Finale della UEFA Europa League 2013-2014

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: UEFA Europa League 2013-2014.

Finale della UEFA Europa League 2013-2014
Inside Juventus Stadium.jpg
Lo Juventus Stadium, sede della finale disputata il 14 maggio 2014
Dettagli evento
Competizione UEFA Europa League 2013-2014
Data 14 maggio 2014
Città Torino
Impianto di gioco Juventus Stadium
Spettatori 33 120
Risultato
Siviglia
0
Benfica
0
4 a 2 dopo i rigori
Arbitro Germania Felix Brych
MVP Croazia Ivan Rakitić
ed. successiva →     ← ed. precedente

La finale della 5ª edizione della Europa League è stata disputata il 14 maggio 2014 allo Juventus Stadium di Torino, tra la compagine spagnola del Siviglia e quella portoghese del Benfica.

Cammino verso la finale[modifica | modifica wikitesto]

Il Siviglia di Unai Emery inizia il proprio cammino europeo dal terzo turno preliminare dell'Europa League, dove liquida con un risultato complessivo di 9-1 i montenegrini del Mladost Podgorica e, con il medesimo aggregato, elimina i polacchi dello Śląsk Wrocław nel turno dei play-off. Successivamente, gli andalusi vengono sorteggiati nel Gruppo H insieme ai tedeschi del Friburgo, ai portoghesi dell'Estoril Praia e ai cechi dello Slovan Liberec, classificandosi al primo posto, totalizzando dodici punti, frutto di tre vittorie e tre pareggi. Ai sedicesimi l'urna di Nyon mette gli spagnoli di fronte agli sloveni del Maribor, che vengono sconfitti 2-1 nella gara di ritorno al Ramón Sánchez Pizjuán, dopo che l'andata si era conclusa 2-2. Agli ottavi di finale ha luogo la stracittadina di Siviglia contro il Betis, capace di vincere 2-0 al Sánchez Pizjuán. Il doppio confronto spagnolo si consuma ai rigori, dopo che il Siviglia ha vinto con lo stesso risultato al Benito Villamarín durante i tempi regolamentari ed i seguenti supplementari. Nella lotteria dei rigori la spuntano i Rojiblancos 4-3, grazie all'utlimo tiro dal dischetto trasformato da Ivan Rakitić. Ai quarti i lusitani del Porto, dopo aver vinto per 1-0 nella gara d'andata, vengono travolti per 4-1 al ritorno. In semifinale i Rojiblancos affrontano in un altro derby iberico i connazionali del Valencia e dopo aver vinto 2-0 nel match casalingo, vengono addirittura rimontati nella partita del Mestalla (siglando un momentaneo aggregato complessivo di 3-2 a favore della compagine valenciana). Al 94' Stéphane M'Bia segna l'unico gol della formazione andalusa, portando la partita sul 3-1 e, nonostante la sconfitta, il Siviglia conquista una rocambolesca qualificazione alla finale della competizione grazie alla regola dei gol in trasferta.

Il Benfica di Jorge Jesus, terzo classificato nel Gruppo C della UEFA Champions League 2013-2014 e finalista della precedente edizione dell'Europa League, elimina ai sedicesimi i greci del PAOK Salonicco con un aggregato complessivo di 4-0. Negli ottavi di finale incontra gli inglesi del Tottenham, ipotecando il passaggio del turno già nella gara d'andata vincendo 3-1 a White Hart Lane; vittoria che rende ininfluente il pareggio per 2-2 del ritorno. Ai quarti i portoghesi affrontano gli olandesi dell'AZ Alkmaar, imponendosi in entrambi gli scontri (vittoria per 1-0 ad Alkmaar e per 2-0 a Lisbona). In semifinale Le Aquile pescano gli italiani della Juventus, che vengono battuti 2-1 nel match del da Luz, mentre il ritorno, giocato a Torino, termina a reti inviolate. Ciò permette ai lusitani di accedere alla seconda finale consecutiva di UEFA Europa League.

Descrizione della partita[modifica | modifica wikitesto]

La finale tra Siviglia e Benfica, giocata allo Juventus Stadium di Torino, si rivela essere una partita molto equilibrata con le due compagini che sono molto brave ed attente alla fase difensiva, arginando entrambe le azioni offensive. Le poche occasioni create durante i tempi regolamentari e supplementari sono state ben neutralizzate sia da Beto che da Oblak, portando agli inevitabili rigori. Alla lotteria dei rigori il Siviglia è impeccabile, mentre gli errori dal dischetto di Óscar Cardozo e Rodrigo sono fatali per i lusitani che sono condannati alla sconfitta dall'ultimo e decisivo penalty trasformato da Kevin Gameiro, che fissa il risultato sul 4-2 e regala al club andaluso la terza UEFA Europa League della sua storia (dopo i due successi consecutivi del 2006 e 2007).

Per il Benfica si tratta, invece, della terza finale d'Europa League/Coppa UEFA persa (record per quanto riguarda la competizione), nonché la seconda consecutiva. La partita è stata, inoltre, la prima finale nella storia della competizione a terminare a reti inviolate.

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Torino
14 maggio 2014, ore 20:45 CEST
Siviglia 0 – 0
(d.t.s.)
referto
Benfica Juventus Stadium (33,120 spett.)
Arbitro Germania Felix Brych

Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Siviglia
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Benfica
GK 13 Portogallo Beto
RB 23 Spagna Coke Ammonizione al 98’ 98’
CB 21 Argentina Nicolás Pareja
CB 2 Argentina Federico Fazio Ammonizione al 11’ 11’
LB 16 Spagna Alberto Moreno Ammonizione al 13’ 13’
DM 40 Camerun Stéphane M'Bia
DM 6 Portogallo Daniel Carriço
CM 11 Croazia Ivan Rakitić (c)
RW 19 Spagna José Antonio Reyes Uscita al 78’ 78’
LW 20 Spagna Vitolo Uscita al 110’ 110’
CF 9 Colombia Carlos Bacca
Sostituti:
GK 1 Spagna Javi Varas
DF 3 Spagna Fernando Navarro
DF 5 Portogallo Diogo Figueiras Ingresso al 110’ 110’
MF 7 Germania Marko Marin Ingresso al 78’ 78’ Uscita al 104’ 104’
MF 12 Spagna Vicente Iborra
MF 15 Germania Piotr Trochowski
FW 18 Francia Kevin Gameiro Ingresso al 104’ 104’
Allenatore:
Spagna Unai Emery
Sevilla vs Benfica 2014-05-14.svg
GK 41 Slovenia Jan Oblak
RB 14 Uruguay Maxi Pereira
CB 4 Brasile Luisão (c)
CB 24 Argentina Ezequiel Garay
LB 16 Brasile Guilherme Siqueira Ammonizione al 30’ 30’ Uscita al 99’ 99’
RM 6 Portogallo Rúben Amorim
CM 30 Portogallo André Gomes
LW 20 Argentina Nicolás Gaitán Uscita al 119’ 119’
RF 8 Serbia Miralem Sulejmani Uscita al 25’ 25’
CF 11 Brasile Lima
LF 19 Spagna Rodrigo
Sostituti:
GK 1 Brasile Artur
DF 3 Portogallo Steven Vitória
DF 33 Brasile Jardel
MF 23 Spagna Filip Đuričić
MF 34 Portogallo André Almeida Ammonizione al 110’ 110’ Ingresso al 25’ 25’
MF 17 Paraguay Óscar Cardozo Ingresso al 99’ 99’
FW 90 Portogallo Ivan Cavaleiro Ingresso al 119’ 119’
Allenatore:
Portogallo Jorge Jesus

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Primo tempo[1]
Siviglia Benfica
Gol segnati 0 0
Tiri totali 4 6
Tiri in porta 3 4
Possesso palla 53% 47%
Angoli 2 2
Falli commessi 11 12
Fuorigioco 2 0
Ammonizioni 2 1
Espulsioni 0 0
Secondo tempo[1]
Siviglia Benfica
Gol segnati 0 0
Tiri totali 4 12
Tiri in porta 3 10
Possesso palla 53% 47%
Angoli 2 5
Falli commessi 6 8
Fuorigioco 0 1
Ammonizioni 0 0
Espulsioni 0 0
Supplementari[1]
Siviglia Benfica
Gol segnati 0 0
Tiri totali 3 3
Tiri in porta 1 1
Possesso palla 44% 56%
Angoli 0 0
Falli commessi 4 5
Fuorigioco 3 0
Ammonizioni 1 1
Espulsioni 0 0
Totale[1]
Siviglia Benfica
Gol segnati 0 0
Tiri totali 11 21
Tiri in porta 7 15
Possesso palla 51% 49%
Angoli 4 7
Falli commessi 21 25
Fuorigioco 5 1
Ammonizioni 3 2
Espulsioni 0 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Team statistics: Full time (PDF), Union of European Football Associations, 14 maggio 2014. URL consultato il 6 agosto 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio