, e l'Ajax, giunta imbattuta alla prima finale di Coppa UEFA. Gli olandesi sono pieni di giovani sfornati direttamente dal vivaio e mettono alle corde i torinesi, passando in vantaggio al quarto d'ora con Wim Jonk. La seconda frazione si apre con un Torino più votato all'attacco e che trova la rete del pareggio con Walter Casagrande. Poco più di diei minuti Silvano Benedetti stende in area Dennis Bergkamp e Stefan Pettersson realizza con freddezza. Cinque minuti prima del fischio finale ci pensa ancora Casagrande a non spegnere le speranze del Toro in vista del ritorno.

Ad Amsterdam, dopo due settimane, la squadra di van Gaal sceglie una tattica più difensiva, risparmiando le energie, limitandosi al controllo di palla e puntando solo raramente la porta avversaria in profondità. Il Torino ci mette cuore e grinta, ma le conclusioni di Roberto Mussi e Gianluca Sordo vengono rispettivamente respinte da palo e traversa. L'Ajax si aggiudica così, col minimo sforzo, la Coppa UEFA e diventa la prima squadra olandese (e la seconda in Europa) ad aver vinto tutte e tre le maggiori coppe europee.[2]

Tabellini[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Torino
29 aprile 1992, ore 20:30
Torino2 – 2
referto
AjaxStadio delle Alpi (65 377 spett.)
Arbitro: Inghilterra Joe Worrall

Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Torino
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Ajax
P 1 Italia Luca Marchegiani
D 2 Italia Pasquale Bruno Ammonizione al 28’ 28’
D 6 Italia Roberto Cravero Captain Uscita al 80’ 80’
D 5 Italia Silvano Benedetti
D 4 Italia Enrico Annoni Ammonizione al 77’ 77’
C 10 Spagna Martín Vázquez
C 11 Italia Giorgio Venturin
C 7 Belgio Enzo Scifo
C 3 Italia Roberto Mussi Uscita al 83’ 83’
C 8 Italia Gianluigi Lentini
A 9 Brasile Walter Casagrande
Sostituzioni:
P 12 Italia Raffaele Di Fusco
C 13 Italia Gianluca Sordo Ingresso al 83’ 83’
C 14 Italia Sandro Cois
A 15 Italia Giorgio Bresciani Ingresso al 80’ 80’
A 16 Italia Christian Vieri
Allenatore:
Italia Emiliano Mondonico
P 1 Paesi Bassi Stanley Menzo
D 2 Paesi Bassi Danny Blind Captain
D 5 Paesi Bassi Frank de Boer
D 4 Paesi Bassi Wim Jonk
D 3 Paesi Bassi Sonny Silooy
C 6 Paesi Bassi Aron Winter
C 7 Paesi Bassi John van 't Schip
C 10 Paesi Bassi Dennis Bergkamp
C 8 Paesi Bassi Michel Kreek
A 11 Paesi Bassi Bryan Roy Uscita al 83’ 83’
A 9 Svezia Stefan Pettersson
Sostituzioni:
P 12 Paesi Bassi Edwin van der Sar
C 14 Paesi Bassi Marciano Vink
A 13 Paesi Bassi John van Loen
C 16 Paesi Bassi Alfons Groenendijk Ingresso al 83’ 83’
C 15 Paesi Bassi Rob Alflen
Allenatore:
Paesi Bassi Louis van Gaal

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Amsterdam
13 maggio 1992, ore 20:30
Ajax0 – 0
referto
TorinoStadio Olimpico (40 000 spett.)
Arbitro: Jugoslavia Zoran Petrović

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Ajax
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Torino
P 1 Paesi Bassi Stanley Menzo
D 2 Paesi Bassi Danny Blind Captain
D 4 Paesi Bassi Wim Jonk
D 5 Paesi Bassi Frank De Boer
D 3 Paesi Bassi Sonny Silooy Ammonizione al 35’ 35’
C 6 Paesi Bassi Aron Winter
C 7 Paesi Bassi John Van't Schip
C 10 Paesi Bassi Rob Alflen
C 8 Paesi Bassi Michel Kreek Uscita al 79’ 79’
A 11 Paesi Bassi Bryan Roy Uscita al 63’ 63’
A 9 Svezia Stefan Pettersson
Sostituzioni:
P 12 Paesi Bassi Edwin van der Sar
C 14 Paesi Bassi Marciano Vink Ingresso al 79’ 79’
A 15 Paesi Bassi John van Loen Ingresso al 63’ 63’
C 16 Paesi Bassi Alfons Groenendijk
A 17 Danimarca Dan Petersen
Allenatore:
Paesi Bassi Louis van Gaal
P 1 Italia Luca Marchegiani
D 2 Italia Roberto Mussi
D 6 Italia Roberto Cravero Captain Uscita al 56’ 56’
D 4 Italia Luca Fusi
D 5 Italia Silvano Benedetti
C 10 Spagna Martín Vázquez
C 11 Italia Giorgio Venturin
C 7 Belgio Enzo Scifo Uscita al 60’ 60’
C 3 Italia Roberto Policano
C 8 Italia Gianluigi Lentini
A 9 Brasile Walter Casagrande  Ammonizione al 30’ 30’
Sostituzioni:
P 12 Italia Raffaele Di Fusco
C 14 Italia Sandro Cois
C 13 Italia Gianluca Sordo Ammonizione al 80’ 80’ Ingresso al 56’ 56’
A 15 Italia Giorgio Bresciani Ingresso al 60’ 60’
A 16 Italia Christian Vieri
Allenatore:
Italia Emiliano Mondonico

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) UEFA Cup Finals 1972-2009 (PDF), uefa.com. URL consultato il 26 marzo 2017.
  2. ^ Il Torino si arrende all'Ajax, su it.uefa.com, 1º giugno 1992.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio