Finale della UEFA Europa League 2017-2018

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: UEFA Europa League 2017-2018.

Finale della UEFA Europa League 2017-2018
Parc OL.jpg
Il Parc OL di Lione, teatro della finale
Dettagli evento
Competizione UEFA Europa League 2017-2018
Data 16 maggio 2018
Città Décines-Charpieu
Impianto di gioco Parc Olympique Lyonnais
Spettatori 55 768[1]
Risultato
Marsiglia
0
Atlético Madrid
3
Arbitro Paesi Bassi Björn Kuipers
MVP Francia Antoine Griezmann[2]
  ← ed. precedente

La finale della 9ª edizione della Europa League è stata disputata mercoledì 16 maggio 2018 al Parc Olympique Lyonnais di Décines-Charpieu (Lione)[3] tra i francesi dell'Marsiglia e gli spagnoli dell'Atlético Madrid.

Il torneo è stato vinto dal Atlético Madrid che ha sconfitto i francesi per 3-0, aggiudicandosi l'Europa League per la terza volta nella sua storia e guadagnando così anche l'accesso all'edizione 2018-2019 della UEFA Champions League direttamente dalla fase a gironi, oltre alla partecipazione alla Supercoppa UEFA 2018 contro la vincitrice della UEFA Champions League 2017-2018.

Le squadre[modifica | modifica wikitesto]

Squadre Partecipazioni precedenti
(il grassetto indica la vittoria)
Francia Marsiglia 2 (1999, 2004)
Spagna Atlético Madrid 2 (2010, 2012)

Il cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

L'Marsiglia di Rudi Garcia incontra nelle fasi di qualificazione dapprima i belgi dell'Ostenda, poi gli sloveni del Domžale battendoli rispettivamente 4-2 e 4-1 nei doppi confronti. Nella fase successiva viene inserito nel gruppo I insieme ai turchi del Konyaspor, agli austriaci del Salisburgo e ai portoghesi del Vitória Guimarães. La squadra francese si classifica al secondo posto, alle spalle del Salisburgo, con 8 punti frutto di due vittorie, due pari e due sconfitte. Ai sedicesimi vengono sorteggiati i lusitani del Braga, che vengono battuti con un risultato complessivo di 3-1. Agli ottavi di finale gli spagnoli dell'Athletic Bilbao perdono sia in casa che in trasferta rispettivamente 2-1 e 3-1. Ai quarti l'OM affronta i tedeschi del RB Lipsia e, dopo essere stati sconfitti 1-0 in Germania, conquista la semifinale vincendo 5-2 al Vélodrome. In semifinale i sorprendenti austriaci del Salisburgo (già affrontati nella fase a gironi) vengono battuti 2-0 a Marsiglia, ma vincono col medesimo risultato in Austria. Durante i tempi supplementari un gol di Rolando, su azione da calcio d'angolo più che dubbio, manda i suoi in finale.[4] Per il club francese si tratta della terza finale della competizione, sebbene le prime due erano di Coppa UEFA.

L'Atlético Madrid di Diego Simeone, provenendo dalla fase a gironi della UEFA Champions League 2016-2017, inizia il proprio cammino direttamente dalla fase a eliminazione diretta.[5] L'urna di Nyon sorteggia i danesi del Copenaghen, che vengono sconfitti 4-1 al Parken Stadium e 1-0 nella gara di ritorno al Wanda Metropolitano. Agli ottavi di finale i russi della Lokomotiv Mosca vengono superati con un risultato complessivo di 8-1 tra andata e ritorno. Ai quarti i Colchoneros affrontano i lusitani dello Sporting Lisbona e dopo aver vinto 2-0 a Madrid, vengono sconfitti di misura in Portogallo. In semifinale contro gli inglesi dell'Arsenal, i ragazzi del Cholo raggiungono il pareggio per 1-1 all'Emirates Stadium con un gol di Antoine Griezmann nei minuti finali, dopo aver giocato quasi tutta la gara in dieci. Nel retour match basta un gol di Diego Costa per centrare la terza finale di Europa League.

Note: In ogni risultato sottostante, il punteggio della finalista è menzionato per primo. (C: Casa; T: Trasferta)

Francia Marsiglia Turno Spagna Atlético Madrid
Europa League Champions League
Avversario Tot. Andata Ritorno Fase di qualificazione Qualificato direttamente alla fase a gironi
Belgio Ostenda 4–2 4–2 (C) 0–0 (T) Terzo turno di qualificazione
Slovenia Domžale 4–1 1–1 (T) 3–0 (C) Turno di spareggio
Avversario Risultato Fase a gironi (EL, CL) Avversario Risultato
Turchia Konyaspor 1–0 (C) Giornata 1 Italia Roma 0–0 (T)
Austria Salisburgo 0–1 (T) Giornata 2 Inghilterra Chelsea 1–2 (C)
Portogallo Vitória Guimarães 2–1 (C) Giornata 3 Azerbaigian Qarabağ 0–0 (T)
Portogallo Vitória Guimarães 0–1 (T) Giornata 4 Azerbaigian Qarabağ 1–1 (C)
Turchia Konyaspor 1–1 (T) Giornata 5 Italia Roma 2–0 (C)
Austria Salisburgo 0–0 (C) Giornata 6 Inghilterra Chelsea 1–1 (T)
2ª classificata del Gruppo I
Squadra Pt G
Austria Salisburgo 12 6
Francia Marsiglia 8 6
Turchia Konyaspor 6 6
Portogallo Vitória Guimarães 5 6
Piazzamenti finali 3ª classificata del Gruppo C
Squadra Pt G
Italia Roma 11 6
Inghilterra Chelsea 11 6
Spagna Atlético Madrid 7 6
Azerbaigian Qarabağ 2 6
Europa League
Avversario Tot. Andata Ritorno Fase a eliminazione diretta Avversario Tot. Andata Ritorno
Portogallo Braga 3–1 3–0 (C) 0–1 (T) Sedicesimi di finale Danimarca Copenaghen 5–1 4–1 (T) 1–0 (C)
Spagna Athletic Bilbao 5–2 3–1 (C) 2–1 (T) Ottavi di finale Russia Lokomotiv Mosca 8–1 3–0 (C) 5–1 (T)
Germania RB Lipsia 5–3 0–1 (T) 5–2 (C) Quarti di finale Portogallo Sporting Lisbona 2–1 2–0 (C) 0–1 (T)
Austria Salisburgo 3–2 2–0 (C) 1–2 (dts) (T) Semifinali Inghilterra Arsenal 2–1 1–1 (T) 1–0 (C)

La partita[modifica | modifica wikitesto]

Al Parc OL va in scena la finale tra Olympique Marsiglia, alla ricerca della prima vittoria nella competizione dopo le sconfitte del 1999 contro il Parma e del 2004 contro il Valencia, e l'Atlético Madrid che invece cerca il tris dopo aver sconfitto il Fulham e l'Athletic Club rispettivamente nel 2010 e nel 2012. È il Marsiglia a partire forte, pressando alto e attaccando, mentre i Colchoneros cominciano la gara attendendo l'avversario. La prima occasione da rete è sui piedi di Valère Germain che, lanciato a rete da Dimitri Payet, spara alto a tu per tu con Jan Oblak. Al ventesimo uno svarione difensivo dell'OM permette a Koke di rubare palla nella metà campo avversaria, e di servire Antoine Griezmann che batte Steve Mandanda e porta i suoi sull'1-0. La prima frazione si conclude senza altri sussulti, ma i francesi perdono Payet per infortunio. Il secondo tempo si apre con l'Atlético più arrembante, che dopo appena quattro minuti trova il gol del 2-0, ancora con Griezmann, che batte il portiere francese con un pregevole pallonetto. Col risultato in cassaforte i Rojiblancos si limitano a contenere gli attacchi degli avversari e a ripartire sfruttando gli spazi. Tuttavia il Marsiglia sfiora il gol che poteva accorciare le distanze con Kōstas Mītroglou (subentrato a Germain), che di testa colpisce il palo interno a Oblak battuto. Passato lo spavento per il possibile gol subito, l'Atlético Madrid si riporta nuovamente in attacco e a un minuto dal triplice fischio mette la parola fine sul match con la rete del capitano Gabi.[6]

L'Atlético Madrid vince la sua terza Europa League su altrettante finali disputate, mentre il Marsiglia eguaglia il poco ambito record del Benfica di tre finali perse su tre.[7] Antoine Griezmann viene eletto uomo partita;[2] sono cinque i giocatori colchoneros inseriti nella Squadra dell'anno, contro i tre del Marsiglia.[8]

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Décines-Charpieu
16 maggio 2018, ore 20:45 CEST
Marsiglia 0 – 3
referto
Atlético Madrid Parc Olympique Lyonnais (55 768[1] spett.)
Arbitro Paesi Bassi Björn Kuipers

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
O. Marsiglia
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Atlético Madrid
P 30 Francia Steve Mandanda
D 17 Francia Bouna Sarr
D 23 Francia Adil Rami
D 19 Brasile Luiz Gustavo Ammonizione al 75’ 75’
D 18 Francia Jordan Amavi Ammonizione al 38’ 38’
C 29 Camerun André Zambo Anguissa
C 8 Francia Morgan Sanson
C 26 Francia Florian Thauvin
C 10 Francia Dimitri Payet Captain Uscita al 32’ 32’
C 5 Argentina Lucas Ocampos Uscita al 55’ 55’
A 28 Francia Valère Germain Uscita al 74’ 74’
A disposizione:
P 16 Francia Yohann Pelé
D 2 Giappone Hiroki Sakai
D 6 Portogallo Rolando
C 4 Francia Boubacar Kamara
C 27 Francia Maxime Lopez Ingresso al 32’ 32’
A 11 Grecia Konstantinos Mitroglou Ingresso al 74’ 74’
A 14 Camerun Clinton N'Jie Ammonizione al 78’ 78’ Ingresso al 55’ 55’
Allenatore:
Francia Rudi Garcia
Marseille vs Atlético Madrid 2018-05-16.svg
P 13 Slovenia Jan Oblak
D 16 Croazia Šime Vrsaljko Ammonizione al 23’ 23’ Uscita al 46’ 46’
D 24 Uruguay José Giménez
D 2 Uruguay Diego Godín
D 19 Francia Lucas Hernández Ammonizione al 78’ 78’
C 11 Argentina Ángel Correa Uscita al 88’ 88’
C 14 Spagna Gabi Captain
C 8 Spagna Saúl Ñíguez
C 6 Spagna Koke
A 7 Francia Antoine Griezmann Uscita al 90’ 90’
A 18 Spagna Diego Costa
A disposizione:
P 25 Argentina Axel Werner
D 3 Brasile Filipe Luís
D 15 Montenegro Stefan Savić
D 20 Spagna Juanfran Ingresso al 46’ 46’
C 5 Ghana Thomas Partey Ingresso al 88’ 88’
A 9 Spagna Fernando Torres Ingresso al 90’ 90’
A 21 Francia Kevin Gameiro
Allenatore:
Argentina Germán Burgos[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Filmato audio(EN) Highlights: Marseille 0-3 Atlético, uefa.com, 16 maggio 2018.

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio