Sport Lisboa e Benfica 2011-2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Sport Lisboa e Benfica.

Sport Lisboa e Benfica
Stagione 2011-2012
AllenatorePortogallo Jorge Jesus
PresidentePortogallo Luís Filipe Vieira
Primeira Liga
Taça de PortugalQuinto turno
Champions LeagueQuarti di finale
Taça da LigaVittoria
Miglior marcatoreCampionato: Óscar Cardozo (20)
Totale: Óscar Cardozo (28)
StadioEstádio da Luz
Maggior numero di spettatori63822 vs. Manchester UTD (14 settembre 2011)
Minor numero di spettatori14453 vs. Santa Clara (18 gennaio 2012)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti lo Sport Lisboa e Benfica nelle competizioni ufficiali della stagione 2011-2012.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Brasile P Artur
39 Portogallo P Mika
47 Portogallo P Eduardo
14 Uruguay D Maxi Pereira
22 Portogallo D André Almeida
4 Brasile D Luisão
33 Brasile D Jardel
24 Argentina D Ezequiel Garay
27 Portogallo D Miguel Vítor
38 Spagna D Joan Capdevila
3 Brasile D Emerson
36 Portogallo D Luís Martins
6 Spagna C Javi García
N. Ruolo Giocatore
21 Serbia C Nemanja Matić
10 Argentina C Pablo Aimar
28 Belgio C Axel Witsel
37 Portogallo C Rubén Pinto
8 Brasile C Bruno César
20 Argentina C Nicolás Gaitán
9 Spagna C Nolito
12 Brasile A Yannick Djaló
7 Paraguay A Óscar Cardozo
11 Argentina A Franco Jara
16 Portogallo A Nélson Oliveira
19 Spagna A Rodrigo
30 Argentina A Javier Saviola

Giocatori ceduti a stagione in corso[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
25 Portogallo D César Peixoto
5 Portogallo C Rúben Amorim
35 Argentina C Enzo Pérez
22 Uruguay A Rodrigo Mora
26 Portogallo C David Simão

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Nella Premeira Liga il Benfica parte con un pareggio maturato in trasferta contro il Gil Vicente. Nelle successive partite guadagna stabilmente il secondo posto inanellando solo risultati positivi. Tra l'undicesima e la diciottesima giornata vince otto partite di fila e si piazza al primo posto per sette giornate consecutive (dalla quattordicesima alla ventesima). Alla diciannovesima giornata conosce la prima sconfitta in campionato, subita per 1-0 in casa del Vitória de Guimarães. Perde leggermente terreno nelle due giornate successive maturando un pareggio contro l'Académica e una sconfitta interna (2-3) contro il Porto, che si stabilizza al primo posto. Il Benfica, secondo, alterna risultati positivi con qualche passo falso nell'ultima parte del campionato: nelle ultime sette giornate vince quattro partite, ne pareggia due e ne perde una. Chiude il campionato al secondo posto dietro al Porto con 69 punti (a -6 dalla capolista), frutto di 23 vittorie, 6 pareggi e 3 sconfitte. L'attacco segna 66 gol e la difesa ne subisce 27. Si qualifica alla Champions League 2012-2013.

Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Il Benfica affronta il turno preliminare di Champions League contro i turchi del Trabzonspor. Vince 2-0 la gara di andata in casa e pareggia quella di ritorno in trasferta per 1-1, qualificandosi ai play-off. Nei play-off supera l'ostacolo olandese del Twente: 2-2 nei Paesi Bassi e vittoria 3-1 in casa. Si qualifica quindi per la fase a gironi.

Il Benfica viene inserito nel gruppo C con Basilea, Manchester United e Oțelul Galați. Nella prima partita affronta gli inglesi pareggiando 1-1 in casa. Nelle successive due partite batte sia i rumeni (0-1) che gli svizzeri (0-2), entrambi in trasferta. Guadagna altri tre risultati positivi nelle gare di ritorno: pareggia in Svizzera col Basilea (1-1), pareggia in Inghilterra con il Manchester UTD (2-2) e vince in casa per 1-0 contro l'Oțelul Galați. Il Benfica chiude primo da imbattuto il girone con 12 punti e si qualifica agli ottavi insieme al Basilea (11), che a sorpresa fa fuori il Manchester (9). Zero punti per la cenerentola del gruppo, l'Oțelul Galați.

Negli ottavi di finale il Benfica affronta lo Zenit San Pietroburgo. Il club russo vince in casa la gara di andata per 3-2. Al ritorno però il Benfica vince 2-0 grazie ai gol di Maxi Pereira e Nélson Oliveira, guadagnando l'accesso ai quarti di finale.

Ai quarti di finale affronta il Chelsea, che aveva eliminato agli ottavi il Napoli. Gli inglesi però vincono sia la gara di andata (0-1 a Lisbona), che quella di ritorno (2-1 a Londra), superando il turno. Proprio gli inglesi vinceranno la coppa alla fine del torneo.

Taça da Liga[modifica | modifica wikitesto]

Nella Taça da Liga il Benfica supera agilmente la prima fase, quella a gironi, battendo Vitória de Guimarães, Santa Clara e Marítimo. Nella fase ad eliminazione diretta supera nella semifinale il Porto (3-2). In finale batte il Gil Vicente (2-1 a Coimbra), vincendo il torneo.

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio