Artur Moraes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Artur
Artur Moraes 2012.jpg
Nome Artur Guilherme Moraes Gusmão
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 192 cm
Peso 88 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Squadra Chapecoense
Carriera
Squadre di club1
2001-2003 Paulista ? (?)
2003-2006 Cruzeiro 44 (-67)
2006-2007 Coritiba 25 (-31)
2007-2008 Siena 0 (0)
2008 Cesena 18 (-29)
2008-2010 Roma 12 (-21)
2010-2011 Braga 18 (-16)
2011-2015 Benfica 85 (-80)
2015-2017 Osmanlıspor 4 (-?)
2017- Chapecoense 0 (0)
Nazionale
1999-2000 Brasile Brasile U-17 3 (-?)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Artur Guilherme Moraes Gusmão, meglio noto come Artur (Leme, 25 gennaio 1981), è un calciatore brasiliano, portiere della Chapecoense.

Possiede anche il passaporto italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni in Brasile e l'arrivo in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Trascorre le trafili giovanili nel Paulista, che decide di puntare su di lui e lo promuove portiere titolare per due stagioni. Nel 2003 passa al Cruzeiro. Nel 2006 passa in prestito al Coritiba e l'anno successivo arriva in Italia grazie al Siena, che se ne assicura le prestazioni dopo che il suo contratto con il Cruzeiro era scaduto. Non trovando abbastanza spazio in Toscana, viene mandato in prestito in Serie B, al Cesena, dove gioca titolare per il resto della stagione.

La grande occasione alla Roma[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto del 2008 approda alla Roma a titolo definitivo. Esordisce coi giallorossi l'8 novembre 2008 nel match contro il Bologna, subentrando a metà del secondo tempo a Doni, colpito alla testa da una tacchettata involontaria di Marco Di Vaio.[1]

Quando Doni si infortuna, Artur ha la possibilità di fare il suo esordio da titolare dapprima in campionato, dove subisce un solo gol, e poi in Coppa Italia, mantenendo la propria rete inviolata in Roma-Bologna (2-0). Il portiere brasiliano si mette in mostra anche negli incontri contro Sampdoria, Torino e Milan in campionato. In Europa League disputa tutti e due i turni preliminari, incassando complessivamente 6 gol in 4 partite. Dalla sfida contro la Juventus l'allenatore Luciano Spalletti lo accantona in favore del terzo portiere Júlio Sérgio e, in attesa del ritorno di Doni, Artur viene retrocesso a quarto portiere, preceduto dallo stesso Doni, Júlio Sérgio e il nuovo acquisto Bogdan Lobonț.

In Portogalloː il Braga e il Benfica[modifica | modifica wikitesto]

Non rientrando nei piani della società capitolina, nel mercato estivo si trasferisce in prestito in Portogallo al Braga e l'annata si rivela straordinaria: Alterna ottime prestazioni in campionato a grandi parate in UEFA Europa League, dove riesce a raggiungere la finale di Dublino, vinta poi dal Porto per 1-0.

Dopo l'ottima stagione, rescinde consensualmente il suo contratto con la Roma ed il 22 maggio 2011 firma un quadriennale con il Benfica.

Nel 2015 si trasferisce all'Osmanlıspor Futbol Kulübü nel campionato turco e vi rimane fino ad inizio 2017.

Chapecoense[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 gennaio 2017 arriva a titolo gratuito alla Chapecoense. [2]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha disputato 3 partite con la Nazionale Under-17 di calcio del Brasile.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 14 aprile 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2003 Brasile Cruzeiro A 6 -? - - - - - - - - - 6 -?
2004 A 35 -? - - - - - - - - - 35 -?
2005 A 35 -? - - - - - - - - - 35 -?
Totale Cruzeiro 76 -67 - - - - - - 76 -67
2006 Brasile Coritiba B 25 -31 - - - - - - - - - 25 -31
2007-gen. 2008 Italia Siena A 0 -0 CI 0 -0 - - - - - - 0 -0
gen.-giu. 2008 Italia Cesena B 18 -29 CI 0 -0 - - - - - - 18 -29
2008-2009 Italia Roma A 11 -18 CI 2 -2 UCL 0 -0 - - - 13 -20
2009-2010 A 1 -3 CI 0 -0 UEL 4 -6 - - - 5 -9
Totale Roma 12 -21 2 -2 4 -6 - - 18 -29
2010-2011 Portogallo Braga PL 18 -16 CP+CdL 2+2 -4; -2 UCL+UEL 1+9 -2; -4 - - - 32 -28
2011-2012 Portogallo Benfica PL 29 -27 CP+CdL 0+0 0 UCL 14 -15 - - - 43 -42
2012-2013 PL 30 -32 CP+CdL 4+1 0; -3 UCL+UEL 6+9 -5; -3 - - - 50 -43
2013-2014 PL 26 -21 CP+CdL 0+0 0 UCL 0 0 - - - 26 -21
2014-2015 PL 12 -14 CP+CdL 3+1 -2 UCL 3 -1 - - - 17 -17
Totale Benfica 97 -84 9 -5 26 -24 - - 117 -102
2015-2016 Turchia Osmanlıspor SL 4 -2 CT 1 -1 - - - - - - 5 -3
2016-2017 SL 0 0 CT 0 0 UEL 0 0 - - - 0 0
Totale Osmanlıspor 4 -2 1 -1 0 0 - - 5 -3
gen.-giu. 2017 Brasile Chapecoense CR+A 12+0 -12 CB - - CL 2 -4 RS 1 -1 15 -17
Totale carriera 251 -237 12 -12 39 -39 1 -1 301 -306

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni statali[modifica | modifica wikitesto]

Cruzeiro: 2003, 2004

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Cruzeiro: 2003
Cruzeiro: 2003
Paulista: 2001
Benfica: 2013-2014, 2014-2015
Benfica: 2013-2014
Benfica: 2011-2012, 2013-2014, 2014-2015
Benfica: 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Doni-Mexes, nuova coppia di infortuni in casa giallorossa, sport.it, 8 novembre 2008. URL consultato il 13 settembre 2011.
  2. ^ Ufficiale: Benfica, quadriennale per Artur, tuttomercatoweb.com, 22 maggio 2011. URL consultato il 13 settembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Artur Moraes, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
  • (ENESFRPT) Artur Moraes, su sambafoot.com, Sambafoot RCS Paris.
  • Artur Moraes, su Calcio.com, HEIM:SPIEL Medien GmbH. Modifica su Wikidata
  • Artur Moraes, su Soccerway.com, Perform Group.