Luisão

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luisão
Luisao061115.jpg
Nome Ânderson Luís da Silva
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 193 cm
Peso 82 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Benfica
Carriera
Squadre di club1
1999 Juventus-SP 18 (1)
2000-2003 Cruzeiro 62 (7)
2003- Benfica 293 (26)
Nazionale
2001-2011 Brasile Brasile 44 (3)[1]
Palmarès
CONCACAF - Gold Cup.svg Gold Cup
Argento USA-Messico 2003
Coppa America calcio.svg Copa América
Oro Perù 2004
Transparent.png Confederations Cup
Oro Germania 2005
Oro Sudafrica 2009
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 ottobre 2014

Ânderson Luís da Silva, conosciuto semplicemente come Luisão (Amparo, 13 febbraio 1981), è un calciatore brasiliano con passaporto portoghese, difensore centrale del Benfica.

È il fratello maggiore di Alex Silva.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi di Luisão al Benfica non sono stati semplici, più volte sul punto di tornare in Brasile. Solo dopo un periodo di adattamento al calcio europeo il giocatore è riuscito a mettere in mostra le sue capacità, diventando uno dei più importanti giocatori del Benfica.

Alla fine della stagione 2004/2005, Luisão ha segnato un gol decisivo contro i rivali dello Sporting che ha deciso il primo campionato vinto dal Benfica dopo 11 anni. Attualmente è il capitano del club.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Luisão in azione contro l'attaccante Alexander Frei nell'amichevole Svizzera-Brasile (1-2) nel 2006

Nel 2001 viene chiamato per la prima volta in Nazionale dal commissario tecnico Carlos Alberto Parreira, inserito nella rosa dei 22 convocati per la Copa América 2001. Il successivo 24 luglio esordisce in verdeoro scendendo in campo da titolare nel quarto di finale contro l'Honduras, partita che sancisce l'eliminazione del Brasile dal torneo[2]. Nel 2003 ha partecipato alla Gold Cup[3], disputando quattro partite, compresa la finale persa contro il Messico[4]. L'anno successivo è convocato per la Copa América 2004; nel torneo è sempre titolare e nella finale vinta contro l'Argentina mette a segno un gol di testa - il primo per lui in Nazionale - su punizione di Roberto Carlos[5]. L'anno seguente è nei 23 calciatori che partecipano alla Confederations Cup 2005, laureandosi campione pur senza scendere in campo nella manifestazione[6]. Viene convocato per il Mondiale 2006 in Germania, sebbene anche questa volta non scende mai in campo. L'avventura della Seleção in questo torneo termina con la sconfitta ai quarti di finale contro la Francia[7].

Con l'arrivo del nuovo C.T. Dunga, Luisão viene confermato nel giro verdeoro ed inizia ad essere schierato con più continuità. Complice l'infortunio di Juan, viene promosso a titolare durante la Confederations Cup 2009, vinta dal Brasile in finale contro gli Stati Uniti[8]. Il 6 settembre 2009, inoltre, realizza il gol del vantaggio in Argentina-Brasile (1-3), partita che sancisce la qualificazione dei verdeoro al Mondiale 2010[9]. È nei 23 calciatori che partecipano sia alla manifestazione mondiale[10] che alla Copa América 2011, ma nel corso dei due tornei non scende mai in campo. Dopo altre convocazioni, il nuovo C.T. Luiz Felipe Scolari lo esclude dal giro della Nazionale. Il difensore chiude così la sua carriera in verdeoro con il bottino di 44 presenze e 3 gol[4].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 31 ottobre 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1999 Brasile CA Juventus A 18 1 CB  ?  ? - - - - - - 18 1
2000 Brasile Cruzeiro CJH 3 0 CB  ?  ? - - - - - - 3 0
2001 A 20 1 CB  ?  ? CL 10 1 - - - 30 2
2002 A 24 6 CB  ?  ? - - - - - - 3 0
2003 A 15 0 CB  ?  ? - - - - - - 3 0
Totale Cruzeiro 62 7  ?  ? 10 1 - - 72 8
2003-2004 Portogallo Benfica PL 15 3 CP 3 1 UCL+CU 0+4 0 - - - 22 4
2004-2005 PL 29 2 CP 2 0 UCL+CU 1[11]+8 0 SP 1 0 41 2
2005-2006 PL 31 1 CP 3 0 UCL 10 1 SP 1 0 45 1
2006-2007 PL 17 2 CP 2 1 UCL+CU 7[12]+3 0 - - - 29 2
2007-2008 PL 19 3 CP+CdL 4+3 1+0 UCL+CU 6[11]+3 0 - - - 35 4
2008-2009 PL 21 2 CP+CdL 3+5 1+0 CU 4 1 - - - 33 4
2009-2010 PL 28 4 CP+CdL 0+5 1 UEL 12[13] 1 - - - 45 6
2010-2011 PL 23 1 CP+CdL 6+2 2+0 UCL+UEL 6+8 2+1 SP 1 0 46 6
2011-2012 PL 25 1 CP+CdL 2+2 0 UCL 12[14] 1[15] - - - 41 2
2012-2013 PL 18 1 CP+CdL 5+1 0 UCL+UEL 2+7 0 - - - 33 1
2013-2014 PL 28 1 CP+CdL 4+1 1+1 UCL+UEL 6+9 1+2 - - - 48 6
2014-2015 PL 30 4 CP+CdL 0 0 UCL 3 0 SP 1 0 34 4
Totale Benfica 284 25 53 9 111 10 4 0 453 44
Totale carriera 364 33 53 9 121 10 4 0 542 52

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Cruzeiro: 2003
Cruzeiro: 2002
Cruzeiro: Supercampionato 2002, 2003
Benfica: 2003-2004, 2013-2014
Benfica: 2004-2005, 2009-2010, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016
Benfica: 2008-2009, 2009-2010, 2010-2011, 2011-2012, 2013-2014, 2014-2015
Benfica: 2005, 2014, 2016

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

2004
2005, 2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brazil - Record International Players, su RSSSF. URL consultato il 15 maggio 2014.
  2. ^ Il Brasile sempre più giù è fuori dalla Coppa America, La Repubblica, 24 luglio 2001. URL consultato il 4 agosto 2016.
  3. ^ La CBF ha scelto di schierare una Nazionale Under-23 e pertanto, al contrario della FIFA, non considera questo torneo come disputato dalla propria Nazionale maggiore ma da quella olimpica.
  4. ^ a b Luisão, in tuttomercatoweb.com, transfermarkt.it. URL consultato il 4 agosto 2016.
  5. ^ Argentina beffata in extremis la Coppa America al Brasile, La Repubblica, 26 luglio 2004. URL consultato il 4 agosto 2016.
  6. ^ Confederation Cup, Brasile stellare Argentina mai in partita: 4-1, in La Repubblica, 29 giugno 2005. URL consultato il 4 agosto 2016.
  7. ^ Zidane è ancora il re Brasile eliminato, in La Repubblica, 1º luglio 2006. URL consultato il 4 agosto 2016.
  8. ^ La Confederations è del Brasile Usa rimontati dallo 0-2, Gazzetta dello Sport, 28 giugno 2009. URL consultato il 4 agosto 2016.
  9. ^ Argentina-Brasile 1-3, Maradona rischia, Il Sole 24 ORE, 6 settembre 2009. URL consultato il 4 agosto 2016.
  10. ^ Sudafrica 2010: i 23 convocati del Brasile, rsnews.it, 22 maggio 2010. URL consultato il 4 agosto 2016.
  11. ^ a b 1 presenza nel Terzo turno preliminare.
  12. ^ 2 presenze nel Terzo turno preliminare.
  13. ^ 2 presenze nei play-off.
  14. ^ 4 presenze nei turni preliminari.
  15. ^ Nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]