Superligaen 2017-2018

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Superligaen 2017-2018
Logo della competizione
Competizione Superligaen
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 105ª
Organizzatore DBU
Date dal 16 luglio 2017
al 27 maggio 2017
Luogo Danimarca Danimarca
Partecipanti 14
Risultati
Vincitore Midtjylland
(2º titolo)
Secondo Brøndby
Retrocessioni Silkeborg
Lyngby
Helsingør
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2016-2017 2018-2019 Right arrow.svg

La Superligaen 2017-2018 è stata la 105ª edizione della massima serie del campionato danese di calcio e 28ª come Superligaen. Il Midtjylland ha vinto il campionato per la seconda volta nella sua storia.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Al termine della stagione 2016-2017, l'Esbjerg e il Viborg sono state retrocesse in 1. Division. Al loro posto sono approdate in massima serie l'Hobro e l'Helsingør.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Le 14 squadre partecipanti si affrontano in gironi di andata-ritorno e i successivi play-off e play-out. La pausa invernale è iniziata l'11 dicembre 2017 ed è finita l'11 febbraio 2018. Il campionato danese si divide sostanzialmente in 2 fasi: la prima fase, in cui ogni squadra gioca 26 partite (sono 14 squadre e ognuna gioca andata e ritorno) e la seconda fase, divisa a sua volta in play-off e in play-out. Al termine della stagione solo la squadra campione si qualificherà per il secondo turno preliminare della UEFA Champions League 2018-2019. Le squadre classificate al secondo e al terzo posto si qualificheranno rispettivamente per il secondo e per il primo turno di qualificazione della UEFA Europa League 2018-2019. Dopo i play-off e i Play-out si saprà la terza squadra che approderà in UEFA Europa League 2018-2019 e quelle retrocesse in 1. Division.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Capacità Stagione 2015-16
Aalborg dettagli Aalborg Aalborg Portland Park 13 800 8º posto in Superligaen
Aarhus dettagli Aarhus Atletion 19 433 12º posto in Superligaen
Brøndby dettagli Brøndby Brøndby Stadion 29 000 2º posto in Superligaen
Copenaghen dettagli Copenaghen Parken Stadium 41 000 Campione di Danimarca
Helsingør dettagli Helsingør Helsingør Stadion 4 500 3º posto in 1.Division
Hobro dettagli Hobro DS Arena 6 000 1º posto in 1.Division
Horsens dettagli Horsens CASA Arena Horsens 10 400 10º posto in Superligaen
Lyngby dettagli Lyngby-Taarbæk Stadio Lyngby 12 000 3º posto in Superligaen
Midtjylland dettagli Herning MCH Arena 11 809 4º posto in Superligaen
Nordsjælland dettagli Farum Farum Park 9 800 5º posto in Superligaen
Odense dettagli Odense Stadio Fionia Park 15 761 11º posto in Superligaen
Randers dettagli Randers Stadio Essex Park Randers 12 000 7º posto in Superligaen
Silkeborg dettagli Silkeborg MASCOT Park 10 000 9º posto in Superligaen
SønderjyskE dettagli Haderslev Haderslev Fodboldstadion 10 000 6º posto in Superligaen

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Sono tre le squadre che hanno cambiato allenatore durante la stagione. L'Aarhus, il Lyngby e il Randers.

Squadra Allenatore Giocatore più presente Cannoniere Uomo assist
Aalborg Danimarca Morten Wieghorst Danimarca Jannik Pohl (19) Danimarca Jannik Pohl (5) Perù Édison Flores (3)
Aarhus Danimarca Glen Riddersholm (1ª-11ª giornata)

Danimarca David Nielsen (11ª- giornata)[1]

Danimarca Pierre Kanstrup

Svezia Tobias Sana

Danimarca Jakob Ankersen (19)

Danimarca Morten Rasmussen (4) Australia Mustafa Amini (3)
Brøndby Germania Alexander Zorniger 6 giocatori (19) Kosovo Besar Halimi

Finlandia Teemu Pukki (7)

Germania Hany Mukhtar (7)
Copenaghen Norvegia Stale Solbakken Rep. Ceca Michael Lüftner

Svezia Robin Olsen

Serbia Andrija Pavlović (19)

Cipro Pieros Sōtīriou (8) Danimarca Rasmus Falk Jensen

Danimarca Nicolaj Thomsen (3)

Helsingør Danimarca Christian Lönstrup Danimarca Sören Henriksen

Danimarca MIkkel Fossum Basse (19)

Danimarca Nicolas Mortensen (3) Danimarca Ricki Olsen (2)
Hobro Danimarca Thomas Thomasberg 6 giocatori (19) Norvegia Pål Alexander Kirkevold (13) Belize Yaw Amankwah

Danimarca Vito Hammershøy-Mistrati (3)

Horsens Danimarca Bo Henriksen Islanda Kjartan Finnbogason

Germania Jonas Thorsen

Gambia Alexander Ludwig (19)

4 giocatori (4) Danimarca Jonas Thorsen (3)
Lyngby| Danimarca David Nielsen (1ª-10ª giornata)[2]

Danimarca Thomas Nörgaardn (10ª- giornata)[3]

Danimarca Bror Blume (19) Costa Rica Mayron George (7) Danimarca Mikkel Rygaard Jensen (6)
Midtjylland Danimarca Jess Thorup 4 giocatori (19) Norvegia Alexander Sørloth (10) Danimarca Jakob Poulsen (9)
Nordsjælland Danimarca Kasper Hjulmand 6 giocatori (19) Danimarca Emiliano Marcondes (17) Danimarca Emiliano Marcondes (8)
Odense Danimarca Kent Nielsen Norvegia Sten Grytebust (19) Danimarca Anders Jacobsen (7) Danimarca Ryan Laursen (3)
Randers Islanda Ólafur Kristjánsson (1ª-11ª giornata)[4]

Paesi Bassi Ricardo Moniz (11ª- giornata)[5]

Islanda Hannes Thór Halldórsson

Georgia Saba Lobjanidze (19)

Serbia Nikola Đurđić

Finlandia Joni Kauko

Georgia Saba Lobjanidze

Danimarca Erik Marxen (2)

Georgia Saba Lobjanidze (3)
Silkeborg Danimarca Peter Sörensen Danimarca Jens Martin Gammelby

Danimarca Robert Skov (19)

Georgia Davit Skhirtladze (5) Danimarca Robert Skov (5)
SønderjyskE Danimarca Claus Nörgaard Germania Sebastian Mielitz (19) Paesi Bassi Kees Luijckx

Danimarca Christian Jakobsen

Danimarca Mikael Uhre (5)

Danimarca Christian Jakobsen (6)

Prima fase[modifica | modifica wikitesto]

Formula e riassunto breve della classifica[modifica | modifica wikitesto]

La prima fase della Superligaen è molto simile alla nostra serie A: ogni squadra affronta le altre 13 in casa e in trasferta, per un totale di 26 partite giocate da ogni squadra e 364 partite giocate in questa prima fase. Le prime 6 squadre in classifica avanzano alla seconda fase, nei play-off, mentre quelle rimaste avanzano sempre nella seconda fase, ma dalla parte dei play-out.

I play-out si dividono in altri 2 gironcini, il girone A e il girone B, che di seguito troverete spiegati meglio. Il Brøndby e il Midtjylland hanno vinto questa prima fase ottenendo 60 punti ciascuno, la prima squadra con 18 vittorie, 6 pareggi e 2 sconfitte, mentre la seconda squadra con ben 19 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte. Al terzo posto, staccato dalle prime due da ben 10 punti, troviamo il Nordsjælland con 50 punti e al quarto posto a 44 punti il Copenaghen. Al quinto posto con 36 punti abbiamo l'Aalborg e a 35 punti troviamo la sorpresa Horsens, appena promosso dalla 1. Division. Queste prime 6 squadre sono qualificate ai play-off, mentre la settima, la decima, l'undicesima e la quattordicesima ( rispettivamente l'Hobro, l'Aarhus, il Silkeborg e l'Helsingør) passano al girone A dei play-out e l' ottava, la nona, la dodicesima e la tredicesima (il SønderjyskE, l'Odense, il Lyngby e il Randers) passano al Girone B.

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Brøndby 60 26 18 6 2 58 24 +34
2. Midtjylland 60 26 19 3 4 60 29 +31
3. Nordsjælland 50 26 15 5 6 62 41 +21
4. Copenaghen 44 26 13 5 8 50 33 +17
5. Aalborg 36 26 8 12 6 28 27 +1
6. Horsens 35 26 7 14 5 32 34 -2
7. Hobro 32 26 8 8 10 33 33 0
8. SønderjyskE 31 26 8 7 11 36 34 +2
9 Odense 31 26 8 7 11 32 31 +1
10. Aarhus 29 26 7 8 11 23 36 -13
11. Silkeborg 28 26 8 4 14 32 49 -17
12. Lyngby 21 26 4 9 13 31 53 -22
13. Randers 20 26 4 8 14 23 46 -23
14. Helsingør 20 26 6 2 18 22 52 -30

Legenda:

      ammesse ai play-off campione di Danimarca
      Ammesse al girone A dei play-out
      Ammesse al girone B dei play-out

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

  Aal Aar Bro Cop Hel Hob Hor Lyn Mid Nor Ode Ran Sil Son
Aalborg –––– 0-0 1-1 1-1 1-0 1-1 1-1 3-1 0-1 1-1 0-2 4-0 2-1 1-4
Aarhus 0-0 –––– 2-0 0-1 0-0 2-0 1-2 0-2 0-3 1-4 0-0 1-4 3-1 0-0
Brøndby 0-0 2-2 –––– 1-0 6-1 2-1 2-0 5-3 4-0 4-2 2-1 3-1 4-1 4-0
Copenaghen 1-1 4-0 0-1 –––– 4-3 0-0 1-1 5-1 4-3 1-3 1-0 5-1 4-0 3-2
Helsingør 0-1 1-5 0-1 0-4 –––– 0-1 0-2 2-1 2-1 1-0 0-2 2-0 2-0 1-2
Hobro 0-1 0-1 1-2 0-2 2-1 –––– 1-1 3-0 1-2 4-0 1-1 2-0 1-1 3-2
Horsens 0-0 1-1 1-1 1-1 2-0 2-2 –––– 4-1 0-2 2-2 0-0 1-1 1-0 2-1
Lyngby 1-2 0-0 1-3 3-1 3-1 0-3 1-1 –––– 2-2 1-4 1-1 1-3 2-1 1-1
Midtjyalland 4-1 4-0 0-1 3-1 2-1 5-1 4-2 1-1 –––– 4-3 3-1 2-1 2-0 2-1
Nordsjælland 3-2 1-2 3-2 3-0 1-0 3-2 6-0 2-2 1-1 –––– 2-1 3-2 3-1 2-2
Odense 0-0 0-1 1-1 1-0 6-1 3-0 1-0 3-1 0-2 1-2 –––– 3-1 1-2 0-3
Randers 1-1 1-0 0-0 0-3 0-0 0-0 0-1 0-0 0-4 0-3 4-1 –––– 1-1 0-2
Silkeborg 3-2 2-1 1-3 1-3 4-1 0-2 2-2 1-1 1-2 2-4 1-0 3-2 –––– 1-0
SønderjyskE 0-1 3-0 1-3 3-0 1-2 1-1 2-2 1-0 0-1 2-1 2-2 0-0 0-1 ––––

Seconda fase[modifica | modifica wikitesto]

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Si qualificano a questa fase le sei migliori classificate della prima fase, e da qui si decreterà il campione di Danimarca, chi si qualifica al secondo turno preliminare di Champions League 2018-2019, al primo turno di qualificazione dell'Europa League 2018-2019 e chi disputerà la finale dello spareggio per l'Europa League 2018-2019.

I punti sono conteggiati come una continuazione della prima fase: ogni squadra affronta le altre 5 in casa e in trasferta, ma i punti sono gli stessi che le squadre avevano nella prima fase.

Quindi, ad esempio, il Brøndby ha ottenuto 81 punti in un totale di 36 partite. Se si vuole sapere invece quanti punti ha fatto solamente nei play-off si può semplicemente fare 81 (i punti "in totale")- 60 (i punti che aveva alla fine della prima fase). Quindi in questo caso il Brøndby sappiamo che ha fatto 21 punti solo nella seconda fase.

Campione di Danimarca è il Midtjylland con 85 punti, seguito dal Brøndby a 81 punti, anche se queste 2 squadre sono staccate molto dalle altre, che cominciano con il Nordsjælland a 59 punti e finiscono con l'Horsens a 40.

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Danimarca 1. Midtjylland 85 36 27 4 5 80 39 +41
2. Brøndby 81 36 24 9 3 82 37 +45
3. Nordsjælland 59 36 17 8 11 76 58 +18
4. Copenaghen 58 36 17 7 12 65 47 +18
5. Aalborg 45 36 10 15 11 38 44 -6
6. Horsens 40 36 8 16 12 43 57 -14

Legenda:

      Campione di Danimarca e ammessa al secondo turno preliminare di UEFA Champions League 2018-2019
      Ammessa al secondo e al primo turno preliminare di UEFA Europa League 2018-2019
      Ammessa alla finale per lo spareggio per l' UEFA Europa League 2018-2019

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

  Aal Brø Cop Hor Mid Nor
Aalborg 0-3 1-0 2-0 3-3 0-0
Brøndby 1-1 2-1 5-1 0-1 3-1
Copenaghen 2-1 1-1 4-1 0-2 2-1
Horsens 2-1 2-2 2-3 0-1 2-2
Midtjylland 3-0 2-3 3-2 1-0 2-1
Nordsjælland 3-1 3-4 0-0 2-1 1-2

Play-out girone A[modifica | modifica wikitesto]

Si qualificano a questo turno le squadre classificate alla settima, decima,undicesima e quattordicesima piazza nella prima fase. Le ultime due classificate disputeranno le semifinali dei play-out per non retrocedere in 1. Division 2018-2019

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Hobro 44 32 12 8 12 41 39 +2
2. Aarhus 41 32 11 8 13 35 43 -8
3. Silkeborg 32 32 9 5 18 39 60 -21
4. Helsingør 27 32 8 3 21 28 61 -33

Legenda:

      Ammesse ai quarti di finale per lo spareggio per l'UEFA Europa League 2018-2019
      Ammesse alprimo turno dei play-out play-out

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

  AAr Hel Hob Sil
Aarhus 2-1 0-1 2-1
Helsingør 1-0 0-1 0-0
Hobro 1-3 4-1 1-0
Silkeborg 2-5 2-3 2-0

Play-out girone B[modifica | modifica wikitesto]

Si qualificano a questo turno le squadre classificate alla ottava, nona,dodicesima e tredicesima piazza nella prima fase. Le ultime due classificate disputeranno le semifinali dei play-out per non retrocedere in 1. Division 2017-2018

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Odense 42 32 11 9 12 43 37 +6
2. SønderjyskE 41 32 11 8 13 42 40 +2
3. Randers 30 32 7 9 16 32 52 -20
4. Lyngby 23 32 4 11 17 35 65 -30

Legenda:

      Ammesse ai quarti di finale per lo spareggio per l'UEFA Europa League 2017-2018
      Ammesse alprimo turno dei play-out play-out

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

  Lyn Ode Ran Søn
Lyngby 2-2 1-3 1-1
Odense 3-0 3-0 2-1
Randers 2-0 1-1 3-0
SønderjyskE 1-0 2-0 1-0

Qualificazione per l'Europa League[modifica | modifica wikitesto]

Le qualificazioni per l'Europa League si strutturano ad eliminazione diretta con Quarti, Semifinali e finale. Sono ammesse ai quarti le prime 2 squadre di ognuno dei 2 gironcini dei play-out, che si sfidano in incontri di andata e ritorno. Le vincenti sono ammesse alla semifinale, e la vincente della semifinale (sempre con andata e ritorno) sfida in una finale di sola andata la quarta classificata nel girone play-off.

  Quarti di finale Semifinali Finale
                                 
 Aarhus 3 3 6  
  Odense 2 2 4  
   Aarhus 2 2 4  
   SønderjyskE 2 0 2  
 SønderjyskE (gt) 1 2 3
   Hobro 0 3 3  
     Copenaghen 4
   Aarhus 1

Finali play-out[modifica | modifica wikitesto]

La struttura della fase finale dei play-out è abbastanza complessa: ci sono innanzitutto i quarti di finale, a cui sono ammesse le ultime due di ciascuno dei due gironcini dei play-out in cui le squadre si sfidano in incontri di andata e ritorno. I perdenti dei quarti di finale sono ammessi a delle semifinali parallele, in cui le 2 squadre si sfidano sempre 2 volte ma la perdente è retrocessa.

Intanto le vincenti dei quarti di finale sono ammesse alle semifinali, in cui si sfidano sempre 2 volte. La vincente delle semifnali è salva, la perdente è ammessa alla finale. Intanto la vincente della semifinale parallele sfida in andata-ritorno la 2^ nella 1. Division, chi vince va in Superligaen 2018-19, chi perde va in 1.Division 2018-19. Infine si arriva all'altra finale (che è sempre in andata-ritorno), quella tra la perdente delle semifinali "normali" e la 3^ nella 1.Division, in cui la perdente va in 1. Division e la vincente va in Superligaen. Il campionato danese, a differenza di quello italiano, non è regolare in fatto di promozioni/retrocessioni: infatti può essere che vengano retrocesse da 1 a 3 squadre o che vengano promosse da 1 a 3 squadre.

  Quarti di finale Semifinali Finale
                                 
 Helsingør 1 1 2  
 Randers 1 2 3  
   Lyngby 1 1 2  
   Randers 2 2 4  
 Lyngby 2 2 4
   Silkeborg 1 2 3  
     Vendsyssel 1 2 3
   Lyngby 0 1 1
  Semifinali Finale
                                 
 Helsingør 1 3 4  
 Silkeborg 1 4 5  
   Silkeborg 1 0 1
   Esbjerg 0 3 3

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Record[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]