Serie A 2008-2009

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie A 2008-2009
Serie A TIM 2008-2009
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 107ª (77ª di Serie A)
Organizzatore Lega Calcio
Date dal 30 agosto 2008
al 31 maggio 2009
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Risultati
Vincitore Inter
(17º titolo)
Retrocessioni Torino
Reggina
Lecce
Statistiche
Miglior marcatore Svezia Zlatan Ibrahimović (25)
Incontri disputati 380
Gol segnati 988 (2,6 per incontro)
Serie A 2008-2009.PNG
Distribuzione geografica delle squadre della Serie A 2008-2009
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2007-2008 2009-2010 Right arrow.svg

Il campionato di Serie A 2008-2009 è stato il centosettesimo campionato italiano di calcio e il settantasettesimo a girone unico; cominciato il 30 agosto 2008 con i due anticipi della prima giornata, si è concluso il 31 maggio 2009. I 3 turni infrasettimanali di questa stagione sono stati disputati il 24 settembre 2008, il 29 ottobre 2008 e il 28 gennaio 2009.

Tre anche le soste per la qualificazione ai Mondiali di Sudafrica 2010 effettuate il 7 settembre, il 12 ottobre 2008 ed il 29 marzo 2009. Le soste natalizie sono iniziate dopo il turno del 21 dicembre e si sono concluse prima di quello dell'11 gennaio 2009.

La squadra campione in carica è l'Inter, che anche in questo torneo si conferma e conquista il suo quarto scudetto consecutivo, portando il suo numero di campionati vinti a 17. Nella sua storia prima d'ora non aveva mai vinto più di due scudetti di fila. A prendere il posto di Empoli, Parma e Livorno, retrocesse in Serie B, sono state Chievo, promosso dopo un solo anno di cadetteria, Bologna e Lecce, assenti dalla massima serie italiana rispettivamente da tre e due anni. Con il ritorno del Bologna ritornano altri sette titoli nella Serie A dopo il ritorno di Genoa e Napoli.

Sono 13 le regioni rappresentate in questo torneo. La regione maggiormente rappresentata è la Lombardia (3 squadre). Piemonte, Liguria, Toscana, Lazio e Sicilia hanno 2 squadre a testa mentre Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Emilia-Romagna, Campania, Puglia, Calabria e Sardegna sono rappresentate da una sola squadra ciascuna.

Per il Mezzogiorno è il record di squadre nella massima serie italiana. Infatti sono ben 6 le squadre provenienti dal sud: Cagliari, Catania, Lecce, Napoli, Palermo e Reggina.

Anche in questa stagione, per la quarta volta consecutiva, a parità di punteggio la graduatoria finale è determinata in base alla classifica avulsa.

Modificato l'accesso alla UEFA Champions League: le prime tre classificate saranno ammesse direttamente alla fase a gironi, mentre la quarta classificata dovrà disputare i preliminari. Scompare, inoltre, la Coppa Intertoto. Nessuna novità per l'accesso alla Coppa UEFA, ribattezzata Europa League: saranno validi il 5º e 6º posto, mentre la terza squadra sarà la vincitrice della Coppa Italia; qualora quest'ultima fosse già ammessa alla Champions League, il posto verrà occupato dall'altra finalista, ma se la vincitrice di Coppa Italia ottiene l'accesso in Europa League per via del piazzamento conseguito in campionato, oppure entrambe le finaliste accedono alla Champions League, allora verrà qualificata la squadra giunta al 7º posto in Serie A.[1]

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

José Mourinho, arrivato sulla panchina dell'Inter, diventa il primo allenatore portoghese a vincere il titolo italiano.

L'Inter, campione in carica, esonerò Roberto Mancini per ingaggiare il portoghese José Mourinho e acquistò sul mercato il centrocampista ghanese Muntari dal Portsmouth e gli esterni Mancini dalla Roma e Quaresma dal Porto, riscattò Jiménez, si riprese Adriano dal prestito e ingaggiò a parametro zero Obinna. La Roma cedette Mancini, Giuly e Matteo Ferrari e prese al loro posto Riise dal Liverpool, il giovane Jérémy Ménez dal Monaco e il brasiliano Júlio Baptista dal Real Madrid.

La Juventus concluse l'acquisto dell'attaccante del Palermo Amauri, riscattò inoltre i giovani De Ceglie, Giovinco e Marchisio ed a loro si aggiunsero il danese Poulsen e il portiere austriaco Manninger. Nel Milan partirono, tra gli altri, alcuni giocatori a fine carriera (Cafu, Fiori, Serginho), o altri in età avanzata come Oddo, Ronaldo e Simic o altri che non avevano rispettato le aspettative (Gilardino, Gourcuff).

In casa Milan i rinforzi riguardarono principalmente l'attacco: Marco Borriello, il campione brasiliano lungamente inseguito Ronaldinho, più Andriy Shevchenko (di ritorno dall'esperienza al Chelsea) approdarono ai rossoneri, ognuno in risposta ad esigenze tattiche diverse. I cambiamenti, però, coinvolgono tutta la rosa: Christian Abbiati, Gianluca Zambrotta e Philippe Senderos sono acquistati per cercare di rendere più competitiva la propria difesa, e a parametro zero dall'Arsenal arriva uno dei migliori mediani della stagione 2007-2008, il francese Mathieu Flamini. Alla Lazio arrivano l'argentino Mauro Zárate in prestito con diritto di riscatto fissato a 20 milioni e il centrocampista Matuzalém. La Sampdoria riuscì a ottenere il riscatto di Antonio Cassano, dal Real Madrid, a costo zero, invece che ai 5,5 milioni pattuiti nell'accordo di prestito.

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Gian Piero Gasperini riporta il Genoa in Europa dopo 18 anni

Il girone d'andata è caratterizzato da un iniziale raggruppamento in testa alla classifica, con il Napoli di Edy Reja, l'Udinese di Pasquale Marino, la Fiorentina di Cesare Prandelli e la Lazio di Delio Rossi che ottengono una serie di risultati positivi che consentono loro di tenere il passo di Inter, Milan e Juventus, partite un po' sotto tono; la Roma inizia invece male il campionato, perdendo 6 partite nelle prime 10 giornate. L'Inter raggiunge due volte la testa della classifica: alla quarta giornata, vincendo in casa contro il Lecce (perdendola poi dopo il derby) e alla settima giornata, battendo la Roma allo Stadio Olimpico; ma a causa di due pareggi contro Genoa in casa, e Fiorentina in trasferta, si fa prima raggiungere e poi superare in testa da Napoli e Udinese.

Alla decima giornata è il Milan a conquistare la vetta della classifica battendo il Napoli in casa, e approfittando del pareggio casalingo dell'Udinese contro il Genoa, ma una settimana dopo torna prima l'Inter battendo in casa l'Udinese, con il Milan che pareggia a Lecce. Di lì il campionato sembra esser destinato ad andare come gli ultimi due: l'Inter conquista altre sei vittorie consecutive e arriva alla sosta natalizia a +6 sulla Juventus e a +9 sul Milan. I bianconeri, dopo la sconfitta in casa contro il Palermo e quella a Napoli, ottengono solo vittorie, tranne la sconfitta di San Siro contro i nerazzurri. Il Milan invece subisce un calo perdendo a Palermo e a Torino contro la Juventus.

Dopo la sosta è l'Inter a calare, pareggiando in casa contro il Cagliari e cedendo a Bergamo, e perde 3 punti da Milan e Juve, che non approfittano a pieno del calo nerazzurro, vincendo in casa rispettivamente contro Fiorentina e Siena ma pareggiando allo Stadio Olimpico rispettivamente contro Roma e Lazio. La lotta per il quarto posto e le posizioni per la Coppa UEFA vede protagonisti il Genoa di Gasperini, il Cagliari di Massimiliano Allegri, il Napoli, la Lazio, la Fiorentina, il Palermo (capace di battere Juventus, Roma e Milan) e la Roma, artefice di una rimonta dopo il negativo inizio. Se dopo il derby i giallorossi si riprendono, la Lazio si spegne, ottenendo due pareggi (contro il Genoa e l'Udinese) e due sconfitte (a Bergamo e in casa contro l'Inter), riaccendendosi un po' con le vittorie contro Palermo e Reggina e il pareggio con la Juventus.

La curva nerazzurra a San Siro festeggia la conquista del 17º scudetto

L'Udinese invece cala: dopo la sconfitta a San Siro contro l'Inter, ottiene sei sconfitte e due pareggi (contro Lazio e Sampdoria) allontanandosi anche dalla zona UEFA. Nella prima parte di campionato si mette in evidenza in negativo il Bologna, che dopo la vittoria alla prima giornata a San Siro contro il Milan, ottiene otto sconfitte (contro Atalanta, Fiorentina, Udinese, Napoli, Inter, Sampdoria, Juventus e Cagliari) e solo un'altra vittoria (in casa contro la Lazio), ma dopo il cambio di allenatore, con l'esonero di Daniele Arrigoni e l'arrivo di Siniša Mihajlović, la squadra emiliana cambia completamente, ottenendo solo risultati positivi, con sette pareggi (contro Roma, Siena, Palermo, Genoa, Reggina e Lecce) e due vittorie (contro Torino e Catania).

Per quanto riguarda la lotta per non retrocedere, le protagoniste del girone d'andata sono appunto il Bologna; il Torino che, nonostante le aspettative, non riesce a decollare in campionato; la Reggina; il Lecce ed il Chievo Verona, che ad inizio novembre esonera l'allenatore Giuseppe Iachini, con cui aveva vinto la Serie B l'anno precedente, nel tentativo di staccarsi dall'ultima posizione in campionato.

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Nel girone di ritorno l'Inter parte forte e allunga su Milan e Juventus. Nonostante un calo, con il Milan che prova ad avvicinarsi e con la Juventus avvicinatasi al massimo a tre punti dall'Inter, i nerazzurri vincono lo scudetto con 3 giornate d'anticipo dopo la sconfitta del Milan a Udine. È il quarto scudetto consecutivo dei nerazzurri. Accesa è la lotta per i rimanenti posti in Champions League: Juventus e Milan combattono per la 2ª posizione, mentre Fiorentina e Genoa puntano alla 4ª. A fine campionato i bianconeri e i rossoneri concludono a pari punti, con la Juventus davanti per gli scontri diretti, così come accade per viola e rossoblù, con la formazione di Firenze capace di confermare il 4º posto dell'anno precedente grazie agli scontri diretti favorevoli.

Zlatan Ibrahimović, attaccante dell'Inter e miglior marcatore del torneo con 25 gol.

Il Napoli che era in piena lotta per la Champions, accusa un crollo nel girone di ritorno, nel quale risulta essere la squadra con il peggiore rendimento. Tuttavia proprio l'ottimo girone d'andata consente ai partenopei di rimanere sempre fuori dalla lotta per non retrocedere. Ad accompagnare il Genoa nella prima edizione dell'Europa League è la Roma, che dopo un lungo cammino riesce a completare la rimonta sulle altre candidate al posto in Europa, ovvero il Palermo di Davide Ballardini e il Cagliari di Massimiliano Allegri. L'Udinese, nonostante la rimonta di fine stagione con sei vittorie consecutive, non riesce ad agganciare la Roma. La Lazio, dopo una campionato altalenante, conquista l'accesso alla coppa europea grazie alla vittoria della Coppa Italia, primo trofeo conquistato dall'allenatore Delio Rossi.

Nella zona bassa della classifica il ruolo di rivelazione del girone di ritorno è del Chievo, che grazie a una serie di ottimi risultati (pareggi con Juventus e Inter e vittorie contro Lazio, Atalanta, Palermo e Reggina) riesce a ribaltare le prestazioni della prima parte di stagione, rimanendo costantemente a 5 punti dalla terzultima e guadagnandosi la salvezza alla penultima giornata grazie al pareggio con il Bologna al Bentegodi. La compagine veronese replica l'impresa del campionato precedente, allora riuscita al Cagliari: ultima al termine del girone di andata, consegue la salvezza a fine campionato. È il Bologna Football Club che riesce ad aggiudicarsi l'ultimo posto disponibile per partecipare alla Serie A 2009-10 a discapito del Torino, che, concludendo terzultimo, è retrocesso dopo tre stagioni nella massima serie. A far compagnia ai granata nella Serie B 2009-10 scendono il Lecce e la Reggina, a lungo ultima in classifica ma che grazie a buoni risultati nelle ultime partite conclude in diciannovesima posizione.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Città Stadio Stagione 2007-2008 Dettaglio
Atalanta Bergamo Stadio Atleti Azzurri d'Italia 9º posto in Serie A 2008-2009
Bologna Bologna Stadio Renato Dall'Ara 2º posto in Serie B 2008-2009
Cagliari Cagliari Stadio Sant'Elia 14º posto in Serie A 2008-2009
Catania Catania Stadio Angelo Massimino (Cibali) 17º posto in Serie A 2008-2009
Chievo Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 1º posto in Serie B 2008-2009
Fiorentina Firenze Stadio Artemio Franchi 4º posto in Serie A 2008-2009
Genoa Genova Stadio Luigi Ferraris (Marassi) 10º posto in Serie A 2008-2009
Inter Milano Stadio Giuseppe Meazza (San Siro) Campione d'Italia 2008-2009
Juventus Torino Stadio Olimpico di Torino 3º posto in Serie A 2008-2009
Lazio Roma Stadio Olimpico di Roma 12º posto in Serie A 2008-2009
Lecce Lecce Stadio Via del Mare 3º posto in Serie B
(promosso ai play-off)
2008-2009
Milan Milano Stadio Giuseppe Meazza (San Siro) 5º posto in Serie A 2008-2009
Napoli Napoli Stadio San Paolo 8º posto in Serie A 2008-2009
Palermo Palermo Stadio Renzo Barbera 11º posto in Serie A 2008-2009
Reggina Reggio Calabria Stadio Oreste Granillo 16º posto in Serie A 2008-2009
Roma Roma Stadio Olimpico di Roma 2º posto in Serie A 2008-2009
Sampdoria Genova Stadio Luigi Ferraris (Marassi) 6º posto in Serie A 2008-2009
Siena Siena Stadio Artemio Franchi - Montepaschi Arena 13º posto in Serie A 2008-2009
Torino Torino Stadio Olimpico di Torino 15º posto in Serie A 2008-2009
Udinese Udine Stadio Friuli 7º posto in Serie A 2008-2009

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Capitano Calciatore più presente
(tra parentesi il numero delle presenze)
Cannoniere
(tra parentesi il numero delle presenze)
Atalanta Italia Luigi Delneri Italia Cristiano Doni Italia Simone Padoin (36) Italia Sergio Floccari (12)
Bologna[2][3] Italia Daniele Arrigoni (1ª-10ª)
Serbia Siniša Mihajlović (11ª-31ª)
Italia Giuseppe Papadopulo (32ª-38ª)
Italia Marcello Castellini Italia Marco Di Vaio (38) Italia Marco Di Vaio (24)
Cagliari Italia Massimiliano Allegri Uruguay Diego Luis López Italia Robert Acquafresca,
Brasile Jeda (36)
Italia Robert Acquafresca (14)
Catania Italia Walter Zenga Italia Davide Baiocco Argentina Matías Silvestre (36) Italia Giuseppe Mascara (12)
Chievo[4] Italia Giuseppe Iachini (1ª-10ª)
Italia Domenico Di Carlo (11ª-38ª)
Italia Sergio Pellissier Italia Sergio Pellissier (38) Italia Sergio Pellissier (13)
Fiorentina Italia Cesare Prandelli Italia Dario Dainelli Francia Sébastien Frey (37) Italia Alberto Gilardino (19)
Genoa Italia Gian Piero Gasperini Italia Marco Rossi Brasile Rubinho (37) Argentina Diego Milito (24)
Inter Portogallo José Mourinho Argentina Javier Zanetti Argentina Javier Zanetti (38) Svezia Zlatan Ibrahimovic (25)
Juventus[5] Italia Claudio Ranieri (1ª-36ª)
Italia Ciro Ferrara (37ª-38ª)
Italia Alessandro Del Piero Brasile Amauri,
Rep. Ceca Pavel Nedvěd (32)
Italia Alessandro Del Piero (13)
Lazio Italia Delio Rossi Italia Tommaso Rocchi Argentina Mauro Zárate (36) Argentina Mauro Zárate (13)
Lecce[6] Italia Mario Beretta (1ª-27ª)
Italia Luigi De Canio (28ª-38ª)
Italia Andrea Zanchetta Italia Simone Tiribocchi (36) Italia Simone Tiribocchi (11)
Milan Italia Carlo Ancelotti Italia Paolo Maldini Brasile Alexandre Pato (36) Brasile Kaká (16)
Napoli[7] Italia Edoardo Reja (1ª-27ª)
Italia Roberto Donadoni (28ª-38ª)
Italia Paolo Cannavaro Italia Matteo Contini,
Argentina Germán Denis (34)
Slovacchia Marek Hamšík (9)
Palermo[8] Italia Stefano Colantuono (1ª)
Italia Davide Ballardini (2ª-38ª)
Italia Fabio Liverani Brasile Fábio Simplício (37) Uruguay Edinson Cavani,
Italia Fabrizio Miccoli (14)
Reggina[9][10] Italia Nevio Orlandi (1ª-16ª)
Italia Giuseppe Pillon (17ª-20ª)
Italia Nevio Orlandi (21ª-38ª)
Italia Francesco Cozza Italia Andrea Costa (36) Italia Bernardo Corradi (10)
Roma Italia Luciano Spalletti Italia Francesco Totti Italia Matteo Brighi (35) Italia Francesco Totti (13)
Sampdoria Italia Walter Mazzarri Italia Angelo Palombo Italia Antonio Cassano (35) Italia Antonio Cassano (12)
Siena Italia Marco Giampaolo Italia Simone Vergassola Algeria Abdelkader Ghezzal (37) Italia Massimo Maccarone (9)
Torino[11][12] Italia Gianni De Biasi (1ª-15ª)
Italia Walter Novellino (16ª-29ª)
Italia Giancarlo Camolese (30ª-38ª)
Italia Alessandro Rosina Italia Alessandro Rosina,
Italia Matteo Sereni (31)
Italia Rolando Bianchi (9)
Udinese Italia Pasquale Marino Italia Antonio Di Natale Italia Gaetano D'Agostino,
Svizzera Gökhan Inler,
Italia Fabio Quagliarella (36)
Italia Fabio Quagliarella (13)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg Coppacampioni.png 1. Inter 84 38 25 9 4 70 32 +38
Coppacampioni.png 2. Juventus 74 38 21 11 6 69 37 +32
Coppacampioni.png 3. Milan 74 38 22 8 8 70 35 +35
Coppacampioni.png 4. Fiorentina 68 38 21 5 12 53 38 +15
Coppauefa.png 5. Genoa 68 38 19 11 8 56 39 +17
Coppauefa.png 6. Roma 63 38 18 9 11 64 61 +3
7. Udinese 58 38 16 10 12 61 50 +11
8. Palermo 57 38 17 6 15 57 50 +7
9. Cagliari 53 38 15 8 15 49 50 -1
Coccarda Coppa Italia.svg Coppauefa.png 10. Lazio 50 38 15 5 18 46 55 -9
11. Atalanta 47 38 13 8 17 45 48 -3
12. Napoli 46 38 12 10 16 43 45 -2
13. Sampdoria 46 38 11 13 14 49 52 -3
14. Siena 44 38 12 8 18 33 44 -11
15. Catania 43 38 12 7 19 41 51 -10
16. Chievo 38 38 8 14 16 35 49 -14
17. Bologna 37 38 9 10 19 43 62 -19
1downarrow red.svg 18. Torino 34 38 8 10 20 37 61 -24
1downarrow red.svg 19. Reggina 31 38 6 13 19 30 62 -32
1downarrow red.svg 20. Lecce 30 38 5 15 18 37 67 -30

Legenda:

      Campione d'Italia e ammessa alla UEFA Champions League 2009-2010
      Ammesse alla UEFA Champions League 2009-2010
      Ammesse alla UEFA Europa League 2009-2010
      Retrocesse in Serie B 2009-2010

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Football Club Internazionale Milano 2008-2009.
Formazione tipo Giocatori (presenze)
Brasile Júlio César (36)
Brasile Maicon (29)
Colombia Iván Córdoba (28)
Romania Christian Chivu (21)
Brasile Maxwell (25)
Argentina Javier Zanetti (38)
Argentina Esteban Cambiasso (35)
Ghana Sulley Muntari (27)
Serbia Dejan Stanković (31)
Svezia Zlatan Ibrahimović (35)
Italia Mario Balotelli (22)
Altri giocatori: Luis Figo (22), Nicolás Burdisso (21), Mancini (20), Patrick Vieira (19), Julio Ricardo Cruz (17), Walter Samuel (17), Davide Santon (16), Hernán Crespo (14), Ricardo Quaresma (13), Adriano Leite Ribeiro (12), Victor Obinna (9), Marco Materazzi (8), Luis Jiménez (6), Nelson Rivas (5), Francesco Toldo (3), Francesco Bolzoni (1), Olivier Dacourt (1), Paolo Orlandoni (1).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio del campionato di calcio 2008-2009 è avvenuto il 25 luglio alle ore 18:00 nella sala del C.O.N.I., con diretta televisiva su Rai 2. Tra le novità introdotte quest'anno nella compilazione dei calendari, da segnalare:

  • l'assenza di teste di serie, con i big-match possibili fin dalla prima giornata, ma allo stesso tempo, l'impossibilità di derby o partite di rilevante importanza nei turni infrasettimanali;
  • solo nelle ultime due giornate tutte le partite inizieranno in contemporanea alle h.15:00;
  • la stessa sfida nella stessa giornata, fino a tre stagioni precedenti, non può essere replicata;
  • particolare attenzione verrà preventivamente data a eventi locali (feste e concerti).
andata (1ª) 1ª giornata ritorno (20ª)
31 ago.
2008
1-0 Atalanta-Siena 0-1 25 gen.
2009
1-4 Cagliari-Lazio 4-1
1-0 Catania-Genoa 1-1
2-1 Chievo-Reggina 1-0
1-1 Fiorentina-Juventus 0-1
1-2 Milan-Bologna 4-1
1-1 Roma-Napoli 3-0
1-1 Sampdoria-Inter 0-1
3-0 Torino-Lecce 3-3
3-1 Udinese-Palermo 2-3
andata (2ª) 2ª giornata ritorno (21ª)
14 set.
2008
0-1 Bologna-Atalanta 1-0 28 gen.
2009
2-0 Genoa-Milan 1-1
2-1 Inter-Catania 2-0
1-0 Juventus-Udinese 1-2
2-0 Lazio-Sampdoria 1-3
2-0 Lecce-Chievo 1-1
2-1 Napoli-Fiorentina 1-2
3-1 Palermo-Roma 1-2
1-1 Reggina-Torino 0-0
2-0 Siena-Cagliari 0-1


andata (3ª) 3ª giornata ritorno (22ª)
21 set.
2008
0-1 Cagliari-Juventus 3-2 1° feb.
2009
1-0 Catania-Atalanta 0-1
1-0 Fiorentina-Bologna 3-1
1-1 Lecce-Siena 2-1
4-1 Milan-Lazio 3-0
2-1 Palermo-Genoa 0-1
3-0 Roma-Reggina 2-2
1-1 Sampdoria-Chievo 1-1
1-3 Torino-Inter 1-1
0-0 Udinese-Napoli 2-2
andata (4ª) 4ª giornata ritorno (23ª)
24 set.
2008
1-0 Atalanta-Cagliari 1-0 8 feb.
2009
0-3 Bologna-Udinese 0-1
1-1 Chievo-Torino 1-1
3-1 Genoa-Roma 0-3
1-0 Inter-Lecce 3-0
1-1 Juventus-Catania 2-1
3-0 Lazio-Fiorentina 0-1
2-1 Napoli-Palermo 1-2
1-2 Reggina-Milan 1-1
0-0 Siena-Sampdoria 2-2


andata (5ª) 5ª giornata ritorno (24ª)
28 set.
2008
0-1 Bologna-Napoli 1-1 15 feb.
2009
1-0 Catania-Chievo 1-1
1-0 Fiorentina-Genoa 3-3
2-0 Lecce-Cagliari 0-2
1-0 Milan-Inter 1-2
1-0 Palermo-Reggina 0-0
2-0 Roma-Atalanta 0-3
0-0 Sampdoria-Juventus 1-1
1-3 Torino-Lazio 1-1
2-1 Udinese-Siena 1-1
andata (6ª) 6ª giornata ritorno (25ª)
5 ott.
2008
4-2 Atalanta-Sampdoria 0-1 22 feb.
2009
0-0 Cagliari-Milan 0-1
0-2 Chievo-Fiorentina 1-2
3-2 Genoa-Napoli 1-0
2-1 Inter-Bologna 2-1
1-2 Juventus-Palermo 2-0
1-1 Lazio-Lecce 2-0
1-1 Reggina-Catania 0-2
1-0 Siena-Roma 0-1
2-0 Udinese-Torino 0-1


andata (7ª) 7ª giornata ritorno (26ª)
19 ott.
2008
3-1 Bologna-Lazio 0-2 1° mar.
2009
2-0 Catania-Palermo 4-0
1-1 Chievo-Atalanta 2-0
3-0 Fiorentina-Reggina 1-1
1-0 Genoa-Siena 0-0
2-2 Lecce-Udinese 0-2
3-0 Milan-Sampdoria 1-2
2-1 Napoli-Juventus 0-1
0-4 Roma-Inter 3-3
0-1 Torino-Cagliari 0-0
andata (8ª) 8ª giornata ritorno (27ª)
26 ott.
2008
0-1 Atalanta-Milan 0-3 8 mar.
2009
2-0 Cagliari-Chievo 1-1
0-0 Inter-Genoa 2-0
1-0 Juventus-Torino 1-0
0-1 Lazio-Napoli 2-0
1-3 Palermo-Fiorentina 2-0
2-0 Reggina-Lecce 0-0
2-0 Sampdoria-Bologna 0-3
1-1 Siena-Catania 3-0
3-1 Udinese-Roma 1-1


andata (9ª) 9ª giornata ritorno (28ª)
29 ott.
2008
1-2 Bologna-Juventus 1-4 15 mar.
2009
0-2 Catania-Udinese 1-1
1-2 Chievo-Lazio 3-0
0-0 Fiorentina-Inter 0-2
2-1 Genoa-Cagliari 1-0
1-1 Lecce-Palermo 2-5
2-1 Milan-Siena 5-1
3-0 Napoli-Reggina 1-1
2-0 Roma-Sampdoria 2-2
2-1 Torino-Atalanta 0-2
andata (10ª) 10ª giornata ritorno (29ª)
2 nov.
2008
0-0 Atalanta-Lecce 2-2 22 mar.
2009
5-1 Cagliari-Bologna 1-0
2-0 Juventus-Roma 4-1
1-0 Lazio-Catania 0-1
1-0 Milan-Napoli 0-0
3-0 Palermo-Chievo 0-1
2-3 Reggina-Inter 0-3
1-0 Sampdoria-Torino 3-1
1-0 Siena-Fiorentina 0-1
2-2 Udinese-Genoa 0-2


andata (11ª) 11ª giornata ritorno (30ª)
9 nov.
2008
1-1 Bologna-Roma 1-2 5 apr.
2009
2-1 Catania-Cagliari 0-1
0-2 Chievo-Juventus 3-3
2-1 Fiorentina-Atalanta 2-1
4-0 Genoa-Reggina 1-0
1-0 Inter-Udinese 1-0
3-0 Lazio-Siena 0-2
1-1 Lecce-Milan 0-2
2-0 Napoli-Sampdoria 2-2
1-0 Torino-Palermo 0-1
andata (12ª) 12ª giornata ritorno (31ª)
16 nov.
2008
3-1 Atalanta-Napoli 0-0 11 apr.
2009
1-0 Cagliari-Fiorentina 1-2
3-2 Catania-Torino 1-2
4-1 Juventus-Genoa 2-3
1-0 Milan-Chievo 1-0
0-2 Palermo-Inter 2-2
1-0 Roma-Lazio 2-4
3-2 Sampdoria-Lecce 3-1
1-1 Siena-Bologna 4-1
0-1 Udinese-Reggina 2-0


andata (13ª) 13ª giornata ritorno (32ª)
23 nov.
2008
1-1 Bologna-Palermo 1-4 19 apr.
2009
0-2 Chievo-Siena 2-0
4-2 Fiorentina-Udinese 1-3
1-0 Inter-Juventus 1-1
1-1 Lazio-Genoa 1-0
0-3 Lecce-Roma 2-3
2-2 Napoli-Cagliari 0-2
3-1 Reggina-Atalanta 1-0
3-0 Sampdoria-Catania 0-2
2-2 Torino-Milan 1-5
andata (14ª) 14ª giornata ritorno (33ª)
30 nov.
2008
2-0 Atalanta-Lazio 1-0 26 apr.
2009
1-0 Cagliari-Sampdoria 3-3
1-1 Catania-Lecce 1-2
1-1 Genoa-Bologna 0-2
2-1 Inter-Napoli 0-1
4-0 Juventus-Reggina 2-2
3-1 Palermo-Milan 0-3
1-0 Roma-Fiorentina 1-4
1-0 Siena-Torino 0-1
0-1 Udinese-Chievo 2-1


andata (15ª) 15ª giornata ritorno (34ª)
7 dic.
2008
3-0 Atalanta-Udinese 0-3 3 mag.
2009
1-0 Cagliari-Palermo 1-5
0-1 Chievo-Roma 0-0
0-3 Lazio-Inter 0-2
1-2 Lecce-Juventus 2-2
1-0 Milan-Catania 2-0
2-0 Napoli-Siena 1-2
2-2 Reggina-Bologna 2-1
0-1 Sampdoria-Genoa 1-3
1-4 Torino-Fiorentina 0-1
andata (16ª) 16ª giornata ritorno (35ª)
14 dic.
2008
5-2 Bologna-Torino 1-1 10 mag.
2009
2-0 Fiorentina-Catania 2-0
1-1 Genoa-Atalanta 1-1
4-2 Inter-Chievo 2-2
4-2 Juventus-Milan 1-1
3-0 Napoli-Lecce 1-1
2-0 Palermo-Siena 0-1
0-2 Reggina-Sampdoria 0-5
3-2 Roma-Cagliari 2-2
3-3 Udinese-Lazio 3-1


andata (17ª) 17ª giornata ritorno (36ª)
21 dic.
2008
1-3 Atalanta-Juventus 2-2 17 mag.
2009
1-1 Cagliari-Reggina 1-2
3-2 Catania-Roma 3-4
0-1 Chievo-Genoa 2-2
1-0 Lazio-Palermo 0-2
0-0 Lecce-Bologna 1-2
5-1 Milan-Udinese 1-2
0-1 Sampdoria-Fiorentina 0-1
1-2 Siena-Inter 0-3
1-0 Torino-Napoli 2-1
andata (18ª) 18ª giornata ritorno (37ª)
11 gen.
2009
1-1 Bologna-Chievo 0-0 24 mag.
2009
1-2 Fiorentina-Lecce 1-1
3-0 Genoa-Torino 3-2
1-1 Inter-Cagliari 1-2
1-0 Juventus-Siena 3-0
1-0 Napoli-Catania 1-3
3-2 Palermo-Atalanta 2-2
2-3 Reggina-Lazio 0-1
2-2 Roma-Milan 3-2
1-1 Udinese-Sampdoria 2-2


andata (19ª) 19ª giornata ritorno (38ª)
18 gen.
2009
3-1 Atalanta-Inter 3-4 31 mag.
2009
2-0 Cagliari-Udinese 2-6
1-2 Catania-Bologna 1-3
2-1 Chievo-Napoli 0-3
1-1 Lazio-Juventus 0-2
0-2 Lecce-Genoa 1-4
1-0 Milan-Fiorentina 2-0
0-2 Sampdoria-Palermo 2-2
1-0 Siena-Reggina 1-1
0-1 Torino-Roma 2-3

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

ATA BOL CAG CAT CHI FIO GEN INT JUV LAZ LEC MIL NAP PAL REG ROM SAM SIE TOR UDI
Atalanta 0–1 1–0 1–0 0–2 1–2 1–1 3–1 1–3 2–0 0–0 0–1 3–1 2–2 0–1 3–0 4–2 1–0 2–0 3–0
Bologna 0–1 0–1 3–1 1–1 1–3 2–0 1–2 1–2 3–1 2–1 1–4 0–1 1–1 1–2 1–1 3–0 1–4 5–2 0–3
Cagliari 0–1 5–1 1–0 2–0 1–0 0–1 2–1 0–1 1–4 2–0 0–0 2–0 1–0 1–1 2–2 1–0 1–0 0–0 2–0
Catania 1–0 1–2 2–1 1–0 0–2 1–0 0–2 1–2 1–0 1–1 0–2 3–1 2–0 2–0 3–2 2–0 0–3 3–2 0–2
Chievo 1–1 0–0 1–1 1–1 0–2 0–1 2–2 0–2 1–2 1–1 0–1 2–1 1–0 2–1 0–1 1–1 0–2 1–1 1–2
Fiorentina 2–1 1–0 2–1 2–0 2–1 1–0 0–0 1–1 1–0 1–2 0–2 2–1 0–2 3–0 4–1 1–0 1–0 1–0 4–2
Genoa 1–1 1–1 2–1 1–1 2–2 3–3 0–2 3–2 0–1 4–1 2–0 3–2 1–0 4–0 3–1 3–1 1–0 3–0 2–0
Inter 4–3 2–1 1–1 2–1 4–2 2–0 0–0 1–0 2–0 1–0 2–1 2–1 2–2 3–0 3–3 1–0 3–0 1–1 1–0
Juventus 2–2 4–1 2–3 1–1 3–3 1–0 4–1 1–1 2–0 2–2 4–2 1–0 1–2 4–0 2–0 1–1 1–0 1–0 1–0
Lazio 0–1 2–0 1–4 1–0 0–3 3–0 1–1 0–3 1–1 1–1 0–3 0–1 1–0 1–0 4–2 2–0 3–0 1–1 1–3
Lecce 2–2 0–0 2–0 2–1 2–0 1–1 0–2 0–3 1–2 0–2 1–1 1–1 1–1 0–0 0–3 1–3 1–1 3–3 2–2
Milan 3–0 1–2 1–0 1–0 1–0 1–0 1–1 1–0 1–1 4–1 2–0 1–0 3–0 1–1 2–3 3–0 2–1 5–1 5–1
Napoli 0–0 1–1 2–2 1–0 3–0 2–1 0–1 1–0 2–1 0–2 3–0 0–0 2–1 3–0 0–3 2–0 2–0 1–2 2–2
Palermo 3–2 4–1 5–1 0–4 3–0 1–3 2–1 0–2 0–2 2–0 5–2 3–1 2–1 1–0 3–1 2–2 2–0 1–0 3–2
Reggina 3–1 2–2 2–1 1–1 0–1 1–1 0–1 2–3 2–2 2–3 2–0 1–2 1–1 0–0 2–2 0–2 1–1 1–1 0–2
Roma 2–0 2–1 3–2 4–3 0–0 1–0 3–0 0–4 1–4 1–0 3–2 2–2 1–1 2–1 3–0 2–0 1–0 3–2 1–1
Sampdoria 1–0 2–0 3–3 3–0 1–1 0–1 0–1 1–1 0–0 3–1 3–2 2–1 2–2 0–2 5–0 2–2 2–2 1–0 2–2
Siena 1–0 1–1 2–0 1–1 0–2 1–0 0–0 1–2 0–3 2–0 1–2 1–5 2–1 1–0 1–0 1–0 0–0 1–0 1–1
Torino 2–1 1–1 0–1 2–1 1–1 1–4 2–3 1–3 0–1 1–3 3–0 2–2 1–0 1–0 0–0 0–1 1–3 1–0 1–0
Udinese 3–0 1–0 6–2 1–1 0–1 3–1 2–2 0–1 2–1 3–3 2–0 2–1 0–0 3–1 0–1 3–1 1–1 2–1 2–0

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Record[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di vittorie: Inter (25)
  • Minor numero di sconfitte: Inter (4)
  • Migliore attacco: Inter e Milan (70 gol fatti)
  • Miglior difesa: Inter (32 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Inter (+38)
  • Maggior numero di pareggi: Lecce (15)
  • Minor numero di pareggi: Fiorentina e Lazio (5)
  • Minor numero di vittorie: Lecce (5)
  • Maggior numero di sconfitte: Torino (20)
  • Peggiore attacco: Reggina (30 gol fatti)
  • Peggior difesa: Lecce (67 gol subiti)
  • Peggior differenza reti: Reggina (-32)
  • Partita con più reti: Udinese - Cagliari 6-2 (8)
  • Partita con maggiore scarto di gol: Sampdoria - Reggina 5-0 (5)
  • Giornata con più reti: 38ª, 42 gol
  • Giornata con meno reti: 5ª, 16 gol

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

Football Club Internazionale Milano Associazione Calcio Milan Football Club Internazionale Milano Società Sportiva Lazio Football Club Internazionale Milano
  • 4ª giornata: Inter
  • 5ª giornata: Lazio
  • 7ª giornata: Inter
  • 10ª giornata: Milan
  • Dall'11ª alla 38ª giornata: Inter

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Marcatore Squadra
1rightarrow.png 25 2 Svezia Zlatan Ibrahimović Inter
24 6 Italia Marco Di Vaio Bologna
24 7 Argentina Diego Milito Genoa
19 0 Italia Alberto Gilardino Fiorentina
16 7 Brasile Kaká Milan
15 0 Brasile Pato Milan
14 4 Italia Robert Acquafresca Cagliari
14 1 Uruguay Edinson Cavani Palermo
14 3 Italia Fabrizio Miccoli Palermo
13 4 Italia Alessandro Del Piero Juventus
13 0 Italia Filippo Inzaghi Milan
13 2 Romania Adrian Mutu Fiorentina
13 1 Italia Sergio Pellissier Chievo
13 1 Italia Fabio Quagliarella Udinese
13 5 Italia Francesco Totti Roma
13 2 Argentina Mauro Zárate Lazio


Squadra campione[14][modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Football Club Internazionale Milano 2008-2009.
Titolari
12 Brasile Júlio César
13 Brasile Maicon
25 Argentina Walter Samuel
2 Colombia Iván Córdoba
26 Romania Christian Chivu
4 Argentina Javier Zanetti
19 Argentina Esteban Cambiasso
11 Ghana Sulley Muntari
5 Serbia Dejan Stanković
45 Italia Mario Balotelli
8 Svezia Zlatan Ibrahimović

Riserve

Miglior undici[modifica | modifica wikitesto]

La formazione ideale, basata sulla media dei voti dati dai quotidiani ai giocatori (fonte Televideo)[15].


Media spettatori[modifica | modifica wikitesto]

Media spettatori della Serie A 2008-09: 25.779.[16]
NB: il Cagliari non comunica dati ufficiali sugli spettatori.

Club Pos. Media Max. Totale Abbonamenti
Milan 1 59.731 79.057 1.134.898 42.822
Inter 2 55.345 76.437 1.051.546 38.717
Napoli 3 39.851 60.240 757.174 23.000
Roma 4 39.396 61.198 748.523 29.085
Lazio 5 34.626 55.490 657.900 25.052
Fiorentina 6 31.200 41.839 592.795 24.645
Genoa 7 26.583 32.744 505.079 22.856
Sampdoria 8 23.323 34.395 443.143 20.038
Palermo 9 23.228 35.293 441.339 16.485
Juventus 10 22.396 24.862 403.135 18.445
Bologna 11 20.762 34.571 394.480 14.860
Catania 12 18.167 20.738 345.179 15.229
Torino 13 17.552 23.982 333.497 13.492
Udinese 14 16.880 27.497 320.715 13.895
Chievo 15 13.352 28.924 253.695 8.081
Atalanta 16 12.231 21.814 232.394 7.503
Lecce 17 12.171 29.658 231.243 5.703
Reggina 18 11.805 21.033 224.291 8.690
Siena 19 11.026 15.446 209.503 7.774

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]