Finale della Coppa UEFA 1983-1984

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Coppa UEFA 1983-1984.

Finale della Coppa UEFA 1983-1984
Dettagli evento
Competizione Coppa UEFA
Risultato
Anderlecht
2
Tottenham
2
3-4 dopo tiri di rigore
Andata
Anderlecht
1
Tottenham
1
Data 9 maggio 1984
Città Anderlecht
Impianto di gioco Stadio Constant Vanden Stock
Spettatori 38 000
Arbitro Svizzera Bruno Galler
Ritorno
Tottenham
1
Anderlecht
1
Data 23 maggio 1984
Città Londra
Impianto di gioco White Hart Lane
Spettatori 46 258
Arbitro Germania Ovest Volker Roth
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale della 13ª edizione della Coppa UEFA fu disputata in gara d'andata e ritorno tra Anderlecht e Tottenham. Il 9 maggio 1984 allo stadio Constant Vanden Stock di Anderlecht la partita, arbitrata dallo svizzero Bruno Galler, finì 1-1.

La gara di ritorno si disputò dopo due settimane al White Hart Lane di Londra e fu arbitrata dal tedesco occidentale Volker Roth. Il match terminò 1-1 e ad aggiudicarsi il trofeo fu la squadra inglese, che vinse 4-3 ai rigori.

Il cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

L'Anderlecht di Paul van Himst esordì contro i norvegesi del Bryne vincendo con un risultato aggregato di 4-1. Nel secondo turno i belgi affrontarono i cecoslovacchi del Baník Ostrava, battendoli con un risultato complessivo di 4-2. Agli ottavi di finale i francesi del Lens furono sconfitti di misura in casa dopo aver pareggiato per 1-1 in Francia. Ai quarti i Paars-wit affrontarono i sovietici dello Spartak Mosca, battendoli in casa 4-2 e perdendo in trasferta 1-0. In semifinale gli inglesi del Nottingham Forest vinsero l'andata 2-0, ma furono rimontati in Belgio per 3-0. Anni dopo si scoprirà che l'arbitro della gara di ritorno fu corrotto; egli concesse un rigore dubbio all'Anderlecht e annullò una rete al Nottingham.[1]

Un'azione di Johan Cruijff durante Feyenoord - Tottenham

Il Tottenham di Keith Burkinshaw iniziò il cammino europeo contro gli irlandesi del Drogheda Utd vincendo agilmente con un risultato complessivo di 14-0. Nel secondo turno gli inglesi affrontarono gli olandesi del Feyenoord, battendoli col risultato totale di 6-2. Agli ottavi i tedeschi occidentali del Bayern Monaco vinsero 1-0 all'Olympiastadion, ma furono rimontati per 2-0 al White Hart Lane. Ai quarti di finale gli Spurs affrontarono gli austriaci dell'Austria Vienna e passarono il turno grazie alla vittoria a Londra per 2-0 e al pari esterno per 2-2. In semifinale i sorprendenti jugoslavi dell'Hajduk Spalato furono superati solo grazie alla regola dei gol fuori casa, in virtù della sconfitta esterna per 2-1 e della vittoria in casa per 1-0.

Le partite[modifica | modifica wikitesto]

A Bruxelles va in scena la finale d'andata tra l'Anderlecht, campione in carica, e il Tottenham, vincitore della prima edizione. Il match è purtroppo preceduto dagli scontri generati dagli hooligan inglesi, che hanno portato all'arresto di 300 persone e alla morte di un ragazzo. In campo però c'è correttezza e fair play tra i calciatori, sebbene il gioco espresso non sia eccelso. Termina 1-1 con i gol di Paul Miller per gli inglesi e il pari a cinque minuti dalla fine di Morten Olsen.

Due settimane più tardi nella gara di ritorno a Londra, gli ospiti si presentano in campo più guardinghi, con una sola punta e pronti a sfruttare il contropiede. Dall'altro lato il Tottenham è forte del ruolino di marcia al White Hart Lane con 32 vittorie e 6 pareggi in 38 gare disputate. Gli inglesi sono piuttosto contratti e al quarto d'ora della ripresa i belgi passano con Alexandre Czerniatynski. Per gli Spurs è una doccia fredda, ma a pochi minuti dal termine Graham Roberts pareggia e porta la gara ai supplementari. Per la prima volta nella storia della Coppa UEFA il trofeo viene assegnato ai rigori. In questo frangente si esalta Parks che para due tiri (a Olsen e Guðjohnsen) e regala la coppa ai propri tifosi.[2]

Tabellini[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Anderlecht
9 maggio 1984
RSC Anderlechtois1 – 1
referto
TottenhamConstant Vanden Stock (38 000 spett.)
Arbitro: Svizzera Bruno Galler

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Anderlecht
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Tottenham
Anderlecht
P 1 Belgio Jacky Munaron
D 4 Belgio Walter De Greef
D 6 Belgio Georges Grün
D 5 Danimarca Morten Olsen Captain
D 3 Belgio Michel De Groote
C 2 Paesi Bassi Wim Hofkens
C 7 Belgio René Vandereycken
C 10 Belgio Enzo Scifo
C 11 Danimarca Kenneth Brylle
A 8 Belgio Erwin Vandenbergh Uscita al 82’ 82’
A 9 Belgio Alexandre Czerniatynski Uscita al 64’ 64’
Sostituzioni:
A 14 Belgio Franky Vercauteren Ingresso al 64’ 64’
C 16 Danimarca Frank Arnesen Ingresso al 82’ 82’
Allenatore:
Belgio Paul Van Himst
RSC Anderlecht vs Tottenham Hotspur 1984.svg
Tottenham
P 1 Inghilterra Tony Parks
D 2 Inghilterra Danny Thomas
D 3 Irlanda Chris Hughton
D 4 Inghilterra Graham Roberts
D 5 Inghilterra Paul Miller
C 6 Inghilterra Steve Perryman Captain Ammonizione al 68’ 68’
C 7 Inghilterra Micky Hazard
A 8 Inghilterra Mark Falco
A 9 Scozia Steve Archibald
C 10 Inghilterra Gary Stevens Uscita al 80’ 80’
C 11 Irlanda Tony Galvin Ammonizione al 71’ 71’
Sostituzioni:
D 12 Inghilterra Gary Mabbutt Ingresso al 80’ 80’

Allenatore:
Inghilterra Keith Burkinshaw

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Londra
23 maggio 1984
Tottenham1 – 1
(d.t.s.)
referto
RSC AnderlechtoisWhite Hart Lane (46 258 spett.)
Arbitro: Germania Ovest Volker Roth

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Tottenham
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Anderlecht
Tottenham
P 1 Inghilterra Tony Parks
D 2 Inghilterra Danny Thomas
D 3 Irlanda Chris Hughton
D 4 Inghilterra Graham Roberts Captain
D 5 Inghilterra Paul Miller Ammonizione al 73’ 73’ Uscita al 77’ 77’
C 6 Inghilterra Gary Mabbutt Uscita al 73’ 73’
C 7 Inghilterra Micky Hazard
A 8 Inghilterra Mark Falco Ammonizione al 70’ 70’
A 9 Scozia Steve Archibald
C 10 Inghilterra Gary Stevens Ammonizione al 57’ 57’
C 11 Irlanda Tony Galvin
Sostituzioni:
C 12 Argentina Osvaldo Ardiles Ingresso al 73’ 73’
C 16 Scozia Ally Dick Ingresso al 77’ 77’
Allenatore:
Inghilterra Keith Burkinshaw
Tottenham Hotspur vs RSC Anderlecht 1984.svg
Anderlecht
P 1 Belgio Jacky Munaron
C 2 Paesi Bassi Wim Hofkens
D 6 Belgio Georges Grün
D 4 Belgio Walter De Greef
D 5 Danimarca Morten Olsen
D 4 Belgio Michel De Groote
A 7 Danimarca Frank Arnesen Ammonizione al 42’ 42’ Uscita al 77’ 77’
C 8 Belgio René Vandereycken
C 10 Belgio Enzo Scifo
A 9 Belgio Alexandre Czerniatynski Uscita al 103’ 103’
C 11 Belgio Franky Vercauteren Captain
Sostituzioni:
A 14 Danimarca Kenneth Brylle Ingresso al 103’ 103’
A 16 Islanda Arnór Guðjohnsen Ingresso al 77’ 77’
Allenatore:
Belgio Paul Van Himst

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Forest sues Anderlecht over '84 bribery scandal, bbc.co.uk, 24 dicembre 1997. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  2. ^ 1983/84: Parks insuperabile per l'Anderlecht, uefa.com, 1º giugno 1984. URL consultato il 20 gennaio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio