Gilberto Silva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gilberto Silva
Gilberto Silva in North London.jpg
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 184 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo (ex centrocampista, difensore)
Ritirato 21 dicembre 2013 - giocatore
Carriera
Giovanili
1988-1993 América-MG
Squadre di club1
1997-2000 América-MG 20 (1)
2000-2002 Atlético Mineiro 62 (4)
2002-2008 Arsenal 170 (17)
2008-2011 Panathīnaïkos 78 (6)
2011-2012 Grêmio 47 (1)[1]
2013 Atlético Mineiro 9 (0)[2]
Nazionale
2001-2010 Brasile Brasile 95 (3)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Corea del Sud-Giappone 2002
Coppa America calcio.svg Copa América
Oro Venezuela 2007
Transparent.png Confederations Cup
Oro Germania 2005
Oro Sudafrica 2009
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 dicembre 2013

Gilberto Aparecido da Silva, noto come Gilberto Silva (Lagoa da Prata, 7 ottobre 1976), è un ex calciatore brasiliano, di ruolo centrocampista.

Con la Nazionale brasiliana ha vinto il Mondiale 2002, la Confederations Cup nel 2005 e nel 2009 e la Copa América nel 2007.

Nell'agosto 2002 è stato acquistato dall'Arsenal,[3] con la quale ha vinto la Premier League nel 2004 e due FA Cup. Nelle sue prime cinque stagioni con i Gunners ha giocato 208 partite e segnato 23 goal. Il 19 agosto 2006 ha segnato il primo goal targato Arsenal nel nuovissimo Emirates Stadium.[4] Nel medesimo anno è diventato anche vice-capitano della squadra.[5] Durante la sua permanenza a Londra, Gilberto Silva ha dimostrato di essere uno dei centrocampisti più forti d'Europa.[6]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Da bambino, Gilberto ha vissuto nella città di Lagoa da Prata con il padre (un fabbro), la madre (una casalinga) e le tre sorelle.[7] Vivevano in condizioni non proprio ottimali, in una piccola casa costruita dal padre nel distretto di Usina Luciânia. Pur avendo problemi finanziari, che lo hanno costretto a dormire con le sorelle in una stanza sola, ha avuto una gioventù tranquilla. In un'intervista ha affermato: "Era un periodo nel quale non avevo responsabilità nella mia vita, giocavo a calcio nelle strade con cugini ed amici, e non abbiamo mai avuto alcun contatto con droghe o violenza."[8]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gilberto ha iniziato la sua carriera nel 1988 all'età di 12 anni nelle giovanili dell'América Mineiro. Durante questo periodo veniva utilizzato come difensore centrale. Quando non giocava a calcio, il padre gli insegnava a costruire oggetti utili e a lavorare come operaio, professione che avrebbe intrapreso qualche anno a venire. Nel 1991 il padre del giovane Gilberto ha deciso di lasciare il lavoro e di ritirarsi a vita privata, costringendo il figlio a cercare soldi da portare a casa. A tutto ciò si sono aggiunti i problemi di salute della madre.[9] A causa della paga troppo bassa, Gilberto ha deciso di lasciare il calcio per dedicarsi all'attività di operaio e carpentiere. All'età di 18 anni è stato convinto a riprovare la fortuna come calciatore e ha firmato nuovamente con l'América Mineiro, stavolta come calciatore professionista. Ha giocato nella squadra per tre anni, trascinandola alla promozione in serie A e giocando 20 partite e 1 gol nella massima serie brasiliana.

Le sue ottime prestazioni gli hanno fatto guadagnare il passaggio all'Atlético Mineiro e la prima convocazione in nazionale (il 7 ottobre 2001 contro il Cile).

Dopo il vittorioso mondiale di Corea e Giappone è stato acquistato dall'Arsenal per 4.5 milioni di sterline. Con l'Arsenal si è consacrato fra i migliori giocatori del suo ruolo al mondo e ha vinto la Premier League nel 2004 e la FA Cup per due volte. Alla fine della stagione 2007/2008 il club londinese lo ha venduto alla formazione greca del Panathīnaïkos di Atene.

Nella stagione 2009/2010 vince il campionato greco con la maglia del Panathīnaïkos di Atene.

Il 25 maggio 2011 è ufficiale il suo trasferimento in Brasile, al Grêmio fino a dicembre 2012[10]

Il 9 dicembre 2012 viene ingaggiato dall'Atlético Mineiro, facendo così ritorno dopo 11 anni nella squadra che lo ha lanciato.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate all'8 dicembre 2013.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2002-2003 Inghilterra Arsenal PL 35 0 FACup+CdL 3+0 0 UCL 12 2 CS 1 1 51 3
2003-2004 PL 32 4 FACup+CdL 3+1 0 UCL 8 0 CS 1 0 45 4
2004-2005 PL 13 0 FACup+CdL 2+0 0 UCL 1 0 CS 1 1 17 1
2005-2006 PL 33 2 FACup+CdL 1+3 0+1 UCL 10 1 CS 1 0 48 4
2006-2007 PL 34 10 FACup+CdL 3+1 0 UCL 9[11] 1 - - - 47 11
2007-2008 PL 23 1 FACup+CdL 3+3 0 UCL 7[12] 0 - - - 36 1
Totale Arsenal 170 17 23 1 47 4 4 2 244 24
2008-2009 Grecia Panathinaikos SL 24+5[13] 3+0 CG 2 0 UCL 11[14] 0 - - - 42 3
2009-2010 SL 24 0 CG 3 0 UCL+UEL 4[15]+9 0 - - - 40 0
2010-2011 SL 25+5[13] 1+1[13] CG 2 1 UCL 5 0 - - - 37 3
Totale Panathinaikos 73+10 4+1 7 1 29 0 - - 119 6
2011 Brasile Grêmio PD/RS+A 0+21 1 - - - CL - - - - - 21 1
2012 PD/RS+A 15+26 1+0 CB 8 0 CS 4 0 - - - 53 1
Totale Grêmio 15+47 1+1 8 0 4 0 - - 74 2
2013 Brasile Atlético Mineiro M1/MG+A 11+9 1+0 CB 0 0 CL 7 0 Cmc 0 0 27 1
Totale carriera 325+10 24+1 38 2 87 4 4 2 464 33

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 62 (2) se si considerano le presenze nel campionato Gaúcho.
  2. ^ 20 (1) se si considerano le presenze nel campionato Mineiro.
  3. ^ Arsenal sign Gilberto Silva, in Breaking News, 26 luglio 2002. URL consultato il 30 luglio 2008 (archiviato dall'url originale il 14 gennaio 2009).
  4. ^ Arsenal 1-1 Aston Villa, in BBC Sport, 19 agosto 2006. URL consultato il 30 luglio 2008.
  5. ^ The Sun Online: The Three Kings of Arsenal, in The Sun. URL consultato il 30 luglio 2008.
  6. ^ dailymail.co.uk - Arsenal will have to cope without midfielder Gilberto, in Daily Mail, 5 agosto 2007. URL consultato il 30 luglio 2008.
  7. ^ Life is sweet for Brazil's shop steward, Telegraph Sport, 2 settembre 2006. URL consultato il 30 luglio 2008.
  8. ^ Sam Wallace, The Premiership Interview: Highbury's Silva lining, in The Independent, 20 agosto 2005. URL consultato il 30 luglio 2008.
  9. ^ Silva worth his weight in gold, in Telegraph Sport, 15 maggio 2005. URL consultato il 30 luglio 2008.
  10. ^ Gremio, Colpo Gilberto Silva, in Sportitalia, 25 maggio 2011. URL consultato il 25 maggio 2011.
  11. ^ 2 presenze nel Terzo turno preliminare.
  12. ^ 1 presenza nel Terzo turno preliminare.
  13. ^ a b c Play-off.
  14. ^ 3 presenze nei turni preliminari.
  15. ^ Nei turni preliminari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]