Serie A 2008-2009

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie A 2008-2009
Serie A TIM 2008-2009
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 107ª (77ª di Serie A)
Organizzatore Lega Calcio
Date dal 30 agosto 2008
al 31 maggio 2009
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Risultati
Vincitore Inter
(17º titolo)
Retrocessioni Torino
Reggina
Lecce
Statistiche
Miglior marcatore Svezia Zlatan Ibrahimović (25)
Incontri disputati 380
Gol segnati 988 (2,6 per incontro)
Serie A 2008-2009.PNG
Distribuzione geografica delle squadre della Serie A 2008-2009
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2007-2008 2009-2010 Right arrow.svg

Il campionato di Serie A 2008-2009 è stato il 107º campionato italiano di calcio e il 77º con la formula del girone unico.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato iniziò il 30 agosto 2008, con gli anticipi della prima giornata[1], per concludersi il 31 maggio 2009.[1] Erano previsti 3 turni infrasettimanali: il 24 settembre, il 29 ottobre 2008 e il 28 gennaio 2009.[1] Non si giocò il 7 settembre, 12 ottobre 2008 e 29 marzo 2009 per gli impegni della Nazionale azzurra (che iniziò il percorso eliminatorio verso i Mondiali 2010)[1]; ulteriori soste furono calendarizzate al 28 dicembre e 4 gennaio per la pausa natalizia.[1] Infine, le gare del turno pasquale (12 aprile) vennero anticipate al sabato santo con l'eccezione di Udinese-Reggina (disputata nel pomeriggio domenicale).[1]

Si registrò una variazione nei criteri per determinare l'accesso alle coppe europee, causa l'abolizione dell'Intertoto (vinta dal Napoli in quell'estate).[2] Le prime tre classificate sarebbero state ammesse direttamente ai gironi di Champions League, con il preliminare riservato soltanto alla quarta.[3] Il quinto e sesto posto rimasero validi per partecipare alla Coppa UEFA, che dal 2009-10 assunse il nome di Europa League[3]: l'ultima posizione era riservata alla vincente della Coppa Italia.[3] Qualora questa fosse già qualificata per la Champions, si sarebbe verificato il ripescaggio della finalista perdente.[3] Se invece la formazione vincitrice della coppa avesse già ottenuto l'accesso all'Europa League tramite il piazzamento in campionato, oppure entrambe le finaliste fossero state ammesse alle competizioni continentali, il posto sarebbe stato assegnato alla settima classificata.[3]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Ronaldinho, arrivato dal Barcellona per 25 milioni di euro, è il nuovo volto dell'attacco milanista.

Il terzo campionato vinto di fila non bastò a Roberto Mancini per rimanere sulla panchina dell'Inter, complice lo scarno curriculum europeo del tecnico[4]: proprio l'eliminazione dall'ultima Champions League ebbe come conseguenza il suo esonero[5], con l'immediato arrivo di José Mourinho.[6][7] Le trattative di mercato si limitarono agli innesti di Muntari, Obinna, Amantino Mancini e Quaresma.[8] Il «colpo di mercato», almeno in senso mediatico, interessò l'altra sponda del Naviglio: il Milan prese Ronaldinho dal Barcellona[9], materializzando l'accostamento operato dalla stampa già nel 2007.[10] Ceduto Gilardino alla Fiorentina[11], i rossoneri presero anche Zambrotta[12] oltre a puntare sugli ex: Borriello, di ritorno dalla prolifica esperienza al Genoa, e Shevchenko, reduce da un biennio sottotono al Chelsea.[13] La Juventus - riabituati ben presto i suoi tifosi ad un tenore da Serie A - acquistò Amauri dal Palermo, dove l'attaccante si era affermato.[14] Alla Roma giunsero Riise, Ménez e Júlio Baptista[15], mentre la Lazio tesserò Mauro Zárate; il Torino scommise su Rolando Bianchi[16] e il Napoli si rinforzò con Germán Denis.[17] Infine, a Firenze, oltre al Gila si segnalarono gli arrivi di Jovetić e Felipe Melo.[18]

Il campionato[modifica | modifica wikitesto]

Cesare Prandelli, tecnico della Fiorentina che confermò il quarto posto dell'anno precedente.

Il torneo non mancò di dispensare sorprese già dalla prima giornata: complici anche gli incroci decisi dal calendario (tra cui Fiorentina-Juventus e Roma-Napoli), nessuna delle pronosticate favorite riuscì ad ottenere i 3 punti.[19] A conclusione del secondo turno, il Milan si ritrovò addirittura sul fondo avendo patito 2 sconfitte.[20] Il Diavolo si rialzò comunque in fretta, conquistando 3 successi in fila.[21][22][23] Alla quinta giornata, conquistò la vetta solitaria la Lazio che aveva espugnato il campo del Torino.[24] L'Inter pagò oltremodo il cambio in panchina, faticando ad assimilare i nuovi schemi con un rallentamento che si rispecchiò in campo[23]: in questo scorcio l'unica vittoria netta giunse in casa della Roma[25], vittima a sua volta di un avvio negativo (tanto che nelle prime 10 giornate rimediò 6 disfatte).[26] Napoli e Udinese presero il comando al nono turno[27][28], solo per essere poi superate dal Milan la giornata successiva[29]: i rossoneri sconfissero infatti i partenopei nel posticipo serale.[30] La domenica seguente, l'Inter strappò ai rivali cittadini il primato: alla vittoria nerazzurra contro i friulani (maturata nel recupero[31]) corrispose infatti il pari della squadra di Ancelotti con il Lecce.[32] Tale momento segnò un primo spartiacque, poiché i campioni d'Italia trovarono anche la giusta quadratura in campo[33]: riproponendo il 4-3-1-2 che era valso l'ultimo scudetto, i milanesi colsero 8 vittorie consecutive sino alla pausa natalizia.[34][35] L'exploit fruttò loro il titolo invernale nell'ultima partita del 2008, permettendo di non risentire del leggero calo palesato a gennaio.[36] In veste d'inseguitrice si candidò la Juventus, che in due mesi aveva perso soltanto il derby d'Italia[37]; con il Milan leggermente più staccato[38], Fiorentina e Genoa animarono la contesa per il quarto posto.[39][40] Delusero invece le formazioni della capitale, lontane da traguardi di vertice.[41][42] Nei quartieri bassi della classifica si mise in luce il Bologna, protagonista di una risalita dopo l'avvicendamento alla guida[43]: Lecce e Reggina parevano aver ormai accumulato un ritardo insanabile[44][45], mentre Chievo e Torino non si arresero.[46][47]

José Mourinho centra il titolo al primo tentativo sulla panchina dell'Inter, prolungando la striscia di successi consecutivi dei nerazzurri.

L'Inter non incontrò ostacoli nella sua marcia[48], dimostrando persino una maggior solidità - a livello di spogliatoio - rispetto all'anno prima.[49][50] L'interesse attorno al campionato fu inoltre mantenuto vivo dalle rappresentati del meridione, ben 6 (numero record per una singola stagione): Palermo e Cagliari, infatti, si ritrovarono persino a concorrere per la qualificazione all'Europa League (manifestazione che, dal 2009-10, andò a sostituire la Coppa UEFA).[51][52] All'opposto, fu deficitario il rendimento di Sampdoria e Napoli che avevano iniziato l'annata con ambizioni europee[53]: i campani risultarono essere la peggior formazione del girone di ritorno, succedendo al Chievo (squadra col minor punteggio nelle prime 19 giornate) nello scomodo primato.[54] L'Udinese replicò sostanzialmente le prestazioni dell'ultimo anno[55], mentre il Catania raggiunse con sufficiente anticipo la salvezza.[56] A riprova dell'equilibrio manifestato per tutta la stagione, si dovette attendere la 36ª giornata per l'emissione dei primi verdetti.[57] Cadendo contro i friulani nell'anticipo del sabato[58], il Milan perse le residue speranze dello scudetto: ancor prima di giocare l'Inter risultò campione[59], festeggiando poi in campo con il 3-0 al Siena.[60] Per i lombardi si trattò del quarto scudetto consecutivo, nonché il 17º totale.[61] Il nome della prima retrocessa si conobbe pochi giorni dopo, quando la Lazio - fresca vincitrice della Coppa Italia (trionfo che le garantì la presenza in Europa l'anno seguente) - piegò la Reggina, spedendola aritmeticamente in B.[62] La penultima domenica sancì la discesa del Lecce, condannato dal pari che certificò la qualificazione della Fiorentina alla Champions League[63]; frattanto la Juventus - dopo una crisi di risultati primaverile - aveva rimpiazzato Ranieri con Ciro Ferrara, superando il Milan nella corsa alla seconda piazza.[64] Vincendo a Torino, il Genoa si assicurò la quinta posizione inguaiando gli stessi granata[65]: il Siena era infatti già certo della permanenza, mentre il Chievo la agguantò nel medesimo turno a scapito del Bologna, contro cui i piemontesi erano in svantaggio nei confronti diretti.[66]

Zlatan Ibrahimović trascina l'Inter allo scudetto con 25 gol, che gli valgono anche il titolo di capocannoniere.

I granata abbandonarono la massima categoria a causa della sconfitta per 3-2 contro la Roma, che in tal modo strappò all'ultimo la qualificazione per l'Europa League[67]: i felsinei, dal canto loro, batterono il Catania col risultato di 3-1.[68] L'Inter chiuse il torneo con 84 punti, piazzando Ibrahimović in cima alla classifica dei marcatori.[69] Juventus e Milan terminarono in seconda posizione, con i bianconeri in vantaggio negli scontri diretti: la Fiorentina bissò il quarto posto dell'anno precedente, con il Grifone che riabbracciò invece l'Europa dopo 17 anni.[70] Da segnalare, infine, la tranquilla stagione dell'Atalanta che riportò un margine di ben 10 punti sulla zona-retrocessione.[71]

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Atalanta dettaglio Bergamo Stadio Atleti Azzurri d'Italia 9º posto in Serie A
Bologna dettaglio Bologna Stadio Renato Dall'Ara 2º posto in Serie B
Cagliari dettaglio Cagliari Stadio Sant'Elia 14º posto in Serie A
Catania dettaglio Catania Stadio Angelo Massimino (Cibali) 17º posto in Serie A
Chievo dettaglio Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 1º posto in Serie B
Fiorentina dettaglio Firenze Stadio Artemio Franchi 4º posto in Serie A
Genoa dettaglio Genova Stadio Luigi Ferraris (Marassi) 10º posto in Serie A
Inter dettaglio Milano Stadio Giuseppe Meazza (San Siro) Campione d'Italia
Juventus dettaglio Torino Stadio Olimpico di Torino 3º posto in Serie A
Lazio dettaglio Roma Stadio Olimpico di Roma 12º posto in Serie A
Lecce dettaglio Lecce Stadio Via del Mare 3º posto in Serie B
(promosso ai play-off)
Milan dettaglio Milano Stadio Giuseppe Meazza (San Siro) 5º posto in Serie A
Napoli dettaglio Napoli Stadio San Paolo 8º posto in Serie A
Palermo dettaglio Palermo Stadio Renzo Barbera 11º posto in Serie A
Reggina dettaglio Reggio Calabria Stadio Oreste Granillo 16º posto in Serie A
Roma dettaglio Roma Stadio Olimpico di Roma 2º posto in Serie A
Sampdoria dettaglio Genova Stadio Luigi Ferraris (Marassi) 6º posto in Serie A
Siena dettaglio Siena Stadio Artemio Franchi - Montepaschi Arena 13º posto in Serie A
Torino dettaglio Torino Stadio Olimpico di Torino 15º posto in Serie A
Udinese dettaglio Udine Stadio Friuli 7º posto in Serie A

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente
(tra parentesi il numero delle presenze)
Cannoniere
(tra parentesi il numero dei gol)
Atalanta Italia Luigi Delneri Italia Simone Padoin (36) Italia Sergio Floccari (12)
Bologna[72][73] Italia Daniele Arrigoni (1ª-10ª)
Serbia Siniša Mihajlović (11ª-31ª)
Italia Giuseppe Papadopulo (32ª-38ª)
Italia Marco Di Vaio (38) Italia Marco Di Vaio (24)
Cagliari Italia Massimiliano Allegri Italia Robert Acquafresca,
Brasile Jeda (36)
Italia Robert Acquafresca (14)
Catania Italia Walter Zenga Argentina Matías Silvestre (36) Italia Giuseppe Mascara (12)
Chievo[74] Italia Giuseppe Iachini (1ª-10ª)
Italia Domenico Di Carlo (11ª-38ª)
Italia Sergio Pellissier (38) Italia Sergio Pellissier (13)
Fiorentina Italia Cesare Prandelli Francia Sébastien Frey (37) Italia Alberto Gilardino (19)
Genoa Italia Gian Piero Gasperini Brasile Rubinho (37) Argentina Diego Milito (24)
Inter Portogallo José Mourinho Argentina Javier Zanetti (38) Svezia Zlatan Ibrahimović (25)
Juventus[75] Italia Claudio Ranieri (1ª-36ª)
Italia Ciro Ferrara (37ª-38ª)
Brasile Amauri,
Rep. Ceca Pavel Nedvěd (32)
Italia Alessandro Del Piero (13)
Lazio Italia Delio Rossi Argentina Mauro Zárate (36) Argentina Mauro Zárate (13)
Lecce[76] Italia Mario Beretta (1ª-27ª)
Italia Luigi De Canio (28ª-38ª)
Italia Simone Tiribocchi (36) Italia Simone Tiribocchi (11)
Milan Italia Carlo Ancelotti Brasile Alexandre Pato (36) Brasile Kaká (16)
Napoli[77] Italia Edoardo Reja (1ª-27ª)
Italia Roberto Donadoni (28ª-38ª)
Italia Matteo Contini,
Argentina Germán Denis (34)
Slovacchia Marek Hamšík (9)
Palermo[78] Italia Stefano Colantuono (1ª)
Italia Davide Ballardini (2ª-38ª)
Brasile Fábio Simplício (37) Uruguay Edinson Cavani,
Italia Fabrizio Miccoli (14)
Reggina[79][80] Italia Nevio Orlandi (1ª-16ª)
Italia Giuseppe Pillon (17ª-20ª)
Italia Nevio Orlandi (21ª-38ª)
Italia Andrea Costa (36) Italia Bernardo Corradi (10)
Roma Italia Luciano Spalletti Italia Matteo Brighi (35) Italia Francesco Totti (13)
Sampdoria Italia Walter Mazzarri Italia Antonio Cassano (35) Italia Antonio Cassano (12)
Siena Italia Marco Giampaolo Algeria Abdelkader Ghezzal (37) Italia Massimo Maccarone (9)
Torino[81][82] Italia Gianni De Biasi (1ª-15ª)
Italia Walter Novellino (16ª-29ª)
Italia Giancarlo Camolese (30ª-38ª)
Italia Alessandro Rosina,
Italia Matteo Sereni (31)
Italia Rolando Bianchi (9)
Udinese Italia Pasquale Marino Italia Gaetano D'Agostino,
Svizzera Gökhan Inler,
Italia Fabio Quagliarella (36)
Italia Fabio Quagliarella (13)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Inter 84 38 25 9 4 70 32 +38
2. Juventus 74 38 21 11 6 69 37 +32
3. Milan 74 38 22 8 8 70 35 +35
4. Fiorentina 68 38 21 5 12 53 38 +15
5. Genoa 68 38 19 11 8 56 39 +17
6. Roma 63 38 18 9 11 64 61 +3
7. Udinese 58 38 16 10 12 61 50 +11
8. Palermo 57 38 17 6 15 57 50 +7
9. Cagliari 53 38 15 8 15 49 50 -1
10. Lazio 50 38 15 5 18 46 55 -9
11. Atalanta 47 38 13 8 17 45 48 -3
12. Napoli 46 38 12 10 16 43 45 -2
13. Sampdoria 46 38 11 13 14 49 52 -3
14. Siena 44 38 12 8 18 33 44 -11
15. Catania 43 38 12 7 19 41 51 -10
16. Chievo 38 38 8 14 16 35 49 -14
17. Bologna 37 38 9 10 19 43 62 -19
1downarrow red.svg 18. Torino 34 38 8 10 20 37 61 -24
1downarrow red.svg 19. Reggina 31 38 6 13 19 30 62 -32
1downarrow red.svg 20. Lecce 30 38 5 15 18 37 67 -30

Legenda:

      Campione d'Italia e ammessa alla fase a gironi della UEFA Champions League 2009-2010.
      Ammessa alla fase a gironi della UEFA Champions League 2009-2010.
      Ammessa agli spareggi (percorso piazzate) della UEFA Champions League 2009-2010.
      Ammesse alla fase a gironi della UEFA Europa League 2009-2010.
      Ammessa al terzo turno di qualificazione della UEFA Europa League 2009-2010.
      Retrocesse in Serie B 2009-2010.

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Football Club Internazionale Milano 2008-2009.
Formazione tipo Giocatori (presenze)
Brasile Júlio César (36)
Brasile Maicon (29)
Colombia Iván Córdoba (28)
Romania Cristian Chivu (21)
Brasile Maxwell (25)
Argentina Javier Zanetti (38)
Argentina Esteban Cambiasso (35)
Ghana Sulley Muntari (27)
Serbia Dejan Stanković (31)
Svezia Zlatan Ibrahimović (35)
Italia Mario Balotelli (22)
Altri giocatori: Luís Figo (22), Nicolás Burdisso (21), Mancini (20), Patrick Vieira (19), Julio Ricardo Cruz (17), Walter Samuel (17), Davide Santon (16), Hernán Crespo (14), Ricardo Quaresma (13), Adriano Leite Ribeiro (12), Victor Obinna (9), Marco Materazzi (8), Luis Jiménez (6), Nelson Rivas (5), Francesco Toldo (3), Francesco Bolzoni (1), Olivier Dacourt (1), Paolo Orlandoni (1).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

ATA BOL CAG CAT CHI FIO GEN INT JUV LAZ LEC MIL NAP PAL REG ROM SAM SIE TOR UDI
Atalanta –––– 0-1 1-0 1-0 0-2 1-2 1-1 3-1 1-3 2-0 0-0 0-1 3-1 2-2 0-1 3-0 4-2 1-0 2-0 3-0
Bologna 0-1 –––– 0-1 3-1 1-1 1-3 2-0 1-2 1-2 3-1 2-1 1-4 0-1 1-1 1-2 1-1 3-0 1-4 5-2 0-3
Cagliari 0-1 5-1 –––– 1-0 2-0 1-0 0-1 2-1 0-1 1-4 2-0 0-0 2-0 1-0 1-1 2-2 1-0 1-0 0-0 2-0
Catania 1-0 1-2 2-1 –––– 1-0 0-2 1-0 0-2 1-2 1-0 1-1 0-2 3-1 2-0 2-0 3-2 2-0 0-3 3-2 0-2
Chievo 1-1 0-0 1-1 1-1 –––– 0-2 0-1 2-2 0-2 1-2 1-1 0-1 2-1 1-0 2-1 0-1 1-1 0-2 1-1 1-2
Fiorentina 2-1 1-0 2-1 2-0 2-1 –––– 1-0 0-0 1-1 1-0 1-2 0-2 2-1 0-2 3-0 4-1 1-0 1-0 1-0 4-2
Genoa 1-1 1-1 2-1 1-1 2-2 3-3 –––– 0-2 3-2 0-1 4-1 2-0 3-2 1-0 4-0 3-1 3-1 1-0 3-0 2-0
Inter 4-3 2-1 1-1 2-1 4-2 2-0 0-0 –––– 1-0 2-0 1-0 2-1 2-1 2-2 3-0 3-3 1-0 3-0 1-1 1-0
Juventus 2-2 4-1 2-3 1-1 3-3 1-0 4-1 1-1 –––– 2-0 2-2 4-2 1-0 1-2 4-0 2-0 1-1 1-0 1-0 1-0
Lazio 0-1 2-0 1-4 1-0 0-3 3-0 1-1 0-3 1-1 –––– 1-1 0-3 0-1 1-0 1-0 4-2 2-0 3-0 1-1 1-3
Lecce 2-2 0-0 2-0 2-1 2-0 1-1 0-2 0-3 1-2 0-2 –––– 1-1 1-1 1-1 0-0 0-3 1-3 1-1 3-3 2-2
Milan 3-0 1-2 1-0 1-0 1-0 1-0 1-1 1-0 1-1 4-1 2-0 –––– 1-0 3-0 1-1 2-3 3-0 2-1 5-1 5-1
Napoli 0-0 1-1 2-2 1-0 3-0 2-1 0-1 1-0 2-1 0-2 3-0 0-0 –––– 2-1 3-0 0-3 2-0 2-0 1-2 2-2
Palermo 3-2 4-1 5-1 0-4 3-0 1-3 2-1 0-2 0-2 2-0 5-2 3-1 2-1 –––– 1-0 3-1 2-2 2-0 1-0 3-2
Reggina 3-1 2-2 2-1 1-1 0-1 1-1 0-1 2-3 2-2 2-3 2-0 1-2 1-1 0-0 –––– 2-2 0-2 1-1 1-1 0-2
Roma 2-0 2-1 3-2 4-3 0-0 1-0 3-0 0-4 1-4 1-0 3-2 2-2 1-1 2-1 3-0 –––– 2-0 1-0 3-2 1-1
Sampdoria 1-0 2-0 3-3 3-0 1-1 0-1 0-1 1-1 0-0 3-1 3-2 2-1 2-2 0-2 5-0 2-2 –––– 2-2 1-0 2-2
Siena 1-0 1-1 2-0 1-1 0-2 1-0 0-0 1-2 0-3 2-0 1-2 1-5 2-1 1-0 1-0 1-0 0-0 –––– 1-0 1-1
Torino 2-1 1-1 0-1 2-1 1-1 1-4 2-3 1-3 0-1 1-3 3-0 2-2 1-0 1-0 0-0 0-1 1-3 1-0 –––– 1-0
Udinese 3-0 1-0 6-2 1-1 0-1 3-1 2-2 0-1 2-1 3-3 2-0 2-1 0-0 3-1 0-1 3-1 1-1 2-1 2-0 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

La compilazione dei calendari e il sorteggio sono avvenuti il 25 luglio 2008, nella sala del CONI con diretta televisiva in Rai 2.[1] A partire da questa stagione, sono state introdotte le seguenti novità[83]:

  • l'assenza di teste di serie, con incontri di cartello possibili già dalla prima giornata;
  • l'impossibilità di disputare derby o altre gare di rilievo nei turni infrasettimanali;
  • la medesima sfida nella stessa giornata, considerando i calendari delle ultime 3 stagioni, non può essere replicata;
  • soltanto nelle ultime due giornate (24 e 31 maggio 2009) tutte le partite si disputano nel pomeriggio della domenica (ore 15:00).
style="padding:0"
andata (1ª) 1ª giornata ritorno (20ª)
31 ago. 1-0 Atalanta-Siena 0-1 25 gen.
1-4 Cagliari-Lazio 4-1
1-0 Catania-Genoa 1-1
2-1 Chievo-Reggina 1-0
1-1 Fiorentina-Juventus 0-1
1-2 Milan-Bologna 4-1
1-1 Roma-Napoli 3-0
1-1 Sampdoria-Inter 0-1
3-0 Torino-Lecce 3-3
3-1 Udinese-Palermo 2-3
andata (2ª) 2ª giornata ritorno (21ª)
14 set. 0-1 Bologna-Atalanta 1-0 28 gen.
2-0 Genoa-Milan 1-1
2-1 Inter-Catania 2-0
1-0 Juventus-Udinese 1-2
2-0 Lazio-Sampdoria 1-3
2-0 Lecce-Chievo 1-1
2-1 Napoli-Fiorentina 1-2
3-1 Palermo-Roma 1-2
1-1 Reggina-Torino 0-0
2-0 Siena-Cagliari 0-1


andata (3ª) 3ª giornata ritorno (22ª)
21 set. 0-1 Cagliari-Juventus 3-2 1° feb.
1-0 Catania-Atalanta 0-1
1-0 Fiorentina-Bologna 3-1
1-1 Lecce-Siena 2-1
4-1 Milan-Lazio 3-0
2-1 Palermo-Genoa 0-1
3-0 Roma-Reggina 2-2
1-1 Sampdoria-Chievo 1-1
1-3 Torino-Inter 1-1
0-0 Udinese-Napoli 2-2
andata (4ª) 4ª giornata ritorno (23ª)
24 set. 1-0 Atalanta-Cagliari 1-0 8 feb.
0-3 Bologna-Udinese 0-1
1-1 Chievo-Torino 1-1
3-1 Genoa-Roma 0-3
1-0 Inter-Lecce 3-0
1-1 Juventus-Catania 2-1
3-0 Lazio-Fiorentina 0-1
2-1 Napoli-Palermo 1-2
1-2 Reggina-Milan 1-1
0-0 Siena-Sampdoria 2-2


andata (5ª) 5ª giornata ritorno (24ª)
28 set. 0-1 Bologna-Napoli 1-1 15 feb.
1-0 Catania-Chievo 1-1
1-0 Fiorentina-Genoa 3-3
2-0 Lecce-Cagliari 0-2
1-0 Milan-Inter 1-2
1-0 Palermo-Reggina 0-0
2-0 Roma-Atalanta 0-3
0-0 Sampdoria-Juventus 1-1
1-3 Torino-Lazio 1-1
2-1 Udinese-Siena 1-1
andata (6ª) 6ª giornata ritorno (25ª)
5 ott. 4-2 Atalanta-Sampdoria 0-1 22 feb.
0-0 Cagliari-Milan 0-1
0-2 Chievo-Fiorentina 1-2
3-2 Genoa-Napoli 1-0
2-1 Inter-Bologna 2-1
1-2 Juventus-Palermo 2-0
1-1 Lazio-Lecce 2-0
1-1 Reggina-Catania 0-2
1-0 Siena-Roma 0-1
2-0 Udinese-Torino 0-1


andata (7ª) 7ª giornata ritorno (26ª)
19 ott. 3-1 Bologna-Lazio 0-2 1° mar.
2-0 Catania-Palermo 4-0
1-1 Chievo-Atalanta 2-0
3-0 Fiorentina-Reggina 1-1
1-0 Genoa-Siena 0-0
2-2 Lecce-Udinese 0-2
3-0 Milan-Sampdoria 1-2
2-1 Napoli-Juventus 0-1
0-4 Roma-Inter 3-3
0-1 Torino-Cagliari 0-0
andata (8ª) 8ª giornata ritorno (27ª)
26 ott. 0-1 Atalanta-Milan 0-3 8 mar.
2-0 Cagliari-Chievo 1-1
0-0 Inter-Genoa 2-0
1-0 Juventus-Torino 1-0
0-1 Lazio-Napoli 2-0
1-3 Palermo-Fiorentina 2-0
2-0 Reggina-Lecce 0-0
2-0 Sampdoria-Bologna 0-3
1-1 Siena-Catania 3-0
3-1 Udinese-Roma 1-1


andata (9ª) 9ª giornata ritorno (28ª)
29 ott. 1-2 Bologna-Juventus 1-4 15 mar.
0-2 Catania-Udinese 1-1
1-2 Chievo-Lazio 3-0
0-0 Fiorentina-Inter 0-2
2-1 Genoa-Cagliari 1-0
1-1 Lecce-Palermo 2-5
2-1 Milan-Siena 5-1
3-0 Napoli-Reggina 1-1
2-0 Roma-Sampdoria 2-2
2-1 Torino-Atalanta 0-2
andata (10ª) 10ª giornata ritorno (29ª)
2 nov. 0-0 Atalanta-Lecce 2-2 22 mar.
5-1 Cagliari-Bologna 1-0
2-0 Juventus-Roma 4-1
1-0 Lazio-Catania 0-1
1-0 Milan-Napoli 0-0
3-0 Palermo-Chievo 0-1
2-3 Reggina-Inter 0-3
1-0 Sampdoria-Torino 3-1
1-0 Siena-Fiorentina 0-1
2-2 Udinese-Genoa 0-2


andata (11ª) 11ª giornata ritorno (30ª)
9 nov. 1-1 Bologna-Roma 1-2 5 apr.
2-1 Catania-Cagliari 0-1
0-2 Chievo-Juventus 3-3
2-1 Fiorentina-Atalanta 2-1
4-0 Genoa-Reggina 1-0
1-0 Inter-Udinese 1-0
3-0 Lazio-Siena 0-2
1-1 Lecce-Milan 0-2
2-0 Napoli-Sampdoria 2-2
1-0 Torino-Palermo 0-1
andata (12ª) 12ª giornata ritorno (31ª)
16 nov. 3-1 Atalanta-Napoli 0-0 11 apr.
1-0 Cagliari-Fiorentina 1-2
3-2 Catania-Torino 1-2
4-1 Juventus-Genoa 2-3
1-0 Milan-Chievo 1-0
0-2 Palermo-Inter 2-2
1-0 Roma-Lazio 2-4
3-2 Sampdoria-Lecce 3-1
1-1 Siena-Bologna 4-1
0-1 Udinese-Reggina 2-0


andata (13ª) 13ª giornata ritorno (32ª)
23 nov. 1-1 Bologna-Palermo 1-4 19 apr.
0-2 Chievo-Siena 2-0
4-2 Fiorentina-Udinese 1-3
1-0 Inter-Juventus 1-1
1-1 Lazio-Genoa 1-0
0-3 Lecce-Roma 2-3
2-2 Napoli-Cagliari 0-2
3-1 Reggina-Atalanta 1-0
3-0 Sampdoria-Catania 0-2
2-2 Torino-Milan 1-5
andata (14ª) 14ª giornata ritorno (33ª)
30 nov. 2-0 Atalanta-Lazio 1-0 26 apr.
1-0 Cagliari-Sampdoria 3-3
1-1 Catania-Lecce 1-2
1-1 Genoa-Bologna 0-2
2-1 Inter-Napoli 0-1
4-0 Juventus-Reggina 2-2
3-1 Palermo-Milan 0-3
1-0 Roma-Fiorentina 1-4
1-0 Siena-Torino 0-1
0-1 Udinese-Chievo 2-1


andata (15ª) 15ª giornata ritorno (34ª)
7 dic. 3-0 Atalanta-Udinese 0-3 3 mag.
1-0 Cagliari-Palermo 1-5
0-1 Chievo-Roma 0-0
0-3 Lazio-Inter 0-2
1-2 Lecce-Juventus 2-2
1-0 Milan-Catania 2-0
2-0 Napoli-Siena 1-2
2-2 Reggina-Bologna 2-1
0-1 Sampdoria-Genoa 1-3
1-4 Torino-Fiorentina 0-1
andata (16ª) 16ª giornata ritorno (35ª)
14 dic. 5-2 Bologna-Torino 1-1 10 mag.
2-0 Fiorentina-Catania 2-0
1-1 Genoa-Atalanta 1-1
4-2 Inter-Chievo 2-2
4-2 Juventus-Milan 1-1
3-0 Napoli-Lecce 1-1
2-0 Palermo-Siena 0-1
0-2 Reggina-Sampdoria 0-5
3-2 Roma-Cagliari 2-2
3-3 Udinese-Lazio 3-1


andata (17ª) 17ª giornata ritorno (36ª)
21 dic. 1-3 Atalanta-Juventus 2-2 17 mag.
1-1 Cagliari-Reggina 1-2
3-2 Catania-Roma 3-4
0-1 Chievo-Genoa 2-2
1-0 Lazio-Palermo 0-2
0-0 Lecce-Bologna 1-2
5-1 Milan-Udinese 1-2
0-1 Sampdoria-Fiorentina 0-1
1-2 Siena-Inter 0-3
1-0 Torino-Napoli 2-1
andata (18ª) 18ª giornata ritorno (37ª)
11 gen. 1-1 Bologna-Chievo 0-0 24 mag.
1-2 Fiorentina-Lecce 1-1
3-0 Genoa-Torino 3-2
1-1 Inter-Cagliari 1-2
1-0 Juventus-Siena 3-0
1-0 Napoli-Catania 1-3
3-2 Palermo-Atalanta 2-2
2-3 Reggina-Lazio 0-1
2-2 Roma-Milan 3-2
1-1 Udinese-Sampdoria 2-2


andata (19ª) 19ª giornata ritorno (38ª)
18 gen. 3-1 Atalanta-Inter 3-4 31 mag.
2-0 Cagliari-Udinese 2-6
1-2 Catania-Bologna 1-3
2-1 Chievo-Napoli 0-3
1-1 Lazio-Juventus 0-2
0-2 Lecce-Genoa 1-4
1-0 Milan-Fiorentina 2-0
0-2 Sampdoria-Palermo 2-2
1-0 Siena-Reggina 1-1
0-1 Torino-Roma 2-3

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
IntLazIntMilInter
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª 35ª 36ª 37ª 38ª
Atalanta 3 6 6 9 9 12 13 13 13 14 14 17 17 20 23 24 24 24 27 27 27 30 33 36 36 36 36 39 40 40 41 41 44 44 45 46 47 47
Bologna 3 3 3 3 3 3 6 6 6 6 7 8 9 10 11 14 15 16 19 19 22 22 22 23 23 23 26 26 26 26 26 26 29 29 30 33 34 37
Cagliari 0 0 0 0 0 1 4 7 7 10 10 13 14 17 20 20 21 22 25 28 31 34 34 37 37 38 39 39 42 45 45 48 49 49 50 50 53 53
Catania 3 3 6 7 10 11 14 15 15 15 18 21 21 22 22 22 25 25 25 26 26 26 26 27 30 33 33 34 37 37 37 40 40 40 40 40 43 43
Chievo 3 3 4 5 5 5 6 6 6 6 6 6 6 9 9 9 9 10 13 16 17 18 19 20 20 23 24 27 30 31 31 34 34 35 36 37 38 38
Fiorentina 1 1 4 4 7 10 13 16 17 17 20 20 23 23 26 29 32 32 32 32 35 38 41 42 45 46 46 46 49 52 55 55 58 61 64 67 68 68
Genoa 0 3 3 6 6 9 12 13 16 17 20 20 21 22 25 26 29 32 35 36 37 40 40 41 44 45 45 48 51 54 57 57 57 60 61 62 65 68
Inter 1 4 7 10 10 13 16 17 18 21 24 27 30 33 36 39 42 43 43 46 49 50 53 56 59 60 63 66 69 72 73 74 74 77 78 81 81 84
Juventus 1 4 7 8 9 9 9 12 15 18 21 24 24 27 30 33 36 39 40 43 43 43 46 47 50 53 56 59 62 63 63 64 65 66 67 68 71 74
Lazio 3 6 6 9 12 13 13 13 16 19 22 22 23 23 23 24 27 30 31 31 31 31 31 32 35 38 41 41 41 41 44 47 47 47 47 47 50 50
Lecce 0 3 4 4 5 8 9 9 10 11 12 12 12 13 13 13 14 17 17 18 19 22 22 22 22 22 23 23 24 24 24 24 27 28 29 29 30 30
Milan 0 0 3 6 9 10 13 16 19 22 23 26 27 27 30 30 33 34 37 40 41 44 45 45 48 48 51 54 55 58 61 64 67 70 71 71 71 74
Napoli 1 4 5 8 11 11 14 17 20 20 23 23 24 24 27 30 30 33 33 33 33 34 34 35 35 35 35 36 37 38 39 39 42 42 43 43 43 46
Palermo 0 3 6 6 9 12 12 12 13 16 16 16 17 20 20 23 23 26 29 32 32 32 35 36 36 36 39 42 42 45 46 49 49 52 52 55 56 57
Reggina 0 1 1 1 1 2 2 5 5 5 5 8 11 11 12 12 13 13 13 13 14 15 16 17 17 18 19 20 20 20 20 23 24 27 27 30 30 31
Roma 1 1 4 4 7 7 7 7 10 10 11 14 17 20 23 26 26 27 30 33 36 37 40 40 43 44 45 46 46 49 49 52 52 53 54 57 60 63
Sampdoria 1 1 2 3 4 4 4 7 7 10 10 13 16 16 16 19 19 20 20 20 23 24 25 26 29 32 32 33 36 37 40 40 41 41 44 44 45 46
Siena 0 3 4 5 5 8 8 9 9 12 12 13 16 19 19 19 19 19 22 25 25 25 26 27 27 28 31 31 31 34 37 37 37 40 43 43 43 44
Torino 3 4 4 5 5 5 5 5 8 8 11 11 12 12 12 12 15 15 15 16 17 18 19 20 23 24 24 24 24 24 27 27 30 30 31 34 34 34
Udinese 3 3 4 7 10 13 14 17 20 21 21 21 21 21 21 22 22 23 23 23 26 27 30 31 31 34 35 36 36 36 39 42 45 48 51 54 55 58

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

[84]

  • Maggior numero di vittorie: Inter (25)
  • Minor numero di sconfitte: Inter (4)
  • Migliore attacco: Inter e Milan (70 gol fatti)
  • Miglior difesa: Inter (32 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Inter (+38)
  • Maggior numero di pareggi: Lecce (15)
  • Minor numero di pareggi: Fiorentina e Lazio (5)
  • Minor numero di vittorie: Lecce (5)
  • Maggior numero di sconfitte: Torino (20)
  • Peggiore attacco: Reggina (30 gol fatti)
  • Peggior difesa: Lecce (67 gol subiti)
  • Peggior differenza reti: Reggina (-32)
  • Miglior serie di risultati utili consecutivi: Inter (13)
  • Partita con più reti: Udinese - Cagliari 6-2 (8)
  • Partita con maggiore scarto di gol: Sampdoria - Reggina 5-0 (5)
  • Giornata con più reti: 38ª, 42 gol
  • Giornata con meno reti: 5ª, 16 gol

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Giocatore Squadra
25 2 Svezia Zlatan Ibrahimović Inter
24 6 Italia Marco Di Vaio Bologna
24 7 Argentina Diego Milito Genoa
19   Italia Alberto Gilardino Fiorentina
16 7 Brasile Kaká Milan
15   Brasile Pato Milan
14 1 Uruguay Edinson Cavani Palermo
14 3 Italia Fabrizio Miccoli Palermo
14 4 Italia Robert Acquafresca Cagliari
13   Italia Filippo Inzaghi Milan
13 1 Italia Sergio Pellissier Chievo
13 1 Italia Fabio Quagliarella Udinese
13 2 Romania Adrian Mutu Fiorentina
13 2 Italia Mauro Zárate Lazio
13 4 Italia Alessandro Del Piero Juventus
13 5 Italia Francesco Totti Roma

Media spettatori[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2008-09 ha avuto una media di 25 779 spettatori.[84][85] Il Cagliari non ha comunicato dati ufficiali sugli spettatori.[84]

Club Pos. Media Max. Totale Abbonamenti
Milan 1 59.731 79.057 1.134.898 42.822
Inter 2 55.345 76.437 1.051.546 38.717
Napoli 3 39.851 60.240 757.174 23.000
Roma 4 39.396 61.198 748.523 29.085
Lazio 5 34.626 55.490 657.900 25.052
Fiorentina 6 31.200 41.839 592.795 24.645
Genoa 7 26.583 32.744 505.079 22.856
Sampdoria 8 23.323 34.395 443.143 20.038
Palermo 9 23.228 35.293 441.339 16.485
Juventus 10 22.396 24.862 403.135 18.445
Bologna 11 20.762 34.571 394.480 14.860
Catania 12 18.167 20.738 345.179 15.229
Torino 13 17.552 23.982 333.497 13.492
Udinese 14 16.880 27.497 320.715 13.895
Chievo 15 13.352 28.924 253.695 8.081
Atalanta 16 12.231 21.814 232.394 7.503
Lecce 17 12.171 29.658 231.243 5.703
Reggina 18 11.805 21.033 224.291 8.690
Siena 19 11.026 15.446 209.503 7.774

Arbitri[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è riportato, in ordine alfabetico, l'elenco dei 39 arbitri utilizzati dalla FIGC nel campionato 2008-09.[84] Il numero tra parentesi si riferisce alle partite dirette[84]: Daniele Orsato e Nicola Rizzoli sono gli arbitri che hanno condotto più incontri, 19 ciascuno.[84]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Mugugni, scaramanzia, indifferenza Tutti i commenti al calendario, su repubblica.it, 25 luglio 2008.
  2. ^ Intertoto, il Napoli è in Uefa Al San Paolo 60mila in delirio, su repubblica.it, 26 luglio 2008.
  3. ^ a b c d e Regolamento UEFA Europa League 2009-2010, paragrafo 2.04
  4. ^ Inter, Moratti caccia Mancini bastano 20 minuti per un addio, su repubblica.it, 27 maggio 2008.
  5. ^ L'Inter: "Mancini esonerato per le parole dopo il Liverpool", su repubblica.it, 29 maggio 2008.
  6. ^ È ufficiale: Mourinho allenerà l'Inter per il portoghese contratto triennale, su repubblica.it, 2 giugno 2008.
  7. ^ Mourinho: "L'Inter, club speciale" 7 in italiano, parolacce comprese, su repubblica.it, 3 giugno 2008.
  8. ^ Inter, Mourinho avvisa la società "Siamo in troppi, bisogna vendere", su repubblica.it, 28 luglio 2008.
  9. ^ Ronaldinho al Milan, accordo fatto "Domani sarà a Milano", su repubblica.it, 15 luglio 2008.
  10. ^ Firma in diretta e San Siro in delirio debutto rossonero per Ronaldinho, su repubblica.it, 17 luglio 2008.
  11. ^ Gilardino passa alla Fiorentina Milan a 2 milioni da Zambrotta, su repubblica.it, 28 maggio 2008.
  12. ^ Zambrotta al Milan fino al 2012 Juve, "interesse per Aquilani", su repubblica.it, 13 giugno 2008.
  13. ^ Alessandra Bocci e Carlo Laudisa, Shevchenko torna al Milan, su gazzetta.it, 20 agosto 2008.
  14. ^ Alberto Mauro, Amauri è della Juve "Sogno realizzato", su gazzetta.it, 30 maggio 2008.
  15. ^ Alessandro Di Maria, Baptista è un giocatore della Roma Ivanovic al Milan, brusco stop, su repubblica.it, 14 agosto 2008.
  16. ^ Alessandro Di Maria, Shevchenko torna in rossonero Rolando Bianchi è del Torino, su repubblica.it, 23 agosto 2008.
  17. ^ Monica Scozzafava, Denis, Napoli aspetta i suoi gol, in Corriere del Mezzogiorno, 5 agosto 2008.
  18. ^ Gianni Mura, Intervista al campionato, su repubblica.it, 29 agosto 2008.
  19. ^ Alessandro Di Maria, Milan, subito un harakiri Roma, pari con brivido, su repubblica.it, 31 agosto 2008.
  20. ^ Crisi Milan, paga Shevchenko, su sportmediaset.mediaset.it, 15 settembre 2008.
  21. ^ Il Milan risorge alla grande Lazio ko con un sonoro 4-1, su repubblica.it, 21 settembre 2008.
  22. ^ Milan cinico, risolve Pato Reggina, non basta la grinta, su repubblica.it, 24 settembre 2008.
  23. ^ a b Riccardo Pratesi, Rilancio Milan, super Zarate I Più e i Meno settimanali, su gazzetta.it, 29 settembre 2008.
  24. ^ Emanuele Gamba, La Lazio di Zarate non si ferma più, in la Repubblica, 29 settembre 2008, p. 47.
  25. ^ Mirko Graziano, Mourinho fa la ola «La migliore Inter Ibra è la mia gioia», in La Gazzetta dello Sport, 20 ottobre 2008.
  26. ^ Ma.Me., L'Udinese mortifica la Roma, in la Repubblica, 27 ottobre 2008, p. 44.
  27. ^ L'Udinese vince a Catania ed è un primato meritato, su repubblica.it, 29 ottobre 2008.
  28. ^ Fabrizio Bocca, Denis scatenato, Napoli continua a sognare, in la Repubblica, 30 ottobre 2008, p. 47.
  29. ^ Al Friuli un Genoa di lusso All'Udinese va bene il pari, su repubblica.it, 2 novembre 2008.
  30. ^ Ronaldinho, il Milan vola di notte Batte il Napoli ed è solo in testa, su repubblica.it, 2 novembre 2008.
  31. ^ Riccardo Pratesi, L'Inter vola in vetta al 92' Cruz stende l'Udinese, su gazzetta.it, 9 novembre 2008.
  32. ^ Gaetano De Stefano, Ronaldinho illude il Milan Ma il Lecce trova Esposito, su gazzetta.it, 9 novembre 2008.
  33. ^ Andrea Sorrentino, Doppietta show a Palermo l'Inter torna sola in testa, in la Repubblica, 16 novembre 2008, p. 56.
  34. ^ Nicola Cecere, Pazza Inter Super Ibra, in La Gazzetta dello Sport, 15 dicembre 2008.
  35. ^ Luigi Garlando, FUORIGIOCO DUE GOL DI MAICON E REGALO ALL'INTER CHE VINCE A SIENA NEL FINALE, in La Gazzetta dello Sport, 21 dicembre 2008.
  36. ^ Gianni Piva, Lo sberleffo dell'Atalanta l'Inter padrona è crollata, in la Repubblica, 19 gennaio 2009, p. 40.
  37. ^ Riccardo Pratesi, Ale crea, Marchisio incanta Il futuro Juve è cominciato, su gazzetta.it, 25 gennaio 2009.
  38. ^ Nicola Cecere, TurboMilan KAKÀ SI SCATENA IL BOLOGNA VA K.O. A SEGNO BECKHAM, in La Gazzetta dello Sport, 26 gennaio 2009.
  39. ^ Fiorentina, gioia dopo le polemiche Il Napoli non riesce più a vincere, su repubblica.it, 28 gennaio 2009.
  40. ^ Genoa, vittoria in zona Cesarini Criscito affonda il Palermo, su repubblica.it, 1º febbraio 2009.
  41. ^ Beckham ispira, il Milan colpisce in casa Lazio una lezione rossonera, su repubblica.it, 1º febbraio 2009.
  42. ^ Fabrizio Bocca, La Roma si complica la vita nel fango di Reggio, in la Repubblica, 2 febbraio 2009, p. 43.
  43. ^ Francesco Saverio Intorcia, Gran Bologna, a Napoli un pari fra i rimpianti, su bologna.repubblica.it, 14 febbraio 2009.
  44. ^ Alessandro Ruta, Cagliari per palati Fini Il Lecce vede le streghe, su gazzetta.it, 15 febbraio 2009.
  45. ^ Davide Chinellato, Reggina, un altro pari Col Palermo finisce 0-0, su gazzetta.it, 15 febbraio 2009.
  46. ^ Giacomo Loi, Torino, arrivano i 3 punti Udinese ko, decide Dellafiore, su repubblica.it, 22 febbraio 2009.
  47. ^ Sergio Stanco, L'ex Langella uomo in più Il Chievo batte l'Atalanta, su gazzetta.it, 1º marzo 2009.
  48. ^ Gianni Piva, Crespo acciuffa la Roma ma è stato Balotelli a dare la scossa all'Inter, in la Repubblica, 2 marzo 2009, p. 48.
  49. ^ Gianni Piva, Ibrahimovic è lo Special l'Inter cancella Manchester, in la Repubblica, 16 marzo 2009, p. 40.
  50. ^ Ibra croce e delizia, in la Repubblica, 23 marzo 2009, p. 46.
  51. ^ Tiziano Toniutti, Al Palermo basta Cavani Camolese stecca la prima, su repubblica.it, 5 aprile 2009.
  52. ^ Giacomo Loi, Matri piega il Catania il Cagliari sogna, su repubblica.it, 5 aprile 2009.
  53. ^ Guido Guida, Catania ipoteca la salvezza La Samp pensa alla Coppa, su gazzetta.it, 19 aprile 2009.
  54. ^ Emiliano Pozzoni, Jeda affonda il Napoli, su gazzetta.it, 19 aprile 2009.
  55. ^ Adalberto Scemma, D'Agostino gela il Chievo nel recupero con l'Udinese finisce in rissa, in la Repubblica, 26 aprile 2009, p. 45.
  56. ^ Emiliano Pozzoni, Lecce, 3 punti per sperare Tiribocchi-Munari decisivi, su gazzetta.it, 26 aprile 2009.
  57. ^ Fabrizio Bocca, Nel lungo derby Lazio promossa Roma bocciata, in la Repubblica, 16 maggio 2009, p. 1.
  58. ^ Udinese, regalo all'Inter Festa scudetto senza giocare, su gazzetta.it, 16 maggio 2009.
  59. ^ Giuseppe Bagnati, Inter allo scudetto n.17 Ecco la storia di tutti gli altri, su gazzetta.it, 16 maggio 2009.
  60. ^ Luigi Panella, Per l'Inter festa e goleada, su repubblica.it, 17 maggio 2009.
  61. ^ Corrado Sannucci, L'Inter vince lo scudetto dei debiti, su repubblica.it, 17 maggio 2009.
  62. ^ Davide Chinellato, Lazio in festa con Zarate Reggina, la B è matematica, su gazzetta.it, 20 maggio 2009.
  63. ^ Alessio Sgherza, Jorgensen salva i viola Spareggio terzo posto col Milan, su repubblica.it, 24 maggio 2009.
  64. ^ Emanuele Gamba, Ferrara funziona: Juve in Champions, in la Repubblica, 25 maggio 2009, p. 46.
  65. ^ Milito fa piangere il Toro Il Genoa chiude al quinto posto, in la Repubblica, 25 maggio 2009, p. 47.
  66. ^ Simone Monari, Chievo salvo, Bologna quasi: Un miracolo, in la Repubblica, 25 maggio 2009, p. 48.
  67. ^ Livia Taglioli, Il Torino retrocede in B Totti aggancia Boniperti, su gazzetta.it, 31 maggio 2009.
  68. ^ Diego Costa, Bologna, 3 punti sopra il Toro I tifosi: "Di Vaio sindaco", su repubblica.it, 31 maggio 2009.
  69. ^ Andrea Sorrentino, Il capocannoniere Ibra gela l'Inter, in la Repubblica, 1º giugno 2009, p. 41.
  70. ^ Gessi Adamoli, Milito saluta il Genoa con due gol E dopo 17 anni è festa per l'Europa, in la Repubblica, 1º giugno 2009, p. 43.
  71. ^ Alessandro Ruta, Da Zero tituli al camaleonte solido Ecco cosa resterà del campionato, su gazzetta.it, 2 giugno 2009.
  72. ^ Bologna, arriva Mihajlovic, gazzetta.it, 3 novembre 2008.
  73. ^ Bologna, addio a Mihajlovic. Al suo posto c'è Papadopulo, gazzetta.it, 14 aprile 2009.
  74. ^ Chievo, Iachini esonerato. La panchina a Di Carlo, gazzetta.it, 4 novembre 2008.
  75. ^ La Juventus esonera Ranieri. Ferrara: "Fuori l'orgoglio", gazzetta.it, 18 maggio 2009.
  76. ^ Il Lecce esonera Beretta. Ufficiale l'arrivo di De Canio, gazzetta.it, 9 marzo 2009.
  77. ^ Il Napoli esonera Reja. Ufficiale: c'è Donadoni, gazzetta.it, 10 marzo 2009.
  78. ^ Palermo, via Colantuono. Ballardini nuovo allenatore, gazzetta.it, 4 settembre 2008.
  79. ^ Reggina: Orlandi esonerato. Squadra affidata a Pillon, gazzetta.it, 16 dicembre 2008.
  80. ^ Reggina, Pillon esonerato. In panchina torna Orlandi, gazzetta.it, 25 gennaio 2009.
  81. ^ Torino, torna Novellino. Cairo: "Merita di riprovare", gazzetta.it, 8 dicembre 2008.
  82. ^ Torino, ora è ufficiale. Camolese nuovo tecnico, gazzetta.it, 24 marzo 2009.
  83. ^ Antonello Capone, È il giorno dei calendari, su gazzetta.it, 25 luglio 2008.
  84. ^ a b c d e f Almanacco illustrato del Calcio 2010, Modena, Panini Editore, 2009, pp. 396-401, ISBN 9771129338008.
  85. ^ Statistiche Spettatori Serie A 2008-2009 Attendance Statistics of Serie A (1st Div) 2008-2009 Fiorentina,Inter,Inter,Lazio,Milan

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]