Finale della Coppa UEFA 2001-2002

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Coppa UEFA 2001-2002.

Finale della Coppa UEFA 2001-2002
De Kuip Rotterdam The Netherlands.jpg
Lo Stadion Feijenoord, teatro della finale
Dettagli evento
Competizione Coppa UEFA 2001-2002
Data 8 maggio 2002
Città Rotterdam
Impianto di gioco Stadion Feijenoord
Spettatori 45 611
Risultato
Feyenoord
3
Borussia Dortmund
2
Arbitro Portogallo Vítor Melo Pereira
MVP Danimarca Jon Dahl Tomasson
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale della 31ª edizione della Coppa UEFA si è tenuta l'8 maggio 2002 allo Stadion Feijenoord di Rotterdam tra il Feyenoord e il Borussia Dortmund. All'incontro hanno assistito circa 45 000 spettatori. La partita, arbitrata dal portoghese Vítor Melo Pereira, ha visto la vittoria per 3-2 della squadra olandese.

Il cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

Il Feyenoord di Bert van Marwijk, proveniente dalla Champions League, ha esordito ai sedicesimi contro i tedeschi del Friburgo, vincendo nei Paesi Bassi 1-0 e pareggiando 2-2 in Germania. Agli ottavi di finale gli scozzesi dei Rangers sono stati sconfitti in casa 3-2, dopo il pareggio per 1-1 ottenuto a Glasgow. Ai quarti i Trots van Zuid hanno avuto la meglio nel derby col PSV vincendo ai rigori per 5-4, dopo che entrambe le partite si sono concluse sull'1-1. In semifinale gli italiani dell'Inter si sono arresi con un risultato complessivo di 3-2.

Il Borussia Dortmund di Matthias Sammer, anch'esso proveniente dalla fase a gironi di Champions, ha iniziato il cammino in UEFA contro i danesi del Copenaghen, vincendo 1-0 sia all'andata che al ritorno. Agli ottavi i francesi del Lilla sono stati eliminati solo grazie alla regola dei gol fuori casa in virtù dello 0-0 casalingo e dell'1-1 in Francia. Ai quarti di finale gli Schwarzgelben hanno affrontato i cechi dello Slovan Liberec, vincendo con un risultato complessivo di 4-0. In semifinale gli italiani del Milan hanno perso con un clamoroso 4-0 al Westfalenstadion, sfiorando però la rimonta al ritorno al Meazza portandosi sul 3-0, prima del gol qualificazione di Lars Ricken.

La partita[modifica | modifica wikitesto]

A Rotterdam va in scena la finale tra il Feyenoord, padrone di casa e fin qui imbattuto, e il Borussia Dortmund, fresco vincitore della Bundesliga. Prima del fischio di inizio viene osservato un minuto di raccoglimento in onore di Pim Fortuyn, politico olandese assassinato due giorni prima. La partita è entusiasmante, con gli olandesi sospinti dal proprio pubblico che intorno alla mezz'ora sfiorano il gol su punizione. Gol che arriva tre minuti dopo su calcio di rigore di Pierre Van Hooijdonk, fischiato per un fallo di Jürgen Kohler, che gli vale anche l'espulsione. Ridotti in dieci uomini, i tedeschi soffrono le sortite offensive del Feyenoord, che cinque minuti prima della ripresa raddoppia con un calcio di punizione pennellato alla perfezione ancora da Van Hooijdonk. Nel secondo tempo l'arbitro concede un rigore al Borussia che realizza Márcio Amoroso, accorciando le distanze. La gioia dei teutonici però dura solo pochi minuti, infatti Jon Dahl Tomasson sorprende la difesa giallonera e batte Jens Lehmann. C'è ancora tempo per un'altra rete, quella di Jan Koller che porta i suoi sul 3-2, ma il Feyenoord si chiude in difesa e vince per la seconda volta la Coppa UEFA nel proprio stadio.[1]

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Rotterdam
8 maggio 2002, ore 20:45 CEST
Feyenoord3 – 2
referto
Borussia DortmundStadion Feijenoord (45 611 spett.)
Arbitro: Portogallo Vítor Melo Pereira

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Feyenoord
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Borussia Dortmund
Feyenoord (4-4-2)
POR 1 Paesi Bassi Edwin Zoetebier
DIF 2 Ghana Christian Gyan
DIF 8 Paesi Bassi Kees van Wonderen
DIF 17 Paesi Bassi Patrick Paauwe Ammonizione al 46’ 46’
DIF 3 Polonia Tomasz Rząsa Ammonizione al 23’ 23’
CEN 7 Costa d'Avorio Bonaventure Kalou Uscita al 76’ 76’
CEN 6 Paesi Bassi Paul Bosvelt Captain
CEN 14 Giappone Shinji Ono Uscita al 85’ 85’
CEN 32 Paesi Bassi Robin van Persie Ammonizione al 63’ 63’ Uscita al 63’ 63’
ATT 10 Danimarca Jon Dahl Tomasson
ATT 9 Paesi Bassi Pierre Van Hooijdonk
A disposizione:
POR 30 Paesi Bassi Henk Timmer
DIF 4 Cile Mauricio Aros
DIF 20 Paesi Bassi Ferry de Haan Ammonizione al 85’ 85’ Ingresso al 85’ 85’
DIF 26 Belgio Pieter Collen
ATT 11 Brasile Leonardo Ingresso al 63’ 63’
ATT 15 Svezia Johan Elmander Ingresso al 76’ 76’
ATT 18 Russia Igor Korneyev
Allenatore:
Paesi Bassi Bert van Marwijk
Feyenoord vs Borussia Dortmund 2002-05-08.svg
Borussia Dortmund (4-4-2)
POR 1 Germania Jens Lehmann
DIF 3 Brasile Evanílson
DIF 2 Germania Christian Wörns
DIF 5 Germania Jürgen Kohler Red card.svg 31’
DIF 17 Brasile Dedê Ammonizione al 52’ 52’
CEN 18 Germania Lars Ricken Uscita al 70’ 70’
CEN 7 Germania Stefan Reuter Captain
CEN 10 Rep. Ceca Tomáš Rosický Ammonizione al 66’ 66’
CEN 12 Brasile Ewerthon Uscita al 61’ 61’
ATT 8 Rep. Ceca Jan Koller
ATT 22 Brasile Márcio Amoroso Ammonizione al 49’ 49’
A disposizione:
POR 20 Germania Philipp Laux
DIF 6 Germania Jörg Heinrich Ingresso al 70’ 70’
DIF 23 Algeria Ahmed Reda Madouni
CEN 4 Jugoslavia Miroslav Stević
CEN 15 Nigeria Sunday Oliseh
CEN 19 Ghana Otto Addo Ingresso al 61’ 61’
ATT 29 Norvegia Jan-Derek Sørensen
Allenatore:
Germania Matthias Sammer

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Van Hooijdonk illumina il Feyenoord, uefa.com, 1º giugno 2002. URL consultato il 13 marzo 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio