Finale della UEFA Europa League 2021-2022

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: UEFA Europa League 2021-2022.

Finale della UEFA Europa League 2021-2022
Sevilla2-1Lega20182.jpg
Lo Stadio Ramón Sánchez-Pizjuán che ha ospitato finale
Informazioni generali
SportFootball pictogram.svg Calcio
CompetizioneUEFA Europa League 2021-2022
Data18 maggio 2022
CittàSiviglia
ImpiantoStadio Ramón Sánchez-Pizjuán
Spettatori38 842[1]
Dettagli dell'incontro
Eintracht Francoforte Rangers
1
(5)
1
(4)
dopo tiri di rigore
ArbitroSlovenia Slavko Vinčić[2]
MVPGermania Kevin Trapp[3]
Successione
← Finale della UEFA Europa League 2020-2021 Finale della UEFA Europa League 2022-2023 →

La finale della 13ª edizione dell'Europa League si è disputata il 18 maggio 2022 allo stadio Ramón Sánchez-Pizjuán di Siviglia, in Spagna, tra i tedeschi dell'Eintracht Francoforte e gli scozzesi dei Rangers.

La finale è stata vinta dall'Eintracht Francoforte, al secondo successo nella competizione, 5-4 ai tiri di rigore dopo l'1-1 dei tempi supplementari. I tedeschi hanno ottenuto il diritto di giocare contro i vincitori della UEFA Champions League 2021-2022, gli spagnoli del Real Madrid, nella Supercoppa UEFA 2022 e di qualificarsi, inoltre, direttamente alla fase a gironi della UEFA Champions League 2022-2023.

Le squadre[modifica | modifica wikitesto]

Squadre Partecipazioni precedenti
(il grassetto indica la vittoria)
Germania Eintracht Francoforte 1 (1980)
Scozia Rangers 1 (2008)

Sede[modifica | modifica wikitesto]

La partita si giocherà allo stadio Ramón Sánchez-Pizjuán di Siviglia, in Spagna. Alla riunione del Comitato Esecutivo UEFA a Kiev nel maggio 2018, lo stadio era stato inizialmente selezionato per ospitare la finale della UEFA Europa League 2020-2021, ma a causa della pandemia di COVID-19, il Comitato Esecutivo UEFA ha posticipato di un'edizione la finale del 2022.

Il cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

Eintracht Francoforte[modifica | modifica wikitesto]

L'Eintracht Francoforte di Oliver Glasner viene inserito nel Gruppo D insieme ai greci dell'Olympiakos, ai turchi del Fenerbahçe e ai belgi dell'Anversa. La squadra tedesca si classifica al primo posto del girone con 12 punti conquistati, frutto di tre vittorie e tre pareggi e, grazie al nuovo format, accedono così direttamente agli ottavi di finale. In questo turno vengono sorteggiati gli spagnoli del Betis, che vengono eliminati dopo i tempi supplementari con un risultato complessivo di 3-2 tra andata e ritorno. Ai quarti riescono ad eliminare gli spagnoli del Barcellona, grazie alla vittoria al ritorno per 3-2 al Camp Nou, dopo che il match di andata si era concluso col risultato di 1-1. In semifinale gli inglesi del West Ham Utd vengono battuti con un 3-1 complessivo nel doppio confronto. I tedeschi accedono così alla seconda finale di Europa League della loro storia dopo aver vinto la Coppa UEFA nel 1980.

Rangers[modifica | modifica wikitesto]

I Rangers di Giovanni van Bronckhorst (subentrato a Steven Gerrard nel mese di novembre), sono inseriti nel terzo turno di qualificazione della Champions League, in cui vengono sconfitti dagli svedesi del Malmö FF con un risultato complessivo di 4-2. Accedono così agli spareggi di Europa League dove hanno la meglio sugli armeni dell'Alaškert con un punteggio di 1-0 tra andata e ritorno. Nella fase a gironi sono inseriti nel Gruppo A insieme ai francesi dell'Olympique Lione, ai cechi dello Sparta Praga ed ai danesi del Brøndby. La squadra scozzese si classifica al secondo posto del girone con 8 punti conquistati, frutto di 2 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte. Agli spareggi vengono sorteggiati contro i tedeschi del Borussia Dortmund, che vengono eliminati con un risultato complessivo di 6-4 tra andata e ritorno. Agli ottavi di finale sconfiggono i serbi della Stella Rossa con un 4-2 complessivo. Ai quarti i portoghesi del Braga vengono sconfitti complessivamente per 3-2. In semifinale affrontano i tedeschi del RB Lipsia. Dopo aver perso l'incontro d'andata alla Red Bull Arena, riescono al ritorno a rimontare il risultato battendo per 3-1 i Tori eliminandoli con un risultato complessivo di 3-2 nel doppio confronto. I Rangers raggiungono così la seconda finale di Europa League della propria storia, a distanza di quattordici anni dalla finale del 2008.

Tabella riassuntiva del percorso[modifica | modifica wikitesto]

Note: In ogni risultato sottostante, il punteggio della finalista è menzionato per primo. (C: Casa; T: Trasferta)

Germania Eintracht Francoforte Turno Scozia Rangers
Europa League Champions League
Qualificato direttamente alla fase a gironi Fase di qualificazione (EL, CL) Avversario Tot. Andata Ritorno
Terzo turno di qualificazione Svezia Malmö FF 2–4 1–2 (T) 1–2 (C)
Europa League
Spareggi Armenia Alaškert 1–0 1–0 (C) 0–0 (T)
Avversario Risultato Fase a gironi Avversario Risultato
Turchia Fenerbahçe 1–1 (C) Giornata 1 Francia Olympique Lione 0–2 (C)
Belgio Anversa 1–0 (T) Giornata 2 Rep. Ceca Sparta Praga 0–1 (T)
Grecia Olympiakos 3–1 (C) Giornata 3 Danimarca Brøndby 2–0 (C)
Grecia Olympiakos 2–1 (T) Giornata 4 Danimarca Brøndby 1–1 (T)
Belgio Anversa 2–2 (C) Giornata 5 Rep. Ceca Sparta Praga 2–0 (C)
Turchia Fenerbahçe 1–1 (T) Giornata 6 Francia Olympique Lione 1–1 (T)
1ª classificata del Gruppo D
Squadra Pt G
Germania Eintracht Francoforte 12 6
Grecia Olympiakos 9 6
Turchia Fenerbahçe 6 6
Belgio Anversa 5 6
Piazzamenti finali 2ª classificata del Gruppo A
Squadra Pt G
Francia Olympique Lione 16 6
Scozia Rangers 8 6
Rep. Ceca Sparta Praga 7 6
Danimarca Brøndby 2 6
Avversario Tot. Andata Ritorno Fase a eliminazione diretta Avversario Tot. Andata Ritorno
Qualificato direttamente agli ottavi di finale Spareggi Germania Borussia Dortmund 6–4 4–2 (T) 2–2 (C)
Spagna Betis 3–2 2–1 (T) 1–1 (dts) (C) Ottavi di finale Serbia Stella Rossa 4–2 3–0 (C) 1–2 (T)
Spagna Barcellona 4–3 1–1 (C) 3–2 (T) Quarti di finale Portogallo Braga 3–2 0–1 (T) 3–1 (dts) (C)
Inghilterra West Ham Utd 3–1 2–1 (T) 1–0 (C) Semifinali Germania RB Lipsia 3–2 0–1 (T) 3–1 (C)

La partita[modifica | modifica wikitesto]

Allo stadio Ramón Sánchez-Pizjuán di Siviglia va in scena un'inedita finale tra Eintracht Francoforte, alla seconda finale nella competizione dopo quarantadue anni dall'ultimo trionfo, e Rangers, rivelazione del torneo alla seconda finale dopo quella persa nel 2008. L'allenatore dei tedeschi Glasner schiera la squadra col 3-4-2-1: il terzetto di difensori è composto da Ndicka, Touré e Tuta; sulle fasce agiscono Knauff e Kostić, mentre in mediana il capitano Rode è affiancato da Sow; sulla trequarti Lindstrøm e Kamada sono a supporto della punta Borré. Il tecnico degli scozzesi Van Bronckhorst opta invece per il 4-3-3: il capitano Tavernier e Barišić sono i due terzini, mentre al centro agisce la coppia Goldson-Bassey; a centrocampo Lundstram è il mediano davanti alla difesa, con ai suoi lati Jack e Kamara; il tridente offensivo è formato da Kent e Wright coadiuvati al centravanti Aribo.

Dopo undici minuti di gioco l'Eintracht sfiora il vantaggio: Kamada sfrutta un rimpallo difensivo e calcia in porta da posizione ravvicinata, ma McGregor è bravo a respingere sia la sua conclusione che la successiva ribattuta a rete di Sow. Pochi minuti dopo, Knauff s'invola sulla fascia, dribbla Kamara e Barišić, e scocca il tiro dal limite dell'area, che viene però deviato in calcio d'angolo dal portiere degli scozzesi. Dopo un buon contropiede non finalizzato da Kostić, che calcia di poco a lato da posizione defilata, i Rangers riescono a rendersi per la prima volta pericolosi su palla inattiva al 35': Barišić trova in area Lundstram, il cui colpo di testa è tuttavia parato da Trapp, rifugiatosi in angolo. Il primo tempo si chiude dunque a reti inviolate, con la gara che vede più propositivi i tedeschi.

Nella seconda frazione di gioco è sempre l'Eintracht a partire forte, andando vicinissimo al vantaggio con un destro a giro da fuori di Lindstrøm al 49', deviato in angolo da Kamara a portiere battuto. Al 57' sono però i Rangers a passare sorprendentemente avanti: Tuta scivola sul retropassaggio di Sow, spalancando la via del gol ad Aribo, che a tu per tu con Trapp non sbaglia portando gli scozzesi sull'1-0. I tedeschi non si abbattono e, dopo aver sfiorato il gol con Kamada, trovano il pareggio al 69': Borré è abile ad anticipare sia Goldson che Bassey all'interno dell'area di rigore, ribadendo poi in rete un cross rasoterra di Kostić. Dopo un potente diagonale di Kostić nei minuti di recupero, terminato di poco a lato, la gara si chiude sul risultato di 1-1, rendendo quindi necessari i tempi supplementari.

Il primo supplementare è avaro di emozioni, complice la stanchezza e i nervi tesi, dove è da segnalarsi solamente una conclusione da fuori area da parte di Barišić, la quale viene prontamente neutralizzata dall'estremo difensore dei tedeschi. Nel secondo tempo supplementare entrambe le formazioni sfiorano invece la rete del sorpasso: al 113' il tiro dalla distanza di Jakić, subentrato a Rode, termina di poco alto sopra la traversa di McGregor; mentre al 117' è Trapp a compiere un miracolo sulla conclusione ravvicinata di Kent, con Davis, entrato al posto di Jack, che non riesce a segnare sulla seguente ribattuta. Nell'ultimo minuto di recupero, gli scozzesi hanno un ottimo calcio di punizione dalla trequarti, ma Trapp neutralizza il tiro di Tavernier, dilungando così il confronto ai tiri di rigore.

Dal dischetto entrambe le squadre realizzano i primi tre calci di rigore: per i Rangers vanno a segno Tavernier, Davis e Arfield; mentre per l'Eintracht segnano Lenz, Hrustic e Kamada. Dopo che Ramsey si fa parare il proprio rigore da Trapp, Kostić supera McGregor dando il vantaggio ai tedeschi. Roofe trasforma dagli undici metri per tenere vive le speranze degli scozzesi, ma è poi Borré a mettere la parola fine alla gara sul punteggio di 5-4 (6-5 totale), consegnando all'Eintracht la seconda Europa League della sua storia.

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Dettagli[modifica | modifica wikitesto]

La squadra "di casa" (ai fini amministrativi) è stata determinata da un sorteggio aggiuntivo effettuato dopo il sorteggio dei quarti di finale.

Siviglia
18 maggio 2022, ore 21:00 CEST
Eintracht Francoforte1 – 1
(d.t.s.)
referto
RangersStadio Ramón Sánchez-Pizjuán (38 842[1] spett.)
Arbitro: Slovenia Slavko Vinčić[2]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Eintracht Francoforte
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Rangers
P 1 Germania Kevin Trapp
D 35 Brasile Tuta Uscita al 58’ 58’
D 18 Mali Almamy Touré
D 2 Francia Evan Ndicka Uscita al 100’ 100’
C 36 Germania Ansgar Knauff
C 8 Svizzera Djibril Sow Uscita al 106’ 106’
C 17 Germania Sebastian Rode Captain sports.svg Uscita al 90’ 90’
C 10 Serbia Filip Kostić
C 29 Danimarca Jesper Lindstrøm Uscita al 70’ 70’
C 15 Giappone Daichi Kamada
A 19 Colombia Rafael Santos Borré
A disposizione:
P 31 Germania Jens Grahl
D 22 Stati Uniti Timothy Chandler
D 24 Germania Danny da Costa
D 25 Germania Christopher Lenz Ingresso al 100’ 100’
C 6 Croazia Kristijan Jakić Ingresso al 90’ 90’
C 7 Australia Ajdin Hrustic Ingresso al 106’ 106’
C 20 Giappone Makoto Hasebe Ingresso al 58’ 58’
C 27 Marocco Aymen Barkok
A 9 Paesi Bassi Sam Lammers
A 21 Germania Ragnar Ache
A 23 Norvegia Jens Petter Hauge Ingresso al 70’ 70’
A 39 Portogallo Gonçalo Paciência
Allenatore:
Austria Oliver Glasner
Eintracht Frankfurt vs Rangers 2022-05-18.svg
P 1 Scozia Allan McGregor
D 2 Inghilterra James Tavernier Captain sports.svg
D 6 Inghilterra Connor Goldson
D 3 Nigeria Calvin Bassey
D 31 Croazia Borna Barišić Uscita al 117’ 117’
C 8 Scozia Ryan Jack Uscita al 74’ 74’
C 4 Inghilterra John Lundstram
C 14 Inghilterra Ryan Kent
C 23 Scozia Scott Wright Ammonizione al 73’ 73’ Uscita al 74’ 74’
C 18 Finlandia Glen Kamara Uscita al 91’ 91’
A 17 Nigeria Joe Aribo Ammonizione al 62’ 62’ Uscita al 101’ 101’
A disposizione:
P 28 Scozia Robby McCrorie
P 33 Scozia Jon McLaughlin
D 26 Nigeria Leon Balogun
D 43 Scozia Leon King
C 10 Irlanda del Nord Steven Davis Ingresso al 74’ 74’
C 16 Galles Aaron Ramsey Ingresso al 117’ 117’
C 19 Stati Uniti James Sands Ingresso al 101’ 101’
C 37 Canada Scott Arfield Ingresso al 91’ 91’
C 51 Scozia Alex Lowry
A 9 Costa d'Avorio Amad Diallo
A 25 Giamaica Kemar Roofe Ingresso al 117’ 117’
A 30 Zambia Fashion Sakala Ingresso al 74’ 74’ Uscita al 117’ 117’
Allenatore:
Paesi Bassi Giovanni van Bronckhorst

Assistenti arbitrali:[2]
Tomaž Klančnik (Slovenia)
Andraž Kovačič (Slovenia)
Quarto ufficiale:
Srđan Jovanović (Serbia)
VAR:
Pol van Boekel (Paesi Bassi)
Assistenti al VAR:
Jure Praprotnik (Slovenia)
Alejandro Hernández Hernández (Spagna)
Roberto Díaz Pérez del Palomar (Spagna)

Regole dell'incontro
  • due tempi regolamentari da 45 minuti ciascuno;
  • due tempi supplementari da 15 minuti ciascuno in caso di parità;
  • tiri di rigore in caso di ulteriore parità; inizialmente cinque per squadra, e a oltranza fino a spareggio in caso di ulteriore parità;
  • numero massimo di 23 giocatori per squadra a referto (11 in campo e 12 come potenziali sostituti);
  • cinque sostituzioni permesse nei tempi regolamentari; una sesta permessa nei tempi supplementari.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Primo tempo[4]
Statistiche Eintracht Francoforte Rangers
Reti segnate 0 0
Tiri totali 11 3
Tiri in porta 3 1
Parate 1 3
Possesso palla 41% 59%
Calci d'angolo 4 2
Falli commessi 7 3
Fuorigioco 0 1
Cartellini gialli 0 0
Cartellini rossi 0 0
Secondo tempo[4]
Statistiche Eintracht Francoforte Rangers
Reti segnate 1 1
Tiri totali 6 3
Tiri in porta 1 1
Parate 0 1
Possesso palla 53% 47%
Calci d'angolo 5 0
Falli commessi 4 7
Fuorigioco 2 1
Cartellini gialli 0 2
Cartellini rossi 0 0
Tempi supplementari[4]
Statistiche Eintracht Francoforte Rangers
Reti segnate 0 0
Tiri totali 5 8
Tiri in porta 0 4
Parate 4 0
Possesso palla 46% 54%
Calci d'angolo 2 0
Falli commessi 7 0
Fuorigioco 0 0
Cartellini gialli 0 0
Cartellini rossi 0 0
Totali[4]
Statistiche Eintracht Francoforte Rangers
Reti segnate 1 1
Tiri totali 22 14
Tiri in porta 4 6
Parate 5 4
Possesso palla 47% 53%
Calci d'angolo 11 2
Falli commessi 18 10
Fuorigioco 2 2
Cartellini gialli 0 2
Cartellini rossi 0 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Eintracht Frankfurt-Rangers FC (PDF), su it.uefa.com, 18 maggio 2022. URL consultato il 18 maggio 2022.
  2. ^ a b c (EN) Referee teams appointed for 2022 UEFA club competition finals, su uefa.com, 11 maggio 2022. URL consultato l'11 maggio 2022.
  3. ^ (EN) Kevin Trapp named official UEFA Europa League final Hankook Player of the Match, su uefa.com, 18 maggio 2022. URL consultato il 18 maggio 2022.
  4. ^ a b c d (EN) Team Statistics Full Time (PDF), su it.uefa.com, 18 maggio 2022. URL consultato il 18 maggio 2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio