Finale della Coppa UEFA 2007-2008

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Coppa UEFA 2007-2008.

Finale della Coppa UEFA 2007-2008
City of Manchester Stadium 2.jpg
Il City of Manchester Stadium, teatro della finale.
Dettagli evento
Competizione Coppa UEFA 2007-2008
Data 14 maggio 2008
Città Manchester
Impianto di gioco City of Manchester Stadium
Spettatori 43 878
Risultato
Zenit S. Pietroburgo
2
Rangers
0
Arbitro Svezia Peter Fröjdfeldt
MVP Russia Andrei Arshavin
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale della 37ª edizione della Coppa UEFA si è tenuta il 14 maggio 2008 al City of Manchester Stadium di Manchester tra lo Zenit San Pietroburgo e il Rangers. All'incontro hanno assistito 43 878 spettatori. La partita ha visto la vittoria per 2-0 dei russi.

Cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

Lo Zenit San Pietroburgo di Dick Advocaat inizia il proprio cammino in Coppa UEFA dal secondo turno preliminare, in cui elimina gli slovacchi dello Zlaté Moravce con un aggregato totale di 5-0 qualificandosi al turno successivo. Nel primo turno i russi sconfiggono i belgi dello Standard Liegi, con un 4-1 complessivo tra andata e ritorno, approdando alla fase a gironi. Successivamente lo Zenit viene collocato all'interno del Gruppo A insieme agli inglesi dell'Everton, ai tedeschi del Norimberga, agli olandesi dell'AZ Alkmaar ed ai greci dell'AE Larissa, dove riesce ad ottenere il passaggio alla fase ad eliminazione diretta classificandosi al terzo posto del girone (dietro ad Everton e Norimberga) totalizzando 5 punti, frutto di una vittoria, due pareggi ed una sconfitta. Nei sedicesimi di finale gli spagnoli del Villarreal vengono estromessi dalla competizione grazie alla regola dei gol fuori casa; vittoria per 1-0 allo Stadio Petrovskij e sconfitta per 2-1 al Madrigal. Agli ottavi lo Zenit subisce una pesante sconfitta per 3-1 nella partita d'andata del Vélodrome contro i francesi dell'Olympique Marsiglia, ma ribalta risultato e qualificazione nella gara di ritorno vincendo 2-0 a San Pietroburgo con una doppietta di Pavel Pogrebnjak. Nei quarti i russi affrontano i tedeschi del Bayer Leverkusen, che vengono battuti con un sonoro 4-1 alla BayArena nel match d'andata, archiviando anzitempo il passaggio alle semifinali; difatti risulta totalmente ininfluente la sconfitta per 1-0 subita al Petrovskij. In semifinale lo Zenit si trova di fronte un'altra squadra tedesca, il Bayern Monaco, favorito per la vittoria finale. Nella gara d'andata i russi riescono ad ottenere un buon pareggio per 1-1 all'Allianz Arena, mentre al ritorno si impongono con un clamoroso 4-0 sui bavaresi raggiungendo la prima finale di Coppa UEFA della loro storia, nonché la prima assoluta a livello europeo.

I Rangers di Walter Smith, terzi classificati nel Gruppo E della fase a gironi della UEFA Champions League 2007-2008, iniziano il proprio cammino dai sedicesimi di finale, dove eliminano i greci del Panathinaikos grazie alla regola dei gol in trasferta (0-0 a Glasgow e 1-1 ad Atene). Agli ottavi gli scozzesi sconfiggono 2-0 i tedeschi del Werder Brema nella partita d'andata dell'Ibrox Stadium; vittoria che vale il passaggio del turno, in quanto la gara di ritorno termina 1-0 in favore del Werder. Ai quarti i portoghesi dello Sporting Lisbona, dopo il pareggio interno per 0-0, vengono battuti 2-0 a Lisbona. In semifinale, dopo che entrambi i match si sono conclusi a reti inviolate, gli italiani della Fiorentina vengono superati per 4-2 ai calci di rigore. Gli scozzesi raggiungono, così, la prima finale di Coppa UEFA della loro storia, nonché la prima finale europea dopo 36 anni dall'ultima giocata (vittoria contro la Dinamo Mosca nella finale della Coppa delle Coppe 1971-1972).

La partita[modifica | modifica wikitesto]

Zenit San Pietroburgo e Rangers si incontrano al City of Manchester Stadium di Manchester in una finale inedita, difatti entrambe le squadre sono al loro primo atto conclusivo della Coppa UEFA (per lo Zenit è la prima finale europea in assoluto, mentre per i Rangers è la quarta totale). Con Pogrebnjak squalificato causa somma d'ammonizioni durante le semifinali e quindi rimpiazzato dal turco Fatih Tekke, lo Zenit si rende comunque subito pericoloso con un tiro di sinistro da parte di Andrei Arshavin che termina di poco a lato della porta degli scozzesi. Dopodiché la prima frazione di gara si rivela essere abbastanza statica ed equilibrata, con il solo Zenit a concludere di nuovo a rete grazie al potente destro da fuori area di Aleksandr Anyukov, parato da Neil Alexander; perciò si va a riposo sullo 0-0. Nel secondo tempo i Rangers vanno vicini al gol; Steven Davis innesca Jean-Claude Darcheville, ma il tiro del francese viene ben respinto dal portiere russo Vyacheslav Malafeev, che è anche attento a neutralizzare la ribattuta a rete del capitano scozzese Barry Ferguson. Al 72' i russi passano in vantaggio grazie all'incursione del centrocampista Igor Denisov, che sfrutta nel migliore dei modi un ottimo passaggio filtrante di Arshavin bucando Alexander da posizione ravvicinata. Pochi minuti più tardi lo Zenit ha la possibilità di chiudere la partita con Arshavin che pesca in area Konstantin Zyryanov, ma il russo spara alto; mentre gli scozzesi possono riaprirla, ma anche in questo caso Nacho Novo (subentrato a Saša Papac) non centra la porta di Malafeev. Allo scadere del recupero i russi trovano il 2-0, al termine di una grande triangolazione tra Arshavin-Tekke-Zyryanov con quest'ultimo che insacca da sotto porta portando la compagine russa alla vittoria della prima Coppa UEFA della sua storia, nonché suo primo titolo a livello europeo.

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Manchester
14 maggio 2008, ore 20:45 CEST
Zenit S. Pietroburgo2 – 0
referto
RangersCity of Manchester Stadium (43 878 spett.)
Arbitro: Svezia Peter Fröjdfeldt

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Zenit
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Rangers

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Zenit S. Pietroburgo (4-3-3)
POR 16 Russia Vyacheslav Malafeev Ammonizione al 90+2’ 90+2’
DIF 22 Russia Aleksandr Anyukov
DIF 4 Croazia Ivica Križanac
DIF 15 Russia Roman Širokov
DIF 11 Rep. Ceca Radek Šírl
CEN 44 Ucraina Anatoliy Tymoschuk (C)
CEN 18 Russia Konstantin Zyryanov
CEN 27 Russia Igor' Denisov Ammonizione al 72’ 72’
ATT 20 Russia Viktor Fayzulin Uscita al 90+3’ 90+3’
ATT 10 Russia Andrei Arshavin
ATT 9 Turchia Fatih Tekke
A disposizione:
POR 1 Slovacchia Kamil Čontofalský
DIF 5 Corea del Sud Kim Dong-Jin Ingresso al 90+3’ 90+3’
CEN 2 Russia Vladislav Radimov
CEN 25 Paesi Bassi Fernando Ricksen
CEN 57 Russia Aleksej Ionov
CEN 88 Ucraina Oleksandr Horškov
ATT 7 Argentina Alejandro Domínguez
Allenatore:
Paesi Bassi Dick Advocaat
Zenit vs Rangers 2008-05-14.svg
Rangers (4-1-4-1)
POR 13 Scozia Neil Alexander
DIF 21 Scozia Kirk Broadfoot Ammonizione al 90+4’ 90+4’
DIF 3 Scozia David Weir
DIF 24 Spagna Carlos Cuéllar
DIF 5 Bosnia ed Erzegovina Saša Papac Uscita al 77’ 77’
CEN 7 Algeria Brahim Hemdani Uscita al 80’ 80’
CEN 28 Scozia Steven Whittaker Uscita al 86’ 86’
CEN 6 Scozia Barry Ferguson (C)
CEN 8 Scozia Kevin Thomson
CEN 35 Irlanda del Nord Steven Davis
ATT 19 Francia Jean-Claude Darcheville
A disposizione:
POR 16 Scozia Graeme Smith
DIF 30 Scozia Christian Dailly
CEN 11 Scozia Charlie Adam
CEN 39 Senegal Amdy Faye
ATT 9 Scozia Kris Boyd Ingresso al 86’ 86’
ATT 10 Spagna Nacho Novo Ingresso al 77’ 77’
ATT 27 Scozia Lee McCulloch Ingresso al 80’ 80’
Allenatore:
Scozia Walter Smith


Uomo partita:[1]


Guardalinee:

  • Svezia Stefan Wittberg
  • Svezia Henrik Andren

Quarto uomo:

  • Svezia Martin Ingvarsson

Atti di violenza[modifica | modifica wikitesto]

1leftarrow blue.svgVoce principale: Scontri di Piccadilly Gardens.

L'evento è stato alterato dalle rivolte dei tifosi dei Rangers nel centro di Manchester; questi scontri sono iniziati dopo che un grande schermo, che doveva mostrare la partita, non ha correttamente funzionato. Anche un fan dello Zenit è stato attaccato e pugnalato, anche se in seguito è stato accertato che i tifosi dei Rangers non ne erano responsabili. Nel settembre 2010 undici persone sono state condannate per il disordine con pene detentive che variano dai sei mesi ai tre anni e mezzo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]